.

Per un punto Martin perse la capa: Quelli che, come lo scrivente, non hanno dimenticato la disfatta col PORTOGRUARO e, andando qualche anno più indietro nel tempo, quella di PIACENZA, non possono non andarci con i piedi di piombo (anche) in questa occasione...

Pubblicato da andrea smarso martedì 14 maggio 2013 21:34, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento


Per un punto Martin... +   -   =

Mi si perdonerà una certa ritrosia nel far festa prima del tempo anche se tutte le probabilità che riguardano la promozione diretta sembrano arridere al VERONA: Quelli che, come lo scrivente, non hanno dimenticato la disfatta col PORTOGRUARO e, andando qualche anno più indietro nel tempo, quella di PIACENZA, non possono non andarci con i piedi di piombo (anche) in questa occasione...
Certo è questione di un fottuto punto ma l'HELLAS dovrà andare in campo con lo spirito di chi deve strapparlo a tutti i costi se poi l'avversario (come credo) cercherà di non perdere tanto di guadagnato ma attenzione
prima di tutto ci sarà da andare in campo e giocarsi gli ultimi 90 minuti di questo fantastico ed emozionante campionato che, arrivato all'ultima partita, ancora non ha deciso chi fra le prime tre non andrà direttamente in Serie A e chi sarà destinato a raggiungere GROSSETO e PRO VERCELLI in Lega Pro e agli ottimisti (magari dell'ultima ora dopo 41 partite a 'lamentarsi') con le fette di salame sugli occhi ricordo che se è vero che a questo punto gli scaligeri sono forse i massimi favoriti è anche vero che se LIVORNO ed EMPOLI dovessero vincere (cosa che fino a prova del contrario è nell'ordine del possibile) un'altra, crudelissima beffa sarebbe servita... [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =
Patròn SETTI sulla capolista «Credo che il Sassuolo abbia dimostrato il suo valore durante la stagione oltre ad aver dimostrato di avere un bel gioco. Il fatto che sia ancora primo lo certifica. Nelle ultime 10 gare ha avuto una debacle dovuta all'inesperienza e a un po' di pressione in più che ha pesato sui giocatori più giovani e su una piazza non abituata a certi livelli. Comunque non c'è alcun tipo di gufo» TuttoMercatoWeb.com

Marcello CARLI diesse dell'EMPOLI «Le sensazione sono belle, ci andiamo a giocare in una partita un'intera stagione come ha detto lei. Sono sensazioni solo positive, se fossimo andati a fare una scampagnata sarebbe stato sicuramente peggio. Abbiamo fatto una rincorsa incredibile, il campionato è stato vivo nelle ultime dieci-dodici giornate solo grazie a noi, sebbene nessuno pensava che potessimo tenere botta fino alla fine e siamo orgogliosi di avercela fatta. Naturalmente sappiamo di avere un obiettivo difficile davanti, siamo stati bravi a mantenerlo vivo e andremo ad affrontare una squadra fortissima, in un ambiente eccezionale, ma vogliamo fare a tutti i costi questo maledetto punto» TuttoMercatoWeb.com

Raphael MARTINHO 'Ai tifosi voglio regalare la Serie A!' «I miei 10 gol? Una stagione importante, ma sono più contento che abbiamo vinto qui, su un campo difficile e sono tre punti pesantissimi. I nostri meccanismi? E' il lavoro del mister, noi cerchiamo di capire le sue indicazioni e proviamo a metterle in pratica. Il nostro obiettivo è arrivare in Serie A, io personalmente voglio sempre dare tutto. Se faccio un gol o un assist ha un valore doppio. I tifosi? Meritano la massima categoria, ora con l'Empoli proviamo a fargli questo regalo» TuttoB.com

Attilio TESSER ex tecnico del NOVARA 'VERONA e SASSUOLO in vantaggio ma i playoff ci saranno' «Incredibile ultima giornata, sembra la trama di un film di Hitchcock, anzi nemmeno lui poteva fare qualcosa di così drammaticamente sportivo. Chi gioca in casa, e mi riferisco a Sassuolo e Verona, avrà un vantaggio sabato prossimo rispettivamente contro Livorno ed Empoli. I neroverdi di Di Francesco hanno sprecato tanti punti di vantaggio e adesso ritornano in gioco in maniera clamorosa ma è la legge del calcio. Il Sassuolo per me resta favorito ancora visto che basterà non perdere in casa contro il Livorno per ottenere la promozione. Per me si giocheranno i play off visto che l’Empoli è riuscito a stare dietro le prime con merito. Negli spareggi poi vedo favoriti i terzi e i quarti classificati durante la regular season. Il Novara? Puo’ dire la sua. Ha esperienza e anche qualità per tornare in A» TuttoB.com

Fabrizio CORSI presidente dell'EMPOLI 'A noi nessuno regala niente...' «Il match contro il Verona? Sarà una gara difficile perché a noi nessuno regala niente. La nostra forza è sempre stata quella di pensare partita dopo partita, cercando di preparare le gare al meglio, fin nei minimi particolari. Siamo migliorati molto rispetto all'inizio e adesso ci giochiamo la possibilità di fare i playoff» TuttoMercatoWeb.com

Pasquale SENSIBILE ex diesse dell'HELLAS 'I playoff ci saranno ed il VERONA non fallirà' «Secondo me non ci saranno playoff. Al Bentegodi ci sarà uno scenario da Serie A: so quanto la città spingerà il Verona per battere l'Empoli. E a quel punto il Livorno, che è molto più in forma del Sassuolo, può andare a vincere a Modena» TuttoMercatoWeb.com

SCARAFONI ex vice di mister Carletto MAZZONE «Su chi punto per la promozione diretta? Ho visto giocar bene Sassuolo e Verona che meritano la promozione. Gli scaligeri mi sono sembrati maggiormete solidi e spumeggianti rispetto agli emiliani. A livello di manovra e di gioco ho avuto una buona impressione dal Lanciano e anche il Cesena ha fatto bene però direi che l'Empoli è la vera rivelazione in assoluto. Sarri ha fatto un lavoro straordinario, recuperando giocatori che sembravano persi per il grande calcio. Meritano i Playoff» TuttoB.com

GARDINI Direttore Generale dell'HELLAS 'Con l'EMPOLI partita non scontata...' «Neanche un giallo di Agatha Christie poteva immaginare un finale di Serie B così. Impensabile che a una partita dalla fine mancassero così tanti verdetti e che con 80 punti non si è sicuri della promozione. Il Sassuolo rischia i playoff? Le prime tre della classifica meritano di salire. Il Sassuolo, che ha fatto cose straordinarie, ha comunque il vantaggio di due risultati contro il Livorno che dovrà fare l'impresa Verona-Empoli basta il pareggio? Non lo ritengo affatto scontato il risultato. Non c'è stato niente di scontato in questa stagione. Ripenso a venerdì sera quando dopo la vittoria del Livorno eravamo preoccupati dovendo giocare a Castellammare. Adesso ci aspetta l'ultimo sforzo e dobbiamo farlo» TuttoMercatoWeb.com

Mister TOSCANO, tecnico della TERNANA 'VERONA in A, SASSUOLO-LIVORNO da tripla'«Chi va direttamente in A? Non lo so, avevo sempre detto che il Sassuolo aveva vinto meritatamente. Adesso ci sono partite molto difficili. Il pareggio fra Verona ed Empoli potrebbe bastare ma la partita fra Sassuolo e Livorno è da tripla» TuttoMercatoWeb.com

Elio SIGNORELLI diesse del LIVORNO 'Biscotto certo a Verona...' «Con gli emiliani sará un incontro importantissimo: serie a per chi vince, al Sassuolo basta un pari o una vittoria. Sicuramente Empoli e Verona non si faranno del male, io penso che ci saranno i play off. La partita chiave doveva essere Verona-Empoli invece sarà una partita non cruciale. Siamo comunque soddisfatti, da parte nostra, di essere arrivati alla fine con qualcosa di buono. L'unico dispiacere è che magari una tra Sassuolo, Livorno e Verona dovrà fare i play off, e tra tutte abbiamo sedici punti di vantaggio sulle altre a parte l'Empoli. È un peccato perché meriteremmo tutte la promozione» TuttoMercatoWeb.com





ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =
INFERMERIA GIALLOBLÙ: Per SGRIGNA e MARTINHO allenamento differenziato a causa di un leggero affaticamento muscolare...

'MASTINO DEL BENTEGODI', con la PRO VERCELLI vince GOMEZ TALEB

SQUALIFICA DI 3 GIORNATE A NICOLA FERRARI perchè 'le immagini televisive documentano che, nelle circostanze segnalate, il calciatore scaligero, sulla trequarti avversaria e lontano dall’azione, si avvicinava al calciatore stabiese e da una distanza di circa mezzo metro, con palese gestualità, gli indirizzava uno sputo. Tale biasimevole gesto non veniva visto dall’Arbitro e, pertanto, nessun provvedimento disciplinare veniva adottato. Le immagini acquisite non consentono di determinare con assoluta certezza in che misura ed in quale zona del corpo (presumibilmente il volto di Figliomeni) lo sputo abbia effettivamente colpito il destinatario, ma tale circostanza è ininfluente ai fini della valutazione disciplinare. Infatti, per costante orientamento interpretativo degli Organi di giustizia sportiva, lo sputo deve considerarsi a tutti gli effetti una “condotta violenta'.
La società scaligera ha presentato ricorso d'urgenza...

CLASSIFICA IVG: BRIGNOLI della TERNANA supera RAFAEL mentre anche JORGINHO abbandona la testa della speciale classifica a centrocampo, lo supera MAGNANELLI del SASSUOLO...

UN 'IN BOCCA AL LUPO' (POSTUMO) VA A CARROZZA che è stato operato oggi in artroscopia per cercare di riparare la lesione ai tendini della cuffia dei rotatori della spalla destra: L'intervento è perfettamente riuscito e domani il calciatore comincerà la fase riabilitativa.
Il ritorno in campo è previsto fra tre mesi...

CAMBIO DI ORARIO PER VERONA-EMPOLI che, insieme ad un gruppo di altre partite (tra cui fortunatamente anche SASSUOLO-LIVORNO), si giocherà non più alle 15.00 ma alle 16.30! Nessun anticipo ma alcune altre gare pariranno alle 14.30 e ci sarà il posticipo di Domenica (per manifestazione religiosa nei pressi dello stadio di Crotone)...
La ragione? E chissà! Quello che è francamente ridicolo è che gli arbitri facciano di tutto per sincronizzare l'inizio delle partite quando lo svolgimento di una giornata di calcio italiano avviene in maniera sempre più spezzettata...

MERCATO: Il VERONA ha stipulato un triennale con Alessandro GATTO, classe '94, cresciuto nel LECCE e reduce dall'esperienza di Taranto dove ha realizzato 3 gol in 6 gare prima di doversi bloccare per un infortunio.
Idee nuove per il futuro, SOGLIANO pensa al terzino destro PISANO (sopratutto se a fine stagione CACCIATORE dovesse tornare alla base) e a MEGGIORINI per l'attacco: Il centravanti, nativo di Isola della Scala che ha tirato i primi calci proprio nell'HELLAS, tornerebbe volentierissimo a giocare da professionista nella squadra per cui tifa sin da bambino...
Intanto non si placano i 'rumors' sull'avvicendamento di MANDORLINI con Beppe SANNINO sulla panchina dell'HELLAS comunque vada il finale di stagione... Personalmente ritengo assai difficile che in società siano disposti a 'liquidare' così semplicemente un tecnico che dalla metà inferiore del campionato di Lega Pro ha portato il VERONA fino alla soglia della Serie A in meno di due anni ma, detto questo, è pur vero che SOGLIANO (e di conseguenza patròn SETTI) non ha mai nascosto la grande stima personale nei confronti del tecnico ex VARESE e PALERMO; certo che da lì a portarlo sulla panchina gialloblù al posto dell'attuale mister ce ne passa... In ogni caso lo SPEZIA 'rimane alla finestra' insieme al PADOVA

IL CENTRO COORDINAMENTO EMPOLI CLUBS organizza pulmann con destinazione 'Bentegodi' per l'ultima di campionato al prezzo totale di poco meno di 40 Euro (viaggio + ticket d'ingresso)




IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =
CALCIO TURCHIA: Il derby di Istanbul porta un morto, cori razzisti e banane a DROGBA!

TENNIS: Agli Internazionali d'Italia bene VINCI e SCHIAVONE

PREMIER LEAGUE: Cambia in panca anche l'altra Manchester mister MANCINI 'Ha fallito gli obiettivi prefissati'

FORMULA 1: Trionfo FERRARI in Spagna con ALONSO! Secondo RAIKKONEN che precede l'altra rossa guidata da MASSA...

SERIE A: La FIORENTINA condanna il PALERMO e 'vede' l'Europa, buuh razzisti a BALOTELLI in MILAN-ROMA l'arbitro Rocchi sospende la gara, previste sanzioni finalmente esemplari per gli stadi che si macchiano ancora di tale disonore nel 2013? Macchè! Solo una multa! Interviene BLATTER in persona a 'bacchettare' la FIGC... 1 a 1 tra JUVE e CAGLIARI

Fenerbahce vs Galatasaray ( 2-1 ) Maç özeti

RASSEGNA STAMPA +   -   =
Serie B: i club progettano il futuro
A Padova nuovi soci, Hellas Verona e Cittadella nuovi allenatori

Mancano ancora 90° AL TERMINE DELLA STAGIONE, ma nei vari club si pensa già a quel che sarà PROMOZIONE, PERMANENZA O RETROCESSIONE che sia.

A PADOVA si profila L’INGRESSO DI NUOVI SOCI all’interno della società. Gli indiziati numeri uno sono i Fratelli VECCHIATO, titolari dell’azienda INTERBRAU DI PADOVA. Recentemente, SANDRO VECCHIATO, ha rilasciato delle dichiarazioni a Padovagoal.it. Ecco le sue parole: “ABBIAMO IN TESTA DI FARE QUALCOSA DI IMPORTANTE PER PADOVA. Come tempistica CESTARO ha detto determinate cose, NOI ABBIAMO FIDUCIA IN LUI. Vorremmo cercare di arrivare in breve tempo a un punto fermo. LA FAMIGLIA CESTARO HA DATO GRANDE DISPONIBILITÀ, NOI PURE, MA SE NON ANDRÀ IN PORTO NON È PERCHÉ CI SIAMO TIRATI INDIETRO. Sappiamo di cosa parliamo e cosa stiamo facendo, non stiamo facendo qualcosa senza conoscere l’impegno che porta con sé una simile operazione. COSA POTREMMO FARE IN CASO DI ESITO POSITIVO? UNA COSA CE L’HO E POSSO DIRLA SUBITO: ABBIAMO L’ASSO NELLA MANICA! Dovessimo entrare nel Padova avremmo il dodicesimo uomo in campo. ALL’APPIANI AVEVAMO LO STADIO CON LA GENTE A UN METRO DAL CAMPO, ORA ALL’EUGANEO GLI SPALTI SONO A 25 METRI. Non chiedetemi chi sarà, ma vedrete che ce l’avremo!”.

Spostandoci di qualche kilometro, troviamo L’HELLAS VERONA: gli scaligeri sembrano intenzionati a CAMBIARE ALLENATORE, nonostante ANDREA MANDORLINI abbia un altro anno di contratto (per lui sarebbe pronto lo SPEZIA, ndr). Due le idee: BEPPE SANNINO, appena retrocesso con il PALERMO e DEVIS MANGIA, attuale CT DELLA NAZIONALE UNDER 21. Per quanto riguarda il parco giocatori, il ds SEAN SOGLIANO sta sondando il terreno per due giocatori della massima serie: EROS PISANO, al GENOA dopo un inizio di stagione al PALERMO, e RICCARDO MEGGIORINI, attaccante del TORINO. il PRIMO sarebbe un ottimo sostituto di CACCIATORE nel qual caso questi dovesse tornare alla SAMPDORIA, mentre per il SECONDO sarebbe la realizzazione di un sogno visto che tifoso DELL’HELLAS.

Ancora qualche kilometro oltre, ed arriviamo in casa CITTADELLA: anche qui potrebbe profilarsi UN CAMBIO DI ALLENATORE, infatti CLAUDIO FOSCARINI, dopo una stagione cosi travagliata, POTREBBE DECIDERE DI CAMBIARE ARIA nonostante la sua lunga permanenza alla guida dei granata. FOSCARINI, come di consueto, FIRMA CONTRATTI ANNUALI, quindi nel caso in cui dovesse lasciare, non ci sarebbero complicazioni economiche per la società.

Le ultime due notizie di mercato riguardano la TERNANA ed un PORTIERE. Gli UMBRI sembrano fortemente intenzionati a RISCATTARE DAL NAPOLI L’INTERO CARTELLINO DI LUIGI VITALE, terzino sinistro di pinta molto efficace in questa stagione. I DIRIGENTI ROSSOVERDI incontreranno L’ENTOURAGE DEL GIOCATORE a breve per cercare di trovare un accordo. In caso di esito positivo, la TERNANA VERSERÀ MEZZO MILIONE DI EURO per il giocatore al Napoli. Il giocatore è seguito anche da diversi club di Serie A.

Per quanto riguarda il portiere, parliamo di NICOLA LEALI: l’attuale numero uno del LANCIANO, a fine stagione, tornerà alla JUVENTUS non per fare il terzo portiere bensì per essere girato al NOVARA.
MASSIMILIANO DI CESARE

FONTE: SportCafe24.com


Verona-Empoli: pronto un pullman del Centro Coordinamento
Con un fax giunto in redazione il Centro di Coordinamento informa che è stato organizzato un primo pullman per seguire gli azzurri nella prossima decisiva trasferta di Verona al Bentegodi, per assistere a Hellas Verona-Empoli, partita che ricordiamo si giocherà alle ore 15 di sabato 18 maggio 2013.

Il costo totale per la trasferta è di Euro 38,50 (Euro 25,00 per il viaggio più Euro 13,50 per il biglietto), con i tagliandi che possono essere acquistati direttamente presso la sede del Centro di Coordinamento Empoli Clubs (via della maratona, 2) nei giorni mercoledi 15, giovedi 16 e venerdi 17 maggio 2013 dalle ore 14.20 alle ore 19.00.

E’ però obbligatoria la “Tessera del Tifoso”.
Il biglietto deve essere acquistato obbligatoriamente entro le ore 19 di venerdi 17 maggio prossimo.

Per informazioni contattare i seguenti numeri: 328 046 38 47, 338 950 57 63, oppure la sede del Centro Coordinamento Empoli Clubs in orario di apertura 0571 99 39 17.
Fonte: Centro Coordinamento Empoli Clubs

FONTE: PianetaEmpoli.it


ALTRE NOTIZIE
Verona, Setti: "Non gufo il Sassuolo. Ha dimostrato il proprio valore"
14.05.2013 19.55 di Tommaso Maschio
Maurizio Setti, presidente dell'Hellas Verona, ha parlato ai microfoni di Sky Sport della corsa promozione che vede i gialloblu in lotta con Livorno e il Sassuolo, grande rivale del Carpi, città natale del presidente veronese: "Credo che il Sassuolo abbia dimostrato il suo valore durante la stagione oltre ad aver dimostrato di avere un bel gioco. Il fatto che sia ancora primo lo certifica. Nelle ultime 10 gare ha avuto una debacle dovuta all'inesperienza e a un po' di pressione in più che ha pesato sui giocatori più giovani e su una piazza non abituata a certi livelli. Comunque non c'è alcun tipo di gufo".

ESCLUSIVA TMW - Ds Empoli: "Serie B viva grazie a noi. Saponara pronto per il Milan"
14.05.2013 19.30 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
A pochi giorni dal decisivo scontro tra Verona e Empoli, abbiamo interpellato in esclusiva il direttore sportivo dei toscani Marcello Carli per un commento sulla partita e sui progetti futuri dell'Empoli, che ripartirà dal prossimo giugno senza il talento cristallino di Riccardo Saponara, destinato a passare in comproprietà tra Milan e Parma.

Direttore Carli a Verona vi giocate una stagione in una partita, quali sono le sensazioni a pochi giorni dalla sfida?
"Le sensazione sono belle, ci andiamo a giocare in una partita un'intera stagione come ha detto lei. Sono sensazioni solo positive, se fossimo andati a fare una scampagnata sarebbe stato sicuramente peggio. Abbiamo fatto una rincorsa incredibile, il campionato è stato vivo nelle ultime dieci-dodici giornate solo grazie a noi, sebbene nessuno pensava che potessimo tenere botta fino alla fine e siamo orgogliosi di avercela fatta. Naturalmente sappiamo di avere un obiettivo difficile davanti, siamo stati bravi a mantenerlo vivo e andremo ad affrontare una squadra fortissima, in un ambiente eccezionale, ma vogliamo fare a tutti i costi questo maledetto punto".

Senza Saponara, l'anno prossimo l'Empoli ripartirà dalla coppia Tavano-Maccarone?
"E' difficile per me ragionare "Senza Saponara" in questo, non so quello che faremo tra due giorni figuriamoci l'anno prossimo. Dipende tutto dalla categoria nella quale giocheremo. L'Empoli ora è concentrato solo ed unicamente sul raggiungimento dei playoff, per poi cercare di vincerli e andare in Serie A. Se non sarà così costruiremo la squadra nel massimo delle nostre possibilità".

Tornando a Saponara, secondo lei il ragazzo ha già le spalle abbastanza larghe per vestire il rossonero o sarebbe preferibile un primo appoggio alla Serie A con il Parma, comproprietaria del suo cartellino?
"Le spalle le ha larghe, per farle diventare larghissime in modo da giocare nel Milan può darsi abbia bisogno di un po' di tempo, ma io sono convinto che allenandosi a Milanello con grandi campioni possa acquisire l'autostima giusta per giocare a grandi livelli. La formula migliore per la sua crescita sinceramente non te la so dire ma so per certo che il Milan lo terrà in rossa, perchè ha fatto un investimento importante per lui e l'ambiente del Milan sono certo possa essere l'ideale per la crescita di un giovane talento come lui, così come ha dimostrato anche quest'anno con altri giovani. Se lo sapranno aspettare si ritroveranno in rosa un grande giocatore, lo ha dimostrato e lo sta dimostrando in questo finale di stagione dopo un mese opaco dopo l'ufficializzazione del suo passaggio al Milan. Adesso ha ripreso a giocare ai consueti livelli prendendosi anche le sue responsabilità nei confronti della squadra e dimostrando di essere un ragazzo eccezionale".

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Palermo, idea Sannino per Verona e Torino
13.05.2013 18.42 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Fonte: Raffaella Bon
Giorni decisivi per il futuro di Giuseppe Sannino, allenatore del Palermo che ieri ha incassato la matematica retrocessione in Serie B della sua squadra. Il tecnico campano è stato richiamato troppo tardi dal presidente Zamparini che, a questo punto, si confronterà con lui per capire se sarà ancora possibile andare avanti insieme.
Il presidente del Palermo ha imparato dagli errori del passato e vuole proseguire la sua avventura con l'attuale allenatore. Sannino, però, vuole capire i progetti del club e - nel frattempo - sta ascoltando le offerte provenienti dalle altre società. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte dalla redazione di Tuttomercatoweb.com, due i club che l'hanno contattato: Hellas Verona e Torino.

ALTRE NOTIZIE
Serie B: ultima giornata in due blocchi
Sabato alle 14:30 e alle 16:30. Domenica Crotone-Juve Stabia
13.05.2013 18.29 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
(ANSA) - ROMA, 13 MAG - La Lega di Serie B ha stabilito gli orari della 42/a e ultima giornata di campionato, in programma sabato.
Alle 14:30: Cesena-Pro Vercelli, Grosseto-Bari, Spezia-Modena e Ternana-Padova.
Alle 16:30: Brescia-Varese, Cittadella-Ascoli, Verona-Empoli, Novara-Lanciano, Sassuolo-Livorno e Vicenza-Reggina.

Crotone-Juve Stabia, come richiesto dall'Osservatorio sulle manifestazioni sportive, e' posticipata alle 12:30 di domenica per una manifestazione religiosa nei pressi dello stadio.

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Empoli, Corsi: "Con il Verona gara difficile. Regini? C'è la Samp"
13.05.2013 14.56 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Fonte: Raffaella Bon
In esclusiva ai microfoni di Tuttomercatoweb.com Fabrizio Corsi, presidente dell'Empoli, parla della corsa playoff della formazione toscana: "Il match contro il Verona? Sarà una gara difficile perché a noi nessuno regala niente. La nostra forza è sempre stata quella di pensare partita dopo partita, cercando di preparare le gare al meglio, fin nei minimi particolari. Siamo migliorati molto rispetto all'inizio e adesso ci giochiamo la possibilità di fare i playoff".

Oltre al campo adesso inizia a farsi caldo anche il mercato. Qual è la situazione di Regini?
"Il giocatore è in comproprietà fra no e la Sampdoria con la quale abbiamo un rapporto sereno. Il loro orientamento è quello di prendere il ragazzo in rosa la prossima stagione. Altre società? Lo vedremo negli ultimi dieci giorni prima della risoluzione delle comproprietà nel caso in cui non si trovasse l'accordo con la Sampdoria".

SERIE B
TMW - Verona, atti conclusivi per Mandorlini: per lui c'è lo Spezia
13.05.2013 14.44 di Gianluca Losco
Fonte: Raffaella Bon
Il Verona è atteso dall'ultima importantissima partita contro l'Empoli della settimana prossima. I gialloblù potrebbero essere promossi direttamente in Serie A, senza playoff, ma ad ogni modo resta in bilico la posizione del tecnico Andrea Mandorlini. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, la partita di sabato (o alternativamente l'ultima dei playoff) sarà l'ultima sulla panchina del club scaligero; sulle tracce del tecnico c'è lo Spezia.

ESCLUSIVA TMW - Ternana, Toscano: "Nostro un traguardo straordinario"

13.05.2013 13.35 di Gianluca Losco
La Ternana ha conquistato la matematica salvezza dopo l'ultima giornata di Serie B. La redazione di TuttoMercatoWeb ha contattato il tecnico della squadra, Domenico Toscano.

"Forse potevamo raggiungere la salvezza la settimana scorsa se non ci fosse stata la vittoria della Reggina a Cittadella, ma si tratta comunque di un traguardo straordinario visto che eravamo una neopromossa. C'è stato il coraggio di confermare in blocco la squadra dell'anno scorso. Siamo partiti con tre sconfitte consecutive ma non siamo mai stati nella zona calda della classifica, abbiamo attraversato momenti dove si pensava ad altri obiettivi. Ci sono tanti infortuni ma i giocatori si sono compattati volendo fortemente la salvezza. Erano tutti esordienti vogliosi di dimostrare di meritare la categoria".

Quale sarà il suo futuro?
"Ho un contratto con la Ternana, mi auguro che ci si possa incontrare presto per capire cosa fare la prossima stagione".

Il suo nome era stato accostato al Bologna...
"Mi fa piacere anche se l'ho saputo solo attraverso i giornali. Bologna è una piazza importante e non posso che esserne onorato".

Si aspettava una finale di stagione così esaltante?
"Io me lo aspettavo nella zona bassa, non alta. Credevo che il Sassuolo avesse in mano il campionato. Noi lo abbiamo incontrato a sette giornate dalla fine e aveva 11 punti di vantaggio, non pensavo si arrivare ad un risultato così incerto. Ci sono molte squadre invischiate in pochi punti. Quello che sta facendo il Sassuolo è una dimostrazione anche del lavoro straordinario fatto da noi come neopromossa".

Secondo lei chi va direttamente in A?
"Non lo so, avevo sempre detto che il Sassuolo aveva vinto meritatamente. Adesso ci sono partite molto difficili. Il pareggio fra Verona ed Empoli potrebbe bastare ma la partita fra Sassuolo e Livorno è da tripla".

ALTRE NOTIZIE
Verona, dg Gardini: "Empoli? Non ritengo affatto scontato il risultato"
13.05.2013 13.30 di Chiara Biondini
"Neanche un giallo di Agatha Christie poteva immaginare un finale di Serie B così. Impensabile che a una partita dalla fine mancassero così tanti verdetti e che con 80 punti non si è sicuri della promozione". Parole di Giovanni Gardini, direttore generale del Verona, ospite questa mattina sull'emittente umbra Radio Onda Libera.

Il Sassuolo rischia i playoff dopo aver dominato il campionato?
"Le prime tre della classifica meritano di salire. Il Sassuolo, che ha fatto cose straordinarie, ha comunque il vantaggio di due risultati contro il Livorno che dovrà fare l'impresa".

Verona-Empoli rischia di essere la partita più scontata visto che a entrambe basta il pareggio?
"Non lo ritengo affatto scontato il risultato. Non c'è stato niente di scontato in questa stagione. Ripenso a venerdì sera quando dopo la vittoria del Livorno eravamo preoccupati dovendo giocare a Castellammare. Adesso ci aspetta l'ultimo sforzo e dobbiamo farlo".

Il Verona è arrivato a mezzo passo dalla Serie A per aver tenuto duro nei momenti difficili confermando Mandorlini?
"Non c'è un solo fattore, se abbiamo fatto la nostra strada è perchè c'è sempre stata unità d'intenti e voglia di essere protagonisti. Le insidie e le difficoltà fanno parte del calcio, ed è sempre difficile anche quando tutti dicono che sei il più forte".

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Livorno, Signorelli: "Empoli e Verona non si faranno male"
13.05.2013 13.28 di Gianluigi Longari Twitter: @Glongari
Fonte: @RaffaellaBon
Abbiamo contattato il direttore sportivo del Livorno, Elio Signorelli, per parlare della sfida al vertice che la prossima settimana metterà di fonte i toscani al Sassuolo. Match decisivo per stabilire le sorti del campionato cadetto.
"Sará un incontro importantissimo: serie a per chi vince, al Sassuolo basta un pari o una vittoria. Sicuramente Empoli e Verona non si faranno del male, io penso che ci saranno i play off. La partita chiave doveva essere Verona-Empoli invece sarà una partita non cruciale. Siamo comunque soddisfatti, da parte nostra, di essere arrivati alla fine con qualcosa di buono. L'unico dispiacere è che magari una tra Sassuolo, Livorno e Verona dovrà fare i play off, e tra tutte abbiamo sedici punti di vantaggio sulle altre a parte l'Empoli. È un peccato perché meriteremmo tutte la promozione".

SERIE A
Il punto sulla B - Finale mozzafiato: Sassuolo a rischio beffa
13.05.2013 06.15 di Arturo Minervini
Finale con il brivido. Diventa sempre più avvincente la fase finale del campionato cadetto, con il Sassuolo capace di sperperare un vantaggio importante e rimettere in discussione la promozione diretta nella massima serie. Con un solo punto racimolato nelle ultime tre giornate la capolista ha visto assottigliarsi le distanze da Verona e Livorno, dando vita ad una classifica che può dare vita a qualsiasi soluzione quando resta una sola giornata da giocare.
La graduatoria recita: Sassuolo 82, Verona 81, Livorno 80. Le prime due vanno direttamente in Serie A, senza tralasciare la possibilità che tra la terza e la quarta al termine degli ultimi 90' ci siano almeno dieci punti di distacco. In tal caso le prime tre andrebbero dirette in A, senza la disputa dei play-off. Al momento l'Empoli - quarto - ha otto punti di distacco dal Livorno che è terzo. In zona play-off, nella lotta all'ultimo posto utile, pesante sconfitta del Brescia a Livorno, che adesso rischia di vedersi staccare dal Varese. Per la squadra di Agostinelli, impegnata nel posticipo di questa sera contro il Crotone, l'occasione per piazzare l'allungo decisivo sulle rondinelle.
In coda completa la rimonta il Vicenza, che aggancia l'Ascoli a- oramai in caduta libera - al terz'ultimo posto quando ormai sembrava spacciato. Scivola in zona play-out il Cittadella, che ad Empoli raccoglie la terza sconfitta consecutiva. Gli ultimi 90' saranno decisivi per emettere - dopo le retrocessioni aritmetiche di Grosseto e Pro Vercelli - tutti i verdetti di questo campionato. Fino all'ultimo respiro...

Questa la classifica dopo il 41° turno: Sassuolo 82; Verona 81; Livorno 80; Empoli 72; Novara 63; Brescia, Varese* 59; Modena 54; Bari, Padova 53; Crotone* 51; Ternana, Spezia 50; Cesena, Juve Stabia 49; Reggina 48; Lanciano, Cittadella 47; Vicenza, Ascoli 41; Pro Vercelli 32; Grosseto 25.
*Varese e Crotone con una gara in meno.

ALTRE NOTIZIE
Serie B, Sensibile: "Niente playoff: a Verona ci sarà uno scenario da Serie A"
12.05.2013 12.09 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Pasquale Sensibile, ex Ds della Sampdoria, ha commentato per la Gazzetta dello Sport questo pazzo finale di campionato cadetto, che ha regalato grandi sorprese anche ieri: "Secondo me non ci saranno playoff. Al Bentegodi ci sarà uno scenario da Serie A: so quanto la città spingerà il Verona per battere l'Empoli. E a quel punto il Livorno, che è molto più in forma del Sassuolo, può andare a vincere a Modena".

SERIE B
Verona, accordo triennale con Gatto
11.05.2013 18.42 di Andrea Zalamena
Il Verona, in settimana, ha definito l'accordo con l'attaccante Alessandro Gatto, classe '94. Il giocatore, cresciuto nel settore giovanile del Lecce, in questa stagione ha realizzato tre reti in sei gare con la maglia del Taranto, prima di doversi bloccare per un infortunio. Per lui un accordo di tre anni con gli scaligeri.
FONTE: TuttoMercatoWeb.com


PRIMO PIANO
Hellas Verona, Martinho: "Con l'Empoli voglio regalare la Serie A ai tifosi"
14.05.2013 12:00 di Carlotta Delperdono
Il fantasista dell'Hellas Verona Raphael Martinho ha parlato al termine della gara vinta a Castellamare di Stabia sul sito ufficiale della società: "I miei 10 gol? Una stagione importante, ma sono più contento che abbiamo vinto qui, su un campo difficile e sono tre punti pesantissimi. I nostri meccanismi? E' il lavoro del mister, noi cerchiamo di capire le sue indicazioni e proviamo a metterle in pratica. Il nostro obiettivo è arrivare in Serie A, io personalmente voglio sempre dare tutto. Se faccio un gol o un assist ha un valore doppio. I tifosi? Meritano la massima categoria, ora con l'Empoli proviamo a fargli questo regalo".

PRIMO PIANO
Hellas Verona, due idee per la Serie A
14.05.2013 10:00 di Luca Galasso
Manca ancora un punto per la matematica promozione in Serie A ma in casa Hellas si sta già progettando qualche mossa nel prossimo mercato estivo. Il ds Sogliano infatti potrebbe pensare ad Eros Pisano per rinforzare la fascia destra: il tezino è uno dei pupilli del dirigente veronese e sarebbe un valido sostituto di Cacciatore se quest'ultimo dovesse tornare alla Sampdoria. In attacco invece potrebbe tornare di moda il nome di Riccardo Meggiorini il quale non direbbe di no alla sua squadra del cuore e coronerebbe il suo sogno di indossare la maglia scaligera.

PRIMO PIANO
Tesser: "L'ultima giornata di Serie B come un film di Hitchcock. Avvantaggiate Verona e Sassuolo. I Playoff ci saranno"
12.05.2013 21:00 di Nicolò Schira Twitter: @@BomberNiko
Incredibile finale di stagione in Serie B con tutti i verdetti da assegnare in vetta. L’ultima giornata mette contro le prime sette in classifica. Solo il Novara ha un turno più agevole ospitando il Lanciano. Tutto può succedere per la promozione in A con il Sassuolo che è stato risucchiato e adesso sabato prossimo deve non perdere in casa con il Livorno, terzo a due punti, per brindare alla promozione. La vice capolista Verona invece ospita l’Empoli che è quarto a -8 dalla terza (Livorno) e per il momento in zona play off. L’ex allenatore del Novara, Attilio Tesser ha dato un suo giudizio sul finale di campionato in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it. “Incredibile ultima giornata, sembra la trama di un film di Hitchcock, anzi nemmeno lui poteva fare qualcosa di così drammaticamente sportivo. Chi gioca in casa, e mi riferisco a Sassuolo e Verona, avrà un vantaggio sabato prossimo rispettivamente contro Livorno ed Empoli. I neroverdi di Di Francesco hanno sprecato tanti punti di vantaggio e adesso ritornano in gioco in maniera clamorosa ma è la legge del calcio. Il Sassuolo per me resta favorito ancora visto che basterà non perdere in casa contro il Livorno per ottenere la promozione. Per me si giocheranno i play off visto che l’Empoli è riuscito a stare dietro le prime con merito. Negli spareggi poi vedo favoriti i terzi e i quarti classificati durante la regular season. Il Novara? Puo’ dire la sua. Ha esperienza e anche qualità per tornare in A”

PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Scarafoni: "Sassuolo e Verona in A. Empoli straordinario. Saponara-Zaza-Regini-Fossati: poker da Serie A"
12.05.2013 17:00 di Redaz. TuttoB.com
Per fare il punto sul campionato cadetto a novanta minuti dalla fine della stagione, abbiamo intervistato in esclusiva l'ex vice di Carlo Mazzone, ovvero Lorenzo Scarafoni.

La cadetteria sta mettendo in luce tanti giovani talenti: chi l'ha impressionata?
"Sicuramente Saponara che è un trequartista di grande qualità, ma dovrà fare un po' di anticamera anche a livello caratteriale per imporsi al Milan, dove c'è grande pressione. Inoltre non posso non citare Zaza, grande estro e stimmate da goleador. Credo che la punta dell'Ascoli abbia bisogno di una squadra di medio alta classifica per avvicinarsi gradualmente ad essere un grande giocatore. In una big si rischia di non giocare e perdere un anno in panchina. Fra gli stopper dico Regini: credo sia un ottimo difensore e potrà ambire a palcoscenici importanti. Essendo molto duttile potrebbe già figurare in una big senza problemi. Come centrocampista scelgo invece Marco Fossati, classe cristallini e ottima visione di gioco".

Per la Serie A su chi punta?
"Ho visto giocar bene Sassuolo e Verona che meritano la promozione. Gli scaligeri mi sono sembrati maggiormete solidi e spumeggianti rispetto agli emiliani".

A livello di manovra e di gioco, chi le è piaciuta come formazione?
"Ho avuto una buona impressione dal Lanciano e anche il Cesena ha fatto bene".

Come squadra rivelazione invece chi premia?
"Direi che l'Empoli è la vera rivelazione in assoluto. Sarri ha fatto un lavoro straordinario, recuperando giocatori che sembravano persi per il grande calcio. Meritano i Playoff".

PRIMO PIANO
Criscitiello: "In Serie B inizia il valzer delle panchine. Da Mandorlini a Sannino, passando per Stroppa e Giampaolo. Ecco gli scenari"
11.05.2013 20:00 di Alfredo Pelizza
Il noto conduttore ed esperto di mercato Michele Criscitiello si è soffermato a lungo sul valzer delle panchine di Serie B durante Lo Sai Che ieri sera su Sportitalia: "Andrea Mandorlini è cercato dallo Spezia, qualora accettasse a Verona è pronto ad arrivare Beppe Sannino. Torrente andrà via dal Bari e per la successione piace il profilo di Giovanni Stroppa. Lo stesso Torrente è in lizza con Gautieri per l'eredità di Iachini al Siena. Mentre in casa Brescia è spuntata l'idea Marco Giampaolo per il dopo Calori".

FONTE: TuttoB.com


martedì, maggio 14th, 2013 | Posted by Tommaso M Ferrante
Serie Bwin, volata promozione e play off ecco tutte le combinazioni possibili!
Ultimi 90’ (più recupero) di fuoco per ciò che concerne la Serie Bwin. Il 42° turno cadetto metterà di fronte le prime quattro della classe per una resa di conti più unica che rara nel suo genere. Con Sassuolo-Livorno e Verona-Empoli avremo il quadro definitivo sulle promozioni massima serie più eventuali play off. Questi tutti i casi possibili che si potrebbero verificare al termine delle partite in questione:
Classifica attuale 41° turno di Bwin : Sassuolo 82, Verona 81, Livorno 80, Empoli 72

Casi possibili:
Sassuolo-Livorno 1, Verona-Empoli 1
Classifica: Sassuolo 85, Verona 84, Livorno 80, Empoli 72.
Sassuolo e Verona in A, Livorno ed Empoli ai playoff.
Sassuolo-Livorno X, Verona-Empoli 1
Classifica: Verona 84, Sassuolo 83, Livorno 81, Empoli 72
Verona e Sassuolo in A, Livorno ed Empoli ai playoff.
Sassuolo-Livorno 2, Verona-Empoli 1
Classifica: Verona 84, Livorno 83, Sassuolo 82, Empoli 72.
Verona, Livorno e Sassuolo in A. I playoff non si disputano.
Sassuolo-Livorno 1, Verona-Empoli X
Classifica: Sassuolo 85, Verona 82, Livorno 80, Empoli 73
Sassuolo e Verona in A. Livorno ed Empoli ai playoff.
Sassuolo-Livorno X, Verona-Empoli X
Classifica: Sassuolo 83, Verona 82, Livorno 81, Empoli 73.
Sassuolo e Verona in A, Livorno ed Empoli ai playoff.
Sassuolo-Livorno 2, Verona-Empoli X
Classifica: Livorno 83, Verona e Sassuolo 82, Empoli 73.
Livorno e Verona (in vantaggio negli scontri diretti col Sassuolo 1-0 al Bentegodi e 1-1 al Braglia) in A, Sassuolo ed Empoli ai playoff.
Sassuolo-Livorno 1, Verona-Empoli 2
Classifica: Sassuolo 85, Verona 81, Livorno 80, Empoli 75
Sassuolo e Verona in A, Livorno ed Empoli ai playoff
Sassuolo-Livorno X, Verona-Empoli 2
Classifica: Sassuolo 83, Verona e Livorno 81, Empoli 75
Sassuolo e Verona (in vantaggio negli scontri diretti col Livorno 0-2 al Picchi per gli scaligeri e 1-1 al Bentegodi) in A, Livorno ed Empoli ai playoff
Sassuolo-Livorno 2, Verona-Empoli 2
Classifica: Livorno 83, Sassuolo 82, Verona 81, Empoli 75
Livorno e Sassuolo in A, Verona ed Empoli ai playoff.

martedì, maggio 14th, 2013 | Posted by Tommaso M Ferrante
Serie Bwin, gli squalificati dopo il 41° turno
SERIE B GIUDICE SPORTIVO SQUALIFICATI
Il giudice sportivo della Serie B Emilio Battaglia ha squalificato per tre turni gli attaccanti Ferrari del Verona e Pettinari del Crotone con la prova televisiva. Inoltre ha fermato per un turno Bellomo, Sciaudone (Bari), Abruzzese, Ciano (Crotone), Padella (Grosseto), Caserta, Dicuonzo, Figliomeni, Agyei (Juve Stabia), Mazzarani (Modena), Pesce (Novara), Bianco (Sassuolo), Brighenti (Vicenza), Mammarella (Virtus Lanciano). Tra i tecnici, un turno a Sorbello (Novara). Tra le societa’, ammende a Juve Stabia, Virtus Lanciano (5.000 euro), Juve Stabia (4.000 euro), Pro Vercelli (3.000 euro), Ascoli, Empoli (2.000 euro).

martedì, maggio 14th, 2013 | Posted by Marco Macca
Empoli, il programma della settimana
EMPOLI PROGRAMMA DELLA SETTIMANA / EMPOLI – L’Empoli si gioca la possibilità di disputare i play off sabato prossimo al Bentegodi contro il Verona. Una gara che non ammette repliche, appelli, una gara da dentro o fuori, che decide una stagione intera. Ecco il programma di allenamento che gli uomini di Sarri seguiranno prima di arrivare al fatidico giorno, al fatidico match, al momento della verità:
MARTEDI 14/05/13
stadio di Empoli – ore 15.30 allenamento
MERCOLEDI 15/05/13
stadio di Empoli – ore 16.00 allenamento
GIOVEDI 16/05/13
stadio di Empoli – ore 16.00 allenamento
VENERDI 17/05/13
stadio di Empoli – ore 10.30 allenemto, al termine la conferenza stampa di Maurizio Sarri
A seguire partenza in pullman per Centro Sportivo Monteboro per il pranzo. Partenza nel pomeriggio in pullman per Verona
SABATO 18/05/13
Ore 16.30 gara di campionato H.Verona – Empoli

martedì, maggio 14th, 2013 | Posted by Marco Macca
Serie B, ecco le statistiche della 41/a giornata
SERIE B STATISTICHE 41/A GIRONATA / ROMA - Le statistiche elaborate da Digital soccer Panini per la 41a giornata, 20a di ritorno, vedono giocatori di squadre diverse per le quattro classifiche considerate: Adejo della Reggina è primo per palle recuperate, segue Zoboli del Modena, mentre Jorginho è in testa per passaggi riusciti, secondo Valdifiori dell’Empoli. Quindi il vicentino Giacomelli ha fatto più di assist di tutti, 6, meglio anche di Barillà, Reggina, Fedato del Bari, Ferreira Pinto del Varese e Mazzarani del Modena fermi a 4. Capitolo tiri: Berardi del Sassuolo e Di Michele dellaReggina sono a quota 6. Irraggiungibile Cutolo che in tutto il campionato ne hafatti 129, così come saldamente in testa sono Gonzalez del Novara per gliassist, lo scaligero Jorginho per passaggi riusciti ed Emerson del Livornonelle palle recuperate. Capitolo squadre, nessuna sorpresa se non il Livorno che raggiunge l’Empoli nei tiri in porta, ne hanno fatti 6,1 a partita. Tutto il resto rimane invariato: Hellas Verona primo per possesso palla, per supremazia territoriale e percentuale di passaggi riusciti, Sassuolo invece in testa per palle giocate e percentuale di pericolosità nell’area avversaria.

martedì, maggio 14th, 2013 | Posted by Marco Macca
Classifica IVG, in testa Brignoli, Magnanelli e Paulinho
CLASSIFICA IVG BRIGNOLI MAGNANELLI PAULINHO / ROMA – Nessuna novità nella classifica Ivg dopo la 41a giornata di campionato della Serie bwin. L’Indice di Valutazione Giocatore, che esprime il contributo quantitativo che il giocatore apporta alla propria squadra, vede l’empolese Tonelli sempre davanti a Goian dello Spezia in quello che è un vero testa a testa fra difensori. Terzo il livornese Emerson. In attacco si conferma il livornese Paulinho che stacca per la terza settimana consecutiva il sassolese Boakye. Ancora Brignoli invece numero 1 fra i numeri 1. Il portiere 21enne della Ternana prevale su Rafael dell’Hellas Verona, quindi Pomini del Sassuolo e Lamanna del Bari. Fiorillo del Livorno è al quinto posto. Capitolo centrocampo: confermato con il primo posto di Magnanelli del Sassuolo e il secondo di Jorginho dell’Hellas Verona.
Fonte: www.legaserieb.it

FONTE: SerieBNews.com


Che marcia il SuperHellas: solo la Juve oltre quota 90
MIRINO A 84. Superando l'Empoli Mandorlini farebbe meglio di Toro e Pescara nel 2012. Il Bari di Conte alle spalle, l'Atalanta di Colantuono quasi: i gialloblù battono illustri predecessori che già hanno dominato la B a 22 squadre
Più veloce di molte grandi della B, ad un passo da altri record. Il Verona ha viaggiato forte, messo in fila avversari anche scomodi, corso come una lepre soprattutto nel finale di stagione mentre molte altre cominciavano ad avere il fiato corto. L'ultima puntata vale la serie A ma non solo. Certi primati sono davvero a portata di mano, tanti altri l'Hellas li ha già frantumati in una serie B che ancora una volta ha dimostrato di avere tante chiavi d'accesso ma nessuna uguale all'altra. Da quando il campionato è stato portato a 22 squadre (stagione 2004-'05) in pochissimi sono riusciti a mantenere l'andatura del Verona di oggi.

DA CONTE A COLANTUONO. Il Verona dall'alto dei suoi 81 punti ha già reso più del Bari di Antonio Conte, che proprio da quel primo posto col Bari nel campionato 2008-2009 iniziò di fatto la sua grande carriera. In quella squadra c'era anche Benito Rivas, compagno dei vari Ranocchia, Gillet, Gazzi, Lanzafame, Kutuzov e Barreto. Il Bari chiuse ad 80 punti, quattro in più del Parma partito con Gigi Cagni, passato poi nelle mani di Francesco Guidolin e trascinato in campo dai provvidenziali gol di Alberto Paloschi. All'Hellas basta un punto per superare l'Atalanta di Stefano Colantuono, due anni prima e per qualche mese della stagione successiva preparata da Andrea Mandorlini, prima dell'arrivo di Delio Rossi. Già alle spalle del Verona le altre due promosse di quell'annata fra il Catania (78 punti) allora allenato da Marino e il Torino di Gianni De Biasi che chiuse a quota 76 quella volta in cui a mangiarsi le mani fu soprattutto il Mantova di Mimmo Di Carlo, beffato ai playoff dal Toro. Mandorlini era al Bologna, chiamato a stagione in corso al posto di Ulivieri. Specialisti di promozioni in serie A, Colantuono e Conte hanno prodotto meno del Verona di oggi anche nel campionato 2010-2011 quando l'Atalanta finì prima con 79 punti ed il Siena terminò alle sue spalle distante due punti appena. Il terzo posto fu del Novara, dopo i playoff.

LA JUVE E LE ALTRE. Difficile per chiunque correre nel 2007 come la Juventus che aveva Buffon, Del Piero, Camoranesi, Nedved, Trezeguet e che alla fine vinse il campionato con 85 punti ma senza i nove di penalizzazione per Calciopoli. Sarebbero stati 94 altrimenti. Sottomedia rispetto al Verona di Mandorlini arrivarono il Napoli di Reja con 79 punti ed il Genoa di Gasperini con 78. I playoff finirono in soffitta, rimandati alla stagione successiva, per la delusione del Piacenza di Iachini ma anche di Daniele Cacia, nella classifica marcatori a 14 gol alle spalle all'epoca solo di Del Piero, Bellucci, Trezeguet e Papa Waigo.

ALTISSIMI LIVELLI. Una vittoria sabato con l'Empoli permetterebbe all'Hellas di scavalcare la quota 83 ottenuta da Pescara e Torino, finite l'anno scorso in serie A a braccetto dopo uno sprint che lasciò indietro di tre il Sassuolo e di cinque il Verona appena arrivato dalla Prima Divisione. Mandorlini può raccogliere più del Pescara di Zeman, Verratti, Insigne e Immobile, più del Toro di Ventura, Ogbonna, Antenucci e Alessandro Sgrigna, vicinissimo alla seconda promozione consecutiva. Irraggiungibile il Chievo di Iachini, che nel 2008 la spuntò in un campionato molto competitivo in cui il Lecce terzo produsse la bellezza di 83 punti. Il Bologna salì con 84, il Chievo di Pellissier, Mantovani, Moro, Mandelli e Obinna staccò tutti e si mise in tasca la serie A con 85. L'equilibrio fu certificato anche dal quarto posto dell'Albinoleffe, che si fermò a 78 punti. Sfumature, quel che conta è arrivare nelle prime due, prendersi quel che la città aspetta da troppo tempo. I numeri, stavolta, vengono dopo.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


Squalifica Ferrari: ricorso d'urgenza
Postata il 14/05/2013 alle ore 19:40
VERONA - L'Hellas Verona F.C. comunica che, in merito alla squalifica di tre giornate all'attaccante gialloblù Nicola Ferrari, si procederà con un ricorso d'urgenza presso gli organi competenti.
Ufficio Stampa

Sandrà: differenziato per Martinho e Sgrigna
Postata il 14/05/2013 alle ore 19:27
I due esterni hanno lavorato a parte a scopo precauzionale in vista della sfida con l'Empoli: tutti a disposizione di Mandorlini gli altri gialloblù
SANDRA' - Allenamento pomeridiano per i gialloblù. La squadra, agli ordini di Mandorlini, ha svolto riscaldamento, torelli, esercitazioni tecniche, partita e, successivamente, lavoro atletico. Seduta differenziata per Martinho e Sgrigna a scopo precauzionale per via di un affaticamento.

IL PROGRAMMA
Mercoledì: seduta pomeridiana (ore 17).
Giovedì: seduta pomeridiana (ore 17).
Venerdì (a porte chiuse): seduta mattutina (ore 10.30).
Ufficio Stampa

Gomez Taleb "Mastino del Bentegodi" con la Pro Vercelli
Postata il 14/05/2013 alle ore 19:19
L'esterno gialloblù si aggiudica la vittoria di tappa, mentre al vertice della classifica generale cambia poco, servirà l'ultima sfida con l'Empoli per stabilire il vincitore finale
VERONA - Finale in volata per la 14ma edizione de “Il Mastino del Bentegodi”, concorso promosso dal mensile di Confcommercio Verona “Il Commercio Veronese” in collaborazione con Hellas Verona F.C.: si deciderà tutto nella partita con l’Empoli di sabato, per la quale i tifosi potranno votare il migliore in campo fino a lunedì alle ore 12. Nell'ultima partita interna dei gialloblù, quella con la Pro Vercelli, le votazioni non hanno infatti agevolato la fuga di nessuno dei primatisti. Il vincitore di tappa è stato Gomez Taleb, che si è così avvicinato sensibilmente al quartetto di testa, e sul podio con lui sono andati Sgrigna e Cacciatore. Nella classifica generale sono sempre in lotta per il successo Jorginho, Martinho, Rafael e Cacia.
Il vincitore sarà premiato con il “Trofeo Confcommercio Verona” lunedì 20 maggio in Arena, in occasione della festa per i 110 anni dell’Hellas Verona.
Ufficio Stampa

Carrozza: intervento chirurgico ok
Postata il 14/05/2013 alle ore 19:07
VERONA - Alessandro Carrozza è stato sottoposto ad intervento chirurgico questa mattina presso l'ospedale "Sacro Cuore Don Calabria" di Negrar: l'operazione, eseguita dal professor Claudio Zorzi e dalla sua équipe, oltre al dottor Paolo Avanzi e al medico sociale dell'Hellas Verona, Paolo Righi, è riuscita con successo.
Il calciatore gialloblù sarà dimesso dall'ospedale nella giornata di mercoledì 15 maggio e da giovedì comincerà la fase riabilitativa assistita per circa 4 settimane presso il centro Isokinetic di Arbizzano. I tempi di recupero sono stimati in 90 giorni.
Ufficio Stampa

Squalifiche, 3 giornate a Ferrari
Postata il 14/05/2013 alle ore 16:59
L'attaccante gialloblù fermato dal giudice sportivo perché "le immagini televisive documentano che indirizzava uno sputo al calciatore stabiese Figliomeni"
VERONA - Il Giudice Sportivo della Serie bwin, Emilio Battaglia, ha squalificato Nicola Ferrari per tre giornate perché "le immagini televisive documentano che, nelle circostanze segnalate, il calciatore scaligero, sulla trequarti avversaria e lontano dall’azione, si avvicinava al calciatore stabiese e da una distanza di circa mezzo metro, con palese gestualità, gli indirizzava uno sputo. Tale biasimevole gesto non veniva visto dall’Arbitro e, pertanto, nessun provvedimento disciplinare veniva adottato. Le immagini acquisite non consentono di determinare con assoluta certezza in che misura ed in quale zona del corpo (presumibilmente il volto di Figliomeni) lo sputo abbia effettivamente colpito il destinatario, ma tale circostanza è ininfluente ai fini della valutazione disciplinare. Infatti, per costante orientamento interpretativo degli Organi di giustizia sportiva, lo sputo deve considerarsi a tutti gli effetti una “condotta violenta”, i cui estremi possono essere integrati anche se il deprecabile intento non abbia raggiunto l’ ”obiettivo”" si legge nel comunicato.
Ufficio Stampa

Prevendita Empoli: da martedì 900 biglietti
Postata il 13/05/2013 alle ore 20:31
VERONA - L'Hellas Verona F.C. comunica che, a partire dalla giornata di martedì 14 maggio (dalle ore 10), saranno in vendita 900 biglietti del Settore Poltronissime Curva Sud (prezzo 16 euro più diritti di prevendita; 11 euro - ridotto) esclusivamente attraverso il circuito TicketOne.
Ufficio Stampa

Sandrà: tutti disponibili alla ripresa
Postata il 13/05/2013 alle ore 20:18
La squadra si è allenata agli ordini di Mandorlini in vista della sfida di sabato con l'Empoli. Unico assente l'infortunato Carrozza
SANDRA' - Allenamento pomeridiano per i gialloblù. La squadra, agli ordini di Mandorlini, ha svolto riscaldamento, esercitazioni atletiche, esercitazioni tattiche e partita a campo ridotto. Ad eccezione dell'infortunato Carrozza, tutta la squadra è a disposizione.

IL PROGRAMMA
Martedì: seduta pomeridiana (ore 17.30).
Mercoledì: seduta pomeridiana (ore 17).
Giovedì: seduta pomeridiana (ore 17).
Venerdì (a porte chiuse): seduta mattutina (ore 10.30).
Sabato: Hellas Verona-Empoli (ore 16.30).
Ufficio Stampa

Hellas Verona-Empoli: si gioca sabato alle ore 16.30
Postata il 13/05/2013 alle ore 16:13
VERONA - La Lega Serie B ha stabilitato il cambio di orario delle partite dell'ultima giornata del campionato. Hellas Verona-Empoli si disputerà sabato 18 maggio alle ore 16.30 allo stadio Bentegodi.

Ecco, di seguito, la giornata completa.
Sabato 18 maggio: ore 14.30
Cesena-Pro Vercelli
Grosseto-Bari
Spezia-Modena
Ternana-Padova

Sabato 18 maggio: ore 16.30
Brescia-Varese
Cittadella-Ascoli
Hellas Verona-Empoli
Novara-Lanciano
Sassuolo-Livorno
Vicenza-Reggina

Domenica 19 maggio: ore 12.30
Crotone-Juve Stabia
Ufficio Stampa

Gardini: "Concentrati per un'altra settimana"
Postata il 12/05/2013 alle ore 22:37
Il direttore generale gialloblù intervenuto alla trasmissione tv "La domenica nel pallone": "Negli ultimi 2 mesi abbiamo schiacciato sull'acceleratore, serve questa aggressività"
VERONA - Ecco le dichiarazioni del direttore generale gialloblù, Giovanni Gardini, intervenuto telefonicamente alla trasmissione televisiva "La domenica nel pallone" in onda su TeleArena e condotta dal giornalista Gianluca Tavellin: "L'Empoli? Manca ancora l'ultima curva, stiamo attenti a non scivolare. Il concetto è che dopo la partita di venerdì del Livorno contro il Brescia ci poteva essere dello scoramento nella squadra, invece i ragazzi hanno dimostrato di essere vivi e capaci di disputare una grande partita a Castellammare contro la Juve Stabia. E questo ci permette di continuare a inseguire un sogno fino all'ultimo. Non ci costa niente essere concentrati ancora per un'altra settimana. La squadra ha dimostrato un percorso di crescita fin dalla prima giornata, ha un filo conduttore attraverso il gioco e l'autostima. Negli ultimi due mesi abbiamo schiacciato l'acceleratore, ora ci vuole ancora la stessa aggressività nell'ultimo match. Il valore aggiunto? Consapevolezza del gioco. Cacia con 24 gol è il finalizzatore e non può essere dimenticato. Ma ciò che più conta è credere in quello che si fa. I nostri sponsor spostati dalla tribuna in curva? Ci sono realtà e impianti che purtroppo non hanno i canoni della sicurezza. Con la società Juve Stabia si è provato a trovare ogni soluzione, ma alla fine si è preferito spostarli per motivi di sicurezza e per evitare tensioni. L'ultima contro l'Empoli? Probabilmente si giocherà sabato alle ore 17 per consentire una maggiore affluenza di pubblico. E proprio per i nostri tifosi vorrei dire una cosa: sono stati encomiabili anche a Castellammare di Stabia, bravissimi a tifare dal primo all'ultimo minuto senza cadere in provocazioni. A loro va fatto un grande applauso".
Ufficio Stampa

Sandrà: lunedì la ripresa degli allenamenti
Postata il 12/05/2013 alle ore 15:48
SANDRA' - Dopo la vittoria contro la Juve Stabia, l'allenatore gialloblù Andrea Mandorlini ha concesso una domenica di riposo. La ripresa degli allenamenti è stata fissata per lunedì 13 maggio alle ore 17.30 presso il centro sportivo di Sandrà.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it



[OFFTOPIC] +   -   =
CALCIO TURCHIA: Il derby di Istanbul porta un morto, cori razzisti e banane a DROGBA!

TENNIS: Agli Internazionali d'Italia bene VINCI e SCHIAVONE

PREMIER LEAGUE: Cambia in panca anche l'altra Manchester mister MANCINI 'Ha fallito gli obiettivi prefissati'

FORMULA 1: Trionfo FERRARI in Spagna con ALONSO! Secondo RAIKKONEN che precede l'altra rossa guidata da MASSA...

SERIE A: La FIORENTINA condanna il PALERMO e 'vede' l'Europa, buuh razzisti a BALOTELLI in MILAN-ROMA l'arbitro Rocchi sospende la gara, previste sanzioni finalmente esemplari per gli stadi che si macchiano ancora di tale disonore nel 2013? Macchè! Solo una multa! Interviene BLATTER in persona a 'bacchettare' la FIGC... 1 a 1 tra JUVE e CAGLIARI

DERBY DI ISTANBUL: UN MORTO, CORI RAZZISTI E BANANE A DROGBA -FOTO/VIDEO
Martedì 14 Maggio 2013
ISTANBUL - Se l'Italia rischia sanzioni anche da parte della Fifa per gli episodi di razzismo sugli spalti, il movimento calcistico turco, che pure brilla con stelle del calibro di Drogba, Sneijder Raul Meireles e Moussa Sow, non vive certo un momento d'oro. La violenza e il razzismo hanno tinto una domenica di ordinaria follia. Nel sentitissimo derby tra Galatasaray e Fenerbahce, con la squadra di Terim già campione di Turchia in anticipo, è davvero successo di tutti. Molta la tensione in campo, con continui scontri tra i giocatori.
Tra i più esagitati Didier Drogba e Sarioglu Sabri del Galtasaray e Volkan Demirel del Fenerbahce, ma a lungo andare la gara è degenerata in una rissa collettiva.
I tifosi del Fenerbahce, intanto, dagli spalti agitavano banane in direzione di Didier Drogba ed Emmanuel Eboue.
Le tensioni in campo, poi, si sono amplificate sugli spalti e a farne le spese è stato un giovane tifoso del Fenerbahce, il ventenne Burak Yildirim, ucciso da una coltellata all'uscita dello stadio.
La risposta di Drogba arriva sui profili social del Galatasaray, ed è una lezione esemplare ai tifosi del Fenerbahce. "Mi chiamate scimmia ma vi ho fatto piangere quando nel 2008 vi ho eliminato col Chelsea. Mi chiamate scimmia ma vi ho fatto piangere anche quest'anno in campionato. Ma la cosa più triste è che mi chiamate scimmia, ma avete gioito della vittoria grazie ai gol di Webo, mio fratello-scimmia".
Il tifoso responsabile di aver agitato la banana in direzione di Drogba sarebbe stato individuato, ma si sarebbe difeso così: "Non sono razzista, non ce l'avevo con Drogba. La banana era riferita a Muslera, per alcune delle sue 'papere'".
Il calcio turco da sempre ha a che fare con razzismo e violenza: scontri come quelli di domenica scorsa sono un'abitudine nei derby di Istanbul, e l'ex interista Belozoglu Emre, tra l'altro in campo con la maglia del Fenerbahce, lo scorso anno si era beccato una maxisqualifica per insulti razzisti a Didier Zokora.

MILAN, BOATENG: "BLATTER HA RAGIONE, TROPPO POCO SOLO UNA MULTA PER I CORI"
Martedì 14 Maggio 2013
MILANO - Alle parole di Blatter, insoddisfatto della multa alla Roma per i cori razzisti verso Mario Balotelli, seguono quelle di Kevin-Prince Boateng, che appoggia 'in toto' il numero uno della Fifa. Boateng, che era stato bersagliato in amichevole dai tifosi della Pro Patria ed aveva lasciato il campo, ha dichiarato a Sky: «Quello che è successo domenica è veramente triste. Parliamo da due mesi di queste cose e lo fanno ancora. Sono d'accordo con Blatter, questa multa anche secondo me è poco. Mi dispiace per la squadra e i giocatori della Roma, ma 50mila euro di multa è poco».
Durante Milan-Roma, Boateng ha parlato con l'arbitro per fargli presente i pesanti cori contro Balotelli: «Rocchi mi ha detto 'alla prossima ci fermiamo', io pensavo che saremmo andati negli spogliatoi, invece c siamo fermati per 90 secondi. È difficile ma dobbiamo fare qualcosa contro il razzismo, l'arbitro ha fatto un bel gesto comunque con un bel coraggio».

Internazionali Bnl, Vinci resiste: battuta Vesnina Knapp capitola con la McHale
Martedì 14 Maggio 2013
Tre ore di gioco, tre set sempre tirati fino all'ultimo e al primo un tie break: Roberta Vinci resiste e batte l'ucraina Elena Vesnina, numero 23 del ranking: 7-6, 5-7, 4-6.

Knapp. Sul campo due Karin Knapp non ce l'ha fatta contro la staunitense Christina McHale, 54esima nel ranking. L'azzurra ha capitolato in due set 7-5, 6-2. La McHale al prossimo turno incontrerà la nostra Sara Errani.

Schiavone trionfa nel doppio. Dopo la amara delusione sul singolare, arriva un netto successo nel doppio per Francesca Schiavone che insieme all'australiana Samantha Stosur ha steso la coppia slovacco-spagnola Daniela Hantuchova-Anabel Medina Garrigues 6-3, 6-1.

BLATTER: "TROPPO POCO LA MULTA ALLA ROMA PER I CORI RAZZISTI, CHIAMERÒ LA FIGC"
Martedì 14 Maggio 2013
ROMA - Josep Blatter, presidente della FIFA, attacca duramente la decisione del giudice sportivo di limitarsi ad una multa con diffida per la Roma, i cui tifosi si sono resi colpevoli di cori razzisti nei confronti di Mario Balotelli. Queste le dichiarazioni di Blatter: «È sorprendente e non comprensibile che la Disciplinare abbia deciso solo una multa 24 ore dopo i fatti e senza indagini. Solo una sanzione pecuniaria è inaccettabile». Blatter ha poi annunciato: «Chiamerò la federazione italiana».

MANCINI ESONERATO DAL MANCHESTER CITY. "HA FALLITO GLI OBIETTIVI PREFISSATI"
Lunedì 13 Maggio 2013
MANCHESTER - Incredibile a Manchester. Il Manchester City, con un comunicato, ha ufficializzato l'esonero dell'allenatore Roberto Mancini. La decisione è stata resa nota in serata dai citizens, che l'hanno giustificata con il fallimento degli obiettivi prefissati.
Mancini, sulla panchina del City per 4 stagioni, ha vinto una Premier League nel 2011/12. Deludenti invece i risultati in Champions League: due eliminazioni al girone, sia lo scorso anno che in questa stagione.

La posizione del tecnico jesino era in bilico già da diversi mesi, da quando cioè era divenuto quasi certo che non avrebbe bissato la vittoria in Premier League della scorsa stagione. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, esaurendo la pazienza della dirigenza del City, è stata la sconfitta per 1-0, di sabato scorso, contro il modesto Wigan nella finale di Coppa d'Inghilterra. Trofeo che Mancini aveva invece vinto nel 2011, oltre al campionato del 2012. Quest'anno il titolo nazionale è andato al Manchester United.

RAZZISMO CONTRO BALOTELLI, LA ROMA CONDANNA I SUOI TIFOSI. "CORI INACCETTABILI"
Lunedì 13 Maggio 2013
ROMA - Dopo la sospensione per due minuti di Milan-Roma in seguito ai cori razzisti nei confronti di Mario Balotelli, la Roma ha condannato e preso le distanze dal comportamento dei propri tifosi. Questo il comunicato del club giallorosso: «La Roma condanna ogni forma di abuso razziale. Questo tipo di comportamento da parte di qualsiasi tifoso, inclusi i nostri, è totalmente inaccettabile. Siamo impegnati ad affrontare con determinazione la questione con l'obiettivo di eliminare tale problema dallo sport e di promuovere il rispetto verso tutti».

FONTE: Leggo.it


13.05.2013
Ferrari in trionfo Vince Alonso, Massa arriva terzo
SUCCESSO IN CASA. Lo spagnolo giganteggia sul circuito di Catalunya
Raikkonen s'infila tra i ferraristi Quarto il leader del mondiale e tre volte campione del mondo Sebastian Vettel, con la Red Bull

MONTMELO' (SPAGNA) Fernando Alonso vince nella sua Spagna sulla pista di Montmelo e riduce le distanze da Sebastian Vettel nella quinta prova del mondiale 2013 di Formula 1. Per il ferrarista è il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto in Cina nel terzo appuntamento della stagione. Un sapore sempre speciale per l'asturiano vincere davanti la propria gente che gli ha riservato un gran calore sottolineando con entusiasmo le sue prodezze in pista. Una vittoria limpidissima quella di Alonso perchè sin dalla prima curva si era capito che la sua monoposto aveva qualcosa in più. Perfetta la gestione dei pit-stop e i cambi gomme in una gara dal degrado notevole. Una soddisfazione doppia per la Ferrari con Felipe Massa terzo e per la prima volta sul podio in questa stagione, a dimostrazione di un vero dominio della scuderia di Maranello.

Non fermarsi qui. Deve essere questo adesso l'obiettivo della Ferrari in vista della gara di Monaco dove diventa importante partire davanti agli altri. Ora i punti di Alonso sono 72 contri gli 89 di vettel e gli 85 di Kimi Raikkonen. E proprio il finlandese della lotus Renault, con un'altra ottima gara, si è piazzato tra le due Ferrari chiudendo la gara con una sosta in meno (3) rispetto agli avversari. Raikkonen viaggia a fari spenti rispetto a Ferrari e Red Bull ma è un avversario più che rispettabile: successo in Australia e dopo i soli 6 punti arrivati in Malesia ben tre secondi posti consecutivi. Sebastian Vettel ha ottenuto il massimo in una giornata in cui di più la sua Red Bull non poteva fare, visto la velocità di chi gli è stato davanti; il leader è sempre lui. La cronaca della gara: tre posizioni in meno dalla griglia per Massa e Gutierrez, rei di avere ostacolato in qualifica Webber e Button. Rosberg mantiene la posizione conquistata in pole, seguito da Vettel e Alonso, partiti bene; Hamilton scivola in quarta.

Bella sfida tra Perez e Massa con il ferrarista che ha la meglio e guadagna la sesta posizione dopo essere partito dalla nona. Tra il 9° e l'11° giro cominciano i pit-stop e all'uscita Alonso si inserisce tra Rosberg e Vettel guadagnando una posizione. Al 14° giro Alonso sorpassa Rosberg e va al comando; anche Vettel si sbarazza di Rosberg e quindi ci riesce anche Massa. Al 21° e 22° passaggio sosta per Massa e Alonso che montano le gomme dure. Alonso si avvicina a Raikkonen che al 26° giro rientra ai box; le due Ferrari davanti a tutti. Al 36° giro Hulkenberg tampona, Vergne. Raikkonen recupera e Alonso rientra per il terzo cambio così come Massa. Lo spagnolo va in testa al 39° giro superando Raikkonen. Al 50° giro pit-stop anticipato per Alonso, che conserva la leadership. Si ferma anche Massa, mentre Raikkonen no e questo gli permette di guadagnare la seconda posizione.

14.05.2013
La mano pesante contro il razzismo Derby a rischio?
CALCIO. Per i fischi a Balotelli puniti i tifosi della Roma ma anche il Milan
Multa pesante al club giallorosso per i cori contro SuperMario. Il Tar del Lazio ha convocato tutte le parti per decidere data ed ora della finale di Coppa

MILANO e ROMA Mano pesante del giudice sportivo dopo la penultima giornata di serie A, soprattutto riguardo il match di San Siro tra Milan e Roma. Nel mirino sono finiti i fischi razzisti contro Balotelli ma anche i comportamenti dei giocatori. Mentre a Roma il giudice del Tar ha messo in discussione data ed orario del prossimo derby di Coppa Italia in programma il 26 maggio. Gianpaolo Tosel ha inflitto un'ammenda di 50mila euro con diffida alla Roma «per avere suoi sostenitori indirizzato continuativamente a tre calciatori della squadra avversaria cori e grida espressivi di discriminazione razziale, inducendo l'arbitro, al 2' del secondo tempo, a disporre la sospensione della gara per circa due minuti onde farli desistere da tale biasimevole comportamento».

Ammenda di 15mila euro anche per il Milan «per avere suoi sostenitori indirizzato reiteratamente su alcuni calciatori avversari un fascio di luce-laser». Inoltre il giudice sportivo non è stato tenero con Sulley Muntari, il centrocampista del Milan punito con uno stop di due turni e un'ammenda di 10mila euro «per proteste nei confronti degli ufficiali di gara; già diffidato; per avere, inoltre, all'atto dell'ammonizione, strattonato reiteratamente l'arbitro». Salterà infine l'ultima giornata di campionato Francesco Totti, appiedato per un turno dopo l'espulsione di domenica. «La Roma condanna ogni forma di abuso razziale. Questo tipo di comportamento da parte di qualsiasi tifoso, inclusi i nostri, è totalmente inaccettabile»: è questa la dura presa di posizione del club giallorosso in seguito ai cori razzisti indirizzati dai tifosi romanisti a Mario Balotelli.

«Siamo impegnati ad affrontare con determinazione la questione con l'obiettivo di eliminare tale problema dallo sport e di promuovere il rispetto verso tutti». A Roma, intanto, la terza sezione quater del Tar del Lazio presieduto da Italo Riggio ha emesso ieri un decreto con cui accoglie la richiesta del Codacons di convocare tutte le parti interessate dal ricorso con cui l'associazione ha chiesto di sospendere i provvedimenti che hanno anticipato la finale di Tim Cup 2013 tra Roma e Lazio dalle 21 alle 18 del 26 maggio prossimo. Il Tribunale amministrativo regionale, spiega una nota dello stesso Codacons, «ha fissato una audizione per domani alle 11.30, chiamando a comparire Coni, Lega calcio, Rai, ministero dell'Interno, Prefettura di Roma, As Roma, Ss Lazio e Comune di Roma. Dimostreremo al Tar come la scelta di disputare un incontro così importante alle 18, in concomitanza con le elezioni comunali, creerà immensi disagi ai cittadini, con ripercussioni negative sul fronte del diritto di voto».

13.05.2013
Buuh a Balotelli, vergogna E Rocchi ferma la partita
IL POSTICIPO. Poco calcio e troppa violenza a San Siro, dove i rossoneri non riescono a passare
All'inizio della ripresa l'arbitro blocca la gara per due minuti. Due espulsi, Muntari e Totti, che rifila due assurde gomitate a Mexes

MILANO Il Milan non riesce a battere la Roma e dovrà faticare fino all'ultimo secondo dell'ultima partita di campionato per conquistare il terzo posto e il fatidico accesso alla Champions League. La partita è tesa, nervosa, finisce senza reti rovinata dai cori razzisti contro Balotelli da parte dei tifosi giallorossi. Atteggiamento che costringe l'arbitro Rocchi a sospendere la partita per circa un minuto e mezzo all'inizio del secondo tempo. Numerosi i richiami alla tifoseria giallorossa in una sfida iniziata bene ma che è andata via via incattivendosi. Balotelli reagisce zittendo i supporter giallorossi, perde lucidità, si fa ammonire accendendo una piccola rissa in campo che costa l'espulsione di Muntari. Nel finale rosso diretto anche per Totti che colpisce Mexes con una gomitata al volto. I rossoneri sembrano avvertire la tensione tipica della gara decisiva per l'accesso alla Champions League. La partita è vibrante, nervosa.

Anche un trascinatore come Balotelli fatica ad uscire dalla morsa dei centrali giallorossi, mentre Abbiati è costretto a scaldare i guantoni già al 4' su una bordata di Marquinho. Il brasiliano colleziona tre occasioni da rete in 25' ma trova sempre il portiere avversario sulla propria strada. Nel Milan il più pericoloso è Boateng che ha l'opportunità più ghiotta del primo tempo: cross basso di De Sciglio dalla destra per il ghanese la cui deviazione da pochi passi finisce addoso a Lobont. I giallorossi ci provano spesso da fuori area, soprattutto con Totti. Sale la tensione in campo quando i tifosi della Roma intonano ululati razzisti contro Balotelli che reagisce portandosi un dito alla bocca per zittirli. I cori continuano fino a quando lo speaker di San Siro ricorda che la partita potrebbe anche essere sospesa. L'attaccante confeziona due occasioni da gol ma si fa ammonire da Rocchi per un fallo nella trequarti avversaria.

La situazione degenera con Muntari che protesta in maniera eccessiva verso il direttore di gara, prendendolo per un braccio e lasciandosi andare ad un commento evidentemente sopra le righe. L'arbitro lo espelle, il giocatore esce fra le lacrime e il Milan rimane in dieci a 5' dall'intervallo. La tensione resta alta anche nella ripresa tanto che al 3' il gioco viene sospeso per un minuto e mezzo a fronte dei reiterati cori razzisti provenienti dal settore che ospita i tifosi giallorossi. Non era mai accaduto in questo campionato. Il gioco riprende ma la partita è frammentata, gli ammoniti crescono fino a toccare quota sei, anche Totti viene espulso in chiusura di partita per una brutta gomitata rifilata a Mexes.

12.05.2013
Vucinic risponde a turbo-Ibarbo la Signora si accontenta del pari
CALCIO. SERIE A. I sardi tolgono ai neo-campioni d'Italia la possibilità di attaccare il record di Capello
Festa scudetto con l'imprevisto allo Juventus Stadium: non basta ai bianconeri la ripresa a mille E il Cagliari si tiene un punto d'oro

TORINO No record no party? Neanche per sogno, la Juventus non vince ma festeggia eccome lo scudetto numero 29, il secondo di fila. Con il Cagliari finisce 1-1 e per 50' i bianconeri sono stati anche sotto, colpiti dalla corsa e dall'eplosività di Ibarbo. Nella ripresa, al 16', il pareggio di Vucinic per un risultato che sta bene a tutti, al di là di record più o meno prestigiosi da raggiungere. È il giorno della festa scudetto e anche Conte, per una volta, può accontentarsi nonostante non siano arrivati i tre punti. Tante le novità in formazione a partire da Storari per Buffon. Il clima di festa si avverte, i ritmi sono lenti, ma c'è voglia di divertirsi anche tra i giocatori. Vidal non è ancora sazio di gol ed è il primo a cercarlo impegnando Agazzi in angolo. Sul corner successivo Ibarbo parte dalla sua area, nessuno lo pressa, Barzagli e Marchisio provano a fermarlo, ma il primo è già out per infortunio (chiederà il cambio subito dopo), il secondo non lotta più di tanto e per il colombiano è un gioco da ragazzi battere Storari. Cagliari avanti e per Ibarbo un gol da ricordare.

Comprensibilmente tra i bianconeri, che festeggiano da domenica scorsa, non c'è la solita furia agonistica. Tra i più propositivi Giaccherini e Giovinco, quest'ultimo al 34' colpisce la traversa con una punizione alla Del Piero mentre il primo nel finale mette in mezzo l'ennesima palla e per poco Vidal non trova il gran gol. La Juve non ci sta a perdere, Conte al 7' della ripresa inserisce Vucinic per Giovinco, mentre il Cagliari perde i due terzini (Murru e Perico) e Pulga e Lopez devono inventarsi qualcosa. Entra Cossu, Nainggolan arretra a centrocampo, Dessena in difesa. È Giaccherini il trascinatore e al 9' è lui a impegnare in angolo Agazzi e, al 16', è sempre lui ad avviare l'azione del gol del pareggio, proseguita da Marchisio, quindi da Vidal che serve un assist solo da spingere in rete a Vucinic che, a porta vuota, non ha difficoltà a siglare l'1-1.

È la scintilla per riscaldare ancor di più l'atmosfera, il popolo bianconero, in fondo, aspetta il triplice fischio e la vera festa, mentre in campo i giocatori il gol della vittoria lo vogliono. Dentro anche Quagliarella (fuori Matri), ma a provarci è Isla che sfiora la traversa dalla distanza. Possesso palla, ma poco movimenti tra i bianconeri che hanno anche il problema di stare attenti alla corsa e alla tecnica di Ibarbo, immarcabile in velocità. I minuti scivolano via veloci tra i cori dei tifosi juventini, sempe più impazienti di vedere il trofeo dello scudetto alzato al cielo e di celebrare uno per uno i campioni e il loro condottiero: Antonio Conte.

13.05.2013
La Fiorentina atterra in Europa Il Palermo in B
VIOLA DI FELICITÀ. Decide il centravanti su un assist di Cuadrado
Toni segna e fa retrocedere la sua ex squadra. Della Valle: «È tutto fantastico. Un grande campionato in vista della prossima stagione»
Luca Toni è stato il protagonista della vittoria con un gol alla sua ex squadra

Sotto un improvviso temporale che nel secondo tempo ha reso il campo quasi un acquitrino si consumano il dramma del Palermo che scende in B dopo 9 anni e la gioia della Fiorentina che torna in Europa dopo tre stagioni. Con il successo di oggi, il 20 della stagione, ottenuto con Luca Toni, ex del Palermo e forse anche ormai della Fiorentina se non gli rinnoveranno il contratto, i viola blindano il qurto posto e festeggiano alla fine sommersi dagli applausi scroscianti dei loro tifosi: «Grazie ragazzi, e ora tutti insieme alla conquista dell'Europa», recita lo striscione srotolato alla fine in curva Fiesole, mentre alcuni intonano cori contro il Milan, Berlusconi e Galliani, e in Maratona spunta uno striscione contro l'arbitro Mazzoleni, quello di Fiorentina-Roma.

Anche Andrea Della Valle (che meglio di così non poteva brindare alla 500esima gara ufficiale della sua gestione alla guida del club insieme al fratello Diego) scende in mezzo al campo, incurante della pioggia, ha in mano una maglia bianco e rossa celebrativa e corre da Montella per un lungo caloroso abbraccio, ulteriore segnale che il connubio andrà avanti. Intanto i giocatori del Palermo, dopo i ringraziamenti allo sparuto gruppo di tifosi venuto al seguito, sfilano a testa bassa: a una gara dalla fine non c'è più speranza di salvezza, la retrocessione è un'amara realtà, figlia di una stagione piena di errori. I sostenitori siciliani espongono un eloquente striscione: «Zamparini retrocede ma i palermitani sono sempre da Champions». La partita è iniziata con buona verve da parte della squadra, lo confermano i cinque corner battuti in pochi minuti e un paio di affondi di Kurtic e Munoz.

La Fiorentina era stata pericolosa con Toni e Jovetic (che aveva segnato a metà tempo ma l'azione era stata fermata per fuorigioco), sapeva di avere i mezzi per controllare il match e passare, cosa che è successa al 41' del primo tempo con Toni che ha depositato in rete un preciso assist di Cuadrado splendidamente innescato da Borja Valero. Un'azione da manuale, l'ennesima regalata dalla squadra di Montella in questa sua splendida cavalcata. Il Palermo ha provato a reagire subito approfittando di un errore di Pizarro: la rasoiata di Hernandez ha lambito il palo. Nella ripresa condizionata e disputata sotto un acquazzone, con il terreno sempre più zuppo e scivoloso, i viola hanno cercato di chiudere il match, trascinati da Cuadrado, sfiorando il gol con Jovetic, Boria Valero, Mati Fernandez, finchè Montella ha tolto Toni e lo spagnolo per una meritata ovazione.

Tra i rosanero neppure l'ingresso di Miccoli ha dato la scossa anche se con orgoglio hanno cercato fino all'ultimo il pari: proprio Miccoli alla fine ha avuto la possibilità di farlo su punizione, ma il pallone è finito fuori e con esso le speranze di evitare l'ennesimo ko. «È tutto fantastico, se lo meritano tutti. Noi ce lo meritiamo e intanto siamo quarti», ha commentato a fine gara il patron della Fiorentina Andrea Della Valle. «Commentiamo un grande campionato della nostra squadra, anche se non porta in Champions come in passato, questo quarto posto ce lo teniamo stretto soprattutto in proiezione della prossima stagione».

FONTE: LArena.it

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini