.

NOCERINA 3-1 VERONA: Gara molto sottotono degli scaligeri che a lungo giocano senza la necessaria intensità forse sottovalutando i campani. Meritata la vittoria dei rossoneri sulla quale pesano non poco anche le decisioni del sig. Candussio... Cori razzisti contro i tifosi gialloblù fatti entrare in ritardo

Pubblicato da andrea smarso sabato 24 marzo 2012 17:18, vedi , , , , , , , , | Nessun commento


LA GARA & LE IMPRESSIONI
Tifosi veronesi esclusi dal 'San Francesco' fino al 10° del primo tempo e questo, nonostante la non certo buona reputazione dei sostenitori scaligeri (meritata o meno che sia), non è certo molto 'onesto': si capiscono le misure di sicurezza ma alla gente che paga un biglietto e si fa una montagna di chilometri dovrebbe almeno essere garantito l'accesso allo stadio in tempo!
Si segnalano inoltre cori molto 'pesanti' del pubblico locale (a chiara discriminazione razziale e territoriale) all'indirizzo degli omologhi arrivati da Verona: vedremo ora se la Lega di B, sempre (e giustamente) implacabile nei confronti del pubblico scaligero, deciderà di usare lo stesso metro di misura...
La sensazione è confermata: nel peggio, purtroppo, tutta Italia è paese!

Brutta partenza per l'HELLAS che va sotto dopo appena quattro minuti: RAFAEL mette in corner su un tentativo di CASTALDO compiendo un mezzo miracolo, sulla successiva battuta dello stesso FIGLIOMENI in spaccata trova il vantaggio!
Passano poco più di dieci minuti e gli avversari vanno sul 2 a 0: BRUNO lancia NEGRO sulla mancina, l'attaccante sfugge ad ABBATE e secca il numero brasiliano dell'HELLAS! Una sorta di incubo...
Il VERONA appare un po' imballato sopratutto in mediana dove l'azione si sviluppa lenta e JORGINHO paga costantemente dazio dal punto di vista fisico ed è annullato dagli avversari.
La NOCERINA, forse galvanizzata dal doppio vantaggio, viaggia ad una velocità tripla rispetto ai gialloblù...
Al 34° GOMEZ TALEB accorcia finalmente le distanze: TACHTSIDIS combina bene con 'Juani' e dopo un triangolo libera bene il sudamericano che fulmina CONCETTI in disperata uscita e trova il gol numero 9 in campionato (il quinto in 5 partite)!
Gli avversari appaiono comunque più in palla e come sciabolatori pesanti continuno a mettere pressione ai fiorettisti gialloblù, si ciude il primo tempo senza recupero con il VERONA in svantaggio.

Nella ripresa aumentano le provocazioni dei locali che evidentemente la vogliono buttare in rissa, al 15° e 16° ecco due episodi chiave che faranno (molto) discutere: GOMEZ TALEB supera un difensore in area e punta a rete, ma senza aver fatto i conti col 'blocco' in stile basket di un avversario che gli si para davanti come un pilastro... Il penalty pare solare ma il signor Candussio chiude gli occhi!
Sul ribaltamento di fronte CATANIA salta contrastato da CECCARELLI che per lo stesso direttore di gara allarga troppo i gomiti (e d'altronde l'avversario cade come colpito dalla saetta), è rigore che MERINO trasforma in 3 a 1...
Saltano i nervi alla panchina scaligera ed il secondo di MANDORLINI, BORDIN, paga con l'espulsione: gara definitivamente compromessa e pesantemente condizionata dalle decisioni dell'arbitro...
Il mister scaligero prova a cambiare le carte in tavola inserendo in rapida successione BERRETTONI, BJELANOVIC e GALLI ma le azioni d'attacco veronesi s'infrangono (spesso) sugli off-side segnalati dai collaboratori del signor Candussio (probabilmente mediocri quanto il loro capo...)

Brutta sconfitta per l'11 gialloblù autore di una gara ampiamente sotto le attese: sicuramente pesanti le responsabilità del signor Candussio che ha trasformato un possibile pareggio del VERONA nel 3 a 1 della NOCERINA ma non va dimenticato che per tutto il primo tempo (e buona parte del secondo) gli uomini di MANDORLINI hanno giocato al piccolo trotto, senza la necessaria intensità ed anzi con un malcelato spirito di sufficienza che è stato puntualmente 'bastonato' dalla carica agonistica campana...
Speriamo che questa sia solo una fisiologica battuta d'arresto perchè altrimenti, se si trattasse di calo dovuto ai primi caldi e/o sottovalutazione dell'avversario sarebbe oltremodo preoccupante per il proseguio del campionato... [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]



Nocerina 3-1 Verona: Gli highlights della gara

DICONO
MANDORLINI Sapevamo che la Nocerina sarebbe partita subito forte ma ci siamo fatti trovare impreparati su quel calcio d'angolo. Sul due a zero la gara sembrava chiusa ma siamo riusciti a riaprirla. Con una rete di svantaggio ero quasi sicuro che saremmo riusciti a riprendere il match ma il rigore, che a mio parere è molto dubbio, ci ha spezzato le gambe. Ora non dobbiamo fermarci a questa sconfitta ma continuare con il percorso intrapreso prima della gara di oggi TuttoMercatoWeb.com

Capitan CECCARELLI a proposito del rigore provocato: «Credo che il metro di giudizio sarebbe dovuto essere lo stesso adottato con Juanito, si trattava di una palla lunga che stava andando sul fondo, io non ho nemmeno visto l'avversario. In un movimento normale del corpo ho allargato il braccio, toccando un rossonero, ma credo che il rigore sia un pò regalato. A parte ciò, sicuramente non ci attacchiamo a questo episodio. Nel primo quarto d'ora abbiamo subito due reti, rimetterla in piedi sarebbe stato difficile. Siamo rammaricati, avremmo voluto far punti a tutti i costi, non ci siamo riusciti ma venerdì c'è un'altra occasione per rifarsi i campani son partiti forte cercando di metterci immediatamente in difficoltà, non c'è stata risposta immediata da parte nostra, con troppa libertà di gioco. Pagata a caro prezzo un pò d'ingenuità, è andata male, accettiamo il risultato senza scordare che stiamo facendo un gran campionato, vogliamo rimanere in certe posizioni fino alla fine e per questo ci rimetteremo subito al lavoro. Non ci siamo mai esaltati, di certo non ci butteremo giù oggi» HellasVerona.it

AUTERI, allenatore dela NOCERINA «Mi è piaciuta la gare dei miei giocatori perchè hanno interpretato il match come se fosse una finale. Finalmente non siamo più soli in classifica, abbiamo ottenuto tre punti fondamentali contro una squadra importante come il Verona. Ora pensiamo già alla sfida di Genova con la Samp, sarà una gara tra Davide e Golia ma noi non abbiamo timore» TuttoB.com

Nocerina 3-1 Verona: Le immagini della gara e le interviste ai tecnici

NOCERINA 3-1 VERONA
Bellissima giornata a Nocera Inferiore dove un campo perfetto sembra attendere solamente di essere calpestato dall'arbitro e i 22 in campo.
'San Francesco' praticamente pieno con i tifosi campani accorsi in massa a sostenere la propria traballante squadra e tifosi gialloblù tenuti fuori fino a partita iniziata onde evitare qualunque rischio alla sicurezza dopo che si sono ripetuti vari appelli in settimana alla correttezza in campo e sopratutto sugli spalti (dove il clima è rovente a causa dei brutti cori dei tifosi di casa che prendono di mira gli opposti ed il tecnico del VERONA).

AUTERI sostituisce lo squalificato DI MAIO con REA e recupera il fantasista MERINO all'ultimo; in panchin a l'ex FARIAS.
MANDORLINI perde MAIETTA (che nell'ultimo allenamento aveva avuot qualche problemino) allorchè nel riscaldamento pre-gara il centrale difensivo ha continuato ad accusare dolore alla schiena, poco male: MARECO e capitan CECCARELLI hanno sempre fatto bene quando sono stati chiamati in causa; il rest dell'11 è quello che ha battuto TORINO e VICENZA col modulo 4-3-3...

PRIMO TEMPO
2° TACHTSIDIS sfiora di testa un calcio di punizione battuto dopo un fallo su GOMEZ: bella occasione ma imprecisa...
3° Prontissima la ripartenza della NOCERINA con CATANIA che traversa per CASTALDO e soltanto un grandissimo intervento di RAFAEL evita il peggio mandando in corner!
4° Sulla successiva battuta FIGLIOMENI in spaccata trova l'azione vincente e batte RAFAEL: NOCERINA in vantaggio!
8° Bello spunto di FERRARI sulla destra, palla a GOMEZ TALEB che non tira e passa a HALLFREDSSON: l'azione sfuma...
11° NOCERINA scatenata! 3 tentativi in mischia: fortunatamente la diga scaligera regge in qualche modo...
15° NEGRO, lanciato da BRUNO, supera in velocità ABBATE e da sinistra inganna RAFAEL sul palo lontano: NOCERINA 2-0 VERONA!
20° MINGAZZINI batte una punizione dal limite: tiro debole facile preda di RAFAEL
23° Bella azione in dribbling ubriacante di Juani a destra, palla per TACHTSIDIS che tira prontamente: para bene CONCETTI ma mette in angolo
24° HALLFREDSSON batte il corner sulla testa di MARECO la cui incornata è però imprecisa...
26° Bel cross di MINGAZZINI in mezzo all'area scaligera: nessuna maglia rossonera approfitta
28° Ammonizione per REA
29° Punizione di LEPILLER al limite dell'area avversaria: la potenza c'è la precisione no...
34° GOMEZ accorcia finalmente le distanze: TACHTSIDIS combina bene con 'Juani' e dopo un triangolo libera bene il sudamericano che fulminaCONCETTI in disperata uscita e trova il gol numero 9 in campionato
35° Giallo per MINGAZZINI
43° L'iradiddio NEGRO parte in dribbling a destra e conclude! Per fortuna è fuori ma che bravo il trequartista campano che con MERINO fa vedere i sorci verdi alla retroguardia scaligera...
45° Senza recupero termina la prima metà di gara

SECONDO TEMPO
1° Pronti via c prova CASTALDO con un tiro fortunatamente debole...
4° Batte una punizione LEPILLER: nessun problema per CONCETTI
5° LAVERONE senza pretese, palla sballata che scivola fuori
7° CI prova ancora LEPILLER con un tiro dei suoi, palla alta
9° BRUNO dal limite: nessun problema per RAFAEL
13° Tiro di MERINO, palla fuori misura
15° Episodio molto dubbio in area della NOCERINA, GOMEZ viene steso mentre ha una chiara occasione da gol in un'azione poco chiara da rivedere sicuramente...
16° CECCARELLI a gomiti larghi su CATANIA in area (dice il sig. Candussio): rigore per i campani e giallo al capitano! Batte MERINO e trasforma... 3 a 1 per i padroni di casa!
17° MANDORLINI protesta insieme a BORDIN e l'arbitro, forse cedendo al 'fuori-fuori' del pubblico, lo espelle...
22° Altro tiro abbastnza inutile di LEPILLER
23° AUTERI cambia NEGRO con BARUSSO
24° Doppia sostituzione per l'HELLAS: fuori HALLFREDSSON e LEPILLER per BJELANOVIC e BERRETTONI, MANDORLINI tenta il tutto per tutto...
28° Dentro anche l'ex FARIAS nella squadra di AUTERI, gli cede il posto CATANIA
31° Dentro anche GALLI nell'HELLAS, fuori FERRARI. GOMEZ appoggia per il neoentrato che spara una botta dal limite: palla fuori
36° Terza sostituzione NOCERINA: dentro DE FRANCO, fuori MINGAZZINI
37° BJELANOVIC cerca di 'uccellare' CONCETTI, palla alta sulla traversa
39° FARIAS prova il gol dell'ex: blocca bene RAFAEL
40° Erroraccio di CECCARELLI che libera al tiro CASTALDO: para il guardiapali dell'HELLAS
43° Ci prova BJELANOVIC in spaccata: nessun problema per CONCETTI
47° Tiraccio di BARUSSO palla ampiamente a lato
50° Dopo 5 minuti di recupero il signor Candussio decreta la fine del match

TABELLINO
Nocerina-Hellas Verona 3-1
Marcatori: 4' Figliomeni, 15' Negro, 35' Gomez Taleb, 63' rig. Merino

Nocerina: 69 Concetti; 27 Laverone, 19 Rea, 23 Figliomeni, 5 Pomante; 8 Bruno, 48 Mingazzini (82' 4 De Franco), 33 Merino; 9 Castaldo, 10 Negro (69' 24 Barusso), 22 Catania (73' 70 Farias).
A disposizione: 89 Russo, 11 Bolzan, 13 Alcibiade, 79 Parola.
Allenatore: Gaetano Auteri

Hellas Verona: 1 Rafael; 13 Abbate, 17 Mareco, 5 Ceccarelli, 25 Scaglia; 19 Jorginho, 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson (70' 32 Bjelanovic); 6 Lepiller (70' 27 Berrettoni), 9 Ferrari (76' 16 Galli), 21 Gomez Taleb.
A disposizione: 26 Frattali, 4 Esposito, 8 Russo, 23 Cangi.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Arbitro: Renzo Candussio (Sez. arbitrale di Cervignano)
Note. Ammoniti: Rea, Mingazzini, Ceccarelli. Espulsi: -. Recupero: 0'-5'. Spettatori: 4.600

Radiografia del Gol gialloblù 2011/2012
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
GOMEZ TALEB1910
HALLFREDSSON167
FERRARI257
PICHLMANN055
ABBATE145
LEPILLER033
MAIETTA033
BJELANOVIC022
JORGINHO022
CECCARELLI011
RUSSO011
TACHTSIDIS011
RUSSO011
BERRETTONI101
D'ALESSANDRO101

LE ALTRE DI B
Peccato perchè l'HELLAS non approfitta della (brutta) caduta del PESCARA in quel di Ascoli: secco il 3 a 0 con cui i marchigiani annichiliscono gli avversari! Doppietta di PAPA WAIGO.
Allunga anche il SASSUOLO che ieri ha battuto di misura l'EMPOLI ed il TORINO che con 6 gol 'asfalta' il GUBBIO all'Olimpico.
5 a 2 tra CROTONE ed ALBINOLEFFE, vincono anche BRESCIA, VARESE e SAMPDORIA che sul campo del CITTADELLA, di turno al 'Binti' Venerdì prossimo, sfodera un gran PELLÈ (doppietta).
2 a 2 tra LIVORNO e MODENA, pari a reti bianche tra BARI e JUVE STABIA.
Lunedì derby veneto tra VICENZA e PADOVA.

Malaysian GP: Qualifying Round 2David James howlerThe Daily Zap: March 22nd

IN BREVE A PIÉ PAGINA
CORI RAZZISTI: Multata anhe la JUVENTUS...
NBA: Gli HORNETS tornano alla vittoria (merce rara in questa stagione per la squadra cestistica di New Orleans) contro i CLIPPERS, ROCKETS a valana sui WARRIORS, JAZZ sul fil di lana contro i KINGS...
VIOLENZA ANCHE NEL BASKET Dopo una gara tra BARI e NAPOLI, ma non è che il problema stà nella (scarsissima) cultura sportiva italiana?
CALCIO EGITTO: Ancora furiosi scontri tra tifosi, muore un 13enne...
CALCIO INGLESE: ROONEY spezza il polso ad un bimbo tifoso tirando una palla sugli spalti durante il riscaldamento. Altra papera di JAMES, il portiere ex nazionale che a 42 anni gioca in seconda divisione col BRISTOL CITY. Continua bene il recupero del 23enne MUAMBA dopo essere stato ad un passo dalla morte sul campo a causa di un infarto!
FORMULA 1: La pole position va a HAMILTON, altro mezzo disastro delle rosse! ALONSO nono MASSA eliminato, anche a Sepang sarà dura...
SERIE B: Nell'anticipo di ieri il SASSUOLO ha battuto l'EMPOLI...
MARADONA promuove MESSI...

RASSEGNA STAMPA
Insulti, sfottò, clima bollente Mandorlini perde la pazienza
IL DOPOPARTITA. Per tutto il pomeriggio, ambiente piuttosto ostile. E al termine del match, succede di tutto
Grande spiegamento di forze di polizia, sassi sui pulmini veronesi, ma per fortuna non ci sono state conseguenze per i fans gialloblù

25/03/2012
Marzio Perbellini
NOCERA INFERIORE
Lo aspettavano da una vita: da quel famoso «Ti amo terrone». E quando l'hanno visto entrare sono impazziti. A ogni passo, tutto lo stadio rimbombava in un boato di insulti e epiteti irripetibili. «Figlio di puttana» tra i più gentili, urlato da 5mila persone inferocite. Andrea Mandorlini ha raggiunto la panchina (difesa da due agenti) percorrendo il terreno di gioco guardando dritto verso quella curva ostili. È stato solo l'inizio. Perché la fine è stata anche più amara. Soprattutto per quei trecento di supporters gialloblù arrivati a Nocera dopo un viaggio allucinante durato tutta la notte: non solo sono stati fatti entrare allo stadio 20 minuti dopo per ragioni di sicurezza, quando il loro Verona già era sotto di 2 gol. Ma dopo aver ingoiato la tripletta dell'ultima della classe, e gli sfottò di un pubblico, hanno pure visto srotolare nella curva avversaria il loro striscione «Butei della Busa», all'inno «Uno di meno, uno striscione di meno». Era quello rubato nella gara di andata. I tifosi scaligeri impietriti guardavano schiumando rabbia.

Se ne ricorderanno, purtroppo. Anche perché fuori, è andata di male in peggio: i loro pulmini investiti da una pioggia di sassi, rotti i vetri anche ad alcune macchine. Polizia ovunque, strade paralizzate e celerini a manganellare ai quattro angoli di Nocera. Anche negli spazi scavati nel cemento riservati agli spogliatoi e alla sala stampa l'aria era rovente. La premessa: un bimbo di poco più di 9 anni seduto in prima fila nella sala delle interviste con una scritta riservata al tecnico gialloblù: “Benvenuto al sud”. Un dispetto. Una provocazione. Ma è un giornalista a fare saltare i nervi a Mandorlini: dopo la bella gara di Torino a Nocera si sarebbero aspettati di più, ironizza. Il tecnico gialloblù risponde evasivo, l'altro si incendia e se ne va ringhiando a denti stretti parole che solo Mandorlini capisce. Infatti molla il microfono e gli risponde urlandogli di andarsene lui a casa e che esulterà quando lui e il Nocera se ne andranno in C. Non l'avesse mai detto! È il finimondo. Corrono i poliziotti a placare gli animi, Mandorlini imbufalito non si trattiene, la stampa locale nemmeno. Alcuni fanno da paceri, l'aria è tesa.

Tanto che Alberto Alpino, commentatore di Sky della partita, scrive poco dopo sul suo profilo Facebook: «Giulietta è una zoccola e Romeo un cornuto». Giusto a ribadire quale era lo spirito. La notizia fa il giro del web e arriva alle orecchie di Giovanni Federico, responsabile di Sky per la serie B. Che si precipita a scusarsi con Verona, i tifosi e la società e assicura che lo farà personalmente incontrando l'assessore Sboarina in occasione della sfida col Cittadella. «Mi assumo la responsabilità di quanto accaduto», dice. «Mi dissocio e condanno a nome mio e di Sky non solo da quanto pubblicato dal nostro collaboratore su Facebook, ma anche dalla telecronaca che ha condotto. Posso solo assicurare che non accadrà più».

E Mandorlini «fischia» il rigore per il Verona
L'ANALISI. Il tecnico non cerca alibi, ma indica nelle decisioni controverse dell'arbitro la svolta della sfida. «In ogni caso, una sconfitta ci sta, voltiamo subito pagina»
«Non l'ha dato a noi ed era netto e l'ha concesso a loro e non c'era. Lì la partita è cambiata. Anche se dovevamo fare qualcosa in più»

25/03/2012
Marzio Perbellini
NOCERA INFERIORE
Nel catino surriscaldato dello stadio di Nocera, il Verona si incolla, difende male e attacca poco. Gli negano un rigore col quale avrebbe potuto pareggiare e sul capovolgimento di fronte gliene fischiano uno contro che gli taglia definitivamente le gambe. Ma sono i primi 15 minuti quelli che lasciano l'impronta: il Nocerina al 4' va in gol da calcio d'angolo con Figliomeni che insacca di testa. E 10 minuti dopo, raddoppia con incursione centrale di Negro che s'incunea nella difesa e approfitta di una leggerissima indecisione di Rafael in uscita. É un inferno: gli spalti scoppiano e c'è un solo boato, quello dei supporters rossoneri. Anche perché i tifosi dell'Hellas, per ragioni di sicurezza, si accomodano sulle gradinate roventi quando i gialloblù sono già sotto di due gol. Non è possibile. E invece sì. Un incubo. Sconfitti contro l'ultima in classifica.

Colpa del campo? “No”, dice lapidario Mandorlini in una sala stampa stracolma di giornalisti locali inebriati dalla vittoria e che lo aspettano al varco. “Credo che nessuna delle due squadre abbia deciso la partita, ha deciso l'arbitro. Ci sta, ma lo accettiamo serenamente. È stato un errore clamoroso. Non siamo partiti bene, è vero, loro invece hanno fatto quello che pensavamo. Sono andati in vantaggio su una palla ferma e li ci abbiamo messo un po' del nostro. Poi devo dire che la squadra si è ripresa, ha giocato. Abbiamo fatto un bellissimo gol e poi rimanevano ancora 45 minuti. Vabbé, una sconfitta è una sconfitta, non cambia niente, mancano ancora 10 partite”.

Il campo quindi non ha influito? “Sapevamo che era un campo difficile”, minimizza l'allenatore, “e sapevamo che dovevamo essere pronti sin dalle prima battute. Così non è stato e il mio rammarico è solo questo. Per il resto la squadra ha fatto quello che doveva fare” Un commento sugli episodi da rigore. “Quello di Gomez lo abbiamo visto bene, eccome, ma l'arbitro non l'ha fischiato. L'altro, quello per la Nocerina, invece l'ha visto solo lui. E' stato un episodio che ha cambiato la partita, sono cose che ti possono costare anche a livello nervoso. Il penalty ha chiuso la contesa, stavamo giocando bene, potevamo farcela e invece è finita lì. Ma insisto, non cambia niente, mancano ancora 10 partite e tante altre squadre fanno molta fatica, ci sta... ”.

E alla fine ammette senza riserve: “Questo era un campo difficile, da un punto di vista ambientale veramente molto duro e l'abbiamo pagato”. Ma avete preso 3 gol, eravate stanchi? “No, siamo andati in svantaggio su una palla ferma, poi abbiamo giocato e la partita poteva avere tutt'altri sviluppi. Nella gara non ho visto questa fatica. È chiaro che se uno pensa alla fatica perché prendi tre gol, allora sì, eravamo molto stanchi. Ma non era quello il problema, abbiamo perso, abbiamo fatto errori, ma andiamo avanti e prepariamo la prossima. Ripartiamo. Le difficoltà ci sono per tutti. Le partite stanno calando e ognuno ha suoi obiettivi da raggiungere, noi i nostri, la Nocerina i suoi. Ecco, ci devi essere dal punto di vista nervoso, noi all'inizio non c'eravamo e poi abbiam perso Maietta (dolore alla schiena) all'ultimo istante. Insomma, tutte cose che ci hanno condizionato. Ma assicuro che siamo molto molto sereni”.

Con i cambi ha fatto, per poco, l'esperimento Ferrari -Bjelanovic? “C'era poco tempo, le abbiamo provate tutte: tolto Hallfredsson, che era stanco, messo in regia Jorginho e Tachtsidis e larghi sulle fasce Berettoni e Gomez con davanti le due punte... Purtroppo, non è servito. Pazienza. Pensiamo alla prossima gara, andiamo avanti . La strada è ancora lunga e anche per gli altri le partite non sono facili. Voltiamo pagina e pensiamo al Cittadella“.

Gomez sicuro: «Rigore» Ceccarelli: «Inventato...»
25/03/2012
NOCERA INFERIORE
Maledetto rigore. Al 15° del secondo tempo Gomez triangola con Jorginho, entra in area e viene steso da Pomante che gli si para di fronte come un muro di cemento armato. L'arbitro lascia correre, Gomez rimane a terra mentre la Nocerina riparte fulminea e sul capovolgimento di fronte, un minuto dopo, al 16°, Ceccarelli salta e tocca sul viso Catania. Rigore. La Nocerina segna e va sul 3-1. Una legnata che piega le gambe dei gialloblù: dal possibile pareggio, alla legnata che lascia il segno. Mandorlini è furioso. I gialloblù protestano a lungo, ma è finita.

Gomez, cosa è successo? “ Non lo so, so solo che stavo andando in porta e mi sono ritrovato per terra, è stato un fallo di ostruzione, non so se ero in area o meno, ma è stato sicuramente un fallo. Un episodio che ci ha spezzato. Ora comunque voglio rivedere l'azione, con calma, ripeto, non so se ero in area o meno, ho spostato la palla e mi sono trovato questo difensore. Per me è ostruzione, ma l'arbitro ha deciso così e va bene. Sull'azione successiva hanno segnato loro e questo ci ha tagliato le gambe perché fino a quel momento stavamo facendo veramente bene dopo un inizio incerto e avremmo anche potuto rimettere in piedi la partita, chissà”.

E lei Ceccarelli, il fallo l'ha commesso su Catania? “Sinceramente no, il mio è stato un normale movimento di gioco, sono saltato e ho allargato un po' le braccia come è naturale quando ci si dà lo slancio, e poi l'ho solo sfiorato. Io nemmeno l'ho visto l'avversario, penso che sia stato un rigore regalato. Ok, non attacchiamoci a questo episodio perché la verità è che oggi siamo partiti male, i primi 15 minuti abbiamo preso due gol e rimettere in piedi la partita sarebbe stato difficile. Merito alla Nocerina, noi siamo davvero rammaricati per l'occasione persa perché potevamo fare punti anche qui ma non ci siamo riusciti. Ora ce n'è subito un'altra e cercheremo di rifarci.”M.P.

FONTE: LArena.it


Regioni
Calcio: questore Salerno lancia appello a tifosi Nocerina per match con Verona
Sport
Salerno, 23 mar. (Adnkronos) - In occasione dell'incontro di calcio Nocerina-Hellas Verona in programma domani alle ore 15 presso lo stadio san Francesco di Nocera Inferiore il questore di Salerno Antonio De Iesu ha predisposto un massiccio servizio di ordine pubblico per garantire il regolare svolgimento del match ed evitare qualsiasi forma di illegalita' e turbativa dell'ordine pubblico. Il questore De Iesu, grande esperto di ordine pubblico ha poi rivolto un appello di tifosi della Nocerina affinche' dimostrino "grande maturita' sportiva" prima, durante e dopo il match.

Tante precauzioni per evitare i gravi disordini avvenuti tra le due tifoserie in occasione della partita di andata svoltasi il 21 ottobre del 2011 allo stadio Bentegodi di Verona. Nella circostanza furono arrestati 12 tifosi, 8 nocerini e 4 veronesi. Successivamente altri 5 tifosi della Nocerina furono identificati e puniti con il daspo. Ora il questore De Iesu d'intesa con i presidenti delle due societa' si rivolge ai tifosi salernitani chiedendo loro di evitare di porre in essere "comportamenti violenti ed ostili nei confronti della tifoseria scaligera". La polizia chiede di isolare eventuali frange di violenti e di esaltare al massimo il carattere sportivo della competizione calcistica.

FONTE: LiberoQuotidiano.it


Calcio: appello del Questore di Salerno ai tifosi della Nocerina in occasione del match col Verona
In occasione dell’incontro di calcio tra A.S.G. Nocerina e Hellas Verona F. C., in programma per le ore 15.00 di domani, sabato 24 marzo 2012, presso lo Stadio San Francesco di Nocera Inferiore, il Questore di Salerno, dr. Antonio De Iesu, comunica che saranno disposti massicci servizi di Ordine e Sicurezza Pubblica per garantire il regolare svolgimento della manifestazione sportiva ed evitare qualsiasi forma d’illegalità e turbativa dell’Ordine Pubblico.
Tali servizi di Polizia saranno particolarmente capillari in considerazione dei disordini già verificatesi tra le due tifoserie in occasione del match di andata, del 21 ottobre 2011, giocato presso lo stadio Bentegodi di Verona, nella cui occasione le forze di polizia arrestarono 12 facinorosi (8 ultras molossi e 4 scaligeri). Altri 5 tifosi della Nocerina, inoltre, nei giorni seguenti alla disputa della gara furono identificati e puniti con il provvedimento di divieto di accesso allo stadio.

Il Questore di Salerno, a tal riguardo, d’intesa con i Presidenti delle due società calcistiche, rivolge un accorato invito alla tifoseria molossa affinché dia dimostrazione di grande maturità sportiva, evitando di porre in essere comportamenti violenti ed ostili nei confronti della tifoseria scaligera, isolando eventuali frange di violenti ed esaltando al massimo il carattere sportivo della competizione calcistica, in modo da evitare di esasperare ulteriormente la rivalità tra le due tifoserie.

Il Questore è convinto che tale evento possa svolgersi in un clima di serenità, pacatezza e maturità sportiva, nel comune interesse della civile convivenza.
23/03/2012 14.13.26

FONTE: SalernoNotizie.it


Nocerina - Verona, l'appello del questore De Iesu
Il questore ha annunciato misure di sicurezza eccezionali per evitare scontri in occasione della gara valevole per la serie B e lanciato un appello ai tifosi molossi affinchè venga messa da parte la violenza

di Redazione 23/03/2012
Alta tensione per Nocerina - Verona, in programma domani 24 marzo alle 15 allo stadio San Francesco di Nocera Inferiore. In occasione del match, valido per il campionato di serie B, il questore di Salerno Antonio De Iesu ha comunicato che saranno disposti massicci servizi di ordine e sicurezza pubblica allo scopo di garantire il regolare svolgimento della gara calcistica ed evitare qualsiasi forma d'illegalità e di turbativa dell'ordine pubblico. I servizi di sicurezza saranno messi in atto anche in considerazione dei disordini scoppiati in occasione della gara d'andata svoltasi allo stadio Bentegodi di Verona. In quella occasione la polizia arrestò 12 persone (otto ultras molossi e quattro scaligeri).

Altri cinque tifosi della Nocerina, nei giorni successivi, furono identificati e puniti con il provvedimento di divieto di accesso allo stadio. Il questore di Salerno, a tal riguardo, d'intesa con i presidenti delle due società calcistiche, si legge in una nota, rivolge un accorato invito alla tifoseria molossa affinché dia dimostrazione di grande maturità sportiva, evitando di porre in essere comportamenti violenti ed ostili nei confronti della tifoseria scaligera, isolando eventuali frange di violenti ed esaltando al massimo il carattere sportivo della competizione calcistica, in modo da evitare di esasperare ulteriormente la rivalità tra le due tifoserie.

FONTE: SalernoToday.it


NOTIZIE
NOCERINA-VERONA: l'invito del questore di Salerno ad una giornata di sport
23.03.2012 20:00 di Gerardo Boffardi
Fonte: www.salernonotizie.it
Questo il contenuto del comunicato ufficiale diramato dal Questore di Salerno, dr. Antonio De Iesu, in occasione della sfida tra Nocerina e Verona:

In occasione dell’incontro di calcio tra A.S.G. Nocerina e Hellas Verona F. C., in programma per le ore 15.00 di domani, sabato 24 marzo 2012, presso lo Stadio San Francesco di Nocera Inferiore, il Questore di Salerno, dr. Antonio De Iesu, comunica che saranno disposti massicci servizi di Ordine e Sicurezza Pubblica per garantire il regolare svolgimento della manifestazione sportiva ed evitare qualsiasi forma d’illegalità e turbativa dell’Ordine Pubblico. Tali servizi di Polizia saranno particolarmente capillari in considerazione dei disordini già verificatesi tra le due tifoserie in occasione del match di andata, del 21 ottobre 2011, giocato presso lo stadio Bentegodi di Verona, nella cui occasione le forze di polizia arrestarono 12 facinorosi (8 ultras molossi e 4 scaligeri). Altri 5 tifosi della Nocerina, inoltre, nei giorni seguenti alla disputa della gara furono identificati e puniti con il provvedimento di divieto di accesso allo stadio.


Il Questore di Salerno, a tal riguardo, d’intesa con i Presidenti delle due società calcistiche, rivolge un accorato invito alla tifoseria molossa affinché dia dimostrazione di grande maturità sportiva, evitando di porre in essere comportamenti violenti ed ostili nei confronti della tifoseria scaligera, isolando eventuali frange di violenti ed esaltando al massimo il carattere sportivo della competizione calcistica, in modo da evitare di esasperare ulteriormente la rivalità tra le due tifoserie.
Il Questore è convinto che tale evento possa svolgersi in un clima di serenità, pacatezza e maturità sportiva, nel comune interesse della civile convivenza.

FONTE: TuttoNocerina.com


ALTRE NOTIZIE
Nocerina, Mandorlini: "Il terzo gol ci ha tagliato le gambe"
24.03.2012 19.04 di Luca Esposito
Fonte: TuttoNocerina.com
Deluso e amareggiato Andrea Mandorlini che nella sala conferenze del "San Francesco" ha analizzato così la sconfitta dei suoi: "Sapevamo che la Nocerina sarebbe partita subito forte ma ci siamo fatti trovare impreparati su quel calcio d'angolo - ha dichiarato il tecnico del Verona -. Sul due a zero la gara sembrava chiusa ma siamo riusciti a riaprirla. Con una rete di svantaggio ero quasi sicuro che saremmo riusciti a riprendere il match ma il rigore, che a mio parere è molto dubbio, ci ha spezzato le gambe. Ora non dobbiamo fermarci a questa sconfitta ma continuare con il percorso intrapreso prima della gara di oggi".

ALTRE NOTIZIE
Nocerina-Verona 3-1, le pagelle dei campani
24.03.2012 18.58 di Luca Esposito
Fonte: TuttoNocerina.com
CONCETTI voto 6+: Quasi mai chiamato in causa, la sua prestazione è senza ansie ed è attento nelle uscite e concentrato sui traversoni di Halfredsson e compagni. Da sicurezza alla retroguardia e la Nocerina affronta una gara senza troppi patemi d'animo. GIAGUARO

LAVERONE voto 5,5: Non il miglior Laverone della stagione, è probabilmente il più negativo degli undici molossi. Fin dall'inizio del match non sembra essere troppo concentrato e non è propositivo come al solito obbligato più a difendere ma sbaglia anche la manovra difensiva e costringe agli straordinari Pomante & Co. Da lui la "torcida" rossonera si aspettava qualcosa in più. SOTTOTONO

REA voto 6,5: Concentrato per tutta la gara, niente sbavature e annullati Ferrari e Lepiller. L'ammonizione conquistata è la conseguenza di una gara combattuta per tutti i 90'. Morde le caviglie degli avversari e non gli concede spazi. Una prestazione da vero molosso giocata con la giusta cattiveria agonistica e alta concentrazione. TOTEM

FIGLIOMENI voto 7: Un gol che spiana la strada alla Nocerina in una gara sentitissima da parte dei tifosi molossi. Preciso nell'inserimento sottoporta e altrettanto attento e preciso nelle interdizioni in fase difensiva. Un gigante che da sicurezza a tutta la squadra prendendo sempre la decisione giusta al momento giusto. FONDAMENTALE

POMANTE voto 6+: Più che adattato al ruolo di terzino inventato da Auteri, sempre più sicuro delle sue potenzialità gioca senza troppe sbavature in questo ruolo che non è il suo. Gioca una gara attenta e non sbaglia quando il Verona provava qualche sortita offensiva. In attesa di Giuliatto i tifosi possono stare tranquilli. EFFICACE

BRUNO voto 6,5: Dopo tante gare caratterizzate da alti e bassi gioca una gara altamente positiva, si impone a diga al centro del campo, ottimo in fase di rifinitura lancia chirurgicamente Negro per il gol del 2-0 e non si distrae quasi mai, solo una zolla fasulla del terreno di gioco lo fa scivolare e gli fa perdere il tempo di intervento sull'avversario, ma per il resto nulla da recriminare. SAGGIO

MINGAZZINI voto 6,5: Gara goliardica e tosta per l'esperto centrocampista dei rossoneri che sfodera le sue armi migliori questo pomeriggio con il Verona, non lascia spazio a nessun calciatore scaligero, ottimo negli inserimenti che causano tanti grattacapi alla retroguardia gialloblu. Determinante per arginare i tentativi di attacco dei veronesi. Gli subentra De Franco al 36' ma non ha il tempo di mettersi in mostra. MASTINO

NEGRO voto 7: Gol, cross, corsa, attento anche in fase difensiva fondamentale nelle ripartenze dei molossi, una delle sue migliori gare, giocata ai livelli del derby con la Juve Stabia. Di più non gli si poteva chiedere e considerando che sta mancando il miglior Farias è un bene che il talento salentino sia in piena forma. Standing ovation per lui quando Auteri manda in campo Barusso nella ripresa. PUNTUALE

CATANIA voto 6: Dei 4 d'attacco è stato quello più sottotono, una condizione fisica forse non al top, anche se c'è da dire che sono stati pochi i palloni giocabili giunti nella sua zona di competenza. Corre un po' a vuoto senza impensierire più di tanto i veronesi che lo contengono senza affanni, rimandato a Sabato prossimo. SACRIFICATO

MERINO voto 6,5: Il suo gol su calcio di rigore regala un urlo liberatorio ai quasi 6mila tifosi della Nocerina che hanno sofferto fino alla fine nella speranza di portare a casa 3 punti fondamentali per continuare a sperare nella salvezza. Non avrà giocato la sua miglior gara da quando veste la casacca rossonera, ma anche questo pomeriggio ha inciso regalando immense gioie ai supporters molossi che si godranno una settimana più serena. SCACCIAPENSIERI

CASTALDO voto 6,5: Gara di sacrificio, corsa e tanta caparbietà. Cerca il gol ripetutamente per zittire ancora una volta i tifosi scaligeri, gol che non arriva un po' per sfortuna un po' per la sua poca precisione sotto porta. Mette però i compagni di squadra in condizioni di arrivare in porta e giocando a tutto campo mette un po' in crisi la retroguardia veronese e strappa gli applausi del pubblico di fede molossa. PUNTO DI RIFERIMENTO

BARUSSO voto 6+: Da quando entra in campo gioca alla ricerca continua del gol, entra con tanta volontà ma con poca qualità, ma è stato utile a spezzare il ritmo della gara e addormentare le velleità degli scaligeri. SIMPATICO

FARIAS voto 5,5: Subentra a 20' dal termine al posto di uno stanchissimo Catania, prova ad ubriacare gli avversari con un velocissimo gioco di gambe, ma è ancora la brutta copia del Farias di inizio campionato. La sua breve gara si riassume in un tiro in porta che è un passaggio comodo a Rafael e un contropiede mal gestito. DA RIVEDERE

AUTERI voto 6,5: Schiera in campo una formazione convinta dei propri mezzi e caricata d'entusiasmo, gli uomini schierati in campo da Auteri non sbagliano nulla o quasi. La squadra appare da subito attenta ed arrembante. Gli attaccanti si esaltano, il centrocampo appare insuperabile e la difesa non lascia spazi e intrappola gli attaccanti del Verona lasciati spesso in fuorigioco. Squadra e modulo equilibrato e la Nocerina è attenta fino alla fine. Non sbaglia le sostituzioni rispetto alle ultime uscite dei rossoneri e lo fa in modo giudizioso. OSSO DURO

SERIE B
Nocerina, tris al Verona. Ora è lecito sperare...
Nocerina 3 Verona 1

24.03.2012 17.45 di Luca Esposito
Fonte: TuttoNocerina.com
Serviva ancora una vittoria alla Nocerina, dopo quella col Gubbio, per alimentare quella labile fiammella che rappresenta la salvezza e la vittoria è arrivata grazie ad una gara accorta e ben giocata da ogni interprete.

Auteri conferma il 4-2-3-1 delle ultime gare. In difesa Rea prende il posto dello squalificato Di Maio mentre Pomante vince il ballottaggio con De Franco. In attacco torna Negro dal primo minuto, gli fa posto Farias. Al via padroni di casa subito arrembanti: al 4' cross di Merino dalla destra, a centro area Castaldo colpisce di testa e Rafael è costretto a compiere un miracolo deviando in angolo. Ma il gol è solo rimandato perchè sul susseguente angolo la palla sbuca da una mischia in area e arriva a Figliomeni che da breve misura mette in rete. L'azione dei rossoneri non si smorza con capitan Bruno che prende per mano la squadra provandoci lui stesso al 12', ma il suo tiro non impensierisce Rafael, e un minuto dopo serve con una pennellata da centrocampo una palla per Negro in area, tocco ad anticpare il porteire dell'attaccante molosso e la palla che s'infila sul secondo palo. Nocerina in vantaggio di due gol. Il raddoppio però ha l'effetto di appagare un po' troppo i padroni di casa e il Verona finalmente esce dalla propria area. Ci prova Mareco al 24' su calcio d'angolo ma il suo colpo di testa sfiora solamente la traversa. Al 35' il Verona vede premiata la sua pressione alla difesa rossonera: Gomez scambia al limite d'area, sulla sinistra con Tachtsidis, entra in area e con un colpo a scavalcare supera Concetti in disperata uscita. Dimezzato lo svantaggio il Verona continua la sua pressione in cerca del pareggio ma è la Nocerina a sfiorare la terza rete con Negro al 43' che recupera palla sulla trequarti avanzando centralmente, arriva al limite e tira ad incrociare ma la palla esce di poco a lato. Finisce qui la prima frazione di gioco.

Nella ripresa la Nocerina scende ben concentrata togliendo l'iniziativa agli ospiti e sfiora il gol in due occasioni: al 10' Merino serve Negro sulla sinistra che entra in area e tira ma Rafel è pronto ed agguanta la palla, al 14' scambio tra Merino e Castaldo, tiro del peruviano dai venti metri ma va alto sulla traversa. Le ripartenze rossonere sono sempre pungenti, grazie anche agli spazi lasciati dalla difesa scaligera, e al 16' i molossi ne approfittano: lancio di Castaldo per Catania in area, Ceccarelli nel contrasto alza troppo il gomito e Catania cade a terra: per l'arbitro Candussio è rigore. Sul dischetto si presenta Merino che realizza il suo terzo gol stagionale. Nocerina ancora una volta in doppio vantaggio Auteri questa volta decide di coprirsi facendo entrare Barusso per Negro, Mandorlini opera anch'egli un doppio cambio, escono Lepellier e Halfredsson ed entrano Berrettoni e Bjelanovic, ma non sortisce effetti. La girandola dei cambi prosegue da entrambe le parti ma è la Nocerina a sfiorare nel finale il quarto gol prima con Farias, debole il suo tiro, e poi con Castaldo che manda alto sulla traversa. Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio tra il tripudio dei tifosi rossoneri che possono ancora sperare in una salvezza che avrebbe il sapore dell'impresa.

IL TABELLINO
Nocerina (4-2-3-1): Concetti; Laverone, Rea, Figliomeni, Pomante; Bruno, Mingazzini (36' st De Franco); Negro (24' st Barusso), Catania (28' st Farias), Merino; Castaldo. A disp.: Russo, Bolzan, Alcibiade, Parola. All. Auteri

Verona (4-3-3): Rafael; Abbate, Ceccarelli, Mareco, Scaglia; Jorginho, Tachtsidis, Halfredsson (26' Bjelanovic); Gomez, Ferrari (31' st Galli), Lepiller (26' st Berrettoni). A disp.: Fratali, Esposito, Russo, Cangi. All. Mandorlini

Arbitro: Giandussio di Cervignano del Friuli
Marcatori: 5' pt Figliomeni (N), 13' pt Negro (N), 35' pt Gomez (V), 18' st (rig.) Merino
Ammoniti: Rea (N), Mingazzini (N), Ceccarelli (V)
Angoli: 2-4. Recuperi: 0' pt, 5' st
Note: espulso l'allenatore in seconda del Verona, Bordin. spettatori 4000 circa con 300 tifosi provenienti da Verona.

ALTRE NOTIZIE
LIVE TMW - DIRETTA SERIE B - Finali: risultati e classifica
24.03.2012 16.55 di Raimondo De Magistris
16.55 - Questa la classifica al termine delle gare pomeridiane: Torino 66; Pescara 62; Sassuolo 62; Hellas Verona 60; Varese 52; Padova 50; Brescia 49; Sampdoria 48; Reggina 46; Bari 42; Grosseto 41; Juve Stabia 40; Cittadella 38; Modena 37; Livorno 35; Crotone 34; Empoli 31; Vicenza 29; Ascoli 29; Gubbio 27; Albinoleffe 25; Nocerina 25.

16.54 - Fine secondi tempi. Ecco i risultati:
Ascoli-Pescara 3-0 (Papa Waigo, aut. Zanon, Papa Waigo)
Bari-Juve Stabia 0-0
Brescia-Grosseto 2-1 (Mancino, Rossi, Rossi)
Cittadella-Sampdoria 1-2 (Pellé, Di Roberto, Pellé)
Crotone-Albinoleffe 5-2 (Gabionetta, Gabionetta, Cissè, Florenzi, Sansone, Torri, Calil)
Livorno-Modena 2-2 (Siligardi, Di Gennaro, Paulinho, Stanco)
Nocerina-Hellas Verona 3-1 (Figliomeni, Negro, Gomez, Merino)
Torino-Gubbio 6-0 (Bianchi, Antenucci, Surraco, Bianchi, Pasquato, Antenucci)
Varese-Reggina 2-0 (Plasmati, Plasmati)

GOL DI STANCO! Livorno-Modena 2-2 - Pareggio degli ospiti con Stanco che con un tap-in sotto misura trova il gol del pareggio nei secondi finali.

GOL DI CALIL! Crotone-Albinoleffe 5-2 - Bella conclusione dal limite dell'area di Calil, quinto gol del Crotone.

Bari-Juve Stabia - Vespe a un passio dal vantaggio: sfortunato Mezavilla che colpisce il palo a tempo quasi scaduto.

Brescia-Grosseto - Grosseto vicinissimo al gol del 2-2. Doppia conclusione a botta sicura di Caridi: Arcari e l'imprecisione del calciatore biancorosso salvano il Brescia.

GOL DI PAPA WAIGO! Ascoli-Pescara 3-0 - Tutto facile in questo finale di partita per l'Ascoli. Papa Waigo col piatto destro batte Anania.

GOL DI TORRI! Crotone-Albinoleffe 4-2 - Assist dalla destra e colpo di testa di Torri che mette a segno il suo primo gol in campionato.

GOL SI SANSONE! Crotone-Albinoleffe 4-1 - Gara chiusa all'Ezio Scida: assist dalla destra e tap-in vincente di Sansone.

GOL DI ANTENUCCI! Torino-Gubbio 6-0 - Doppietta anche per Antenucci che batte Donnarumma con un sinistro a incrociare.

Ascoli-Pescara - Nielsen ci prova con un destro dalla distanza: Guarna e il palo salvano l'Ascoli.

GOL DI PASQUATO! Torino-Gubbio 5-0 - Entrato da pochi secondi, Pasquato ha trovato il suo primo gol con la maglia granata. Bravo l'ex Lecce ad arrivare per primo sul pallone dopo la respinta corta di Donnarumma sul tiro di Sgrigna.

GOL DI BIANCHI! Torino-Gubbio 4-0 - Dilaga il Torino. Sgrigna serve Bianchi che col sinistro mette a segno la personale doppietta. Difesa del Gubbio decisamente rivedibile.

GOL DI SURRACO! Torino-Gubbio 3-0 - Primo gol con la maglia granata di Surraco che batte Donnarumma con un preciso rasoterra.

GOL DI MERINO! Nocerina-Verona 3-1 - Terzo gol stagionale di Merino che dal dischetto batte Rafael e riporta a due i gol di vantaggio.

Ascoli-Pescara - Assist dalla destra di Zanon e colpo di testa di un liberissimo Sansovini che di testa non trova la porta.

GOL DI ROSSI! Brescia-Grosseto 2-1 - Il Brescia completa la rimonta grazie alla conclusione di Rossi deviata da un difensore che mette fuori gioco il portiere Narciso.

GOL DI PAULINHO! Livorno-Modena 2-1 - Paulinho riceve il pallone al limite dell'area, elude la marcatura del diretto avversario e con un bel destro a giro riporta avanti il Livorno.

Cittadella-Sampdoria - Pericoloso cross dalla sinistra di Eder: si salva la difesa del Cittadella.

GOL DI ANTENUCCI! Torino-Gubbio 2-0 - Assist di Guberti e deviazione vincente da posizione ravvicinata di Antenucci.

16.00 - Si riparte!

15.49 - Fine primi tempi. Ecco i parziali:
Ascoli-Pescara 2-0 (Papa Waigo, aut. Zanon)
Bari-Juve Stabia 0-0
Brescia-Grosseto 1-1 (Mancino, Rossi)
Cittadella-Sampdoria 1-2 (Pellé, Di Roberto, Pellé)
Crotone-Albinoleffe 3-1 (Gabionetta, Gabionetta, Cissè, Florenzi)
Livorno-Modena 1-1 (Siligardi, Di Gennaro)
Nocerina-Hellas Verona 2-1 (Figliomeni, Negro, Gomez)
Torino-Gubbio 1-0 (Bianchi)
Varese-Reggina 2-0 (Plasmati, Plasmati)

GOL DI PELLE'! Cittadella-Sampdoria 1-2 - Torna in vantaggio la Sampdoria grazie al colpo di testa di Graziano Pellé.

GOL DI DI ROBERTO! Cittadella-Sampdoria 1-1 - Pochi minuti dopo il gol di Pellé, il Cittadella trova il pareggio grazie alla realizzazione dagli undici metri di Di Roberto

GOL DI BIANCHI! Torino-Gubbio 1-0 - Caparbia azione di Rolando Bianchi che sblocca la partita dopo aver colpito il palo.

GOL DI ROSSI! Brescia-Grosseto 1-1 - Immediato pareggio dei padroni di casa: esce a vuoto Narciso sul cross di Daprelà. Rossi di testa ristabilisce la parità.

GOL DI MANCINO! Brescia-Grosseto 0-1 - Ospiti in vantaggio: assist dalla sinistra e preciso colpo di testa di Mancino.

GOL DI GOMEZ! Nocerina-Verona 2-1 - Accorciano le distanze gli ospiti con Gomez che è bravo a scavalcare il portiere con un delizioso scavetto.

GOL DI PELLE'! Cittadella-Sampdoria 0-1 - Schema su calcio piazzato della Sampdoria: Eder serve Pellé che da due passi non può sbagliare.

GOL DI FLORENZI! Crotone-Albinoleffe 3-1 Il Crotone riporta a due i gol di vantaggio con un bel gol di Florenzi.

GOL DI DI GENNARO! Livorno-Modena 1-1 - Pareggio del Modena: perfetta realizzazione del rigore concesso dal direttore di gara da parte di Di Gennaro che mette a segno il suo ottavo gol stagionale.

GOL DI CISSE'! Crotone-Albinoleffe 2-1 - Accorciano le distanze gli ospiti grazie al calcio di rigore di Cissè che spiazza il portiere Belec.

AUTOGOL DI ZANON! Ascoli-Pescara 2-0 - Sbaffo scatta sul filo del fuorigioco, fa fuori Anania e colpisce il palo. Il pallone carambola sul corpo di Zanon che con una sfortunata deviazione permette all'Ascoli di raddoppiare.

GOL DI GABIONETTA! Crotone-Albinoleffe 2-0 - Dopo aver scontato le quattro giornate di squalifica, Gabionetta torna in campo e lo fa nel migliore dei modi: due gol in meno di mezz'ora, delizioso il tocco di destro col quale ha messo a segno il secondo gol.

Ascoli-Pescara - Destro dalla distanza di Insigne: attento Guarna che blocca la sfera in due tempi.

Torino-Gubbio - Sinistro dalla distanza di Parisi dopo una respinta corta della difesa del Gubbio: fa buona guardia Donnarumma.

GOL DI PAPA WAIGO! Ascoli-Pescara 1-0 - Buco difensivo del Pescara. Ne approfitta Soncin che permette a Papa Waigo di segnare a porta vuota.

Livorno-Modena - Punizione di Di Gennaro e deviazione sottomisura di Perticone: il pallone si stampa sulla traversa.

Varese-Reggina - Ospiti a un passo dal gol: si stampa sulla traversa la punizione dalla distanza di Emerson.

GOL DI NEGRO! Nocerina-Verona 2-0 - Lancio di Bruno per Negro che con un tocco di precisione batte Rafael in uscita.

GOL DI PLASMATI! Varese-Reggina 2-0 - Raddoppio con un gol fotocopia rispetto al prima. Questa volta è Cacciatore a fornire a Plasmati l'assist vincente.

Torino-Gubbio - Rolando Bianchi è bravo a liberarsi della marcatura di Cottafava, ma tutto solo davanti a Donnarumma non trova la porta.

GOL DI GABIONETTA! Crotone-Albinoleffe 1-0 - Offredi respinge come può la conclusione di Sansone, ma non può nulla sul successivo colpo di testa di Gabionetta.

GOL DI PLASMATI! Varese-Reggina 1-0 - Assist dalla destra di Kurtic e colpo di testa vincente di Plasmati.

GOL DI FIGLIOMENI! Nocerina-Hellas Verona 1-0 - Padroni di casa in vantaggio dopo pochi minuti. Bravo Figliomeni a risolvere una mischia in area.

GOL DI SILIGARDI! Livorno-Modena 1-0 - Padroni di casa subito in vantaggio. Il tiro deviato di Paulinho finisce sui piedi di Siligardi che tutto solo in area sblocca la partita.

Brescia-Grosseto - Calcio d'angolo di Jadid: allontana la sfera Salamon. Buon inizio di partita degli ospiti.

Livorno-Modena - Ospiti a un passo dal gol: Signori deve solo calciare a botta sicura dopo un'ottima sponda, ma liscia clamorosamente il pallone.

14.58 - Si parte!

14.30 - Questo il programma della 32esima giornata di Serie B:

Risultati finali
Sassuolo-Empoli 1-0 (Troianiello)

Inizio ore 15. Aggiornamento risultati e marcatori in tempo reale
Ascoli-Pescara 3-0 (Papa Waigo, aut. Zanon, Papa Waigo)
Bari-Juve Stabia 0-0
Brescia-Grosseto 2-1 (Mancino, Rossi, Rossi)
Cittadella-Sampdoria 1-2 (Pellé, Di Roberto, Pellé)
Crotone-Albinoleffe 5-2 (Gabionetta, Gabionetta, Cissè, Florenzi, Sansone, Torri, Calil)
Livorno-Modena 2-2 (Siligardi, Di Gennaro, Paulinho, Stanco)
Nocerina-Hellas Verona 3-1 (Figliomeni, Negro, Gomez, Merino)
Torino-Gubbio 6-0 (Bianchi, Antenucci, Surraco, Bianchi, Pasquato, Antenucci)
Varese-Reggina 2-0 (Plasmati, Plasmati)

Lunedì ore 20.45
Vicenza-Padova

14.30 - Questa la classifica prima dell'inizio delle gare delle 15: Torino 63; Pescara 62; *Sassuolo 62; Hellas Verona 60; Padova 50; Varese 49; Reggina 46; Brescia 46; Sampdoria 45; Bari 41; Grosseto 41; Juve Stabia 39; Cittadella 38; Modena 36; Livorno 34; Crotone 31; *Empoli 31; Vicenza 29; Gubbio 27; Ascoli 26; Albinoleffe 25; Nocerina 22.

*Una partita in più

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


EDITORIALE
32^ giornata, i top e i flop
27.03.2012 01:14 di Federico Errante
Stavolta avevamo davvero l'imbarazzo della scelta: cinque giocatori (calando anche il jolly della "menzione d'onore") anche se quelli meritevoli sarebbero stati molti di più. Come i torinisti Bianchi e Antenucci trascinatori nel 6-0 granata sul Gubbio (debutto da incubo per mister Alessandrini) o il nocerino Negro, autore del secondo gol molosso contro l'Hellas Verona, oppure il baby bresciano Fausto Rossi, per finire con Gennaro Troianiello, ancora una volta determinante per il Sassuolo dopo essere partito dalla panchina.

TOP
DENILSON GABIONETTA (CROTONE) Quando incontra gli ex compagni dell'AlbinoLeffe sfoggia tutto il suo inafferrabile talento: quattro anni fa un suo gol costò la panchina a Madonna,con la prestazione "monstre" di sabato avrebbe potuto far capitolare anche Salvioni. Una doppietta condita dall'assist per la straordinaria rovesciata del gioiellino Florenzi che si è prodotto in un gesto tecnico da 10 e lode. VOTO 8

GRAZIANO PELLE' (SAMPDORIA) Il tanto atteso "lungagnone" arrivato a gennaio senza suscitare particolari entusiasmi si sblocca realizzando la doppietta determinante che ha consentito ai blucerchiati di espugnare Cittadella. Tre punti d'oro. VOTO 7.5

GIANVITO PLASMATI (VARESE) Si dovrebbe fare il copia/incolla di quanto sopra. Situazione identica a Pellè, con una sola differenza: l'ex nocerino timbra due volte di testa, il sampdoriano ha messo la prima di piede. VOTO 7.5

NDYAYE PAPA WAIGO (ASCOLI) Et voilà il bis, e sono 11. L'imprendibile attaccante si conferma, ancora una volta e nell'occasione più sentita dai tifosi per partita e classifica, l'uomo in più. E adesso la salvezza non è mai stata così vicina. VOTO 7.5

DAVIDE SUCCI (PADOVA) 15 gol in 20 gare lo scorso anno prima del calvario che l'ha tenuto per tanto tempo lontano dai campi. Un po' di rodaggio fino a quando Dal Canto,a sorpresa, lo rilancia titolare nel derby con il Vicenza. E lui per ripagare la fiducia impiega solo 13'. Bentornato, con tanto di "menzione d'onore". VOTO 7

FLOP
SANDRO SALVIONI (ALBINOLEFFE) Dopo il suicidio con il Sassuolo aveva detto: "A Crotone vedrete il vero AlbinoLeffe". Speriamo per lui avesse guardato male il calendario e si riferisse al Vicenza, ovvero il prossimo avversario nonchè l'ultimissima spiaggia per evitare la Lega Pro. Altrimenti se allo "Scida" reazione ci doveva essere e poi si torna a casa con l'ennesima sconcertante esibizione, si va più che altro verso una Via Crucis. E naturalmente con i soliti autolesionismi tattici (Salvi e Cristiano, due ali a fare i terzini o Hetemaj in panca) ad aggravare un quadro che tuttavia azzera anche l'ormai proverbiale presunzione: 2 punti in 8 partite, 15 reti al passivo nelle ultime 4 gare e la peggior difesa (57 gol subiti come la Nocerina). VOTO 4

DAMIANO ZANON (PESCARA) La sfortunata autorete dello 0-2 (palla sul palo e poi sul suo volto) è la fotografia di una giornata tragicomica per il Pescara. Ma due reti viziate addizionate alle pesanti assenze di Immobile e Verratti non costituiscono di certo un alibi per spiegare il blackout degli adriatici al "Del Duca". VOTO 5

NICOLAS GIANI (VICENZA) Se per il Pescara possiamo parlare di black out è notte sempre più fonda per il Vicenza che sembra essere finito in un circolo vizioso capace di mandarlo ogni volta più giù. Nel momento più sbagliato poi arrivano anche gentili omaggi per gli avversari, come quello di Giani a Succi (respinta corta e centrale di testa proprio sui piedi dell'attaccante) che costa il derby ai ragazzi di Beghetto. E sabato a Bergamo sfida da brividi con l'AlbinoLeffe: si salvi chi può. VOTO 5

LUCA CECCARELLI (HELLAS VERONA) Prendiamo il capitano non tanto per la prova individuale (anche se la manata che provoca il rigore per la Nocerina è una leggerezza non da lui), ma più che altro perchè non possiamo sorvolare sui i primi 15' scaligeri al "San Francesco" ovvero il quarto d'ora peggiore dell'intera stagione. E trovarsi 0-2 con la fiera delle ingenuità con ancora gran parte della gara da giocare non è facile per nessuno. Tantomeno contro un avversario alla ricerca disperata di punti-salvezza. VOTO 5

PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Caso "telecronista-tifoso" a Nocera. Barone (Sky): "Ci siamo attivati subito"
25.03.2012 12:22 di Federico Errante
"Trasparenza, equilibrio ed equidistanza sono le nostre tre prerogative fondamentali, quando vengono a mancare il meccanismo si rompe. Noi ci siamo attivati immediatamente sia nei confronti del collega che per scusarci con Verona". Daniele Barone, una delle voci più autorevoli di Sky, IN ESCLUSIVA attraverso il nostro portale, precisa, in merito al caso del telecronista-tifoso di Nocera che aveva insultato l'Hellas tramite la pagina Facebook, che l'emittente nell'immediato dopo gara si era già mossa attraverso tutti i canali per condannare il "fattaccio" e porgere le scuse alla società e alla città. Contestualmente severi provvedimenti sono già stati adottati verso il giornalista responsabile dell'increscioso episodio.

PRIMO PIANO
Sky, giornalista insulta il Verona su Facebook. Scoppia la polemica
25.03.2012 01:48 di Federico Errante
Fonte: virgilio sport
Gli sfottò tra tifoserie sono l'essenza del calcio. Quando però a rendersene protagonisti sono i giornalisti, ovvero coloro che prima di tutto dovrebbero salvaguardare l'imparzialità, allora una semplice frase ironica può trasformarsi ben presto in un caso diplomatico. E' quanto accaduto questo pomeriggio in occasione della partita di Serie B tra Nocerina e Verona.

Il giornalista di Sky Roberto Alpino, incaricato di commentare il match per il canale satellitare, prima della partita ha infatti utilizzato come immagine del proprio profilo Facebook un celebre slogan partorito molti anni fa dai tifosi del Napoli.

"Giulietta zo.... e Romeo cornuto".

Questa la frase che ha fatto imbestialire i tifosi dell'Hellas Verona, che nel giro di pochi minuti hanno inondato la pagina ufficiale di Sky Sport inviperiti per l'accaduto, minacciando una disdetta "di massa" dell'abbonamento ai canali di Rupert Murdock, anche a causa di una telecronaca, secondo loro, troppo "sbilanciata" in favore della Nocerina.

Per il momento Sky non si è pronunciata sull'accaduto, ma è probabile che nelle prossime ore ci saranno degli sviluppi, anche nei confronti dello stesso Roberto Alpino, che ha provveduto a rimuovere l'immagine, ma probabilmente destinato ad andare in contro a una sanzione molto pesante.

PRIMO PIANO
Nocerina-Hellas, alta tensione nel post-partita
25.03.2012 11:31 di Redaz. TuttoB.com
Fonte: tggialloblu
I tifosi del Verona hanno lasciato lo stadio di Nocera e si avviano a tornare a Verona. Lungo la strada che portava fuori città i pullman sono stati continuamente aggrediti da facinorosi della Nocerina. I vetri dei mezzi dei veronesi sono stati tutti distrutti. Testimoni oculari hanno segnalato a Tggialloblu.it che teppisti campani uscivano dai bar armati di sedie e bottiglie che venivano scagliate sui mezzi. Mentre i veronesi erano all'interno dello stadio in attesa di uscire, i nocerini hanno ingaggiato una battaglia di due ore con le Forze dell'Ordine. Inoltre i tifosi campani hanno fracassato i vetri delle auto dei veronesi addirittura tirando i sassi da dentro lo stadio, prima dell'inizio della partita (vedi foto). Una fitta sassaiola che poteva anche avere conseguenze gravissime. Incredibilmente a fine gara è stato anche introdotto lo "striscione della discordia", rubato ai veronesi nella gara d'andata. Inspiegabile come abbia potuto essere introdotto dentro lo stadio visto che era ritenuto dalla Digos di Verona un elemento che poteva creare notevoli turbative.

I mezzi dei tifosi del Verona hanno poi raggiunto l'autostrada dove finalmente la situazione si è tranquillizzata.

Il presidente Martinelli a fine gara si è portato sotto la Curva per ringraziare i tifosi del Verona per il comportamento ma è stato fischato da numerosi supporters.

PRIMO PIANO
Nocerina, Auteri: " Grande prestazione, tre punti fondamentali"
24.03.2012 17:43 di Federico Errante
Fonte: tuttonocerina
Gaetano Auteri commenta così il successo sul Verona: "Mi è piaciuta la gare dei miei giocatori perchè hanno interpretato il match come se fosse una finale. Finalmente non siamo più soli in classifica, abbiamo ottenuto tre punti fondamentali contro una squadra importante come il Verona. Ora pensiamo già alla sfida di Genova con la Samp, sarà una gara tra Davide e Golia ma noi non abbiamo timore".

PRIMO PIANO
32^ giornata, il Torino vola a + 4, cadono Pescara e Verona. Ok Varese, Brescia e Samp. "Manita" del Crotone, pareggi a Bari e a Livorno
24.03.2012 16:55 di Federico Errante
Ascoli-Pescara 3-0 22' 85' Papa Waigo 31' aut. Zanon
Bari-Juve Stabia 0-0
Brescia-Grosseto 2-1 37' Mancino (G) 39' 57' Rossi (B)
Cittadella-Sampdoria 1-2 35' 43' Pellè 38' Di Roberto rig (C)
Crotone-AlbinoLeffe 5-2 6' 27' Gabionetta 32' Cisse rig.(A) 36' Florenzi 80' Sansone 84' Torri 93' Calil
Livorno-Modena 2-2 4' Siligardi 35' Di Gennaro rig. (M) 57' Paulinho 94' Stanco (M)
Nocerina-Hellas Verona 3-1 3' Figliomeni 16' Negro 36' Gomez (H) 62' Merino rig.
Torino-Gubbio 6-0 40' 67' Bianchi 46' 80' Antenucci 65' Surraco 75' Pasquato
Varese-Reggina 2-0 5' 17' Plasmati

Lunedì ore 20.45
Vicenza-Padova

Giocata ieri
Sassuolo-Empoli 2-0

FONTE: TuttoB.com


sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by ferrantetommy
Nocerina-Verona: incidenti, tensione e quella maglietta rifiutata…
Una giornata da dimenticare quella vissuta dall’Hellas Verona e dai suoi tifosi. Nella gara persa contro la Nocerina ci sono stati altri episodi che hanno caratterizzato il pomeriggio campano. Al momento di entrare sul terreno di gioco un piccolo sostenitore molosso ha offerto una maglia al tecnico scaligero Andrea Mandorlini con su scritto “Benvenuto al sud”. L’allenatore, che nel passato aveva lasciato dichiarazioni un po’ pepate in tal senso, non ha accettato il cadeau e si è seduto in panchina. All’arrivo dei sostenitori ospiti a match iniziato primi lanci di oggetti nei loro confronti. La partita ha visto prevalere poi i ragazzi di Gaetano Auteri per 3-1. Infine ancora altissima tensione con sassi ed altro materiale di vario genere scagliato dai supporters rossoneri. Chi ci ha rimesso sono state alcune macchine e pullman colpiti dai sassi con i vetri andati in frantumi. Solo prima delle 19 i tifosi scaligeri sono stati fatti uscire dallo stadio per raggiungere l’autostrada. Un pomeriggio per loro e l’Hellas davvero da dimenticare.

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by ferrantetommy
Nocerina-Verona, la banda Auteri torna a sperare
Una vittoria per tornare a sperare. Nella partita Nocerina-Verona finita 3-1 ci sono buone ragioni per pensare che i ragazzi di Gaetano Auteri possano tornare in lizza per la salvezza. In primo luogo perchè si è concretizzato il secondo sorriso consecutivo interno dopo i tre punti ottenuti all’overtime contro il Gubbio appena due settimane fa. Inoltre si è vista una squadra affamata, che ha azzannato l’avversario nei primi minuti stordendolo in appena sedici minuti. Infine l’entusiasmo tangibile materializzato in campo e sugli spalti con gli oltre 6000 tifosi nocerini in delirio per la vittoria conseguita. Ora la distanza dalla zona tranquillità si assottiglia complici le sconfitte contemporanee di Empoli, Gubbio ed Albinoleffe. C’è però da invertire la tendenza in trasferta dato che l’ultimo colpo esterno dei molossi risale al lontano 1 novembre a Cittadella. L’avversario del prossimo week end è di quello tosto: quella Sampdoria che attende di riscattare il 4-2 subito all’andata al San Francesco...

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by Dandronaco
Nocerina-Verona, incidenti dopo la partita
Non sono serviti gli appelli del questore di Salerno Antonio De Iesu ad evitare gli scontri tra i tifosi al termine di Nocerina-Verona. Secondo quanto riporta il sito ‘TGGialloblu.it’, alcuni tifosi campani hanno aggredito i pullman e le automobili dei sostenitori avversari che lasciavano lo stadio, fracassando i vetri e lanciando sedie e bottiglie. Già prima della gara, un gruppo di supporter della squadra di casa aveva tirato dei sassi da dentro lo stadio contro i mezzi dei tifosi veronesi. Alla fine della partita, inoltre, è ricomparso lo striscione rubato dai tifosi della Nocerina a quelli gialloblu nella partita d’andata, quando gli scontri si erano conclusi con 12 arresti e 5 daspo.

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by Dandronaco
Nocerina-Verona, Auteri: “Abbiamo affrontato la partita come una finale”
Ecco le parole del tecnico della Nocerina Gaetano Auteri dopo la sorprendente vittoria sul Verona: “La classifica si può accorciare. I punti conquistati oggi dicono che la salvezza è a sole quattro lunghezze. La gara di oggi, così come sarà sempre da qui alla fine, è stata intesa dai ragazzi come una finale. Vinciamo contro una squadra con grandi qualità tecniche. Sul 3-1 moralmente abbiamo avuto una grossa mano. Adesso, fermo restando la contentezza per la vittoria e per tre punti meritati, dobbiamo essere concentrati per un incandescente finale di campionato. L’unico malumore è legato a Farias, che deve crescere e deve fare meglio. Deve assumersi le sue responsabilità. Oggi mi ha deluso”.

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by Matteop
Nocerina-Verona, ESCLUSIVO/ quante analogie con Juventus-Inter del ’98
Nocerina-Verona riporta alla mente Juventus-Inter del 1998, quella del clamoroso rigore non dato a Ronaldo. In molti ricorderanno la famosa partita, con Simoni sulla panchina nerazzurra e Ceccarini ad arbitrare. 14 anni dopo si parla ancora di quel match e Nocerina-Verona di oggi riporta alla mente parecchie analogie.
Ma partiamo con ordine. L’Inter protestò molto per un rigore non concesso a Ronaldo, placcato in area da Iuliano. Sull’azione seguente l’arbitro concesse poi un rigore ai bianconeri, sbagliato da Alessandro Del Piero. Oggi al San Francesco è successo qualcosa di molto simile, nella vittoria per 3-1 dei campani.
Il gol della definitiva vittoria è stato realizzato da Merino su rigore, dopo un fallo di Ceccarelli su Catania. Tutto questo seguiva immediatamente a un clamoroso placcaggio di Pomante su Gomez Taleb, che riporta subito alla mente quell’immagine di Ronaldo steso nell’area di rigore della Juventus. Il Verona protesta e si arrabbia, ma come l’Inter del 1998 non può che arrendersi al risultato del campo. Strane coincidenze, spesso nel calcio succede…

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by ferrantetommy
Serie B, che spettacolo la bagarre promozione!!!
Uno spettacolo chiamato campionato cadetto. La giornata numero 32 della serie B ha visto riaprire i giochi promozione per ciò che concerne le compagini in lizza. Le sconfitte di Pescara e Verona sui campi di Ascoli e Nocera Inferiore hanno permesso alla Sampdoria e Brescia di accodarsi al trenino play off. Ora il derby veneto in posticipo Vicenza-Padova risulterà ancora più affascinante per capire quanto questo turno sia stato importante in tal senso. Se il Torino ora si è guadagnato un margine di +4 sulle dirette avversarie Pescara e Sassuolo, la frenata degli scaligeri ha permesso al Varese, a segno nello scontro diretto contro la Reggina, di ridurre il margine che comunque è ancora consistente. La vera bagarre però si è scatenata ancora più sotto grazie alla rincorsa strepitosa delle rondinelle di Alessandro Calori alla poule promozione. Purtroppo però per le concorrenti in lizza ci sono soltanto due biglietti di prima classe da staccare a fine stagione, con i restanti quattro di seconda. La fila alla cassa è aumentata con almeno nove pretedenti (Reggina inclusa) in lizza per i preziosi tickets. Buon proseguimento a tutti!!

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by Matteop
Serie B, ESCLUSIVO/ Nocerina e Ascoli vittorie ‘illustri’ per la salvezza
Sono vittorie ‘illustri’ quelle di Ascoli e Nocerina. I bianconeri travolgono in casa il Pescara, mentre i rossoneri ne fanno tre al Verona. Risultati fondamentali che regalano una domenica di soddisfazioni alle due fazioni, concorrenti tra loro.
L’Ascoli vive una situazione migliore, vicina a uscire dall’incubo Lega Pro. Tante le proteste al Del Duca, ma è 3-0 contro la squadra di Zeman. Mattatore della serata è Papa Waigo, autore di una doppietta. Un autorete di Zanon, propiziata da Sbaffo, l’altra rete.
La Nocerina aggancia l’Albinoleffe con cui ora condivide l’ultima posizione. La vittoria contro il Verona regala fiducia, rilanciando i campani almeno a livello morale. Ora bisogna continuare a vincere se si vuole rimanere in Serie B.
M.F.

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by Matteop
Serie B, ecco come cambia la classifica dopo la 32ma giornata
Ecco come cambia la classifica di Serie B dopo la 32ma giornata:
Torino 66
Pescara 62
Sassuolo 62
Verona 60
Varese 52
Padova 50
Brescia 49
Sampdoria 48
Reggina 46
Juve Stabia 43
Bari 42
Grosseto 41
Cittadella 38
Modena 37
Livorno 35
Crotone 34
Empoli 31
Vicenza 29
Ascoli 29
Gubbio 27
Albinoleffe 25
Nocerina 25

sabato, marzo 24th, 2012 | Posted by Matteop
Serie B, ecco i risultati della 32ma giornata
Ecco i risultati della 32ma giornata:
Torino-Gubbio 6-0 (39' Bianchi T, 46' Antenucci T, 63' Surraco T, 67' Bianchi T, 75' Pasquato T, 79' Antenucci T)
Cittadella-Sampdoria 1-2 (34' Pellè S, 38' Di Roberto rig. C, 43' Pellè S)
Nocerina-Verona 3-1 (4' Figliomeni N, 16' Negro N, 35' Gomez V, 63' Merino rig. N)
Crotone-Albinoleffe 5-2 (7' Gabionetta C, 27' Gabionetta C, 32' Cissè rig A, 36' Florenzi C, 81' Sansone C, 83' Torri A, 92' Caetano C)
Livorno-Modena 2-2 (4' Siligardi L, 35' Di Gennaro rig M, 57' Paulinho L, 94' Stanco M)
Bari-Juve Stabia 0-0
Varese-Reggina 2-0 (7' Plasmati V, 17' Plasmati V)
Ascoli-Pescara 3-0 (22' Papa Waigo A, 31' aut Zanon P, 86' Papa Waigo A)
Brescia-Grosseto 2-1 (37' Mancino G, 39' F.Rossi B, 58' F.Rossi B)

venerdì, marzo 23rd, 2012 | Posted by ferrantetommy
Nocerina-Verona, il questore De Iesu “I tifosi dimostrino maturità sportiva”
Il questore di Salerno Antonio De Iesu ha voluto lanciare un appello affinché l’incontro di domani Nocerina-Verona si disputi senza incidenti tra le due tifoserie. L’augurio è quello che gli sportivi molossi dimostrino “Grande maturità sportiva evitando di porre in essere comportamenti violenti ed ostili nei confronti della tifoseria scaligera”. La partita è ad alto rischio per la rivalità calcistica che intercorre tra le due tifoserie tramutata con dei disordini nella gara di andata del Bentegodi. Nell’occasione otto sostenitori ospiti e quattro di casa vennero arrestati e successivamente altri cinque rossoneri vennero puniti con il Daspo. Infine i campani riuscirono a sottrarre uno striscione ai gialloblu a fine partita provocando ulteriori rimostranze dei tifosi gialloblu.

FONTE: SerieBNews.com


Striscione rubato ai tifosi Hellas: Nocerina-Verona, è partita blindata
23/03/2012
Verona. Il questore di Salerno, Antonio de Iesu, in occasione dell’incontro di calcio Nocerina-Verona, in programma domani pomeriggio allo stadio San Francesco di Nocera Inferiore, d’intesa con i presidenti dei due club, ha rivolto «un accorato invito alla tifoseria molossa affinchè dia dimostrazione di grande maturità sportiva, evitando di porre in essere comportamenti violenti ed ostili nei confronti della tifoseria scaligera, isolando eventuali frange di violenti ed esaltando al massimo il carattere sportivo della competizione calcistica, in modo da evitare di esasperare ulteriormente la rivalità tra le due tifoserie». In una nota il questore de Iesu comunica che «saranno disposti massicci servizi di ordine e sicurezza pubblica per garantire il regolare svolgimento della manifestazione sportiva ed evitare qualsiasi forma d’illegalità e turbativa dell’ordine pubblico».

IL PRECEDENTE. Lo scorso 21 ottobre, allo stadio «Bentegodi» in occasione dell’incontro di calcio Hellas Verona - Nocerina, si verificarono gravi disordini tra le due tifoserie, tanto da portare le forze di polizia ad arrestare 12 facinorosi,8 ultras campani e quattro scaligeri. A margine degli atti violenti a fine gara, tifosi della Nocerina rubarono uno striscione veronese. In occasione ora della partita di ritorno la Digos presume che la portata simbolica del gesto venga enfatizzata negli ambienti del tifo estremo, tanto che gli ultras scaligeri, attraverso messaggi scambiati via web, sono stati apertamente «sfidati» a riprendersi il vessillo nella partita di ritorno, in programma a Nocera domani.

La Digos veronese, in collaborazione con quella di Salerno, dopo gli arresti per i violenti disordini effettuati nell’immediatezza dei fatti, non ha trascurato neppure quest’ultimo reato. Ed è stato così che, con all’esito di una laboriosa indagine, sono stati identificati anche gli autori materiali del furto ed i loro complici, 5 giovani campani tra i 24 ed i 30 anni, le cui rispettive abitazioni sono state perquisite alla ricerca dello «striscione della discordia», affinchè non venga usato a pretesto per nuovi disordini in occasione della gara di domani. Come già accaduto per gli altri ultras arrestati, a carico dei responsabili identificati, il Questore di Verona Rosato sta emettendo il provvedimento di divieto di accesso allo stadio per i prossimi anni.

FONTE: LArena.it


Mandorlini: "Nel nostro futuro sfide difficili"
Postata il 25/03/2012 alle ore 21:38
"Quando affronti squadre con l'acqua alla gola devi sapere che si raddoppiano le loro forze tecnico-tattiche ed ambientali. Stiamo tranquilli, ci giocheremo qualcosa di importante"
VERONA - Nel giorno successivo al ko del "San Francesco d'Assisi" torna ad analizzare la prestazione dei gialloblù Andrea Mandorlini: "Abbiamo preso il primo gol dopo 4', la partita l'avevamo preparato bene, sapevamo che gli avversari sarebbero partiti forte, un episodio ha cambiato l'andamento del match. Noi eravamo pronti, Juanito ha fatto un gran gol, il rigore ha chiuso la gara".

"La Nocerina ha sempre giocato in contropiede, con ripartenze veloci", continua l'allenatore dell'Hellas Verona. "Noi abbiamo caratteristiche diverse, dopo il 2-0 è stata fatta mezzora alla grande. Le cose potevano cambiare, come fatto tante volte. Il gol del raddoppio è nato da un errore collettivo di più giocatori, se sei sotto di due reti al quarto d'ora un pò ne risenti".

"Guai a pensare che il calendario sia in discesa per la formazione scaligera: "Quando affronti squadre con l'acqua alla gola devi sapere che si raddoppiano le loro forze tecnico-tattiche ed ambientali. Nel nostro futuro ci sono sfide difficili, contro compagini che vogliono salvarsi. Ovviamente ogni gara ha la sua storia, dobbiamo stare tranquilli perchè ci giocheremo qualcosa di importante. Stavolta è andata così, non parliamone nemmeno più".
Ufficio Stampa

Dopo Nocera, riunione tra i vertici del club
Postata il 25/03/2012 alle ore 16:12
Analizzati gli episodi avvenuti durante la partita e quanto subito dai propri supporters in occasione della 32° giornata di campionato
VERONA – E’ terminata da pochi istanti la riunione tenutasi presso la sede di Via Torricelli tra i vertici societari, per analizzare gli episodi avvenuti durante la partita e quanto subito dai propri supporters in occasione della 32° giornata di campionato. A seguito dei gravi episodi di cui sono stati vittime a Nocera Inferiore i tifosi gialloblù, che il presidente Martinelli ringrazia in prima persona in quanto autori di un comportamento irreprensibile all’insegna della correttezza, Hellas Verona esprime con fermezza il proprio rammarico e la solidarietà per quanto accaduto.
A fronte di tali circostanze, non potendo esercitare direttamente funzioni di ordine pubblico, il club si riserva di raccogliere ulteriori elementi utili che permettano di attivarsi nelle sedi opportune, per far sì che vengano presi provvedimenti nei confronti degli autori dei gesti violenti verificatisi in Campania, e che sia fornita l’adeguata tutela ai sostenitori che si recano in trasferta con l’esclusivo intento di far sentire il proprio appoggio alla squadra, con la consueta passione viscerale che li contraddistingue.
Ufficio Stampa

Ceccarelli: "Pagate a caro prezzo due ingenuità"
Postata il 25/03/2012 alle ore 11:35
"I campani son partiti forte cercando di metterci immediatamente in difficoltà, non c'è stata risposta immediata da parte nostra, con troppa libertà di gioco"
NOCERA INFERIORE - Uno dei gialloblù a commentare la gara con la Nocerina è stato Luca Ceccarelli, autore dell'intervento punito con il penalty di Merino: "Credo che il metro di giudizio sarebbe dovuto essere lo stesso adottato con Juanito, si trattava di una palla lunga che stava andando sul fondo, io non ho nemmeno visto l'avversario. In un movimento normale del corpo ho allargato il braccio, toccando un rossonero, ma credo che il rigore sia un pò regalato. A parte ciò, sicuramente non ci attacchiamo a questo episodio. Nel primo quarto d'ora abbiamo subito due reti, rimetterla in piedi sarebbe stato difficile".
"Siamo rammaricati, avremmo voluto far punti a tutti i costi, non ci siamo riusciti ma venerdì c'è un'altra occasione per rifarsi", prosegue il capitano dell'Hellas Verona, "i campani son partiti forte cercando di metterci immediatamente in difficoltà, non c'è stata risposta immediata da parte nostra, con troppa libertà di gioco. Pagata a caro prezzo un pò d'ingenuità, è andata male, accettiamo il risultato senza scordare che stiamo facendo un gran campionato, vogliamo rimanere in certe posizioni fino alla fine e per questo ci rimetteremo subito al lavoro. Non ci siamo mai esaltati, di certo non ci butteremo giù oggi".
Ufficio Stampa

Per i gialloblù trasfera amara: è 3-1 per la Nocerina
Postata il 24/03/2012 alle ore 16:42
Pesante uno-due dei padroni di casa nel primo quarto d'ora, Gomez Taleb accorcia le distanze ma Merino mette in cassaforte la vittoria campana
NOCERA INFERIORE - L'Hellas torna dalla Campania senza punti, pagando un pesante uno-due dei padroni di casa messo in atto nel primo quarto d'ora. A ridurre le distanze ci pensa Gomez Taleb, poi un penalty di Merino mette in cassaforte la vittoria degli uomini di Auteri.
Che la giornata non sia delle migliori, si può percepire già dal riscaldamento. Maietta prova fino all'ultimo minuto a verificare le proprie condizioni fisiche, ma alla fine si deve accomodare in tribuna.

Primo tempo. Pronti-via padroni di casa subito pericolosi (3'): cross felpato di Merino, deviazione aerea di Castaldo, Rafael manda in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina (4') vantaggio rossonero con Figliomeni, abile a mettere in fondo al sacco con una conclusione da distanza ravvicinata. Al 12' mancino centrale dai venti metri di Castaldo, l'estremo difensore scaligero controlla. Al quarto d'ora i campani raddoppiano con Negro, che una volta in area trova la zampata su lancio dalle retrovie. Al 23' traversone morbido di Hallfredsson, incornata in terzo tempo di Mareco alta di poco. Pericolosa punizione dal limite di Lepiller alla mezzora che sfiora di un soffio il palo alla sinistra di Concetti. Taglio in verticale di Gomez Taleb (35') bravo a scambiare in corsa con Tachtsidis e battere il portiere avversario in uscita. Discesa di Negro (43'), l'attaccante tenta il diagonale ai sedici metri, ma la mira è imprecisa.

Secondo tempo. Punizione tagliata di Lepiller (48'), palla preda di Concetti senza alcuna deviazione scaligera. Il francese riceve sulla sinistra al 52' e scocca un tiro potente dalla trequarti, la sfera finisce alta sopra la traversa. Bruno controlla e converge al limite (54'), destro rasoterra bloccato da Rafael. Mancino di prima intenzione di Merino (58') che non impensierisce il numero uno gialloblù. Al 61' il direttore di gare punisce col rigore un intervento di Ceccarelli su Catania: dal dischetto Merino segna il tris rossonero. Gomez Taleb appoggia per il neo-entrato Galli (76'), staffilata pericolosa del centrocampista parmense. All'82' ci prova Bjelanovic, a sorprendere Concetti appena fuori dai pali, tiro sopra la traversa.

Nocerina-Hellas Verona 3-1
Marcatori: 4' Figliomeni, 15' Negro, 35' Gomez Taleb, 63' rig. Merino

Nocerina: 69 Concetti; 27 Laverone, 19 Rea, 23 Figliomeni, 5 Pomante; 8 Bruno, 48 Mingazzini (82' 4 De Franco), 33 Merino; 9 Castaldo, 10 Negro (69' 24 Barusso), 22 Catania (73' 70 Farias).
A disposizione: 89 Russo, 11 Bolzan, 13 Alcibiade, 79 Parola.
Allenatore: Gaetano Auteri

Hellas Verona: 1 Rafael; 13 Abbate, 17 Mareco, 5 Ceccarelli, 25 Scaglia; 19 Jorginho, 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson (70' 32 Bjelanovic); 6 Lepiller (70' 27 Berrettoni), 9 Ferrari (76' 16 Galli), 21 Gomez Taleb.
A disposizione: 26 Frattali, 4 Esposito, 8 Russo, 23 Cangi.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Arbitro: Renzo Candussio (Sez. arbitrale di Cervignano)
Note. Ammoniti: Rea, Mingazzini, Ceccarelli. Espulsi: -. Recupero: 0'-5'. Spettatori: 4.600
Ufficio Stampa

Sosteniamo l'Hellas con correttezza!
Postata il 23/03/2012 alle ore 09:17
VERONA - Il club scaligero fa nuovamente espresso ed accorato invito a tutta la tifoseria ad evitare accuratamente qualsiasi manifestazione antisportiva, soprattutto di natura discriminatoria sia territoriale che razziale, evidenziando che, stante la recidività e la diffida posta a carico del club, al prossimo episodio di questo tipo che dovesse reiterarsi, sarà comminata la sanzione che prevede l'obbligo di disputare una o più gare a porte o settori chiusi, nonché, in caso di ulteriori episodi, ad ancor più gravi sanzioni (squalifica del campo, penalizzazioni ecc).

Si chiede pertanto di sostenere i colori dell’Hellas con correttezza e nel rispetto di tutti, in modo da non permettere l’esistenza di pretesti che penalizzino la società sia dal punto di vista dell’immagine che da quello economico.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it





[OFFTOPIC]
CORI RAZZISTI: Multata anhe la JUVENTUS...
NBA: Gli HORNETS tornano alla vittoria (merce rara in questa stagione per la squadra cestistica di New Orleans) contro i CLIPPERS, ROCKETS a valana sui WARRIORS, JAZZ sul fil di lana contro i KINGS...
VIOLENZA ANCHE NEL BASKET Dopo una gara tra BARI e NAPOLI, ma non è che il problema stà nella (scarsissima) cultura sportiva italiana?
CALCIO EGITTO: Ancora furiosi scontri tra tifosi, muore un 13enne...
CALCIO INGLESE: ROONEY spezza il polso ad un bimbo tifoso tirando una palla sugli spalti durante il riscaldamento. Altra papera di JAMES, il portiere ex nazionale che a 42 anni gioca in seconda divisione col BRISTOL CITY. Continua bene il recupero del 23enne MUAMBA dopo essere stato ad un passo dalla morte sul campo a causa di un infarto!
FORMULA 1: La pole position va a HAMILTON, altro mezzo disastro delle rosse! ALONSO nono MASSA eliminato, anche a Sepang sarà dura...
SERIE B: Nell'anticipo di ieri il SASSUOLO ha battuto l'EMPOLI...
MARADONA promuove MESSI...

JUVE MULTATA PER CORI RAZZISTI, ALLEGRI PER INSULTI A DIRIGENTE JUVE
Giovedì 22 Marzo 2012 - 19:26
Il giudice sportivo, dopo le semifinali di Coppa Italia, ha inflitto 20mila euro di multa alla Juventus «per avere suoi sostenitori, nel corso della gara con il Milan, rivolto a due calciatori della squadra avversaria grida e cori costituenti espressione di discriminazione razziale».
Il giudice sportivo, dopo le semifinali di coppa Italia, ha inflitto un'ammenda di 5mila euro, più un'ammonizione con diffida, a Massimiliano Allegri. Il tecnico del Milan, si legge nelle motivazioni, nell'intervallo della sfida con la Juventus e al termine della gara ha «rivolto ad un dirigente della squadra avversaria epiteti insultanti». L'infrazione è stata rilevata da un collaboratore della procura federale.
Il giudice sportivo ha squalificato 3 giocatori dopo le gare di ritorno delle semifinali di Coppa Italia, Juventus-Milan e Napoli-Siena. Una giornata di squalifica per Philippe Mexes del Milan, Walter Gargano del Napoli e Daniele Mannini del Siena. I tre calciatori in virtù dell'ammonizione ricevuta durante la partita, essendo già diffidati, salteranno la prossima gara della competizione. Per il centrocampista del Napoli, quindi, niente finalissima all'Olimpico.

ROONEY SPEZZA IL POLSO AD UN BAMBINO CON UNA PALLONATA. POI CHIEDE SCUSA
Venerdì 23 Marzo 2012 - 13:14
MANCHESTER - Alla fine, tramite Twitter, Wayne Rooney ha chiesto pubblicamente scusa al piccolo Jamie Thomas, il bambino di 9 anni a cui domenica il bomber dello United ha involontariamente rotto il polso. Tutto è successo durante la fase di riscaldamento prima della gara con il Wolverhampton. Rooney ha tirato un pallone verso gli spalti e Jamie si è rotto il polso destro nel tentativo di proteggersi il volto.

L’attaccante è venuto poi a conoscenza dello sgradevole episodio solo dai tabloid e ha subito chiesto scusa tramite Twitter: “Se ho rotto il polso di questo ragazzo durante il riscaldamento chiedo scusa. Se i suoi genitori si metteranno in contatto col club, gli regalerò una maglia con il mio autografo molto volentieri”. Fortunatamente, comunque, la frattura rimediata dal piccolo tifoso dei Red Devils non è grave e si dovrebbe rimettere in poche settimane.

BELI ROVINA IL RITORNO A "CASA" DI PAUL. CLIPPERS KO A NEW ORLEANS -VIDEO
Venerdì 23 Marzo 2012 - 10:04
NEW ORLEANS - Marco Belinelli segna 15 punti nel match casalingo che i New Orleans Hornets (12-35) vincono per 97-90 contro i Los Angeles Clippers (26-21). La guardia bolognese, titolare per 28'46'', chiude con 5/7 al tiro (1/1 da 3 punti), 5 rimbalzi e 4 assist.
New Orleans si toglie una delle rare soddisfazioni stagionali portando 5 uomini in doppia cifra: il top scorer è Chris Kaman (20 punti e 10 rimbalzi). Gli Hornets rovinano il ritorno di Chris Paul in città. Il play, ceduto ai Clippers all'inizio del campionato, chiude con 16 punti e 9 assist, ma incappa in un modesto 5/14 al tiro.Ai californiani non bastano le cifre di Blake Griffin (21 punti e 11 rimbalzi) e DeAndre Jordan (14 e 9).

I RISULTATI I risultati delle partite della regular season Nba: Washington Wizards-Indiana Pacers 83-85; Milwaukee Bucks-Boston Celtics 91-100; New Orleans Hornets-Los Angeles Clippers 97-90; Houston Rockets-Golden State Warriors 109-83; Sacramento Kings-Utah Jazz 102-103; Portland Trail Blazers-Memphis Grizzlies 97-93.

SCONTRI DOPO BARI-NAPOLI DI BASKET, ARRESTATO UN TIFOSO PARTENOPEO
Venerdì 23 Marzo 2012 - 14:14
BARI - Durante incidenti avvenuti al termine della partita di basket svoltasi ieri sera al Palaflorio di Bari, tra la Liomatic e la BPmed Napoli, un pregiudicato del capoluogo partenopeo, Carlo Marinelli, 24 anni, unitamente ad altre persone in corso di identificazione, ha aggredito due poliziotti della Questura del capoluogo pugliese intervenuti per evitare una aggressione alla tifoseria locale, provocando lesioni ai due agenti.
Il giovane, che ha precedenti per reati contro il patrimonio e anche per incidenti in manifestazioni sportive, è stato arrestato con le accuse di resistenza, violenza e lesioni gravi a pubblico ufficiale. Gli agenti hanno riportato lesioni giudicate guaribili rispettivamente in 25 e 15 giorni. Il giovane era giunto a Bari a bordo di un autobus insieme ad altri 56 tifosi del BPmed Napoli per assistere all'incontro di pallacanestro.
All'uscita del Palazzetto, quasi tutti i componenti del gruppo, tra cui Marinelli, invece di risalire sul bus, si sono diretti verso il parcheggio dei tifosi baresi con la chiara intenzione di cercare uno scontro fisico, fortunatamente scongiurato dall'intervento delle forze di polizia presenti sul posto. I vandali sono riusciti a danneggiare alcune auto in sosta prima di essere costretti a risalire sul mezzo che li aveva accompagnati a Bari.
Le indagini hanno consentito di identificare tutti i tifosi e di raccogliere elementi tali per segnalare all'Autorità giudiziaria almeno 40 tifosi napoletani per i reati di danneggiamento, e varie violazioni della normativa per la sicurezza delle manifestazioni sportive. Inoltre, l'ispezione dell'autobus ha consentito di sequestrare vario materiale fra cui bastoni di plastica e fumogeni.
Tra i denunciati ve ne sono diversi con precedenti specifici e che in un recente passato sono stati sottoposti al Daspo, il divieto di assistere a manifestazioni sportive emesso dal questore di Napoli. Il dirigente della Questura di Bari decreterà la sottoposizione a Daspo di tutti i denunciati.

NUOVI SCONTRI IN EGITTO: MUORE 13ENNE TIFOSO DELL'AL MASRY -VIDEO
Sabato 24 Marzo 2012 - 15:45
PORT SAID - Un ragazzino di 13 anni è rimasto ucciso ieri sera a Port Said in scontri tra la polizia e tifosi che protestavano contro la sospensione della squadra della città, Al Msry, in seguito agli incidenti allo stadio dello scorso febbraio nel quale morirono 74 persone. Il ragazzo è rimasto ucciso durante la manifestazione che la polizia ha cercato di disperdere sparando gas lacrimogeni. altre 16 persone sono state ferite. Dopo i gravissimi incidenti di febbraio, seguiti ad una clamorosa vittoria dell'Al Masry contro l'Al Alhy, la procura generale della repubblica egiziana aveva accusato di omicidio premeditato 75 persone, tra cui molti tifosi della squadra di casa e nove alti dirigenti delle forze di sicurezza.

DAVID JAMES, NUOVA 'PAPERA': AUTOGOL IN USCITA ALTA -VIDEO
Giovedì 22 Marzo 2012 - 20:21
David James, 42 anni ad agosto, potrebbe anche appendere i guanti da portiere al chiodo. L'ex nazionale inglese, infatti, sta continuando a giocare nella serie cadetta con il Bristol City, squadra in lotta per la salvezza, e continua a rendere onore al suo soprannome, 'Calamity'. Nella gara interna col Watford (poi persa per 0-2), James ha infatti regalato il vantaggio agli avversari con un clamoroso autogol in uscita alta su un cross.

MUAMBA MIGLIORA. I MEDICI: "RECUPERO ANCORA LUNGO"
Venerdì 23 Marzo 2012 - 20:17
LONDRA - Fabrice Muamba, il centrocampista del Bolton colpito in campo sabato da arresto cardiaco, ha fatto grandi progressi ma è ancora in terapia intensiva e avrà bisogno di un lungo periodo per la ripresa. Lo hanno reso noto i familiari del 23enne giocatore di origine zairese. «Anche se Fabrice negli ultimi due giorni ha fatto grandi progressi, è ancora in terapia intensiva ed ha ancora davanti a sè un lungo periodo di convalescenza», hanno detto in un comunicato la fidanzata di Muamba, Shauna Magunda, e il padre, Marcel. «Grazie a tutti per l'amore, le preghiere e l'appoggio negli ultimi giorni», aggiunge la nota. «In particolare - si precisa - dobbiamo enorme gratitudine alle equipe mediche del Bolton e degli Spurs per la loro sollecita reazione sabato, e alla fantastica squadra qui al London Chest Hospital». «Siamo stati sopraffatti da tutti i messaggi che abbiamo ricevuto. L'appoggio che abbiamo avuto dai tifosi - non solo da quelli del Bolton ma dagli appassionati di calcio in tutto il mondo - ci ha dato tanta forza», proseguono Marcel Muamba e Shauna Magunda. Per esprimere solidarietà al centrocampista, domani durante la partita contro i Blackburn Rovers, i supporter del Bolton - annuncia il club sul suo sito Internet - comporranno sugli spalti una scritta a lui dedicata. Muamba è crollato a terra verso la fine del primo tempo di un match di Coppa d'Inghilterra contro il Tottenham Hotspur al White Park Lane. Subito soccorso - ma nonostante il massaggio cardiaco e il ripetuto impiego del defibrillatore il suo cuore è rimasto fermo per decine di minuti - è stato poi trasportato in ospedale. La sua ripresa è stata dai medici giudicata miracolosa. Negli ultimi giorni, Muamba ha ricevuto visite di parenti e amici, con i quali ha potuto scambiare qualche parola. La partita, sospesa sull'1-1, verra recuperata martedì prossimo.

F1, POLE DI HAMILTON A SEPANG. ALONSO NONO, MASSA ELIMINATO -FOTO/VIDEO
Sabato 24 Marzo 2012 - 13:19
SEPANG - Prima fila tutta McLaren al gp della Malesia. Lewis Hamilton ha conquistato la pole position davanti al compagno di squadra Jenson Button: terza la Mercedes di Michael Schumacher, solo sesta la Red Bull di Sebastian Vettel. Chiude al nono posto la Ferrari di Fernando Alonso.

I TEMPI Il pilota inglese della McLaren-Mercedes è stato il più veloce nella terza manche delle qualifiche sul tracciato di Sepang. Hamilton, alla 21esima pole della carriera, ha girato in 1'36''219 e domani scatterà davanti a Jenson Button (1'36''368), suo connazionale e compagno di squadra. La McLaren-Mercedes occupa l'intera prima fila, proprio come nel Gp d'Australia di domenica scorsa. Il tedesco Michael Schumacher (1'3''391), al volante della Mercedes Gp partirà dalla terza posizione, accanto alla Red Bull dell'australiano Mark Webber (1'36''461). Il finlandese Kimi Raikkonen (1'36''461) con la Lotus ha ottenuto lo stesso crono di Webber: l'ex ferrarista, però, perderà 5 posizioni per la sostituzione del cambio effettuata nella giornata di ieri. Sesto crono per la Red Bull del tedesco Sebastian Vettel (1'36''634), seguito dalla Lotus del francese Romain Grosjean (1'36''658), dalla Mercedes del tedesco Nico Rosberg (1'36''664) e dalla Ferrari di Fernando Alonso (1'37''566). Lo spagnolo ha ottenuto il nono tempo, davanti alla Sauber del messicano Sergio Perez (1'37''698). L'altra rossa, guidata dal brasiliano Felipe Massa, non si è qualificata per la terza manche delle prove ufficiali.

LA DELUSIONE DI MASSA «Non è un gran risultato, ma è vero che non abbiamo una macchina competitiva ed è sempre una lotta». Felipe Massa non nasconde la sua delusione dopo l'eliminazione nella seconda tornata di qualifiche del Gp della Malesia che lo ha lasciato fuori dalla corsa per la pole. «Ho lottato ma non ero contento della macchina in questi giorni - ha detto il ferrarista ai microfoni della Rai - ma penso che stiamo andando sulla giusta direzione. Spero solo di fare meglio della gara di domenica scorsa: partendo dodicesimo va bene tutto per arrivare più avanti possibile e conquistare punti».


MARADONA SI RACCONTA: "MESSI? È COME ME. IL NAPOLI MI ESALTA, CAVANI IMPLACABILE"
Sabato 24 Marzo 2012 - 12:34
ROMA - Leo Messi? «È come me». Il problema delle tasse da risolvere per tornare a Napoli, per fare il tifoso. Quanto a Diego Armando Maradona si confessa a tutto campo nell'intervista pubblicata dalla Gazzetta dello sport: l'ex Pibe de oro, oggi tecnico del club di Dubai Al-Wasl, dice di seguire a distanza la sua vecchia squadra. «Questo Napoli mi rende contento - afferma Maradona - Lavezzi corre a perdifiato, squilibra ogni schieramento avversario. Ma Cavani è diventato implacabile e Hamsik continua a piacermi. Sono bravi e giocano con il cuore: ho sofferto con loro la sera della Champions. Ora è importante che arrivi terzo in modo da replicare subito l'esperienza in Champions».

PROBLEMI COL FISCO Per poter rivedere dal vivo il Napoli Maradona deve però risolvere il contenzioso con il fisco. «Voglio andare da Befera - dice l'ex campione argentino - L'avvocato ha preparato le carte, ma presto sarò io a chiedere un appuntamento al direttore, perchè è ora di chiudere una storia che mi ha avvelenato la vita. Io non sono un evasore fiscale, io li odio gli evasori e dunque questa situazione è doppiamente amara. Non so chi ha combinato questo casino, ma a Befera chiederò perchè sono l'unico perseguitato».

SULLA SERIE A Osservatore della serie A, Maradona dice che «è tornata la Vecchia Signora. La rinascita della Juve è il fatto saliente di questa stagione. Il Milan ha un vantaggio, probabilmente è ancora la squadra migliore e ha avuto il coraggio di investire su un allenatore giovane in un mondo imbalsamato». Qualche pensiero anche sull'Italia di Prandelli: «Balotelli? Mi piace, è ancora un ragazzino, i suoi problemi non sono in campo ma fuori. Mancini lo sta portando sulla strada giusta. Lui determinante per la nazionale? Non esageriamo - sottolinea Maradona - ci sono altri giocatori, penso a Marchisio e Pirlo, che pare un ragazzino. Se posso fare un augurio a Prandelli, i recuperi di Cassano e Rossi trasformerebbero la vostra nazionale».

IL PARAGONE CON MESSI Inevitabile il paragone con Messi: chi il più forte? «Le classifiche fanno ridere - conclude Maradona - ma c'è una dote che nessuno ha mai avuto come me e Leo: la velocità di pensiero. Allenandolo rivedevo in lui la fulminea comprensione di come l'azione si sarebbe sviluppata».

FONTE: Leggo.it


Calcio: serie B, il Sassuolo supera l'Empoli
23:02 23 MAR 2012
(AGI/ITALPRESS) - Sassuolo (Modena), 23 mar. - Una rete di Gennaro Troianiello al 26' della ripresa, consente al Sassuolo di battere l'Empoli nell'anticipo della 32a giornata di Serie B e di portarsi al secondo posto in classifica. Un bel regalo che la squadra di mister Pea fa al suo patron Giorgio Squinzi neo presidente eletto di Confindustria. In classifica, il Sassuolo scavalca il Verona e raggiunge il Pescara a quota 62. L'Empoli resta fermo a 31.

FONTE: AGI.it

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini