.

SPEZIA 0-1 VERONA: Il 'Giustiziere' è ancora una volta il super-bomber Daniele CACIA che aggancia il collega SANSOVINI in classifica marcatori e se SGRIGNA mantiene questi ritmi nel ritorno ci sarà di che divertirsi... Il SASSUOLO perde, il LIVORNO pareggia e l'HELLAS si porta a +10 dal VARESE: Avanti così!

Pubblicato da andrea smarso sabato 26 gennaio 2013 17:37, vedi , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


LA GARA & LE IMPRESSIONI
Primi venti minuti molto tattici ed equilibrati tra le due squadre che si annullano a vicenda anche se è l'HELLAS a tenere il pallino di gioco.
La partita decolla poco dopo con i tentativi ravvicinati di RUI, SAMMARCO e DI GENNARO ma il VERONA c'è e si fa vedere subito imitato da SANSOVINI con uno spettacolare tiro al volo al 29° deviato in angolo da capitan CECCARELLI.
Il VERONA manovra bene e quando si distende mette in apprensione la difesa avversari sopratutto con gli affondo di SGRIGNA uno che è appena arrivato ma ha subito destato buonissime impressioni.
Al 35° è HALLFREDSSON a suggerire bene per GOMEZ TALEB che di testa rimette in mezzo e CACIA non aggancia per un pelo! Al 42° altro tentativo dello SPEZIA che trova in SANSOVINI un play d'attacco formidabile: La conclusione di PORCARI vola alta e tre minuti più tardi il signor Irrati di Pistoia fischia la fine della prima metà di gara.

Pronti-Via! Ed è l'HELLAS al 3° a mancare un occasione-gol: SGRIGNA la allunga a CACIA che penetra in area e subisce un intervento nettamente falloso ma l'arbitro non fischia per dare il vantaggio all'accorente SGRIGNA: La botta a colpo sicuro dell'ex TORINO sbatte sul palo!
Il 'bomber' scaligero sembra in giornata no: Al 16° non controlla e spreca una fulminea ripartenza di SGRIGNA, un minuto dopo coglie il cross di 'Juanito' ma al volo sparacchia alto! Ma al 36° l'HELLAS passa in vantaggio con un gran gol del suo cannoniere principe: HALLFREDSSON supera un avversario da sinistra, il cross è diretto alla testa di CACIA che non lascia scampo a GUARNA e lo batte sul primo palo.
A quel punto ATZORI inserisce anche OKAKA ma il VERONA addormenta la partita con BACINOVIC e JORGINHO che calano il ritmo: Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro termina la gara.

Vittoria sicuramente meritata e preziosa viste le sconfitte rimediate da SASSUOLO e VARESE (ora a -10) e il contemporaneo pareggio del LIVORNO: Deve iniziare la rimonta!
Giornata tutto sommato tranquilla per RAFAEL che non è stato mai chiamato direttamente in causa, sontuosa la prestazione di capitan CECCARELLI che ha annullato un paio di situazioni estremamente pericolose, ottimo anche l'esordio di AGOSTINI che ha protetto al meglio la sua fascia (per le proiezioni offensive ci sarà tempo).
Equilibrato e decisivo il centrocampo: HALLFREDSSON è stato come al solito imperioso negli inserimenti, BACINOVIC ha diretto bene, peccato per la prova opaca di MARTINHO ma il 'volante' brasiliano è stato fuori a lungo deve riprendere il ritmo-gara (senza contare il fatto che il ruolo in cui ha giocato non è propriamente il suo).
Stupendo anche l'esordio di SGRIGNA rimasto in campo per tutta la gara: Ogni pallone toccato ha creato pericoli, serviva proprio un po' di vivacità da quella parte e se CACIA (il match-winner) avesse sfruttato meglio i suoi numerosi suggerimenti...
GOMEZ? Solito discorso può e deve fare meglio: E' spesso 'abulico' e fuori dal gioco poi si sveglia all'improvviso e fa vedere lampi di classe ma la sua gara arriva appena alla sufficienza [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Il gol di CACIA che ha deciso la gara

DICONO
ATZORI tecnico dello SPEZIA «Per organico oggi affrontavamo la squadra più forte della cadetteria. Loro hanno lo stesso allenatore da qualche anno, noi stiamo lavorando insieme da una quindicina di giorni. Mi sarebbe piaciuto portare a casa almeno un punto, i risultati positivi aiutano sempre. Non voglio fare promesse a nessuno, parlare adesso di play off non ha senso. Contano i fatti. Siamo in ritardo di 4-5 punti rispetto alle ambizioni iniziali della società. Oggi ce l'abbiamo messa tutta, mi dispiace soprattutto per i ragazzi e per i tifosi. Cacia ha fatto davvero un gran gol» TuttoB.com

MORAS «Ci siamo preparati bene ed è andato tutto come volevamo. Ci deve dare ancora di più la forza per continuare. Complimenti a tutta la squadra: primo tempo più concentrato a controllare la partita, nella ripresa siamo entrati meglio in campo e dimostrato che meritavamo. Complimenti a Cacia per il gol e a tutti noi per l'atteggiamento. Questa è la mentalità giusta, solo così possiamo raggiungere gli obiettivi» HellasVerona.it

CACIA «Siamo un gruppo unito, chi arriva lo facciamo sentire subito a casa. Era importante perché abbiamo vinto su un campo difficile, loro non sono una squadra da metà classifica. E' una vittoria che da molto morale, non vogliamo ripetere le difficoltà che abbiamo avuto a fine dicembre. Devo migliorare? Sì, perché avrei avuto la possibilità di fare due gol se fossi più cattivo sotto porta» HellasVerona.it

BORDIN «La squadra è stata un po’ spenta nel primo tempo, ma non avevamo rischiato poi tanto, a parte forse un tiro di Mario Rui che ha scheggiato la traversa. Abbiamo capito che spingendo di più potevamo trovare il gol e ho detto questo ai ragazzi nell’intervallo, poi anche grazie al cambio di modulo abbiamo trovato un vantaggio secondo me meritato. Il gol di Cacia? E’ stato bello il cross di Hallfredsson, poi Cacia è bravo a colpire a rete, il movimento è stato da attaccante vero» SerieBNews.com

BordinMorasCacia

MERCATO
RITORNO DI FIAMMA PER SIGNORI, BRIENZA IN ARRIVO?
...Ed una trattativa col MODENA (dove il calciatore sta giocando) e la SAMP (proprietaria del cartellino) che non si è mai spenta del tutto: SOGLIANO sta cercando di 'puntellare' anche il centrocampo dopo le emergenzeche da metà stagione in poi hanno fatto probabilmente lasciare qualche punto per strada.
Dopo l'idea PERROTTA (ex Nazionale della ROMA e del CEO) mai decollata, i 'rumors' messi quasi subito a tacere dal diesse a proposito di Marco RIGONI del CHIEVO ed i secchi no ricevuti da INTER e MILAN per l'ingaggio dei giovani ma talentuosi DUNCAN e CRISTANTE, rimane saldamente in piedi la pista che porta in Emilia per Francesco SIGNORI, classe '88, e che dovrebbe ripartire con nuovo slancio da Lunedì.
E la prossima settimana sarà 'calda' anche per quanto il 'sospirato' arrivo di BRIENZA dato per fatto da tempo e ancora più attuale dopo l'arrivo di FORMICA al PALERMO ma sull'attaccante si è inserito il CHIEVO...

LA PRO VERCELLI VUOLE FERRARI, TORINO E VARESE SU RIVAS, NOVARA-GROSSI SI FARÀ?
...Che però è ancora in attesa delle decisioni definitive del TNAS a proposito della sua squalifica e che comunque, secondo TGGialloblu.it, non avrebbe nessun'altra squadra in mente per il suo futuro se non il VERONA; i margini di trattativa sembrano perciò molto stretti (ma 'Iron Nick' non gioca da 7 mesi c'è spazio in questo VERONA nella stagione attuale e nella 'chiusissima' rosa senior per il centravanti attualmente fuori rosa?).
TORINO e VARESE sempre in pressing su RIVAS con i tecnici VENTURA e MARAN che rivorrebbero alle dipendenze il furetto argentino che sin qui, nell'HELLAS, non ha brillato e potrebbe essere ceduto (insieme a GROSSI?) sopratutto dopo gli arrivi di SGRIGNA, RAGATZU ed il possibile utilizzo del 'volante' MARTINHO in quella zona del campo...

IL BARI SUI TERZINI DELL'HELLAS
FATIC se ne andrà in questa fase del mercato, il serbo-montenegrino in scadenza col CEO a fine stagione, ha 'perso' sé stesso qualche anno fa e ancora si stà cercando... I migliori auguri ad Ivan per la sua carriera futura ma a Verona sembra non esserci più posto per lui seguito da REGGIANA e BARI.
I pugliesi sono alla finestra anche per PUGLIESE e forse avrebbero anche ingaggiato il terzino ex MONOPOLI se durante l'amichevole estiva con la FIORENTINA 'Gepy' non si fosse infortunato gravemente: Si farà? Chissà... Il terzino non è mai stato una prima scelta per MANDORLINI nemmeno dopo l'ottima stagione disputata in prestito al VARESE con SANNINO.


SPEZIA 0-1 VERONA
3-4-2-1 per i padroni di casa del nuovo tecnico ATZORI: Subito in campo i nuovi acquisti GUARNA in porta, ROMAGNOLI in difesa e MUSACCI a centrocampo.
SANSOVINI unica punta dietro ai trequartisti DI GENNARO e SAMMARCO.
Inedito (ma non del tutto) 4-2-3-1 per l'HELLAS di MANDORLINI che sostituisce lo squalificato MAIETTA con capitan CECCARELLI, fa esordire AGOSTINI sulla fascia sinistra, rinuncia al convalescente JORGINHO in cabina di regia (ma il brasiliano è in panca in caso di bisogno) sostituito dalla coppia BACINOVIC-HALLFREDSSON in mezzo e dalla fantasia di MARTINHO, l'esordiente SGRIGNA e GOMEZ sulla trequarti.
Il 'puntero solitario' sarà CACIA, out LANER e RAGATZU, il terzo nuovo acquisto BIANCHETTI in panchina.

PRIMO TEMPO
4° Calcio d'angolo per lo SPEZIA, RAFAEL 'spazza' con i pugni
7° GOMEZ conquista un fallo sulla trequarti, batte SGRIGNA nulla di fatto...
16° L'HELLAS conquista un corner sulla sinistra, batte HALLFREDSSON ma in mezzo svetta GOIAN e libera aiutato da DI GENNARO poi la palla ritorna all'islandese che esplode un tiraccio altissimo
20° RUI da destra prova un tiro-cross insidiosissimo che scheggia la parte superiore della traversa difesa dal piazzatissimo RAFAEL
23° RUI per DI GENNARO all'indietro per SAMMARCO palla sul fondo
24° SGRIGNA per MARTINHO che crossa basso per CACIA anticipato in uscita da GUARNA! Bella azione degli scaligeri...
27° Calcio d'angolo SPEZIA da sinistra, la difesa gialloblù libera senza patemi
29° PORCARI-DI GENNARO per SANSOVINI che prova la deviazione volante: CECCARELLI interviene e devia in angolo! Grande tiro del capocannoniere della cadetteria e provvidenziale l'intervento del capitano del VERONA...
31° Bell'affondo di SGRIGNA che crossa al centro per CACIA la cui deviazione è intercettata da un difensore locale, riprende GOMEZ poi CACCIATORE sbaglia il cross che è facile preda di GUARNA
32° SPEZIA in empasse: CACCIATORE prolunga per CACIA che si destreggia in area e poi la da a SGRIGNA il cui tiro è deviato in angolo
35° HALLFREDSSON crossa benissimo per GOMEZ che la mette in mezzo di testa CACIA manca l'aggancio vincente e nessuna maglia gialloblù riesce a sparare a rete! Che peccato...
42° DI GENNARO per SANSOVINI che appoggia dietro al limite per PORCARI la cui botta va alta...
44° HALLFREDSSON in mezzo: GUARNA anticipa sicuro...
45° Il signor Irrati fischia la fine del primo tempo

SECONDO TEMPO
0° ANTENUCCI da il cambio a DI GENNARO nelle fila dello SPEZIA: ATZORI da un po' più di incisività all'attacco
2° SGRIGNA la allunga a CACIA che penetra in area e subisce un intervento probabilmente falloso in recupero ma l'arbitro non fischia per dare il vantaggio all'ex 'Toro': La botta a colpo sicuro del neoacquisto sbatte sul palo!
5° GOMEZ guadagna un'altro fallo sulla trequarti, batte SGRIGNA sulla testa di MORAS che però non inquadra lo specchio
6° Ci prova ANTENUCCI, RAFAEL blocca sicuro
7° Ammonizione per MARTINHO
11° MORAS passa indietro per RAFAEL, il portiere brasiliano indugia un attimo di più e rischia la frittata sul pressing avversario poi la mette in out...
16° Ripartenza fulminante di SGRIGNA palla su CACIA che purtroppo non controlla!
17° GOMEZ dribbla il diretto avversario e crossa per CACIA che purtroppo al volo tira alto!
19° GOMEZ vede GUARNA piazzato male e ci prova con un tiraccio che finisce malissimamente fuori
21° JORGINHO da il cambio a MARTINHO: Abbiamo visto migliori partite del 'volante' ma il giocatore è ancora in recupero
23° JORGINHO suggerisce per SGRIGNA che dal limite prova un tiro a giro: L'intenzione c'è la precisione no, palla fuori
24° ANTENUCCI per SANSOVINI, tiro al volo, palla sul fondo
26° Esce GOMEZ entra RIVAS: Pochi i lampi di 'Juanito' in questa gara
30° ATZORI cambia anche SAMMARCO, al suo posto entra BOVO.
34° CECCARELLI ferma SANSOVINI con le cattive e becca un cartellino giallo...
36° HELLAS IN VANTAGGIO! Gran gol di CACIA: HALLFREDSSON supera un avversario da sinistra, il cross è diretto alla testa di CACIA che non lascia scampo a GUARNA!
41° C'è spazio anche per OKAKA, fuori il centrocampista MUSACCI: ATZORI prova il tutto per tutto
43° Colpo di testa debole di GOIAN, para facile RAFAEL
44° OKAKA ci prova con un tiro-cross che attraversa lo specchio ed esce dalla parte opposta. MANDORLINI si copre: Entra il 'corazziere' BIANCHETTI al debutto ed esce RIVAS...
48° Dopo tre minuti di recupero il signor Irrati termina la gara

TABELLINO
SPEZIA-HELLAS VERONA 0-1
Marcatori: 36' st Cacia.
SPEZIA (3-4-2-1): Guarna; Pasini, Goian, Romagnoli; Rui, Porcari, Musacci (dal 42' st Okaka), Garofalo; Sammarco (dal 30' st Bovo), Di Gennaro (dal 1' st Antenucci); Sansovini.
A disposizione: Iacobucci, Lollo, Mandorlini, Benedetti.
All.: Atzori.

HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Ceccarelli, Agostini; Hallfredsson, Bacinovic, Martinho (dal 21' st Jorginho); Gomez Taleb (dal 26' st Rivas) (dal 45' st Bianchetti), Cacia, Sgrigna.
A disposizione: Berardi, Carrozza, Cocco, Crespo.
All.: Bordin.

Arbitro: Irrati di Pistoia.
NOTE. Ammoniti: Martinho. Spettatori: 7.253

Spezia 0-1 Verona: Gli highlights e le immagini della gara

LE ALTRE DI B
Dove il VERONA aveva quasi vinto (ricorderete la rocambolesca partita allo 'Scida' dove GOMEZ aveva portato in vantaggio i gialloblù quasi allo scadere ed i locali avevano subito segnato il 3 a 3 finale) cade il SASSUOLO nell'anticipo: Il CROTONE si conferma 'cuordileone' sul proprio campo ieri ai limiti della praticabilità.
Colpi esterni per ASCOLI, NOVARA, EMPOLI, TERNANA e sopratutto (in ottica gialloblù) VIRTUS LANCIANO in quel di Varese.
3 a 1 del CESENA al VICENZA e del GROSSETO al CITTADELLA, pareggio a reti bianche in PADOVA-LIVORNO e PRO VERCELLI-REGGINA.
Lunedì JUVE STABIA-BRESCIA.

Radiografia del Gol gialloblù 2012/2013
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
CACIA11415
GOMEZ TALEB268
MARTINHO044
LANER022
HALLFREDSSON022
RIVAS112
COCCO112
CECCARELLI011
BACINOVIC011
MAIETTA011
BOJINOV011
ALBERTAZZI011
JORGINHO011
BJELANOVIC101

ALTRE NEWS IN ALLEGATO
21 ULTRÀ SCALIGERI RISCHIANO DASPO E SANZIONI PENALI dopo le offese alla memoria di PierMario MOROSINI e dei 28 fermati, la Questura di Verona ha chiuso le indagini

NBA Nightly Highlights: January 24thTop 5 Plays of the Night: January 24th

IN BREVE A PIÉ PAGINA
SCI: Gran vittoria dell'azzurro PARIS nella mitica discesa libera di Kitzbuehel!
VITA DA EX: PENSALFINI? Gioca ancora nell'HINTERREGGIO e a breve potrebbe essere ingaggiato dal MANTOVA...
NBA: Ecco il nuovo stemma di New Orleans! Da HORNETS a PELICANS. Vittorie di misura per RAPTORS e KNICKS...

RASSEGNA STAMPA
SERIE B, GODE SOLTANTO IL VERONA
Pari Livorno, Varese e Empoli battute
26/01/13
Giornata nera per le zone alta della classifica di Serie B. Delle prime undici in classifica infatti solo il Verona ha portato a casa i tre punti vincendo 1-0 in casa dello Spezia e avvicinandosi a Sassuolo e Livorno (fermato sullo 0-0 a Padova). Dopo due vittorie nei recuperi è arrivata la sconfitta per il Varese (1-2 col Lanciano) mentre il Novara ha fermato la corsa dell'Empoli vincendo 2-0 al Castellani. Stop anche per il Modena.

BARI-ASCOLI 0-1 15' Zaza (A)
Vantaggio marchigiano con Simone Zaza al 15', bravo a superare Claiton e infilare un diagonale mancino alle spalle di Lamanna. Il copione è lo stesso per tutto il primo tempo col Bari a fare la partita e i bianconeri bravi a ripartire: Feczesin però non ha la mira giusta in almeno tre occasioni.

CESENA-VICENZA 3-1 18' Pinardi (V), 25' Granoche (C), 27' Tonucci (C), 75' Succi (C)
Ospiti in vantaggio su calcio di punizione dell'ex Novara Pinardi con la complicità del neoacquisto cesenate Campagnolo. Nel giro di due minuti, dal 25' al 27', la situazione si ribalta. Prima arriva il pareggio di Granoche, che dagli sviluppi di un corner sfrutta al meglio la torre di Succi. Poi c'è un palo e il raddoppio di Tonucci ancora da corner. A un quarto d'ora dalla fine Succi cala il tris.

EMPOLI-NOVARA 0-2 69' Lepiller (N), 93' Lazzari (N)
Poche emozioni nel primo tempo del Castellani con i due portieri bravi a disinnescare le conclusioni di Maccarone e Mehmeti. Meglio il Novara nella ripresa con tre occasioni da gol create nei primi dieci minuti (Mehmeti esce in barella). La risposta dell'Empoli arriva con un sinistro dalla distanza di Moro che trova Bardi in versione Spiderman. Il match si sblocca al 69' con Lepiller che sguscia via di forza alla difesa e batte Bassi. Nel finale arriva anche il gol dell'ex con Lazzari.

GROSSETO-CITTADELLA 3-1 32' Di Roberto (C), 40' Padella (G), 55' Piovaccari (G), 78' rig. Lupoli (G)
Veneti avanti alla mezz'ora con una bella punizione di Di Roberto dai 25 metri che soprende Lanni. L'1-1 è opera del capitano del Grosseto, Padella, bravo a incornare un bel suggerimento al volo di Donati dalla destra. Prima dell'intervallo Crimi è steso in area da Schiavon, dal dischetto Piovaccari si presenta male facendosi respingere il destro da Cordaz ma si riscatta trovando il 2-1 al 55'. Il tris è calato da Lupoli al 78' su calcio di rigore.

MODENA-TERNANA 1-2 81' Litteri (T), 86' rig. Ardemagni (M), 94' rig. Litteri (T)
Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Le due squadre giocano molto la palla ma non riescono a rendersi pericolose. Ternana vicina al gol solo con un sinistro di Alfageme che nella ripresa colpisce una clamorosa traversa. Il match si sblocca nel finale. Vantaggio di Litteri, entrato in campo da pochi minuti, bravo a insaccare da pochi passi l'assist al bacio di Ragusa dalla sinistra e pareggio dal dischetto di Ardemagni. A tempo scaduto ancora Litteri trova il match point dal dischetto.

PADOVA-LIVORNO 0-0
I primi quarantacinque minuti si chiudono senza troppi sussulti, solo un gol annullato a Jelenic per fuorigioco. A metà ripresa è Farias, sempre per i padroni di casa, a spaventare Fiorillo con un diagonale che sfiora il palo.

PRO VERCELLI-REGGINA 0-0
La sfida salvezza non regala emozioni per tutto il primo tempo. Le due squadre si studiano ma la paura di perdere blocca gambe e idee.

SPEZIA-VERONA 0-1 81' Cacia (V)
Primo tempo diviso in parti uguali. Meglio lo Spezia nella prima metà, poi esce il Verona che sfiora il vantaggio con Cacia. Solo la traversa invece dice di no a Rui per i liguri. La ripresa parte subito col Verona vicino al gol, il palo nega la gioia all'ex Toro, Sgrigna. Il gol però arriva solo all'81' quando il match sembrava indirizzato verso il pari: cross di Halfredsson e colpo di testa del solito Cacia.

VARESE-LANCIANO 1-2 44' Turchi (L), 75' Ebagua (V), 86' rig. Volpe (L)
Dopo almeno tre occasioni divorate da Piccolo, gli abruzzesi trovano il meritato vantaggio a un minuto dall'intervallo con un bel destro dal limite di Manuel Turchi. Nella ripresa c'è la reazione dei lombardi che trovano il pari con Ebagua a un quarto d'ora dal termine. All'86' calcio di rigore per il Lanciano dopo il gol annullato a Vastola. Fiamozzi atterra Fofana, sul dischetto si presenta Volpe che infila Bressan

FONTE: SportMediaset.Mediaset.it


Sport
Offesero Morosini, segnalati 21 tifosi del Verona
La Questura di Verona ha chiuso le indagini sulla vicenda dello scorso ottobre durante Livorno-Verona. Adesso il 21 tifosi rischiano il Daspo e sanzioni penali.
Xavier Jacobelli
sabato 26 gennaio 2013 10:22

FONTE: Globalist.it


ALTRE NOTIZIE
Verona, Bordin: "Abbiamo meritato i tre punti"
26.01.2013 17.26 di Alessandra Stefanelli
Roberto Bordin, vice allenatore dell'Hellas Verona, ha parlato ai microfoni di Sky al termine della gara vinta per 1-0 sullo Spezia grazie a una rete di Cacia: "La squadra era un po' spenta nel primo tempo, non abbiamo comunque rischiato molto e ci siamo accorti che spingendo un po' di più potevamo fare meglio. Abbiamo trovato un vantaggio meritato. Forse abbiamo commmesso qualche errore individuale, ma il risultato ci premia".

SERIE B
LIVE TMW - DIRETTA SERIE B - Gare terminate: ecco risultati e classifica
26.01.2013 16.55 di Arturo Minervini
Questa la classifica dopo il 23° turno: Sassuolo 51; Livorno 48; Verona 46; Varese 36; Empoli 33; Modena 32; Brescia*, Padova, Ascolo 31; Juve Stabia* e Cittadella 30; Spezia e Ternana 28; Novara, Crotone e Lanciano 25; Bari, Reggina, Cesena 24; Vicenza 19; Pro Vercelli 16; Grosseto 14.
*= una gara in meno

Gare terminate: ecco i risultati del pomeriggio

Bari-Ascoli 0-1 (Zaza)

Cesena-Vicenza 3-1 (Pinardi, Granoche, Tonucci, Succi)

Empoli-Novara 0-2 (Lepiller, Lazzari)

Grosseto-Cittadella 3-1 (Di Roberto, Padella, Piovaccari, Rig. Lupoli)

Modena-Ternana 1-2 (Litteri, Rig. Ardemagni, Rig. Litteri)

Padova-Livorno 0-0

Pro Vercelli-Reggina 0-0

Spezia-Verona 0-1 (Cacia)

Varese-Lanciano 1-2 (Turchi, Ebagua, Rig. Volpe)

Venerdì 25 gennaio Ore 20.45

Crotone-Sassuolo 2-1 (De Giorgio, Eramo, Missiroli)

Lunedì 28 gennaio Ore 20.45

Juve Stabia-Brescia

GOL DI LITTERI!!! Modena-Ternana 1-2 All'ultimo respiro la Ternana passa in vantaggio! Dal dischetto è Litteri a firmare la rete che vale tre punti per la squadra di Toscana!

GOL DI LAZZARI!!! Empoli-Novara 0-2 Il Novara chiude il match! E' Lazzarri a mettere al sicuro la vittoria!

GOL DI ARDEMAGNI!!! Modena-Ternana 1-1 Dal dischetto il solito Ardemagni firma il pari per il Modena!

GOL DI LITTERI!!! Modena-Ternana 0-1 Ternana in vantaggio con il nuovo entrato Litteri! Che svarione della difesa di Marcolin

GOL DI VOLPE!!! Varese-Lanciano 1-2 Nuovo vantaggio degli ospiti! E' Volpe dal dischetto ad andare a segno!

GOL DI CACIA!!! Spezia-Verona 0-1 Colpo di testa piazzato del solito Cacia che batte Guarna!Verona in vantaggio!

GOL DI LUPOLI!!!Grosseto-Cittadella 3-1 Lupoli non sbaglia dal dischetto: questa volta il Grosseto non fallisce la grande occasione!

GOL DI EBAGUA!!! Varese-Lanciano 1-1 Neto Pereira ispira, Ebagua finalizza: pari del Varese!

GOL DI SUCCI!!! Cesena-Vicenza 3-1 Succi per il Cesena! Nel momento di massima spinta del Vicenza i padroni di casa trovano il tris!

GOL DI LEPILLER!!! Empoli-Novara 0-1 Passa il Novara! Lepiller resiste ad una carica, entra in area e firma il vantaggio ospite!

Padova-Livorno Accelerata fulminante di Farias! Il suo diagonale lambisce il palo! Padova vicino al vantaggio

Empoli-Novara Gran sinistro di Moro! Micorolo Bardi che salva il Novara!

Grosseto-Cittadella Di Roberto vicino al pareggio per il Cittadella! Si salva il Grosseto

GOL DI PIOVACCARI!!!Grosseto-Cittadella 2-1 Vantaggio del Grosseto! Piovaccari di testa firma il vantaggio dei suoi!

Empoli-Novara Gara molto viva, ritmi alti ma il risultato non si sblocca

Spezia-Verona Ospiti vicini al vantaggio: solo il palo ferma Sgrigna!

Varese-Lanciano Padroni di casa a caccia del pareggio: Neto Pereira ci prova senza fortuna

Iniziano i secondi tempi suoi campi della cadetteria

Non sei davanti al pc? Tuttomercatoweb.com ti dà la possibilità di seguire i Live anche sulle nostre APP per cellulari Apple e Android. Una grafica dedicata che ti permetterà di seguire nel migliore dei modi Serie A, Serie B e tutte le gare europee delle italiane. Sono oltre 700mila le persone che già hanno scaricato e che usano le nostre applicazioni gratuite!

Terminati tutti i primi tempi. Ecco i risultati parziali:

Bari-Ascoli 0-1 (Zaza)

Cesena-Vicenza 2-1 (Pinardi, Granoche, Tonucci)

Empoli-Novara 0-0

Grosseto-Cittadella 1-1 (Di Roberto, Padella)

Modena-Ternana 0-0

Padova-Livorno 0-0

Pro Vercelli-Reggina 0-0

Spezia-Verona 0-0

Varese-Lanciano 0-1 (Turchi)

GOL DI TURCHI!!! Varese-Lanciano 0-1 Dopo vari tentativi passa il Lanciano! Destro secco di Turchi per il vantaggio ospite

Grosseto-Cittadella Miracolo di Cordaz! Rigore per il Grosseto calciato da Jadid, ma il portiere del Cittadella si supera!

GOL DI DI PADELLA!!!Grosseto-Cittadella 1-1 Il capitano firma il pari del Grosseto! Padella bravo di testa a firmare il pari

Varese-Lanciano Si salva il Varese! Contropiede letale del Lanciano concluso da Piccolo, Rea salva sulla linea!

Padova-Livorno Ancora Padova! Pericolosissima la squadra di Colomba, prima con Farias e poi su azione d'angolo! Trema il Livorno

GOL DI DI ROBERTO!!!Grosseto-Cittadella 0-1 Vantaggio del Cittadella! Magistrale punizione di Di Roberto che di sinistro porta avanti i suoi!

Varese-Lanciano Che occasione per gli ospiti! Piccolo ad un passo dalla porta manca l'impatto con un pallone che andava solo appoggiato in rete

GOL DI TONUCCI!!! Cesena-Vicenza 2-1 Il Cesena mette la freccia! Sorpasso in tre minuti per la squadra di Bisoli che passa in vantaggio con un colpo di testa di Tonucci su azione d'angolo

GOL DI GRANOCHE!!! Cesena-Vicenza 1-1 Pari del Cesena! Grande sponda di Succi per Granoche che firma il pari con un sinistro all'angolino basso!

Spezia-Verona E' ora lo Spezia a rendersi pericoloso: sinistro velenoso di Rui che pizzica la parte alta della traversa

Spezia-Verona Gli ospiti provano a fare la gara, senza riuscire però a creare grandi pericoli ad uno Spezia molto attento

GOL DI PINARDI!!! Cesena-Vicenza 0-1 Vantaggio ospite! Punizione beffarda di Pinardi che batte un colpevole Campagnolo

GOL DI ZAZA!!! Bari-Ascoli 0-1 Segna sempre lui nell'Ascoli! Simone Zaza porta avanti i suoi al San Nicola con un bel sinistro in diagonale

Cesena-Vicenza Traversa di Cinelli su azione d'angolo per il Vicenza!

Empoli-Novara Punizione da buona posizione di Saponara. Il gioiello dell'Empoli spara alle stelle

Modena-Ternana Prova il Modena a rendersi pericoloso su azione d'angolo. Tiene bene la difesa ospite

Padova-Livorno Pericoloso il Padova! Angolo di Iori per Trevisan che colpisce di testa: la difesa ospite si salva deviando in angolo

Varese-Lanciano Ospiti subito propositivi con Mammarella che mette al centro un buon pallone per Vastola, ben fermato dalla difesa del Varese

Iniziano le gare del pomeriggio!

Molto interesse per le gare di Verona e Livorno, impegnate rispettivamente a La Spezia ed a Padova. Per le inseguitrici del Sassuolo capolista, infatti, c'è la possibilità di rosicchiare punti alla squadra di Di Francesco, sconfitta nell'anticipo di Crotone.

Benvenuti a questo pomeriggio dedicato al campionato cadetto, che scende in campo per il 23° turno. Questo il programma completo:

Venerdì 25 gennaio Ore 20.45

Crotone-Sassuolo 2-1 (De Giorgio, Eramo, Missiroli)

Sabato 26 gennaio Ore 15 (RISULTATI IN AGGIORNAMENTO)

Bari-Ascoli 0-1 (Zaza)

Cesena-Vicenza 3-1 (Pinardi, Granoche, Tonucci, Succi)

Empoli-Novara 0-2 (Lepiller, Lazzari)

Grosseto-Cittadella 3-1 (Di Roberto, Padella, Piovaccari, Rig. Lupoli)

Modena-Ternana 1-2 (Litteri, Rig. Ardemagni, Rig. Litteri)

Padova-Livorno 0-0

Pro Vercelli-Reggina 0-0

Spezia-Verona 0-1 (Cacia)

Varese-Lanciano 1-2 (Turchi, Ebagua, Rig. Volpe)

Lunedì 28 gennaio Ore 20.45

Juve Stabia-Brescia

ALTRE NOTIZIE
Morosini: identificati 21 che lo offesero
Cori contro giocatore deceduto in campo durante Livorno-Hellas

26.01.2013 13.02 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Fonte: ANSA
(ANSA) - VERONA, 26 GEN - Sono 21, su 28 segnalati, i tifosi del Verona riconosciuti autori delle offese alla memoria di Piermario Morosini, durante Livorno-Verona, del 20 ottobre 2012. Lo ha annunciato la questura di Verona che ha terminato le indagini dei video e delle foto dei colleghi toscana nello stadio 'Picchi', sul settore riservato ai veronesi. Secondo la polizia, il gruppo degli ultra' gialloblu' aveva intonato inni neofascisti accompagnati dal 'saluto romano' e offeso Morosini, deceduto il 14 aprile 2012.

SERIE B
Hellas Verona, obiettivo Signori da Modena
26.01.2013 11.43 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Classe 1988 in forza al Modena, Francesco Signori ha tanti estimatori. Il Verona pensa al ragazzo, domani potrebbe partire l'assalto.

SERIE A
Milan, altro colpo in prospettiva: le mani su Jorginho
24.01.2013 23.38 di Arturo Minervini
Incontro redditizio. Nella giornata di oggi Ariedo Braida, direttore sportivo del Milan, ha avuto un lungo colloquio con il patron del Verona Maurizio Setti. Si è parlato del centrocampista dell'Hellas Jorginho, con il Milan che ha messo le basi per gettato le basi per prendere dall'Hellas la metà del cartellino del giovane centrocampista italo-brasiliano. A meno di clamorosi colpi di scena, rieval Sky Sport, a giugno il promettente classe '91 dovrebbe dunque arrivare a Milanello. Dopo Saponara e Salamon un altro giovane di grande prospettiva per il diavolo.

SERIE B
Ag. Tiribocchi rivela: "Può lasciare la Pro Vercelli"
24.01.2013 21.34 di Marco Frattino
Resta incerto il futuro alla Pro Vercelli per quanto riguarda Simone Tiribocchi (34), attaccante ex Atalanta arrivato in estate in Piemonte per giocare in Serie B. Sul centravanti ci sono richieste dalla massima divisione, mentre in cadetteria Vicenza, Verona e Reggina pensano al Tir. A commentare queste voci ci ha pensato l'agente Giorgio De Giorgis: "Potrebbe lasciare la Pro Vercelli ma - ha spiegato il procuratore a Itasportpress.it - non è escluso che alla fine rimanga in Piemonte. Entro il 31 gennaio potrebbe succedere tutto. Attualmente però di concreto non c'è nulla e da parte di Reggina, Verona e Vicenza non ho ricevuto sondaggi o offerte".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Hellas Verona, si lavora ancora a un grande colpo
26.01.2013 16:30 di Nicolò Schira Twitter: @@BomberNiko articolo letto 622 volte
Non è concluso il mercato dell'Hellas Verona. Infatti la dirigenza scaligera sta lavorando ad un ultimo colpo di spessore per completare, ulteriormente, l'organico di mister Mandorlini. Nel mirino c'è un centrocampista offensivo che possa fungere da pendolo fra centrocampo e attacco. Il sogno si chiama Franco Brienza, per il quale fra lunedì e martedì potrebbero esserci nuovi contatti con il Palermo.

CALCIOMERCATO
ESCLUSIVA TB - Pro Vercelli, Tiribocchi verso l'addio
26.01.2013 13:30 di Giorgio Bastoni
Nonostante possa giocare con la Reggina oggi pomeriggio, Simone Tiribocchi nelle prossime ore dirà addio alla Pro Vercelli. Sulla punta ex Atalanta ci sono Verona e Vicenza.

FONTE: TuttoB.com


sabato, gennaio 26th, 2013 | Posted by Daniele Andronaco
Spezia-Verona, Bordin: “Un po’ spenti nel primo tempo, ma la vittoria è meritata”
Roberto Bordin, vice dello squalificato Mandorlini sulla panchina del Verona, ha parlato ai microfoni di ‘Sky’ dopo la vittoria con lo Spezia: “La squadra è stata un po’ spenta nel primo tempo, ma non avevamo rischiato poi tanto, a parte forse un tiro di Mario Rui che ha scheggiato la traversa. Abbiamo capito che spingendo di più potevamo trovare il gol e ho detto questo ai ragazzi nell’intervallo, poi anche grazie al cambio di modulo abbiamo trovato un vantaggio secondo me meritato. Il gol di Cacia? E’ stato bello il cross di Hallfredsson, poi Cacia è bravo a colpire a rete, il movimento è stato da attaccante vero”.

sabato, gennaio 26th, 2013 | Posted by Marco Macca
SERIE B DIRETTA LIVE, Spezia-Verona 0-1: IL VERONA ESPUGNA IL ‘PICCO’ GRAZIE A CACIA!
FINITA!
90' – Tre minuti di recupero;
89' – Nel Verona dentro Bianchetti al posto di Rivas;
87' – Decisivo Hallfredsson a chiudere su Sansovini pronto a calciare a rete!
86' – Aztori tenta il tutto per tutto mandando in campo Okaka al posto di Musacci e passando 3-4-3;
84' Decisivo intervento di Moras su Sansovini che voleva servire Antenucci;
81' – GOL DEL VERONA!! CROSS DALLA SINISTRA DI HALLFREDSSON PER CACIA CHE SVETTA E MANDA LA PALLA SUL PALO LUNGO, LIì DOVE GUARNA NON PUO’ ARRIVARE!!
79' – Gioco scorretto di Ceccarelli su Antenucci, giallo per lui;
75' – Nello Spezia fuori Sammarco, al su posto in campo Bovo;
71' – Cambi nel Verona: fuori Gomez, dentro Rivas;
70' – In seguit a qualche decisione dubbia del direttore di gara in sfavore dei padroni di casa, il preparatore dei portieri dello Spezia Aliboni è stato allontanato;
69' – destro di Antenucci, palla sul fondo;
67' – Nel Verona in campo Frello al posto di Martinho;
62' – Decisamente un altro Verona in questa ripresa: Gomez al cento per Cacia la cui girata finisce di poco alta sulla traversa;
57' – Musacci chiude in angolo un cross di Martinho;
52' – Ammonito Martinho per gioco scorretto su Mario Rui;
50' – Avvio molto deciso del Verona in questa ripresa;
47' – Incredibile intervento di Guarna che chiude la porta a Cacia: sulla respinta arriva Sgrigna che però calcia sul palo!
46' – Di Gennaro non ce la fa e al suo posto nella seconda frazione entra Antenucci;
RIPARTITI!
INTERVALLO
41' – Bella azione manovrata dello Spezia che porta poi al tiro Porcari, ma il suo tiro finisce a lato di poco;
36' – Occasione per il Verona! Hallfredsson mette al centro per Gomez che tenta a sua volta la sponda per Cacia che non arriva, la palla sfila lentamente a un soffio dalla porta difesa da Guarna;
34' – Mentre lo Spezia continua ad attaccare, Di Gennaro avverte un problema alla coscia: si scalda Antenucci;
29' – Destro di Sansovini deviato in angolo: Spezia sempre più padrone del campo;
24' – Di Gennaro serve Sammarco che ci prova con un piattone, ma la palla termina sul fondo;
21' – Occasione per lo Spezia! Ottimo l’avvio di gara per Mario Rui che prova un destro dalla stanza che scheggia la traversa!
16' – Risponde il Verona con Hallfredsson che sgancia un sinistro dalla distanza, palla ampiamente sul fondo;
14' – Ci provano prima D Gennaro e poi Sansovini per lo Spezia, che si dimostra molto attivo in questo avvio;
9' – Partita molto combattuta a centrocampo in quest avvio e gara dai ritmi alti;
7' – Punizione per il Verona, palla al centro per Bacinovic, ma Musacci allontana;
3' – Calcio d’angolo di Musacci, Rafael respinge coi pugni;
PARTITI!
Ecco le formazioni ufficiali:
SPEZIA (3-4-2-1): Guarna; Pasini, Goian, Romagnoli; Mario Rui, Porcari, Sammarco, Garofalo; Di Gennaro, Musacci; Sanasovini. All. Atzori.
VERONA (3-4-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Martinho; Ceccarelli, Hallfredsson, Bacinovic, Agostini; Gomez, Cacia, Sgrigna. All. Bordin.

venerdì, gennaio 25th, 2013 | Posted by Daniele Andronaco
Spezia-Verona, probabili formazioni e ultime dai campi
Dopo il cambio di allenatore, lo Spezia spera in un girone di ritorno all’altezza dei grandi sogni alimentati dal mercato estivo. Il Verona, per l’ultima volta senza Mandorlini in panchina, riparte alla ricerca della continuità mancata nel finale del 2012.

SPEZIA: C’è attesa per la rivoluzione di Atzori, che proporrà un 3-4-2-1 con Sansovini unica punta e Sammarco e Di Gennaro alle sue spalle. Praticamente certo l’esordio dei nuovi acquisti Romagnoli e Musacci, probabile anche quello di Guarna in porta.

VERONA: Jorginho, influenzato, e Albertazzi, che ha problemi a un ginocchio, sono gli unici a non essersi allenati. Martinho non è al meglio ma andrà in panchina. Sicuri gli esordi dei due nuovi acquisti Agostini e Sgrigna, che potrebbe soffiare il posto a Grossi.

Probabili formazioni:
Spezia (3-4-2-1): Guarna; Benedetti, Goian, Romagnoli; Bovo, Porcari, Musacci, Garofalo; Sammarco, Di Gennaro; Sansovini. All.: Atzori.
Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini; Laner, Bacinovic, Hallfredsson; Sgrigna, Cacia, Gomez. All.: Mandorlini (in panchina Bordin).

FONTE: SerieBNews.com


PRIMO PIANO
Spezia, Atzori: "Battuti solo da un super gol di Cacia. Il Verona è la squadra più forte della cadetteria"
27.01.2013 14:32 di Giorgio Bastoni articolo letto 725 volte
Debutto con sconfitta per Gianluca Atzori alla guida dello Spezia: "Per organico oggi affrontavamo la squadra più forte della cadetteria. Loro hanno lo stesso allenatore da qualche anno, noi stiamo lavorando insieme da una quindicina di giorni. Mi sarebbe piaciuto portare a casa almeno un punto, i risultati positivi aiutano sempre. Non voglio fare promesse a nessuno, parlare adesso di play off non ha senso. Contano i fatti. Siamo in ritardo di 4-5 punti rispetto alle ambizioni iniziali della società. Oggi ce l'abbiamo messa tutta, mi dispiace soprattutto per i ragazzi e per i tifosi. Cacia ha fatto davvero un gran gol".

FONTE: TuttoB.com


Agostini e Sgrigna cambiano il Verona, Cacia lo fa vincere...
Ancora un gol decisivo del bomber che raggiunge Sansovini in testa alla classifica dei cannonieri di B Si sposta l'obiettivo sul Granillo
Verona. Fuori dallo spogliatoio del Picco, a due passi dal pullman che avrebbe riportato l'Hellas a Verona, Andrea Mandorlini ha parlato per mezz'ora con Emanuel Rivas. L'aveva fatto entrare al 26' della ripresa ma, dopo il gol del vantaggio per i gialloblù e l'ingresso in campo di Okaka per lo Spezia, l'ha tolto per gettare nella mischia un difensore come Matteo Bianchetti. Nemmeno venti minuti in campo, con la voglia di spaccare il mondo e la decisione del mister di sacrificarti per il bene comune. Non sono decisioni facili da accettare, Rivas non l'ha presa bene. Normale che sia così, per un professionista che vuole sempre dare il massimo per la sua squadra.

IL GRUPPO. L'hanno capito i compagni di squadra, in modo particolare Cacia e Moras che hanno ribadito davanti ai microfoni la loro vicinanza a Rivas, l'ha capito anche Mandorlini che ha cercato subito di far capire al talentuoso argentino che lui può diventare un giocatore importante per l'Hellas nella volata per la serie A. Questa è la forza del gruppo, uno spogliatoio compatto che conosce le difficoltà di un campionato molto lungo, di giocatori che in questo momento della stagione sanno che non possono perdere nessuno per strada. È vero che il mercato può cambiare ancora la fisionomia gialloblù ma chi resta in riva all'Adige deve lavorare con un solo obiettivo, senza troppi «mal di pancia».

VECCHI & NUOVI. In quest'ottica va visto anche l'immediato inserimento di Agostini e Sgrigna. Sono arrivati da meno di un mese ma sembrano al Verona da sempre, visto quello che hanno messo in mostra contro lo Spezia. La società ha bruciato tutti sul tempo, ha chiuso l'accordo con i nuovi all'apertura delle trattative, ha dato ai giocatori la possibilità di mettersi subito a disposizione di Mandorlini e Bordin. Oltretutto l'arrivo di Agostini e Sgrigna regala la possibilità al tecnico di affrontare le partite con un modulo diverso rispetto al tradizionale 4-3-3. Agostini ha sistemato la fascia sinistra, così Martinho può essere avanzato a centrocampo oppure nel tridente offensivo per sfruttare la rapidità e la fantasia del brasiliano. Sgrigna può giocare come ha fatto al Picco alle spalle di Cacia per comporre una linea di tre fantasisti dietro il bomber oppure giostrare da esterno nel «solito» 4-3-3 e proprio con questo modulo è arrivata la rete decisiva.

IL BOMBER. Il calcio è bello proprio per questo, regala a tutti la possibilità di intervenire, di parlare, di criticare. Qualcuno pensa anche di averlo inventato il pallone e di essere un punto di riferimento fondamentale per i successi dell'Hellas. Poi le risposte vere arrivano sempre dal campo e, ancora una volta, il campo ha detto che aldilà di schemi, qualità e corsa contano i gol. Il Verona quest'anno può concedersi il lusso di avere un «Terminator» come Daniele Cacia. Per carità anche lui ogni tanto sbaglia ma quando serve lascia la firma del campione. Com'è successo con lo Spezia, ancora un gol da tre punti, non è il primo della serie.

TOUR DE FORCE. Ora Livorno e Sassuolo sono più vicine, la capolista a cinque punti, i toscani a due. Bisogna stringere i tempi anche se il Verona dovrà affrontare nelle prossime sei gare ancora tre trasferte difficili - al Granillo di Reggio Calabria, a Novara e a Bari - i derby con Vicenza e Padova, la sfida al Bentegodi con il Varese. Un tour de force da brividi.
Luca Mantovani

26.01.2013
Hellas batte Spezia 1-0 Il gol è di Daniele Cacia
Spettacolare colpo di testa di Cacia a dieci minuti dalla fine della partita: dopo alcune occasioni sprecate il Verona batte lo Spezia per 1-0.
LA SPEZIA. Dopo un primo tempo con alcune occasioni sprecate per l’Hellas, il Verona batte in trasferta per 1-0 lo Spezia del nuovo allenatore Atzori e si rilancia in campionato dopo la sconfitta del Sassuolo. A decidere l’incontro, una rete siglata all’81’ da Cacia, oggetto dei desideri estivi proprio della squadra spezzina. Cacia incorna un perfetto cross di Halfreddson e insacca alle spalle di Guarna. Il successo porta gli scaligeri a 46 punti, 5 in meno del Sassuolo capolista, mentre lo Spezia rimane fermo a quota 28.

26.01.2013
«Jorginho vale come Verratti»
L'Arsenal c'è, ma il Verona non cambia idea. Jorginho non si muove, almeno per adesso. Coerente l'Hellas, nonostante alla sua porta abbiano bussato una grande del calcio mondiale e tante sterline. Chiaro Maurizio Setti, intervenuto a Sky Sport 24 per ribadire un concetto già più volte evidenziato da Sean Sogliano. «Jorginho è cresciuto tantissimo ed ha raggiunto un grande valore. Lo vuole l'Arsenal, ma lo hanno chiesto anche i più grandi club italiani. Fino a giugno però resterà a Verona». Il costo del suo cartellino aumenta di partita in partita. Di offerte ce ne sono state tante. I media inglesi parlano di un Arsenal disposto a sborsare fino a sette milioni di sterline, poco più di otto milioni di euro. Non bastano, visto il parallelo di Setti: «Jorginho può avere una valutazione simile a quella di Verratti, il valore è quello. Ma fino a giugno resterà a Verona». E Verratti al Paris Saint Germani è costato 12 milioni di euro.

Bloccato per qualche mese Jorginho, l'Hellas si sta muovendo sempre più deciso verso Franco Brienza. Obiettivo concreto, mai nascosto da Sogliano, più vicino dopo l'approdo al Palermo di Mauro Formica, argentino arrivato in prestito dal Blackburn. In attesa di conoscere la decisione del Tnas sui tre anni di squalifica a Nicola Ferrari e alla vigilia dell'ultima udienza per Emanuele Pesoli, l'Hellas dovrà lavorare anche in uscita. Sicuro partente Ivan Fatic, del quale ha chiesto notizie il Bari prima che alle pretendenti si aggiungesse la Reggiana. Al Bari piace molto anche Gepy Pugliese, anche lui destinato a lasciare Verona. La trattativa col Bari è il secondo tempo di una vicenda iniziata già la scorsa estate, prima che l'infortunio di fine luglio nell'amichevole con la Fiorentina stoppasse ogni discorso. Piovono sempre richieste per Rivas, legato all'Hellas da un biennale ma poco utilizzato in questi primi mesi di campionato. Sulle sue tracce sempre il Torino ed il Varese. Ventura ha avuto Rivas a Bari, Maran l'ha allenato a Varese. Una delle due la spunterà. Con Sgrigna, Ragatzu ancora in casa e Martinho liberato da compiti difensivi di spazio davanti ce ne sarà sempre meno.

26.01.2013
Cori contro Morosini Identificati 21 ultras
I tifosi dell'Hellas riconosciuti autori delle offese alla memoria del giocatore deceduto durante l’incontro Livorno-Verona del 20 ottobre scorso sono 21, sui 28 segnalati. Sono stati identificati grazie a video e fotografie.
VERONA. Sono 21, su 28 segnalati, i tifosi del Verona riconosciuti autori delle offese alla memoria di Piermario Morosini durante l’incontro Livorno-Verona del 20 ottobre scorso. Ad annunciarlo oggi la questura di Verona che ha terminato le indagini dei video e delle fotografie scattate dai colleghi della questura toscana allo stadio Picchi, sul settore riservato ai veronesi. Secondo gli investigatori il gruppo degli ultrà gialloblù aveva intonato inni neo-fascisti accompagnati dal saluto romano e offeso con cori la memoria di Morosini deceduto il 14 aprile nel corso di Pescara-Livorno. Tra i tifosi scaligeri riconosciuti, di età compresa tra i 18 e i 44 anni, fra cui due donne, soltanto quattro erano già noti per fatti illeciti commessi nell’ambito di manifestazioni sportive. Inoltre è stato verificato che alcuni di loro non sono titolari di tessera del tifoso, nè risultano nell’elenco ufficiale dei biglietti nominativi acquistati dai tifosi del Verona in trasferta a Livorno, pertanto in teoria non avrebbero potuto entrare al Picchi. I tifosi veronesi dopo quegli episodi sono stati costantemente monitorati dalla polizia sia in casa che in trasferta permettendo così l’esatta identificazione dei responsabili. Le singole responsabilità rimangono ora al vaglio del questore di Livorno per i relativi provvedimenti amministrativi di interdizione agli stadi per i prossimi anni, nonchè all’attenzione della magistratura livornese, competente per territorio, per gli altri aspetti penali come offesa alla memoria di defunti e violazione della Legge Mancino.

Il Questore di Verona, Michele Rosato, ha espresso il suo personale compiacimento per «l’eccellente lavoro investigativo svolto dagli uomini della Digos». Il questore si augura che «la parte sana della tifoseria dell’ Hellas contribuisca ad isolare i facinorosi che si annidano tra le sue fila e che, oltre ad evidenziare un grave disvalore morale e giuridico con i loro comportamenti, stanno arrecando discredito alla città scaligera e a tutti i veronesi».

25.01.2013
Spunta l'Arsenal. Anche i Gunners vogliono Jorginho
L'ASTA CONTINUA. Sky riprende la voce che rimbalza dal Regno Unito. La conferma arriva da giornali e televisioni londinesi «Il ragazzo piace, Wenger lo sta seguendo da tempo». Ma Setti incontra a pranzo i dirigenti del Milan
A nord di Londra di Jorginho si parla da un paio di settimane ormai. Gli occhi dell'Arsenal si sono posati su Giorgio da un bel po'. Hanno visto e registrato tutto. L'indiscrezione di Sky Sport di queste ore non ha fatto altro che aggiungere un altro tassello e completare il mosaico. Ai desideri di mezza serie A si sono aggiunti quelli di Arsène Wenger, manager dei Gunners e di un progetto che ha sempre messo i prospetti di talento davanti a tutto anticipando quasi sempre la concorrenza. Per la verità a ventun anni Jorginho bambino non lo è più, all'Arsenal sono abituati a partire molto più in anticipo. Fabregas a vent'anni era vecchio e quasi capitano, Walcott a 23 sembra un veterano vicino ai quaranta.

ALLA CORTE DI ARSENE. Nella rosa dell'Arsenal tanti giocatori appena maggiorenni e già consacrati al calcio d'élite. Un modello unico in Europa. «Il ragazzo piace all'Arsenal», confermano in Inghilterra, dove attorno al calciomercato le luci si accendono solo quando dietro una voce si nasconde un po' di verità. Nessuno Oltremanica ama inseguire piste false. L'Arsenal è in questo momento fra i club più attivi, uno dei pochi a poter spendere davvero dopo aver stretto la cinghia e costruito lo spettacolare Emirates, un gioiello da 66mila posti ed un sold out garantito per le partite di Premier, di Champions, di FA Cup e di Coppa di Lega. Tutto esaurito sempre. Come essere nel salotto di casa propria, con seggiolini imbottiti e la fermata della metropolitana (Arsenal, ovviamente) che ti lascia quasi davanti allo stadio. «Abbiamo i soldi per prendere Cavani», disse giorni fa Wenger, giusto per far capire all'Europa che l'Arsenal vuole tornare quello dei tempi di Adams, Henry, Vieira e Bergkamp che vinse tutto negli anni Duemila. «La pista è viva», dicono i siti e i giornali in Inghilterra, decisi a seguire il sentiero che conduce a Verona.

L'ITALIA E SAN BONIFACIO. L'Arsenal ha già fatto la spesa in Italia, anche se è naturalmente la Francia il mercato estero prediletto da Wenger. Nel 2005 toccò ad Arturo Lupoli, preso dal Parma dove aveva segnato una caterva di gol negli Allievi Nazionali insieme a Giuseppe Rossi che proprio quell'estate firmò per il Manchester United. Cinque anni fa Wenger scippò all'Atalanta un giovanissimo Vito Mannone, adesso secondo portiere in prima squadra alle spalle di Wojciech Szczesny. Curioso l'intreccio con Verona e in particolare con San Bonifacio, che ha visto muovere i primi passi di Jorginho professionista. Il Trofeo Ferroli, vetrina fra le più importanti d'Europa, incoronò al Tizian nel 2007 sia Szczesny come miglior portiere che Jack Wilshere come miglior giocatore, ora titolare inamovibile dell'Arsenal e della nazionale inglese a ventun anni appena compiuti.

FAVOLA PURA. L'Arsenal si aggiunge a Napoli, Lazio, Inter, Milan e Fiorentina, tutte attente a monitorare uno dei ragazzi più bravi della B titolare in un ruolo fra i più difficili come quello di centrale di metà campo. Anche il vento del mercato soffia alle spalle di Jorginho. L'Italia non vuole più lasciarsi soffiare sotto il naso le sue giovani stelle. Proprio il Diavolo sta provando ad accelerare, come confermerebbe l'incontro di ieri a pranzo fra Ariedo Braida e Maurizio Setti alla presenza anche di Devis Mangia, commissario tecnico dell'Under 21 che ha già convocato Jorginho in occasione dell'amichevole di Siena con la Spagna. L'asta è aperta, a suon di milioni. E pensare che Jorginho al Verona è costato appena trentacinquemila euro, arrivato in Italia insieme a tanti altri ragazzini brasiliani con la voglia di sfondare ma senza nessuna certezza di riuscirci. Una favola, dal primo provino all'Istituto Salesiani ai primi passi con l'Hellas, molti dei quali contornati da fischi e perplessità. «Dove volete che vada uno così, peserà sì e no quaranta chili», urlava qualcuno dalle tribune del Bentegodi. Le grandi d'Italia non la pensano così. E nemmeno Wenger.
Alessandro De Pietro

25.01.2013
Il suo gol con il Modena imperversa sui siti inglesi
Il video del gol al Modena sta facendo il giro dell'Inghilterra. Giornali, siti internet specializzati e forum parlano di Jorginho. Express.co.uk, portale del Daily Express, conferma come l'Arsenal si sia già messo in moto. «Jorginho è stato l'ultimo giocatore ad aver catturato l'attenzione di Wenger, che deve prendere un centrocampista prima della chiusura della finestra di gennaio», scrive Charles Perrin, evidenziando il rendimento sempre molto alto di Jorginho in questi mesi di campionato con l'Hellas ma anche l'interesse di Wenger per Mohamed Diame del West Ham. Una trattativa però saltata proprio ieri pomeriggio, vista la volontà di Diame di voler restare al West Ham, come riportato dal Dailymail online qualche ora dopo. «Il Verona vuole sei milioni di sterline per lui», prosegue Perrin, che nell'articolo riporta anche un'offerta di 3.3 milioni di euro della Lazio.

Anche Arsenalnews.co.uk sottolinea la necessità per il club di «dover acquistare qualcuno in mediana per gli infortuni di Arteta e Diaby» ma pure un po' di diffidenza sull'arrivo di Jorginho a breve: «Alla fine del mercato mancano pochi giorni, improbabile che avremo qualcosa da festeggiare alla fine». Fra i primi a riprendere la notizia di Sky Sport è stato il portale 101greatgoals.com, che nel servizio ha inserito quattro minuti di sintesi di Hellas-Modena chiusi dal 3-1 di Jorginho con tanto di voce di Roberto Puliero come nella radiocronaca originale di RadioVerona. Il portale mostra una certa reticenza di fondo nei confronti del presunto corteggiamento dell'Arsenal, ma riconosce come «a Wenger piaccia prendere giocatori giovani da affinare e far crescere. Proprio come può essere Jorginho», legato al Verona da un contratto fino al 2016 e puntualmente blindato da Sean Sogliano, almeno fino a giugno. La notizia è stata ripresa ieri a metà mattinata anche da newsnow.co.uk, nella sezione dedicata all'Arsenal, di media una notizia pubblicata ogni due minuti all'indomani del 5-1 al West Ham nel recupero di campionato.
A.D.P.

Quando Rafael faceva l'attaccante...
IL PROGETTO SCUOLA. Il portiere del Verona ha incontrato gli alunni dell'istituto comprensivo «Sacra Famiglia»
«Non segnavo quasi mai allora l'allenatore decise di farmi giocare in porta È stato meglio così»
Il portiere del Verona, Rafael, con gli scolari della Sacra Famiglia

L'infanzia in Brasile, i ricordi di un bambino che inizia a giocare prima a futsal e poi a calcio, come tutti nel paese carioca, i primi passi nel mondo del pallone quindi la nuova avventura in Italia e con l'Hellas. Il sorriso sempre pronto e tanta voglia di stare in mezzo ai piccoli che gli stavano davanti. È stato un concentrato di entusiasmo e di emozioni la visita di Rafael all'istituto comprensivo Sacra Famiglia di Verona, nuova tappa del progetto scuola 2012-2013 organizzato dalla società di via Torricelli. Il numero uno brasiliano si è prestato volentieri alle tantissime domande dei bambini impazienti di vedere da vicino uno degli idoli più amati dal popolo gialloblù. «All'inizio facevo l'attaccante, ma non segnavo quasi mai e allora mi hanno messo in porta, mi sa che è andata meglio così» ha scherzato subito il portiere ormai al suo sesto anno all'Hellas, «da piccolo pensavo che avrei fatto il dentista, giocavo a calcio solo per passione ma poi il mio sogno è diventato realtà.

Quando mi hanno proposto di venire a Verona mi sono subito informato su internet, ma quando sono arrivato ho conosciuto una realtà ancora più bella di come immaginavo». «Ma giochi solo perché ti piace o anche per i soldi?» arriva dal gruppo dei più piccoli da parte di una bimba a cui non si può non sorridere. «All'inizio era solo un divertimento, poi ho capito che poteva diventare la mia professione, sono stato fortunato a riuscirci». Le mani alzate si sprecano, ognuno vorrebbe regalarsi un momento di gloria e riuscire a parlare con Rafael anche solo per pochi secondi. «Qual è stata la partita più bella?» gli chiede uno dei piccoli studenti più pimpante degli altri. «Adesso mi viene in mente quella contro l'Inter a San Siro, abbiamo perso ma è stato splendido giocare lì e sono anche riuscito a fare alcune belle parate». «E adesso che sogno hai?» «Sogno di andare in serie A con il Verona», risponde deciso il brasiliano che poi anticipa la domanda successiva, «e non vedo l'ora di fare il derby contro il Chievo».

Gli chiedono di tutto, dalla sua famiglia al suo tempo libero, dalle curiosità sulla vita privata alle emozioni di giocare al Bentegodi. In mano i piccoli tifosi stringono tantissimi disegni, su di lui e sul Verona, tutti naturalmente a tinte giallo e blu. «E' sempre bello partecipare a queste iniziative, soprattutto eventi così che riguardano i bambini, per loro noi siamo degli esempi e dobbiamo cercare di trasmettere i valori giusti. Il mio segreto per arrivare ad essere un professionista? Impegnarsi sempre al massimo, non mollare mai niente, credere nel lavoro e nello sport, qualsiasi esso sia. Se tu dai il massimo le opportunità prima o poi arrivano per tutti». Spazio poi agli autografi, alle foto, e qualche abbraccio da raccontare emozionati ad amici e genitori. Poi ancora giochi e divertimento con le attività proposte dagli allenatori gialloblù Ghirardello, Salvoro e Rinaldi ai piccoli studenti dell'istituto Sacra Famiglia. Prima di salutare Rafael e portarsi dietro il ricordo di una giornata davvero speciale.

FONTE: LArena.it


Cacia: "Se migliorassi ancora sotto porta..." / VIDEO
Postata il 26/01/2013 alle ore 22:23
LA SPEZIA - Segui su hellasverona.it l'intervista a Daniele Cacia. Ecco alcune dichiarazioni dell'attaccante gialloblù dopo il successo contro lo Spezia: "Siamo un gruppo unito, chi arriva lo facciamo sentire subito a casa. Era importante perché abbiamo vinto su un campo difficile, loro non sono una squadra da metà classifica. E' una vittoria che da molto morale, non vogliamo ripetere le difficoltà che abbiamo avuto a fine dicembre. Devo migliorare? Sì, perché avrei avuto la possibilità di fare due gol se fossi più cattivo sotto porta".
Ufficio Stampa

Moras: "Questa è la mentalità giusta" / VIDEO
Postata il 26/01/2013 alle ore 22:32
LA SPEZIA - Segui su hellasverona.it l'intervista a Evangelos Moras. Ecco alcune dichiarazioni del difensore gialloblù dopo la vittoria contro lo Spezia: "Ci siamo preparati bene ed è andato tutto come volevamo. Ci deve dare ancora di più la forza per continuare. Complimenti a tutta la squadra: primo tempo più concentrato a controllare la partita, nella ripresa siamo entrati meglio in campo e dimostrato che meritavamo. Complimenti a Cacia per il gol e a tutti noi per l'atteggiamento. Questa è la mentalità giusta, solo così possiamo raggiungere gli obiettivi".
Ufficio Stampa

Bordin: "Vittoria meritata, grandissima prova" / VIDEO
Postata il 26/01/2013 alle ore 21:48
LA SPEZIA - Segui su hellasverona.it l'intervista a Roberto Bordin. Ecco alcune dichiarazioni del vice allenatore gialloblù dopo il successo contro lo Spezia: "Squadra ha fatto una grandissima prestazione, abbiamo controllato lo Spezia nel primo tempo con un modulo atipico per noi. E' una vittoria meritata vista la mole di occasioni avute, chi ha giocato ha fatto molto bene. Nell'intervallo ho detto ai ragazzi di crederci e loro sono andati avanti fino al gol. Rivas? Sostituzione tecnica, perché pensavamo che nel finale avrebbero buttato dei palloni alti in area. E Bianchetti era il giocatore adatto. I risultati delle altre? Sì, è stata una giornata favorevole, ma pensiamo a preparare al meglio la sfida con la Reggina".
Ufficio Stampa

Cacia-gol e l'Hellas espugna il Picco
Postata il 26/01/2013 alle ore 15:00
I gialloblù giocano una ripresa di altissimo livello, al 36' del secondo tempo l'attaccante sblocca l'incontro con un sontuoso colpo di testa su assist di Hallfredsson
LA SPEZIA - L'Hellas con un secondo tempo giocato alla grande espugna il Picco di La Spezia. Il gol che sblocca la gara è del solito Cacia che di testa non perdona Guarna. I nuovi arrivati si mettono subito in mostra: Sgrigna sempre al centro del gioco, Agostini sicuro e nel finale spazio anche per il giovanissimo Bianchetti. I padroni di casa reggono solo 45 minuti, poi si abbassano e subiscono il gioco dei gialloblù.

SPEZIA-HELLAS VERONA 0-1
Marcatori: 36' st Cacia.

Primo Tempo
17' Hallfredsson dalla distanza manda alto
22' Rui scheggia la traversa con un tiro a giro dalla destra
25' Di Gennaro crossa basso per Sammarco, la sua conclusione termina fuori
28’ Bella palla dentro di Garofalo, Rafael in uscita bassa anticipa tutti e respinge
32' Fuga di Sgrigna sulla sinistra, palla dentro per Cacia che per un soffio non riesce a deviare in rete
35' Hallfredsson per Gomez Taleb, l'argentino di testa serve Cacia, ma il rimbalzo inganna la punta che non riesce a ribadire in rete
43' Porcari alto dal limite
46' Si chiude il primo tempo

Secondo Tempo
1' Inizia la ripresa
3' Cacia sfonda centralmente ma viene anticipato all'ultimo, sulla respinta Sgrigna colpisce a botta sicura, il palo interno gli nega il gol
13' Gomez Taleb indietro per Cacia, l'attaccante sbilanciato calcia alto
36' GOL Hallfredsson per Cacia che di testa non da scampo a Guarna
42' Goian di testa, Rafael blocca

SPEZIA (3-4-2-1): Guarna; Pasini, Goian, Romagnoli; Rui, Porcari, Musacci (dal 42' st Okaka), Garofalo; Sammarco (dal 30' st Bovo), Di Gennaro (dal 1' st Antenucci); Sansovini.
A disposizione: Iacobucci, Lollo, Mandorlini, Benedetti.
All.: Atzori.

HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Ceccarelli, Agostini; Hallfredsson, Bacinovic, Martinho (dal 21' st Jorginho); Gomez Taleb (dal 26' st Rivas) (dal 45' st Bianchetti), Cacia, Sgrigna.
A disposizione: Berardi, Carrozza, Cocco, Crespo.
All.: Bordin.

Arbitro: Irrati di Pistoia.
NOTE. Ammoniti: Martinho. Spettatori: 7.253.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]
SCI: Gran vittoria dell'azzurro PARIS nella mitica discesa libera di Kitzbuehel!
VITA DA EX: PENSALFINI? Gioca ancora nell'HINTERREGGIO e a breve potrebbe essere ingaggiato dal MANTOVA...
NBA: Ecco il nuovo stemma di New Orleans! Da HORNETS a PELICANS. Vittorie di misura per RAPTORS e KNICKS...

SCI, PARIS TRIONFA A KITZBUEHEL: AZZURRA LA PISTA DI DISCESA PIÙ DURA AL MONDO
Sabato 26 Gennaio 2013 - 14:55
VIENNA - Si tinge d'azzurro la Streif di Kitzbuehel. La più famosa e micidiale pista di discesa del mondo è stata domata da Dominik Paris in 1.57.56 che ha vinto alla grande sui 3.312 metri della gara che simboleggia lo sci alpino. Prima di lui c'era riuscito solo un altro italiano, il cortinese Kristian Ghedina nel 1998 ma su un tracciato un pò più corto. Paris, con il pettorale 20 ed in una discesa mai tanto emozionante, ha preceduto il canadese Erik Guay in 1.57.69 e l'austriaco Hannes Reichelt in 1.57.92. L'azzurro ha costruito la sua vittoria, dopo un modesto ritardo di 6 centesimi di secondo al primo intermedio, attaccando sempre, dall'inizio alla fine. Ma il suo capolavoro è stato sul salto e sulla micidiale S della Huasbergkante, quando Kitzbuehel e il formicolante arrivo appaiono in basso agli atleti lanciati ai 100 all'ora.
L'altoatesino ha infilato in alto, lottando cntro la forza centrifuga, la lunga diagionale per lanciarsi poi come un siluro nel Zielschuss finale dove ha superato i 142 kmh: Un vero capolavoro tattico. Prima però di festeggiare Paris ha saggiamente aspettato anche la discesa del suo compagno Christof Innerhofer. Penalizzato dai giudici Fis per non essersi fermato dopo una caduta in prova, Innerhofer è infatti partito come 46/o atleta nonostante avesse il pettorale 19. Ma per Innerhofer - in forma splendida, vincitore a Beaver Creek ed una settimana fa Wengen, terzo ieri in supergigante- non c'era ormai più niente da fare. Sulla Streif, infatti, con il passare del tempo si erano allungate sempre più le ombre delle cime della Hahnekamm con visibilita meno perfetta: ha chiuso 20/o in 1.59.48. Per l'Italia ci sono poi stati - risultati assolutamente buoni sulla Streif - Werner Heel 11/o in 1.58.81, Siegmar Klotz (con il pettorale 41) 12/o in 1.58.82 e Matteo Marsaglia 24/o in 1.59.83. Si è gareggiato con condizioni meto e di pista perfette davanti ad un pubblico di 50 mila persone che ha riempito la zona d'arrivo ed i bordi della pista su sino alla partenza. Le condizioni ottimali non hanno ovviamente impedito che, come sempre, sulla Streif ci fossero cadute spettacolari e drammatiche, finite però fortunatamente senza danni. Hanno coinvolto - per gli scaramantici - l'azzurro Peter Fill con il pettorale 13 ed il francese Johan Clarey con il 17. Domani a Kitzbuehel è in programma uno slalom speciale che sarà valido anche per la combinata con la discesa di oggi. L'anno scorso lo speciale venne vinto dall'azzurro Cristian Deville, come in passato avevano fatto solo Alberto Tomba (due volte) e Pierino Gros.

NBA, NEW ORLEANS CAMBIA NOME: ECCO IL NUOVO LOGO DEI 'PELICANS'
Venerdì 25 Gennaio 2013 - 11:04
NEW ORLEANS - La squadra di Nba di New Orleans ha annunciato che la prossima stagione lascerà il suo soprannome 'Hornets' per quello di 'Pelicans'. La squadra passerà inoltre dagli attuali colori azzurro e viola, all'azzurro, rosso e oro.
La Louisiana è conosciuta come lo «stato del Pellicano». L'uccello appare perfino sulla bandiera. «Era molto importante cambiare il nome di questo club con qualcosa che rappresentasse New Orleans e la Louisiana», ha detto il proprietario, Tom Benson, in un video.
Il nome di Pelicans si è imposto su oltre 100 altre possibilità che sono state vagliate. Il sindaco della città, Mitch Landrieu, si è detto d'accordo con la decisione. Il nome di Hornets (calabroni) è arrivato alla franchigia quando il precedente proprietario George Shinn lo portò a New Orleans nel 2002 dopo 14 anni a Charlotte.
Quando Benson comprò la squadra nell'aprile 2012 espresse il suo desiderio di trovare un nome che riflettesse meglio la città. Anche il nuovo logotipo incorpora un altro simbolo, il giglio, come quello della squadra di football americano, i New Orleans Saints, sempre di proprietà di Benson.

NY VINCE A BOSTON ALLO SCADERE, MELO FA PACE CON GARNETT -VIDEO
Venerdì 25 Gennaio 2013 - 10:52
BOSTON - Vittorie sul filo di lana per Raptors, Knicks e Suns nell'ultimo turno di Nba giocato nella notte italiana. Ancora privi dell'azzurro Andrea Bargnani, Toronto è tornata alla vittoria battendo 97-95 Orlando fuori casa. Decide un canestro di DeRozan proprio allo scadere.
Partita di cartello a Boston con la sfida tra Carmelo Anthony e Kevin Garnett, autori di una famosa lite a New York, e vittoria dei Knicks per un canestro (86-89). Infine, Phoenix che supera i Clippers, privi di Chris Paul, 93-88 con un Dragic in grande spolvero (24 punti e 8 assist). A Los Angeles non basta la buona prova di Crawford (21 punti).

I RISULTATI I risultati della regular season del campionato Nba: Orlando Magic-Toronto Raptors 95-97; Boston Celtics-New York Knicks 86-89; Phoenix Suns-Los Angeles Clippers 93-88.

FONTE: Leggo.it


LEGA PRO
Mantova, in definizione l'ingaggio di Pensalfini dall'Hinterreggio
25.01.2013 08.22 di Matteo Bursi
Fonte: TuttoMantova.it
Filippo Pensalfini è sempre più vicino a diventare un giocatore del Mantova. L'ufficialità arriverà a breve. In cambio dell'ex centrocampista del Verona, il club di viale Te gira all'Hintereggio i giovani Davide Esperimento e Nicola Maggio.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini