.

HELLAS VERONA NEWS: Su JORGINHO piomba il CHELSEA! Torneo Ferroli: L'avventura degli allievi '97 si ferma contro il VASCO DA GAMA. Le 'manite' gialloblù? 41 dal dopoguerra a Sabato. 39^ Giornata di Serie B: L'HELLAS domina le statistiche! Infermeria: Terapie per CARROZZA, differenziato per HALLFREDSSON, SGRIGNA e CECCARELLI...

Pubblicato da andrea smarso martedì 30 aprile 2013 21:43, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento


HELLAS VERONA NEWS...
MERCATO: Secondo Alfredopedulla.com, sito ufficiale dell'autorevole giornalista esperto di mercato, il CHELSEA sarebbe pronto a versare nelle casse scaligere i 7 milioni che il VERONA chiede per JORGINHO...

'MASTINO DEL BENTEGODI' E' sfida a quattro per il raggiungimento della vetta! In lizza RAFAEL con JORGINHO, MARTINHO e CACIA

GIOVANILI GIALLOBLÙ: Gli Allievi Nazionali
di mister PELLEGRINI, freschi di vittoria al 'Città di Arco', affronteranno i messicani dell'ATLAS nel torneo 'Città di Gradisca' al via domani...

TORNEO FERROLI: Non riesce agli allievi '97 scaligeri un'altra impresa dopo l'eliminazione dei pari età del REAL MADRID, troppo forti i ragazzi del VASCO DA GAMA che ora affronteranno in semifinale l'INTER; l'altra semifinale si disputerà tra ATALANTA e BARCELLONA

MANITE GIALLOBLÙ? E' successo 41 volte che il VERONA abbia fatto 5 o più gol in una gara dal dopoguerra ad Ascoli Sabato scorso...

ALLA 'GRAN GUARDIA' UNA MOSTRA SUI 110 ANNI DI STORIA DELL'HELLAS! Aprirà i battenti da domani e durerà fino al 12 Maggio nell’attesa del grande evento in Arena che il prossimo 20 maggio vedrà tutta la città coinvolta in una festa che unirà spettacolo e solidarietà

I PROSSIMI AVVERSARI IN CAMPIONATO non osserverano turni di riposo in vista della dura gara che li attende al 'Binti': Mister BRAGHIN non vuole lasciare nulla di intentato nella disperata corsa della PRO VERCELLI alla salvezza...

SERIE B 39^ GIORNATA, IL VERONA DOMINA IN TUTTE LE STATISTICHE a partire da quella dei passaggi riusciti, in cui le prime quattro posizioni sono occupate da giocatori gialloblù: in testa BACINOVIC, seguito da CACCIATORE, MAIETTA e JORGINHO.
Juani GOMEZ TALEB primo negli assist di giornata mentre il VERONA come squadra supera il SASSUOLO nelle percentuali di possesso palla mentre rimane in testa anche per ciò che riguarda supremazia territoriale e passaggi riusciti.

INFERMERIA GIALLOBÙ: L'allenamento di domani sarà aperto ai tifosi a partire dalle 17.30; RIVAS è tornato a lavorare in gruppo, terapie per SGRIGNA, lavoro differenziato invece per HALLFREDSSON e CECCARELLI che procedono anche nella fase rieducativa dai rispettivi infortuni.
Terapie per CARROZZA ancora alle prese con l'infortunio alla spalla [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


Francesco Joni ('Checco' per gli amici) allieterà i gentili lettori con post saltuari intervenendo, rigorosamente in dialetto, sull'attualità gialloblù e veronese in genere...
Si avverte che il personaggio è collerico, polemico e 'scomodo', se non vi piace... Passate oltre!

LA RUBRICA (SALTUARIA) DI FRANCESCO JONI
Assaggiasale e peperata!
...Come disea el maestro Miaghi (quel de Karate Kid par capirse, che l'avea imparà l'italian da Vujadin Boskov par ben che la vaga) 'se tu cammini su lato destro di strada va bene, se tu cammini su lato sinistro di strada va bene, ma se tu cammini nel mezzo di strada prima o poi passa camion che ti schiaccia!' e 'stessa roba l'è par el dialeto: se tel sè va bèn, se no tel sè va ancora ben ma se tel parli missià co' l'italian te dè (gran) fastidio e in pì te fè anca la figura del musso!
Par cui ghè de le robe che le esiste solo in dialeto e no iè traducibili da ti che te vol tirartela disendo 'Assaggiasale' invese de 'Tastasal' o, pezo che te pezo, 'Peperata' (bbbrrrr scaresse) invese de 'Pearà'!
...E quando vegnendo da la Palazzina te te fermi in Borgo Roma no l'è la fermata de 'Le Ghiaie' ma 'Le Giare' parchè se no, se te si fortunà che l'autista el se ferma, te auguro che nando zò te strabuchi da le scale e te ghe pianti i corni par tèra!
Checco Joni
(Pi.èSe: Problemi col dialéto? Qua ghè'l prontuario del me amico Smarso...)


Road to Serie A
SquadraPunti38^39^40^41^42^
Sassuolo802 a 1 al Bari1-2 dal MODENAPadovaVIRTUS LANCIANOLivorno
Livorno763 a 0 al GROSSETO2 a 0 al VicenzaTERNANABresciaSASSUOLO
Verona754 a 2 al Brescia5 a 0 all'ASCOLIPro VercelliJUVE STABIAEmpoli
Empoli630 a 3 dallo SPEZIA1 a 0 al CesenaVICENZACittadellaVERONA
Novara600 a 1 dal Modena3 a 3 col PADOVABariPRO VERCELLIVirtus Lanciano
Varese581 a 0 alla TERNANA2 a 0 al CittadellaGROSSETOCrotoneBRESCIA
Brescia562 a 4 dal VERONA1 a 0 alla REGGINAAscoliLIVORNOVarese
In maiuscolo le gare fuori casa
Ecco le date: 22 e 26 maggio le semifinali, 29 maggio e 2 giugno la finale play-off.


DICONO
CORIONI patròn del BRESCIA 'I playoff si faranno e se l'arbitro non avesse aiutato il VERONA contro di noi...' «I playoff? Secondo me la percentuale di possibilità che vengano disputati è diciamo superiore al 50 per cento. Il problema è il Brescia. Che non ha più del 15 per cento di possibilità di entrarci. Da cosa deriva questo mio pessimismo? Non certo dallo stato di forma attuale della squadra, che è buonissimo, ma dal calendario delle avversarie, da tutto il resto. In effetti il Brescia sta bene. Ma è entrato in forma troppo tardi, ha buttato via punti contro squadre inferiori. Con la qualità che ha questa squadra, si poteva fare di più. La partita che rimpiango? Senza dubbio Verona. Con un arbitraggio normale, magari... Magari sì, ma abbiamo preso quattro gol che nemmeno in Prima categoria. Li abbiamo regalati noi con errori incredibili, dopo un primo tempo giocato alla grandissima. A Verona sarebbe bastato un pari, che era alla nostra portata, e di sicuro i play-off sarebbero più certi, più saldi. Il Verona avrebbe due punti in meno, se non sbaglio. Anche se io sono convinto che alla fine gli spareggi-promozione si disputeranno...» TuttoB.com

il diesse SOGLIANO «La gara era stata preparata bene durante la settimana, sapevamo che ormai da qui alla fine sono tutti spareggi per noi. Era difficile, ma la squadra ha fatto bene. Ora dobbiamo archiviarla subito e pensare alla prossima, sono frasi che di solito dicono gli allenatori ma sono vere. Noi siamo una squadra che ha sempre giocato a volte anche troppo a calcio, molto tecnica e per questo spesso ci è mancata un po' di sana 'ignoranza' che la categoria richiede. Serve anche un po' di intensità, ora dobbiamo restare con i piedi per terra» TuttoB.com

Il diggì GARDINI 'Restare sul pezzo!' «Noi siamo concentrati in questo momento sul finale di campionato. Speriamo di arrivare in fondo, come tutti meritiamo. L'autostima nasce e aumenta di partita in partita, contro il Brescia è scattato qualcosa di importante. Ma non è stato fatto nulla, in questi ultimi 270 minuti la squadra deve raggiungere il suo obiettivo» HellasVerona.it

Giulio EBAGUA bomber del VARESE 'pupillo' dell'attuale diesse scaligero 'Verona? Possibile... Juve? Mai!' «Verona nel mio futuro? Tutto è possibile, voglio tornare a giocare in Serie A. Il mio sogno sarebbe arrivarci col Varese o tornare al Toro. Io alla Juve? No, mai. Ho il cuore granata...» TuttoB.com

CECCARELLI 'Carichi per il rush finale!' «L'Empoli contro il Cesena ha fatto risultato pieno e questo ci costringe a fare quello che dovevamo fare, cioè vincere le prossime partite. Il mio infortunio? Conto di esserci già per la partita di venerdì contro la Pro Vercelli. Ho lavorato sodo con lo staff sanitario e, dopo 11 giorni, credo di poter essere recuperato. I 5 gol ad Ascoli? Siamo stati bravi, ho mandato subito dei messaggi a fine partita. Ho fatto i complimenti a tutti, siamo entrati in campo con lo spirito giusto. Non abbiamo mai dato ai nostri avversari la possibilità di entrare in partita. Il rilancio di Gomez? E' proprio a cena con me questa sera, l'ho invitato io. Sono contento per lui, so quanto pesano i gol. Ora ha ricominciato a segnare e le sue reti ci serviranno per arrivare all'obiettivo. Il gol gli è mancato tanto per qualche mese, ma alla squadra ha dato una grande mano, soprattutto in copertura. L'atteggiamento delle ultime due partite era diverso rispetto a prima, più di una volta abbiamo lasciato qualcosa sotto il profilo dell'atteggiamento. E ora ci deve caricare per il rush finale» HellasVerona.it


NBA Nightly Highlights: April 29th
Incidentes al Final del Partido - Huachipato vs Gremio 1-1 Copa Libertadores
Top 5 Plays of the Night: April 29th

IN BREVE A PIÉ PAGINA
COPA LIBERTADORES: Dopo la maxirissa in Cile sei turni a mister LUXEMBURGO!

NBA PLAYOFF: I NETS si portano sul 2 a 3 coi BULLS ma la prossima sfida è a Chicago! 2 a 2 tra HAWKS e PACERS, punto ROCKETS contro i THUNDER ad evitare il cappotto... HEAT e SPURS promossi a pieni voti ai danni di BUCKS e LAKERS che subiscono un'umiliante 4 a 0! I WARRIORS battono i NUGGETS e fanno 1 a 3, ad Est i CELTICS guadagnano un punto ma New York è ancora a 3; primo storico outing di COLLINS: 'Sono gay'

VICINI DI CASA TROPPO RUMOROSI? La soluzione te la da MESSI! Compra la loro casa...

SERIE A: La JUVE batte il TORO nel derby della Mole! Ora è ad un punto dalla matematica conquista del 29° scudetto. Il NAPOLI consolida la seconda piazza dopo il 3 a 0 al PESCARA. Secco 3 a 0 anche della FIORENTINA a Genova con la DORIA, vittoria esterna anche per il GENOA a casa del CEO. La ROMA asfalta il SIENA, vittoria di misura dell'UDINESE a Cagliari e del PALERMO sull'INTER che potrebbe perdere a lungo (se non per sempre) lo sfortunato capitan ZANETTI vittima della rottura del tendine d'Achille... Pareggio salvezza tra ATALANTA e BOLOGNA, finisce a reti bianche tra PARMA e LAZIO


Top 10 Plays of the Night: April 28th
Terrible News: Javier Zanetti gets injured during Inter Milan's match at Palermo
NBA Nightly Highlights: April 28th

RASSEGNA STAMPA
Una mostra in Gran Guardia per festeggiare i 110 anni di Hellas Verona
Redazione VeronaSera 29 Aprile 2013
Apre mercoledì 1 maggio, nella sala Polifunzionale della Gran Guardia, la mostra “110 anni di storia dell’Hellas Verona”. L’esposizione, che sarà aperta al pubblico fino a domenica 12 maggio, dalle 14 alle 19.30, con ingresso gratuito, si inserisce nell’ambito degli eventi in programma per celebrare il 110° anniversario dell’Hellas Verona.

LA PRESENTAZIONE - L’iniziativa è stata presentata oggi a Palazzo Barbieri dall’assessore allo Sport e Tempo libero Marco Giorlo. Erano presenti il direttore generale dell’Hellas Verona Giovanni Gardini, il presidente dell’associazione culturale Hellas Verona Alberto Lomastro insieme agli ex calciatori della squadra gialloblu. “Una mostra che farà rivivere ai tifosi dell’Hellas alcuni dei momenti più importanti della storia del club calcistico – ha detto Giorlo - nell’attesa del grande evento in Arena che il prossimo 20 maggio vedrà tutta la città coinvolta in una festa che unirà spettacolo e solidarietà”.

LA MOSTRA - In esposizione 110 maglie indossate dai giocatori dell’Hellas dagli anni Sessanta ad oggi, oltre ad una serie di fotografie che ripercorrono i 110 anni della storia gialloblu. Nei due maxi schermi allestiti all’interno della sala saranno proiettate le immagini più significative e più belle della società calcistica veronese. Per i visitatori saranno disponibili alcuni gadget ad offerta libera, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza a favore di enti ed associazioni che operano sul territorio: Abeo, Noi per Lorenzo, Voci e Volti, Football Academy della Fondazione Giovanni Paolo II e Children Without Borders. La mostra chiuderà il 12 maggio con una giornata dedicata al torneo a squadre di oldsubbuteo al quale parteciperanno 48 ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia. Il torneo si svolgerà in Gran Guardia a partire dalle 9.

FONTE: VeronaSera.it


SERIE A
Milan, il Chelsea piomba sull'obiettivo Jorginho
30.04.2013 18.55 di Arturo Minervini
Gli occhi del Chelsea su Jorginho. Il centrocampista che sta facendo molto bene con la maglia dell'Hellas Verona, sarebbe finito nel mirino dei Blues in vista della prossima stagione. Il club londinese - riporta Alfredopedulla.com - sarebbe pronto a mettere sul piatto sette milioni di sterline per strappare Jorginho alla concorrenza. Sul classe '91 da tempo c'è il Milan, che ora dovrà rispondere all'attacco del Chelsea.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


LE INTERVISTE
Brescia,Corioni: "i playoff si faranno , difficile che ci sia il Brescia"
29.04.2013 13:30 di Federico Piccinelli
Fonte: Bresciaoggi.it
Gino Corioni entra nel rompicapo play-off. Senza fare troppi calcoli, senza chiudere il discorso ma senza nemmeno lesinare sui rimpianti. Che sono tanti nella testa del numero uno del Brescia. Anche adesso, che non tutto è ancora perduto.
Presidente Corioni, Calori dice che c'è il 30 per cento di possibilità che i play-off si facciano. È d'accordo? Per me la percentuale è maggiore, diciamo superiore al 50 per cento. Il problema è il Brescia. Cioè? Che non ha più del 15 per cento di possibilità di entrarci. Da cosa deriva questo suo pessimismo? Non certo dallo stato di forma attuale della squadra, che è buonissimo, ma dal calendario delle avversarie, da tutto il resto. In effetti il Brescia sta bene. Ma è entrato in forma troppo tardi, ha buttato via punti contro squadre inferiori. Con la qualità che ha questa squadra, si poteva fare di più. La partita spartiacque, quella che rimpiange? Senza dubbio Verona. Con un arbitraggio normale, magari... Magari sì, ma abbiamo preso quattro gol che nemmeno in Prima categoria. Li abbiamo regalati noi con errori incredibili, dopo un primo tempo giocato alla grandissima. A Verona sarebbe bastato un pari, che era alla nostra portata, e di sicuro i play-off sarebbero più certi, più saldi. Il Verona avrebbe due punti in meno, se non sbaglio. Anche se io sono convinto che alla fine gli spareggi-promozione si disputeranno. Speriamo di entrarci. Tanti rimpianti? Eccome. Non ho visto squadre che ci hanno sovrastato, nemmeno le prime tre della classe che pure, nella continuità, si stanno mostrando sopra la media. Certo che, con un innesto o due mirati a gennaio, adesso il Brescia potrebbe essere più su. A Reggio Calabria l'emergenza era totale. Si può sempre fare meglio, non c'è dubbio, ma anche così la squadra aveva, anzi ha le qualità per puntare ai play-off. Certo, all'inizio siamo partiti con una rosa molto rinnovata, con tutte le incognite di quando si cambia molto. Siamo stati anche sfortunati, non c'è dubbio. Abbiamo avuto parecchi infortunati: abbiamo perso Bouy quando era al massimo della forma, un giocatore importante per il centrocampo. Felipe Sodinha e Saba, che sono fortissimi, hanno giocato poco, Mitrovic deve ancora mostrare quanto vale. E poi l'Airone. Ultimamente ha ripreso a segnare. Già, solo ultimamente. Nelle ultime 5 partite ha segnato 5 gol. Ora che è in forma, sta mostrando di essere quello che è davvero: un grande giocatore oltre che un cannoniere di razza. In questa fase sta facendo la differenza. Caracciolo doveva essere il nostro uomo in più e doveva fare proprio questo: la differenza. Purtroppo ha iniziato a giocare e a segnare come sa soltanto ultimamente. Ha tre partite per battere il record di De Paoli. Gli auguro di batterlo, ci teniamo tutti. E se non ci riuscisse, avrebbe la possibilità di farlo l'anno prossimo? Chiedete a lui. La sua intenzione di rimanere è chiara, no? Quando vi incontrerete? Vediamo. Presidente, rinnoverà il contratto a Calori? Meriterebbe senz'altro la conferma. È un bravo allenatore, una persona molto seria, un professionista affidabile. E farà una grande carriera. Lo conferma o no? Ne parleremo.

PRIMO PIANO
39^ Giornata, i top e flop della giornata
29.04.2013 00:10 di Giorgio Bastoni
TOP
Attacco Atomico (Hellas Verona): Martinho-Cacia-Gomez siglano cinque reti in un tempo spazzando via l'Ascoli e dando un segnale fortissimo al campionato. Gli scaligeri vogliono la Serie A senza passare dai Playoff.

Fedato (Bari): il gioiellino barese castiga lo Spezia con un gol da bomber di razza. Già cinque segnature in cadetteria per il talento ex Lucchese, che l'anno scorso giocava in Eccellenza.

Duncan (Livorno): prestazione monstre del centrocampista classe '93 contro il Vicenza. Dal suo arrivo a gennaio i toscani hanno fatto un salto di qualità ulteriore, mentre all'Inter chissà se qualcuno lo sta rimpiangendo (Stramaccioni)...

FLOP
Altobello: entra in campo a gara quasi chiusa e riesce a farsi vedere solo per l'intervento killer che gli costa il cartellino rosso. Un impatto disastroso sul match.

Rigori Grosseto: ormai è diventata una maledizione. Quarto rigore sbagliato sugli ultimi cinque assegnati. Dal dischetto si sono presentati Piovaccari (due volte), Delvecchio e ieri Brugman a Vercelli. Risultato? Mai un gol...

Crisi Ascoli: sesto sconfitta consecutiva e squadra sempre più a picco. Il tracollo interno contro l'Hellas ha scatenato la furia dei tifosi che hanno contestato aspramente e apertamente la squadra. Un declino che appare quasi irreversibile, dato che il tourbillon di tecnici (Silva-Pergolizzi-Silva bis) non ha sortito effetti...

FLASH NEWS
Varese, Ebagua: "Io al Verona? Tutto è possibile. Alla Juve mai, ho il cuore Toro..."
28.04.2013 21:00 di Carlotta Delperdono
In merito alle richieste via facebook degli spettatori di Speciale Serie B il bomber del Varese, Giulio Ebagua, ha così risposto: "Verona nel mio futuro? Tutto è possibile, voglio tornare a giocare in Serie A. Il mio sogno sarebbe arrivarci col Varese o tornare al Toro. Io alla Juve? No, mai. Ho il cuore granata...".

PRIMO PIANO
Hellas Verona, ds Sogliano: "In B per vincere serve sana ignoranza..."
28.04.2013 16:00 di Nicolò Schira Twitter: @@BomberNiko
Ai microfoni di Sky è intervenuto Sean Sogliano, ds del Verona, dopo la larga vittoria sull'Ascoli: "La gara era stata preparata bene durante la settimana, sapevamo che ormai da qui alla fine sono tutti spareggi per noi. Era difficile, ma la squadra ha fatto bene. Ora dobbiamo archiviarla subito e pensare alla prossima, sono frasi che di solito dicono gli allenatori ma sono vere. Noi siamo una squadra che ha sempre giocato a volte anche troppo a calcio, molto tecnica e per questo spesso ci è mancata un po' di sana 'ignoranza' che la categoria richiede. Serve anche un po' di intensità, ora dobbiamo restare con i piedi per terra perché è ancora

FONTE: TuttoB.com


lunedì, aprile 29th, 2013 | Posted by Tommaso M Ferrante
Serie Bwin, volata salvezza e play out a 270′ dallo striscione conclusivo
Gli ultimi 270’ della stagione regolare avranno l’ingrato compito di affossare in Lega Pro due delle protagoniste di questa Bwin versione 2012-2013 prima che il play out completerà l’opera. Ad oggi oltre al Grosseto ormai matematicamente retrocesso, lo spettro del ritorno in terza serie si avvicina per la Pro Vercelli mentre per le altre contendenti è tutto aperto. Il pareggio del Menti tra Juve Stabia-Ternana 1-1 potrebbe risultare decisivo per entrambe in ottica salvezza. Le vespe abbracciano quota 49, mentre per ciò che concerne le Fere “un altro mattoncino è stato messo” parafrasando il loro allenatore Toscano. Con i rossoverdi a 48 si ferma lo Spezia e il Crotone reduce dal pareggio del Biondi contro la Virtus Lanciano. Il Bari supera gli aquilotti al San Nicola e raggiunge il Cittadella a 47 punti. I granata vengono superati dal Varese all’Ossola concludendo con una sconfitta un aprile all’insegna della positività (otto punti nelle precedenti quattro partite). Chi vorrà dimenticare presto il mese ormai al tramonto in questo 2013 è il Cesena. I bianconeri perdendo ad Empoli chiudono con un mini bilancio di tre sconfitte esterne filate e due pareggi interni e ora si trovano a 46. Una lunghezza più sotto la Virtus Lanciano, capace di sprecare il penalty del possibile successo contro il Crotone a 10’ dal termine con Alessandro Volpe. Infine la zona rossa, quella dei possibili play out, spareggio che oggi giocherebbero Reggina (42) ed Ascoli (40). I granata cedendo l’intera posta in palio al Brescia si imbattono nella terza sconfitta maturata nelle ultime quattro. Ancora più delicata la situazione dei marchigiani abbattuti dal Verona al Del Duca (5-0) al quinto ko filato. Nonostante la sconfitta del Picchi spera ancora il Vicenza a quota 38, mentre per la Pro Vercelli a 32 ormai è solo questione di aritmetica.
Tommaso Maria Ferrante

lunedì, aprile 29th, 2013 | Posted by Marco Macca
Pro Vercelli, il programma della settimana
PRO VERCELLI ALLENAMENTI / VERCELLI - Maurizio Braghin non vuole lasciare nulla al caso e ha perciò ordinato che questa settimana la sua Pro Vercelli non osservi nessun giorno di riposo. La Pro si gioca le sue ultime chance per restare nel campionato cadetto ed evitare uno spiacevole ritorno in Lega Pro, e il prossimo impegno dei leoni è di quelli davvero tostissimi, in trasferta sul campo del Verona, nell’anticipo del venerdì. Ecco il programma settimanale che affronteranno i bianchi in vista della partita, riportato dal sito ufficiale della società piemontese (www.fcprovercelli.it):
Domenica 28 la squadra si é allenata allo stadio “Silvio Piola” alle 11,30.
Questo il programma completo di inizio settimana:
LUNEDI’ 29: allenamento ore 15
MARTEDI’ 30: allenamento ore 15
MERCOLEDI’ 1: allenamento ore 15

lunedì, aprile 29th, 2013 | Posted by Daniele Andronaco
Serie B, dominio del Verona nelle statistiche della 39a giornata
SERIE B STATISTICHE 39A GIORNATA / ROMA – E’ il Verona a farla da padrone nelle statistiche della 39a giornata elaborate da Panini Digital Soccer e pubblicate dal sito ufficiale della Lega Serie B. La squadra scaligera, vittoriosa per 5-0 ad Ascoli, domina in particolare la classifica dei passaggi riusciti, in cui le prime quattro posizioni sono occupate da suoi giocatori: in testa Bacinovic, seguito da Cacciatore, Maietta e Jorginho. Il primo non veronese è Valdifiori dell’Empoli, staccato di ben 40 passaggi (76) da Bacinovic (116) e seguito a sua volta da un altro gialloblù, Agostini. Jorginho è inoltre leader incontrastato della classifica generale in questa specialità. Un altro giocatore del Verona, Juanito Gomez, è al comando della classifica di giornata degli assist (5), mentre in quella generale il primato resta di Gonzalez del Novara. Donati del Grosseto è il giocatore che ha recuperato più palloni nell’ultimo turno, statistica in cui il migliore del campionato resta Emerson del Livorno. Maccarone dell’Empoli è invece il giocatore che ha tirato più volte verso la porta avversaria nella 39a giornata (ben 11 tiri), seguito da Cutolo del Padova che è in testa alla classifica generale.
Due novità nelle statistiche di squadra. Di una di queste è protagonista anche qui il Verona, che supera il Sassuolo per possesso di palla, oltre a conservare il primato per supremazia territoriale e passaggi riusciti. L’Empoli, inoltre, ha raggiunto il Livorno come squadra che tira più spesso in porta. Il Sassuolo resta in testa per pericolosità e palle giocate.

lunedì, aprile 29th, 2013 | Posted by Daniele Andronaco
Serie B, classifiche IVG: tante novità in vetta
SERIE B CLASSIFICHE IVG / ROMA - Sono molte le novità dopo la 39a giornata nelle classifiche IVG (Indice di Valutazione Giocatore) elaborate da Panini Digital Soccer in base al contributo quantitativo apportato dal giocatore alla squadra, e pubblicate come ogni settimana dal sito ufficiale della Lega Serie B. Tra i difensori, Goian dello Spezia ha raggiunto in vetta Tonelli dell’Empoli, mentre alle loro spalle resta Emerson del Livorno. Tra gli attaccanti la novità più importante, con Boakye che dopo diverse settimane cede lo scettro al livornese Paulinho; dietro di loro, avanzano gli altri attaccanti del Sassuolo, con Berardi e Pavoletti che occupano terza e quinta posizione separati solo da Maccarone dell’Empoli. Tra i portieri, se la prima posizione resta di Brignoli della Ternana, dietro Fiorillo del Livorno ha raggiunto al secondo posto Rafael del Verona, superando Pomini del Sassuolo. Resta tutto inalterato, invece, tra i centrocampisti, con Magnanelli e Jorginho che ormai da mesi comandano la classifica.

FONTE: SerieBNews.com


30.04.2013
Dal Mantova all'Ascoli: la «manita»
SFIDE DA BRIVIDI. Maietta e compagni lanciati verso la promozione. Tessaro, Sega e Lodi firmano la prima goleada nel '47 Indimenticabili le cinque reti di DelVecchio alla Samp A Monza l'ultimo exploit in trasferta, tris di Le Noci
Goleade epiche e altre anonime. Qualcuna finita nel dimenticatoio, altre impresse nella memoria e impossibili da accantonare. Quarantuno volte il Verona ha toccato o sfondato il tetto della cinquina dal dopoguerra a quella di sabato ad Ascoli. Mille storie diverse, per certi versi uniche, dietro a giornate in cui mandi in porta tutto quel che ti capita fra i piedi. Tante vittorie in bianco e nero, altre meno romantiche ma sempre con un fattore-chiave: il Bentegodi. A casa sua il Verona spesso e volentieri si è trasformato, se le cifre dicono che 35 successi con cinque gol all'attivo sono arrivati fra le proprie mura. Per trovare il primo colpaccio esterno bisogna risalire al 1982, in serie B, quando l'Hellas fece pokerissimo allo Zini di Cremona con le firme di Penzo (due), Guidolin, Gibellini ed Ipsaro Passione. Solo uno dei capitoli di un libro infinito.

ROBA DA SERIE A. Il Verona ha trovato soprattutto in serie B tante prede docili, ma anche in A naturalmente l'Hellas ha saputo ritagliarsi autentici momenti di gloria. Come i cinque gol rifilati alla Sampdoria nel lontano 1958, l'anno dei Mondiali di Svezia. Protagonista di quell'incontro fu il brasiliano Emanuele Delvecchio. Li segnò tutto lui. Si mossero le Torri Gemelle invece il 16 febbraio del 1969, quando il Verona travolse 5-1 il Bologna con una doppietta di Gianni Bui, il gol del partner d'attacco Vincenzo Traspedini e i centri di Petrelli e Vanello. Discorso a parte per il 5-3 al Milan del 20 maggio 1973, un ritornello con tanto di rima che ancora oggi anima i ricordi più belli del popolo gialloblù. Il Diavolo al Bentegodi ci lasciò uno scudetto già vinto, quel Verona entrò nella storia dalla porta principale per aver firmato un'impresa che nessuno alla vigilia poteva anche minimamente sognare. Cinque gol in un colpo solo non potevano certo mancare nell'anno dello scudetto. L'Udinese fu azzerato al Friuli dalle doppiette di Elkjaer e Briegel, più l'acuto di Nanu Galderisi. Importantissimo fu il pirotecnico 5-4 del Verona di Perotti al Bologna nell'anno della salvezza in casa della Reggina nel doppio spareggio. Le motivazioni dell'Hellas ebbero la meglio, Emiliano Salvetti ne insaccò due, la zampata ce la misero anche Adailton e Oddo, contro un Beppe Signori che ad un certo punto si mise a giocare da solo contro una squadra intera.

RICORDI E COPPA ITALIA. In ordine di tempo la prima cinquina dopo la Seconda Guerra Mondiale è datata 26 giugno del 1947, un 5-1 al povero Mantova con le doppiette di Tessaro e Sega più il gol di Lodi. L'Hellas replicò, sempre in B, con Bolzano, Contese, Salernitana due volte, Spal, Legnano, Prato, Livorno e Pavia, prima della serie A e dell'exploit di Delvecchio contro la Samp. Piene di polvere le passeggiate con Vigevano, Marzotto Valdagno, Trani e Pisa fra il '59 e il '68. Così come le impennate di Coppa Italia. L'ultima è il 6-0 al Como del 2009, quando Juanito Gomez ne mise dentro due, affiancato dai due di Rantier e dai tocchi di Garzon e Massoni. Tabellino di prestigio nel settembre del '91 nel 5-0 al Lecce. C'era anche il grande Dragan Stojkovic nei marcatori con Icardi (doppietta), Fanna e Lunini. Anche nell 1988, vittima il Casarano, i nomi non erano male fra Caniggia e Bortolazzi. Quartetto d'eccezione anche l'anno prima, quando il Verona distrusse 5-1 il Campobasso. Segnarono Iachini, Berthold, Pacione, Galia più Gasparini.

LA DOPPIETTA DI MASSIMO. Particolarmente prolifico fu l'anno 2004, l'inizio del campionato dell'Hellas con Massimo Ficcadenti che fece a lungo sognare Verona. Una macchina da gol quel Verona. Se ne accorse il povero Arezzo, sommerso dalla doppietta di Adailton ma anche dalla potenza di Erjon Bogdani e le invenzioni di Cossu. La replica nella partita più emozionante dell'anno, il derby con un Vicenza che proprio non ne voleva sapere di mollare. Serata magica, in un Bentegodi da Champions. Gervasoni, Iunco, Italiano e due volte l'immancabile Bogdani sigillarono un successo straordinario. Sempre all'insegna del cinque, come gli altri quaranta.
Alessandro De Pietro

30.04.2013
Peccato, Verona e Chievo sono fuori
TORNEO FERROLI. Oggi alle 19.30 le semifinali Inter-Vasco De Gama e Atalanta-Barcellona, domani alle 16.30 la finale
Dopo la Sambo, escono pure le altre due scaligere battute ai quarti di finale dai brasiliani e dai catalani

Dopo la Sambonifacese anche Chievo ed Hellas Verona salutano il Ferroli. Niente da fare per le due squadre veronesi che nei quarti di finale hanno dovuto lasciare via libera al Vasco De Gama e al Barcellona. Mentre non c'è stata storia nella gara tra i brasiliani del Vasco de Gama e l'Hellas Verona, s'è visto una gara molto più equilibrata nei quarti di finale tra i blaugrana del Barca e il Chievo di Dario Lazzarin. Ma torniamo all'Hellas sconfitta per tre a zero in una partita in cui i baby di Orfei hanno dovuto inchinarsi ad un Vasco De Gama straripante che ha mostrato alcune individualità di rilievo. Già nella prima frazione di gioco i brasiliani hanno messo al sicuro il risultato con due gol molto belli di Marquinhos e Caio.

Nella ripresa poi la musica non è cambiata e allo scadere Mariqui porta a tre le marcature per il Vasco. L'atra semifinalista, e candidata alla vittoria finale, è l'Inter di Gianmarco Corti. Una marcia inarrestabile quella dei nerazzurri che hanno avuto la meglio sulla Juventus nel derby d'Italia al termine di una partita combattutissima e risolta solo nel finale. La partita, che si è giocata al Tizian che per l'occasione si è riempito di tantissimi spettatori, è stata molto emozionante tra due belle squadre che hanno fatto vedere un calcio di alto livello. Al 24' del primo tempo il gol dell'Inter con Cassani che colpisce dalla media distanza. Nella ripresa la Juve di mister Angelini al 12' pareggia il conto con Udoh, lesto a sfruttare un'indecisione dell'estremo nerazzurro. Il finale piuttosto rocambolesco con continui rovesciamenti di fronte.

A pochi minuti dal termine De Micheli riesce ad incornare da sotto misura per il gol che per i nerazzurri vale la semifinale. Perde di misura anche il Chievo di Dario Lazzarin con il Barcellona. I catalani giocano come sanno fare, tanto possesso palla e continui tocchi di prima che disorientano e innervosiscono i ragazzi di Lazzarin che stentano ad entrare in partita. Al 20' il gol del vantaggio del Barcellona "fantasma" del Barcellona convalidato dall'assistente dell'arbitro con il pallone che per i più non aveva superato la linea di porta. Nella ripresa, pur in inferiorità numerica, i gialloblù son andati in più di un'occasione vicini al pareggio che tutto sommato sarebbe stato il risultato più giusto. L'altra semifinalista è l'Atalanta che ha battuto il Milan ai calci di rigore dopo che la gara è finita sull'1 a 1. Questo il programma di oggi per le semifinali he si giocano al Tizian di San Bonifacio: ore 19.30 Inter - Vasco De gama a seguire Atalanta - Barcellona. Domani alle 16.30 si gioca la finale.
Luciano Purgato

FONTE: LArena.it


Sandrà: differenziato per 3, terapie per Carrozza
Postata il 30/04/2013 alle ore 18:51
Hallfredsson, Ceccarelli e Sgrigna hanno lavorato a parte, mentre l'esterno è ancora alle prese con l'infortunio alla spalla destra e ha svolto terapie
SANDRA' - Allenamento pomeridiano per i gialloblù. Dopo la seduta mattutina in palestra, la squadra, agli ordini di Mandorlini, ha svolto riscaldamento, torelli, esercitazioni tattiche a reparti e partita. Seduta differenziata per Hallfredsson, Sgrigna e Ceccarelli. Terapie fisiche, invece, per Carrozza, sempre a causa dell'infortunio alla spalla destra.

IL PROGRAMMA
Mercoledì: seduta pomeridiana (ore 17.30).
Giovedì (a porte chiuse): seduta pomeridiana (ore 17.30).
Venerdì: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 20.45).
Ufficio Stampa

Allenamento: 1 maggio aperto ai tifosi
Postata il 30/04/2013 alle ore 17:21
SANDRA' - La società Hellas Verona F.C., in accordo con lo staff tecnico gialloblù, comunica che l'allenamento del 1° maggio fissato alle ore 17.30 sarà aperto al pubblico e a tutti i tifosi dell'Hellas Verona che vorranno assistere alla seduta e partecipare con cori ed incitamento alla squadra in vista della sfida contro la Pro Vercelli.
Ufficio Stampa

"Mastino del Bentegodi": è sfida a 4 per la vetta
Postata il 30/04/2013 alle ore 12:46
Gomez Taleb si aggiudica la tappa con il Brescia mentre Rafael è il vincitore nella sfida con il Cittadella, e si giocherà la vittoria finale del concorso con Jorginho, Martinho e Cacia
VERONA - Sarà una finale entusismante quello del “Il Mastino del Bentegodi”, il concorso promosso per la 14ma stagione consecutiva dal mensile di Confcommercio Verona “Il Commercio Veronese” in collaborazione con Hellas Verona Fc. Infatti in vetta alla competizione ci sono 4 protagonisti della stagione gialloblù divisi da qualche voto: Jorginho, Martinho, Rafael e Cacia, sono loro che a meno di clamorosi risultati, si giocheranno la vittoria finale nelle ultime due sfide interne, quella con la Pro Vercelli in programma venerdì 3 maggio, e con l'Empoli di sabato 18 maggio. Invece nelle gare disputate dalla squadra di Mandorlini contro Cittadella e Brescia si sono aggiudicati la vittoria di tappa rispettivamente Rafael con 24 preferenze e Gomez Taleb con 40.
Ufficio Stampa

Sandrà: seduta in palestra per i gialloblù
Postata il 30/04/2013 alle ore 12:30
La squadra, agli ordini di Mandorlini, si è allenata regolarmente al mattino, compresi gli infortunati Hallfredsson e Ceccarelli. Oggi pomeriggio (ore 17.30) la seconda seduta
SANDRA' - Allenamento mattutino per i gialloblù. La squadra, agli ordini di Mandorlini, ha svolto una seduta in palestra. Insieme ai compagni hanno lavorato anche gli infortunati Ceccarelli e Hallfredsson.

Questo pomeriggio (ore 17.30) la seconda seduta.

IL PROGRAMMA
Martedì: seduta pomeridiana (ore 17.30).
Mercoledì (a porte chiuse): seduta pomeridiana (ore 17.30).
Giovedì (a porte chiuse): seduta pomeridiana (ore 17.30).
Venerdì: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 20.45).
Ufficio Stampa

Allievi Nazionali, al via il Torneo Città di Gradisca
Postata il 30/04/2013 alle ore 11:00
La squadra allenata da Pellegrini, dopo la vittoria di Arco, si misurerà in un'altra importante manifestazione: mercoledì 1 maggio l'esordio contro i messicani dell'Atlas
VERONA - Il Settore Giovanile gialloblù è atteso da una nuova affascinante sfida. Dopo l’ottimo Torneo Ferroli disputato dalla squadra allenata da Orfei è la volta degli Allievi Nazionali di Pellegrini (nella foto) che scenderanno in campo nel 28° Torneo Internazionale “Città di Gradisca” - Trofeo Nereo Rocco, per provare a bissare il successo di Arco. L’Hellas Verona giocherà la partita inaugurale del girone contro i messicani dell'Atlas, la sfida è prevista per mercoledì 1 maggio alle ore 16.30 sul Campo Comunale di Majano (via Zorutti, 12). Le 16 squadre partecipanti, provenienti da diversi paesi, sono state divise in 4 gironi, i gialloblù sono inseriti nel girone A e dovranno affrontare, oltre ai sudamericani, anche il Milan (giovedì 2 maggio, ore 19) e per chiudere la fase a gironi i senegalesi dell'Etoile Lusitana (venerdì 3 maggio, ore 20). Solo le prime due classificate di ogni girone potranno continuare l’avventura al “Città di Gradisca”.

TROFEO NEREO ROCCO - PROGRAMMA COMPLETO
Ufficio Stampa

Torneo Ferroli, Vasco avanti: complimenti ai gialloblù
Postata il 29/04/2013 alle ore 23:08
I brasiliani si impongono 3-0 nei quarti e la nostra corsa si ferma qui. Ma i ragazzi di Orfei meritano gli applausi per lo splendido torneo che hanno disputato
SAN BONIFACIO - Una bella prova non è bastata ai gialloblù di Orfei per superare il Vasco da Gama nei quarti di finale del torneo Ferroli "Città di San Bonifacio". I brasiliani si sono imposti 3-0, ma gli Allievi 97 dell'Hellas hanno dimostrato di potersela giocare. Almeno in tre occasioni Gilli (due volte di testa e un salvataggio sulla linea di un difensore) è andato vicinissimo al gol, che avrebbe potuto riaprire i giochi. I nostri ragazzi escono comunque a testa alta, dopo aver battuto il Real Madrid, e aver tenuto il campo contro i più quotati avversari.

VASCO DA GAMA-HELLAS VERONA 3-0
Marcatori: 24' pt Marquinhos, 32' pt Caio, 11' st Leonardo Muriqui.

VASCO DA GAMA: Yuri, Cassinho, Mattheus Barbosa, Ricardo, Tinè, Souza (dal 19' Douglas), Marquinhos (dal 16' st Gege), Rafael (dal 24' st Kadu), Caio (dal 28' st Vitor Hugo), Bruno, Leonardo Muriqui (dal 28' st Zè Matheus).
A disposizione: Joao Paulo, Erinaldo, Leonardo.
Allenatore: Cassio.

HELLAS VERONA: Salvetti, Miron, Grossi, Bellinazzi (dal 5' st Piccinini), Varano, Pauli (dal 16' st Mina), Gilli, Oliboni, Polini, Tomè (dal 12' st Cristanini), Sandrini (dal 5' st Zampini).
A disposizione: Baschera, Tamburini, Contri.
Allenatore: Orfei.

Note. Ammoniti: Bellinazzi, Tomè, Oliboni, Gege, Varano.
Ufficio Stampa

Gardini: "Restare concentrati per 270 minuti"
Postata il 29/04/2013 alle ore 15:10
Il direttore generale gialloblù commenta il momento che sta attraversando la nostra squadra: "E' cresciuta l'autostima con il Brescia, ma non è stato ancora fatto nulla"
VERONA - Ecco le dichiarazioni del direttore generale gialloblù, Giovanni Gardini, al termine della conferenza stampa di presentazione della "Mostra Storica - Una maglia, una bandiera, una città": "Noi siamo concentrati in questo momento sul finale di campionato. Speriamo di arrivare in fondo, come tutti meritiamo. L'autostima nasce e aumenta di partita in partita, contro il Brescia è scattato qualcosa di importante. Ma non è stato fatto nulla, in questi ultimi 270 minuti la squadra deve raggiungere il suo obiettivo".
Ufficio Stampa

Sandrà: Rivas con il gruppo, terapie per Sgrigna
Postata il 29/04/2013 alle ore 17:05
L'esterno argentino ha svolto l'intera seduta con i compagni, differenziato invece per Hallfredsson e Ceccarelli che procedono nella fase rieducativa dai rispettivi infortuni
SANDRA' - Allenamento pomeridiano per i gialloblù. La squadra, agli ordini di Mandorlini, ha svolto riscaldamento, lavoro atletico, esercitazioni tecniche con la palla e partita a campo ridotto. Seduta differenziata per Hallfredsson e Ceccarelli (oltre a terapie fisiche), Rivas invece ha svolto regolarmente l'intero allenamento insieme ai compagni. Terapie fisiche per Sgrigna e Carrozza.

Variazione del programma di allenamento: martedì è prevista anche una seduta mattutina alle 10.30, oltre a quella pomeridiana.

PROGRAMMA DI ALLENAMENTO
Martedì: seduta mattutina (ore 10.30) e seduta pomeridiana (ore 17.30).
Mercoledì (a porte chiuse): seduta pomeridiana (ore 17.30).
Giovedì (a porte chiuse): seduta pomeridiana (ore 17.30).
Venerdì: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 20.45).
Ufficio Stampa

Torneo Ferroli: nei quarti c'è il Vasco da Gama
Postata il 29/04/2013 alle ore 11:24
I gialloblù di Orfei qualificati alla fase ad eliminazione diretta: questa sera sfida a San Bonifacio contro la squadra brasiliana che ha battuto la Juve
VERONA - Appuntamento questa sera alle ore 19.15 contro il Vasco da Gama: i gialloblù di Orfei si sono qualificati per i quarti di finale del prestigioso torneo internazionale "Ferroli - Città di San Bonifacio" e, dopo aver battuto il Real Madrid nel girone eliminatorio, affrontano la squadra brasiliana che ha battuto la Juventus. Una sfida da non perdere per i tifosi gialloblù.

QUARTI DI FINALE
Il programma

Inter-Juventus (ore 18, San Bonifacio)
Vasco da Gama-Hellas Verona (ore 19.15, San Bonifacio)
Chievo-Barcellona (ore 20, Montecchia di Crosara)
Milan-Atalanta (ore 20.30, San Bonifacio)
Ufficio Stampa

Ceccarelli: "In campo con la Pro Vercelli? Ci provo"
Postata il 28/04/2013 alle ore 22:17
Il difensore gialloblù intervenuto alla trasmissione televisiva "La domenica nel pallone": "Ho lavorato sodo, forse l'infortunio è alle spalle. Ora pronti per il rush finale"
VERONA - Ecco le dichiarazioni del difensore gialloblù, Luca Ceccarelli, intervenuto alla trasmissione televisiva "La domenica nel pallone" in onda su TeleArena e condotta dal giornalista Gianluca Tavellin: "L'Empoli contro il Cesena ha fatto risultato pieno e questo ci costringe a fare quello che dovevamo fare, cioè vincere le prossime partite. Il mio infortunio? Conto di esserci già per la partita di venerdì contro la Pro Vercelli. Ho lavorato sodo con lo staff sanitario e, dopo 11 giorni, credo di poter essere recuperato. I 5 gol ad Ascoli? Siamo stati bravi, ho mandato subito dei messaggi a fine partita. Ho fatto i complimenti a tutti, siamo entrati in campo con lo spirito giusto. Non abbiamo mai dato ai nostri avversari la possibilità di entrare in partita. Il rilancio di Gomez? E' proprio a cena con me questa sera, l'ho invitato io. Sono contento per lui, so quanto pesano i gol. Ora ha ricominciato a segnare e le sue reti ci serviranno per arrivare all'obiettivo. Il gol gli è mancato tanto per qualche mese, ma alla squadra ha dato una grande mano, soprattutto in copertura. L'atteggiamento delle ultime due partite era diverso rispetto a prima, più di una volta abbiamo lasciato qualcosa sotto il profilo dell'atteggiamento. E ora ci deve caricare per il rush finale".
Ufficio Stampa

Torneo Ferroli: che impresa, meglio del Real!
Postata il 28/04/2013 alle ore 21:59
Che gioia per gli Allievi 97 di Orfei: battuti gli spagnoli grazie a una rete nella ripresa su calcio di rigore di Oliboni. E adesso è possibile sperare nel passaggio del turno
SAN BONIFACIO - E' un grande Hellas quello che batte il Real Madrid e torna in corsa per passare il turno al Torneo Ferroli (se l'Inter batte o pareggia con gli spagnoli). Sul campo di San Bonifacio gli Allievi del 1997 battono gli spagnoli con un rigore di Oliboni e dopo la sconfitta della prima gara contro l'Inter sperano adesso nel passaggio alla fase successiva. Nel primo tempo le due formazioni si affrontano alla pari, Salvetti deve intervenire con due belle parate per salvare la sua porta, l'Hellas prova a rispondere ma gli attaccanti gialloblù finiscono spesso in fuorigioco. Nella ripresa Oliboni serve bene Cristanini che entra in area e viene atterrato dal portiere, l'arbitro decreta espulsione e rigore che Oliboni trasforma con precisione. Poco dopo il Verona si divora un'altra grande occasione con il Real che cerca di attaccare e arrivare al pareggio: i gialloblù però difendono bene e non lasciano spazio ai quotati spagnoli, poi proprio all'ultimo secondo tocca a Salvetti con un altra grande parata salvare il risultato

HELLAS VERONA-REAL MADRID 1-0
Marcatore: 15' st Oliboni (rig.).

HELLAS VERONA: Salvetti, Contri, Bellinazzi (dal 13' st Minia), Ederle, Varano (dal 10' st Miron), Zampini (dal 26' st De Beni), Paoli (dal 18' st Piccinini), Gilli (dal 29' st Tamborini), Oliboni (dal 28' st Tomè), Cristanini (dal 30' st Baschera), Grossi. A disposizione: Polini, Sandrini.
Allenatore: Orfei.

REAL MADRID: Becerra, Duque (dal 15' st Fernandez), Navarro, Serrano, Arbona, Serna (dal 18' st Lopez), Moya (dal 22' st Sanchez), Lucio, Valenciano (dal 20' st Martin), Ruiz, Fernandez.
A disposizione: Alvarez, Selva, Bellas.
Allenatore: Sanchez.
Ufficio Stampa

Sandrà: il programma degli allenamenti
Postata il 28/04/2013 alle ore 12:26
SANDRA' - Domenica di riposo per i gialloblù. La ripresa degli allenamenti è fissata per lunedì alle ore 17.30 nel centro sportivo di Sandrà.

Ecco, di seguito, il programma completo della settimana.
IL PROGRAMMA
Lunedì: seduta pomeridiana (ore 17.30).
Martedì: seduta pomeridiana (ore 17.30).
Mercoledì: seduta pomeridiana (ore 17.30).
Giovedì: seduta pomeridiana (ore 17.30).
Venerdì: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 20.45).
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]
COPA LIBERTADORES: Dopo la maxirissa in Cile sei turni a mister LUXEMBURGO!

NBA PLAYOFF: I NETS si portano sul 2 a 3 coi BULLS ma la prossima sfida è a Chicago! 2 a 2 tra HAWKS e PACERS, punto ROCKETS contro i THUNDER ad evitare il cappotto... HEAT e SPURS promossi a pieni voti ai danni di BUCKS e LAKERS che subiscono un'umiliante 4 a 0! I WARRIORS battono i NUGGETS e fanno 1 a 3, ad Est i CELTICS guadagnano un punto ma New York è ancora a 3; primo storico outing di COLLINS: 'Sono gay'

VICINI DI CASA TROPPO RUMOROSI? La soluzione te la da MESSI! Compra la loro casa...

SERIE A: La JUVE batte il TORO nel derby della Mole! Ora è ad un punto dalla matematica conquista del 29° scudetto. Il NAPOLI consolida la seconda piazza dopo il 3 a 0 al PESCARA. Secco 3 a 0 anche della FIORENTINA a Genova con la DORIA, vittoria esterna anche per il GENOA a casa del CEO. La ROMA asfalta il SIENA, vittoria di misura dell'UDINESE a Cagliari e del PALERMO sull'INTER che potrebbe perdere a lungo (se non per sempre) lo sfortunato capitan ZANETTI vittima della rottura del tendine d'Achille... Pareggio salvezza tra ATALANTA e BOLOGNA, finisce a reti bianche tra PARMA e LAZIO

LIBERTADORES, SEI TURNI A LUXEMBURGO DOPO LA MAXIRISSA IN CILE -VIDEO
Martedì 30 Aprile 2013 - 08:03
RIO DE JANEIRO - Una maxisqualifica decisamente esemplare per Vanderlei Luxemburgo: l'allenatore del Gremio è stato fermato per sei giornate in Coppa Libertadores per il suo coinvolgimento nella rissa nella partita in Cile con Huachipato. L'ex tecnico del Real Madrid e della nazionale brasiliana dovrà inoltre pagare una multa di 25 mila dollari. Luxemburgo sarà l'unico a pagare del Gremio: nessun altro provvedimento è stato deciso nei confronti degli altri della panchina e dei giocatori. Nell'incontro erano volati pugni e calci sia tra i due allenatori, Luxemburgo da una parte e il tecnico cileno Jorge Pellicer dall'altra, sia tra i calciatori. La scena si è animata dopo il fischio finale che ha sancito il pareggio per 1-1 che ha eliminato i padroni di casa e qualificato il Gremio al turno successivo: la panchina della squadra cilena ha accusato l'ex allenatore del Real Madrid di averli provocati. Pellicer e diversi giocatori hanno allora accerchiato Luxemburgo, che ha cercato di correre verso gli spogliatoi. Scivolato a terra, il tecnico brasiliano si è azzuffato con un paio di avversari fino all'intervento della polizia antisommossa.

NBA, PRIMO STORICO OUTING. JASON COLLINS: "SONO GAY" -FOTO
Martedì 30 Aprile 2013 - 09:21 di Daniele Molteni
ROMA - «Ho 34 anni, sono un centro Nba, sono nero e gay». Queste parole su Sports Illustrated sono destinate a modo loro a segnare una tappa. Le ha dette Jason Collins, 38 partite quest’anno con Boston e Washington, e 2 finali in carriera nel campionato di basket più importante del mondo, che passerà alla storia per essere stato il primo atleta professionista americano a dichiararsi omosessuale, da ieri già nel mirino di molti sponsor. Nella storia dello sport fecero scalpore le rivelazioni della tennista Navratilova o del tuffatore Luganis. Il muro del silenzio nel calcio fu rotto da Fashanu, l’attaccante inglese poi suicida per le accuse di stupro ad un ragazzo. Per il presidente Obama, grande appassionato di basket, è un «gesto di grande civiltà».

ATLANTA SUL 2-2, BULLS KO A BROOKLYN. HOUSTON EVITA CAPPOTTO CON OKC -VIDEO
Martedì 30 Aprile 2013 - 10:12
NEW YORK - Gli 8 punti di Marco Belinelli non aiutano i Chicago Bulls, che perdono 110-91 sul campo dei Brooklyn Nets e falliscono la prima chance per qualificarsi alle semifinali della Eastern Conference. Belinelli, che parte dalla panchina, gioca 21'26'' chiudendo con 4/5 al tiro. I tori conducono 3-2 nella serie e si preparano a giocare in casa, giovedì, gara 6.
I Nets annullano il primo match point grazie alle prestazioni di Brook Lopez (28 punti e 10 rimbalzi) e di Deron Williams (23 punti e 10 assist). Chicago, priva in regia dell'infortunato Kirk Hinrich, si aggrappa ai 20 punti di Nate Robinson e ai 18 di Jimmy Butler. Troppo poco per insidiare i padroni di casa.
Successo interno anche per gli Atlanta Hawks, che piegano gli Indiana Pacers per 102-91 e pareggiano i conti portandosi sul 2-2. Merito soprattutto di Josh Smith, che domina con 29 punti, 11 rimbalzi e 4 assist. Indiana, alla seconda sconfitta di fila, proverà a riprendersi la leadership domani sul proprio parquet.
Parziale sorpresa, infine, nella Western Conference. Gli Houston Rockets di Chandler Parsons (27 punti) superano gli Oklahoma City Thunder per 105-103 e restano vivi. I texani, sotto 1-3, evitano il cappotto nella serata in cui Kevin Durant guida i vicecampioni Nba con 38 punti. I Thunder possono chiudere i conti domani davanti al proprio pubblico in gara 5.

MESSI COMPRA LA CASA DEI VICINI: "FACEVANO TROPPO RUMORE"
Martedì 30 Aprile 2013 - 10:27
BARCELLONA - I vicini di casa fanno troppo rumore? Il calciatore Lionel Messi ha trovato una soluzione al problema: comprare l'appartamento e dire addio ai rumori molesti.
Come ha riportato il sito Gazzetta.it, i problemi per la "Pulce" del Barcellona sono cominciati qualche mese fa, quando i vicini di casa hanno deciso di mettere in vendita la loro abitazione di Castelldefels, località turisitica vicino Barcellona, ma non trovando un acquirente, dopo diversi tentativi hanno scelto di darla in affitto.
Gli inquilini, un gruppo di ragazzi, facevano baldoria fino a notte fonda e così il calciatore ha costruito un muro tra le due proprietà per cercare di attutire il trambusto. Ma la soluzione si è rivelata presto inefficace, così Messi si è rivolto ai suoi ev vicini per procedere all'acquisto della casa.

LA JUVE FA SUO IL DERBY, SCUDETTO VICINISSIMO: BASTA UN PUNTO -PAGELLE
Lunedì 29 Aprile 2013 - 08:40 di Timothy Ormezzano
TORINO - La Juve è una schiacciasassi che pialla a suo favore anche le buone intenzioni altrui, come quelle messe in campo ieri dal Toro. Nonostante una prestazione in controluce, figlia di un evidente calo fisico, i bianconeri centrano la loro settima vittoria consecutiva. Vidal (bomber stagionale con 14 centri tra campionato e coppe) e Marchisio firmano il derby (2-0) e prenotano la festa-scudetto. Domenica, allo Stadium contro il Palermo, alla Signora basterà un punto per mettere in bacheca il suo 29° tricolore...

INTER, DRAMMA ZANETTI: "ROTTO TENDINE D'ACHILLE. CARRIERA FINITA?" -VIDEO
Domenica 28 Aprile 2013 - 23:07
PALERMO - Il capitano dell'Inter Javier Zanetti si è procurato la rottura del tendine d'Achille della gamba sinistra al quarto d'ora del primo tempo della gara con il Palermo. Per i primi accertamenti il campione nerazzurro è stato portato al Cto. Per capire l'entità dell'infortunio è stata eseguita la risonanza magnetica che ha evidenziato la rottura del tendine d'Achille.

'HO SENTITO UN DOLORE FORTISSIMO' «Non so se sono stato toccato ma ad un certo punto ho sentito tirare, un dolore fortissimo. Supererò anche questa»: sono le parole del capitano dell'Inter Xavier Zanetti dopo il grave infortunio (si teme la rottura del tendine d'Achille) durante la partita contro il Palermo.
Il capitano ha parlato ai microfoni di Inter Channel e di Premium Calcio.
Zanetti dovrà fermarsi a lungo e c'è molta paura per la sua carriera: a quarant'anni una ripresa agonistica non sarebbe semplicissima ma in tanti scommettono sulla grande forza di volontà del giocatore.
L'allenatore nerazzurro Andrea Stramaccioni ha confermato l'esistenza di una lesione ma la certezza si avrà questa sera con gli esami strumentali ai quali Zanetti sarà sottoposto.

IL RAMMARICO DI STRAMACCIONI «È un altro brutto colpo»: Andrea Stramaccioni è scosso nel dopo-partita di Palermo-Inter, più che per l'ennesima sconfitta di una stagione deludente, per il brutto ko di Xavier Zanetti che vede a rischio la carriera. «La lesione (al tendine d'achille, ndr) c'è - conferma il tecnico ai microfoni di Sky - e sicuramente per noi è un altro brutto colpo. Dopo l'infortunio di Xavier, i ragazzi hanno messo in campo tutto quello che avevamo. È una situazione difficile da commentare».
«Non voglio dare giudizi che non mi competono dal punto di vista medico - ha detto ancora Stramaccioni a Sky -. La lesione al tendine c'è e per noi è un altro brutto colpo visto che il nostro capitano è un punto di riferimento importante per questa squadra».
«L'infortunio non ci voleva - aggiunge il tecnico - e per me è difficile commentare la situazione che si sta creando con tanti infortuni importanti e molti giovani che stanno cercando di dare quello che possono per la squadra».

CONTE, 'XAVIER TI ASPETTO PRESTO IN CAMPO' «Mi auguro che per Xavier non sia niente di brutto e sia stata solo una distrazione al tendine». L'in bocca al lupo al capitano dell'Inter Zanetti, infortunatosi a Palermo, arriva dall'allenatore della Juventus Antonio Conte: «Zanetti fa parte di quella categoria di giocatori, così come Milito, che hanno fatto grandi cose nel passato, che hanno vinto 'triplete' - ha detto ai microfoni di Sky -. Da parte mia c'è la massima considerazione verso l'uomo e verso il il giocatore. Auguro a Xavier e anche a Milito di rivederli presto in campo».

CAGLIARI-UDINESE 0-1, ATALANTA E BOLOGNA PIÙ VICINE ALLA SALVEZZA
Sabato 27 Aprile 2013 - 20:09
TRIESTE - Finisce 0-1 Cagliari-Udinese anticipo della 34esima giornata del campionato di Serie A. A decidere il match, giocato allo stadio Nereo Rocco di Trieste, la rete di Pereyra per i friulani al 12' del secondo tempo.

ATALANTA-BOLOGNA Finisce 1-1 la sfida allo stadio Azzurri d'Italia tra Atalanta e Bologna che avvicina entrambe le formazioni al traguardo della salvezza. A fissare il risultato sull'1-1 le reti, entrambe nella ripresa, di Giorgi e poi di Gilardino. Con questo risultato i nerazzurri di Colantuono salgono a 39 punti in classifica, a 40 il Bologna. Poche le emozioni nel primo tempo giocato sotto una fitta pioggia che rende il campo pesante, al 26' spunto degli ospiti con Consigli che riesce a chiudere all'ultimo su Gilardino pronto a colpire a pochi passi dalla linea di porta. Più vivace la ripresa, al 52' si affaccia nell'area ospite l'Atalanta con Denis anticipato in angolo sotto rete da Taider. Insiste la squadra nerazzurra, al 65' Curci dice di no a Brivio, che conclude con un gran sinistro da fuori deviando il pallone in angolo. Ma l'appuntamento con il gol è solo rimandato: al 67' i bergamaschi passano grazie ad una azione insistita: Brivio ci prova con un tiro intercettato da Curci che non blocca, arriva Giorgi che con un destro al volo insacca: 1-0. Il vantaggio atalantino non dura a lungo, Diamanti al 72' tenta un gran tiro che esce di poco a lato. Pioli e i giocatori rossoblu possono invece esultare al 76' quando Diamanti lancia lungo per Gilardino che riesce ad addomesticare il pallone in area approfittando di un rimpallo favorevole: l'attaccante chiude con un destro che si insacca alle spalle di Consigli.

NAPOLI 3-0 A PESCARA BLINDA IL 2° POSTO. MAZZARRI: "NON SIAMO CAVANI-DIPENDENTI"
Sabato 27 Aprile 2013 - 23:00
NAPOLI - Non c'è Cavani, ma il Napoli va lo stesso grazie a Inler, Pandedv e Dzemaili rifila un secco 3-0 al Pescara. Il secondo posto è ormai in cassaforte. All'Adriatico dinanzi ad almeno seimila suoi tifosi, la corazzata di Mazzarri fa il suo e i biancazzurri non possono nulla, nonostante la buona volontà. È tempo di pensare davvero alla serie B...

LA JUVE STENDE IL TORINO, SCUDETTO A UN PUNTO. MILAN BATTE IL CATANIA -FOTO/VIDEO
Domenica 28 Aprile 2013 - 23:03
MILANO - La Fiorentina passeggia 3-0 in casa della Samp e scavalca per qualche ora al terzo posto il Milan che nel posticipo regola in rimonta il Catania 4-2 e si riprende il terzo gradino buono per la Champions.
La Juventus mette altri mattoni nella casa scudetto, che non può festeggiare matematicamente per la vittoria di ieri del Napoli, superando con un micidiale 1-2 finale di Vidal (autore di quattro gol nelle ultime gare) e Marchisio il Torino in un derby preceduto dalle solite tensioni.
Ora manca solo un punto per un trionfale tricolore bis ma i granata reclamano perchè sembra rigore sullo 0-0 un'entrata di Bonucci su Jonathas. Anche in chiave Europa League e salvezza ci sono risultati significativi: una tripletta di Osvaldo riconcilia l'argentino col suo pubblico e consente alla Roma di strapazzare il Siena 4-0 e di spingerlo vigorosamente verso la serie B.
L'Inter vive un'altra giornata di luna storta e si sveglia tardi per recuperare il bel vantaggio del Palermo con Ilicic: i siciliani tengono duro e scavalcano il Siena che si ritrova da solo al penultimo posto visto che con un gol dell'esperto Borriello il Genoa vince il casa del Chievo e continua con maggiori speranze la rincorsa salvezza. La Lazio continua a deludere e non riesce ad andare oltre il pari in casa del Parma in una gara non esaltante, con l'emozione finale di un gol di Kozak nel recupero annullato per fuorigioco. La giornata esalta la goleada della Fiorentina e quella della Roma: i viola dispongono facilmente dei liguri e Ljajic si vendica di Delio Rossi con un gol e un assist. Montella comincia ad annusare la Champions anche se in serata il Milan gela le attese: sotto per due volte a San Siro contro il Catania (gol di Legrottaglie e Bergessio), i rossoneri ribaltano il risultato con Flamini, autore del momentaneo pareggio, e Pazzini, goleador della serata con una doppietta. Di Balotelli su rigore allo scadere il sigillo del 4-2 che permette ai milanesi di tornare sopra i viola (62 a 61) in classifica. La Roma si risveglia dal letargo, irriconoscibile rispetto a domenica scorsa col Pescara, e si gode un Osvaldo recuperato che raggiunge a 15 gol Lamela, autore di un'altra prodezza.
I giallorossi guadagnano tre punti su Inter e Lazio e forse la sorprendente Udinese è l'avversaria più complicata per il quinto posto che vale l'Europa League a prescindere dalla Coppa Italia.
L'Inter paga dazio ancora con gli infortuni: Zanetti esce in barella e si teme la lesione del tendine d'Achille: a 40 anni il suo ritorno in campo è fortemente a rischio. In chiave salvezza il Siena si ritrova con un piede in B, scavalcata di due punti da Palermo e Genoa, ma ora anche il Torino, che dopo il ko nel derby ha appena +4 dalle due squadre, comincia a temere di restare invischiato nella lotta per non retrocedere.

LE PAROLE DI ARTURO VIDAL «È il gol più importante da quando sono qui, ora manca davvero poco alla vittoria dello Scudetto». È un Arturo Vidal visibilmente felice quello che, intervistato da Sky, commenta la vittoria della Juve nel derby contro il Toro, in cui il cileno ha segnato la prima rete dei suoi. «È stata una partita difficile - dice ancora Vidal -, il Torino gioca molto bene e tatticamente è ben disposto. L'importante, però, è che alla fine abbiamo vinto. Manca un punto alla vittoria finale, quella per il tricolore: ora dobbiamo pensare alla sfida contro il Palermo».

CONTE SODDISFATTO «Finchè non abbiamo lo scudetto in mano, io continuerò a 'martellare'».
La Juventus ha bisogno di un solo punto per vincere lo scudetto. Il tecnico bianconero Antonio Conte, dopo il successo nel derby per 2-0, non ha nessuna intenzione di mollare la presa.
«Questi due gol sono pesantissimi, adesso ci manca un solo punto per vincere uno scudetto straordinario. Abbiamo fatto una grandissima partita contro un avversario difficile, potevamo accontentarci del pareggio e invece abbiamo inseguito la vittoria fino alla fine», dice Conte ai microfoni di Sky Sport.

TENSIONE TRA I TIFOSI Tensione poche ore prima del derby Torino-Juventus. Un gruppo di tifosi granata ha cercato di venire a contatto con decine di ultras bianconeri che stavano terminando un corteo autorizzato. Le forze dell'ordine sono intervenute e hanno tenute lontano le due tifoserie. Alcuni juventini hanno poi esploso petardi e bombe carta mentre stavano entrando nello stadio.
Quattro tifosi bianconeri sono stati fermati dalle forze dell'ordine nelle vicinanze dello Stadio Olimpico di Torino. Si erano avvicinati alla tifoseria granata tra corso Agnelli e via Filadelfia. La loro posizione - rende noto la Questura di Torino - è al vaglio degli investigatori. I tifosi fermati non facevano parte del corteo di juventini autorizzato.

TUTTI I RISULTATI
TORINO-JUVENTUS 0-2

SAMPDORIA-FIORENTINA 0-3

ROMA-SIENA 4-0

PARMA-LAZIO 0-0

PALERMO-INTER 1-0

CHIEVO-GENOA 0-1

MIAMI E SPURS AVANTI CON IL "CAPPOTTO". BOSTON ACCORCIA, WARRIORS 3-1 -VIDEO
Lunedì 29 Aprile 2013 - 09:23
LOS ANGELES - Miami avanti senza problemi, Lakers a casa dopo il cappotto cucito dagli Spurs: arrivano i primi verdetti dai playoff Nba. Nella Eastern Conference, i Miami Heat stendono per 4-0 i Milwaukee Bucks andando a vincere in trasferta anche gara 4 per 88-77. I detentori del titolo non risentono dell'assenza dell'acciaccato Dwyane Wade. LeBron James c'è e si vede: 30 punti, 8 rimbalzi e 7 assist per il Prescelto che segna 7 punti e suggerisce 4 triple nel decisivo parziale di 19-5 nel quarto periodo.
Accanto alla superstar, fanno il proprio dovere anche Ray Allen (16 punti), Udonis Haslem (13) e Chris Bosh (10). Milwaukee si aggrappa ai 21 punti di Monta Ellis ma non riesce a cancellare lo zero dalla casella delle vittorie: 'sweep' (cappotto) e eliminazione.
La stessa umiliazione, nella Western Conference, tocca ai Los Angeles Lakers, spazzati via dai San Antonio Spurs che completano il poker con il successo per 103-82 allo Staples Center. I gialloviola pagano dazio per l'impressionante serie di defezioni: all'assenza di Kobe Bryant si sommano quelle di Steve Nash, Steve Blake, Metta World Peace e Jodie Meeks. In campo c'è Pau Gasol, che prova a lottare con 16 punti e 8 rimbalzi. Fa una figura decisamente più modesta Dwight Howard, che segna appena 7 punti e viene espulso nel terzo periodo per il secondo fallo tecnico della serata.
La formazione di coach Mike D'Antoni va al tappeto e, per la seconda volta dal 1967, i Lakers escono dai playoff con un cappotto sulle spalle. Ora bisogna pianificare la prossima stagione, che porterà inevitabilmente una serie di novità: «Andare via? C'è la sensazione che possa succedere», dice Gasol.
La stagione non è ancora finita per un'altra nobile della Nba. Ad Est, i Boston Celtics piegano i New York Knicks per 97-90 all'overtime e centrano la prima vittoria nella serie che il team della Grande Mela guida per 3-1. Paul Pierce è decisivo con 29 punti, Jeff Green ne firma 26 ma al supplementare pesano i 7 consecutivi di Jason Terry (18 in totale). New York spreca il primo match-point nonostante i 36 punti di Carmelo Anthony e i 27 di Ray Felton. Appuntamento mercoledì al Madison Square Garden per gara 5.
Il 3-1, ad Ovest, fa sognare i Golden State Warriors che battono i Denver Nuggets per 115-101 e vedono da vicino il secondo turno. Stephen Curry trascina la formazione californiana al terzo successo di fila con 31 punti, 22 nello stellare terzo quarto. La guardia, probabilmente il miglior tiratore dell'intera lega, dà spettacolo nonostante una caviglia in disordine e si rende utile anche con 7 assist e 4 recuperi. I Nuggets si affidano a Ty Lawson (26) e Andre Iguodala (19): troppo poco per sconfiggere i guerrieri. Domani di nuovo in campo a Denver per gara 5 che potrebbe essere già decisiva.

FONTE: Leggo.it

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini