.

VERONA-MODENA in anteprima: Dopo la pausa natalizia torna il campionato e la 21sima giornata mette di fronte l'HELLAS ai 'canarini' pericolanti in fondo alla classifica; gara abbordabile? Certo che sì ma bisognerà stare attenti a non distrarsi gli emiliani sono andati spesso a punti fuori casa...

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 4 gennaio 2012 23:16, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento


I CONVOCATI
Infortunio durante la rifinitura per il secondo portiere NICOLAS, MANDORLINI porta in panca al suo posto il 18enne HU.
Scelte praticamente obbligate in difesa dove, assenti MAIETTA ed ABBATE, da sinistra a destra l'HELLAS si schiererà con SCAGLIA, MARECO, CECCARELLI e CANGI; in mediana oltre al recuperato GALLI torna a disposizione anche Gennaro ESPOSITO ma difficilmente il tecnico scaligero rinuncerà ai 'soliti' quattro: TACHTSIDIS, HALLFREDSSON, RUSSO e JORGINHO.
Per l'attacco la coppia papabile è quella formata da GOMEZ TALEB e FERRARI ma PICHLMANN e BJELANOVIC scalpitano ai box incalzati agli esterni D'ALESSANDRO e LEPILLER...

Portieri: 43 Hu, 1 Rafael;
Difensori: 23 Cangi, 5 Ceccarelli, 17 Mareco, 33 Pugliese, 25 Scaglia;
Centrocampisti: 14 D'Alessandro, 4 Esposito, 16 Galli, 10 Hallfredsson, 19 Jorginho, 8 Russo, 77 Tachtsidis;
Attaccanti: 32 Bjelanovic, 9 Ferrari, 21 Gomez Taleb, 6 Lepiller, 11 Pichlmann.

Squalificato CAGLIONI (peccato perchè sarebbe stato interessante assistere alla reazione dei butèi per il portiere che, con la SALERNITANA in finale promozione, indossò la maglietta con la scritta 'Odio Verona') ecco in porta l'esperto ex Matteo GUARDALBEN (nell'HELLAS dal '95 al '97 con 27 presenze in Serie A) che oggi fa il secondo a Modena ed è preparato da un altro ex, quel FERRON che era in porta a Piacenza nella maledetta gara in cui il VERONA perse la massima Serie ed iniziò un lento declino: acqua passata! Viviamo il (lieto) presente...

Dal canto suo Agatino CUTTONE, tecnico dei 'canarini', non si è sbilanciato più che tanto nella conferenza stampa prepartita ma si sa che il MODENA dovrà rinunciare a TURATI (altro ex di scuola HELLAS che giocò in rima squadra dal Gennaio 2004 al 2007), BERNACCI, FABINHO, BASSOLI, CARRARO, DE VITIS (centrocampista figlio del famoso Totò) e molto probabilmente anche a JEFFERSON e GILIOLI.
Appare quindi non improbabile l'impiego del nuovo acquisto SIGNORI (che non ha però il ritmo partita)...

VERONA-MODENA
Le statistiche arridono alla formazione di MANDORLINI che al 'Binti' ha incrociato il MODENA 35 volte (la prima nel 1933!) vincendo in 20 occasioni e perdendo solo in 4 (l'ultima volta il 2 Maggio 1993).
Anche i gol segnati svelano una netta supremazia veronese: 45 a 24... L'ultimo precedente, il 17 aprile 2007, finì in pareggio con reti di PINARDI per gli emiliani e di BABÙ per gli scaligeri.
Partita 'abbordabile' per l'HELLAS che ha quasi il doppio dei punti del MODENA in classifica ma bisognerà stare attenti a non distrarsi dopo la sosta natalizia: i 'canarini' sono andati spesso a punti fuori casa anche se hanno vinto una sola volta fin'ora...

QUI VERONA
MAIETTA è squalificato, ABBATE ha svolto un lavoro differenziato e per Venerdì potrebbe non essere al meglio o addirittura dare forfait; in questo caso è pronto CANGI.
Capitan CECCARELLI è quindi chiamato ancora una volta a 'reggere la baracca' in difesa al fianco di MARECO.

QUI MODENA
La squadra emiliana cerca di risalire la china e per far questo ha subito ingaggiato nel primo giorno di mercato il 23enne centrocampista SIGNORI che a Genova (sponda SAMP) aveva fatto solo tribuna.
Per l'ormai ex DORIA si tratta di un ritorno in Emilia visto che con i canarini aveva già giocato da titolare nella scorsa stagione (35 presenze e 3 gol in campionato): improbabile un suo utilizzo al 'Bentegodi' anche se il giocatore si sente pronto «...Anche se non ho giocato mi sono sempre allenato bene» [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]




DICONO
CUTTONE tecnico del MODENA «Sull’Hellas mi sono ricreduto. In C faceva fatica a macinare gioco e risultati anche con un organico superiore alla categoria. Il Verona è una squadra costruita per fare un campionato da protagonista in Serie Bwin, quest’anno mi sto dando ragione sul loro conto. Grazie al tecnico Mandorlini ora è tutto meccanizzato alla perfezione, ha un groppo consolidato allo sviluppo della manovra. Giocheremo contro una squadra difficile, soprattutto se andiamo a guardare i precedenti risultati» TuttoB.com

CASARI azionista di maggioranza del MODENA: «La squadra ha lavorato parecchio in questi giorni, qualche recupero c’è stato, le ultime prestazioni hanno portato entusiasmo. Io credo che faremo bene a Verona, sono ottimista»TuttoB.com

MANDORLINI 'Il VERONA è pronto...' «Ci aspetta una sfida difficile ed importante, entriamo già in clima-partita. Dopo una sosta ci possono essere tante incognite, non vogliamo alibi. Ci siamo allenati bene, siamo pronti. Gli emiliani vivono un momento positivo dovuto alla vittoria sul Torino, hanno recuperato diversi elementi per cui il loro morale è certamente alto. Conosco bene Cuttone, siamo cresciuti insieme dai tempi degli Allievi granata. Nel reparto avanzato vantano grande qualità, ma abbiamo grandi motivazioni. Vivremo un gennaio ricco di impegni nel corso dei quali ci giochiamo tanto. Alla Lazio ci penseremo da sabato mattina, ora dedichiamo le attenzioni solo a chiudere il girone d'andata» HellasVerona.it

Pasquale SENSIBILE, diesse dei blucercuiati ed ex dirigente scaligero conferma "Anche l'HELLAS su PIOVACCARI..." «Federico non si è inserito bene qua da noi ma nel caso in cui decidessimo di cederlo dovrà avere un determinato prezzo e ci aspettiamo una contropartita economica. Oltre la Reggina su di lui ci sono anche Lecce, Verona, Parma, Siena, Novara e Padova» TuttoB.com

MARECO 'I conti li faremo alla fine...' «Abbiamo messo alle spalle la settimana di riposo, ora pensiamo già al match col Modena. Vincere venerdì sarebbe molto importante, stiamo raccogliendo i frutti del lavoro di una squadra che già nella passata stagione ha centrato un risultato ambizioso. Cerchiamo di continuare su questa strada. Nessuno si nasconde dagli obiettivi, pensiamo partita per partita, le somme le tireremo alla fine. Le mie aspettative su Verona sono state confermate, come il calcio viene vissuto dalla gente è una cosa eccezionale».
Col passare del tempo l'Hellas ha fatto notevoli progressi, soprattutto subendo poche reti: «Quando una squadra difende in maniera ordinata i presupposti sono positivi, nella maggior parte delle partite siamo andati in gol, credo sia un segno di compattezza. Sistemare il reparto arretrato era un fattore di rilievo».
Scelte quasi obbligate per mister Mandorlini, in virtù della squalifica di Maietta e della probabile assenza di Abbate: «Comunque siamo tutti sempre in discussione. Non ci sono titolari, il bello è anche questo. Significa che ci facciamo sempre trovar pronti quando chiamati in causa» HellasVerona.it

Il Bell'Antonio DI GENNARO dice che la sosta potrebbe avere aiutato i modenesi ma per il prossimo match vede favoriti gli scaligeri: «Il Verona andava alla grande e di sicuro lo stop non aiuta, ma ho visto una squadra matura e concentrata. Il Modena invece non poteva pretendere uno stop in un momento migliore, dopo l’insperata vittoria contro il Torino. L'Hellas arriva da favorito, anche se la Serie B è sempre imprevedibile. Vive sulle ali dell’entusiasmo e gioca anche in casa. Vorrà prolungare la sua striscia di risultati positivi e l’esperienza di Mandorlini potrebbe fare la differenza» SerieBNews.com


'AFFAIRE NATALINO'
Un suo allontanamento dal VERONA, checchè ne dica GIBELLINI, è allo stato delle cose tutt'altro che remoto: il giovane difensore era stato messo nella lista degli Under 21 ma, essendo arrivato in prestito secco e non con la formula del 'diritto di riscatto', questa mossa era contraria alle regole.
Ecco perchè Felice non ha potuto partecipare ad una singola partita di campionato con l'HELLAS fino ad ora.
Il futuro? Se nel prossimo mese GENOA ed INTER si accorderanno sul cartellino del giocatore (che in questo momento è al 50%) il giocatore potrà essere ri-girato al VERONA con la formula del 'diritto di riscatto' e potrà diputare la seconda metà del campionato, in caso contrario dovrà forzatamente rimanere ai margini ma è ammissibile che un giovane di tale talento venga lasciato 'fermo' un anno rischiando di perdere del tempo prezioso per il suo sviluppo tecnico e tattico?
Pensiero inconcepibile! E dal momento che 'grifoni' e 'biscione' non paiono trovare accordi di sorta l'unica soluzione per tenere NATALINO in riva all'Adige sarebbe quella di inserirlo nei professionisti Over 21 che al momento però è piena e così potrebbe rimanere fino alla chiusura del mercato...
Ecco perchè lo SPEZIA ha più di qualche possibilità di ottenere il ragazzo...

ALTRE NEWS IN ALLEGATO
GRANDE SUCCESSO AL PALAOLIMPIA PER LA FESTA GIALLOBLÙ dove mister BAGNOLI ha diretto un inedito MANDORLINI cestista.

NBA: The Daily ZapReal Madrid vs Malaga 3-2 All Goals Highlights Copa del Rey

IN BREVE A PIÉ PAGINA
LIGA SPAGNOLA: Dal 4 Gennaio vietato fumare al 'Camp Nou'! Il REAL vince di rimonta sul MALAGA in 'Copa del Rey' dopo la sfuriata del 'Mou'
NBA: I LAKERS volano con Kobe, i BULLS in difficolta contro gli HAWKS ma alla fine la spuntano...

RASSEGNA STAMPA
12:41 - giovedi 05 gennaio 2012
Calcio - La presentazione del B-Day: Epifania con la Serie Bwin
Nel B-day, che di fatto sancisce la fine del campionato d'andata della Serie bwin con il Torino già campione d'inverno, tutte le partite si giocano il giorno dell'Epifania con un anticipo e due posticipi. Fra tutte, per motivi di classifica, spicca la partita tra Sampdoria e Varese e tra Sassuolo e Juve Stabia.

Torino-Albinoleffe ore 12,30. Nei 13 anni e mezzo di storia dell'AlbinoLeffe le due squadre si sono incontrate 10 volte, sempre in campionato, sempre in Serie B. Complessivamente l'AlbinoLeffe ha ottenuto 5 punti contro i granata, due pareggi e una vittoria. A Torino i granata hanno sempre vinto, subendo reti in due occasioni su 5. All'Olimpico arriva un Albinoleffe che dopo un punto nelle ultime tre partite è ripiombato in zona retrocessione, mentre la capolista ha rallentato il suo ruolino nelle ultime quattro partite, che lo vede vincente in casa ma sconfitto in trasferta (in attesa del giudizio sul ricorso con il Padova).

Ascoli-Padova ore 15. I bianconeri iniziano a sperare di nuovo nel miracolo. 13 punti nelle ultime sei partite è un passo da play off, anche se la classifica dice che alla salvezza mancano ancora sei punti. Di fronte c'è il Padova, una delle squadre più forti del campionato, ma che in trasferta ha totalizzato solo un terzo dei suoi punti in classifica, 12 su 35.

Brescia-Crotone ore 15. C'è curiosità per capire se il Brescia è uscito, dopo la vittoria di Livorno, dalla crisi di risultati che l'ha coinvolta per 13 giornate. Le rondinelle non vincono in casa da 14 giornate e si trovano invischiate nella zona play out. Il Crotone è ritornato a guardarsi alle spalle dopo la sconfitta in casa con l'Ascoli, anche se in trasferta arriva da due vittorie consecutive contro Nocerina e Cittadella.

Cittadella-Empoli ore 15. Empoli ancora senza Tavano e che in trasferta fatica con la metà dei punti rispetto a quelli totalizzati in casa. Una buona opportunità di staccare la zona play out ma un appuntamento tutt'altro che facile per i toscani, visto che i veneti stanno disputando un ottimo campionato e al Tombolato hanno fatto 16 dei 25 punti che hanno in classifica.

Gubbio-Bari ore 15. Gli umbri, che nelle ultime cinque partite in casa hanno sempre finito la gara col risultato di 1-0, tre volte a favore e due contro, devono fare punti per non perdere contatto con la quartultima. La classifica oggi direbbe retrocessione. Affrontano il Bari, che in trasferta ha portato a casa 16 dei 27 punti totali, ed è oggi una delle tantissime candidate ai play off, e segnato 11 gol quanti quelli subiti.

Nocerina-Pescara ore 15. La vivacità del mercato porterà i campani ad abbandonare il penultimo posto in classifica? L'occasione non è delle più facili, i rossoneri trovano il Pescara quarto in classifica. Una squadra però non irresistibile in trasferta, dove ha fatto 11 punti e subito 20 reti. Al San Francesco si sfidano le due peggiori difese del campionato, 36 gol i campani e 31 gli abruzzesi, un motivo in più per aspettarsi spettacolo.

Sampdoria-Varese ore 15. Sfida play off per due squadre che, al momento, però ne sono fuori. La Sampdoria, a quattro punti dalla Reggina, in casa fatica: solo 12 punti (e sei pareggi) anche se sono solo otto le reti incassate. Con il mercato di gennaio i liguri stanno cercando di riportarsi in carreggiata, dopo un'andata deludente rispetto alle aspettative e che li relega a quattro punti dalla zona play off. Di fronte però arriva il Varese di Maran che precede i blucerchiati di due punti e finora in trasferta ha già vinto quattro partite.


Sassuolo-Juve Stabia ore 15. Forse la sfida più interessante di questo turno, se non altro perché insieme le due squadre hanno totalizzato più punti di tutti gli altri incontri dell'ultima di andata: 69. Sassuolo terzo e protagonista di questi primi giorni di calcio mercato, Juve Stabia ottava ma che senza penalizzazione sarebbe sesta. Gli emiliani in casa hanno vinto cinque volte ma che sono anche battibili, visto che hanno perso in un paio di occasioni. Vespe che fuori dal Menti hanno vinto tre volte e perso quattro.

Vicenza-Reggina ore 15. Con Cagni la zona play off non è più un miraggio. Dista solo cinque punti, il che significa ad oggi dodicesimo posto. Ottimo il ruolino in casa dei veneti dove non perde dal 4 ottobre e dove ha fatto 14 punti. La Reggina è una squadra che in trasferta sa anche vincere, lo ha fatto tre volte fino ad oggi, e anche segnare: 15 i gol fatti, 12 i subiti.

Verona-Modena ore 18. L'Hellas non perde dal 9 ottobre, con la capolista Torino, ed è in striscia positiva da 12 giornate (con 8 vittorie di fila). E' un testa coda, il Verona secondo e il Modena quartultimo. Gli emiliani in trasferta tengono una marcia di una sola vittoria e quattro sconfitte (cinque i pareggi). Gli scaligeri invece in casa hanno vinto cinque volte e pareggiato tre (due le sconfitte).

Grosseto-Livorno ore 20,45. la partita che chiude questo ventunesimo turno è il derby toscano tra il Grosseto, nono in classifica e a soli due punti dai play off, e il Livorno del nuovo mister Madonna, reduce da cinque sconfitte consecutive e relegato al quartultimo posto. Il Grosseto ha totalizzato in casa 15 dei 28 punti, vincendo quattro volte e perdendo tre, mentre il Livorno ha fatto meglio in trasferta che in casa, 11 punti contro 9, frutto di tre vittorie, due pareggi e cinque sconfitte.

FONTE: SportEconomy.it


Befana di campionato. Samp, vietato sbagliare
Torino e Verona: riprendere la marcia

Ci siamo. Torna il calcio giocato. Dopo tre settimane di stop, il pallone torna a rotolare negli stadi. Si riparte dalla serie B, che domani scende in campo al completo per la 21esima giornata, l’ultima del girone di ritorno.
Il via lo darà proprio la capolista del torneo, il Torino, che alle 12.30 ospiterà all’Olimpico l’Albinoleffe. “Ricominciare meglio di come si è finito”, è il diktat del tecnico granata Giampiero Ventura: dopo una marcia trionfale, i piemontesi hanno chiuso l’anno con due sconfitte e ora intendono riprendere il cammino imperioso che li ha portati ad essere l’autentica dominatrice del campionato
Otto gare affolleranno invece il pomeriggio della Befana. Tra i match con fischio d’inizio alle 15 spicca in particolare Sassuolo-Juve Stabia, con i romagnoli che puntano a rimanere ai vertici della graduatoria e i campagni che sognano la zona playoff. Molto interessante anche Sampdoria-Varese: i blucerchiati, in piena rifondazione, devono sfatare il tabù Marassi se vogliono sperare di rientrare nella corsa per la promozione, mentre i lombardi di Maran non intendono perdere di vista le prime sei posizioni. Si annuncia battaglia. Sulla carta scontati, invece, gli impegni di Padova (in casa del fanalino di coda Ascoli) e Pescara (che farà visita alla Nocerina).
Dopo il successo all’esordio contro il Livorno, a Brescia si punta tutto sul neo-allenatore Calori per risalire la china. Domani al Rigamonti arriva il Crotone: in caso di successo, le Rondinelle scavalcherebbero in classifica proprio i calabresi. Completano il quadro del pomeriggio Cittadella-Empoli, Gubbio-Bari e Vicenza-Reggina.
Alle 18 scenderà poi in campo il Verona dei miracoli di Mandorlini, che ha chiuso l’anno con un filotto di nove vittorie e un pareggio: domani gli scaligeri affrontano il Modena.
Chiuderà poi la giornata, alle 20.45, il derby toscano tra Grosseto e Livorno. Entrambe le squadre hanno appena cambiato allenatore e gli amaranto sono anche in piena fase di cessione della società. Partita delicata.
(Pietro Rigosi)

IL PROGRAMMA DELLA 21ESIMA GIORNATA
ore 12.30
Torino-Albinoleffe

ore 15
Ascoli-Padova

Brescia-Crotone

Cittadella Empoli

Gubbio-Bari

Nocerina-Pescara

Sampdoria-Varese

Sassuolo-Juve Stabia

Vicenza-Reggina

ore 18
Verona-Modena

ore 20.45
Grosseto-Livorno

FONTE: CalcioTime.com


SERIE B 2011-2012: VERONA-MODENA, ASSALTO ALLA CAPOLISTA
Scritto da filadelfo_s in Serie B il 28 dicembre 2011
Dopo 20 giornate della serie b 2011-2012, l’Hellas Verona è sorprendentemente al secondo posto, a quota 38 ed a soli 3 punti dalla capolista Torino. Per la 21-esima giornata, ultima di andata del campionato 2011-2012 di serie b, i ragazzi di Mandorlini avranno la possibilità di ridurre le distanze.

Occorrerà comunque attendere fino a venerdì 6 gennaio del 2012, quando il Verona in casa giocherà, dalle ore 18, contro il Modena; gli scaligeri, tra l’altro, avranno il vantaggio di conoscere il risultato della capolista visto che il Torino giocherà sempre in casa e sempre il 6 gennaio del 2012, ma dalle ore 12,30 contro l’Albinoleffe.

Intanto la preparazione del Verona in vista della ripresa del campionato 2011-2012 di serie b, con l’ultima giornata di andata, è ripresa nella giornata di ieri, martedì 27 dicembre del 2011.

Per oggi e domani, in accordo con quanto riportato dal sito Internet ufficiale, HellasVerona.it, è prevista una doppia seduta di allenamento, alle ore 10 ed alle ore 15. Nessuno sconto neanche a Capodanno visto che il mister Mandorlini ha programmato una seduta pomeridiana di allenamento, dalle ore 15, proprio l’1 gennaio del 2012.

A coronamento sin qui di una splendida stagione, ricordiamo che l’Hellas Verona è in corsa anche nella TIM Cup; la prossima partita sarà quella di martedì 10 gennaio del 2012, dalle ore 21, a Roma contro la Lazio.

FONTE: CampionatoSerieA.net


"Voglio la salvezza in fretta". Ritorno in maglia gialla
Il centrocampista Signori cerca il riscatto dopo tanta tribuna a Genova. «Siamo una buona squadra»

di Rossano Donnini
Modena, 4 gennaio 2012 - Corsa e geometrie per rilanciare il Modena. È quello che dovrà dare Francesco Signori, tornato in gialloblù dopo una prima parte di stagione con la Sampdoria trascorsa soprattutto in tribuna. A Modena, dove ha lasciato un ricordo molto positivo (35 partite e tre gol in campionato, due partite e una rete in Coppa Italia), il 23enne centrocampista cerca il rilancio per una definitiva affermazione. Generoso in campo, Signori lo è molto meno davanti ai microfoni e ai taccuini: le sue risposte sono sempre sintetiche. Con i media è rimasto lo stesso, speriamo sia così anche in campo.

Contento di essere tornato?
«Molto, sono contentissimo di essere di nuovo qui. So che mi avevano cercato anche altre squadre ma io ho voluto ritornare a Modena».
Si sente in grado di scendere in campo già venerdì a Verona?
«Sì, anche se non ho giocato mi sono sempre allenato bene».
In che ruolo pensa di venire utilizzato?
«Io sono una mezzala. Ho parlato con Cuttone e sono pronto a mettermi a sua disposizione».
Come mai nella Sampdoria non ha trovato spazio?
«C’era molta concorrenza, eravamo in tanti centrocampisti e gli allenatori hanno fatto altre scelte».
Con quale spirito è tornato in gialloblù?
«Con la voglia di fare bene e dare il mio contributo per una salvezza da raggiungere in fretta. C’è ancora tanto tempo per risalire la classifica».
Qualche obiettivo personale?
«No, l’unico obiettivo è quello della salvezza. E per raggiungerlo cercherò di dare il massimo in tutte le partite».
Il Modena ha più o meno gli stessi punti dello scorso anno ma in classifica è messo peggio: c’è da preoccuparsi?
«L’anno scorso a questo punto eravamo messi un po’ meglio e dopo la sosta natalizia abbiamo disputato alcune delle nostre migliori partite. Spero sia così anche quest’anno».
Che Modena ha trovato?
«Diverso da quello della passata stagione, più pesante a centrocampo. L’anno scorso c’erano giocatori molto più agili in questo reparto».
Come si spiega questa classifica deficitaria?
«Non lo so spiegare. Vedo però che è una buona squadra e che la salvezza è a portata di mano».
Chi ha ritrovato con più piacere dei vecchi compagni?
«Capitan Perna e Ciaramitaro che l’anno scorso è stato molto sfortunato. Adesso sta bene e può diventare un elemento fondamentale per noi».
L’ha sorpresa l’esonero di Bergodi?
«Sì, perché la scorsa stagione aveva fatto molto bene in condizioni difficili. Ma nel calcio è così, quando non arrivano i risultati quello che paga per primo è l’allenatore».
È vero che in estate è stato vicino al Sassuolo?
«A me queste voci non sono mai arrivate, non ne so nulla».
A rivelare alcuni dettagli dell’operazione che ha riportato in gialloblù Signori è il direttore sportivo Fausto Pari. «È dal primo settembre che volevo riportarlo qui, perché ha qualità che gli altri giocatori della rosa non hanno. Arriva in prestito con diritto di riscatto e la Sampdoria ha permesso che si allenasse con noi già dal 28 dicembre, ancor prima che si aprisse ufficialmente il mercato. Per poterlo utilizzare a Verona aspettiamo il nulla osta. Per noi è una prima scelta: toccherà a lui mostrare tutte le sue qualità e fare ancora meglio dello scorso anno».
Che quest’anno, anziché l’88 della passata stagione, avrà il numero 69
di Rossano Donnini

FONTE: IlRestoDelCarlino.it


MODENA
Modena, Cuttone: "Giampà assenza importante, ora tocca a Signori. Mercato? Ecco chi ho chiesto"
05.01.2012 00:01 di Luca Iannone
Fonte: spaziocalcio.com
L’inizio del calciomercato non ha di certo sorriso ad una squadra che come obiettivo in cadetteria, ha quello di salvarsi. Certo sta, che vendere un giocatore del calibro di Giampà e lasciarlo andare al suo Catanzaro non può essere accolto con il buon umore. La squadra in questione è il Modena, la formazione emiliana continuerà la seconda parte di campionato senza il suo fantasista. In esclusiva per SpazioCalcio.com abbiamo contattato il tecnico dei canarini Agatino Cuttone.

Parliamo in primis di un’assenza molto importante. Il suo Modena continuerà l’avventura senza il fantasista Giampà, la società le ha già procurato un rinforzo che tornerà sicuramente utile: Signori dalla Sampdoria.
“Giampà e Signori occupano due ruoli diversi. Il primo ricopriva il ruolo di mediano davanti la difesa, era un giocatore che lavorava molto bene sulle traiettorie e sulla schermata difensiva. Il secondo invece è un giocatore dinamico, dotato di aggressività, ottima corsa e soprattutto profondità. Anche se tutto sommato è logico che Giampà è una perdita importante per la squadra”.

Quali rinforzi ha chiesto alla società?
“Se devo conquistare la salvezza mi occorrono allora dei giocatori soprattutto nel reparto offensivo che aiutano a far gol. Alla società ho chiesto elementi in probabile partenza nelle loro rispettive squadre come Bogdani dal Cesena, Ardemagni dall’Atalanta e Granoche dal Novara”.

Per quanto riguarda il prossimo turno di Serie Bwin le attende un Hellas Verona molto carico…
“Se vogliamo parlare dell’Hellas, è una squadra su cui mi sono ricreduto. In C faceva fatica a macinare gioco e risultati anche con un organico superiore alla categoria. Il Verona è una squadra costruita per fare un campionato da protagonista in Serie Bwin, quest’anno mi sto dando ragione sul loro conto. Grazie al tecnico Mandorlini ora è tutto meccanizzato alla perfezione, ha un groppo consolidato allo sviluppo della manovra. Giocheremo contro una squadra difficile, soprattutto se andiamo a guardare i precedenti risultati”.

ALTRE NOTIZIE
Verona, Mandorlini: "Partita difficile, il Modena è in forma"
05.01.2012 10.50 di Gianluca Losco
Testa sulla sfida contro il Modena. Questo il diktat del tecnico del Verona Andrea Mandorlini, che ieri ha incontrato la stampa: "Ci aspetta una sfida difficile ed importante - le dichiarazioni dell'allenatore riportate dal sito ufficiale del club -, entriamo già in clima-partita. Dopo una sosta ci possono essere tante incognite, non vogliamo alibi. Ci siamo allenati bene, siamo pronti. Gli emiliani vivono un momento positivo dovuto alla vittoria sul Torino, hanno recuperato diversi elementi per cui il loro morale è certamente alto. Conosco bene Cuttone, siamo cresciuti insieme dai tempi degli Allievi granata. Nel reparto avanzato vantano grande qualità, ma abbiamo grandi motivazioni. Vivremo un gennaio ricco di impegni nel corso dei quali ci giochiamo tanto. Alla Lazio ci penseremo da sabato mattina, ora dedichiamo le attenzioni solo a chiudere il girone d'andata".

SERIE B
Serie Bwin, il punto sulla 21^ giornata
05.01.2012 12.14 di Luca Esposito
Fonte: Marotta-TuttoNocerina.com
La 21esima giornata di Serie B, che inaugura il nuovo anno, si gioca il giorno della befana e si compone di un anticipo alle 12:30 che vede la sfida tra il Torino e l'Albinoleffe, di un posticipo alle 18:30 tra Verona e Modena ed infine del posticipo che chiude la giornata tra Grosseto e Livorno, alle 20:30. Come di consueto sarà una giornata di Serie B molto avvincente in cui tutte le squadre ce la metteranno tutta per iniziare bene il nuovo anno. Presentiamo una ad una le varie sfide di questa 21esima giornata.

TORINO-ALBINOLEFFE: La squadra che lotta per lasciare la Serie B, il Torino, contro la squadra che lotta per restarci in Serie B, l'Albinoleffe. Sembra essere questa la sintesi di presentazione a questa partita che vedrà di fronte allo stadio Olimpico di Torino, i padroni di casa primi in classifica reduci dalla brutta sconfitta di Modena e l'Albinoleffe di mister Daniele Fortunato reduce dal pareggio a reti inviolate contro il Gubbio e sempre alla ricerca disperata di punti salvezza. Arbitro: Nasca della sezione di Bari

ASCOLI-PADOVA: Se non avesse la penalizzazione ora si troverebbe in una posizione quasi di media classifica l'Ascoli padrone di casa, reduce da belle prestazioni che riceve la visita del Padova che cerca punti in chiave playoff. Vista la squalifica del bomber padovano Cacia, ci penserà Ruopolo a prendersi le responsabilità dell'attacco, sfidando il bomber avversario PapaWaigo. Arbitro: Giacomelli della sezione di Trieste

BRESCIA-CROTONE: Allo stadio Rigamonti il nuovo Brescia di mister Calori comincia a prendere forma ospitando il Crotone di mister Leonardo Menichini. La squadra del presidente Corioni è molto attiva sul mercato, infatti ha già piazzato due bei colpi come l'attaccante Foti della Sampdoria ed il difensore Caldirola dall'Inter. Anche con questi nuovi innesti messi a disposizione del mister Calori, il Brescia cercherà di portare a casa i 3 punti, stesso obiettivo però anche degli ospiti. Arbitro: Di Paolo della sezione di Avezzano

CITTADELLA-EMPOLI: Dopo aver ricevuto per il secondo anno consecutivo il Premio Fiar Play Gaetano Scirea, per il comportamento davvero esemplare dei propri tifosi, il Cittadella vuole regalare a quest'ultimi una grande prestazione e la prima vittoria del nuovo anno. I granata dovranno vedersela però con l'Empoli, indietro di due lunghezze in classifica che si presenterà in Veneto senza l'infortunato Ciccio Tavano, capocannoniere del torneo. Arbitro: Merchiori della sezione di Ferrara

GUBBIO-BARI: Sfida tra due squadre "nuove" di questa Serie B 2011-2012, il Gubbio proveniente dalla Prima Divisione, il Bari proveniente dalla Serie A. Nel Gubbio grande entusiasmo dopo la convocazione del difensore Farina in Nazionale, dopo che Prandelli ha voluto dare al giocatore umbro un riconoscimento per il grande gesto di onestà mostrato rifiutando un presunto giro di combine cui era stato chiamato da un suo ex compagno di squadra. Presentato anche il nuovo acquisto Nkwanko. Gli ospiti invece sperano nella voglia di rivincita del rientrante Kutuzov che ha ammesso di sentirsi un "neoacquisto". Arbitro: Baracani della sezione di Firenze

NOCERINA-PESCARA: Di certo non l'avversaria più facile per iniziare l'anno nel migliore dei modi. Infatti allo stadio "San Francesco" i Rossoneri ricevono la visita del Pescara quarto in classifica, reduce dalla vittoria contro la Sampdoria e voglioso di inaugurare il nuovo anno con i soliti tanti gol e prestazioni spettacolari. La Zemanlandia però si troverà di fronte una Nocerina col dente avvelenato dopo le ultime opache prestazioni, che però nonostante l'infortunio di Maikol Negro potrà contare sull'aiuto dei nuovi acquisti di Gennaio arrivati da poco, Rea e Concetti, oltre ai già acquistati Mingazzini, Giuliatto e Gherardi. Dopo il recente sfogo di mister Auteri in conferenza stampa, i Rossoneri non vogliono più deludere il loro tecnico. Arbitro: Pinzani della sezione di Empoli

SAMPDORIA-VARESE: Allo stadio "Marassi" di Genova, la Samp di mister Iachini reduce dalla sconfitta contro il Pescara punta a cominciare ad essere davvero protagonista di questo campionato, magari con l'entusiasmo del nuovo anno. La squadra ligure che sarà anche, di sicuro la protagonista di questa finestra di mercato. Avversario della Samp è il Varese settimo in classifica che nell'ultima giornata ha fermato il Verona di Mandorlini. Arbitro: Candussio della sezione di Cervignano

SASSUOLO-JUVE STABIA: L'altra squadra campana, la Juve Stabia, va di scena a Sassuolo, per un incontro che sa di playoff. Infatti le Vespe di Castellammare vedono la zona playoff lontana di sole due lunghezze. Davvero una grande sorpresa la squadra allenata da mister Braglia, che sta davvero andando al di la di ogni aspettativa. L'avversaria di questa giornata sarà il Sassuolo che si trova in piena zona playoff e potrà contare sul nuovo acquisto Missiroli, proveniente dalla Reggina. Arbitro: Mariani della sezione di Aprilia

VICENZA-REGGINA: Reduce entrambe da un pareggio rispettivamente per 2-2 ed 1-1, allo stadio "Romeo Menti" si sfidano Vicenza e Reggina, distanziate di 5 punti, 30 per quanto riguarda la squadra calabrese e 25 per quanto riguarda la squadra veneta. La Reggina sbarca a Vicenza senza uno dei suoi gioielli, Simone Missiroli, partito in questa finestra di mercato, destinazione Sassuolo. Arbitro: Irrati della sezione di Pistoia

HELLAS VERONA-MODENA: Nel posticipo delle 18:30 allo stadio "Bentegodi" si affrontano Verona e Modena. Da un lato la vera sorpresa di questo campionato, che partita con l'obiettivo salvezza, ora si ritrova a lottare per un posto valevole per la Serie A. Dall'altro lato il Modena, dopo aver sconfitto la capolista Torino nell'ultima giornata del 2011, vuol fare lo stesso con il Verona di Mandorlini, e chissà se riuscirà nell'impresa. Arbitro: Gallione della sezione di Alessandria

GROSSETO-LIVORNO: A chiudere questa giornata, c'è il posticipo delle 20:45 che si disputerà tra Grosseto e Livorno. Derby toscano che si preannuncia avvincente e spettacolare con le due squadre che faranno di tutto per regalare ai propri tifosi la gioia della vittoria nel derby. Spinto da più motivazione sarà il Livorno che si trova in una pericolosa posizione in classifica, fermo a 20 punti a sole due lunghezze dalla zona retrocessione. Il Grosseto invece, trovandosi a metà classifica, può affrontare la gara con un'aria più tranquilla. Arbitro: Tommasi della sezione di Bassano del Grappa

SERIE B
Verona, spunta l'ipotesi Tiribocchi
04.01.2012 15.06 di Matteo Bursi
Simone Tiribocchi (33), potrebbe essere lui il nome a sorpresa per l'attacco del Verona di Andrea Mandorlini. Il Tir, che conosce bene la città scaligera avendo giocato nel Chievo, è ai margini dell'Atalanta e con tutta probabilità lascerà la Dea. Secondo L'Arena, potrebbe essere una pista percorribile.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


HELLAS VERONA
Hellas Verona, Mandorlini: " Voglio la A"
04.01.2012 15:00 di Federico Errante
Fonte: TMW
Ai microfoni di Sky Sport24, il tecnico dell'Hellas Verona Andrea Mandorlini ha parlato del primo straordinario scorcio di stagione della squadra scaligera: "Siamo contenti di quello che abbiamo fatto finora, ma il campionato è ancora molto lungo. Non ci aspettavamo di andare così bene, ma non siamo sorpresi più di tanto. Credevamo in questo gruppo".
Il tecnico romagnolo ha poi parlato del suo futuro: "In questo momento penso solo al Verona, ho firmato per altri tre anni e voglio raggiungere la Serie A su questa panchina".

HELLAS VERONA
Hellas Verona, Tiribocchi nel mirino. Non è poi così difficile...
04.01.2012 15:30 di Marco Fornaro
Nomi a sopresa dell'ultim'ora, proprio come il Verona, che riesce sempre a tirar fuori l'asso dalla manica. Secondo quanto rivelato dal portale 'larena.it', la nuova ipotesi percorribile per l'attacco riguarderebbe Simone Tiribocchi, centravanti che con l'Atalanta sta trovando pochissimo spazio. Si tratterebbe di un colpo formidabile per gli scaligeri, che vogliono credere sempre più nel sogno Serie A.

CALCIOMERCATO
Modena, Casari: "Tre rinforzi ma..."
04.01.2012 21:27 di Federico Errante
Fonte: www.tuttomodena.com
Roberto Casari, patron di Ghirlandina Sport e quindi maggiore azionista del Modena, interviene sui temi del mercato e della ripresa del campionato cadetto dopo la sosta natalizia.

Presidente, il Modena è pronto per giocare una seconda parte di torneo da protagonista?
“Sono stato al campo, ho visto gente motivata, volti di ragazzi che sanno bene di dover disputare sei mesi alla grande per raggiungere la salvezza e, magari con qualche innesto, qualcosa di più”.
Quanti punti deve fare il Modena per restare in serie B?
“Io amo le statistiche e ho buona memoria. Cito un ricorso storico, anche se recente: nel corso della nostra prima esperienza con Apolloni in panchina, all’andata facemmo 31 punti; lo scorso anno con Bergodi, nel ritorno ne conseguimmo altrettanti. Ecco, conquistare 31 punti da qui a fine maggio e cioè chiudere a 51 ci potrebbe portare la salvezza, ma mi auguro di superare questa soglia”.
Con qualche innesto, si potrebbe. A che punto siamo?
“Agatino Cuttone si aspetta tre rinforzi, uno per reparto. Stiamo lavorando per accontentarlo. Ma non sarà fatto in tempi brevissimi: a meno di occasioni particolari che si potranno presentare nei prossimi giorni, credo che il Modena metterà a segno i colpi del mercato verso la fine di gennaio: d’altronde – punge Casari – siete stati voi giornalisti ad accusarci in tutti questi mesi di avere avuto troppa fretta in estate nel mettere insieme la rosa. Quindi, aspettiamo”.
I nomi che si stanno facendo sui giornali ed in tv corrispondono alla realtà?
“I giocatori sono quelli, al netto di qualche sorpresa che ci può sempre essere. Dei soldi da mettere sul piatto non ne abbiamo tanti, nella vita c’è chi può e chi non può, ma cercheremo di fare di tutto per rafforzare questa squadra. La quale, potrebbe trovare rinforzi già al proprio interno”.
In che senso?
“Cuttone vuole recuperare gente importante come Petre, che finora non ha fatto bene, oppure Dalla Bona che non si è inserito. Inoltre, è arrivato Signori che non è un figliol prodigo perché era stata la Sampdoria e non certo lui a scegliere di non restare qui. Sapete, Signori è stato l’unico giocatore richiesto esplicitamente da mister Bergodi. Ma come sapete non c’erano le condizioni”.
Che Modena vedremo a Verona?
“La squadra ha lavorato parecchio in questi giorni, qualche recupero c’è stato, le ultime prestazioni hanno portato entusiasmo. Io credo che faremo bene, sono ottimista”.

LE INTERVISTE
Sampdoria, Sensibile: "Piovaccari non si è inserito bene. Ecco chi c'è su di lui"
04.01.2012 10:14 di Dennis Magrì
Pasquale Sensibile esce allo scoperto e parla di Federico Piovaccari, attaccante della Sampdoria che però a detto del direttore sportivo blucerchiato, non è riuscito ad ambientarsi nel migliore dei modi: “Non si è inserito bene qua da noi ma nel caso in cui decidessimo di cederlo dovrà avere un determinato prezzo e ci aspettiamo una contropartita economica. Oltre la Reggina su di lui ci sono anche Lecce, Verona, Parma, Siena, Novara e Padova”.

Torino, Antenucci blocca il mercato. Ma...
04.01.2012 11:30 di Dennis Magrì
Secondo quanto rivelato da ‘La Stampa’, Mirko Antenucci verrà riscattato dal Torino ed è pronto a giocarsi le proprie carte come esterno, bloccando così il mercato in entrata, dove la dirigenza granata da giorni è alla ricerca di un esterno. Non si esclude, però, un possibile approdo di un esterno offensivo, nonostante la presenza dell'ex Catania: i nomi che circolano sono quelli di Reginaldo del Siena, Gomez dell'Hellas Verona e Gimenez del Bologna.

MODENA
Modena, Signori: "Qui per conquistare la salvezza"
03.01.2012 17:25 di Federico Errante
Fonte: Gaia Ferri - Modena Today
E' stato presentato oggi Francesco Signori, nel giorno in cui è stato reso ufficiale il suo ritorno a Modena con la formula del prestito dalla Sampdoria. Il giovane centrocampista era vicino al ritorno già in estate, ma la società blucerchiata lo aveva trattenuto per poi tenerlo parcheggiato, senza dare al ragazzo la possibilità di giocare nemmeno un minuto: "Eravamo in tanti - spiega Signori - e l'allenatore ha deciso di non farmi giocare". Timido e di poche parole, il centrocampista confessa di aver accettato subito e senza pensarci due volte l'offerta del Modena: "Mi ero trovato benissimo l'anno scorso e la società mi da fiducia; spero di ripagarla". Anche Pari conferma di essere sempre rimasto in contatto con il procuratore e la società di Genova, al fine di arrivare ad un accordo: "Lo abbiamo rincorso fin dal primo di settembre - spiega il Direttore Sportivo - e lui ha sempre espresso la volontà di tornare a Modena, prima di guardare altre proposte".

Ha scelto il numero 69 e si sta allenando con i compagni già dal 28 dicembre scorso; nonostante non sia molto tempo, Signori si sente già pronto per entrare in campo a Verona venerdì contro l'Hellas, ma lascia al Mister la decisione finale. "Sono tornato per fare bene - dice il centrocampista -. Ora siamo in una brutta situazione ma è presto per parlare, sarà la fine del campionato a dire cosa abbiamo fatto". Il ragazzo, conscio delle difficoltà, non perde d'occhio l'obiettivo: "Ho trovato una buona squadra, un bel Modena e la salvezza a portata di mano. La struttura è rimasta la stessa dello scorso anno e ci sono giocatori di esperienza. Non mi aspettavo l'esonero di Bergodi sinceramente, ma credo nella salvezza che è il primo obiettivo".

FONTE: TuttoB.com


domenica, gennaio 1st, 2012 | Posted by Matteop
Verona-Modena, ESCLUSIVO/ Antonio Di Gennaro: “Mandorlini fa la differenza, ma la pausa giova di più a Cuttone”
Cosa cambia dopo la sosta? Su chi avranno giovato questi 15 giorni di pausa? Lo scopriremo solo il sei gennaio quando in campo scenderanno tutte le squadre del campionato di SerieBwin. A cinque giorni dalla ri-partenza del campionato cadetto e con l’avvento del nuovo anno abbiamo deciso di analizzare a livello tattico le partite di questa ultima giornata del girone d’andata.
Abbiamo contattato, in ESCLUSIVA per SerieBnews.com, Antonio Di Gennaro che ci ha parlato di Verona-Modena.

Cosa cambia dopo la sosta?
“La sosta di solito rivela una doppia faccia. Per alcune squadre è importante al fine di recuperare infortunati e condizione, per altri invece spezza il ritmo in un momento topico”.
Come è arrivata la pausa per Verona e Modena?
“Il Verona andava alla grande e di sicuro lo stop non aiuta, ma ho visto una squadra matura e concentrata. Il Modena invece non poteva pretendere uno stop in un momento migliore, dopo l’insperata vittoria contro il Torino”.
Sul mercato a gennaio cosa possono fare queste squadre?
“L’organico del Verona mi sembra all’altezza e non credo ci sia bisogno di tornare sul mercato. Recupereranno anche Galli, che penso sia un giocatore molto interessante. Il Modena invece potrebbe potenziarsi, soprattutto davanti, per puntare a una salvezza tranquilla”.
Un pronostico si può azzardare?
“Il Verona arriva da favorito, anche se la Serie B è sempre imprevedibile. Vive sulle ali dell’entusiasmo e gioca anche in casa. Vorrà prolungare la sua striscia di risultati positivi e l’esperienza di Mandorlini potrebbe fare la differenza”.
Matteo Fantozzi

FONTE: SerieBNews.com


«Meritiamo di stare non costa nulla» così in alto. E sognare
VICTOR HUGO MARECO
06/01/2012
Il Natale è proprio alle spalle, la festa è finita ed è giunto il momento di reinfilarsi la corazza. Il 2012 si apre nel segno di Verona-Modena e il gladiatore Mareco ha l'aria di uno che non intende fare prigionieri. Troppo pesanti i tre punti, troppo bella la seconda posizione. E gradevole l'aria che si respira a soli tre punti dalla vetta.
Tanto che la professione di fede nell'Hellas oscura persino la scaramanzia.
Parlare di obiettivi con la O maiuscola (o è la A quella maiuscola?) non disturba più di tanto. Anche se il percorso adottato da Mareco resta quello suggerito da mister Andrea Mandorlini: niente disegni a lungo termine.
Meglio vivere bene il presente, partita per partita, evitando di smarrirsi.
E cominciando col mettere sotto gli emiliani di Agatino Cuttone: «Credo che il mese di gennaio per noi sarà un mese molto importante con tante partite importanti», spiega il difensore paraguaiano. «Noi dobbiamo continuare sulla nostra strada perché vediamo che ci sta portando tanti risultati. Dobbiamo continuare a lavorare tutta la settimana, giorno dopo giorno, per presentarci bene e vincere le partite una alla volta, una dopo l'altra».
Si guardi indietro: quattro mesi fa, al suo arrivo a Verona, si sarebbe aspettato di vedere la squadra così in alto?
«Io sapevo che c'era una bella squadra che l'anno scorso aveva vinto il campionato. E un campionato difficile. Sono arrivato che l'Hellas stava facendo ancora bene e non è che da quando sono qui la squadra sia cambiata molto. Con me sono arrivati solo Lepiller e Sasa».

Quindi è tutto normale?
«Credo che sia giusto così. E noi dobbiamo insistere. Rimanere lassù sarebbe davvero molto importante».
Come si superano i problemi legati alla ripresa dopo una sosta così lunga?
«Basta vincere col Modena. Se ce la faremo vorrà dire che siamo stati sempre collegati nonostante il Natale».
Tra infortuni e squalifiche Mandorlini ha sempre meno certezze in difesa. Una è sicuramente Mareco.
«Ma io non conto più degli altri. Abbiamo dimostrato che chiunque gioca è pronto e fa bene. Tutti sono pronti a fare una grande partita quando Mandorlini chiama. Cosa molto importante per il gruppo. E per la classifica. Bisogna sempre star bene per farci trovare in condizione quando tocca a noi».
Gennaio difficile si è detto. Dal calcio al mercato: vi aspettate qualche rinforzo?
«Io penso che così com'è al Verona non manchi niente. Il gruppo è forte. Chiaro che se dovesse arrivare qualcuno per darci una mano ulteriore sarà ricevuto bene».
L'importante è che l'apporto sia di qualità...
«Se deve succedere arrivi chi deve arrivare. L'importante è che sappia darci una mano per raggiungere obiettivi importanti».
E il mercato in uscita? Non temete che qualche pezzo da novanta lasci l'Hellas?
«Speriamo proprio che non succeda. Questo è un gruppo splendido e che lavora tanto. E i risultati si vedono».
Pochi magari lo dicono, anche tra i tifosi, ma avete creato un entusiasmo contagioso e certi sogni non sembrano più tanto proibiti. È proprio peccato parlare di Serie A?
«Noi lavoriamo per restare il più in alto possibile. Siamo secondi il che vuol dire che stiamo facendo le cose per bene. Vediamo cosa succede partita per partita e poi quando saremo alla fine tireremo le somme. La A? Io penso che tutti quelli che giocano in B pensino alla A. Poi qualcuno va più forte, altri restano indietro. Io dico: perché no?».
È il sogno del 2012?
«È il sogno del 2012. E speriamo che si avveri. Attenzione però, il campionato di Serie B è lungo, è strano e manca ancora tanto, tantissimo alla fine. Stiamo concentrati: può succedere di tutto».

Tra i pali c'è Guardalben E chi lo prepara? Ferron
QUI MODENA. Vecchie conoscenze nella squadra allenata da Cuttone

06/01/2012
MODENA
Storie di portieri. Uno c'è, l'altro non c'è. Uno non si vede. A modo loro, tutti e tre legati al Verona. Oggi a difendere la porta del Modena ci sarà il veronese Matteo Guardalben. Per lui una partita speciale. Una sorta di derby del cuore. Matteo, classe '74, ha vestito per due stagioni la maglia dell'Hellas: campionato di B '95-'96 e il successivo torneo di serie A, nel quale ha totalizzato 27 presenze. Una vita fa. Poi Guardalben ha girato per le vie del calcio. Tanta Emilia tra Parma e Piacenza. Poi Palermo, Vicenza, Treviso ed un passaggio alla Samp, prima di finire al Modena. Una bella carriera, da riguardare oggi con l'orgoglio di chi da Verona è partito e ogni volta rivederla è un tutto al cuore.
Oggi Guardalben sostituirà tra i pali Nicholas Caglioni, quello che non c'è perché squalificato. L'ex portiere della Salernitana è stato sospeso per due turni per avere indossato una t-shirt con sopra scritto 'Odio Verona' e averla esibita nella 'Curva Sud' della Salernitana il giorno dello spareggio promozione giocato contro l'Hellas allo stadio Arechi.
Al Bentegodi, invece, ci sarà Fabrizio Ferron. Ricordate? L'ultimo portiere dell'Hellas in A oggi fa il preparatore al Modena. La sua ultima partita giocata in gialloblù è stata quella della 'fatal Piacenza', l'anno della maledetta retrocessione, la «mamma » di tutte le disgrazie dell'Hellas. Lì arrivo l'addio. Acqua passata. Ferron torna in uno stadio che lo ha visto titolare per due stagioni. Dopo l'Hellas vestì ancora le maglie di Como e Bologna prima di chiudere la sua carriera. S.A.

Toro, ecco l'Albinoleffe Gubbio, applausi a Farina
06/01/2012
Fari puntati sulla capolista Torino, inseguita da agguerrite concorrenti al vertice. I granata di Ventura danno il via alla prima giornata del nuovo anno con l'anticipo alle ore 12.30, in programma allo stadio Olimpico contro l'Albinoleffe.
Toro che fino ad ora ha messo in cassaforte dodici vittorie e cinque pareggi con difesa meno perforata della categoria (13 i gol subiti). I seriani viaggiano invece a corrente alternata e proveranno a portar via un risultato positivo dalla trasferta torinese. L'analisi delle gare si concentra sulle partite in programma alle ore 15: ricco il quadro con in palio punti preziosi su entrambi i fronti. Al «Del Duca» di Ascoli Piceno i marchigiani cercano la vittoria che consentirebbe di iniziare nel migliore dei modi il 2012 provando a dimenticare le amarezze dello scorso anno (-7 i punti di penalizzazione inflitti ai bianconeri). Ascoli che occupa l'ultima posizione in classifica (15 punti) e che riceve la visita del Padova.

I veneti hanno ben altre ambizioni: l'organico messo a disposizione di Dal Canto è di ottima qualità, in grado di tentare il salto nella massima categoria.
Il Brescia, in attesa di conoscere altri rinforzi che il club lombardo vorrà attuare, torna a giocare al «Rigamonti». Le «rondinelle» ospitano il Crotone con i calabresi che nelle ultime giornate del 2011 hanno confermato il ruolo di mina vagante del torneo.
Allo stadio «Tombolato», il Cittadella si prepara ad accogliere l'Empoli in affanno. I toscani stanno scivolando in classifica e cercheranno il colpaccio esterno. Non è migliore la situazione dei veneti che vogliono uscire in fretta dalla zona pericolosa. Trasferta insidiosa per il Bari di Torrente che vola a Gubbio, sul campo della matricola umbra. È arrivato ieri il nuovo acquisto Nwankwo, subito a disposizione dell'esperto allenatore Gigi Simoni. Farina, protagonista nelle scorse settimane di un gesto positivo in relazione allo scandalo scommesse, torna titolare. E c'è da credere che il pubblico gli tributerà un caloroso abbraccio.

I pugliesi devono fare a meno di numerose pedine (Bogliacino, Kopunek e Sini) e si affidano al tridente d'attacco formato da Defendi, Caputo e Stoian.
Grande attesa a Nocera per l'arrivo del coriaceo Pescara di Zdenek Zeman. Gli abruzzesi volano in alto e hanno un ruolino di marcia brillante anche lontano dallo stadio Adriatico. Fari puntati sul ritorno al «Ferraris» della Sampdoria di Beppe Iachini, a caccia di una vittoria importante per risalire in fretta posizioni. I blucerchiati ospitano il Varese con il chiaro intento di portare via l'intera posta in palio. Iachini schiera il debuttante Juan Antonio, prelevato dal Brescia.

Il Sassuolo punta decisamente al vertice della classifica: il tecnico Pea lavora bene e ha le carte in regole per condurre il gruppo verso il prestigioso traguardo. Il calendario riserva a Pomini e compagni il turno casalingo contro l'imprevedibile Juve Stabia. Le «vespe» campane vogliono avere un rendimento positivo anche in trasferta. Punti importanti in palio anche al «Menti»: il Vicenza si prepara a ricevere la visita della Reggina in uno dei match più attesi della giornata.
Infine, il secondo posticipo (ore 20.45). Il Grosseto riceve il Livorno nell'atteso derby toscano. Pronostico indecifrabile e curiosità intorno al lavoro del tecnico Madonna alla guida del club labronico. Dionisi agirà come unica punta, supportato da Schiattarella, Siligardi e Dionisi. Viviani si affida al tandem Lupoli-Sforzini. Caridi è pronto al rientro e agirà alle spalle degli attaccanti.

Il Torino cerca Gomez ma l'Hellas non lo molla
LE «SIRENE» GRANATA. Le squadre rivali cercano di ostacolare la corsa di Ceccarelli e compagni. Ma patron Martinelli è stato chiaro: nessuna cessione importante. Ventura ha chiesto l'argentino, in cambio potrebbe offrire Ebagua. Cresce l'interesse per Tiribocchi ma anche Jeda è una «pista calda»

04/01/2012
Avversaria in campionato. Possibile partner di mercato. Strana storia quella che potrebbe mettere insieme Torino e Verona. Le prime due della classe in serie B si trovano separate solo da tre punti in classifica. In testa un solo obiettivo: fare ancora meglio. Passando magari dal mercato. Qualche ritocco e via. E a Torino pare stiano pensando addirittura a Juanito Gomez come possibile rinforzo per l'attacco granata. La notizia è freschissima. Il giocatore piace a Ventura per la sua capacità di saltare l'uomo e di dispensare assist. Sul piatto della bilancia la società granata potrebbe mettere Ebagua, altro attaccante visionato in passato proprio dall'Hellas. Operazione possibile? Il mercato, di solito, impone di non escludere mai nulla. Una buona dose di realismo fa pensare, invece, che il club di Martinelli non si priverà di certo di uno dei suoi 'gioielli' più pregiati. Via Gomez? Macchè. Il presidente, poi, è stato chiaro. "Nessuna cessione importante". E il Torino, probabilmente, sarà costretto a guardare altrove.

SPUNTA JEDA. E qui allora si torna ad essere rivali. Dentro e fuori dal campo. Già, perché anche il Toro si è messo sulle tracce dell'attaccante del Novara Jeda. Giocatore che piace al Verona, e che sembra avere già dato il suo gradimento a vestire la maglia gialloblù. Jeda è assistito dal procuratore veronese D'Amico e potrebbe accettare di scendere di categoria solo per mettersi in discussione in una piazza importante e passionale. Verona è il posto ideale. E nei prossimi giorni non è da escludere che tra Novara e Verona s'inizi a parlare in concreto della possibilità di far arrivare quanto prima all'Hellas l'attaccante brasiliano. Su di lui ci sarebbe pure il Padova

ATTENZIONE AL TIR. Jeda, però, non è l'unico nome di spicco della possibile campagna di rafforzamento del Verona. Da qualche tempo si parla pure di Simone Tiribocchi. L'attaccante romano, oggi all'Atalanta, verrebbe di corsa all'Hellas. Conosce la città. Ma soprattutto sa bene il clima di entusiasmo che il popolo gialloblù sa creare. Il 'Tir' potrebbe diventare nel giro di poco una sorta di idolo del Bentegodi. Il torneo di B potrebbe esaltare ancora il suo atletismo e le buone doti da opportunista. Verona sarebbe l'opportunità. Certo, c'è da capire se Tiribocchi può essere giocatore gradito sul piano tecnico a Mandorlini. L'operazione Tir potrebbe, tuttavia, rendere ancora più potente il reparto offensivo del Verona.

NATALINO ALLO SPEZIA? Merita un capitolo a parte l'affare Natalino. Un errore burocratico non ha permesso al difensore di scendere in campo in campionato con la maglia dell'Hellas. Natalino era stato erroneamente inserito nella lista degli under 21, quando, però, non si poteva fare visto che il giocatore era arrivato a Verona con la formula del prestito secco. Essendo il suo cartellino a metà tra Genoa e Inter non poteva, infatti, essere messo a contratto con la formula del 'diritto di riscatto'. Formula fondamentale per entrare nella lista dei giovani. Dunque, se la comproprietà si risolve a favore di una delle due squadre, anche l'inghippo potrà essere superato. Ma l'impressione è che Inter e Genoa difficilmente arriveranno ad un accordo. Il Verona, per venirne a capo. potrebbe allora inserire nella lista dei professionisti Natalino. Ma oggi l'elenco è 'full'. Bisognerebbe, quindi, escludere qualcuno per fare spazio al difensore. Ma magari i tempi potrebbero essere lunghi. E l'Inter sembra intenzionata a girare il ragazzo allo Spezia.

LE ALTRE PISTE. Torniamo ai possibili movimenti in entrata. Per l'attacco è stato fatto anche il nome di Marrone della Juve. Piace, pare, a Mandorlini. Ma Conte non vuole lasciarlo partire. Un'altra pista porta a Piovaccari della Sampdoria. Ma anche qui pare che la di là dei 'rumors' di inizio mercato non ci sia stato proprio nulla. Di sicuro la società di via Torricelli cercherà di piazzare Campisi e Campagna, che fino ad oggi non hanno trovato spazio nel progetto di Mandorlini. Bertolucci è già andato. Prestito al Taranto, per lui magari un'occasione per provare a mettersi in mostra.

Il Pala Olimpia abbraccia i campioni di Verona
L'APPUNTAMENTO. Atleti, allenatori, ex giocatori, tifosi e amministratori si sono cimentati in una sfida amichevole di basket che ha divertito il pubblico
Osvaldo Bagnoli in panchina, Mandorlini a canestro Meoni regala uno show travestito da Babbo Natale Grandi applausi anche per Di Donna e DiGiuliomaria

04/01/2012
Gli applausi più grossi se li sono presi loro due, strana coppia che unisce la Verona gialloblù. Nel cuore dei tifosi Osvaldo Bagnoli ha sempre un posto speciale ma Andrea Mandorlini ha subito scaldato l'animo dei tanti che hanno riempito il Palaolimpia nella Festa Gialloblù organizzata dall'associazione Ex Calciatori Hellas Verona: un evento ricco di divertimento, una strana partita a basket tra i migliori rappresentanti dello sport scaligero e non solo.

In campo tanti volti noti, a partire dal sindaco Flavio Tosi capitano di una delle quattro squadre, l'assessore allo sport Federico Sboarina di un'altra, come anche il pallavolista Marco Meoni che ha dato spettacolo travestito da Babbo Natale e mister Andrea Mandorlini, per una volta messo sotto esame dagli occhi attenti e divertiti oltre che del pubblico anche dei suoi ragazzi della prima squadra del Verona presenti nell'occasione sulle gradinate del palazzetto. Parecchie risate, sorrisi a non finire e magari anche qualche giocata cestistica interessante offerta dai protagonisti con le canotte verdi, rosse, nere e azzurre delle quattro formazioni allestite per la serata. L´evento, patrocinato dal comune di Verona ha visto la presenza oltre che dell' Hellas Verona, di Marmi Lanza, Scaligera Basket, Verona Calcio Femminile, Hockey Villafranca, Cus Verona Rugby, Verona Calcio a Cinque e Giambenini handbike, senza dimenticare la presenza sul parquet anche delle vecchie glorie gialloblù come Nico Penzo, Pierino Fanna, Gigi Sacchetti e Domenico Volpati. In campo anche due giocatori del passato che hanno fatto la storia del basket scaligero come Roberto Dalla Vecchia e Alessandro Frosini. Nell'intervallo spazio alle spettacolari evoluzioni di Alberto Limatore, campione internazionale di bike trial che ha divertito il pubblico scalando con la sua bici le scale del palazzetto oppure saltando la presentatrice della serata Susanna Barcotto. Nel primo match netta vittoria della squadra nera contro quella verde: da una parte oltre a Meoni anche Montresor (hockey), Pini (calcio femminile), Lorenzetto (rugby), Mariani e Frosini (basket), Anzolin (calcio a cinque) e Sacchetti, dall'altra oltre al capitano Tosi anche Bianchi (hockey), Pizzardo (rugby), West (basket), Patriarca (pallavolo), Brumatti (calcio a 5) e Fanna. Nella seconda sfida vittoria per la formazione in canotta azzurra con protagonisti oltre a Sboarina anche Scarone (hokey), Cantoro (calcio femminile), Lindaver e Testoni (rugby), Kromm (pallavolo), Colli (basket), Resner (calcio a 5) e Volpati, opposti ai rossi di Mandorlini, Zemmiani (hockey), Gava (calcio femminile), Del Bubba (rugby), Digiuliomaria e Bordato (basket), Calderan e De Cecco (pallavolo), Tres (calcio a 5), Penzo e Dalla Vecchia. Nella finale poi vittoria per la squadra azzurra.

Anche se il risultato del campo contava poco davvero: tutto il ricavato della serata infatti - un assegno di 8500 euro - verrà devoluto in beneficenza alle associazioni «Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti Onlus sezione di Verona» e «Voci e volti Onlus» ma anche ad altre associazioni veronesi. Perché ancora una volta tutto lo sport veronese ha saputo regalare divertimento, sorrisi, emozioni e tanta solidarietà.
Luca Mazzara

FONTE: LArena.it


Hellas Verona-Modena: 19 convocati
05/01/2012 - 17:40
Due portieri, cinque difensori, sette centrocampisti e cinque attaccanti per la 21a di campionato. Infortunato Nicolas, Mandorlini inserisce nella lista Hu ('94)
SANDRA' - L'allenatore dell'Hellas Verona Andrea Mandorlini ha convocato 19 giocatori per la 21a giornata di Serie bwin, in programma domani alle 18 al "Bentegodi". Infortunio nel corso della rifinitura per Nicolas Andrade, che ha riscontrato un trauma distorsivo al ginocchio destro. In panchina contro il Modena andrà l'estremo difensore classe '94 Hu, che ha scelto il numero 43.

Portieri: 43 Hu, 1 Rafael;
Difensori: 23 Cangi, 5 Ceccarelli, 17 Mareco, 33 Pugliese, 25 Scaglia;
Centrocampisti: 14 D'Alessandro, 4 Esposito, 16 Galli, 10 Hallfredsson, 19 Jorginho, 8 Russo, 77 Tachtsidis;
Attaccanti: 32 Bjelanovic, 9 Ferrari, 21 Gomez Taleb, 6 Lepiller, 11 Pichlmann.
Ufficio Stampa

Sandrà: verso il Modena, penultima seduta
04/01/2012 - 17:10
Mercoledì pomeriggio allenamento caratterizzato da riscaldamento, torelli, esercitazioni tecnico-tattiche e partitella. Differenziato per Maietta
SANDRA' - Penultimo allenamento per la squadra gialloblù in vista della gara col Modena, che chiuderà il girone d'andata.

Mercoledì pomeriggio a Sandrà seduta a porte chiuse caratterizzata da riscaldamento, torelli, esercitazioni tecnico-tattiche e partitella. Differenziato per Domenico Maietta.
Ufficio Stampa

Mareco: "Le somme le tireremo alla fine"
04/01/2012 - 15:47
"Nessuno si nasconde, pensiamo partita per partita. Stiamo raccogliendo i frutti del lavoro di una squadra che nella scorsa stagione ha centrato un risultato ambizioso"
SANDRA' - "Abbiamo messo alle spalle la settimana di riposo, ora pensiamo già al match col Modena. Vincere venerdì sarebbe molto importante, stiamo raccogliendo i frutti del lavoro di una squadra che già nella passata stagione ha centrato un risultato ambizioso. Cerchiamo di continuare su questa strada". E' già proiettato in ottica campionato Victor Hugo Mareco, intervenuto nello spazio interviste di mercoledì.

Il paraguaiano tiene alta la soglia di concentrazione: "Nessuno si nasconde dagli obiettivi, pensiamo partita per partita, le somme le tireremo alla fine. Le mie aspettative su Verona sono state confermate, come il calcio viene vissuto dalla gente è una cosa eccezionale".

Col passare del tempo l'Hellas ha fatto notevoli progressi, soprattutto subendo poche reti: "Quando una squadra difende in maniera ordinata i presupposti sono positivi, nella maggior parte delle partite siamo andati in gol, credo sia un segno di compattezza. Sistemare il reparto arretrato era un fattore di rilievo".

Scelte quasi obbligate per mister Mandorlini, in virtù della squalifica di Maietta e della probabile assenza di Abbate: "Comunque siamo tutti sempre in discussione. Non ci sono titolari, il bello è anche questo. Significa che ci facciamo sempre trovar pronti quando chiamati in causa".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Pensiamo solo al Modena"
04/01/2012 - 15:57
"Gli emiliani vivono un momento positivo dovuto alla vittoria sul Torino, hanno recuperato diversi elementi per cui il loro morale è certamente alto"
SANDRA' - "Ci aspetta una sfida difficile ed importante, entriamo già in clima-partita. Dopo una sosta ci possono essere tante incognite, non vogliamo alibi. Ci siamo allenati bene, siamo pronti". Analisi concreta quella di Andrea Mandorlini a due giorni dalle 21a di Serie bwin, in programma al "Bentegodi".

Martedì il tecnico ha partecipato alla Festa Gialloblù organizzata al PalaOlimpia: "E' stata una bella serata, caratterizzata dal grande entusiasmo vissuto attualmente da Verona. Siamo tutti felici".

Il Modena arriverà in terra scaligera con determinazione: "Gli emiliani vivono un momento positivo dovuto alla vittoria sul Torino, hanno recuperato diversi elementi per cui il loro morale è certamente alto. Conosco bene Cuttone, siamo cresciuti insieme dai tempi degli Allievi granata. Nel reparto avanzato vantano grande qualità, ma abbiamo grandi motivazioni. Vivremo un gennaio ricco di impegni nel corso dei quali ci giochiamo tanto. Alla Lazio ci penseremo da sabato mattina, ora dedichiamo le attenzioni solo a chiudere il girone d'andata".
Ufficio Stampa

Hellas Verona-Modena, 35 precedenti al "Bentegodi"
27/12/2011 - 11:06
L'ultimo precedente terminò 1-1, con Babù a rispondere al vantaggio ospite di Pinardi. Poco meno di otto anni fa il successo veronese più recente (3-0)
VERONA - Nel primo match del 2012 la formazione scaligera ospiterà al "Bentegodi" il Modena, già incontrato 35 volte tra le mura amiche.

L'ultimo precedente, datato 17 aprile 2007, terminò 1-1, con Babù a rispondere al vantaggio ospite di Pinardi. Poco meno di otto anni fa il successo veronese più recente, per 3-0, mentre gli emiliani non vincono a Verona dal 2 maggio 1993 (0-1).

Il bilancio complessivo per l'Hellas parla di 20 affermazioni, 11 pareggi e 4 ko.

FONTE: HellasVerona.it





[OFFTOPIC]
LIGA SPAGNOLA: Dal 4 Gennaio vietato fumare al 'Camp Nou'! Il REAL vince di rimonta sul MALAGA in 'Copa del Rey' dopo la sfuriata del 'Mou'
NBA: I LAKERS volano con Kobe, i BULLS in difficolta contro gli HAWKS ma alla fine la spuntano...

KOBE BRYANT SUPER, TRASCINA I LAKERS. I BULLS VINCONO IN RIMONTA -VIDEO
Mercoledì 04 Gennaio 2012 - 12:42
LOS ANGELES - I 37 punti di Kobe Bryant trascinano i Los Angeles Lakers (4-3) al successo per 108-99 sugli Houston Rockets. La stella dei gialloviola chiude con 14/29 al tiro, 8 rimbalzi e 6 assist. I Lakers capitalizzano anche l'ottima prestazione di Andrew Bynum (21 punti e 22 rimbalzi), che domina sotto i tabelloni.
Secondo stop consecutivo per gli Oklahoma City Thunder (5-2) battuti in casa per 103-93 dai Portland Trail Blazers (4-1) guidati da LaMarcus Aldridge (30 punti e 8 rimbalzi). Serve una rimonta strepitosa ai Chicago Bulls (5-1) per piegare 76-74 gli Atlanta Hawks. I tori, sotto di 14 punti dopo il terzo periodo, caricano con Derrick Rose (30 punti, 17 nell'ultimo quarto) e centrano il quinto successo stagionale.

I RISULTATI I risultati delle partite della reguar season Nba: Cleveland Cavaliers - Charlotte Bobcats 115 - 101; Chicago Bulls - Atlanta Hawks 76 - 74; Memphis Grizzlies - Sacramento Kings 113 - 96; Oklahoma City Thunder - Portland Trail Blazers 93 - 103; Utah Jazz - Milwaukee Bucks 85 - 73; Los Angeles Lakers - Houston Rockets 108 - 99.

MOURINHO FURIOSO, REAL RIMONTA E VINCE. "AVREI VOLUTO SOSTITUIRE TUTTI" -VIDEO
Mercoledì 04 Gennaio 2012 - 14:45
MADRID - «Alla fine del primo tempo avrei voluto cambiare tutti e 11 i titolari se avessi potuto». Parole di fuoco targate Josè Mourinho che dopo la partita vinta in rimonta da 0-2 a 3-2 contro il Malaga ha scatenato tutta la sua rabbia contro la squadra per il brutto primo tempo fatto vedere al Santiago Bernabeu in Coppa del Re. Il tecnico portoghese ha definito «spazzatura» i primi 45' dei suoi che nella ripresa si sono però riscattati grazie ai cambi e ai gol segnati in dieci minuti da Khedira, Higuain e Benzema. Un Mourinho furioso costretto a stravolgere la squadra dopo la figuraccia andata in scena nella prima parte della gara contro il Malaga. «Avrei voluto fare i primi cambi già prima dell'intervallo - ammette l'ex tecnico dell'Inter - anche se non mi piace farlo. Nello spogliatoio sono stato chiaro e ho chiesto di buttar via tutta la spazzatura del primo tempo. Nel primo tempo c'è stata poca concentrazione - aggiunge Mourinho come riporta 'As' - e sono stati fatti due grossi errori.

Il secondo tempo è stato l'opposto e la squadra ha voluto ripulire il casino fatto nel primo». Come si spiega una reazione del genere nel secondo tempo? «Chiedete ai giocatori - ha aggiunto Mourinho - approfittate della zona mista. Abbiamo cambiato l'atteggiamento per quanto riguarda concentrazione e ritmo. La domanda è perchè non l'abbiamo fatto prima. Quando giochiamo in casa è importante vincere e farlo senza concedere niente» Nella ripresa Mourinho ha fatto entrare Khedira, Oezil e Benzema al posto, rispettivamente, di Callejon, Arbeloa e Kakà. Ce l'ha con alcuni giocatori in particolare? «No. Ho detto che è stato un peccato non poter fare undici sostituzioni I tre che sono stati sostituiti non sono stati peggio degli altri». A cosa è dovuta la mancanza di concentrazione? «Il Malaga ha fatto la sua partita e ha i suoi meriti. Forse ho sbagliato il programma nella pausa natalizia. C'è chi è andato in vacanza per riposarsi e chi per mangiare mamma, papà e zio... Una pausa è sempre una pausa».

BARCELLONA, DA STASERA NIENTE PIÙ FUMATORI ALLO STADIO
Mercoledì 04 Gennaio 2012 - 20:08
BARCELLONA - Niente fumatori allo stadio. La rivoluzione parte dalla spagna, e per la precisione dalla società che continua a confermarsi una spanna in avanti rispetto agli altri club: il Barcellona. La partita di Coppa del Re, Barcellona-Batasuna prevista per questa sera, sarà la prima nel Camp Nou off limits per i fumatori dall'inaugurazione dello stadio, nel 1957. Il divieto di fumo in tutte le installazioni sportive del tempio blaugrana, in vigore dall'inizio dell'anno, Š stato approvato nell'ultima assemblea dei soci nel settembre scorso, con 538 voti a favore, 89 contrari, 38 in bianco, informa il club catalano nella sua pagina web. Gli infrattori del divieto saranno invitati dagli addetti alla sicurezza a spegnere la sigaretta o, in caso contrario, ad abbandonare lo stadio e saranno idenfiticati col carnet di soci per l'eventuale denuncia alla commissione di disciplina.

FONTE: Leggo.it

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini