.

Fissate la data del raduno, la sede del ritiro e la prima (grande) amichevole il 27 Luglio a Moena di Trento contro la FIORENTINA! CALCIOMERCATO: BJELANOVIC richiesto dai greci del PANIONIOS, idea BABACAR per SETTI. Nuovo responsabile per il settore giovanile: ecco Roberto GEMMI scout di fiducia di SOGLIANO

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 27 giugno 2012 21:49, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento


CALCIOMERCATO HELLAS
Trovate qui tutti i 'rumors' del web e la lista continuamente aggiornata dei nomi che 'girano' in entrata ed in uscita attorno al VERONA...

FISSATE DATA DEL RADUNO, RITIRO E PRIMA AMICHEVOLE
L'HELLAS si ritroverà il 16 Luglio per la presentazione della stagione 2012-2013 per parire nel successivo Sabato 21 alla volta di Santa Cristina Val Gardena meta del ritiro estivo che si concluderà il 4 Agosto.
Amichevole di lusso Venerdì 27 Luglio alle 18:30 a Moena di Trento contro la FIORENTINA

...CON SETTI ALTRO VOLTO NUOVO IN SOCIETÀ
Si tratta di Roberto GEMMI, scout di fiducia di SOGLIANO, che ha firmato per un anno e ricoprirà il ruolo di responsabile del settore giovanile [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]



DICONO
SETTI 'BABACAR? Se ci sarà la possibilità perchè no?' «Hallfredsson e Tachtsidis? Non venderemo i nostri giocatori migliori. L’ipotesi Babacar? Il valore del giocatore è fuori discussione, ma è un discorso prematuro. Sicuramente la Fiorentina ha dimostrato di saper lavorare bene con il vivaio, e potremmo inserirci per dare spazio a qualche giocatore in sovrannumero» SerieBNews.com

Parla GROSSI 'Non sono ufficialmente gialloblù ma quasi...' «Finché non è ufficiale aspettiamo, non ho ancora firmato... Avevo già lavorato con Sogliano, so come si muove. Mi ha parlato di un grande progetto. Tutto è partito da lui, la trattativa è nata quando il direttore ha cominciato a lavorare per l'Hellas. Sono contento ed entusiasta, a me piace essere protagonista della squadra in cui gioco».
E le voci sul Palermo? «Sembrava che Sannino potesse portarmi al Palermo, ma non c'è mai stato nulla di concreto».
Con il Verona invece sì e sembra fatta. «Al ritorno della vacanze incontrerò il mio procuratore e vedremo. Non ho firmato, ma diciamo che sono quasi gialloblù» TuttoMercatoWeb.com

MARTINELLI «Con GIBELLINI c'è stato un malinteso, ci tengo a chiarirlo. Ero in ospedale, con Mauro non potevo parlare di persona. L'ho chiamato al telefono, lui ha dichiarato che il Varese aveva meritato la qualificazione ed io gli ho detto che la sua opinione non mi trovava d'accordo. Ci avessero assegnato quel rigore al ritorno, per tutti sacrosanto, sarebbe andata diversamente. Il punto però è un altro. Frustrato da una convivenza difficile, Gibellini ha voluto più che altro sfogarsi per come ha vissuto l'intera stagione. Ci chiariremo presto, intanto lo ringrazio per quanto ha dato all'Hellas» LArena.it


ALTRE NEWS IN ALLEGATO
DASPO PER 75 TIFOSI GIALLOBLÙ RITIRATA... ANZI NO! Ricordate i 94 Daspo dati ai tifosi del Verona in occasione della trasferta di Varese dello scorso dicembre? In 75 avevano presentato ricorso e l'avevano visto al Tar di Milano ma il consiglio di Stato li ha fatti tornare nuovamente in vigore. E adesso? La prossima udienza di merito è attesa per gennaio 2013, fino ad allora i tifosi colpiti da questa diffida non potranno accedere agli stadi TuttoB.com


IN BREVE A PIÉ PAGINA
CALCIO GIAPPONE: ZACCHERONI firma un biennale con la nazionale nipponica!
VITA DA EX: Dopo la salvezza ai playout ottenuta con il ritorno di AGLIETTI l'EMPOLI si affida a Maurizio SARRI che guidò il VERONA anche il VERONA per qualche mese nel 2008...
LO 'STRANO' CASO DI VERRATTI che prima è dato ufficialmente all JUVE, poi al NAPOLI e infine... Rimane dov'è!
FORMULA 1: Strepitosa gara di ALONSO al GP di Siviglia! Parte 11° e arriva primo: 'La mia più bella vittoria...'
SPORT&ARTE: SuperMario BALOTELLI ispira Gambarin...

RASSEGNA STAMPA
SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Grossi: "Società d'accordo, a Verona per Sogliano"
26.06.2012 20.12 di Alessio Alaimo - twitter: @alaimotmw
"Finché non è ufficiale aspettiamo, non ho ancora firmato...". Paolo Grossi, centrocampista del Siena, in vacanza a Formentera fino a sabato 30 giugno, parla così a TuttoMercatoWeb e si pronuncia sull'ormai imminente trasferimento all'Hellas Verona. "Siena e Verona hanno trovato l'accordo", prosegue il centrocampista milanese classe '85.

Dalla serie A alla serie B, potrebbe essere visto come un salto indietro.
"No, non lo è. Avevo già lavorato con Sogliano, so come si muove. Mi ha parlato di un grande progetto. Tutto è partito da lui, la trattativa è nata quando il direttore ha cominciato a lavorare per l'Hellas. Sono contento ed entusiasta, a me piace essere protagonista della squadra in cui gioco".

E le voci sul Palermo?
"Sembrava che Sannino potesse portarmi al Palermo, ma non c'è mai stato nulla di concreto".

Con il Verona invece sì e sembra fatta.
"Al ritorno della vacanze incontrerò il mio procuratore e vedremo. Non ho firmato, ma diciamo che sono quasi gialloblù (sorride, ndr)".

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Verona, arriva Gemmi per il settore giovanile
26.06.2012 19.40 di Alessio Alaimo - twitter: @alaimotmw
C'è un nuovo ingresso in società all'Hellas Verona. Era già nell'aria, ma adesso è ufficiale. Roberto Gemmi, scout di fiducia del ds Sean Sogliano, ha firmato un anno di contratto con la società veneta. Gemmi ricoprirà il ruolo di responsabile del settore giovanile.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


HELLAS VERONA
Hellas Verona, programmato un test di lusso
27.06.2012 19:18 di Federico Errante
Fonte: tuttohellasverona.it
Amichevole di lusso per il Verona in occasione della preparazione estiva in vista della prossima stagione. Sarà infatti la Fiorentina di Vincenzo Montella ad affrontare gli scaligeri venerdì 27 luglio alle 18.30 a Moena (TN).

PRIMO PIANO
Hellas Verona, tornati in vigore i Daspo di Varese
27.06.2012 19:01 di Federico Errante
Fonte: tggialloblu
Una batosta inaspettata. Ricordate i 94 Daspo dati ai tifosi del Verona in occasione della trasferta di Varese dello scorso dicembre? In 75 avevano presentato ricorso e l'avevano visto al Tar di Milano ma il consiglio di Stato li ha fatti tornare nuovamente in vigore. E adesso? La prossima udienza di merito è attesa per gennaio 2013, fino ad allora i tifosi colpiti da questa diffida non potranno accedere agli stadi.

FONTE: TuttoB.com


Sogliano, idee chiare: Rivas, Grossi, Brivio
LE TRATTATIVE. Il nuovo direttore sportivo ha progetti ambiziosi ed è al lavoro per realizzarli. Anche se la concorrenza è tanta, visto il valore degli obiettivi gialloblù. Sulla fascia sinistra, uno in partenza tra Scaglia e Pugliese. Quest'ultimo ha molto mercato, sembra lui il candidato a cambiare maglia: dove finirà?

27/06/2012
È sempre a Buenos Aires, Emanuel Rivas. L'Italia rimane lontana. In testa ha l'Hellas, ma non solo. Temporeggia il ragazzo. «Non ho ancora deciso, il mio agente ha parlato col Verona. La proposta è stata molto interessante, ma ci sono altre squadre. Vediamo». Qualche sirena dalla serie A si è fatta sentire, lo stesso Varese è uscito allo scoperto chiedendo a Rivas di restare nonostante un contratto ormai in scadenza. La leggera frenata di Rivas si sposa perfettamente con la tesi di Sogliano, chiaro nello spiegare la questione sabato appena conclusa la presentazione di Maurizio Setti: «Per quel che so Rivas la scelta l'ha già fatta, ma un giocatore svincolato è sempre appetibile. È giusto restare sereni, senza forzare troppo la mano». Rivas, atteso a Milano entro fine settimana, non rientrerà invece prima di lunedì o martedì. La sua idea è quella di firmare e tornare in Argentina: «Vorrei sistemare tutto in fretta, prendere una decisione e mettermi tranquillo. Ma non voglio sbilanciarmi». Il suo agente, Fabio Bilardo, da buon procuratore ha allargato il campo: «Ci sono altre squadre su Rivas, due delle quali di serie A». Una pare il Torino, dove Rivas ritroverebbe Gianpiero Ventura, suo allenatore a Bari.

PORTE APERTE. Dall'Argentina a Formentera, rifugio prediletto di tanti calciatori. Sull'isola c'è anche Paolo Grossi, altro esterno offensivo puntato dal Verona. Si è parlato di lui ieri a Milano, senza però una vera accelerata. Questione di tempo. Già a Varese con Sogliano e in serie A col Siena, Paolo ha cominciato nel Milan prima di finire alla Caratese in Interregionale, ripescato nel calcio dei professionisti proprio da Sogliano per il Varese e diventato uno dei pupilli di Beppe Sannino, che per un attimo ha pensato anche di portarselo a Palermo. «Ci piace, ma c'è bisogno di pazienza», ha ripetuto ieri Sogliano, sempre molto vigile sul mercato. Grossi, dalle spiagge di Formentera, è andato anche oltre: «Se ci saranno le giuste condizioni sarei felicissimo di venire a Verona. So che c'è una trattativa in corso, io aspetto fiducioso. Sarebbe bello lavorare di nuovo con Sogliano».

BRIVIO A SINISTRA. Il Verona ha individuato il suo obiettivo per la fascia mancina. Davide Brivio sarebbe un bel colpo, specie per la serie B. Soprattutto perché viene da due anni di A col Lecce, in tutto 48 presenze e i gol con Siena e Genoa dell'ultima stagione. Il ragazzo lascerà Lecce, società piena di problemi e con la minaccia di una forte penalizzazione per il calcioscommesse se non addirittura della retrocessione in Prima Divisione. Brivio sarebbe una soluzione gradita, fra l'altro compagno di Nazionale a livello giovanile (fino all'Under 19) di Matteo Mandorlini, figlio del mister, appena passato dal Brescia allo Spezia. Anche Mandorlini papà conosce bene Brivio. Sotto contratto fino al 2014, Davide è stato cercato finora da parecchi club, anche di serie A. Occasione affascinante, ma forse eccessivamente difficile da cogliere. Di certo Brivio viene da una scuola prestigiosa come l'Atalanta, prima di passare in comproprietà alla Fiorentina con tanto di esordio in A a diciott'anni. L'estate dopo metà del suo cartellino è stata rilevata dal Vicenza, che poi l'ha acquistato interamente proprio dall'Atalanta. Nel 2008 il passaggio al Genoa e quindi di nuovo al Vicenza a gennaio. Su di lui, l'anno dopo, decide di scommettere il Lecce, ricevendo in cambio un rendimento sempre all'altezza, con tanto di convocazione nell'Under 21. A sinistra nell'Hellas è matematica la partenza di uno fra Scaglia e Pugliese. Il primo, visti i 35 anni, è più difficile da piazzare e su di lui è pronto a puntare ancora Mandorlini. Diverso il discorso per Pugliese, che ha mercato in B ma che gode anche della profonda considerazione da parte di Sogliano. Deciderà il mercato.
Alessandro De Pietro

Martinelli: «Pronto a scommettere su Setti»
L'INTERVISTA. Le confessioni più intime del presidente uscente nel giorno dell'investitura del nuovo uomo di riferimento della società di via Torricelli. «Mi sono rivisto in lui all'epoca dei miei primi passi Mandorlini apprezzerà il lavoro della nuova società Ho un rimpianto: non essere riuscito ad andare in A»

25/06/2012
Verona. Sarà il Presidente ancora per molto. Il rispetto e la gratitudine, almeno stavolta, valgono più di bonifici bancari e quote trasferite con un paio di firme. Non vuole rubare la scena a nessuno Giovanni Martinelli, si sta solo prendendo quel che gli spetta. Lascia da eroe, senza volerlo e senza mai parlare di veri addii. Il Verona d'altronde continua a sentirlo suo come il primo giorno. «Onestamente non mi vedo ancora vicepresidente, è come se fossi ancora in carica, però è giusto sia finita così. Maurizio Setti ha tutte le carte in regola per proseguire il progetto che ho iniziato e portato avanti nel miglior modo possibile. Di soddisfazioni ne ho raccolte tante, ma era giunto il momento di fermarsi».

Che presidente sarà Setti?
«Su Maurizio sono pronto a scommettere. Ha tanta passione, per certi versi mi rivedo in lui all'epoca dei miei primi passi. Ha già definito mosse importanti, come l'arrivo di Sogliano. Il disegno continua, questo conta davvero. I veronesi, ai quali va il mio più sentito ringraziamento, possono stare sereni».
Ci racconta il dietro le quinte di questi mesi?
«Ho iniziato diverse trattative con altra gente che poi si è rivelata fumosa. Tutti faccendieri, almeno così mi sono sembrati. Figure di cui non mi sono fidato, gente che secondo me dell'Hellas voleva solo approfittarsi. Io e Setti invece abbiamo parlato subito lo stesso linguaggio, siamo entrati immediatamente in sintonia con gli obiettivi. Non ha peli sulla lingua, è sincero ed ha disponibilità economiche. Farà bene».
Per tanto tempo i suoi appelli agli imprenditori sono rimasti inascoltati...
«Non li biasimo, per carità. Stiamo vivendo tutti momenti difficili, ma serviva compiere un passo in più. Non si poteva più aspettare».
Verona la ama tanto. Si è mai chiesto il vero perché?
«Penso per la chiarezza che ho sempre avuto nei confronti della città e della gente. In più abbiamo raccolto risultati importanti, nonostante un budget limitato, usando l'arma della semplicità. I tifosi l'hanno apprezzato».
Ce l'ha un rimpianto su tutti?
«Quello di non essere riusciti ad andare in serie A, ma sono esperienze che servono per il futuro. Ci riproveremo, questo è certo».
Si rimprovera un errore in particolare?
«Rifarei tutto, dall'inizio alla fine. Qualche delusione c'è stata, ma ad un certo punto abbiamo trovato il giusto equilibrio. Non mi pento di nulla, neanche degli errori».
E la polemica con Gibellini?
«C'è stato un malinteso, ci tengo a chiarirlo. Ero in ospedale, con Gibellini non potevo parlare di persona. L'ho chiamato al telefono, lui ha dichiarato che il Varese aveva meritato la qualificazione ed io gli ho detto che la sua opinione non mi trovava d'accordo. Ci avessero assegnato quel rigore al ritorno, per tutti sacrosanto, sarebbe andata diversamente. Il punto però è un altro. Frustrato da una convivenza difficile, Gibellini ha voluto più che altro sfogarsi per come ha vissuto l'intera stagione. Ci chiariremo presto, intanto lo ringrazio per quanto ha dato all'Hellas».
Il calcio professionistico è come se lo aspettava?
«Del calcio voglio ricordare solo i lati positivi. È il gioco più bello del mondo, quello che più di tutti ti dà adrenalina. Difficile rinunciarci per chi l'ha vissuto in prima persona. Per questo voglio restarci, salute permettendo».
Setti e Sogliano sono stati chiari: Mandorlini dovrà rientrare entro precisi confini e fare solo l'allenatore...
«Ho parlato con Mandorlini, è una persona intelligente. Ha capito. Andrea saprà apprezzare il lavoro di Sogliano e della nuova società. Non è facile fare l'organizzatore, il direttore sportivo e il tecnico. Deve concentrare le sue forze in una direzione unica, deve solo allenare la squadra».
Quale è stato finora il principale merito di Mandorlini?
«Ogni giocatore è essenziale, ma è difficile ottenere qualcosa se non hai il condottiero in grado di indicare la giusta direzione. E Mandorlini è perfetto per l'Hellas».
Quale sarà adesso il suo ruolo?
«Una forma di collaborazione con Setti certamente la troverò, ma prima devo terminare una cura che ultimamente mi ha debilitato non poco. Ci vorrà ancora qualche mese».
Sta combattendo una battaglia durissima per la vita. Dove la trova tanta forza?
«La forza viene, quando l'acqua tocca il naso. Nella vita ho avuto esperienze tremende, come la perdita di mio figlio. Per fortuna c'è qualcuno lassù che ti dà le energie interiori per continuare a lottare».
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


Ritiro estivo, gialloblù a Santa Cristina Val Gardena
Postata il 27/06/2012 alle ore 15:57
La località in provincia di Bolzano ospiterà l'Hellas Verona dal 21 luglio al 4 agosto. Venerdì 27 alle 18:30 amichevole con la Fiorentina a Moena (TN)
VERONA - Il club scaligero ha definito gli ultimi dettagli in vista della preparazione per la stagione sportiva 2012/13. Raduno fissato per lunedì 16 luglio, mentre sabato 21 la squadra gialloblù partirà per Santa Cristina Val Gardena, località di circa 1.900 abitanti situata in provincia di Bolzano, sede del ritiro estivo fino al 4 agosto.
Collocata tra Ortisei e Selva di Val Gardena, posta di fronte al Sassolungo, presenta un’altitudine compresa tra i 1.250 ed i 3.179 m s.l.m.; di quasi 200 km la distanza da Verona. Gli allenamenti verranno svolti al centro sportivo “Mulin da Coi”, utilizzato in passato da Lazio, Cagliari, Gallipoli e Spezia. Prende forma anche il calendario delle amichevoli: venerdì 27 luglio alle 18:30 la formazione di Andrea Mandorlini affronterà a Moena (TN) la Fiorentina.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it





[OFFTOPIC]
CALCIO GIAPPONE: ZACCHERONI firma un biennale con la nazionale nipponica!
VITA DA EX: Dopo la salvezza ai playout ottenuta con il ritorno di AGLIETTI l'EMPOLI si affida a Maurizio SARRI che guidò il VERONA anche il VERONA per qualche mese nel 2008...
LO 'STRANO' CASO DI VERRATTI che prima è dato ufficialmente all JUVE, poi al NAPOLI e infine... Rimane dov'è!
FORMULA 1: Strepitosa gara di ALONSO al GP di Siviglia! Parte 11° e arriva primo: 'La mia più bella vittoria...'
SPORT&ARTE: SuperMario BALOTELLI ispira Gambarin...

ZACCHERONI CT DEL GIAPPONE FINO AL 2014
Lunedì 25 Giugno 2012 - 16:53
TOKYO - Alberto Zaccheroni, da due anni ct del Giappone, guiderà la nazionale nipponica fino ai mondiali di Brasile 2014. L'allenatore romagnolo, alla guida del Giappone da agosto 2010, ha infatti prolungato il contratto fino al 2014, come riporta la stampa giapponese. Con Zaccheroni in panchina, il Giappone ha vinto la quarta Coppa d'Asia in Qatar lo scorso anno e nelle qualificazioni per i mondiali in Brasile la sua squadra è prima nel suo girone con sette punti dopo tre partite.

GP DI VALENCIA, INCREDIBILE FERRARI: ALONSO SUPER, DA 11° A PRIMO -FOTO
Lunedì 25 Giugno 2012 - 07:57 di Giorgio Ursicino
ROMA - Niente otto volante, non arriva l’ottavo vincitore diverso. A volare è Fernando Alonso che, con una corsa strepitosa, rimonta dalla sesta fila e passa per primo sotto la bandiera a scacchi, mandando in delirio i tifosi spagnoli in tribuna. Lo spagnolo riconquista la vetta della classifica e allunga con decisione poiché i due principali avversari nella corsa al Titolo tornano entrambi a casa con zero punti in pagella. Vettel è stato tradito dalla sua Red Bull che nelle prove e nella prima parte della gara lo aveva fatto volare. Hamilton, come spesso avviene, è stato penalizzato dai suoi meccanici durante la sosta ai box e poi si è suicidato accettando un ruota a ruota con Maldonado, uno che non lotta certo per l’obiettivo finale. Il venezuelano è stato punito dai commissari, ma Lewis è ora staccato di 23 punti dal ferrarista che ha una regolarità straordinaria (è rimasto l’unico che nel 2012 ha sempre fatto punti). Più vicino allo spagnolo si è portato Webber (20 punti di ritardo), autore di una gara poco incisiva e solo quarto al traguardo, preceduto da due fenomenali ex pensionati. Su un podio dal forte profumo di rosso, infatti, a fianco di Fernando sono finiti due ex campioni del mondo rientrati in Formula 1 dopo essersi ritirati, entrambi arrivati al titolo in sella al Cavallino. Kimi Raikkonen con la Lotus ha preceduto Michael Schumacher con la Mercedes e anche questa è una favola, al pari della rabbiosa rimonta di Alonso impreziosita da mille sorpassi. Michael da quando è rientrato (questa è la terza stagione) dopo tre anni di stop non era mai riuscito a spruzzare champagne, l’ultima volta gli era capitato nel lontano GP di Cina a Shanghai il primo ottobre del 2006 (il Mondiale finì ad Alonso...). Era da oltre 40 anni che un pilota di 43 anni (Brabham) non saliva sul podio. Un podio pesantissimo, da doppio record: mai dieci titoli mondiali tutti insieme e mai (in tempi moderni) oltre un secolo complessivo a ritirare le coppe. Schumi, in ogni caso, ha meritato, nell’ultimo periodo è migliorato molto, non litiga più con le Pirelli e a Montecarlo ha centrato una storica pole. Massa? Sfortunato, anche questa volta non ha fatto punti.

ALONSO: "È LA MIA PIÙ BELLA VITTORIA" «È difficile esprimere con le parole quello che sento ora, vincere a casa è qualche cosa di speciale».Suona l'inno di Mameli e Fernando Alonso trattiene a fatica le lacrime per quella che definisce la più bella vittoria della sua carriera.«Vinsi a Barcellona con la Renault e oggi mi sono ripetuto qui a Valencia. Ma con la Ferrari è qualche cosa di speciale, mi sento molto orgoglioso. È la più bella vittoria che io abbia mai avuto, nessuna può rivaleggiare con questa dal punto di vista delle emozioni».

ALONSO TORNA IN TESTA AL MONDIALE Grazie alla vittoria nel Gran Premio d'Europa sul circuito semicittadino di Valencia Fernando Alonso su Ferrari torna in testa al Mondiale piloti con 111 punti davanti a Mark Webber su Red Bull (91 punti), Lewis Hamilton (McLaren, 88) e Sebastian Vettel (Red Bull, 85).

VERRATTI ANNUNCIA SU FB: "RESTO A PESCARA". IL CLUB LO TOGLIE DAL MERCATO
Sabato 23 Giugno 2012 - 18:12
PESCARA - Dopo mesi di trattative, il Pescara ha deciso di ritirare dal mercato Marco Verratti che alcuni giorni fa era arrivato ad un passo dalla cessione alla Juventus. Questo il comunicato ufficiale della società biancazzurra: «Questa mattina i vertici societari della Delfino Pescara 1936 Srl hanno incontrato il calciatore Marco Verratti e il suo agente. A seguito di un colloquio intercorso tra le parti, dove il calciatore ha ribadito il desiderio di rimanere in biancazzurro, - avendo, tra l'altro, rinnovato lo scorso gennaio un contratto che lo lega al club di via Albegna per altri 4 anni - preso atto della volontà del calciatore, la Delfino Pescara 1936 Srl comunica di ritirare ufficialmente il centrocampista pescarese dal mercato».

L'ANNUNCIO DEL GIOCATORE SU FB - «Rimango a Pescara e rispetto il contratto con la società . Non ho firmato e preso impegni con nessuno. Ora pensiamo alla Serie A!!!!». Lo scrive Marco Verratti, centrocampista del Pescara, sulla propria pagina Facebook. Il 19enne centrocampista nelle ultime settimane è stato al centro di una complessa trattativa tra il Pescara, a cui è legato fino al 2016, e la Juventus. Sulle tracce del giocatore, che sembrava destinato a trasferirsi al club bianconero nel 2013, si è mosso anche il Napoli. Il Pescara, stamattina, ha comunicato che Verratti non è sul mercato.

FONTE: Leggo.it


Un SuperMario gigante sui campi di VeronaÈ grande oltre 2,7mila metri quadrati, tracciato con il trattore su un campo agricolo, l'ultima opera di land art dell'artista veronese Dario Gambarin
Domenica 24 Giugno 2012
VERONA - È il ritratto di un Mario Balotelli grande oltre 2,7mila metri quadrati, tracciato con il trattore su un campo agricolo, l'ultima opera di land art dell'artista veronese Dario Gambarin. Un augurio per il bomber nerazzurro, che stasera sarà uno dei protagonisti della sfida Italia-Inghilterra ad Euro 2102. Gambarin, noto per aver dedicato i suoi maxi ritratti 'green' a personaggi come Barak Obama e Nelson Mandela, ha raffigurato il centravanti azzurro di spalle, con l'inconfondibile cresta moicana sulla nuca e la maglietta con la scritta Italia in orizzontale. L'opera, 'mano libera' - cioè senza disegno preparatorio - è stata tracciata con l'aratro da Gambarin su un campo a Castagnaro, in provincia di Verona. "Volevo fare un omaggio agli azzurri, tutti, senza distinzioni - ha spiegato Gambarin -, ma la cresta bionda di Balotelli sembra fatta apposta per essere riprodotta su un campo di grano trebbiato".

FONTE: CorriereDelloSport.it


NOTIZIE UFFICIALI
UFFICIALE: l'ex Sorrento Sarri nuovo tecnico dell'Empoli
Trovano conferma le indiscrezioni rilanciate nei giorni scorsi dal nostro portale. Leggi il LINK in basso.

25.06.2012 14:37 di Valeria Debbia
L'Empoli Fc comunica tramite una nota ufficiale che Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della prima squadra. Sarri ha allenato in passato squadre come Sansovino, Sangiovannese, Pescara, Arezzo, Avellino, Verona, Perugia, Grosseto, Alessandria e Sorrento. Con il Sansovino in tre anni ha portato la squadra dai dilettanti alla C2 (vincendo anche la coppa Italia di serie D) e con la Sangiovannese ha ottenuto una promozione in C1.

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini