.

VERONA 2-0 GROSSETO L'HELLAS non brilla ma in questa stagione c'è un finalizzatore spietato in area: CACIA. Il centravanti in effetti toglie dall'imbarazzo un VERONA piuttosto imballato che forse ha disputato il peggior primo tempo di questa stagione e c'è sempre quella tendenza a tirare i remi in barca dopo il vantaggio...

Pubblicato da andrea smarso domenica 14 ottobre 2012 17:44, vedi , , , , , , | Nessun commento


LA GARA & LE IMPRESSIONI...
Prima mezz'ora con i toscani che giochicchiano in difesa aggrediti dai gialloblù che però non riescono a rendersi pericolosi più che tanto e quando giungono sul fondo e cercano i compagni in area, nessuno si assume la responsabilità del tiro!
E' così che la gara non offre nessuna vera occasione da gol ed è avara di emozioni: L'unica è quella fornita da capitan MAIETTA in una delle sue 'leggendarie' discese centrali...
Al 32° ecco il 'lampo' di CACIA: l'attaccante riceve da MARTINHO, controlla freddo in area, scarta BREMEC e deposita in rete! HELLAS in vantaggio col 6° gol di Daniele che finalmente si sblocca anche al 'Binti'.
La risposta degli avversari sta tutta in un tiro di SFORZINI che, incalzato da MORAS, spara alto...
Finisce forse uno dei più brutti primi tempi di questo campionato al 'Bentegodi': Numerosi gli errori dei gialloblù poco incisivi con la coppia CARROZZA-GOMEZ TALEB e grintosi ma senza idee a centrocampo mentre gli esterni di difesa non spingono e soffrono anzi quando sono chiamati a difendere.

Come accade troppo spesso i gialloblù una volta in vantaggio cercano di gestire correndo qualche pericolo di troppo nella ripresa e nel primo quarto d'ora sono i toscani a guadagnare campo poi CACIA da la 'scossa' e con un paio di tiri molto pericolosi cerca di tenere la squadra 'sul pezzo'.
SOMMA capisce che il VERONA è un po' in difficoltà e prova le carte BONANNI e LANZAFAME per cercare il pareggio e la mossa è azzeccata: Al 32° BONANNI crossa per SFORZINI che anticipa MORAS ed incorna verso la rete: RAFAEL è battuto ma la palla sfiora il palo ed esce!
MANDORLINI risponde cambiando fascia ai terzini e poco dopo è il VERONA ad essere pericolosissimo con CACIA che supera BREMEC con un gran pallonetto ma è poi il portiere ad agganciare la palla in extremis sulla linea di porta...
Al 38° ecco la doppietta di CACIA che balza ancora in testa ai cannonieri della B! GROSSI da l'avvio all'azione per MARTINHO che crossa a centro area una palla intercettata dal piattone mancino del centravanti: niente da fare per BREMEC che pure aveva intuito in un primo tempo...
La gara si chiude virtualmente qui anche se nei secondi finali COCCO avrebbe la palla buona ma la spreca malamente e sulla ripartenza i toscani colgono un palo!

Che dire? Gara non certo esaltante degli scaligeri che però quest'anno hanno un finalizzatore eccezionale in CACIA: il centravanti è sicuramente il migliore in campo e con la doppietta di oggi consacra la sua ancor breve avventura scaligera.
Molto efficace la coppia MAIETTA-MORAS col capitano che in particolare impressiona per sicurezza e tempestività nelle chiusure ben assistito dal greco.
Gara sottotono della mediana con LANER e MARTINHO un po' in ombra e JORGINHO autore di parecchi errori sopratutto nel dettare l'ultimo passaggio...
Anche gli esterni d'attacco non brillano ma anche questa purtroppo non è ua novità...
'Accontentiamoci' della vittoria che permette all'HELLAS di restare in scia alla sorpresa SASSUOLO e scavalcare il LIVORNO al secondo posto, per gioco e spettacolo c'è ancora tempo [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

La doppietta con la quale CACIA griffa la vittoria sul GROSSETO
DICONO
Mister SOMMA 'Usciamo dal Bentegodi a testa alta' «Il giocare arretrati e guardinghi nel primo tempo è stata una nostra scelta, l'obiettivo era far stancare l'avversario e cercare di ripartire in contropiede sfruttando qualche spazio. Questo tipo di atteggiamento da grandi benefici nella seconda parte della gara se riesci a contenere nel primo tempo. Credo che il Verona abbia avuto le sue palle goal, ma anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni, credo che nel secondo tempo abbiamo avuto anche più occasioni noi. Credo che siamo usciti a testa alta dagli ultimi due match, non per il risultato ma per la prestazione contro due grandi squadre» TuttoB.com

CACIA «Senza di me sarebbe stata più dura? Non sono d'accordo, la squadra viene sempe prima del singolo ed il mister ci prepara adeguatamente durante la settimana... Anche oggi è stata dura in un gara che come sempre in Serie B non ti regala niente... Certi rischi sono purtroppo inevitabili in questa categoria, alcune volte va bene altre, come a Padova, va male ma mi sembra normale. Ringrazio la squadra e l'allenatore che imposta la compagine sulle mie caratteristiche, spero di potermi togliere tante altre soddisfazioni...» RadioVerona

MANDORLINI «CACIA toglie le castagne dal fuoco? L'abbiam preso per segnare ed è esttamente quello che sta facendo... Col GROSSETO partita dificile che ad un certo punto abbiamo messo sul binario giusto soffrendo forse nel finale ma con una squadra tosta come il GROSSETO ci stà... C'è sempre da migliorare ma oggi l'importante era vincere per il resto ci sarà tempo. COCCO? Debutto importante ed importante era per il ragazzo è che sia tornato finalmente ad 'assaggiare' il campo...» RadioVerona

MARTINELLI «Graze per quegli applausi molto apprezzati a me e a SETTI: I tifosi hanno dimostrato ancora una volta quanto sono preziosi col loro attaccamento... La gara col GROSSETO? Abbiamo vinto meritatamente dopo una gara condotta costantemente sul piano del gioco» RadioVerona

CRESPO «Era importante vincere per a fiducia dopo la sconfitta di PADOVA... Il rigore sul mio intervento a LANZAFAME? Nulla di particolare... Ci stiamo ritrovando a poco a poco come squadra e forse soffriamo un po' nel finale dovremo migliorare sotto quell'aspetto. Il SSSUOLO? Impressiona, speriamo di andarli a prendere un po' alla volta » RadioVerona

L'ex centrocampista gialloblù Eugenio CORINI, subentrato a DI CARLO come allenatore del CHIEVO, sfida il VERONA: «Aspetto di giocare il derby, ovviamente in serie A».
Bravo 'genio'! Ho come l'impressione che non sei il solo ad aspettarlo... E pensa: c'è chi lo aspetta da (molto) più tempo di te

L'ex allenatore scaligero CAGNI 'Il VERONA rimane il massimo favorito per la promozione...' «Il Verona di Mandorlini? E' una conferma. Ha fatto bene la scorsa stagione e ha tutte le carte in regola per andare in Serie A senza passare per i play-off. Forse ancora deve trovare l'amalgama giusto, ma Mandorlini è ormai esperto e la squadra è molto compatta».
La classifica vede però il Sassuolo in testa. «Si tratta di una annata particolare. Per me il Verona è favorito, poi non vedo un'altra favorita per la promozione diretta. Certamente non c'è una squadra che possa ripetere il campionato del Torino nella scorsa stagione, per la seconda piazza resta tutto aperto» TuttoMercatoWeb.com

Verona 2-0 Grosseto: Gli highlights della gara

VERONA 2-0 GROSSETO
Rimandato ancora il debutto di ALBERTAZZI in maglia scaligera, MANDORLINI ripropone CRESPO come terzino destro (CACCIATORE agirà dalla parte opposta), consueta mediana a tre con JORGINHO a dirigere affiancato dal nerbo di LANER e la fantasia di MARTINHO.
CARROZZA giocherà da esterno d'attacco (RIVAS inizialmente in panca) con GOMEZ dall'altra parte e CACIA al centro.
Prima panchina per COCCO che finalmente, dopo il lungo infortunio, tornerà sicuramente utile alla causa.
Esordio del 3-5-2 per il GROSSETO di SOMMA con RIGIONE e CALDERONI esterni alti di difesa, OBODO-DELVECCHIO e FOGLIO a centrocampo e LUPOLI a dare una mano davanti a capitan SFORZINI.

PRIMO TEMPO
6° Ammonito PADELLA che stende GOMEZ proprio al limite dell'area toscana: Bello lo spunto dell'argentino! JORGINHO batte la punizione e sugli sviluppi CARROZZA va al cross purtroppo impreciso...
10° Altro errore di CARROZZA che poteva lanciare CACIA e invece sbaglia! Peccato...
11° Mimmo MAIETTA imperioso nell'affondo! Supera quattro avversari nel settore centrale poi serve GOMEZ che purtroppo, contrastato da RIGIONE, non trova lo specchio...
13° Tiro di OBODO ampiamente alto
17° CARROZZA crossa per CACIA ma il suo pallonetto è neutralizzato facilmente dalla difesa avversaria
25° GOMEZ sfugge a OLIVI e serve CARROZZA che penetra in area ma invece di tirare serve LANER che cerca un compagno e l'azione sfuma...
29° Altro tiro dal limite di OBODO, per fortuna la mira non è delle migliori
30° Mischia in area scaligera: Risolve RAFAEL in uscita
32° Bel servizio di MARTINHO per CACIA che finalmente da una svolta alla gara e porta in vantaggio l'HELLAS: All'interno dell'area del GROSSETO Daniele controlla e brucia BREMEC!
38° OBODO da destra crossa per SFORZINI che intercetta ma fortunatamente tira alto incalzato da MORAS
40° MARTINHO prova lo schema su punizione con JORGINHO, la palla va all'accorente CARROZZA che spara fuori abbastanza ignobilmente...
44° CALDERONI tira dalla distanza, nessun problema per RAFAEL

SECONDO TEMPO
3° FOGLIO 'ciabatta' CRESPO: Secondo giallo per i toscani
4° Tiro dalla distanza di LANER palla alta
7° Il primo calcio d'angolo della gara è battuto dai toscani, sugli sviluppi RAFAEL esce male e perde palla quasi consentendo a SFORZINI il tiro: Che pericolo...
10° CACIA riceve palla un po' decentrato sulla destra pronto il tiro ma adeguata è anche la risposta di BREMEC purtroppo...
12° CACIA tiene palla in attacco poi serve MARTINHO che chiama al tiro CARROZZA: la palla è neutralizzata dalla difesa ospite. Ammonizione per CACCIATORE...
14° Ficcante azione sulla sinistra avviata da MARTINHO che prolunga per CARROZZA che crossa per CACIA dalla parte opposta: Il tiro al volo di CACIA finisce (forse con una deviazione degli avversari) trova solo l'esterno della rete...
15° Entra BONANNI per FOGLIO nel GROSSETO
17° GROSSI sostituisce CARROZZA nell'HELLAS
19° CACIA servito da MARTINHO parte in contropiede ma il guardalinee, con colpevole ritardo, segnala un offside molto dubbio...
20° MARTINHO per GOMEZ, palla a CACIA che non inquadra purtroppo lo specchio della porta toscana
21° BONANNI cerca LUPOLI tiro pericoloso dell'attaccante ma la palla esce! LANZAFAME da il cambio a RIGIONE: GROSSETO a trazione anteriore...
24° SFORZINI di testa: palla alta!
25° LANZAFAME rotola in area alla ricerca del rigore dopo un intervento di CRESPO: Non ci casca il signor Abbattista ma il pubblico del 'Binti' becca l'avversario con un 'Buffone! Buffone!'
27° Bell'angolo conquistato da GROSSI
31° Entra JADID a sostituire OBODO nelle fila biancorosse
32° BONANNI crossa per SFORZINI che anticipa MORAS ed incorna verso la rete: RAFAEL è battuto ma la palla sfiora il palo ed esce!
34° CRESPO libera CACIA che prova un gran pallonetto: BREMEC arpiona la palla proprio sulla linea!
35° Ancora CACIA di testa, ancora la risposta di BREMEC
38° GGGGOOOOOOOOOOLLLL doppietta di CACIA che balza ancora in testa ai cannonieri della B! GROSSI da l'avvio all'azione per MARTINHO che crossa a centro area una palla intercettata dal piattone mancino del centravanti: niente da fare per BREMEC che pure aveva intuioto in un primo tempo...
41° C'è spazio anche per COCCO: CACIA gli fa posto tra gli applausi del pubblico...
47° Altro debutto gialloblù: ALBERTAZZI da il cambio a GOMEZ
48° LANER per GROSSI che prolunga per COCCO al limite: L'attaccante prova il pallonetto ma il tiro è debole e facile preda di BREMEC. Sulla ripartenza c'è ancora il tempo di vedere un palo colto dagli avversari poi l'arbitro fischia il termine della gara. Scintille nel finale tra MAIETTA e DELVECCHIO trattenuti a stento dai compagni...

TABELLINO
HELLAS VERONA-GROSSETO 2-0
Marcatori: 32' pt e 38' st Cacia.

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; Crespo, Moras, Maietta, Cacciatore; Laner, Jorginho, Martinho; Gomez Taleb (dal 46' st Albertazzi), Cacia (dal 40' st Cocco), Carrozza (dal 17' st Grossi).
A disposizione: Berardi, Ceccarelli, Rivas, Abbate.
Allenatore: Mandorlini.

Grosseto (5-3-2): Bremec; Celjak, Padella, Olivi, Rigione, Calderoni; Obodo (dal 31' st Jadid), Del Vecchio, Foglio (dal 16' st Bonanni); Lupoli, Sforzini.
A disposizione: Lanni, Antonazzo, Barba, Quadrini, Lanzafame.
Allenatore: Mario Somma.

Arbitro: Abbattista di Molfetta
Assistenti: Del Giovane Bagnoli
Note. Ammoniti: Padella, Foglio, Cacciatore. Spettatori: abbonati 11.564, paganti 3.293.

Verona 2-0 Grosseto: Le immagini

LE ALTRE DI B
Entrambe vincenti il NOVARA e lo JUVE STABIA negli anticipi con i piemontesi che rifilano un poker al BRESCIA ed i campani che la spuntano di misura sul BARI.
Lo 'schiacciasassi' SASSUOLO vince anche oggi con un rotondo 3 a 0 sul VARESE: Ottava vittoria in nove gare degli emiliani che ancora non hanno perso! In molti dicono che i neroverdi prima o poi scoppieranno ma lo dicevano, nella stagione scorsa, anche del PESCARA di ZEMAN...
Prepotenti vittorie esterne di PADOVA (2 a 0 al 'Menti' nel derby col VICENZA), 3 a 0 del MODENA a domicilio al CITTADELLA e 3 a 0 anche dell'ASCOLI in Toscana al malcapitato EMPOLI (terzo gol ad opera di RUSSO).
Pareggio tra CESENA e CROTONE, SPEZIA e TERNANA, VIRTUS LANCIANO e PRO VERCELLI (con SCAGLIA autore dell'assist del'iniziale vantaggio dei piemontesi).
Stasera il posticipo tra REGGINA e LIVORNO.

ALTRE NEWS IN ALLEGATO
PARCHEGGIO A DEL BENTEGODI, dopo le numerose polemiche e le multe prese dai tifosi scaligeri dopo i repentini cambiamenti, la società cerca di chiarire le cose con un comunicato ufficiale, ringrazia e chiede ancora collaborazione...

Radiografia del Gol gialloblù 2012/2013
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
CACIA077
GOMEZ TALEB224
BACINOVIC011
LANER011
MAIETTA011
MARTINHO011
BOJINOV011
HALLFREDSSON011
RIVAS101
BJELANOVIC101

IN BREVE A PIÉ PAGINA
PLAYOFF UNDER 21: Primo round all'ITALIA contro la SVEZIA grazie alla premiata ditta INSIGNE-IMMBILE...
PRIMO GOL AUSTRALIANO per DEL PIERO ma la sua squadra alla fine perde...
QUALIFICAZIONI COPPA D'AFRICA: Dopo il gol su rigore di DROGBA si scatena una guerra nello stadio di Dakar con spari di un tifoso verso i giocatori! Incredibile come il bilancio non sia tragico (ancora)
MOTOGP: Podio tutto spagnolo in Giappone, PEDROSA batte LORENZO e BAUTISTA ma in testa rimane ancora il pilota YAMAHA con 28 punti di distacco
FORMULA 1: Anche in Corea del Sud le RED BULL sono un miraggio per le rosse! VETTEL precede WEBBER e ALONSO e va a +6 sullo spagnolo... Buona la prova di MASSA arrivato quarto
VITA DA EX: PICHLMANN 'HELLAS squadra da battere!', MUTU 'Chiuderò la carriera all'AJACCIO', BONAZZOLI dopo la rescissione conla REGGINA 'Vorrei giocare all'estero'
QUALIFICAZIONI MONDIALI: L'ITALIA soffre un po' le ripartenze dell'ARMENIA ma alla fine vince 3 a 1 con reti di PIRLO (su rigore), DE ROSSI ed OSVALDO pareggio tra la BULGARIA di BOJINOV e la DANIMARCA...
NUOTO: Alessia FILIPPI lascia a soli 25 anni 'La scelta dipende anche da me ma non solo...'

Del Piero first goal for Sydney FC vs Newcastle JetsTorcida incendeia jogo na África

RASSEGNA STAMPA
CALCIO
15/10/2012 - SERIE BWIN
Sassuolo, fuga da record al ritmo della Juve 2006
Varese travolto con 4 gol: 25 punti

in 9 partite, come i bianconeri
JACOPO D’ORSI
Altra vittoria, sono otto in nove partite più un pareggio, altri quattro gol (a zero), nuovo allungo: in scia resistono solo Livorno e Verona. C’è una squadra che sta riscrivendo i record della B: è il Sassuolo di Eusebio Di Francesco, che sfreccia alla stessa velocità della Juve 2006/07, fino a ieri ineguagliata, con il fiore all’occhiello di una migliore differenza reti (+16 contro +14). Il Torino che dominò la prima parte del passato campionato sarebbe staccato di due punti.

L’ottava meraviglia neroverde vale doppio, perché arrivata nello scontro diretto con il Varese (Castori a rischio). Il 4-0 però nasconde i 74’ di equilibrio che hanno preceduto il raddoppio di Terranova (rigore, espulso Grillo). Prima, gol di Gazzola (14’), pali ospiti di Ebagua e Kone, traversa di Boakye, il Sassuolo aveva faticato. Di Chibsah (82’) e Catellani (85’) i botti finali.

Dopo due playoff amari, salutati in semifinale contro Toro (2010) e Samp (2012), sembra arrivato l’anno giusto per l’assalto alla A. Patron Squinzi, numero uno di Confindustria, pare aver dimenticato l’ultima delusione di giugno («Le sviste arbitrali ci sono costate 15 punti, vale la pena di investire nel calcio?»). A Di Francesco non resta che provarci: «Non soffriamo di vertigini, cercheremo di restare lassù».

FONTE: LaStampa.it


HELLAS VERONA - GROSSETO 2 - 0: MIGLIORI E PEGGIORI
VERONA - Nel tempio del Bentegodi, la sfida tra i duellanti Cacia e Sforzini, viene nettamente vinta dall'attaccante gialloblù. Sua infatti la doppietta che consegna al Verona i tre punti. Cacia si conferma ancora uomo fondamentale per l'economia e gli equilibri di questo Verona. Due sue invenzioni, regalano a Mandorlini la gioia della ritrovata Vittoria. Prestazione da dieci per il bomber scaligero. Dall'altra parte, esce sconfitto dal campo il centravanti del Grosseto Sforzini, accostato più volte all'Hellas nel corso del mercato estivo. Il centravanti biancorosso non riesce ad essere decisivo come il suo rivale. Sprecando in più occasioni la palla del possibile vantaggio. Ottime anche le prove di Carrozza e Cacciatore. Sono loro i padroni della fascia sinistra. In risalto anche Laner, che nonostante l'assenza di Halfredsson, tiene il centrocampo in modo impeccabile, dettando più volte i tempi dell'azione veronese. Brilla anche Moras, una vera sicurezza in difesa a dispetto dell'opaca prova offerta da Rafael. Le sue insicurezze nelle uscite rischiano di costare in più circostanze il goal alla formazione di Mandorlini. Ma l'attenta difesa capitanta da Maietta, copre bene l'area gialloblù. In casa Grosseto invece, l'inserimento di Lanzafame dà una scossa positiva al gioco dei toscani, che nel finale "assediano" l'area scaligera.
Cristin Cappelletti - CalcioLinks.com



A «Fort Bentegodi» l'Hellas non perdona e affonda il Grosseto
Il Verona cancella il ko col Padova e riprende la corsa verso la vetta Grande partita di Daniele Cacia che firma i due gol dei gialloblù
15/10/2012
Verona. Ci voleva. La sconfitta con il Padova aveva lasciato in giro qualche muso lungo di troppo. Più per la beffa che per il risultato. L'Hellas ha imparato la lezione e dopo una settimana è tornato al successo. Doppietta di Cacia e Grosseto battuto al Bentegodi. I gialloblù mantengono la terza posizione e restano in scia al Sassuolo dei record - quattro a zero al Varese, ottava vittoria in nove partite e 25 punti in classifica - e al Livorno che prima soffre e poi passa sul campo della Reggina. Farà caldo sabato prossimo al «Picchi» quando Maietta e compagni dovranno sfidare gli amaranto. Per questo la vittoria sul Grosseto è anche un segnale al campionato. I maremmani sono ultimi in classifica ma si vede sul campo che la truppa di Somma paga più i sei punti di penalizzazione che la qualità degli uomini biancorossi più importanti. Hanno una buona organizzazione di gioco e tanta determinazione ma il tecnico decide di giocare una gara troppo difensiva nella prima fase della partita e i gialloblù partono subito all'attacco. Anche perchè Mandorlini si affida a un modulo ormai collaudato e trova soluzioni ottimali per sostituire Hallfredsson, Bojinov e Bacinovic convocati in Nazionale.

Davanti a Rafael ci sono i soliti Moras e Maietta, Cacciatore viene spostato a sinistra, sulla destra torna Crespo. In regia sempre Jorginho con Laner da una parte e Martinho dall'altra al posto di Hallfredsson. In avanti non si toccano Cacia e Gomez, a sinistra parte Carrozza, Rivas viene lasciato in panchina a rifiatare. Il Verona gestisce la partita senza troppi problemi, il Grosseto regala metri di campo e limita il raggio d'azione con dieci uomini dietro la linea della palla, Lupoli e Sforzini sono gli unici riferimenti offensivi. La manovra scorre bene anche se manca un po' di lucidità in area di rigore ma si capisce chiaramente che l'Hellas sta giocando come il «gatto con il topo». Al primo errore dei biancorossi, zac... il vantaggio è servito. I tre centrali salgono in ritardo, Martinho pesca Cacia tutto solo che scatta sul filo del fuorigioco, Bremec prova a chiudere lo specchio della porta ma l'attaccante gialloblù lo dribbla e deposita la palla in fondo al sacco. Vantaggio meritato, i biancorossi non reagiscono, anzi difendono il minino svantaggio per non lasciare troppi spazi agli attaccanti dell'Hellas.

La mossa funziona e il primo tempo si chiude co n il Verona in vantaggio per uno a zero. Nella ripresa parte meglio il Grosseto che cerca di alzare il baricentro anche se Cacia mette ancora paura a Bremec con una gran botta dal limite. Somma manda in campo Bonanni e Lanzafame e cambia schema di gioco. Difende a quattro, tre a centrocampo, Lanzafame alle spalle di Lupoli e Sforzini per dare più fantasia all'attacco. Dopo pochi minuti tocca proprio a Lupoli, su lancio di Bonanni, presentarsi solo davanti a Rafael. Tiro troppo alto. Pochi minuti dopo il Grosseto reclama un rigore per un tocco di Crespo su Lanzafame ma l'arbitro lascia correre, alla mezzora Sforzini gira di testa un cross di Obodo. Fuori di un niente. È arrivato il momento della sveglia. Tocca proprio a Cacia prendere per mano la squadra. Prima va vicino al raddoppio con un pallonetto in corsa su lancio di Crespo poi mette la firma sul due a zero con un tocco fortunato a due passi da Bremec. Buona combinazione tra Jorginho e Martinho sulla sinistra, palla al centro, il portiere biancorosso cerca di anticipare l'attaccante del Verona ma la palla resta lì, sbatte sulla gamba dell'attaccante gialloblù e finisce in rete. Resta il tempo per rivedere in campo Cocco e Albertazzi, per la standing ovation del Bentegodi a Cacia, per la botta di Lanzafame chde si stampa sul palo. Troppo tardi. Il Verona ha ripreso la sua corsa.
Luca Mantovani

FONTE: LArena.it


SERIE A
Il punto sulla B - In tre sul treno dei desideri...
15.10.2012 06.45 di Arturo Minervini
Il treno dei desideri. Quello che tinge il futuro di un colore vivace, di un sogno accarezzato da un pò. Quello che ha posti limitati e non ammette gente senza biglietto. La serie cadetta è una lunga corsa - ricca di ostacoli - che non ti perdona nulla. Su questo treno, c'è chi sembra aver già prenotato un posto in prima classe e non ha nessuna intenzione di cambiare i programmi. Il nono turno del campionato regala - ma davvero non fa più notizia - ancora una vittoria alla capolista Sassuolo, che spazza via il Varese con un quattro reti e bel gioco. Risultato che conferma la mostruosa solidità della difesa di Eusebio Di Francesco, che tiene botta, sa soffrire e poi dilaga contro un Varese punito oltre i propri demeriti. Sono 8 le vittorie del Sassuolo, con 25 punti sui 27 disponibili raccolti. Che altro aggiungere? Ah si... In 9 gare, la capolista ha subito appena 3 reti. Impressionante. Se la regina di questo avvio si gode il suo posto in prima classe e viaggia spedita verso il suo sogno, altre due squadre bussano alla porta di questo vagone che porta dritto alla massima serie. Non molla la seconda piazza il Livorno, che con rabbia cancella lo scivolone casalingo con lo Spezia del turno passato, e si impone sul campo della Reggina. Carattere e volontà per la squadra di Nicola, che in rimonta espugna Reggio Calabria con un grandissimo Dionisi. Ancora una volta i toscani confermano di essere squadra a trazione anteriore - miglior attacco della cadetteria - molto legata alla vena dei suoi goleador. Nel pomeriggio il Verona - brutto ma cinico - supera il Grosseto con il solito Cacia. Doppietta per l'attaccante, che cancella qualche sbavatura nel gioco di Mandorlini. Ma c'è l'alibi delle molte assenze per gli scaligeri. Contavano i tre punti e la missione è stata compiuta. Riassumendo. Sassuolo, Livorno e Verona: questo il terzetto che viaggia sul vagone preferenziale di questo campionato. Gara più emozionante della giornata è quello tra Spezia e Ternana. Gli umbri sfiorano l'impresa - e la quinta vittoria consecutiva - ma vengono raggiunto al 90' da un rigore di Di Gennaro. Passo indietro per i liguri. Tanti applausi alla squadra di mister toscano. Nota di merito al Modena, che infila la seconda vittoria consecutiva asfaltando a domicilio il Cittadella. Ancora una volta decisivo Ardemagni, che dopo la tripletta del turno precedente, firma una doppietta. Fanno cinque reti in due giornate. Il bomber si è sbloccato. Occhio a questo Modena.

Ecco i risultati di questo nono turno:
Sabato 13-10-12

Ore 18
Juve Stabia-Bari 2-1 (Mbakogu, Caputo, Mbakogu)

Ore 20.45
Novara-Brescia 4-2 (Mehmeti, Gonzalez, Caracciolo, Aut. Stovini, Caracciolo, Baclet)

Domenica 14-10-12

Vicenza-Padova 0-2 (Cutolo, Cutolo)

Cesena-Crotone 0-0

Cittadella-Modena 0-3 (Ardemagni, Lazarevic, Ardemagni)

Empoli-Ascoli 0-3 (Zaza, Feczesin, Russo)

Hellas Verona-Grosseto 2-0 (Cacia, Cacia)

Lanciano-Pro Vercelli 1-1 (Masi, Vastola)

Sassuolo-Varese 4-0 (Gazzola, rig. Terranova, Chibsah, Catellani)

Spezia-Ternana 1-1 (Litteri, rig. Di Gennaro)

Reggina-Livorno 1-3 (Adejo, Dionisi, Paulinho, Dionisi)

Questa la classifica dopo nove turni: Sassuolo 25; Livorno 19; Verona 18; Spezia, Ternana 14; Modena, Padova, Varese 13; Ascoli, Juve Stabia, Brescia 12; Bari, Cittadella 10; Novara, Vicenza 9; Lanciano, Cesena 8; Pro Vercelli 7; Crotone 6; Reggina 5; Empoli 3; Grosseto 1.

SERIE B
LIVE TMW - DIRETTA SERIE B - Finali, risultati e classifica
14.10.2012 16.45 di Marco Frattino
16.53 - Terminate le gare iniziate alle ore 15, ecco i risultati:
Cesena-Crotone 0-0
Cittadella-Modena 0-3 (Ardemagni, Lazarevic, Ardemagni)
Empoli-Ascoli 0-3 (Zaza, Feczesin, Russo)
Hellas Verona-Grosseto 2-0 (Cacia, Cacia)
Lanciano-Pro Vercelli 1-1 (Masi, Vastola)
Sassuolo-Varese 4-0 (Gazzola, rig. Terranova, Chibsah, Catellani)
Spezia-Ternana 1-1 (Litteri, rig. Di Gennaro)

Questa la classifica dopo nove turni: Sassuolo 25; Verona 18; Livorno* 16; Spezia, Ternana 14; Modena, Padova, Varese 13; Ascoli, Juve Stabia, Brescia 12; Bari, Cittadella 10; Novara, Vicenza 9; Lanciano, Cesena 8; Pro Vercelli 7; Crotone 6; Reggina* 5; Empoli 3; Grosseto 1.

*Reggina e Livorno impegnate questa sera nel posticipo delle ore 20.45

Verona-Grosseto - Lanzafame pericoloso dal limite: il destro dell'ex Juve si stampa sul palo alla sinistra di Rafael.

GOL DI DI GENNARO! Spezia-Ternana 1-1 - Pareggio del fantasista, che spiazza Ambrosi sul preciso calcio di rigore all'angolino.

Spezia-Ternana - Rigore per i padroni di casa! L'arbitro punisce il fallo di mano di Vitale.

GOL DI RUSSO! Empoli-Ascoli 0-3 - Terza rete degli ospiti col colpo di testa dell'attaccante entrato da pochi minuti: nulla da fare per Dossena.

GOL DI CATELLANI! Sassuolo-Varese 4-0 - Missiroli penetra in area e mette al centro, Catellani segna a porta vuota! Dilaga la formazione di Di Francesco.

GOL DI CACIA! Verona-Grosseto 2-0 - Raddoppio degli scaligeri con l'attaccante: assist di Martinho, la respinta di Bremec favorisce Cacia che segna da pochi passi.

GOL DI CHIBSAH! Sassuolo-Varese 3-0 - Inarrestabile la formazione neroverde: il ghanese riceve palla al limite e calcia di sinistro, sfera che termina all'incrocio.

Verona-Grosseto - Cacia sfiora il bis: l'attaccante lanciato a rete sul filo del fuorigioco, ma il suo tiro è debole e facile preda di Bremec.

Verona-Grosseto - Ospiti vicini al pareggio! Colpo di testa di Sforzini sul cross di Lanzafame, palla che sfiora il palo e si spegne sul fondo.

GOL DI TERRANOVA! Sassuolo-Varese 2-0 - Perfetta l'esecuzione del penalty da parte del difensore neroverde, la squadra di Di Francesco mette una seria ipoteca sulla vittoria!

Sassuolo-Varese - Espulso Grillo per aver commesso fallo di mano sul tiro di Berardi verso la porta di Bressan, rigore per i padroni di casa e Varese in dieci uomini!

Verona-Grosseto - Resta a terra Lanzafame nell'area degli scaligeri: l'ex Juve e Catania chiede il rigore, l'arbitro lascia proseguire.

GOL DI LITTERI! Spezia-Ternana 0-1 - Rete degli umbri che si portano in vantaggio! Litteri beffa Iacobucci concludendo nel migliore dei modi la ripartenza ospite.

GOL DI VASTOLA! Lanciano-Pro Vercelli 1-1 - Pareggio degli abruzzesi grazie al preciso colpo di testa dell'esterno, nulla da fare per il portiere avversario.

GOL DI ARDEMAGNI! Cittadella-Modena 0-3 - Doppietta dell'attaccante dei canarini che, di testa, supera nuovamente Cordaz. Settimo centro in questo campionato per l'ex Atalanta.

Cesena-Crotone - Ospiti vicini al vantaggio: punizione di Maiello dal limite, palla che si stampa sul palo alla destra di Belardi.

Lanciano-Pro Vercelli - Occasione per Vastola che, lanciato a rete da un compagni, fallisce il gol da pochi passi. Fortunata la squadra di Braghin in questa occasione.

Cittadella-Modena - Ospiti pericolosi in avvio di secondo tempo: Lazarevic fugge sulla destra e mette al centro, Signori colpisce dall'interno dell'area ma la palla non crea problemi a Cordaz.

16.00 - Si riparte! Iniziati i secondi tempi.

15.47 - Finiti i primi tempi, ecco i risultati:

Cesena-Crotone 0-0
Cittadella-Modena 0-2 (Ardemagni, Lazarevic)
Empoli-Ascoli 0-2 (Zaza, Feczesin)
Hellas Verona-Grosseto 1-0 (Cacia)
Lanciano-Pro Vercelli 0-1 (Masi)
Sassuolo-Varese 1-0 (Gazzola)
Spezia-Ternana 0-0

Spezia-Ternana - Grande parata di Ambrosi sulla punizione dal limite calciata da Di Gennaro, palla deviata in corner.

Sassuolo-Varese - Traversa di Boakye! Sfortunato l'attaccante ghanese col suo colpo di testa giunto sugli sviluppi del corner di Chibsah.

GOL DI LAZAREVIC! Cittadella-Modena 0-2 - Raddoppio dei canarini! L'attaccante sloveno fa tutto da solo, entra in area e beffa Cordaz in uscita.

GOL DI FECZESIN! Empoli-Ascoli 0-2 - Raddoppiano gli ospiti in modo fortunoso: cross di Pasqualini, l'attaccante ungherese colpisce di petto beffando il portiere avversario.

GOL DI ZAZA! Empoli-Ascoli 0-1 - Rete dei marchigiani con l'attaccante, lesto a segnare in scivolata sul suggerimento di Feczesin.

GOL DI CACIA! Verona-Grosseto 1-0 - Veneti in vantaggio! Martinho serve l'attaccante sul filo del fuorigioco, l'ex Lecce supera il portiere e deposita la palla in rete.

Sassuolo-Varese - Traversa degli ospiti! Punizione dal limite di Ebagua, si salva Pomini.

Lanciano-Pro Vercelli - Fofana sbaglia il rigore! Valentini intuisce e devia il pallone in corner!

Lanciano-Pro Vercelli - Rigore per la formazione di casa! Fofana si procura il penalty.

Cittadella-Modena - Conclusione al volo di Moretti dal limite sul traversone di Gozzi, vola Cordaz che salva la propria porta.

Cesena-Crotone - Corner insidioso per i romagnoli: colpo di testa in area di Tabanelli ma la sfera è sul fondo.

Spezia-Ternana - Ripartenza dei liguri con Di Gennaro, palla al centro per Sansovini ma è bravo il portiere avversario ad intercettare in uscita bassa.

Empoli-Ascoli - Punizione insidiosa di Tavano dal limite, palla di poco a lato.

GOL DI GAZZOLA! Sassuolo-Varese 1-0 - Padroni di casa in vantaggio grazie al difensore, bravo a entrare in area avversaria e capitalizzare un assist di tacco di Berardi per trafiggere Bressan.

GOL DI ARDEMAGNI! Cittadella-Modena 0-1 - Vantaggio dei canarini con il proprio attaccante, bravo ad anticipare un avversario con un colpo di testa da posizione ravvicinata sul traversone di Lazarevic.

Sassuolo-Varese - Ebagua protagonista in questo primo quarto d'ora: il nigeriano tenta il mancino dal limite, sfera sul fondo.

Cesena-Crotone - Pericolosi gli ospiti con il colpo di testa di Galardo sul traversone di De Giorgio, palla oltre la traversa.

Sassuolo-Varese - Ospiti aggressivi in avvio: corner per la squadra di Castori, Pucino tenta la conclusione dal limite ma la palla termina in curva.

Cittadella-Modena - Occasione per i padroni di casa con Di Roberto: triangolazione con Ciancio e tiro al volo, sfera abbondantemente a lato.

Empoli-Ascoli - Palo di Maccarone! Clamorosa occasione mancata da Big-Mac che, da pochi passi, calcia al volo il suggerimento di un compagno ma non riesce a portare in vantaggio la sua squadra.

GOL DI MASI! Lanciano-Pro Vercelli 0-1 - Sblocca il punteggio il giovane difensore con un preciso colpo di testa indirizzato sul secondo palo sugli sviluppi di un corner, nulla da fare per Leali.

Lanciano-Pro Vercelli - Prima occasione per gli ospiti: destro dal limite di Germano, palla oltre la traversa.

15.00 - Partiti! Inizia il turno domenicale della nona giornata di Serie B.

14.50 - Occhi puntati sul big match di giornata, Sassuolo-Varese. I padroni di casa vogliono manterenere la propria imbattibilità, i lombardi vogliono riscattarsi dopo le ultime prestazioni al di sotto delle aspettative.

14.45 - Dopo gli anticipi di ieri e il lunch-match delle ore 12.30, il nono turno di Serie B vede sette gare alle ore 15. Il posticipo serale sarà tra Reggina e Livorno.

14.40 - La redazione di Tuttomercatoweb.com vi dà il benvenuto alla diretta Serie B, campionato arrivato al settimo turno.

Questo il programma completo (RISULTATI IN AGGIORNAMENTO):

Sabato 13-10-12

Ore 18: Juve Stabia-Bari 2-1 (Mbakogu, Caputo, Mbakogu)
Ore 20.45: Novara-Brescia 4-2 (Mehmeti, Gonzalez, Caracciolo, Aut. Stovini, Caracciolo, Baclet)

Domenica 14-10-12

Ore 12.30: Vicenza-Padova 0-2 (Cutolo, Cutolo)

Ore 15: Cesena-Crotone 0-0
Cittadella-Modena 0-3 (Ardemagni, Lazarevic, Ardemagni)
Empoli-Ascoli 0-3 (Zaza, Feczesin, Russo)
Hellas Verona-Grosseto 2-0 (Cacia, Cacia)
Lanciano-Pro Vercelli 1-1 (Masi, Vastola)
Sassuolo-Varese 4-0 (Gazzola, rig. Terranova, Chibsah, Catellani)
Spezia-Ternana 1-1 (Litteri, rig. Di Gennaro)

Ore 20.45: Reggina-Livorno

Questa la classifica dopo otto giornate: Sassuolo 22; Livorno 16; Verona 15; Varese, Spezia, Padova* e Ternana 13, Brescia* e Juve Stabia* 12; Bari*, Modena, Cittadella 10; Vicenza*, Ascoli e Novara* 9; Lanciano e Cesena 7; Pro Vercelli 6; Reggina 5 e Crotone 5; Empoli 3; Grosseto 1.

SERIE A
Chievo, Corini sfida l'Hellas: "Aspetto il derby"
14.10.2012 09.09 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
Eugenio Corini lancia la sfida all'Hellas Verona. "Aspetto di giocare il derby, ovviamente in serie A", dice l'allenatore del Chievo Verona a La Gazzetta dello Sport. Buona la prima sulla panchina clivense, la squadra clivense ha battuto la Samp 2-1 anche grazie ad un errore del portiere blucerchiato Romero ("capita di sbagliare", dice il tecnico gialloblù) e se il buongiorno si vede dal mattino, Corini può sorridere. Alla sua prima occasione in serie A. "Voglio giocarmela", afferma categorico.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Cagni: "Serie B? Verona favorito per la promozione"
12.10.2012 20.30 di Marco Frattino
"Il Verona per me resta la favorita alla promozione diretta". Questo il parere di Luigi Cagni che, contattato dalla redazione di Tuttomercatoweb.com ha fatto il punto sulla Serie B a otto giornate dal via del campionato.

Mister partiamo con la sorpresa di questo torneo.
"Per me è lo Spezia. Ha condotto un buon mercato e si sapeva che potesse far bene, ma resta una neopromossa e per questo ha pagato qualcosa a inizio campionato. Adesso però sembra una formazione compatta che può continuare su questa strada".

Come valuta il Verona di Mandorlini?
"E' una conferma. Ha fatto bene la scorsa stagione e ha tutte le carte in regola per andare in Serie A senza passare per i play-off. Forse ancora deve trovare l'amalgama giusto, ma Mandorlini è ormai esperto e la squadra è molto compatta".

La classifica vede però il Sassuolo in testa.
"Si tratta di una annata particolare. Per me il Verona è favorito, poi non vedo un'altra favorita per la promozione diretta. Certamente non c'è una squadra che possa ripetere il campionato del Torino nella scorsa stagione, per la seconda piazza resta tutto aperto".

C'è qualche squadra che l'ha delusa?
"Al momento no, ma il campionato è lunghissimo ed è presto per fare simili valutazioni. Dobbiamo attendere la fine del girone d'andata per decifrare questo torneo, 42 partite sono tantissime. Tutte le squadre possono ancora raggiungere qualsiasi obiettivo".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Grosseto, Somma: "Sconfitti a testa alta"
15.10.2012 15:32 di Federico Errante
Fonte: calciomercato.com
L'allenatore del Grosseto, Mario Somma: 'Il giocare arretrati e guardinghi nel primo tempo è stata una nostra scelta, l'obiettivo era far stancare l'avversario e cercare di ripartire in contropiede sfruttando qualche spazio. Questo tipo di atteggiamento da grandi benefici nella seconda parte della gara se riesci a contenere nel primo tempo. Credo che il Verona abbia avuto le sue palle goal, ma anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni, credo che nel secondo tempo abbiamo avuto anche più occasioni noi. Credo che siamo usciti a testa alta dagli ultimi due match, non per il risultato ma per la prestazione contro due grandi squadre'.

CALCIOMERCATO
Serie Bwin, 9^ giornata: Hellas Verona-Grosseto 2-0, la doppietta di Cacia stende i maremmani
14.10.2012 17:08 di Alessio Eremita
L'Hellas Verona ci riesce, ma non così facilmente. Parte forte il Grosseto sicuro di sè, sicuro di poter mettere in pericolo la compagine avversaria; la squadra favorita del campionato però non riesce a costruire gioco e le azioni che subisce fanno tremare i tifosi sugli spalti. La reazione c'è: il solito Cacia colpisce la palla tempestivamente e infila alle spalle di Bremec, che si lamenta successivamente con la propria difesa; nella ripresa è Sforzini a mettere in difficoltà il reparto arretrato scaligero, ma senza avere la fortuna e la determinazione giusto per agguantare il pareggio. Pareggio che non arriva a causa della doppietta di cacia, che di rapina firma la sua doppietta personale.

Hellas Verona (4-3-3): 1 Rafael; 25 Crespo, 18 Moras, 20 Maietta, 29 Cacciatore; 4 Laner, 19 Jorginho, 6 Martinho; 21 Gomez Taleb, 8 Cacia, 17 Carrozza. A disp.: 33 Berardi, 3 Albertazzi, 5 Ceccarelli, 7 Rivas, 9 Grossi, 13 Abbate, 23 Cocco. All.: Andrea Mandorlini.

Grosseto (5-3-2): 1 Bremec; 23 Celjak, 29 Padella, 5 Olivi, 33 Rigione, 27 Calderoni; 13 Obodo, 35 Del Vecchio, 34 Foglio; 9 Lupoli, 32 Sforzini. A disp.: 12 Lanni, 4 Antonazzo, 10 Jadid, 19 Barba, 21 Quadrini, 24 Lanzafame, 36 Bonanni. All.: Mario Somma

PRIMO PIANO
Serie Bwin, 9^ giornata LIVE: il Sassuolo annienta il Varese, tris di Modena e Ascoli, pareggia lo Spezia su rigore, il Verona soffre ma vince, pari a Pescara e a Cesena, ancora male l'Empoli
14.10.2012 16:53 di Alessio Eremita
Segui su tuttoB.com la diretta della nona giornata di Serie Bwin.

Domenica ore 15

Cesena-Crotone 0-0

Empoli-Ascoli 0-3 34' Zaza, 40' Fecsezin, 82' Russo

Virtus Lanciano-Pro Vercelli 1-1 3' Masi (PV), 60' Vastola (VL)

Sassuolo-Varese 4-0 11' Gazzola, 74' rig.Terranova, 81' Cibsah, 82' Catellani

Spezia-Ternana 1-1 59' Litteri, 90' rig.Di Gennaro

Hellas Verona-Grosseto 2-0 36' 83' Cacia

Cittadella-Modena 0-3 13' 58' Ardemagni, 41' Lazarevic

Sabato ore 18

Juve Stabia-Bari 2-1 16' 75' Mbakogu (JS), 54' Caputo (B)

Sabato ore 20.45

Novara-Brescia 4-2 30' Mehmeti (N), 57' Gonzalez (N), 64' 82' Caracciolo (B), 81' aut.Stovini (N), 90' Baclet (N)

Domenica ore 12.30

Vicenza-Padova 0-2 34' 55' Cutolo

Domenica ore 20.45

Reggina-Livorno

FONTE: TuttoB.com


domenica, ottobre 14th, 2012 | Posted by Marco Orrù
SERIE B DIRETTA LIVE, Verona-Grosseto 2-0: Cacia stende i toscani
48' st, E’ FINITAAAAAA. Verona-Grosseto 2-0. Doppietta di Cacia.
47' st, esce Gomez ed entra Albertazzi.
45' st, tre minuti di recupero.
40' st, esce Cacia ed entra Cocco nel Verona.
38' st, GOOOOOOOL DI CACIA. Errore di Bremec e ne approfitta ancora Cacia che batte indisturbato.
34' st, Cacia, sempre lui, solo davanti a Bremec prova il pallonetto, ma il portiere dei toscani recupera la posizione.
32' st, Sforzini di testa svetta alto, palla fuori.
30' st, esce Obodo ed entra Jadid per il Grosseto.
25' st, Lanzafame cade in area di rigore, chiede il penalty, ma l’arbitro lascia proseguire.
21' st, occasionissima per il Grosseto, ma Lupoli, a tu per tu con Rafael, spreca tutto. Intanto, esce Rigione ed entra Lanzafame per i toscani.
17' st, doppio cambio. Esce Foglio ed entra Bonanni nel Grosseto. Esce Carrozza ed entra Grossi nel Verona.
10' st, ancora Grosseto pericoloso sugli sviluppi di una mischia. Niente da fare però.
9' st, prima è il Grosseto pericoloso, ma Rafael sventa la minaccia in due tempi, poi è+ il Verona con Cacia a calciare verso la porta di Bremec, che para.
4' st, il primo a provarci è Laner da fuori, palla alta.
PARTITI! Primo possesso palla per il Verona
SECONDO TEMPO

46' pt, Finito il primo tempo. Verona-Grosseto 1-0.
44' pt, Calderoni con una gran botta ci prova, Rafael è attento.
39' pt, occasione per Sforzini, palla alta sulla traversa però.
33' pt, GOOOOOOOL DEL VERONA. E’ Cacia a segnare la rete del vantaggio dopo aver superato anche il portiere.
30' pt, Grosseto in avanti con un calcio di punizione, para in due tempi Rafael.
22' pt, non è esattamente una partita spettacolare. Ritmi bassi, il Verona ci prova, il Grosseto aspetta.
17' pt, Cacia ci prova addiritura di tacco, è bravo Bremec a parare.
14' pt, il Grosseto giostra prevalentemente in contropiede finora.
11' st, Verona piericoloso con un’azione di Maietta delle sue, palla a Gomez che però conclude a lato.
7' pt, ammonito Padella per fallo su Cacia
4' pt, Verona in avanti, ma Cacia è fermato in fuorigioco.
3' pt, le due squadre sembrano giocare subito a viso aperto.
PARTITI! Possesso palla per il Grosseto
PRIMO TEMPO

Squadre in campo agli ordini dell’arbitro Abbattista.
Sarà possibile seguire in diretta live su Seriebnews.com la partita Verona-Grosseto a partire dalle ore 15.

Formazioni ufficiali:
Hellas Verona (4-3-3): 1 Rafael; 25 Crespo, 18 Moras, 20 Maietta, 29 Cacciatore; 4 Laner, 19 Jorginho, 6 Martinho; 21 Gomez Taleb, 8 Cacia, 17

Carrozza. A disposizione: 33 Berardi, 3 Albertazzi, 5 Ceccarelli, 7 Rivas, 9 Grossi, 13 Abbate, 23 Cocco.
Allenatore: Andrea Mandorlini.
Grosseto (5-3-2): 1 Bremec; 23 Celjak, 29 Padella, 5 Olivi, 33 Rigione, 27 Calderoni; 13 Obodo, 35 Del Vecchio, 34 Foglio; 9 Lupoli, 32 Sforzini. A disposizione: 12 Lanni, 4 Antonazzo, 10 Jadid, 19 Barba, 21 Quadrini, 24 Lanzafame, 36 Bonanni.

Allenatore: Mario Somma
Arbitro: Abbattista di Molfetta
Marco Orrù

FONTE: SerieBNews.com


Martinelli: "Grande fiducia in questa squadra"
Postata il 14/10/2012 alle ore 18:24
Il vicepresidente gialloblù analizza la vittoria contro il Grosseto: "Dovevamo vincere a tutti i costi dopo Padova. E non bisogna mai smettere di crederci, anche nei momenti difficili"
VERONA - Ecco le dichiarazioni del vicepresidente gialloblù Giovanni Martinelli al termine della vittoria per 2-0 contro il Grosseto: "Soddisfatto per la vittoria certamente, partita che sembrava surreale. D'altronde venivamo da una brutta sconfitta a Padova, brutta perché non ce l'aspettavamo. E quindi dovevamo vincere a tutti i costi. Siamo contenti, godiamoci questa vittoria, siamo al secondo posto. Surreale? Avvertivo la sensazione del pubblico, come se fosse in attesa di qualcosa e che fosse quasi impaurito. Invece bisogna sempre crederci e avere fiducia. Si fa fatica a giocare a un certo livello per 90 minuti, ma il pallino del gioco lo abbiamo sempre avuto noi. Cacia? A Verona ha trovato l'ambiente giusto, la fiducia dell'allenatore e dei compagni. Lui sta bene ed è un grande bomber. L'emozione che ci hanno regalato i tifosi è da pelledoca, ma ripeto: bisogna crederci fortemente anche se a volte non siamo sempre al top. Questa squadra e questo gruppo è veramente ad altezza".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Stiamo continuando a crescere"
Postata il 14/10/2012 alle ore 18:03
L'allenatore gialloblù dopo il 2-0 al Grosseto: "C'era pressione e apprensione, non era facile vincere. Che grande prova di Cacia e Gomez. Jorginho invece mi ha fatto arrabbiare"
VERONA - Ecco le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Andrea Mandorlini al termine della partita : "Sono molto contento, non è mai facile, c'era pressione e apprensione soprattutto all'inizio della gara dove volevamo spaccare e vincere. Vincere non è mai facile, dobbiamo fare meglio e possiamo farlo. La responsabilità di giocare per la vittoria è una cosa bella e ci vuole tempo per assimilarla. Nel primo tempo abbiamo giocato in un'area, se invece il Grosseto pensava di batterci con delle palle per Sforzini in 10 minuti, è un po' poco, ci voleva qualcosa di più per una squadra che ha delle qualità importanti. La dedica di Cacia a Gomez? Juanito è fondamentale, siamo contenti di quello che ha fatto. E' stato pericolosissimo 4-5 volte, ma l'ho visto molto molto meglio. E' un giocatore di sacrificio e abbiamo pazienza perché sono convinto che ritroverà la via del gol. Anche per Cacia sono soddisfatto, perché lui è il nostro terminale e ha fatto quello che gli chiedo di fare. La lite Maietta-Del Vecchio? Mimmo non ha fatto nulla, ha preso invece qualche scappellotto. Per il resto non ho visto nulla. Jorginho? Mi ha fatto arrabbiare e gliel'ho detto nello spogliatoio, per la prima volta è stato ripreso anche se sono convinto che è un ragazzo stupendo e avrà una carriera straordinaria. Il Verona sta crescendo e siamo lì, a parte il Sassuolo che ha una media importante. Noi ci crediamo sempre e continueremo a farlo, nonostante la piazza a volte si demoralizzi in fretta. Ma a me piace pensare sempre positivo".
Ufficio Stampa

Cacia: "Che bello segnare al Bentegodi"
Postata il 14/10/2012 alle ore 18:40
L'attaccante gialloblù dopo la doppietta contro il Grosseto: "Devo ringraziare la squadra e Martinho per gli assist. Sono contento per i gol, ma soprattutto per la vittoria e il secondo posto"
VERONA - Ecco le dichiarazioni della punta gialloblù al termine della partita contro il Grosseto: " Sono molto contento di aver segnato al Bentegodi, ma il merito della mia doppietta è di tutta la squadra e ovviamente di Martinho, i suoi assist sono il frutto del lavoro che svolgiamo durante la settimana. Oggi abbiamo fatto bene, contro una squadra organizzata e con buone individualità, anche grazie all'aiuto del nostro pubblico, perché ci hanno sostenuto nei momenti difficili. Le sconfitte come quelle di Padova ci possono stare, è stato importante metabolizzarla in fretta, anche da parte di chi ci segue. Il gruppo sta crescendo? Si credo sia la cosa più importante per raggiungere gli obbiettivi che ci siamo prefissati. Sforzini? Lo conosco da anni, ha fatto bene, ma noi con il lavoro di squadra l'abbiamo limitato. Vorrei sottolineare la prestazione di Gomez, che ultimamente viene attaccato, oggi ha dimostrato quanto è importante per il nostro gioco. Loro molto bloccati dietro? In tanti verranno qui a chiudersi per poi ripartire. La Serie b nasconde molte insidie e dobbiamo essere bravi ad avere pazienza ed a imporre il nostro gioco. I miei obbiettivi? Continuare a crescere e diventare sempre più importante per questo Verona, magari segnando altri gol per poi andare ad esultare sotto una curva bellissima che merita decisamente altri palcoscenici. Duello tra me e Gonzalez? Guardo la classifica perché è normale, ma a me interessa vincere con il Verona, se poi sono io a segnare meglio ma la cosa importante è l'Hellas".
Ufficio Stampa

Crespo: "Tre punti fondamentali"
Postata il 14/10/2012 alle ore 17:50
Il difensore gialloblù dopo la partita con il Grosseto: "Una vittoria importantissima, sono contento di aver giocato anche se non sono ancora al 100%. Cacia è un attaccante decisivo e completo"
VERONA - Ecco le dichiarazione del difensore gialloblù Josè Crespo al termine della sfida contro il Grosseto: "La cosa più importante era vincere questa partita e portare a casa 3 punti fondamentali per il nostro campionato. Questa setttimana abbiamo lavorato duro per raggiungere questo obiettivo. Un po' di sofferenza? Sì, perché loro sono una buona squadra e ci hanno messo in difficoltà, soprattutto nel secondo tempo. Il nostro errore è sempre quello di voler a tutti i costi chiudere la partita esponendoci alle ripartenze avversarie e a inutili rischi. Ma questo difetto fa parte di tutte le squadre che hanno una mentalità vincente. Cacia? E' un grande attaccante e lo si sapeva, fa un lavoro eccezionale non solo per i gol. Penso che le reti siano merito del lavoro che fa la squadra per metterlo in condizione di esprimere al massimo tutte le sue potenzialità. Che voto mi do? Non sono ancora al 100% perché devo trovare il ritmo partita, ma sono contento e spero di dimostrare tutte le mie potenzialità al più presto".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Una squadra nata per vincere"
Postata il 13/10/2012 alle ore 17:56
L'allenatore giallobù alla vigilia della sfida contro il Grosseto: "Hanno qualità importanti in attacco, ma noi stiamo facendo bene. E continueremo a farlo per tutta la stagione"
SANDRA' - Ecco le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Andrea Mandorlini alla vigilia della sfida contro il Grosseto in programma domenica (ore 15) al Bentegodi: "Con il Padova è stata una buona partita, al di là degli ultimi episodi nei secondi finali. Il Grosseto? C'è la consapevolezza di avere di fronte una buona squadra, nonostante la penalizzazione, ma siamo convinti di esserci preparati al meglio. Cambiato l’allenatore, ha qualità importanti davanti con Lupoli, Sforzini, Lanzafame e Bonanni. Tutti grandi valori ed ha fatto 7 punti. A noi manca solo la vittoria, visto che ho recuperato tutti i giocatori. Ci siamo allenati bene e siamo contenti. Aspettiamo il responso della partita. Noi pensiamo a ciò che dobbiamo fare. Siamo lì, comunque, è tre anni che siamo davanti per vincere. In questa stagione siamo partiti bene nonostante il passo falso di Padova. Ma lottiamo sempre per vincere. Tutti dobbiamo dare qualcosa in più, il resto non conta. Se questo è il mio Verona? Certo, lo è da sempre. Venerdì ho parlato con i ragazzi, anche se non lo facciamo spesso. Dopo 7 giorni con la Fiorentina sembrava che questa squadra giocava insieme da tempo. Poi ci possono stare i cali di forma, gli infortuni, qualcosa è cambiato. Ma questa è sempre stata la mia squadra, con i suoi pregi e i suoi difetti, è una squadra nata per vincere, lo fa da tre anni e lo continuerà a fare per tutta la stagione”.
Ufficio Stampa

Anche Tachtsidis in tribuna al Bentegodi
Postata il 14/10/2012 alle ore 20:47
L'ex centrocampista gialloblù, ora alla Roma, ha fatto il tifo per i suoi ex compagni. Dopo la vittoria contro il Grosseto è stato accolto con tanti abbracci negli spogliatoi
VERONA - Bella sorpresa al Bentegodi con il tifo speciale di Panagiotis Tachtsidis. Il centrocampista greco della Roma ha assistito in tribuna alla partita contro il Grosseto e ha esultato per la vittoria dei gialloblù. Al termine del match, Tachtsidis è sceso negli spogliatoi per salutare i suoi ex compagni di squadra.
Ufficio Stampa

Doppio Cacia, Grossetto ko
Postata il 14/10/2012 alle ore 15:00
L'attaccante gialloblù, al 32' e all' 80' segna i primi gol al Bentegodi e archivia la pratica Grosseto. In entrambe le marcature assist di Martinho
VERONA - Il muro eretto dal Grossetto non basta. Due volte Cacia e il Verona torna alla vittoria. La squadra di Somma prova ad arginare i gialloblù con una difesa a 5, il risultato è un primo tempo privo di grossi sussulti. Ma al 32' una grande azione di Martinho, con assist per Cacia rompe l'equilibrio. Primo tempo che si chiude con il Verona avanti per 1 a 0. La ripresa vede un Grosseto più propositivo che mette in difficoltà la squadra di Mandorlini, soprattutto con i nuovi innesti Bonanni e Lanzafame. Ma a dieci dal termine ancora l'esterno brasiliano serve Cacia al centro dell'area e la punta non sbaglia. Sul fischio finale Cocco avrebbe l'occasione per esordire con gol ma il suo tiro è troppo debole.

HELLAS VERONA-GROSSETO 2-0
Marcatori: 32' pt e 38' st Cacia.

Primo Tempo
8' Bel cross di Carrozza che attraversa tutta l'area, ma nessuno riesce ad intervenire
15' Percussione centrale di Maietta che scarica per Gomez Taleb, tiro sporco dell'attaccante
30' Obodo ha una buona occasione per concludere, ma calcia male
32’ GOL Martinho serve un pallone d’oro per Cacia sul filo del fuorigioco, la punta salta il portiere e deposita in rete
39’ Mischia in area del Verona, Sforzini riesce a calciare, alto
44' Calderoni ci prova dalla lunga distanza, Rafael blocca a terra

Secondo Tempo
5' Laner ci prova da fuori, palla alta
10' Cacia fa tutto da solo ma il suo tiro viene respinto da Bremec
11' Batti e ribatti in area piccola del Verona, ma nessuno riesce a toccare e Rafael blocca
13' Lupoli incrocia, ma nessun pericolo per la porta gialloblù
15' Carrozza per Cacia che colpisce al volo, conclusione deviata
20' Bonanni ci prova dai 30 metri, alto di poco
21' Grande occasione per Lupoli, ma il suo pallonetto finisce alto
27’ Grossi si gira bene in area,deviato in angolo
32' Sforzini colpisce di testa, ma, a Rafael battutto, la palla si spegne a lato
33' Cacia vicinissimo al raddoppio, il suo pallonetto è troppo morbido e Bremec si salva
38' GOL Come nel primo tempo, Martinho dentro da sinistra per Cacia che mette dentro

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; Crespo, Moras, Maietta, Cacciatore; Laner, Jorginho, Martinho; Gomez Taleb (dal 46' st Albertazzi), Cacia (dal 40' st Cocco), Carrozza (dal 17' st Grossi).
A disposizione: Berardi, Ceccarelli, Rivas, Abbate.
Allenatore: Mandorlini.

Grosseto (5-3-2): Bremec; Celjak, Padella, Olivi, Rigione, Calderoni; Obodo (dal 31' st Jadid), Del Vecchio, Foglio (dal 16' st Bonanni); Lupoli, Sforzini.
A disposizione: Lanni, Antonazzo, Barba, Quadrini, Lanzafame.
Allenatore: Mario Somma.

Arbitro: Abbattista di Molfetta
Assistenti: Del Giovane Bagnoli

Note. Ammoniti: Padella, Foglio, Cacciatore. Spettatori: abbonati 11.564, paganti 3.293.
Ufficio Stampa

Parcheggio A: comunicato stampa
Postata il 12/10/2012 alle ore 19:25
VERONA - In riferimento al precedente comunicato sulle modalità di utilizzo del Parcheggio A dello stadio Bentegodi, si precisa quanto segue.
In base alla Convenzione a titolo oneroso siglata da Hellas Verona e Comune di Verona, avente ad oggetto l’intero impianto e sue pertinenze, il Parcheggio A è concesso in via esclusiva alla Società nei giorni in cui si disputano le partite casalinghe; la decisione di destinare tale parcheggio agli abbonati Poltronissime Ovest, alla stampa e ai media e agli altri soggetti autorizzati, è stata presa dalla Società nell’unico intento di regolamentare al meglio alcune carenze e disservizi verificatesi negli anni passati.
Comprendiamo come tale novità abbia comportato alcuni disagi ai tifosi che avevano precedentemente usufruito del parcheggio, anche come luogo di ritrovo pre e post gara. Essendo intento della Società valutare tutte le esigenze ed i suggerimenti della propria tifoseria riteniamo utile monitorare l’utilizzo e la gestione del suddetto Parcheggio nelle prossime gare interne, al fine di individuare soluzioni che possano soddisfare ulteriori necessità.
In tale ottica la Società, in seguito alle richieste avanzate dall’Amministrazione Comunale, ha già provveduto ad autorizzare, nei giorni delle gare interne, l’accesso e la sosta nel Parcheggio A ad alcuni residenti nelle zone adiacenti.
L’Hellas Verona F.C. ringrazia anticipatamente i propri tifosi per la collaborazione che hanno sempre prestato e si auspica, pertanto, un regolare afflusso e deflusso allo stadio e una regolare sosta dei mezzi nelle aree riservate.
Hellas Verona F.C. S.p.A.

Primavera, si riparte da Cesena
Postata il 12/10/2012 alle ore 17:03
Dopo la sosta torna in campo la squadra di Lorenzini, impegnata in campionato nella difficile trasferta contro i romagnoli. Ed è a disposizione anche il portiere Sluga
VERONA - Dopo la sosta torna in campo la Primavera di Lorenzini. Sabato 13 ottobre (alle ore 15) sarà in trasferta a Cesena per la 6a giornata del campionato Primavera Tim. I gialloblù, ultimi in classifica con 3 punti, cercano il riscatto e buoni segnali sono arrivati la settimana scorsa dalla vittoria per 2-0 in amichevole contro il Santo Stefano di Zimella. Buone notizie per Lorenzini che avrà a disposizione il portiere Sluga, che è stato impegnato nella sfida persa dalla Croazia U20 contro l'Italia a Portogruaro.

GIRONE B - 6a giornata
Sabato 13 ottobre
Brescia-Udinese, Inter-Cittadella, Cesena-Hellas Verona, Chievo-Sassuolo, Modena-Bologna, Padova-Varese, Atalanta-Milan.

CLASSIFICA
Inter p. 15; Atalanta 12; Chievo, Sassuolo, Milan e Cittadella 9; Bologna 7; Varese e Modena 6; Padova 5; Cesena, Brescia e Udinese 4; Hellas Verona 3.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]
PLAYOFF UNDER 21: Primo round all'ITALIA contro la SVEZIA grazie alla premiata ditta INSIGNE-IMMBILE...
PRIMO GOL AUSTRALIANO per DEL PIERO ma la sua squadra alla fine perde...
QUALIFICAZIONI COPPA D'AFRICA: Dopo il gol su rigore di DROGBA si scatena una guerra nello stadio di Dakar con spari di un tifoso verso i giocatori! Incredibile come il bilancio non sia tragico (ancora)
MOTOGP: Podio tutto spagnolo in Giappone, PEDROSA batte LORENZO e BAUTISTA ma in testa rimane ancora il pilota YAMAHA con 28 punti di distacco
FORMULA 1: Anche in Corea del Sud le RED BULL sono un miraggio per le rosse! VETTEL precede WEBBER e ALONSO e va a +6 sullo spagnolo... Buona la prova di MASSA arrivato quarto
VITA DA EX: PICHLMANN 'HELLAS squadra da battere!', MUTU 'Chiuderò la carriera all'AJACCIO', BONAZZOLI dopo la rescissione conla REGGINA 'Vorrei giocare all'estero'
QUALIFICAZIONI MONDIALI: L'ITALIA soffre un po' le ripartenze dell'ARMENIA ma alla fine vince 3 a 1 con reti di PIRLO (su rigore), DE ROSSI ed OSVALDO pareggio tra la BULGARIA di BOJINOV e la DANIMARCA...
NUOTO: Alessia FILIPPI lascia a soli 25 anni 'La scelta dipende anche da me ma non solo...'

UNDER 21: L'ITALIA BATTE LA SVEZIA 1-0 NEL MATCH PER I PLAY OFF DEGLI EUROPEI
Venerdì 12 Ottobre 2012 - 23:06
PESCARA- L'Italia Under 21 ha battuto la nazionale pari età della Svezia 1-0 (1-0) nel match di andata valido per i play off degli Europei di categoria.

LA PARTITA Italia-Svezia 1-0 (1-0). Italia (4-4-2): Bardi 6, De Sciglio 6, Caldirola 6, Capuano 6, Frascatore 6, Saponara 5 (14' st F. Rossi 5.5), Florenzi 6 (37' st Viviani sv), Marrone 6, Insigne 6.5, Immobile 6.5 (31' st Gabbiadini sv), De Luca 5. (12 Colombi, 13 Romagnoli, 14 Sampirisi, 17 Longo). All.: Mangia 6. Svezia (4-4-2): Johnsson 6, M. Johansson 6, Jansson 5.5, Pettersson 6.5, Demir 6, Hiljemark 6, J. Johansson 5.5, Hamad 5.5, Claesson 6, Ishak 5.5, Armenteros 5 (25' st R. Jonsson 5.5). (12 Sandberg, 13 Baffo, 14 Ohman, 15 Allansson, 16 Rohden, 17 Ther). All.: Ericson 6. Arbitro: Soares Dias (Por) 6. Reti: nel pt 17' Immobile. Angoli: 7-2 per l'Italia Recupero: 1' e 2'. Ammoniti: Bardi per comportamento non regolamentare, Gabbiadini per simulazione, Demir per gioco falloso. Spettatori: 11.000.

IL GOL 17' pt: Punizione di Insigne. Johansson respinge, ma irrompe Immobile che da pochi metri realizza l'1-0.

DEL PIERO, PRIMO GOL A SYDNEY: LA SQUADRA PERDE E ROVINA LA FESTA - FOTO/VIDEO
Sabato 13 Ottobre 2012 - 10:53
SYDNEY - Una punizione perfetta e Alessandro Del Piero segna il primo gol australiano della sua carriera. La prodezza del 37enne attaccante non basta però al Sydney FC per evitare la sconfitta casalinga per 3-2 contro il Newcastle Jets davanti a 35.419 spettatori, record per il club in un match di regular season della A-League.
Del Piero, a segno al 25', firma il provvisorio 1-1 rispondendo alla rete di Ryan Griffiths (12'). L'ex capitano della Juventus si esibisce in un pezzo forte del proprio repertorio. Si procura un calcio di punizione da circa 25 metri sul centro-sinistra e con un destro perfetto scavalca la barriera: palla nel sacco e pubblico in delirio. La festa, però, dura poco. Prima dell'intervallo, infatti, gli ospiti tornano in vantaggio con Emile Heskey (41'). Il Sydney, sconfitto una settimana fa a Wellington, incassa il secondo k.o. in altrettante giornate. I tifosi, che affollano gli spalti dell'Allianz Stadium, si consolano con le giocate del numero 10. Del Piero predica nel deserto ed è l'unico a creare qualcosa in attacco. La squadra costruisce poco, perde palloni a raffica e non brilla per solidità: la difesa ha limiti evidenti e il Newcastle ha almeno altre 2 nitide occasioni già nei primi 45 minuti.

SENEGAL-COSTA D'AVORIO, SPARI E SCONTRI DOPO IL GOL DI DROGBA: 10 FERITI -FOTO/VIDEO
Domenica 14 Ottobre 2012 - 01:37
DAKAR - Un vero e proprio inferno sugli spalti, tra colpi di pistola, scontri e intervento in forze della polizia. Tutto durante l'incontro tra Senegal e Costa d'Avorio, valevole per le qualificazioni africane ai Mondiali di calcio 2014 in Brasile. Una decina di persone, fra le quali il ministro dello Sport senegalese, El Hadji Malick Gakou, sono rimaste leggermente ferite negli incidenti che hanno causato poi la sospensione definitiva della partita. Lo ha dichiarato uno dei medici intervenuti nel Leopold Sedar stade Senghor. Il politico sarebbe stato colpito da una pietra ed è stato portato via.

IRA DOPO IL GOL DI DROGBA. La partita e' stata sospesa a un quarto d'ora del termine, dopo il gol del raddoppio di Drogba e dopo che alcuni proiettili sono stato sparati verso il campo da gioco. In tribuna sono stati appiccati incendi e molti spettatori hanno lanciato oggetti in campo. L'arbitro, dopo una sospensione di 40', ha mandato le squadre negli spogliatoi. La Costa d'Avorio era in vantaggio per 2-0 ma, ad accendere l'ira dei senegalesi presenti allo stadio, è stato il gol del 2-0 di Drogba, realizzato su contestato rigore.

MOTO GP, PEDROSA VINCE IN GIAPPONE. PODIO SPAGNOLO, ROSSI SOLO SETTIMO -FOTO
Domenica 14 Ottobre 2012 - 09:18
ROMA - È Dani Pedrosa il vincitore del Gp del Giappone della MotoGP. Il catalano ha fatto tutta la gara con Jorge Lorenzo (Yamaha) alle spalle chiudendo con l'assoluta sicurezza di oltre 4 secondi di vantaggio, sotto alla bandiera a scacchi. Con questa vittoria, Pedrosa guadagna 5 punti nella rincorsa mondiale sempre nei confronti di Jorge Lorenzo che comunque rimane in testa con 310 punti contro i 282 del pilota Honda. Il podio, tutto spagnolo della MotoGP, è completato da Alvero Bautista (Honda). Settimo Valentino Rossi.

Quarto Andrea Dovizioso con la Yamaha privata, mentre quinto è Casey Stoner (Honda) al rientro dopo l'infortunio di Indianapolis che lo ha tenuto lontano dalle piste per tre gare. Rossi (Ducati) ha chiuso il suo Gp del Giappone alle spalle del campione del mondo della Moto2 dello scorso anno Stefan Bradl (Honda). Dietro al pesarese ha chiuso il compagno di squadra Nicky Hayden. Bel risultato per la wild card Katsuyuki Nakasuga (Yamaha), che ha tagliato il traguardo in nona posizione, davanti a Hector Barber (Ducati) e Abraham (Ducati).

F1, VETTEL 1° IN SUD COREA E IN TESTA AL MONDIALE. FERRARI TERZA CON ALONSO -FOTO
Domenica 14 Ottobre 2012 - 10:06
ROMA - Doppietta Red Bull nel Gran Premio della Sud Corea con la vittoria di Vettel, che conquista la testa del Mondiale, e la seconda posizione di Mark Webber. Sul podio anche la Ferrari guidata da Fernando Alonso.

Grazie alla vittoria del Gran Premio della Sud Corea il pilota della Red Bull Sebastian Vettel è balzato in testa alla classifica del Mondiale piloti. Il tedesco a quota 215 punti ha scavalcato il ferrarista Fernando Alonso (209), a sei punti di distanza. Terzo il pilota della Lotus Kimi Raikkonen più staccato a 167 punti.

Quarta piazza nel Gran Premio della Sud Corea per la Ferrari di Felipe Massa che ha preceduto la Lotus di Kimi Raikkonen, la Force India di Nico Hulkenberg e l'altra Lotus di Romain Grosjean. Ottava la Toro Rosso di Jean Eric Vergne davanti al compagno di scuderia Daniel Ricciardo. Chiude in zona punti la Mclaren di Lewis Hamilton. Solo tredicesima la Mercedes di Michael Schumacher.

ITALIA BATTE ARMENIA 3-1, GOL DI DE ROSSI E OSVALDO. PRANDELLI: "NIENTE POLEMICHE"
Venerdì 12 Ottobre 2012 - 21:08
YEREVAN- L'Italia ha battuto 3-1 (1-1) l'Armenia in un match valido per le qualificazioni ai Mondiali 2014 (Girone B).
L'Italia si è imposta per 3-1 a Yerevan sull'Armenia nel match valido per il Gruppo B di qualificazione ai Mondiali 2014. Azzurri avanti all'11' con il rigore di Pirlo, replica dei padroni di casa al 28' con Mkhitaryan. Nella ripresa le marcature di De Rossi (64') e Osvaldo (83'). Il successo consente all'Italia di salire a 7 punti in classifica. L'Armenia rimane a quota 3.

LA PARTITA Tre gol, tre punti e qualche brivido di troppo. L'Italia torna dall'Armenia con il bottino pieno e compie un passo verso i Mondiali di Brasile 2014. Il successo per 3-1, con il gol di Pirlo e la doppietta giallorossa firmata De Rossi-Osvaldo, regala alla selezione del ct Prandelli benzina per la classifica ma non cancella dubbi e problemi: per un'ora abbondante, gli azzurri soffrono contro avversari veloci e capaci di trovare spazi contro una retroguardia non impeccabile. Si fatica, nonostante una partenza lanciata e un vantaggio quasi immediato. L'Italia si fa viva già al 6' con una punizione velenosa di Pirlo: il pallone sembra destinato all'incrocio del pali, ma Berezovsky vola e salva con un intervento prodigioso. All'8' Maggio innesca Montolivo che, solo davanti alla porta avversaria, cerca un improbabile assist per Marchisio invece di battere a rete. Il forcing azzurro è costante e il gol arriva all'11. L'arbitro croato Strahonja, con una decisione a dir poco fiscale, assegna un rigore per un tocco di mano di Mkoyan: Pirlo non sbaglia dal dischetto, 1-0. La Nazionale di Prandelli è brillante in attacco ma incerta in difesa: quando riparte, l'Armenia trova spazi soprattutto con Mkhitaryan. Buffon non rischia granchè e deve sporcarsi i guanti solo al 15' per disinnescare una punizione centrale di Ozbiliz.

LE PAROLE DI PRANDELLI «Abbiamo sofferto qualche ripartenza e abbiamo avuto qualche problema individuale, ma sono soddisfatto. Non finirò di ripeterlo, questo è un girone particolarmente impegnativo, abbiamo fatto una grande partita, con personalità ». Parola del ct della nazionale italiana Cesare Prandelli, intervistato da RaiSport subito dopo la fine del match contro l'Armenia. La prestazione di De Rossi e Osvaldo ha un significato particolare?. «Nessuno, hanno fatto una buona partita».

ALESSIA FILIPPI DICE ADDIO AL NUOTO. "SCELTA DIFFICILE, MA DEVO DIRE BASTA"
Venerdì 12 Ottobre 2012 - 14:26
ROMA - Addio alle piscine per Alessia Filippi. La campionessa azzurra di nuoto, 25 anni, ha infatti annunciato che mette fine alla sua carriera. «È una scelta difficile, sono in questo mondo da sempre e questo sport è la mia vita. Purtroppo il momento di dire basta è arrivato e mi spiace dover prendere atto che la decisione non dipenda soltanto da me» ha detto l'atleta romana, polemizzando con il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle. «A giugno mi è stato comunicato che le nostre strade si sarebbero divise» ha spiegato.

FONTE: Leggo.it


venerdì, ottobre 12th | Scritto da Stefano Migheli
Calciomercato Ajaccio / Mutu ha deciso: chiuderà la carriera nella Ligue 1
CALCIOMERCATO AJACCIO MUTU ADDIO AL CALCIO / AJACCIO (Corsica) - Adrian Mutu ha deciso di dire addio al calcio giocato, o meglio, alla data della fine della sua carriera agonistica. L’attaccante rumeno, ex Inter, Verona, Juventus, Chelsea, Fiorentina e Cesena, ha rilasciato queste dichiarazioni ad una tv locale: “Al termine del mio contratto con l’Ajaccio farò il punto della situazione della mia carriera – ha detto Mutu -. Avrò quasi 37 anni e penso che chiuderò qui” ha concluso.

FONTE: CalcioMercatoWeb.it


PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB- Spezia, Pichlmann: "Verona squadra da battere. Contro la Ternana..."
12.10.2012 16:37 di Christian Schipani
Una sfida anche tra due neopromosse dalla Prima Divisione. Spezia e Ternana sono reduci da una vittoria e, in terra ligure, sarà la partita delle conferme. In esclusiva per TuttoB.com, Thomas Pichlmann, attaccante spezzino, presenta la sfida: “Il campionato per noi è iniziato bene, poi abbiamo avuto tre partite difficili. Grazie alla vittoria contro il Livorno siamo tornati in alto, adesso dobbiamo continuare a lavorare e fare bene”. Uno sguardo al prossimo avversario, la Ternana: “Vederla tra i primi posti è una sorpresa, ma noi giochiamo in casa e non possiamo fallire. Se c’è un giocatore che temiamo? No, vogliamo vincere e abbiamo un’offensiva eccellente”. E continua: “Lo Spezia è la squadra da battere? Secondo me no, è il Verona. Noi giocheremo per i primi posti, ma adesso dobbiamo pensare a crescere insieme e conquistare i play-off”.

PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Bonazzoli: "Ho rescisso con la Reggina. Vorrei andare all'estero. Pur di giocare stavo andando in Israele. Ecco i giovani che mi hanno colpito in Serie B"
12.10.2012 17:10 di Nicolò Schira articolo letto 741 volte
In mattinata ha rescisso con la Reggina e ora aspetta gennaio per rimettersi in gioco. Emiliano Bonazzoli ha voglia di tornare a fare quello che gli riesce meglio ovvero i gol. Possibilmente all'estero. In attesa di tornare in campo l'ex bomber amaranto si è raccontato in esclusiva a TuttoB.com.

Oggi ha rescisso con la Reggina.
"In mattinata ho incontrato la società e abbiamo effettuato la rescissone. Adesso cercherò qualche squadra in vista di gennaio per potermi allenare".

Si parla di Cesena. Sarebbe un ritorno?
"Non credo si possa concretizzare questo scenario, al momento sul mio ritorno a Cesena non c'è nessuna novità".

Per gennaio ha qualche aspettativa?
"Ho voglia di tornare in campo e di giocare. Non ne faccio una questione di categoria, ma ti confesso che mi piacerebbe fare un'esperienza all'estero".

Esotica alla Del Piero o preferisce l'Europa?
"Pur di giocare sarei andato anche in Israele, visto che ultimamente era uno dei pochi mercati aperti. C'è anche un mio compagno lì...".

Tal Banin?
"Esatto proprio lui. Abbiamo giocato insieme a Brescia".

Da grande bomber come sta vedendo i cannonnieri dell'attuale cadetteria?
"A parte Pavoletti che all'inizio mi ha impressionato come attaccanti non ci sono volti nuovi. Spezia, Verona e Livorno hanno nomi noti e la stessa Pro Vercelli ha preso un bomber di lusso per la categoria come Tiribocchi".

Tanti giovani invece in difesa. Se torna in B dovrà fare a sportellate con loro: chi le piace?
"I duelli sono con i difensori più forti fisicamente e abili nel gioco aereo. A Sassuolo sta facendo grandi cose Terranova, poi per caratteristiche sarebbero grandi duelli con Borghese del Bari e Troest del Varese. Già l'anno scorso hanno fatto alla grande. Anche Caldirola a Cesena dopo l'ottima annata di Brescia sta facendo bene".

FONTE: TuttoB.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini