.

Anteprima EMPOLI-VERONA: L'HELLAS chiude l'andata con un cliente tutt'altro che comodo, l'EMPOLI dell'ex SARRI che, dopo un inizio tutt'altro che promettente negli ultimi mesi ha perso una sola volta infilando per il resto 8 vittorie e 2 pareggi! Fuori GOMEZ, MARTINHO e anche LANER...

Pubblicato da andrea smarso martedì 25 dicembre 2012 23:52, vedi , , , , , , | Nessun commento


ANTEPRIMA EMPOLI-VERONA
L'HELLAS chiude l'andata con un cliente tutt'altro che comodo, l'EMPOLI dell'ex SARRI che, dopo un inizio assolutamente deludente (4 punti nelle prime 9 gare con una salvezza che si profilava come un miraggio), negli ultimi mesi ha perso una sola volta (a Crotone) infilando per il resto 8 vittorie e 2 pareggi!
Come dire che, dalla 10^ giornata del 20 Ottobre, SASSUOLO, LIVORNO e VERONA non sarebbero stati al passo...
Del resto quando l'attacco è formato da una coppia come TAVANO (8 gol) e MACCARONE ogni sorpresa è possibile lasciando da parte, per rispetto all'anagrafe, il fantasista 21enne SAPONARA: 7 gol in 16 presenze e partite esaltanti anche nell'Under 21 azzurra.
Insomma avrà il suo bel da fare MANDORLINI nel 'domare' la tigre toscana che al 'Carlo Castellani' di Empoli vince da due mesi e ha concesso un punto solo allo SPEZIA senza la fantasia di MARTINHO e GOMEZ e con un centrocampo in cui il solo HALLFREDSSON sembra poter garantire dinamismo ed imprevedibilità al contrario degli 'altalenanti' JORGINHO e BACINOVIC...
Circa 500 i veronesi attesi allo stadio di Empoli con un 'rinforzo' che potrebbe arrivare dalla vicina Firenze con i tifosi della 'Viola' gemellati agli scaligeri

QUI EMPOLI
I difensori TONELLI e HYSASJ sono in forte dubbio, sicuramente out PRATALI oltre agli squalificati LAURINI e MACCARONE ma mister SARRI (che allenò l'HELLAS nella disastrosa annata di Lega Pro 2007-2008 succedendo per breve tempo a COLOMBA e venendo poi esonerato a favore di Davide PELLEGRINI che a quel tempo si occupava dei ragazzi della primavera) recupererà Mirko VALDIFIORI dopo la squalifica e probabilmente CROCE che con MCHEDLIZE dovrebbe andare almeno in panchina.
Praticamente certo l'impiego del giovane talento SAPONARA sulla trequarti dietro a TAVANO e con ogni probabilità a CORI che sostituirà 'Big Mac'.
Sicuramente assenti anche MORI, ACCARDI, FERREIRA, CAMILLUCCI, l'esperto 'bomber' CORALLI, BONIPERTI (nipote diretto del più famoso zio) e SHEKILADZE

Probabile Formazione
BASSI, PECORINI, ROMEO, REGINI, CRISTIANO, MORO, VALDIFIORI, SIGNORELLI, SAPONARA, TAVANO, CORI

QUI VERONA
Ancora fuori MARTINHO e GOMEZ che saranno recuperati con PUGLIESE solo alla ripresa del campionato dopo la sosta di Gennaio, dopo la manciata di minuti nell'ultima gara casalinga contro lo STABIA il 'soldato' LANER non è fra i convocati: Peccato! L'apporto dell'altoatesino sarebbe quanto mai prezioso al momento...
Rientrano in gruppo RIVAS e FATIC ma il secondo è stato lasciato fuori, squalificato CARROZZA dopo il doppio giallo rimediato Domenica.

Convocati
Portieri: 1 Rafael, 33 Berardi, 12 Nicolas.
Difensori: 5 Ceccarelli, 18 Moras, 20 Maietta, 3 Albertazzi, 13 Abbate, 29 Cacciatore, 25 Crespo.
Centrocampista: 19 Jorginho, 10 Hallfredsson, 24 Bacinovic, 32 Calvetti, 31 Owusu Ansah.
Attaccanti: 9 Grossi, 8 Cacia, 30 Bojinov, 23 Cocco, 7 Rivas

Probabile Formazione
RAFAEL, ABBATE, MORAS, MAIETTA, CACCIATORE, HALLFREDSSON, BACINOVIC, JORGINHO, GROSSI, CACIA, BOJINOV [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

DICONO
Il viceallenatore BORDIN «Sappiamo che dobbiamo affrontare una partita difficile, una squadra che nell'ultimo periodo ha raggiunto una maturità nel proporsi e nel gioco. Si sono ritrovati bene dopo un inizio di campionato titubante. Dopo la vittoria contro la Juve Stabia, la squadra ha ritrovato l'entusiasmo per affrontare una delle formazioni più in forma del campionato. Andiamo con la voglia di fare più punti possibili e anche sotto il profilo della prestazione ci aspettiamo molto. Prepararla bene, perché la vittoria di carattere di domenica ci fa ben sperare. La squadra ha saputo soffrire, sono venuti fuori valori non solo tecnici ma anche morali. Le insidie? Sappiamo che l'Empoli sta giocando molto bene, noi staremo attenti a non subire le loro iniziative. Pronti a controbattere ogni loro azione» HellasVerona.it

Il diesse SOGLIANO «Contro la Juve Stabia è stata una partita difficile, ma una vittoria meritata per lo spirito. Altre volte abbiamo fatto gare più importanti, ma senza questa sofferenza non siamo riusciti a vincerle. Ho visto un atteggiamento positivo contro una squadra molto fisica. Senza lo spirito di lottare palla su palla, non avremmo vinto nonostante le qualità tecniche. La Juve Stabia? Chi gioca contro prova delle alternative, perché contro di noi fanno tutti la partita della vita. E allora si prova anche ad innervosire l'avversario. Per questo, a maggior ragione, ci vuole uno spirito così. Cacia? Ha avuto l'occasione per il 2-0, se lo avesse segnato avremmo sofferto di meno nel finale. Ma sul rigore è stato bravo, perché i rigori bisogna anche saperli tirare bene. E lui l'ha fatto. I cambi pre-partita della Juve Stabia? Ci hanno caricato paradossalmente. Lo scambio delle formazioni è un atto ufficiale, non siamo a un torneo da bar. Cambiare due giocatori mi lascia perplesso... Comunque le scorrettezze degli avversari ci devono caricare e contro la Juve Stabia ci hanno aiutato a vincere la partita. Bisogna sottolineare il nostro spirito, è un atteggiamento che va rimarcato. Il ricorso per la squalifica di Mandorlini? Va fatta chiarezza una volta per tutte, perché sono state scritte molte inesattezze a riguardo: la società e l'allenatore di comune accordo, insieme all'avvocato Stefano Fanini, hanno deciso di procedere con la via del patteggiamento. Nessun ricorso mancato o una delegittimazione dell'allenatore da parte della società. Niente di più sbagliato: anzi, questa strada è stata percorsa per evitare una pena più severa, ribadisco di comune accordo con il mister. Tre mesi di squalifica? Questo lo dice lei (rivolto al giornalista, ndr), sicuramente una pena molto più severa rispetto alle quattro giornate di squalifica che sono state inflitte. Il mercato? Non toglie dei difetti a una squadra che è già in grado di togliersi da sola. E' normale che se ci saranno delle uscite ci saranno degli ingressi. Ma noi dobbiamo pensare a migliorare sotto tutti i punti di vista. Io sono molto esigente con i giocatori, mi aspetto molto da loro: così come dagli attaccanti mi aspetto i gol. L'infortunio di Martinho? E' un giocatore importante, quindi non è il caso di accelerare i tempi. Meglio non rischiare, lo ritroveremo nel 2013. Un pregio di Mandorlini? Le sue idee abbinate allo spirito che si è visto contro la Juve Stabia rendono di più» HellasVerona.it

JORGINHO 'Pensiamo a fare bene noi, degli altri ci interessa relativamente...' «Livorno-Sassuolo? Non tifo per nessuna delle due, sarà una bellissima partita ma noi dobbiamo pensare solamente all'Hellas Verona e da adesso anche all'Empoli, l’ho detto quando eravamo a 6 dalla seconda e lo ripeto adesso che siamo tornati a meno 4...» HellasVerona.it

'Bomber' CACIA sulla prossima sull'ultima gara di andata in Toscana «...Empoli in questo momento sarà una delle sfide più difficili, stanno davvero bene. In Toscana andremo alla ricerca della prestazione che per noi è importante: il risultato sarà una conseguenza. La continuità di risultati è determinante. Periodo no superato? Ci sono sempre dei momenti di flessione in un campionato lungo come questo. Mi aspetto che succeda anche a chi ci sta davanti. Personalmente, invece, credo possa capitare a noi attaccanti di avere dei momenti bui. Altre volte invece la palla ti tocca e va dentro. L’importante è lavorare al massimo per superare le difficoltà e prolungare i momenti positivi. I miei obiettivi? Salire di categoria con questi colori addosso e migliorare il mio record personale di gol» HellasVerona.it


ALTRE NEWS IN ALLEGATO
MERCATO: Il NOVARA vuole COCCO per l'attacco e l'aquisto dell'ex ALBINOLEFFE sarebbe per i piemontesi l'obiettivo numero uno ma al momento appare difficile che i gialloblù vogliano separarsi dal 26enne anche se non Andrea considera CACIA il titolare e l'eventuale rientro di FERRARI potrebbe spostare un po' di equilibri...

I 91 gol di Messi nel 2012

IN BREVE A PIÉ PAGINA
CALCIO SPAGNA: Ecco i 91 gol di MESSI nel 2012...
'SENTENZA' ZOLA: Il calcio italiano è inferiore, dobbiamo rinnovarci...
VITA DA EX: Manuel MANCINI da odiato scaligero a star della squadra salernitana in pochi mesi ma quei salti al grido di 'Chi non salta è veronese'...
CAVANI BOMBER DELL'ANNO! Nessuno ha segnato come l'attaccante del NAPOLI nell'anno che si stà chiudendo, al secondo posto DI NATALE poi MILITO...

RASSEGNA STAMPA
Da Verona almeno 500 tifosi, gara delicata sugli spalti
Rinforzi per le forze dell'ordine: in arrivo pullman di sostenitori dal Veneto e anche auto da Firenze
25/12/2012 - 20:16
Sono almeno 500 i tifosi del Verona attesi per la partita con l'Empoli di domani, mercoledì 26 dicembre, al 'Castellani'.
Un numero importante, che difficilmente si registra in serie B.
Anche per questo le forze dell'ordine che garantiscono l'ordine pubblico nella zona immediata vicina allo stadio si stanno preparando: previsti rinforzi da Firenze.
Sono attesi almeno 7 pullman da Verona più auto private, ma tifosi arriveranno anche da Firenze, visto che la Fiorentina e il Verona sono gemellati.

FONTE: GoNews.it


Empoli-Hellas Verona: le probabili formazioni
Oggi, nel giorno del Santo Natale, le squadre della serie B hanno lavorato in vista degli incontri programmati per la giornata di domani. Non hanno dunque fatto eccezione i nostri che nel pomeriggio, cosi come il Verona (in mattinata), sono scesi in campo per la rifinitura.

Due giorni per preparare una gara cosi, sono davvero, davvero pochi, ma mister Sarri lo ha detto, la nostra “fortuna” è che l’avversario, il blasone dell’avversario, farà si che la gara in qualche modo si carichi da sola. Riprendendo proprio le sue parole, basterà scrivere nello spogliatoio “Mercoledi, Verona!”. Ci sono però da registrare alcuni problemi dell’ultim’ora che fanno poco sorridere il mister, soprattutto in difesa perchè sia Tonelli, sia Hysaj sono in fortissimo dubbio per domani, assenze (non dimenticando quella di Pratali) che fanno coda a quella dello squalificato Laurini. Il fiorentino ha avuto un attacco influenzale, mentre per l’albanese sono venuti fuori i postumi dello scontro con Bassi di domenica, quelli che sembrava dovessero toglierlo dai giochi già dopo pochi minuti nel match con il Cittadella: ad oggi i due sono da considerare out. La soluzione primaria a cui si pensa è quella di mettere Pecorini a destra, Romeo centrale accanto a Regini e Cristiano a fare il terzino sinistro. Se dovesse recuperare Hysaj, non sarebbe sbagliato pensare a lui sulla destra. A centrocampo rienterà invece Valdifiori che ha scontato il suo turno di squalifica e con lui dovremmo trovare Moro e Signorelli che andrà a fare l’interno sinistro. Sta meglio Croce ed a Sarri non dispiacerebbe poterlo portare in panchina. Ed in panchina domani potrebbe andare anche Levan Mchedlidze: protagonista di un buon allenamento e carico come una molla, voglioso di ripagare la fiducia di tifosi e società, nonostante una prima parte di stagione travagliata per via dei tanti infortuni. Saponara sulla trequarti e Tavano in attacco saranno due certezze, con Cori che dovrebbe essere l’indiziato numero uno a sostituire lo squalificato Big Mac, e che nelle ultime settimane è apparso comunque in netta crescita. Non ci sbilanciamo sulla panchina che a stasera è molto difficile da fare visto che ci sono almeno 4/5 giocatori “border line”.
I sicuri assenti saranno Mori, Accardi (che forse rivedremo a Reggio Calabria, ndr), Pratali, Ferreira, Camillucci, Coralli, Boniperti, Shekiladze, Laurinì e Maccarone.
Come detto prima, la gara si prepara e si presenta da sola. Sarri ha ripetuto a grosse linee i concetti espressi prima della gara con lo Spezia, aumentando ovviamente la forza dell’avversario ed aggravando la nostra situazione per le diverse assenze, la somma fatela voi.

Natale di lavoro anche per il Verona, un Hellas che anche ad Empoli non potrà contare sul suo mister, Mandorlini, squalificato. Sarà quindi Bordin a guidare la squadra, una squadra che dovrà fare certamente a meno di Carrozza squalificato. Sono da valutare le condizioni di tre calciatori in forse, ovvero Juanito Gomez, Pugliese e Martinho. Rivas invece si è regolarmente allenato e potrebbe anche partire dal primo minuto al Castellani. Anche senza Mandorlini la squadra non cambierà atteggiamento tattico e sarà quindi 4-3-3. A Verona si sa, non si teme nessuno, ma la gara di domani è vista comunque con un occhio di riguardo, gli ottimi risultati ottenuti dagli azzurri nell’ultimo periodo hanno fatto si che Bordin, che ha presentato la gara, definisse quest’ultima come ostica e non scontata.

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:
BASSI RAFAEL
PECORINI ABBATE
ROMEO MORAS
REGINI MAIETTA
CRISTIANO ALBERTAZZI
MORO HALLFREDSSON
VALDIFIORI JORGINHO
SIGNORELLI GOMEZ
SAPONARA BOJINOV
TAVANO CACIA
CORI RIVAS
Al. Coc.

FONTE: PianetaEmpoli.it


SERIE B
Empoli-Verona: mai un pareggio, mai lo stesso risultato
26.12.2012 09.48 di Redazione TMW.
Una fra le squadre più in forma del momento, l'Empoli di Maurizio Sarri, ospita quel Verona che ad agosto la critica dava per sicuro vincitore della Serie B, ma che adesso è costretto ad inseguire Sassuolo e Livorno.
In riva all'Arno il risultato più frequente fra match di A e B è l'1-0.
Tre volte è comparso premiando i padroni di casa. In un'occasione a vantaggio degli ospiti. Mentre in due precedenti c'è scappata la goleada: la stagione scorsa, 2011-2012, 1-3, e nel 1948-1949, 4-1.
Da rilevare, quindi, la mancanza assoluta di segni "x" ma, soprattutto, la presenza di 4 risultati differenti in 4 testa a testa di cadetteria.
Come scritto qualche riga sopra l'Empoli è la seconda miglior compagine di B fra l'11esima e 20esima giornata: 23 punti conquistati, miglior attacco con 23 centri, una "serie gol" interrotta domenica scorsa dallo 0-0 sul campo del Cittadella dopo ben 10 turni senza soluzione di continuità.
Il Verona di Andrea Mandorlini invece è reduce dalla difficile vittoria sulla Juve Stabia (rigore di Cacia) e fuori casa non conquista i tre punti della 14esima giornata, 2-0 a Terni.

CONFRONTI DIRETTI A EMPOLI (SERIE A E SERIE B)
6 incontri disputati
4 vittorie Empoli
0 pareggi
2 vittorie Verona
8 gol fatti Empoli
5 gol fatti Verona

PRIMA SFIDA A EMPOLI (SERIE B)
Empoli-Verona 4-1, 30° giornata 1948/1949
ULTIMA SFIDA A EMPOLI (SERIE B)
Empoli-Verona 1-3, 16° giornata 2011/2012

SERIE B
Novara, contatti avviati col Verona per Cocco
24.12.2012 23.42 di Marco Frattino
Impiegato col contagocce da Mandorlini, potrebbe essere lontano da Verona il futuro di Andrea Cocco (26). L'attaccante arrivato in estate all'Hellas rappresenta il primo obiettivo per l'attacco del Novara, col club piemontese che - rivela il giornalista ed esperto di mercato Alfredo Pedullà sul suo sito - ha già avviato discorsi importanti per il centravanti ex Cagliari e Albinoleffe.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


LE INTERVISTE
SerieBWin, Massimo Caputi fa il punto sul campionato cadetto
25.12.2012 14:00 di Carlotta Delperdono
Il campionato di Serie bwin non va in vacanza esi prepara a regalare emozioni. Intanto, nella prima delle tregiornate in 8 giorni, brilla sempre di più la stella del Sassuolo. A suon di prestazioni di livello e vittorie, la squadra di Di Francesco colleziona record e si guadagna con un turno d'anticipo il titolo di campione d'inverno. Il Livorno ha perso terreno ma aveva l'impegno più difficile sul campo del Brescia, mercoledì il big match dell'Ardenza sarà tutto da seguire. Il Verona riesce a mantenere le distanze, seppur gioco e condizione lascino a desiderare. Le prime tre hanno comunque un passo notevole e ancora deve emergere la squadra che, da quarta, possa tirare anche le altre ad accorciare le distanze, scongiurando il pericolo di non disputare i play off. Potrebbe recitare questo ruolo il Padova che con Colomba in panchina ha subito centrato 3 punti pesanti a La Spezia, ma possono farlo anche Varese, Modena o Brescia. In coda, a poco è servito l'ennesimo cambio in panchina del Grosseto e la Reggina, con il goal di Comi, ha dato ossigeno alla classifica, mentre il Novara, ottenendo la terza vittoria consecutiva, sembra aver trovato finalmente il passo giusto per la risalita.

Massimo Caputi
Direttore Serie B Tv

PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Hellas Verona, caccia a un centrocampista
24.12.2012 15:22 di Redaz. TuttoB.com
Fonte: di Carlotta Delperdono
L'Hellas Verona a gennaio è pronto a rinforzarsi sul mercato per centrare la promozione diretta in Serie A. La dirigenza gialloblù sta cercando un centrocampista di personalità ed esperienza per completare il reparto.
Carlotta Delperdono

PRIMO PIANO
Serie BWin 20^ Giornata, la Top 11 di TuttoB
24.12.2012 19:30 di Redaz. TuttoB.com
Fonte: di Giuse.Bor
Ecco la Top 11 di TuttoB.com per la 20^ Giornata di campionato:

Portiere:
Michele Arcari (Brescia): Grandissima prestazione del numero 1 delle rondinelle, la doppia prodezza che compie su Dionisi prima neutralizzando il penalty del livornese e successivamente anche la ribattuta dell'attaccante amaranto è qualcosa di straordinario. Il punto che porta a casa la squadra di Calori è merito soprattutto delle sue parate fantastiche.

Difesa:
Romano Perticone (Novara): Realizza il suo primo gol con la maglia dei piemontesi in una partita fondamentale, la rete al difensore ex Livorno mancava addirittura dal novembre 2010. Oltre al gol fornisce con la sua prestazione molta sicurezza al reparto arretrato degli azzurri.

Vasco Regini (Empoli): Prestazione eccellente quella del giovane difensore mancino, gioca con l'esperienza di un calciatore maturo e non sbaglia niente. Se il Cittadella non ha avuto molte chance di rendersi pericoloso è soprattutto merito suo.

Manuel Scalise (Ascoli): Altro match molto positivo disputato dal difensore dell'Ascoli, interessante il duello che lo ha visto opposto a Vitale durante tutta la partita. Sempre pericolose le sue discese che mettono in affanno più di una volta la difesa della Ternana. Propizia l'autogol della squadra umbra così permettendo ai marchigiani di conquistare tre punti fondamentali.

Centrocampo:
Dejan Lazarevic (Modena): Si conferma ancora una volta tra i migliori della giornata di Serie B, calciatore fondamentale per i canarini, lo dimostra dando continuita e precisione anche sotto rete aspetto importante che gli era mancato nell'ultima stagione. Sempre pericoloso durante il match, crea pericoli costanti alla difesa vicentina.

Jorginho (Verona): Elemento insostituibile del centrocampo scaligero, illumina la maggior parte delle manovre della squadra di Mandorlini. Se continua così sarà certamente uno dei pezzi pregiati del prossimo calciomercato.

Alex Pinardi (Vicenza): Gara fantastica dell'esperto numero 10 biancorosso, ottimo l'assist che ha permesso di sbloccare la gara e successivamente molto freddo nella rete realizzata su rigore. Da sottolineare anche un gran tiro pericoloso nel corso della ripresa, una gara insomma da vero leader della squadra.

Simone Missiroli (Sassuolo): Ennesima prova di qualità del centrocampista neroverde, corre tantissimo per tutti i 90 minuti di gioco coprendo sia la zona di centrocampo che quella d'attacco, come dimostra il tap in vincente che ha portato in vantaggio gli emiliani.

Attacco:
Diego Farias (Padova): Con le due reti realizzate contro lo Spezia sale a quota otto gol in stagione, si dimostra un attaccante di razza in entrambe le realizzazioni, dimostrando grandi doti da finalizzatore e permette alla squadra di Colomba di vincere una partita difficile su un campo ostico come il “Picco”.

Leonardo Pavoletti (Sassuolo): La sua rete è da bomber vero, ottimo il cross di Troiano sul quale l'attaccante del Sassuolo arriva in tuffo di testa con un avvitamento perfetto. Settimo sigillo stagionale e prestazione in crescendo rispetto le ultime gare.

Stefano Okaka (Spezia): Segna il suo primo gol al “Picco” e crea da solo molte occasioni da rete. Nel finale realizza la rete del pareggio ma per sua sfortuna la terna arbitrale annulla, comunque sicuramente un calciatore ritrovato per gli aquilotti.

Allenatore:
Franco Colomba (Padova): Non ci poteva essere esordio migliore per il nuovo allenatore del Padova, riesce a espugnare con un ottimo gioco e tanta sofferenza il “Picco” al cospetto di uno Spezia arrembante soprattutto nelle battute finali di gara. Riporta il Padova in zona play-off dopo la crisi dell'ultimo periodo, sono ventinove ora i punti per i veneti e se la squadra continuerà su questa strada risalirà in fretta la classifica.
Giuse.Bor

LE INTERVISTE
Pedullà: "Il Novara pronto ad ingaggiare una punta dall'Hellas"
24.12.2012 20:50 di Carlotta Delperdono
Il noto esperto di mercato di SportItalia Alfredo Pedullà ha fatto il punto sul mercato di Novara sulle pagine del proprio sito ufficiale: "Il Novara è alla ricerca di un attaccante e ha messo nel mirino Andrea Cocco dell'Hellas Verona". Sogliano si priverà di uno dei suoi gioielli?

FONTE: TuttoB.com


Bordin: "C'è l'entusiasmo giusto per sfidare l'Empoli"
Postata il 25/12/2012 alle ore 16:20
Il vice allenatore gialloblù alla vigilia della sfida contro l'Empoli: "Sono la squadra più in forma, ma la vittoria ci ha dato carica e mi aspetto molto sul piano della prestazione"
SANDRA' - Ecco le dichiarazioni del vice allenatore gialloblù, Roberto Bordin, alla vigilia della sfida contro l'Empoli, valida per la 21a giornata e in programma mercoledì 26 dicembre alle ore 15: "Sappiamo che dobbiamo affrontare una partita difficile, una squadra che nell'ultimo periodo ha raggiunto una maturità nel proporsi e nel gioco. Si sono ritrovati bene dopo un inizio di campionato titubante. Dopo la vittoria contro la Juve Stabia, la squadra ha ritrovato l'entusiasmo per affrontare una delle formazioni più in forma del campionato. Andiamo con la voglia di fare più punti possibili e anche sotto il profilo della prestazione ci aspettiamo molto. Prepararla bene, perché la vittoria di carattere di domenica ci fa ben sperare. La squadra ha saputo soffrire, sono venuti fuori valori non solo tecnici ma anche morali. Le insidie? Sappiamo che l'Empoli sta giocando molto bene, noi staremo attenti a non subire le loro iniziative. Pronti a controbattere ogni loro azione".
Ufficio Stampa

Empoli-Hellas Verona: 20 convocati
Postata il 25/12/2012 alle ore 16:20
Sono 3 portieri, 7 difensori, 5 centrocampisti e 5 attaccanti i gialloblù a disposizione di Bordin per la trasferta in programma mercoledì 26 dicembre
SANDRA' - Dopo la rifinitura, il vice allenatore gialloblù Roberto Bordin ha convocato 20 giocatori per la sfida contro l'Empoli, in programma mercoledì 26 dicembre (ore 15) e valida per la 21a giornata del campionato Serie bwin. Fa parte del gruppo Rivas (nella foto), mentre Laner e Fatic, nonostante siano da considerare recuperati, restano fuori a scopo precauzionale. Non ci saranno gli infortunati Martinho, Gomez e Pugliese. Ecco, di seguito, l'elenco completo dei convocati.

Portieri: 1 Rafael, 33 Berardi, 12 Nicolas.
Difensori: 5 Ceccarelli, 18 Moras, 20 Maietta, 3 Albertazzi, 13 Abbate, 29 Cacciatore, 25 Crespo.
Centrocampista: 19 Jorginho, 10 Hallfredsson, 24 Bacinovic, 32 Calvetti, 31 Owusu Ansah.
Attaccanti: 9 Grossi, 8 Cacia, 30 Bojinov, 23 Cocco, 7 Rivas.
Ufficio Stampa

Sogliano: "Ho visto un grande spirito di squadra"
Postata il 24/12/2012 alle ore 10:47
Il direttore sportivo gialloblù in tv a "La domenica nel pallone": "Con questo atteggiamento le idee di Mandorlini rendono di più. E le scorrettezze avversarie ci hanno caricato"
VERONA - Ecco le dichiarazioni del direttore sportivo gialloblù, Sean Sogliano, intervenuto alla trasmissione televisiva "La domenica nel pallone" in onda su TeleArena e condotta dal giornalista Gianluca Tavellin: "Contro la Juve Stabia è stata una partita difficile, ma una vittoria meritata per lo spirito. Altre volte abbiamo fatto gare più importanti, ma senza questa sofferenza non siamo riusciti a vincerle. Ho visto un atteggiamento positivo contro una squadra molto fisica. Senza lo spirito di lottare palla su palla, non avremmo vinto nonostante le qualità tecniche. La Juve Stabia? Chi gioca contro prova delle alternative, perché contro di noi fanno tutti la partita della vita. E allora si prova anche ad innervosire l'avversario. Per questo, a maggior ragione, ci vuole uno spirito così. Cacia? Ha avuto l'occasione per il 2-0, se lo avesse segnato avremmo sofferto di meno nel finale. Ma sul rigore è stato bravo, perché i rigori bisogna anche saperli tirare bene. E lui l'ha fatto. I cambi pre-partita della Juve Stabia? Ci hanno caricato paradossalmente. Lo scambio delle formazioni è un atto ufficiale, non siamo a un torneo da bar. Cambiare due giocatori mi lascia perplesso... Comunque le scorrettezze degli avversari ci devono caricare e contro la Juve Stabia ci hanno aiutato a vincere la partita. Bisogna sottolineare il nostro spirito, è un atteggiamento che va rimarcato. Il ricorso per la squalifica di Mandorlini? Va fatta chiarezza una volta per tutte, perché sono state scritte molte inesattezze a riguardo: la società e l'allenatore di comune accordo, insieme all'avvocato Stefano Fanini, hanno deciso di procedere con la via del patteggiamento. Nessun ricorso mancato o una delegittimazione dell'allenatore da parte della società. Niente di più sbagliato: anzi, questa strada è stata percorsa per evitare una pena più severa, ribadisco di comune accordo con il mister. Tre mesi di squalifica? Questo lo dice lei (rivolto al giornalista, ndr), sicuramente una pena molto più severa rispetto alle quattro giornate di squalifica che sono state inflitte. Il mercato? Non toglie dei difetti a una squadra che è già in grado di togliersi da sola. E' normale che se ci saranno delle uscite ci saranno degli ingressi. Ma noi dobbiamo pensare a migliorare sotto tutti i punti di vista. Io sono molto esigente con i giocatori, mi aspetto molto da loro: così come dagli attaccanti mi aspetto i gol. L'infortunio di Martinho? E' un giocatore importante, quindi non è il caso di accelerare i tempi. Meglio non rischiare, lo ritroveremo nel 2013. Un pregio di Mandorlini? Le sue idee abbinate allo spirito che si è visto contro la Juve Stabia rendono di più".
Ufficio Stampa

Sandrà: Rivas e Fatic con il gruppo
Postata il 24/12/2012 alle ore 21:00
I due gialloblù hanno ricominciato ad allenarsi regolarmente con i compagni. Ha ripreso la rieducazione anche Martinho. Squalificato Carrozza per una giornata
SANDRA' - Seduta mattutina per i gialloblù dopo la vittoria contro la Juve Stabia. I giocatori che sono stati utilizzati domenica hanno svolto soltanto una corsa leggera e un allenamento defaticante, mentre chi non è sceso in campo ha svolto riscaldamento, torelli, esercitazioni tattiche per reparti e partita. Ha lavorato con i compagni Rivas, ripreso completamente dall'infortunio. E al gruppo si è aggregato regolarmente anche Fatic. Lavoro differenziato per Pugliese, mentre doppia seduta per Martinho. A Empoli non potrà essere disponibile Alessandro Carrozza, squalificato per una giornata dal giudice sportivo. La squadra svolgerà martedì la rifinitura a Sandrà prima della partenza per Empoli nel pomeriggio.

Martedì: seduta mattutina (ore 11.30).
Mercoledì: Empoli-Hellas Verona (ore 15).
Ufficio Stampa

Empoli-Hellas Verona: biglietti in vendita anche a Natale
Postata il 24/12/2012 alle ore 21:40
Tagliandi disponibili del Settore Ospiti (3.100 posti, prezzo 8 euro) presso il circuito TicketOne per la trasferta in programma mercoledì 26 dicembre
VERONA - In riferimento alla partita Empoli-Hellas Verona in programma mercoledì 26 dicembre (ore 15), l'Empoli F.C. ha comunicato le modalità di prevendita dei biglietti per la sfida con l'Hellas Verona. I tagliandi del Settore Ospiti dello stadio Castellani (capienza 3.100 posti; costo tagliando 8 euro), sono acquistabili dai possessori della Tessera del Tifoso, muniti di un documento originale d'identità, presso il circuito TicketOne abilitati alla vendita del Settore Calcio Ospiti fino alle ore 19 di martedì 25 dicembre.

Ecco, di seguito, i punti vendita nel veronese:
Poste Shop, via Cattaneo 23, Verona
La Galleria, via Cattaneo 22/A, Verona
Cts Verona, Lungadice Porta Vittoria 5/A, Verona
Game Service, via Centro 153, Verona
Le Corti Venete, San Marino Buon Albergo
Petra Antica, piazza Vittorio Emanuele 12, Sant'Ambrogio di Valpolicella (aperto anche il giorno di Natale fino alle ore 19)
Music Play, Centro Commerciale, San Bonifacio
Music Shop, via XXV Aprile 50, Nogara
Poste Shop, via Foro Boario 10, Bussolengo
Gong, via De Gasperi 12, Bussolengo
Azimut, via Roma 42, Legnago
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


[OFFTOPIC]
CALCIO SPAGNA: Ecco i 91 gol di MESSI nel 2012...
'SENTENZA' ZOLA: Il calcio italiano è inferiore, dobbiamo rinnovarci...
VITA DA EX: Manuel MANCINI da odiato scaligero a star della squadra salernitana in pochi mesi ma quei salti al grido di 'Chi non salta è veronese'...
CAVANI BOMBER DELL'ANNO! Nessuno ha segnato come l'attaccante del NAPOLI nell'anno che si stà chiudendo, al secondo posto DI NATALE poi MILITO...

CAVANI BOMBER DEL CAMPIONATO 2012 CON 43 GOL. SEGUONO DI NATALE E MILITO
Lunedì 24 Dicembre 2012 - 10:44
NAPOLI - Alla fine di ogni anno i bilanci, spesso corredati di dati e cifre, sono d'obbligo. Anche il calcio ha i suoi record. Lo scettro di bomber del campionato italiano 2012 va a Edinson Cavani. In totale, l'attaccante del Napoli negli ultimi 12 mesi ha firmato 43 reti. Dietro di lui Antonio Di Natale, che ha siglato 30 gol, soltanto uno in più di Diego Milito. Più indietro Ibrahimovic, El Shaarawy e Klose.
Nel 2012 Cavani ha fatto meglio di tutti. Il giocatore ha segnato 27 reti in Serie A, 6 in Coppa Italia, una nelle qualificazioni dei Mondiali, 7 in Europa League, una in Champions League e una in Supercoppa italiana. Alle sue spalle Totò Di Natale ha realizzato 23 in Serie A, 5 in Europa League, uno in Coppa Italia e uno a Euro 2012. Nella speciale classifica dei bomber dell'anno, si piazza poi Diego Milito. L'attaccante dell'Inter ha realizzato 29 gol: 28 in Serie A e uno in Champions League.

FONTE: Leggo.it

ALTRE NEWS
Salernitana, Mancini da odiato a idolo in pochi mesi. Ma da Verona...
24.12.2012 20:00 di Alessio LAMANNA
Fonte: www.granatissimi.com
Il suo arrivo era stato accolto con un certo scetticismo, sia perchè era fermo da un anno, sia perchè l’idea Togni sembrava allettare maggiormente la piazza, sia, soprattutto, per un passato da calciatore del Verona che lo aveva visto scendere in campo in quella maledetta finale play off persa dalla Salernitana di Lombardi anche a causa di alcune discutibili decisioni arbitrali. Fu in quell’occasione che il tecnico scaligero Andrea Mandorlini iniziò ad ostentare un atteggiamento alquanto provocatorio nei confronti della torcida granata che ascoltò con rabbia e delusione il coro “ti amo terrone” lanciato dal trainer veronese in occasione della presentazione della squadra.

Presentazione alla quale prese parte anche Manuel Mancini che, dopo aver raggiunto l’accordo con Mariotto e Lotito a poche ore dalla chiusura del mercato estivo, si è immediatamente calato nella realtà della Seconda Divisione con l’obiettivo di conquistare il cuore di una tifoseria che, nel match d’esordio contro L’Aquila, in tribuna gli rivolse epiteti poco gratificanti non perdonandogli i suoi trascorsi in maglia gialloblu. Il calcio, però, è davvero strano e nel giro di poche settimane Mancini è diventato un vero e proprio idolo dei granata, innamorati di un calciatore dotato di classe sopraffina, misteriosamente costretto a girovagare per i campetti della C2 e che sta letteralmente trascinando la propria squadra verso palcoscenici decisamente più consoni al blasone della piazza. Sabato pomeriggio l’apoteosi, con il coro “chi non salta è di Verona” che ha coinvolto non solo i 5500 dell’Arechi, ma anche lo stesso Mancini, che ha saltato assieme ai ragazzi della curva guadagnando applausi e numerosi consensi.

Un gesto goliardico che, tuttavia, ha scatenato la reazione di tanti tifosi del Verona, che hanno preso d’assalto la bacheca Facebook del calciatore inondandola di insulti e minacce sin da ieri mattina; offese personali, epiteti irripetibili, bestemmie, insulti ai familiari e anche oltre. E’ stato scritto davvero di tutto da parte di qualcuno che, evidentemente, si è sentito tradito da un calciatore che, comunque, ha contribuito alla vittoria di quel campionato. Da contraltare, però, ecco le innumerevoli manifestazioni d’affetto da parte del popolo granata, che s’è stretto compatto al fianco del proprio campione testimoniandogli vicinanza e gratitudine per quanto fatto sin qui con la maglia della Salernitana. Ciò a conferma di un legame indissolubile tra Salerno e Mancini e di una storia partita col piede sbagliato e che ora s’è trasformata in una favola a lieto fine.

FONTE: TuttoLegaPro.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini