.

Le schede di B/=\S: Evangelos (Vangelis) MORAS (31 anni)

Vangelis Moras
Data di nascita:26/08/1981
Luogo di nascita:Larissa (Grecia)
Nazionalità:Greca
Ruolo:Difensore centrale
Altezza:193 Cm
Peso:78 Kg
Posizione:

Carriera da giocatore:

 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2012 - 2013B-- 
CesenaGen. 2012 - Giu. 2012A150 
Swansea CitySet. 2011 - Gen. 2012PL10 
Bologna2010 - 2011A19 (+2 CI)0 
Bologna2009 - 2010A200 
Bologna2008 - 2009A31 (+1 CI)2 
Bologna2007 - 2008B282 
AEK Atene2006 - 2007SLE15 (+4 CL +2 EL)0 
AEK Atene2005 - 2006SLE13 (+1 EL)0 
AEK Atene2004 - 2005SLE19 (+2 EL)0 
AEK Atene2003 - 2004SLE25 (+4 CL)0 
Proodeftiki2002 - 2003SLE180 
Proodeftiki2001 - 2002EBE101 
AEL Larissa2000 - 2001EBE191 
AEL Larissa1999 - 2000Giovanili-- 
LEGENDA: EBE=Ellada Beta Ethniki (Serie B Ellenica), SLE=Souper Ligka Ellada (Serie A Ellenica), CL=Champions League, EL=Europa League, CI=Coppa Italia, PL=Premier League (Serie A Inglese)

23 Febbraio 2013: Il primo gol scaligero di Vangelis MORAS

News e curiosità:

Cresciuto nella squadra della sua città natale, Vangelis esordisce nell'AEL LARISSA (che a molti non dirà niente ma che è l'unica squadra fuori Atene e Salonicco ad aver vinto ellenico) appena 19enne nella stagione 2000-2001 andando anche in gol nella Serie B greca.
Nella stagione successiva viene promsso nella massima serie con il PROODEFTIKI e nel 2003-2004 viene ingaggiato dall'AEK ATENE squadra nella quale MORAS rimane per quattro anni ed esordisce in Champions League contando, alla fine della sua carriera in patria, 13 presenze nelle coppe europee.
Nell'estate del 2007 il difensore greco sbarca in Italia, al BOLOGNA (con ADAILTON) e con i felsinei conquista subito la Serie A arrivando, grazie anche ad un suo gol contro il VICENZA il 6 Maggio 2008, al secondo posto dietro al CHIEVO.
Nella massima serie calcistica il centrale ellenico gioca più volte con la fascia da capitano e viene anche convocato dalla nazionale greca con la quale partecipa ai mondiali in Sudafrica ma, con l'arrivo a Bologna di mister MALESANI, Vangelis trova sempre meno spazio tanto che viene 'riciclato' come terzino destro.
Svincolatosi dai rossoblù, a Settembre 2011 pova l'avventura in Premier League con lo SWANSEA CITY ma l'esperienza inglese sarà molto avara di soddisfazioni tanto che nel Gennaio successivo MORAS tornerà in Serie A col CESENA squadra dalla quale SOGLIANO lo ha prelevato a fine contratto...
Questa la sua pagina Facebook ufficiale mentre clickate qui se volete seguire i suoi Tweet...

Aneddoti&Altro...
  • Amo il 18! All'HELLAS, come al BOLOGNA e all'AEK ATENE, Vangelis ha scelto il numero 18 mentre al CESENA il suo numero preferito era occupato e allora ha optato... Per l'81 (come il suo anno di nascita); nella poco fortunata stagione gallese a MORAS fu affibbiato il 44...
  • Nell'estate del 2011 fu coinvolto in una brutta vicenda insieme ad altri giocatori del BOLOGNA (fra cui gli ex scaligeri DI VAIO e ADAILTON) a causa di falsi pass ZTL e multe non pagate...
  • Dopo i mondiali sudafricani una brusca discesa che Vangelis commentava amaramente a Novembre 2010: 'Lascerò passare questi due mesi, poi voglio andarmene: ne va della mia pace mentale. Tornato dal Mondiale, sembrava che non rientrassi più nei piani della nuova proprietà: in due mesi ho perso il posto in Nazionale e al Bologna. L'allenatore era Colomba, ma avevo già compreso che se il tecnico fosse cambiato, il trattamento sarebbe rimasto lo stesso...' era toccato il 44
[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


Vangelis Moras
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vangelis Moras (Βαγγἐλης Μὀρας Larissa, 26 agosto 1981) è un calciatore greco, difensore del Verona.

Caratteristiche tecniche
Difensore centrale abile nelle chiusure e nel gioco aereo

Carriera
- Club
AEL Larissa
Inizia la carriera nella serie B ellenica nella squadra del suo paese, l'AEL Larissa, squadra famosa per essere l'unica squadra né di Atene né di Salonicco ad aver vinto il campionato greco e per aver lanciato e rilanciato giocatori come Theofanis Gekas, Nikos Dabizas, giocatore del Newcastle per cinque anni, Stylianos Venetidis e Stelios Giannakopoulos del Bolton. Con la maglia dell'AEL Larissa segna anche un goal in 19 partite.
Proodeftiki
Passa poi nel 2001 ancora in serie B al Proodeftiki, con il quale ottiene una promozione nella massima serie.
AEK Atene
Dopo un biennio, nel 2003 si accasa in Serie A all'AEK Atene, dove resta per quattro anni. Qui gioca in Champions League contro il Milan battendolo per 1-0 nello Stadio Olimpico nella penultima partita del girone.
Bologna
Nell'estate del 2007 passa a titolo definitivo al Bologna, in Serie B, dove ottiene la promozione nel massimo campionato. Arrivato al Bologna ha scelto la maglia numero 18, la stessa che indossava nell'AEK Atene.[2] Nella sua prima stagione italiana segna anche 2 gol, di cui uno realizzato il 6 maggio 2008 contro il Vicenza che risulterà decisivo per la promozione del Bologna in serie A.
Il 4 ottobre 2008 segna il suo primo gol in Serie A con la maglia del Bologna, nella trasferta contro l'Inter terminata con la sconfitta dei felsinei per 2-1. Nella sua prima stagione in massima serie segna tre reti, ottenendo più volte la fascia di capitano della propria squadra.[3]
Nel campionato successivo gioca 20 partite, ottenendo la salvezza. Nell'estate 2010, con l'arrivo di Alberto Malesani al Bologna, stenta a trovare spazio nella prima parte della stagione, chiuso nel ruolo di difensore centrale da Miguel Ángel Britos e Daniele Portanova.[3] Riesce a ritrovare spazio nella formazione rossoblu venendo impiegato come laterale destro. A fine stagione scade il suo contratto con il Bologna e di trova svincolato.
Swansea City
Il 29 settembre 2011 approda in Premier League, firmando un contratto di un anno con opzione per il secondo con lo Swansea City.
Cesena
Si svincola dallo Swansea City nel gennaio 2012[4] e viene ingaggiato dal Cesena con un contratto fino al 30 giugno 2012.[4] Il transfer arriva cinque giorni dopo.[5]
Hellas Verona
Terminata dopo una sola stagione l'esperienza al Cesena, il 9 agosto 2012 viene tesserato dall'Hellas Verona. [6]

- Nazionale
Dal febbraio 2009 fa parte della Nazionale ellenica. È stato convocato per la fase finale dei Mondiali sudafricani, dove è sceso in campo nell'ultima partita del girone di qualificazione.

FONTE: Wikipedia.org


24.02.2013
Moras, prima segna e poi si toglie qualche sassolino dalla scarpa
IL DIFENSORE. Vangelis: «Abbiamo un bel margine sulla quarta e il Livorno è ancora lì a quattro punti, avanti così»
«Abbiamo letto e sentito tante cose che ci hanno fatto male: nel Verona non ci sono divisioni, siamo tutti uniti, giocatori, allenatore e società. Il mio gol lo dedico a Pesoli»

Eccolo qui il quattordicesimo marcatore della stagione del Verona. Vangelis Moras, esperto difensore greco, con il suo piattone ha sbloccato una situazione che sembrava un film già visto. Qualcuno già sugli spalti vedeva materializzarsi il fantasma di Semioli. Il legno di Jorginho, non è fortunato con le squadre che indossano il biancorosso, le parate di Bressan e la palla che non entra. Moras, come aveva fatto Sogliano in settimana, però entra subito a gamba tesa: «Una rete importante e con la mia corsa verso la panchina ho voluto testimoniare che siamo tutti uniti. Qualcuno scrive sui siti o sui giornali cose non vere e poi i tifosi leggono e si fanno idee strane. Non siamo né col mister né con la società. Siamo tutti uniti». Lo facevamo più originale Moras, però va bene. La colpa è sempre della stampa “cattiva”.

A proposito, a Varese c'è stata una campagna mediatica, forse anche per scaldare l'ambiente in vista della sfida al Bentegodi col Verona, contro Emanuele Pesoli, l'ex difensore biancorosso che si è rifiutato di patteggiare, inguaiando, stando agli articoli apparsi, ancor più il Varese, che a marzo cercherà di farsi ridare il punto di penalizzazione. «Questa vittoria è per lui», continua Moras, «ci teneva più di tutti. È stato una colonna di quella squadra e quindi vedersi attaccato gli ha fatto veramente male. Pesoli non ha potuto dimostrare con il Verona tutto il suo valore, ma è uno del gruppo». Il greco è sincero anche se bisogna ricordare che era già su un aereo per la Bielorussia, quando è arrivata la telefonata di Sogliano per ingaggiarlo. A liberare un posto in squadra era stata proprio la prima squalifica di Pesoli. Così vanno le cose nel calcio. «Sono molto contento», conclude sull'argomento il greco, «anche per Nicola Ferrari, una gioia per tutti rivederlo in campo al Bentegodi». E pensare che Moras avrebbe realizzato una rete ancor più bella se non ci fosse stata la paratissima di Bressan. Un tiro bellissimo da venticinque metri.

«Non ti allargare, che non segnavi da quando giocavi nei giovanissimi?». La voce fuori campo nel tunnel del Bentegodi è di Cacia, che stuzzica il compagno. Moras ride e si scioglie un po'. C'era tensione, ottenere un punto in tre gare non era mai capitato al Verona di quest'anno. La palla pesava col Novara, ma ieri era più leggera perché restava meno sui piedi dei gialloblù. Più rapidi, più aggressivi e concentrati. Carrozza ha ripetuto la buona partita con la Juve Stabia, mentre Jorginho è tornato ad essere il signore del centrocampo. Accanto a lui due boscaioli abili a fare legna come Hallfreddsson e Laner. «Tutti abbiamo giocato bene», riprende Moras, «perché Maietta, Martinho?.». E Rafael?, «Già, già», ride Moras, «che nervoso che gli ha fatto prendere ad Ebagua. Dai siamo felici è questo che conta. Abbiamo un bel margine sulla quarta e siamo sempre lì a quattro punti dal Livorno. Dobbiamo restare tutti uniti, ambiente, tecnico, società e stampa. Solo così andremo in A». Moras pensa già al Bari. «Non sarà una partita facile, loro hanno perso a Vercelli e poi è un campo difficile. Se qualche risultato non è venuto è perché abbiamo sbagliato qualcosa e ci sta. Se non ci fosse stato il Sassuolo che si sta dimostrando di un altro pianeta forse anche i nostri 50 punti avrebbero un altro valore». Aveva ragione il ds Sogliano, col Varese doveva iniziare un nuovo campionato e così è stato. Lasciamoci alle spalle il resto, soprattutto Novara.
G.T.

FONTE: LArena.it


Moras: "Orgoglio e corsa, una gara da pazzi"
Postata il 28/11/2012 alle ore 04:17
Il difensore gialloblù dopo la vittoria contro il Palermo in Tim Cup: "Mi piacciono le vittorie sofferte, andiamo nella direzione giusta. E ora pensiamo all'impegno col Brescia"
PALERMO - Ecco le dichiarazioni del difensore giallloblù Evangelos Moras, dopo il passaggio del turno in Tim Cup ai danni del Palermo: "Voglio fare i complimenti a tutti i miei compagni, perché abbiamo sofferto assieme correndo come i matti. E' giusto essere felici e festeggiare questa importante e bellissima vittoria. Da mercoledì si torna a lavorare, a pensare a sabato perché ci aspetta una sfida difficilissima contro il Brescia. Come mai abbiamo sofferto così tanto nel secondo tempo? Loro hanno inserito giocatori rapidi e di qualità che ci hanno messo in difficoltà. Poi quando siamo rimasti in dieci, la situazione è peggiorata ulteriormente. Però abbiamo tirato fuori l'orgoglio e dato tutto, solo così era possibile passare il turno. Questa vittoria aiuta tanto e ci fa bene. Chi era un po' che non giocava o che non ha fatto molti minuti, ha dimostrato di essere sempre pronto. È stato importante perché se non remi nella stessa direzione degli altri devi fare scelte diverse. Invece, grazie al sacrificio di tutti, si è visto come questo gruppo sia unito. Vittoria sofferta? A me piacciono di più così. Ci dà forza e maggiore consapevolezza nei nostri mezzi per la partita di sabato. Il Palermo? L’ambiente è stupendo e hanno dimostrato di essere una squadra di serie A: palla a terra e tanta tecnica. Giocare qui è bellissimo, voglio vincere con il Verona per tornare in questa categoria".
Ufficio Stampa

Moras: "Alla ricerca della mentalità vincente"
Postata il 11/10/2012 alle ore 15:31
Il difensore gialloblù prima della sfida contro il Grosseto: "Basta parlare del ko di Padova, dobbiamo trovare continuità. Questa squadra è forte ed ha i mezzi per poter far bene"
SANDRA' - Ecco le dichiarazioni del difensore gialloblù Vangelis Moras, durante la conferenza stampa in vista della sfida contro il Grosseto in programma domenica: "Ho fatto tutto quello che dovevo fare in questa stagione. Ma so che posso migliorare ancora. Mi manca la continuità, come a tutto il gruppo. Non vedo perché bisogna continuare a parlare di un episodio (il gol del 2-1 nel derby, ndr), lasciamo quello che è successo a Padova e pensiamo alla prossima partita. Continuiamo a mantenere la voglia che avevamo di vincere la gara fino all'ultimo minuto, mi interessa solo questo ed è ciò che ci serve e forse oggi ci manca. Non deve venire meno la voglia di fare sempre bene, gli errori ci possono stare, speriamo di farne il meno possibile. Duello con Sforzini? E' forte, è un attaccante importante per il Grosseto. Noi dobbiamo lavorare per affrontarli al meglio, non conta solo un giocatore. Se facciamo quello che ci chiede il mister, contro il Grosseto faremo bene e vinceremo questa gara. Dopo Padova mi sono sentito male, anche un punto sarebbe stato importante. Era positivo pensare che avremmo vinto fino all'ultimo secondo, invece ci siamo fatti trovare aperti in difesa. Mi è piaciuto l'atteggiamento di continuare a credere nella vittoria fino alla fine. Dimentichiamoci subito questa sconfitta, speriamo che non succeda più. Pensiamo a trovare la continuità che ci manca e, tante volte dopo che siamo passati in vantaggio, cerchiamo di fare il secondo o il terzo gol così da chiudere il match prima senza sofferenze. Sappiamo di essere forti, ma questa mentalità non la può cambiare il mister, dobbiamo farlo noi come giocatori. Il Sassuolo capolista? A noi non interessa, pensiamo soltanto all'Hellas e a quello che dobbiamo fare. Con 2-3 vittorie consecutive sappiamo di poter arrivare ancora più su".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


I sogni di Moras: «In A con l'Hellas e la Nazionale»
LA GRINTA DEL GUERRIERO. «La scivolata di Padova? Ho voltato pagina». «Ho disputato un Mondiale con la Grecia, è un onore indossare quella maglia. Ora penso solo al Verona Attenzione al Grosseto, dobbiamo fare tre punti»
12/10/2012
Vangelis Moras è diventato in poco tempo uno dei punti di riferimento dello spogliatoio FOTO EXPRESS
Da Padova al Grosseto. In mezzo una lunga riflessione. Vangelis Moras mette l'orgoglio davanti a tutto. Una sconfitta non può scalfire le convinzioni del mondo Hellas. Una punzecchiatura del destino non può togliere forza ad una squadra che ha le idee molto chiare. Cadere, rialzarsi, ripartire. E in fretta anche. L'Hellas ha voglia di santità. Moras vuole punti ed una prova convincente contro il Grosseto. Moras, sbollita la rabbia per quella scivolata di Padova e il gol subito all'ultimo istante? «Sì, non è una cosa bella quando succedono cose del genere. Ma ci può stare. Ce la mettiamo alle spalle. E' successo a me, ma fa parte del passato. Dobbiamo guardare subito alla prossima partita, perché la cosa più importante è proprio questa. Non cambia nulla. Un episodio non può certo mettere in dubbio quanto di buono fatto in precedenza. Abbiamo dimostrato anche a Padova, fino all'ultimo momento, di avere la voglia di vincere. Purtroppo si è verificato il contrario. Ma dimentichiamo l'episodio e guardiamo avanti».

Ora il Grosseto. Sul piano mentale che partita sarà? «Il Grosseto è squadra molto buona. Noi dobbiamo fare tutto quello che abbiamo fatto fino ad oggi per arrivare al meglio alla gara. Il mister conosce tutto degli avversari. Prepara molto bene le partite e noi dovremo seguirlo. Le squadre di Mandorlini sono 'pronte per vincere'. E per questo sono sicuro che potremo ripartire». Cacia contro Sforzini è la sfida nella sfida di domenica. Lei come la giudica? «Sono due giocatori importanti. Ma cambia poco il senso della partita. La mia speranza è che Cacia possa ritrovare il gol per regalarci la vittoria. Ma più di tutto conta lo spirito di gruppo. E in testa dobbiamo avere solo voglia di vincere». Vedere il Sassuolo che corre così tanto mette un po' d'ansia a chi, come voi, sembra condannato a dover vincere sempre... «No, nessuna pressione. Rispetto a noi sono 'più gruppo', visto che giocano insieme da molti anni. Noi cerchiamo sempre di trovare questa continuità che ci manca. Non è facile. Ma dobbiamo farlo in fretta. Per questo motivo credo sia fondamentale pensare solo a noi stessi. Lasciamo fuori dai nostri pensieri il Sassuolo e qualsiasi altra squadra. Massima concentrazione solo sul Verona e sul lavoro quotidiano».

Il peso di essere il Verone esiste? È reale? «Verona è squadra molto importante. Ma se si sente troppa pressione è meglio restare a casa. Dobbiamo arrivare in A. E quindi serve il giusto atteggiamento, la giusta serenità. Abbiamo ventimila tifosi. La pressione dev'essere sostituita dalla carica. La A manca da tanti anni. Voglio tornarci con il Verona. Ci penso spesso. Ci penso ad ogni partita». La nazionale, ci pensi ancora? «Mi piace, è bello, è un onore vestire la maglia del mio paese. Ho disputato un Mondiale con la Grecia. Ed è stata la cosa più bella che mi è successa. Ma in questo momento non ci penso. Gli obiettivi sono altri, e non possono essere messi in secondo piano. Mi piacerebbe, l'anno prossimo, essere in A con l'Hellas e ricevere una chiamata dalla Grecia...». Questa, tra l'altro, è stata settimana in cui si è parlato molto di Gomez. Ci aveva abituato bene.… «Non so se sia buona questa critica. 'Attaccare' singolarmente un giocatore in questo periodo può far male. Le critiche sul piano individuale andrebbero fatte a fine anno. Adesso mi sembra più corretto lasciare spazio a tutti, e alla fine vedremo quello che è successo. Juanito è comunque molto bravo e molto forte. E può fare meglio di quanto ha dimostrato fino ad adesso». Giudizio sul campionato. Giocatore e squadra che le sono piaciute fino ad oggi… «Non mi interessano gli altri. Io penso solo all'Hellas, alla mia squadra, alla serie A».
Simone Antolini

Bunker Verona La strada della A passa dal Bentegodi
LA STRISCIA POSITIVA. Tante soddisfazioni davanti al pubblico amico
Il 9 ottobre 2011 l'ultima sconfitta in casa con il Toro Poi sono arrivate quindici vittorie e solo tre pareggi In campionato i gialloblù non perdono da dieci gare

20/09/2012

... Molto contento anche Vangelis Moras, il difensore cresce di partita in partita e ha dato grande stabilità a tutto il reparto arretrato. «Sono molto contento di essere arrivato a Verona - ammette - ho trovato una squadra competitiva e un gruppo unito, con il sostegno di tifosi fantastici».

FONTE: LArena.it


FOCUS ON...
Focus on...Vangelis Moras il rilancio dei non più "under"
23.08.2012 09:00 di Nicolò Altizio
A 30 anni il calcio dei nostri tempi tende a sminuire il valore di un atleta come se fosse una termine oltre il quale si desse l'avvio a una regressione madornali delle capacità di un professionista. E' un attaggiamento che si rivolge ai giocatori di qualsiasi categoria, anche di Serie A o i "top player". E' una logica che rispetta grandemente la crescita di giovani talenti che spesso sono anche meglio gestibili e più controllabili. Mettersi in gioco però, a qualsiasi età, rappresenta probabilmente un "punto di ripartenza", pronti per costruire ancora. E' stata un pò questa la situazione che ha vissuto il difensore greco Vangelis Moras presentato alla stampa veronese già alcune settimane or sono come il nuovo rinforzo per mr. Mandorlini.

Cresciuto in patria in Gracia, con il massimo risultato nel AEK Atene, è giunto in Italia nel Bologna, raggiungendo la promozione dalla B alla A sfiorando le 100 presenze con il club rossoblù. Nel tempo ha conquistato anche la fascia di capitano fino a quando Portanova e Bristos, nella gestione Malesani, hanno costretto il tecnico a delle scelte escludendo il greco. Piccola parentesi in Premier League per poi tornare in serie B nelle fila del Cesena. Per lui una stagione sotto i suoi standard e poco convincente. La voglia di riscatto e la volontà di ripartire hanno permesso al giocatore, ormai non più giovane, di poter essere considerato un punto importante dell'organico di mr. Mandorlini. I rapporti tra i due sembrano essere già imbastiti con le ultime dichiarazioni del greco legate al temperamento dell'allenatore dei veronesi. Che sia un nuovo inizio? Tempo per riscattarsi c'è sempre.

FONTE: TuttoB.com


SERIE B
Hellas Verona, Moras: "Sono arrivato nel posto giusto"
17.08.2012 17.56 di Andrea Lolli
Prime parole da giocatore del Verona per Vangelis Moras. Il centrale di difesa ex Bologna e Cesena approda in una piazza importante del campionato cadetto e, chiaramente, è contento della scelta fatta: "Conosco la B avendola vinta in passato con il Bologna. Sono reduce da un'annata difficile, ma approdo in un club con un allenatore di grande valore e sento di essere approdato nel posto giusto".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


«La pressione dei tifosi? Necessaria per fare bene»
17/08/2012
«Volevo assolutamente il Verona: so come questa città vive il calcio»: le prime parole ufficiali di Vangelis Moras in gialloblù tradiscono l'attesa per il primo confronto al Bentegodi. Per l'impatto con il popolo scaligero.
Il difensore greco, colonna portante della difesa del Bologna per quattro anni prima di una stagione così così tra l'Inghilterra e il Cesena, si dice entusiasta della scelta: «Sono qui da dieci giorni e devo dire che il gruppo è importante. Sto benissimo».
Quanto agli obiettivi «spero di poter fare il bis rispetto a quanto ottenuto nel mio primo anno in Italia», quando il suo Bologna fu promosso dalla B alla A. Il verbo più gettonato comunque è «ripartire»: «Sì», conferma Moras, «affronto con entusiasmo questa nuova tappa della mia carriera. Vorrei dare ai tifosi più di quello che loro si aspettano da me».
Quanto alla proverbiale pressione della piazza, quella che in altri tempi ha avuto effetti non sempre positivi sulla squadra, il difensore non ha esitazioni: «La pressione dei tifosi è indispensabile per vincere. Dopo di che noi non dovremo fare altro che allenarci e lavorare. Tutti insieme, tutti uniti anche quando le cose, magari, non andranno per il verso giusto. Non sarà un campionato facile».
Riconosciuti i meriti di Andrea Mandorlini («ha già fatto tanto qui e comunque mi piace il suo modo di vivere il lavoro») un accenno anche alla concorrenza nella lotta per la promozione: «Non guardiamo gli altri, guardiamo solo noi stessi», dice. «L'importante è cercare di vincere ogni partita, qualunque sia l'avversaria».
F.AR.

FONTE: LArena.it


Ufficiale l'acquisto di Vangelis Moras
Postata il 09/08/2012 alle ore 12:30
Il club scaligero ha definito il trasferimento dell'ex difensore del Cesena
VERONA - Hellas Verona comunica l'acquisto del difensore greco Vangelis Moras, reduce dall'esperienza col Cesena.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
Pescara, sondaggio per Moras
15.06.2012 16.48 di Elisabetta Zampieri
Secondo indiscrezioni raccolte da TuttoB.com il Pescara starebbe pensando al difensore del Cesena Vangelis Moras. Il giocatore greco nella scorsa stagione in Romagna ha totalizzato solo 12 presenze.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Vangelis Moras To Melbourne Victory?
By Donald Sutherland May 25, 2012
Vangelis Moras is “set to sign” for two time A-League champion Melbourne Victory, after finishing a stint in the Seria A.
Chief football writer at The Australian Ray Gatt announced the news via social media website Twitter, declaring he “[had] been told Victory [are] set to sign Greek international Vangelis Moras from relegated Serie A club Cesena.”
According to Exedra Sports, the 30-year-old centre back was in advanced discussions with Greek giants Panathinaikos in March of last year but later opted for English Premier League side Swansea City instead.
Moras also made 77 appearances for AEK Athens, the club Victory manager Ange Postecoglou supported as a child.
As Melbourne Victory players and selected officials are on leave for a further two weeks, any announcement regarding Moras’ signing is unlikely to happen until then.

FONTE: MFootball.com.au


ALTRE NOTIZIE
Cesena, Moras: "Sono tutte finali per noi"
18.03.2012 11.50 di Tommaso Maschio
Vangelis Moras, difensore del Cesena, ai microfoni di Sky Sport parla della corsa salvezza che deve ripartire da oggi: "Sicuramente recuperare è difficile, ma adesso siamo più liberi mentalmente di trovare la vittoria e di mostrare che questa squadra ha la qualità giusta per salvarsi. Il Cagliari è una squadra molto buona e dobbiamo giocare con grande grinta e determinazioni. Per noi da qui alla fine sono tutte finali".

ALTRE NOTIZIE
Cesena, Moras: "Ho vissuto situazioni peggiori di questa"
09.03.2012 16.15 di Chiara Biondini
Fonte: Cesenacalcio.it
Oggi il difensore del Cesena, Vangelis Moras ha incontrato la stampa in vista della partita con il Siena. Queste le sue dichiarazioni riportate sul sito della formazione romagnola.

Sulla situazione del Cesena: "Dobbiamo vincere per forza per continuare ad avere speranza, ma soprattutto per risollevare il morale. Dobbiamo riuscire a ridurre di partita in partita il distacco dal terzultimo posto. Ho vissuto situazioni peggiori di questa, in Grecia. Sapevo le condizioni che avrei trovato, è una scelta che ho fatto coscienziosamente. Purtroppo l'infortunio mi ha fatto perdere partite importanti ma adesso sono felice di poter scendere in campo per la squadra e per i tifosi."

Sulla partita con il Catania: "La partita con il Catania è sicuramente iniziata male, ma tutti hanno dimostrato di lottare fino in fondo, è stata una bella prova, che ci mancava. Tutti i giocatori hanno dato tutto e ci hanno creduto fino alla fine. Dobbiamo essere cattivi e lottare fino alla fine. Anche chi sostituirà gli assenti deve sapere di essere importante per la squadra, siamo tutti importanti e tutti devono dare il massimo."

Sul cambio di allenatore: "Mi è dispiaciuto dell'esonero di Arrigoni, perché è un allenatore a cui ero legato e che mi aveva già allenato, ma Mister Beretta è entrato subito in sintonia con il gruppo."

Sulle contestazioni prima dell'ultima partita: "Personalmente le contestazioni mi danno la carica a dare ancora di più, non cederò fino alla fine del Campionato e con me anche i miei compagni."

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


14:14 | 09/02/2012
Cesena, la prognosi di Moras: fuori per almeno 4 settimane
Il difensore del Cesena Vangelis Moras dovrà rimanere fuori un mese per infortunio. Il giocatore, stiratosi al bicipite femorale della coscia destra, dovrà stare out almeno 4 settimane.
Michele Ruotolo

FONTE: CalcioNews24.com


16 Gennaio 2012 10:01
Moras: C'è il transfer
L'A.C. Cesena rende noto che nella mattinata odierna è arrivato il transfer del difensore Vangelis Moras che sarà quindi convocabile da Mister Daniele Arrigoni per la prossima sfida di campionato in programma sabato 21 gennaio contro la Roma allo stadio Olimpico.

FONTE: CesenaCalcio.it


11:17 | 14/01
Cesena, Moras: "Situazione difficile ma possiamo salvarci"
L'edizione odierna de "Il Resto del Carlino" riporta alcune dichiarazioni di Vangelis Moras, nuovo giocatore del Cesena: "Sì, se Arrigoni vuole con il Novara ci sarò, la situazione in classifica è difficile ma possiamo salvarci, sono abituato a lottare. Conosco bene il mister, è lui che mi ha portato in Italia, a Bologna dove sono rimasto quattro stagioni, i più belli della mia carriera. Sono molto amico di Antonioli insieme siamo stati in rossoblù: era vecchio allora, è vecchio adesso non è cambiato niente".
Andrea Bartolone - @andreabartolone

FONTE: CalcioNews24.com


13 Gennaio 2012 11:01
Vangelis Moras: Felice di essere qui
Questa mattina alla sala stampa dello Stadio " Dino Manuzzi", si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del neo acquisto Vangelis Moras.A presentare il difensore greco svincolatosi dallo Swansea City c'era il Direttore Sportivo Maurizio Marin.
Maurizio Marin: " Siamo qua a presentare Moras, è un giocatore che abbiamo inseguito da tempo e riteniamo che sia il rinforzo migliore per la nostra difesa."

Vangelis Moras si è presentato alla stampa attorno alle 11:00 di mattina e dopo le foto di rito ha risposto alle domande dei giornalisti.
" Sono molto felice di essere qua, volevo fortemente una nuova avventura in Italia e ringrazio il Cesena per avermi dato una nuova opportunità."
Sulla posizione in campo:
" Preferisco giocare centrale ma all'occorrenza ho giocato anche sulla destra.".
A Cesena Moras incontra due vecchie conoscenze della passata esperienza al Bologna come Arrigoni e Antonioli. Sul Mister:
" Arrigoni mi conosce molto bene, è un allenatore molto intelligente,ci siamo sentiti dopo la firma del contratto e gli ho fatto l'in bocca al lupo per la partita.".
Su Antonioli Moras scherza:
" Antonioli lo conosco bene e da quando lo conosco è sempre vecchio ( ride ndr).Scherzi a parte, qualsiasi cosa dica su di lui è sempre poca.Con lui avevo un rapporto particolare, mi fa piacere ritrovarlo.".
Sulla nuova avventura:
" In questo momento la squadra è a 6 punti dalla zona salvezza, ma il tempo c'è.Dobbiamo soffrire tutti insieme.Domenica abbiamo una gara importante, ma d'ora in poi per noi saranno tutte finali."
Su Cesena:
" Avevo voglia di tornare in Emilia Romagna, in queste zone mi sono sempre trovato bene, il Cesena mi sta cercando da due anni con convinzione ed è questa fiducia che mi ha convinto a venire qua.Da oggi in poi mi metto a disposizione per dare una mano per raggiungere l'obiettivo della salvezza.".

Moras ha scelto la maglia n° 81 come il suo anno di nascita.In Italia ha giocato per 4 stagioni al Bologna dal 2007 al 2011 totalizzando 28 presenze in Serie B e 70 in Serie A.In precedenze Moras ha militato per 4 stagioni dal 2003 al 2007 nell'AEK Atene totalizzando 72 presenze.

11 Gennaio 2012 18:01
Moras è un giocatore del Cesena
L'A.C. Cesena comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del difensore greco Vangelis Moras. Moras classe '81,svincolatosi dalla formazione gallese dello Swansea City (Premier League) ha firmato un contratto che lo legherà al Cavalluccio fino al 30 giugno 2012.Nella mattinata di domani, giovedì 12 gennaio, Moras effettuerà le visite mediche di rito e nel pomeriggio si allenerà assieme al resto del gruppo al Centro Sportivo " Rognoni" di Villa Silvia.

FONTE: CesenaCalcio.it


NEWS
17:53 | 29/12/2011
Atalanta, torna di moda Moras
Il nome di Vangelis Moras torna ad essere accostato all'Atalanta.
Il difensore greco era già stato vicino a vestire la maglia nerazzurra già nel corso dell'estate, quando aveva lasciato il Bologna in scadenza di contratto, salvo poi firmare con lo Swansea ad ottobre.
L'ex felsineo, ora, potrebbe rientrare nei piani della formazione orobica, alla ricerca di un difensore dopo il grave infortunio patito da Capelli.
Francesco Cammuca

FONTE: CalcioNews24.com

Vangelis MORAS 2010-2011

MERCATO
Moras torna in Italia: che occasione per Novara, Siena e Atalanta!
28 dicembre 2011 alle 19:50
Una sola presenza in Premier, un ambientamento difficile e qualche buon estimatore in Italia: la storia di Vangelis Moras allo Swansea potrebbe durare appena tre mesi. L'ex difensore del Bologna, come appreso in esclusiva da calciomercato.com, avrebbe affidato ad un agente italiano l'incarico di reperire in serie A una squadra disposta ad accoglierlo nel mercato invernale. Il prestante nazionale greco potrebbe far comodo a parecchie formazioni di bassa classifica ed ha un ingaggio abbastanza abbordabile.
Atalanta, Siena, Cesena, Parma e Lecce lo cercarono da svincolato ed ora potrebbero tornare alla carica a gennaio.

Alla corsa potrebbe aggiungersi il Novara, che deve fare i conti con le prestazioni poco entusiasmanti di Centurioni e Ludi ed ha già sondato il brasiliano Felipe

Vangelis Moras
Data di nascita: 26.08.1981
Luogo di nascita: Lárisa
Età: 30
Altezza: 1,93
Nazionalità: Grecia
Ruolo: Difesa - Difensore centrale
Piede: Destro

FONTE: CalcioMercato.com


EUROPA
UFFICIALE: Moras ha firmato per lo Swansea
21.10.2011 11.29 di Gianluca Losco
L'ex difensore del Bologna Vangelis Moras (30) ha firmato un contratto di tre mesi con lo Swansea City, dopo essere stato in prova. L'ufficialità è stata diramata dallo stesso sito del club gallese.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


14 October 2011
Last updated at 17:23 GMT
Swansea given international clearance to sign Vangelis Moras
Swansea have been given international clearance from the Italian Football Federation to sign Greek defender Vangellis Moras .
Moras has joined the Premier League side on a three-month deal, following a succesful trial with the Swans.
The Greek international left Bologna in the summer after four years with the Italian Serie A side.
Moras is now cleared to play in Saturday's Premier League game at Norwich City and could make his debut.
Manager Brendan Rodgers has been keen to add defensive cover to a squad weakened by injuries.
Defenders Steven Caulker and Alan Tate are long-term injury absentees.
Fifa refused international clearance to complete the transfers of Darnell Situ and Rafik Halliche during the summer transfer window, so the Swans are now only able to reinforce the squad with free agents or loans.

FONTE: BBC.Co.uk


MERCATO
Swansea in attesa: La Figc blocca Moras
13 ottobre alle 19:23
Un inghippo burocratico. Per questo Vangelis Moras non è ancora a disposizione dello Swansea. Il club della Premier League si è assicurata le prestazioni dell'ex difensore del Bologna, ma è ancora in attesa del transfer della Figc. "Una situazione anomale e frustrante", ha commentato il manager dei gallesi Brendan Rodgers.

FONTE: CalcioMercato.com


Di Vaio interrogato in Procura sui pass Ztl: “Nessuna truffa, ero in buona fede”
L'inchiesta sui presunti abusi dei calciatori del Bologna dei tagliandi per entrare e parcheggiare nella zona a traffico limitato: mezza squadra iscritta nel registro degli indagati
di Nicola Lillo | Bologna | 17 ottobre 2011
Più informazioni su: Bologna, Calciatori, coopertone, Daniele Portanova, Emiliano Viviano, magnisi, Marco Di Vaio, marilena molinari, morleo, Multe, mutarelli, pass, Procura, Truffa, Valter Giovannini, Ztl.

Un pomeriggio in procura per Marco Di Vaio, il secondo per il capitano rossoblu. Dopo la convocazione dei magistrati bolognesi in aprile, in seguito alla sua iscrizione sul registro degli indagati in merito all’inchiesta sui pass falsi, anche oggi il bomber del Bologna Fc è stato sentito per più di due ore dal procuratore aggiunto Valter Giovannini.

Di Vaio, accompagnato dai suoi legali, l’avvocato Guido Magnisi e Aldo Savoi Colombis, ha risposto alle domande degli inquirenti in merito soprattutto all’inchiesta sui pass sosta, i cosiddetti T7. Quelli che consentono di accedere e sostare nel centro. Solitamente vengono concessi a chi sta per ottenere la residenza, per un periodo di 90 giorni rinnovabili in attesa della residenza temporanea o definitiva. E la Procura, infatti, avrebbe scoperto l’esistenza di molti permessi T7 falsi in capo a calciatori e parenti, non avendo questi avviato alcuna procedura per la residenza. Questi permessi T7 sono stati rilasciati sistematicamente da un ex dipendente, poi licenziato, della Coopertone a calciatori e parenti senza le pratiche anagrafiche collegate (libretto di circolazione e copia della richiesta di residenza).

Secondo l’avvocato Magnisi “oggi abbiamo dimostrato in maniera candida la totale buona fede di Marco Di Vaio. Si è parlato molto di quale poteva essere il suo livello di conoscenza”. Mette le mani avanti l’avvocato e rispetto al filone dei pass per invalidi, su cui sono registrate le targhe di alcuni giocatori, Magnisi è convinto che “la truffa sia verso la caduta”. Gli inquirenti hanno, infatti, ipotizzato a suo carico il falso ideologico in atto pubblico commesso da un privato, reiterato più volte e la truffa continuata ai danni del Comune, per le 45 multe annullate. Analogo provvedimento inviato a Marilena Molinari, la disabile titolare del permesso handicap a cui sono associate le targhe dei giocatori e tuttofare del Bologna Fc. I due, secondo l’accusa, per far togliere le multe a Di Vaio avrebbero attestato il falso a un pubblico ufficiale. Il capitano rossoblu avrebbe cioè firmato insieme alla disabile una dichiarazione per ogni multa in cui si sosteneva che aveva accompagnato la Molinari in giro per commissioni.

Ma l’avvocato Guido Magnisi ha dichiarato che “nulla è stato firmato, se non moduli per l’annullamento delle multe, firmati sul cofano di una macchina, di sera e al buio. Peraltro non compilati nella motivazione”. Insomma, secondo i suoi legali, Marco Di Vaio sarebbe stato inconsapevole di quegli annullamenti e delle motivazioni.

Il capitano rossoblu si sente comunque tranquillo: “abbiamo chiarito tutto, è andata bene, sono più sereno”. Poi con un sorriso pensa alla partita vinta dai suoi ieri pomeriggio, “abbiamo vinto dopo tanto tempo. Se cade la truffa e si vince va benissimo”.

Due settimane fa in procura si sono presentati, anche, altri quattro calciatori: Daniele Portanova, Emiliano Viviano, Massimo Mutarelli e Archimede Morleo, che hanno risposto alle domande dei magistrati in merito all’inchiesta dei falsi permessi per parcheggiare in centro in cui risultano indagati.

Anche i quattro, accompagnati dall’avvocato Gabriele Bordoni, hanno rivendicato “in maniera coerente – afferma il legale - la più ampia buona fede. Credo che abbiano reso dichiarazioni trasparenti, chiare ed esaurienti. Risposte logiche, coerenti e più che credibili”. E spera che “oggi per loro si possa concludere questa indagine”. Per i calciatori, infatti, quei permessi erano del tutto regolari. Si sarebbero affidati alla tuttofare del Bologna Fc, Marilena Molinari (anche se non è una dipendente dei rossoblu) che si occupava di tutto, e confidando nella sua buona fede non si sono curati di verificare i permessi per entrare e parcheggiare nel centro della città.

In tutto sono circa venti gli indagati. Dodici calciatori per uso di atto falso: Marco Di Vaio, Gaby Mudingay, Vangelis Moras, Andrea Esposito, Gabriele Paonessa, Nicola Mingazzini, Vlado Smit, Martins Bolzan Adailton, Daniele Portanova, Emiliano Viviano, Massimo Mutarelli e Archimede Morleo. Tra gli altri indagati ci sono anche alcune mogli e compagne degli sportivi e Gianluca Garetti (ex impiegato della Coopertone).

Qualcuno dei quattro calciatori aveva anche citato il nome di Stefano Pedrelli, l’ex dg del Bologna, che avrebbe indirizzato i rossoblu proprio verso Marilena. Quello che comunque non è chiaro è il motivo per cui i calciatori, seppure avessero la possibilità di ottenere la residenza abitando in centro, si fossero affidati a Marilena Molinari. “È come avere un biglietto gratis allo stadio e scavalcare per entrare”, ha detto Viviano riferendosi alla sua possibilità di ottenere la residenza. “Saremo stupidi, ma non fino a questo punto”.

Insomma, dopo queste audizioni da parte della magistratura, i calciatori sembrerebbero voler esprimere un concetto semplice, cercando di togliersi di dosso le colpe contestate: superficiali sì, ma sempre in buona fede.

FONTE: IlFattoQuotidiano.it


Vangelis Moras: Tre mesi allo Swansea
10 ottobre alle 21:13
Lo Swansea City, squadra della Premier League, ha ingaggiato per tre mesi lo svincolato Vangelis Moras secondo quanto riportano i media britannici. Il 30enne greco aveva giocato nell'ultime stagioni a Bologna

FONTE: CalcioMercato.com


14:00 3 ottobre 2011 Gianpiero Fato
Siena: Sfumato l’accordo con Vangelis Moras
Il Siena del presidente Massimo Mezzaroma, è stato vicinissimo dall’ottenere l’ingaggio dell’ex difensore del Bologna, Vangelis Moras (30). Ormai ex, perché il difensore greco, stando a quanto riportato da “Skysport.com”, dopo il periodo di prova con lo Swansea, starebbe pensando di unirsi proprio al club gallese.
Il difensore aveva impressionato notevolmente i gallesi nel periodo di prova, ma nei giorni scorsi sembrava non volersi unire a loro. E in quel frangente il Siena avrebbe tentato l’ultimo assalto, anche contro la concorrenza del Parma.

Ma poi dopo le parole di elogio del manager dello Swansea, Brendan Rodgers, che aveva bisogno di un forte difensore, dopo gli infortuni di Alan tate e Steven Caulker, il trentenne Moras si sarebbe convinto ad accettare l’offerta dei gallesi e trasferirsi definitivamente, dopo le varie offerte ricevute anche dalla Germania, dalla Grecia e adalla Cina. Sfumata dunque la possibilità per il Siena di arrivare al giocatore a parametro zero, il club toscano dovrà muoversi in altre direzioni per rafforzare la propria rosa.

FONTE: CalcioLine.com


Swans to deal in Moras
Defender impresses Rodgers on trial

Last Updated: September 30, 2011 5:04pm
Skysports.com understands Swansea are poised to offer a deal to trialist Vangelis Moras after he impressed during his training stint.
As revealed by skysports.com last week, Swansea invited the Greek international over for a trial as they looked to bolster their defensive options.
Swans boss Brendan Rodgers has been scouring the free transfer market in a bid to bring in a defender after losing Alan Tate and Steven Caulker to long-term injury.
Moras, who is available on a free transfer after leaving Bologna earlier in the summer, is believed to have caught the eye of Rodgers during his stint at the club.
It is understood the deal was in doubt as both parties were struggling to agree terms, but now a compromise has been reached.
Moras is expected to sign a short-term deal at the Liberty Stadium until January after Swansea decided against a move for Hungarian Zoltan Liptak .

FONTE: SkySports.com


MERCATO
Ex Bologna: Moras dice no allo Swansea
30 settembre alle 14:19
Vangelis Moras ha rifiutato l'offerta contrattuale propostagli dallo Swansea, secondo quanto riporta skysports.com. Il difensore greco aveva impressionato positivamente nel periodo di prova trascorso con gli inglesi, ma ha deciso di non unirsi a loro.
Il manager dello Swansea, Brendan Rodgers, aveva bisogno di un nuovo difensore, dopo gli infortuni di Alan Tate e Steven Caulker. Moras, 30 anni, libero a parametro zero dopo aver lasciato il Bologna in estate, ha offerte dall'Italia, dalla Germania, dalla Grecia e anche dalla Cina.

FONTE: CalcioMercato.com


Estero | 26/09/2011 - 13:17
Calciomercato Swansea, Moras in prova
L'ex difensore del Bologna, libero da impegni contrattuali, potrebbe finire in Premier League

CALCIOMERCATO SWANSEA SVINCOLATO MORAS PROVA / SWANSEA (Galles) - Potrebbe esserci lo Swansea nel futuro di Vangelis Moras. Stando, infatti, a quanto riportato dal 'Sun', il neopromosso club gallese della Premier League avrebbe concesso un periodo di prova al difensore greco, svincolato dopo l'esperienza di Bologna.
A.L.

FONTE: CalcioMercato.it


10:08 | 26/09/2011
Svincolati, Moras si allena con lo Swansea
Vangelis Moras, ex difensore del Bologna attualmente svincolato, potrebbe proseguire in Premier League la propria carriera. Infatti, secondo quanto rivelato dal 'Sun', il giocatore greco, recentemente accostato all'Atalanta, si starebbe allenando con lo Swansea, ottenendo a breve un contratto.
Alessio Tuveri - @aletuve

FONTE: CalcioNews24.com


lunedì, settembre 5th | Scritto da Davide Della Bella
Calciomercato Atalanta / Moras vicino ai bergamaschi
CALCIOMERCATO ATALANTA MORAS BOLOGNA MARINO / Milano – Calciomercato chiuso, ma c’è ancora tempo per tesserare i giocatori svincolati a giugno che possono essere da subito disponibili. Fra gli svincolati di lusso c’è il difensore della Nazionale greca, classe 1981, Vangelis Moras, positivo nelle ultime quattro stagioni al Bologna. Il difensore, dopo essere stato accostato nelle scorse settimane a Cesena, Lecce e Torino, sarebbe ormai vicinissimo dal firmare un contratto annuale con l’Atalanta.

FONTE: CalcioMercatoWeb.it


06:55 | 02/09/11
Per Moras offerte dalla Turchia, ma vuole l'Italia
L'ex difensore del Bologna, Vangelis Moras, attualmente svincolato e libero di firmare con un club a sua scelta, attende ancora una chiamata dall'Italia per continuare la sua esperienza nel nostro calcio. Il calciatore ellenico, però, prima sondato dal Siena, poi da Cesena ed Atalanta, non ha ancora trovato l'accordo con nessuno e resta sul mercato. Come si apprende dal "Corriere dello Sport", Moras piace in Turchia, in particolare a Trabzonspor e Bursaspor, ma lui attende ancora la possibilità per restare in Italia.
Brando de Leonardis

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Moras: "Piaceva al Lecce, andrà all'estero"
01.09.2011 19.38 di Marco Gori
Negli ultimi giorni per il difensore greco Vangelis Moras (29), svincolatosi dal Bologna nel giugno scorso, si era parlato di un interesse da parte di Torino e Atalanta. Per capire quale potrà essere il futuro del nazionale ellenico, che essendo libero da vincoli contrattuali può ancora essere tesserato, abbiamo contattato il suo agente, Giorgios Kazianis: "Se penso che troverà una sistemazione nelle prossime settimane? Questo è il mio obiettivo. Per il momento, tuttavia, non sono arrivate offerte adeguate. Al Torino interessava, ma solo nel caso fosse partito un altro difensore che poi invece è rimasto; ci aveva in effetti pensato anche l'Atalanta, ma non ci parevano troppo convinti. C'è stato un tentativo anche da parte del Lecce, ma la loro offerta era troppo bassa. A questo punto non penso che si accaserà in un club italiano".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


07:04 | 30/08/11
Torino, per la difesa spunta il nome di Moras
Lazio e Napoli continuano a seguire da vicino il difensore del Torino, Angelo Ogbonna, già nel giro della Nazionale di Prandelli, ma Cairo non molal facilmente e pretende almeno 12 milioni di euro. Tuttavia, come rivela oggi "TuttoSport", i granata si starebbero muovendo alla ricerca di un'alternativa, individuata nell'ellenico Vangelis Moras (29). Moras, il cuo contratto col Bologna è scaduto lo scorso Giugno, è ancora libero a parametro zero, ed era stato accostato ad Atalanta e Cesena.
Brando de Leonardis

FONTE: CalcioNews24.it


Bologna | 22/05/2011 - 10:27
Mercato Bologna, Moras verso il Parma
Il difensore greco potrebbe giocare oggi la sua ultima gara in rossoblu
MERCATO BOLOGNA MORAS / BOLOGNA - Ieri sembrava sul punto di rimanere a Bologna, ma per Vangelis Moras quella di oggi con il Bari potrebbe essere l'ultima gara in rossoblù. La 'Gazzetta dello Sport' rivela infatti che il difensore greco sarebbe ad un passo dal diventare un giocatore del Parma che gli avrebbe offerto un contratto triennale.
M.B.

FONTE: CalcioMercato.it


Bologna, triennale per Moras
Giornate di rinnovi anche a Bologna: ieri la società emiliana ha offerto un triennale a Vangelis Moras, arrivato nel 2007 al Bologna. L’ingaggio offerto è di 450mila euro all’anno, ma pare che il greco abbia qualche offerto migliore all’estero...

FONTE: BlogCalcio.info


Bologna, inchiesta pass: Adailton e Mudingayi multe non pagate per 65mila euro
Continua l'indagine che gravita attorno alle richieste per i falsi pass invalidi concessi ai giocatori del Bologna FC. Questa volta finiscono sotto osservazione le multe mai pagate di decine di migliaia di euro per l'ex fantasista brasiliano e l'attuale centrocampista belga
di Redazione Il Fatto Quotidiano | Bologna | 27 luglio 2011
Più informazioni su: Adailton, andrea esposito, archimede morleo, Bologna fc, Daniele Portanova, Emiliano Viviano, gabriele paonessa, massimo mutarelli, Multe, Polizia Municipale, vangelis moras.

Multe non pagate per 35 e 30 mila euro. Ad aver lasciato questi conti aperti con il Comune di Bologna sono due calciatori, Adaílton Martins Bolzan, maglia rossoblù dal 2007 al 2010, e Gaby Mudingayi, centrocampista ancora in forza alla squadra del capoluogo. È quanto emerge dal fascicolo che la procura di Bologna ha aperto con l’ipotesi di reato di uso di atto falso per i permessi di parcheggio in centro.

Fascicolo che, a oggi, registra un nuovo iscritto. È sempre il brasiliano Adaílton, che va ad aggiungersi ai nomi di altri nove giocatori del Bologna – oltre al già presente Mudingayi, compaiono anche Daniele Portanova, Emiliano Viviano, Archimede Morleo, Vangelis Moras, Massimo Mutarelli, Andrea Esposito, Vlado Šmit e Gabriele Paonessa – e di quattro mogli degli sportivi.

Per parcheggiare in centro e avere diritto dunque al relativo permesso T7, l’attaccante avrebbe avuto regolare residenza temporanea fino all’ottobre 2008. E fin qua tutto a posto. Ma – hanno rilevato le indagini della polizia municipale coordinate dal procuratore aggiunto Valter Giovannini – ci sarebbero tre mesi scoperti.

Fino a gennaio 2009, infatti, Adaílton avrebbe usufruito di un permesso non giustificato dalla procedura di assegnazione. E qui, di nuovo, tornerebbe in gioco Luca Garetti, l’ex dipendente della cooperativa Coopertone che, per conto di Atc, gestiva l’assegnazione dei tagliandi. Garetti, licenziato a seguito dell’inchiesta avviata da piazza Trento e Trieste, è lo stesso che compare anche in un altro fascicolo, quello sulle targhe associate al permesso invalidi di Marilena Molinari, la disabile che si occupava delle esigenze pratiche dei giocatori del Bologna Calcio.

E poi c’è la questione delle multe. Le sanzioni sono state rilevate da Sirio, il sistema elettronico di controllo degli accessi automobilistici al centro storico di Bologna, e gli importi sono considerevoli, tanto da arrivare fino alle 220 contravvenzioni che non sarebbero state saldate da Adaílton.

FONTE: IlFattoQuotidiano.it


09:07 | 01/05
Bologna, ritorno in Grecia per Moras
Dopo quattro stagioni in Serie A, il difensore del Bologna, Vangelis Moras, farà ritorno in Grecia. Il 29enne che ha un contratto in scadenza a giugno, difficilmente rinnoverà con i felsinei. Per lui sarebbe pronta un'offerta dell'Olympiakos Pireo che ha già sondato la disponibilità del centrale di tornare a giocare in Grecia. Fonte: itasportpress.it
Redazione

09:56 | 10/11/2010
Bologna, Moras: "A gennaio me ne vado"
Il difensore greco ed ex capitano del Bologna, Vangelis Moras, ha definitivamente perso il suo posto al centro della retroguardia rossoblù, dove ora giocano titolari Britos e Portanova. Per il nazionale ellenico è un brutto colpo e La Gazzetta dello Sport in edicola quest'oggi riporta alcune dichiarazioni del centrale, già vicino all'addio in estate, che ha assicurato di voler cambiare 'casa' nel mercato di gennaio: "Lascerò passare questi due mesi, poi voglio andarmene: ne va della mia pace mentale. Tornato dal Mondiale, sembrava che non rientrassi più nei piani della nuova proprietà : in due mesi ho perso il posto in Nazionale e al Bologna. L'allenatore era Colomba, ma avevo già compreso che se il tecnico fosse cambiato, il trattamento sarebbe rimasto lo stesso. In estate il Bologna ha respinto proposte di club italiani per me: il Cesena aveva fatto una buona offerta, ma il presidente Porcedda, prima della partita con l'Inter, mi ha detto che sarei rimasto e avremmo rinnovato il contratto. Così non è stato. Perchè tenermi, se poi non gioco?".
Brando de Leonardis

FONTE: CalcioNews24.it


Esclusiva Goal.com - Lo svincolato Moras vorrebbe rimanere in Italia, ma l'agente... "E' complicato, non ci sono soldi. Abbiamo rifiutato la bassa offerta del Lecce"
"In Germania piace a un club della Bundesliga, ma anche in Inghilterra ha estimatori: una squadra di Premier League e due di Championship sono interessate a lui".

05/set/2011 16.24.00
di Andrea Ghislandi
Goal.com ha intervistato in esclusiva George Kazianis, agente Fifa greco che gestisce gli interessi di Vangelis Moras, svincolato dopo che il suo contratto con il Bologna è scaduto il 30 giugno scorso. “Al giocatore piacerebbe rimanere in Italia, conosce la lingua, la cultura, ma al momento è complicato – ci ha spiegato – Non ci sono soldi, tante parole ma pochi soldi. A fine agosto abbiamo rifiutato un’offerta ufficiale del Lecce perché troppo bassa”.

Al difensore greco non mancano, comunque, le offerte. “In Germania piace a un club della Bundesliga, ma anche in Inghilterra ha estimatori: una squadra di Premier League e due di Championship sono interessate a lui”.
Sirene anche dal ricco golfo persico. “Abbiamo un’offerta dal punto di vista economico molto buona da Dubai. Entro questa settimana troveremo una soluzione”.

FONTE: Goal.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini