.

VICENZA 2-1 VERONA: LANEROSSI che non fa niente di speciale ma sa sfruttare appieno i traversoni e le teste delle sue torri. Gara ancora una volta pietosa di TACHTSIDIS in fase d'impostazione, sulla difesa scaligera pesano enormemente gli errori nel gioco aereo.

Pubblicato da andrea smarso sabato 15 ottobre 2011 17:36, vedi , , , , , , , , , , | 1 commento


LE IMPRESSIONI
In molti tra i sostenitori scaligeri pur muniti di regolare biglietto hanno perso il primo tempo a causa delle lentezze nei controlli dei tornelli al 'Menti': va bene la sicurezza ma un po' di organizzazione in più (e rispetto verso i fruitori dell'evento) da parte della società vicentina non avrebbero certo guastato!
Seconda sconfitta consecutiva e molto amaro in bocca... Il VERONA non è stato inferiore al VICENZA, ma ancora una volta MARECO (o CECCARELLI) e MAIETTA non hanno saputo limitare le torri avversarie che hanno prontamente punito i gialloblù com'era successo una settimana fa con BIANCHI del TORINO e con SFORZINI nella trasferta a Grosseto.
Insomma, aggiungendo la prima di campionato con il PESCARA, quattro sconfitte maturate in gran parte da errori o non corrette opposizioni sui cross avversari in area: MANDORLINI (che passerà almeno un'altra settimana sulla graticola dopo il rinnovo) dovrà fare qualcosa anche in questo senso se vogliamo che questa stagione di assestamento non diventi un'altra stagione di sofferenza.

Buona la partita di MARECO ma su di lui e su MAIETTA pesano tantissimo i due gol (e mezzo) presi da palle alte!
Bene anche ABBATE a destra ma come SCAGLIA a sinistra i cross sono stati di scarsa qualità (che sia il caso di provare PUGLIESE che forse anche come grinta potrebbe dare qualcosa in più?)...
GOMEZ TALEB e MANCINI (forse troppo larghi) hanno giocato una gara sottotono, tardivo l'ingresso di D'ALESSANDRO e al solito TACHTSIDIS in fase d'impostazione ha sofferto dei consueti problemi.
Dopo il gol in avvio di ripresa l'HELLAS ha accusato il colpo sopratutto nel gioco reagendo in maniera imprecisa e confusa (forse ESPOSITO avrebbe guidato più spientemente i gialloblù?).
VICENZA messo malino dietro, difensori sempre incerti ed imprecisi ma a centrocampo PARO ha agito molto bene da play e davanti le qualità di ABBRUSCATO, MISURACA e poi PAOLUCCI unite alla prestanza di TULLI hanno fatto vedere buone cose... [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]



Vicenza 2-1 Verona gli highlights del derby

DICONO
CAGNI «Cosa ho portato? Probabilmente più equlibrio tattico, la squadra era in confusione, gli ho dato la mia serenità. Questo vuol dire moltissimo per i ragazzi che mi hanno seguito, mi permetterà di lavorare. La squadra è tutta responsabile, perché si attacca e si difende insieme, quindi non si può colpevolizzare un reparto. Magari tutti hanno bisogno di sistemare il loro aspetto fisico. Il Vicenza è un diesel a cui bisogna mettere a posto velocità e rapidità» TuttoMercatoWeb.com

MAIETTA «Abbiamo subito il ko a causa di due palle inattive, bisogna ricompattarsi e lavorare su questo aspetto. In occasione della rete di Augustyn abbiamo sbagliato a salire sugli sviluppi di una rimessa laterale, mentre dopo il pari di Hallfredsson Abbruscato ha approfittato della difesa a zona, è stato perso l'uomo. Resta il rammarico anche per l'arbitraggio, credo che la direzione di gara ci abbia penalizzato. Le azioni dubbie venivano sempre fischiate a favore dei padroni di casa» TuttoB.com

MANDORLINI «La partita si è sbloccata dopo il vantaggio dei padroni di casa, gli spazi si sono aperti e di conseguenza abbiamo cominciato a creare e giocare. Ormai il derby non conta più, pensiamo subito alla sfida casalinga con la Nocerina. Perdere dà sempre fastidio. Siamo arrivati tante volte al cross, la sfera veniva spesso rimpallata. Qualche nostro demerito non manca. Abbiamo perso la partita su una palla che era nostra, credo che l'episodio sia clamoroso. Dobbiamo lavorare sui nostri errori, pur senza fare polemiche ricordo che dopo 19' avevamo già quattro ammoniti, la gara ha avuto dinamiche diverse. Penso poi a Gomez, a cui è stata tolta la scarpa con un intervento a piedi uniti, il gioco è continuato» TuttoMercatoWeb.com

Vicenza 2-1 Verona: da 90° minuto i commenti di fine gara...

VICENZA 2-1 VERONA
CAGNI non può contare sull'esterno MUSTACCHIO ed il centrocampista RIGONI a causa di infortuni e schiera il suo 4-3-3 con SOLIGO, PARO e BOTTA in mediana ed il tridente formato da ABBRUSCATO in mezzo a MISURACA e TULLI.
MANDORLINI, fresco di rinnovo, recupera e schiera dall'inizio sia il centrale MARECO (al posto di capitan CECCARELLI) che 'Juanito' GOMEZ TALEB nel tridente d'attacco insieme a BJELANOVIC (che ha vinto il ballottaggio con FERRARI) e MANCINI.
Polemiche in settimana sul mancato utilizzo da parte di ESPOSITO da parte del tecnico gialloblù che ha precisato di non gradire la scarsa intensità dimostrata dal regista campano in allenamento.
Ancora tribuna per PUGLIESE, NATALINO bloccato fino a Gennaio da un problema burocratico, quasi disperso PICHLMANN...

Curve esaurite in ogni ordine di posto il 'Menti' con 1.300 tifosi scaligeri (ma sarebbero potuti essere di più se non ci fossero state le decisioni restrittive del GOS in merito) 'blindati' in Curva Nord...
Dopo mezz'ora di inizio della gara sono ancora 500 i tifosi veronesi muniti di regolare biglietto in fila ai tornelli.
Circa 9.500 gli spettatori.

PRIMO TEMPO
6° Brutto fallo di TACHTSIDIS, l'arbitro estrae il giallo...
7° BJELANOVIC ruba palla ad AUGUSTYN e s'invola in porta, botta del centravanti parata da FRISON.
12° TACHTSIDIS rischia il secondo giallo per un fallo su MISURACA!
13° PARO calcia una punizione in mezzo, AUGSTYN incorna bene ma RAFAEL blocca in due tempi.
18° GOMEZ ammonito per un fallo su BASTRINI.
20° Bella combinazione GOMEZ-HALLFREDSSON, palla a RUSSO che spara largo a lato...
21° MANCINI scivola in area dopo un tentativo goffo di dribbling e viene ammonito per simulazione!
25° Erroraccio di TACHTSIDIS, PARO gli soffia la palla e tira avvicinandosi al gol!
29° Fallo di MISURACA, giallo anche per lui
33° GOMEZ servito da RUSSO parte in dribbling centrale in area, supera due avversari e tira ma FRISON para ancora una volta!
36° Altro errore di TACHTSIDIS altro tiro avversario...
41° RAFAEL si supera su una magistrale punizione battuta da ABBRUSCATO, palla in angolo...
46° L'arbitro fischia la fine dei primi 45 minuti.

SECONDO TEMPO
1° MISURACA è sostituito da GAVAZZI sull'esterno destro del fronte d'attacco biancorosso.
2° Quarta ammonizione tra le fila scaligere: Giallo per RUSSO dopo aver fermato con le spicce TULLI
4° Sugli sviluppi del calcio di punizione arriva in area scaligera un pallone da destra, il difensore polacco ex CATANIA AUGUSTYN incorna e secca RAFAEL! VERONA in svantaggio... Partita interrotta per qualche secondo a causa di un fumogeno lanciato dai tifosi del LANEROSSI nell'area difesa dai nostri.
8° Incursione di SOLIGO sulla fascia destra, ABBRUSCATO sovrasta MAIETTA ed incorna a rete: palla fuori ma che pericolo!
11° Fuori MANCINI dentro FERRARI per i gialloblù, GOMEZ agirà sulla trequarti alle spalle di 'Nick Dinamite' e BJELANOVIC.
14° Ammonito anche MARECO!
16° TACHTSIDIS lancia GOMEZ che la da a HALLFREDSSON ma la conclusione dell'islandese è imprecisa...
26° PAOLUCCI (ex JUVENTUS) entra al posto di TULLI...
29° RUSSO crossa bene da destra ma BJELANOVIC arriva con un pizzico di ritardo.
30° MANDORLINI tenta il tutto per tutto: BERRETTONI e D'ALESSANDRO al posto di BJELANOVIC e TACHTSIDIS, i due nuovi entrati andranno sulle ali a supportare la coppia d'attacco FERRARI e GOMEZ con HALLFREDSSON e RUSSO a contrastare in mediana.
32° GOOOOOOOLLLLLLLL! Pareggio dell'HELLAS con HALLFREDSSON grazie ad un bel tiro da fuori... D'ALESSANDRO è sprintato sulla destra ha scambiato con 'Juanito' che ha chiamato alla conclusione vincente l'islandese: VICENZA 1-1 VERONA!
37° VICENZA ancora in vantaggio: Tocco magistrale da calcio di punizione di PARO sulla testa di ABBRUSCATO che non perdona! VICENZA ancora avanti...
39° Primo ammonito per il VICENZA, si tratta di GAVAZZI.
40° Ancora bella discesa e cross di D'ALESSANDRO per lo stacco di GOMEZ che spizza per FERRARI a l'incornata di Nick purtroppo non trova la porta...
41° PAOLUCCI sfiora il gol! Palo clamoroso dell'attaccante neoentrato con il VERONA sbilanciatissimo in avanti.
43° BERRETTONI trova il fondo e crossa per HALLFREDSSON, destro dell'islandese parato da FRISON.
48° Il signor Giacomelli di Trieste decreta la fine delle ostilità.

LE ALTRE DI B Vince ancora il TORO ma ci vogliono 80 minuti per domare u orgogliosissimo JUVE STABIA.
Secco 3 a 0 del VARESE sul PADOVA e vittorie anche per BARI, CITTADELLA e CROTONE su EMPOLI, GROSSETO e GUBBIO.
Il SASSULO la spunta nel recuero con l'ALBINOLEFFE.
Vittorie esterne REGGINA e SAMPDORIA con gol di FOGGIA al 94°!
Pari tra NOCERINA (prossimo avversario dell'HELLAS al 'Bentegodi') e MODENA in attesa del posticipo fra BRESCIA e PESCARA di domani sera...

TANTO VA LA GATTA AL LARDO...
Il CASMS tiene attentamente sott'occhio la tifoseria dell'HELLAS VERONA «protagonista di recente di numerose criticità: la medesima tifoseria sarà costantemente monitorata anche per gli ulteriori approfondimenti nelle prossime riunioni del Casms» e, visti i cori razzisti che si susseguono dall'inizio di questo campionato (e storicamente identificati purtroppo con la tifoseria scaligera), è banale pensare che dopo le multe arriveranno diverse e più pesanti sanzioni che andranno dal divieto di trasferta alla chiusura del 'Binti' ma, come si suol dire, mal che si vuole non duole...

Radiografia del Gol gialloblù 2011/2012
GiocatoreCoppaCamp.Tot.
GOMEZ TALEB033
FERRARI123
HALLFREDSSON123
BJELANOVIC022
ABBATE112
CECCARELLI011
RUSSO011
BERRETTONI101
D'ALESSANDRO101



IN BREVE A PIÉ PAGINA
SCHERMA: Altro Oro per gli azzurri e medaglie a valanga per l'ITALIA,stavolta tocca a CASSARA'
FORMULA 1: Archiviata la stagione ETTEL cede la pole a HAMILTON
MOTOGP: In Australia pole a STONER, per ROSSI deludentissimo 13° posto...

RASSEGNA STAMPA
Finalmente la vittoria Vicenza "incorna" il Verona
LA PARTITA. Nella sfida più attesa davanti a quasi 9 mila spettatori primo successo stagionale
Augustyn e Abbruscato con due colpi di testa firmano il derby-riscatto Hallfredsson pareggia il primo vantaggio, poi però ci pensa il bomber

16/10/2011
Eccola la vittoria e così vale proprio doppio. Battuto il Verona di Mandorlini, riscattata la sconfitta di coppa Italia, conquistato con il cuore un derby da tachicardia fino all'ultimo respiro. Il Vicenza l'ha portato dalla sua parte con la prima zuccata vincente di Augustyn all'inizio della ripresa. S'è visto agguantare dal solito Hallfredsson (in gol al Menti anche in agosto in Coppa), ma non s'è piegato a un altro pari. E la voglia di vincere è stata premiata dalla seconda, micidiale, zuccata dell'impareggiabile Abbruscato: sul derby biancorosso non poteva che esserci la firma del bomber.

Ma va detto subito che l'altra firma è di Gigi Cagni: in soli dieci giorni il tecnico subentrato a Baldini ha saputo ridare compattezza, identità e sicurezza laddove regnavano caos, confusione e timori assortiti. Un ottimo inizio per il nuovo allenatore, il suo marchio di fabbrica s'è visto, eccome, nell'apprezzabile determinazione agonistica con cui i biancorossi si sono battuti pur dovendo scontare, soprattutto a centrocampo, un gap fisico nei confronti di avversari più alti e più grossi.
Stavolta però è andata in un altro modo rispetto al confronto di coppa Italia: la capacità di soffrire nei momenti difficili, l'aiuto reciproco, la partecipazione corale alle due fasi di gioco hanno confermato i segnali positivi di Grosseto. Ora il Vicenza sta diventando davvero squadra. Con i limiti e con i problemi che ancora si trascina, ma con un altro spirito e con la netta sensazione che finalmente sia stata imboccata la strada giusta per risalire posizioni.

La classifica resta delicata ma ora si può guardare con più fiducia in vista del nuovo derby di sabato prossimo a casa del Padova. È così, con prestazioni come quella di ieri, che si tira dalla propria parte anche un pizzico di benevolenza dal destino, che s'è materializzata al Menti in occasione del gol che ha rotto l'equilibrio. Augustyn aveva fatto venire i brividi nel primo tempo, regalando un pallone da gol sciupato dall'ex Bjelanovic e giocando disimpegni ad altissimo rischio. Ma è stato proprio lui, il più criticato dopo 45', a salire in cielo per colpire di testa sul cross di Gavazzi e sbloccare il derby. Ed è andata bene anche nel mischione finale, al 47' della ripresa, quando il furioso batti e ribatti in area biancorossa ha fatto salire in gola il cuore del Menti.
A proposito, grande pubblico e gran tifo, non solo della Sud, e anche questo è un bel segnale di risveglio.
Massimo Manduzio

FONTE: IlGiornaleDiVicenza.it


Sabato 15 Ottobre 2011 17:20
Calcio Serie Bwin - Il Vicenza fa suo il derby contro il Verona
Vicenza-Verona: 2-1

Vicenza: Frison, Tonucci, Augustyn, Martinelli, Bastrini (dal 22' s.t. Giani), Soligo, Paro, Botta, Misuraca (dal 1' s.t. Gavazzi), Abbruscato, Tulli (dal 27' s.t. Paolucci).
A disposizione: Acerbis, Zanchi, Rossi, Alemao. All. Cagni.

Hellas Verona: Rafael, Abbate, Maietta, Mareco, Scaglia, Russo, Tachtsidis (dal 30' s.t. D'Alessandro), Hallfredsson, Mancini(dal 11' s.t. Ferrari), Bjelanovic (dal 30' s.t. Berrettoni), Gomez. A disposizione: Nicolas, Ceccarelli, Cangi, Esposito. All. Mandorlini.

Arbitro: Giacomelli di Trieste, assistenti Masotti di Bologna, Melloni di Modena, quarto ufficiale Bindoni di Venezia.
Reti: 4' s.t. Augustyn (V), 33' s.t. Hallfredsson (H), 37' s.t. Abbruscato (V).
Note: ammoniti Russo (H), Tachtsidis (H), Gomez (H), Mancini (H), Misuraca (V), Gavazzi (V). Recupero: 1' p.t.; 3' s.t..

Nella decima di giornata il Vicenza sconfigge al Menti per 2 a 1 l'Hellas Verona. Una doppia gioia per i biancorossi che conquistano il derby e ottengono la prima vittoria stagionale.

La partita di dimostra fin dalle prime battute bloccata con le due squadre che cercano più che altro di non scoprirsi. Al 5' viene ammonito Tachtsidis per gioco falloso. Al 13' Paro batte una punizione sulla trequarti, Augustyn interviene in acrobazia a centro area ed impegna Rafael. Fra il 17' e il 20' il direttore di gara sanziona con il giallo altri due gialloblù: prima Gomez per una trattenuta e poi Mancini per simulazione. Al 24' Paro ci prova con una conclusione dai 30 metri che termina di poco a lato. Alla mezz'ora ammonizione anche per Misuraca e al 41' serve un grande intervento di Rafael per deviare sopra la traversa un bolide scagliato da Abbruscato su calcio da fermo.

Ad inizio ripresa Cagni inserisce Gavazzi per Misuraca. La mossa sortisce da subito i suoi effetti perché al 3' il neo entrato crossa una palla tesa che Augustyn tramuta in rete con un potente stacco di testa. Al 7' il Vicenza sfiora il raddoppio. Soligo crossa in area, Abbruscato anticipa il marcatore ma di testa devia sul fondo. Mandorlini allora toglie Mancini e mette Ferrari per dare maggior peso davanti. Al 14' finisce sul taccuino dell'arbitro Mareco per un fallo su Tulli e poco dopo entra Giani al posto di Bastrini. Al 27' Tulli lascia il campo per Paolucci. Il Verona cerca di rendersi pericolo ma non riesce a costruire iniziative degne di nota. Mandorlini ricorre quindi a un doppio cambio: fuori Tachtsidis e Bjelanovic, al loro posto Berrettoni e D'Alessandro. Il cambio da subito i suoi frutti perché al 33' D'Alessandro sguscia sulla destra e mette in mezzo. Ferrari fa da sponda all'occorrente Hallfredsson che indovina un preciso sinistro nell'angolino, E' il goal dell'1 a 1. Il pareggio però dura solo pochi minuti. Al 37' Paro calcia una punizione sul secondo palo. Abbrsucato salta più in alto di tutti e schiaccia in rete il gol del sorpasso. Al 39' Gavazzi viene ammonito per una trattenuta e al 41' Paolucci sfiora il tris. Dopo un'azione personale, da posizione defilata conclude con un diagonale dalla sinistra che si stampa sul palo opposto per poi tornare sul rettangolo di gioco.

Nonostante i tre minuti di recupero, i biancorossi difendono il vantaggio e al triplice fischio finale possono festeggiare una vittoria che vale tantissimo.

FONTE: VicenzaCalcio.it


PRIMO PIANO
Hellas Verona, Maietta non ci sta: "Penalizzati dall'arbitro"
15.10.2011 21:05 di Nicolò Schira
Fonte: TMW
Il difensore centrale dell'Hellas Verona, Domenico Maietta, nel dopo gara si lamenta con gli errori della squadra e con quelli della direzione di gara, che hanno compromesso il derby contro il Vicenza, vinto dai biancorossi: "Abbiamo subito il ko a causa di due palle inattive, bisogna ricompattarsi e lavorare su questo aspetto. In occasione della rete di Augustyn abbiamo sbagliato a salire sugli sviluppi di una rimessa laterale, mentre dopo il pari di Hallfredsson Abbruscato ha approfittato della difesa a zona, è stato perso l'uomo. - si legge sul sito ufficiale dei gialloblu - Resta il rammarico anche per l'arbitraggio, credo che la direzione di gara ci abbia penalizzato. Le azioni dubbie venivano sempre fischiate a favore dei padroni di casa".

FONTE: TuttoB.com


Ancona, per i tifosi niente trasferte fino a febbraio
Dopo gli scontri di Rimini
E' quanto deciso dal Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive

Ancona, 13 agosto 2011 - I tifosi dell’Ancona non potranno seguire la propria squadra in trasferta fino al 31 gennaio 2012. E’ una delle decisioni assunte dal Casms, il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, che nella riunione di oggi ha esaminato l’elenco di 'gare a rischio', tutte della serie dilettanti, individuate ieri dall’Osservatorio.

“In questa prima parte del campionato - spiegano i responsabili del Comitato - si sta registrando una preoccupante recrudescenza degli episodi di violenza nelle serie dilettantistiche, per le quali la normativa di settore non impone misure organizzative di sicurezza”.
La misura del divieto per i supporter dell’Ancona “sarà rivalutata, dopo il citato termine, per verificare se, nel frattempo, siano state adottate adeguate misure organizzative a cura della Lega dilettanti, opportunamente sensibilizzata”.

“Attentamente valutati” anche i comportamenti della tifoseria dell’Hellas Verona, “protagonista di recente di numerose criticità: la medesima tifoseria sarà costantemente monitorata anche per gli ulteriori approfondimenti nelle prossime riunioni del Casms”.
Fonte Agi

FONTE: IlRestoDelCarlino.it


ALTRE NOTIZIE
ESCLUSIVA TMW - Vicenza, Cagni: "Ho portato serenità"
Intervista di Raffaella Bon
17.10.2011 12.10 di Andrea Losapio
Risultato importante per il Vicenza, che contro l'Hellas Verona ha centrato la prima vittoria in campionato grazie al gol di Elvis Abbruscato. TMW ha ascoltato Luigi Cagni, neo allenatore dei biancorossi.
Cosa ha portato di nuovo?
"Probabilmente più equlibrio tattico, la squadra era in confusione, gli ho dato la mia serenità. Questo vuol dire moltissimo per i ragazzi che mi hanno seguito, mi permetterà di lavorare".
Quale è il difetto di questa squadra?
"La squadra è tutta responsabile, perché si attacca e si difende insieme, quindi non si può colpevolizzare un reparto. Magari tutti hanno bisogno di sistemare il loro aspetto fisico. Il Vicenza è un diesel a cui bisogna mettere a posto velocità e rapidità".
Paolucci come lo vede?
"Come tutti ha dei valori importanti, e sono sicuro che quando sarà al cento per cento potrà dare il massimo, per ora non è al meglio di condizione. Ma posso dire che è motivatissimo".
Ci sono stati tanti cambi di panchina...
"Io lo dico da tempi non sospetti, i Presidenti e le società sbagliano la scelta iniziale, magari fanno errori di valutazione. Cambiare così tanto vuol dire che c'è qualcosa all'inzio di sbagliato nella scelta del mister".

ALTRE NOTIZIE
Hellas Verona, Mandorlini: "Lavoriamo sui nostri errori"
15.10.2011 19.31 di Tommaso
Andrea Mandorlini, tecnico dell'Hellas Verona, si è detto dispiaciuto per la sconfitta nel derby contro il Vicenza nella conferenza stampa del post partita: "La partita si è sbloccata dopo il vantaggio dei padroni di casa, gli spazi si sono aperti e di conseguenza abbiamo cominciato a creare e giocare. Ormai il derby non conta più, pensiamo subito alla sfida casalinga con la Nocerina. Perdere dà sempre fastidio. Siamo arrivati tante volte al cross, la sfera veniva spesso rimpallata. Qualche nostro demerito non manca. Abbiamo perso la partita su una palla che era nostra, credo che l'episodio sia clamoroso. Dobbiamo lavorare sui nostri errori, - continua Mandorlini come si legge sul sito ufficiale - pur senza fare polemiche ricordo che dopo 19' avevamo già quattro ammoniti, la gara ha avuto dinamiche diverse. Penso poi a Gomez, a cui è stata tolta la scarpa con un intervento a piedi uniti, il gioco è continuato".

ALTRE NOTIZIE
LIVE TMW - DIRETTA SERIE B - Finali, vincono Torino e Sampdoria
Premere F5 per aggiornare la DIRETTA!
15.10.2011 16.53 di Raimondo De Magistris
16.53 - Fine secondi tempi. Ecco i risultati:
Venerdì
Varese-Padova 3-0 (Cacciatore, Cellini, Kurtic)

Sabato
Ascoli-Sampdoria 1-2 (aut. Costa, Piovaccari, Foggia)
Bari-Empoli 1-0 (Forestieri)
Cittadella-Grosseto 2-0 (Maah, Di Nardo)
Crotone-Gubbio 2-1 (Gabionetta, Ciofani, Djuric)
Livorno-Reggina 0-2 (Ceravolo, Ragusa)
Nocerina-Modena 1-1 (Castaldo, Stanco)
Sassuolo-Albinoleffe 1-0 (Laribi)
Torino-Juve Stabia 1-0 (Bianchi)
Vicenza-Hellas Verona 2-1 (Augustyn, Halfredsson, Abbruscato)

Lunedì
20.45 - Brescia-Pescara

GOL DI FOGGIA! Ascoli-Sampdoria 1-2 - E' Pasquale Foggia a decidere la gara. Grande sinistro dal limite dell'area che finisce in fondo al sacco dopo aver colpito il palo.

GOL DI DJURIC! Crotone-Gubbio 2-1 - Djuric fa esplodere lo Scida nei minuti finali, perfetto il suo rasoterra che beffa Donnarumma.

GOL DI LARIBI! Sassuolo-Albinoleffe 1-0 - Passano in vantaggio i padroni di casa nel primo minuto di recupero. Preciso il destro di Laribi dal limite dell'area.

GOL DI ABBRUSCATO! Vicenza-Verona 2-1 - I padroni di casa tornano in vantaggio. Preciso colpo di testa di Abbruscato.

GOL DI RAGUSA! Livorno-Reggina 0-2 - Letale contropiede della Reggina: è Ragusa a mettere ko il Livorno.

GOL DI BIANCHI! Torino-Juve Stabia 1-0 - Rolando Bianchi segna il suo quarto gol in campionato e sblocca la partita. Preciso il suo colpo di testa.

GOL DI HALFREDSSON! Vicenza-Verona 1-1 - Gomez scarica su Halfredsson che dal limite dell'area lascia partire una rasoiata su cui non può nulla il portiere.

Torino-Juve Stabia - Stevanovic va via a due uomini, entra in area e serve Sgrigna che calcia di prima intenzione: pallone sopra la traversa.

Bari-Empoli - L'Empoli prova a rendersi pericoloso con Lazzari: attento Lamanna che blocca la sfera.

Torino-Juve Stabia - Ci prova Bianchi con una conclusione dalla distanza: il pallone finisce di poco sopra la traversa.

GOL DI CIOFANI! Crotone-Gubbio 1-1 - Perfetta iniziativa di Bazzoffia sulla corsia destra. L'esterno del Gubbio serve Ciofani che tutto solo davanti alla porta segna il suo quarto gol in campionato.

GOL DI PIOVACCARI! Ascoli-Sampdoria 1-1 - Immediato pareggio dei blucerchiati. Assist delizioso di Castellini e colpo di testa vincente di Piovaccari.

GOL DI CERAVOLO! Livorno-Reggina 0-1 - Ospiti avanti con Ceravolo, bravo a freddare il portiere con un preciso diagonale.

AUTOGOL DI COSTA! Ascoli-Sampdoria 1-0 - Sfortunatissima autorete di Costa che colpisce involontariamente di testa sull'assist di Sbaffo beffando Romero.

GOL DI AUGUSTYN! Vicenza-Verona 1-0 - Augustyn sblocca il derby con un preciso colpo di testa da posizione ravvicinata.

GOL DI STANCO! Nocerina-Modena 1-1 - Assist di Greco per Stanco che con un preciso diagonale beffa Gori.

16.00 - Inizio secondi tempi.

15.48 -Fine primo tempo. Ecco i risultati parziali:
Ascoli-Sampdoria 0-0
Bari-Empoli 1-0 (Forestieri)
Cittadella-Grosseto 2-0 (Maah, Di Nardo)
Crotone-Gubbio 1-0 (Gabionetta)
Livorno-Reggina 0-0
Nocerina-Modena 1-0 (Castaldo)
Sassuolo-Albinoleffe 0-0
Torino-Juve Stabia 0-0
Vicenza-Hellas Verona 0-0

GOL DI FORESTIERI Bari-Empoli 1-0 - Splendido gol di Forestieri. L'attaccante del Bari, ex di turno, è andato via a due uomini e con un bel destro dai 20 metri ha battuto Pelagotti.

GOL DI DI NARDO! Cittadella-Grosseto 2-0 - Primo gol stagione di Di Nardo. Il numero 13 del Cittadella va via ai difensori del Grosseto e tutto solo davanti al portiere non ha sbagliato.

Nocerina-Modena - Reazione immediata del Modena. Assist di De Vitis e colpo di testa di Greco: pallone sul fondo.
Ascoli-Sampdoria - Padroni di casa a un passo dal gol. Assist dalla destra e deviazione in area di Soncin che colpisce la base del palo.

GOL DI CASTALDO! Nocerina-Modena 1-0 - Quarto gol in campionato per Castaldo. L'attaccante della Nocerina ha sbloccato la gara dal dischetto.

GOL DI GABIONETTA! Crotone-Gubbio 1-0 - Primo gol stagionale di Gabionetta, il brasiliano ha sbloccato la gara dal dischetto.

Livorno-Reggina - Continua la maledizione di Paulinho con la maglia del Livorno. L'attaccante brasiliano s'è procurato un calcio di rigore, s'è presentato sul dischetto ma ha visto la sua conclusione neutralizzata dal portiere.

GOL DI MAAH! Cittadella-Grosseto 1-0 - Padroni di casa avanti con la prima vera occasione della gara. E' Maah - con un colpo di testa sottomisura - a sbloccare la gara.

Bari-Empoli - Prima occasione dell'Empoli al San Nicola. Ci prova Tavano direttamente da calcio piazzato: il pallone finisce a lato.

15.00 - Si parte!

14.55 - Questo il programma della decima giornata di Serie B:

Venerdì
Varese-Padova 3-0 (Cacciatore, Cellini, Kurtic)

Sabato - Aggiornamento risultati e marcatori in tempo reale
Ascoli-Sampdoria 1-2 (aut. Costa, Piovaccari, Foggia)
Bari-Empoli 1-0 (Forestieri)
Cittadella-Grosseto 2-0 (Maah, Di Nardo)
Crotone-Gubbio 2-1 (Gabionetta, Ciofani, Djuric)
Livorno-Reggina 0-2 (Ceravolo, Ragusa)
Nocerina-Modena 1-1 (Castaldo, Stanco)
Sassuolo-Albinoleffe 1-0 (Laribi)
Torino-Juve Stabia 1-0 (Bianchi)
Vicenza-Hellas Verona 2-1 (Augustyn, Halfredsson, Abbruscato)

Lunedì
20.45 - Brescia-Pescara

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


domenica, ottobre 16th, 2011 | Posted by Matteop
Vicenza-Verona 2-1, finalmente si vede la mano di Gigi Cagni
Ci voleva tempo e serenità l’aveva detto Gigi Cagni poco prima di sedersi sulla panchina del Vicenza. I biancorossi avevano solo bisogno di smaltire quel blocco psicologico accusato in un pessimo inizio di stagione.
Ieri finalmente è arrivata una vittoria attesa e che potrebbe essere la svolta nel viatico della stagione. I veneti hanno giocato una grande partita, vincendo contro un avversario preparato e maturo. Il derby con l’Hellas Verona infatti è molto sentito ed era importante vincere anche per i tifosi, stufi di prestazioni scialbe e incolore.
Dall’altra parte la squadra di Mandorlini ha fatto di tutto per rimanere a galla, con uno straordinario Halfredsson autore tra l’altro del goal del momentaneo 1-1.
La partita era stata aperta nella ripresa da un colpo di testa del difensore centrale, in prestito dal Catania, Augustyn. A decidere la partita ci ha pensato l’esperto Elvis Abbruscato, che si è confermato ancora una volta bomber importantissimo per la categoria.
Aspettando l’esplosione definitiva di Alemao ora il Vicenza può fare affidamento a una guida tecnica seria e preparata, dando monito alla scelta preziosa di Gigi Cagni. Il tecnico ha riportato equilibrio in una squadra che con Silvio Baldini, non per colpa del mister ci mancherebbe, si era persa per strada. Ora il viatico è segnato, bisogna solo continuare a fare punti.
Matteo Fantozzi

Serie B, ecco i risultati della decima giornata
La vera impresa della giornata la fa il Torino, che vince mantenendo la vetta della classifica. La partita contro la Juve Stabia non era assolutamente facile e ci è voluto un goal di Bianchi per sbloccarla. La Sampdoria torna alla vittoria, con un goal sofferto di Foggia al 94' dopo che la partita aveva regalato uno scialbo 1-1.
Vince il Sassuolo, che si impone nel finale contro l’Albinoleffe con rete di Laribi. Tre punti ottenuti anche per Gigi Cagni che vince per 2-1 il derby Vicenza-Verona.
Il Crotone ne fa due al Gubbio, vincendo la partita. 1-1 tra Modena e Nocerina e vittoria di misura del Bari contro l’Empoli. Il Cittadella gioca una grande partita, portando a casa un 2-0 contro il Grosseto.

Torino-Juve Stabia 1-0 (Bianchi T)
Nocerina-Modena 1-1 (Castaldo rig. N, Stanco M)
Vicenza-Verona 2-1 (Augustyn Vi, Halfreddson Ve, Abbruscato Vi)
Bari-Empoli 1-0 (Forestieri B)
Cittadella-Grosseto 2-0 (Maah C, Di Nardo C)
Crotone-Gubbio 2-1 (Gabionetta rig. C, Ciofani G, Djurici C)
Sassuolo-AlbinoLeffe 1-0 (Laribi S)
Ascoli-Sampdoria 1-2 (Costa aut. S, Piovaccari S, Foggia S)
Livorno-Reggina 0-2 (Ceravolo R, Ragusa R)
Matteo Fantozzi

Serie B, come cambia la classifica dopo la decima giornata
Ecco come cambia la classifica di Serie B dopo la decima giornata aspettando il posticipo Brescia-Pescara:
TORINO 26
PADOVA 20
SASSUOLO 19
BARI 17
BRESCIA 16
PESCARA 16
SAMPDORIA 16
LIVORNO 15
VARESE 15
GROSSETO 14
REGGINA 14
CITTADELLA 13
VERONA 12
ALBINOLEFFE 10
CROTONE 9
NOCERINA 8
JUVE STABIA 7
EMPOLI 7
GUBBIO 7
MODENA 7
VICENZA 7
ASCOLI 1
Matteo Fantozzi

FONTE: SerieBNews.com


Maietta: "Ko su due palle inattive"
15/10/2011 - 17:55
"In occasione della rete di Augustyn abbiamo sbagliato a salire sugli sviluppi di una rimessa, più tardi Abbruscato ha approfittato della difesa a zona"
VICENZA - "Abbiamo subito il ko a causa di due palle inattive, bisogna ricompattarsi e lavorare su questo aspetto. Resta il rammarico anche per l'arbitraggio, credo che la direzione di gara ci abbia penalizzato. Le azioni dubbie venivano sempre fischiate a favore dei padroni di casa". Inizia così l'analisi del derby col Vicenza Domenico Maietta, presso la sala stampa dello stadio "Menti".

Gli scaligeri sono stati puniti da due movimenti avversari molto simili: "In occasione della rete di Augustyn abbiamo sbagliato a salire sugli sviluppi di una rimessa laterale, mentre dopo il pari di Hallfredsson Abbruscato ha approfittato della difesa a zona, è stato perso l'uomo".

Nel finale un concitato batti e ribatti in area biancorossa: "Davanti a me Russo ha mancato l'impatto, la sfera mi è rimasta dietro, avrei voluto tirare. Me la sono spostata per calciare meglio, il difensore ha effettuato la chiusura e non sono riuscito a scaricare. Girerà pure nel verso giusto, prima o poi...".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Dobbiamo lavorare sui nostri errori"
15/10/2011 - 18:00
"La partita si è sbloccata dopo il vantaggio dei padroni di casa, gli spazi si sono aperti e di conseguenza abbiamo cominciato a creare e giocare"
VICENZA - "La partita si è sbloccata dopo il vantaggio dei padroni di casa, gli spazi si sono aperti e di conseguenza abbiamo cominciato a creare e giocare. Ormai il derby non conta più, pensiamo subito alla sfida casalinga con la Nocerina. Perdere dà sempre fastidio, la gara di TIM Cup disputata in agosto è stata un'altra storia che oggi non ha importanza. Siamo arrivati tante volte al cross, la sfera veniva spesso rimpallata. Qualche nostro demerito non manca". Esordisce così Andrea Mandorlini nella conferenza stampa post-partita dello stadio "Menti".

I gialloblù hanno rimediato la quarta sconfitta in campionato, primo successo per i padroni di casa: "Abbiamo perso la partita su una palla che era nostra, credo che l'episodio sia clamoroso. Dobbiamo lavorare sui nostri errori, pur senza fare polemiche ricordo che dopo 19' avevamo già quattro ammoniti, la gara ha avuto dinamiche diverse. Penso poi a Gomez Taleb, a cui è stata tolta la scarpa con un intervento a piedi uniti, il gioco è continuato".
Ufficio Stampa

Vicenza-Hellas Verona 2-1
15/10/2011 - 16:43
Grazie alle reti di Augustyn (49') ed Abbruscato (82') i biancorossi si aggiudicano il derby. Per i gialloblù momentaneo pari di Hallfresson (78')
VICENZA - I gialloblù tornano al "Menti" a due mesi di distanza dal successo di TIM Cup. Cangi, che non può contare su Rigoni, si affida ad Evans Soligo nella zona nevralgica del campo, con Tulli e Misuraca a supporto di Abbruscato. Mandorlini rilancia dal 1' Mareco nel cuore della difesa, con Gomez Taleb recuperato e schierato dall'inizio.

PRIMO TEMPO. Al 7' Augustyn perde palla, ne approfitta Bjelanovic che scocca il destro dal limite, Frison respinge. Punizione dalla trequarti di Paro (13'), girata del difensore polacco, Rafael prende in due tempi. Sovrapposizione di Hallfredsson (20') imbeccato da Gomez Taleb, traversone dalla parte opposta impattato in maniera imprecisa da Russo. Al 24' azione personale di Paro, che giunge al tiro dalla distanza dopo un perfetto controllo aereo, destro di poco fuori. Gomez Taleb sguscia via in area, rimpallo su cui tocca Bastrini verso la propria porta, il numero uno locale alza sopra la traversa (33'). Al 41' punizione di Abbruscato, l'ex Torino impegna col mancino Rafael, bravo a mandare in angolo.

SECONDO TEMPO. Vantaggio biancorosso al 49': dalla destra della trequarti il neo-entrato Gavazzi lancia verso il secondo palo, l'accorrente Augustyn incorna dalla parte opposta. I padroni di casa, galvanizzati dall'1-0, sfiorano il raddoppio al 52' quando Soligo trova con un cross morbido Abbruscato, stacco in terzo tempo fuori di un paio di metri. Ripartenza di Tachtsidis (61'), Gomez Taleb appoggia per Hallfredsson, tiro alto. Bjelanovic chiama il servizio al 66', quando Scaglia dalla corsia di sinistra effettua il traversone, colpo di testa alto da parte del croato. L'ex Atalanta prolunga per Russo, inseritosi in area al 69', chiusura tempestiva di Botta prima del tiro a colpo sicuro del centrocampista scaligero. Gli uomini di Mandorlini pareggiano al 78': discesa da maratoneta di D'Alessandro che mette al centro lasciando sul posto Giani, Gomez Taleb dietro per Hallfredsson che di sinistro non lascia scampo a Frison. I biancorossi si riportano avanti all'82' con Abbruscato, su azione molto simile a quella che ha portato a segnare Augustyn, stavolta su cross di Paro. L'esterno romano serve Gomez Taleb (82'), colpo di testa su cui Ferrari arriva con un pizzico di ritardo per il tap-in. Diagonale da dentro l'area di Paolucci (86'), la palla sbatte sul palo alla sinistra di Rafael. All'88' Berrettoni scambia con Hallfresson e scocca il destro, Frison si allunga e manda fuori.

Vicenza-Hellas Verona 2-1
Marcatori: 49' Augustyn, 78' Hallfredsson, 82' Abbruscato

Vicenza: 88 Frison; 23 Tonucci, 44 Augustyn, 19 Martinelli, 3 Bastrini (67' 13 Giani); 39 Soligo, 2 Paro, 77 Botta; 6 Misuraca (46' 79 Gavazzi), 10 Abbruscato, 11 Tulli (71' 27 Paolucci).
A disposizione: 1 Acerbis, 4 Zanchi, 8 Alemao, 18 Rossi.
Allenatore: Luigi Cagni

Hellas Verona: 1 Rafael; 13 Abbate, 17 Mareco, 22 Maietta, 25 Scaglia; 8 Russo, 77 Tachtsidis (74' 14 D'Alessandro), 10 Hallfredsson; 7 Mancini (55' 9 Ferrari), 32 Bjelanovic (74' 27 Berrettoni), 21 Gomez Taleb.
A disposizione: 12 Nicolas, 4 Esposito, 5 Ceccarelli, 23 Cangi.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Arbitro: Piero Giacomelli (Sez. arbitrale di Trieste)
Note. Ammoniti: Tachtsidis, Gomez Taleb, Mancini, Misuraca, Russo, Mareco, Gavazzi. Espulsi: -. Recupero: 1’-3’. Spettatori: 9.500 circa
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it





[OFFTOPIC]
SCHERMA: Altro Oro per gli azzurri e medaglie a valanga per l'ITALIA,stavolta tocca a CASSARA'
FORMULA 1: Archiviata la stagione ETTEL cede la pole a HAMILTON
MOTOGP: In Australia pole a STONER, per ROSSI deludentissimo 13° posto...

MOTO GP AUSTRALIA, POLE VA A STONER. IL 'DOTTORE' DELUDE: 13MO
Sabato 15 Ottobre 2011 - 14:45
Phillip Island - Casey Stoner è pronto alla festa. Non solo quella del suo 26/o compleanno, che sarà domani, ma anche a quella del titolo mondiale che potrebbe conquistare in anticipo proprio nella sua Australia se il suo avversario numero uno per il mondiale, Jorge Lorenzo, non finisse sul podio la gara di Phillip Island. Se l'australiano appare sicuro ed euforico, i suoi avversari sembrano rassegnati mentre uno, Valentino Rossi, è deluso e quasi demotivato dopo l'ennesimo risultato sconfortante che gli vale il tredicesimo posto in griglia. Il turno di prove ufficiali ha ancora una volta sottolineato che nella pista a sud di Melbourne c'è solo un padrone, Stoner. Aiutato da una Honda sempre a punto, l'australiano ha conquistato la sua undicesima pole della stagione, assicurandosi già il pole position award, premio che gli porterà in garage una nuovissima Bmw. «Sarà difficile pensare di arrivare davanti a Casey - - ha ammesso Jorge Lorenzo, secondo in griglia - quello che posso fare è puntare al podio».

Lo stesso è l'obiettivo di Marco Simoncelli, che ha chiuso con il terzo tempo. «Sono riuscito a migliorare - ha detto l'italiano della Honda - e mi piacerebbe essere al parco chiuso anche domani». Sulla strada del miglior italiano in pista quest'oggi potrebbe però arrivare sia Andrea Dovizioso che Dani Pedrosa. I due sono costanti ed efficaci in gara, cosa che Simoncelli sembra perdere ogni tanto. Stoner, incontentabile, ha invece commentato: «È andata un pò meglio di ieri, domani possiamo puntare a fare una bella gara. Ho quasi sempre girato con gomme usate, così da vedere quale potrà essere il mio ritmo». La superiorità, anche mentale, dell'australiano in questa stagione è sicuramente il contraltare della rassegnazione di Valentino Rossi che anche a Phillip Island non è ancora entrato in partita. Il 13/o tempo di oggi parla chiaro: tra Rossi e la Ducati non c'è dialogo, anzi, a giudicare dalla facce degli uomini del box, sembra che non si sia ancora trovato l'interruttore per accendere la luce.

Valentino in questa gara accusa un dolore al mignolo destro per una microfrattura dovuta alla caduta nel Gp del Giappone. Ma non sembra questo il problema che sta rallentando il nove volte campione del mondo, che come in altre piste accusa un ritardo di 2 secondi da Stoner. Insomma, Valentino appare completamente demotivato e sembra ormai abbia tirato i remi in barca in attesa di chiudere questa stagione nella speranza di nuove soddisfazioni per l'anno prossimo, dove il cambio dei regolamenti potrebbe livellare di nuovo le cose. «È andata molto male - ha detto Rossi dopo le qualifiche - abbiamo provato a cambiare qualcosa nella moto ma sono sempre stato molto lento. Il risultato è abbastanza deludente, ma anche negli altri turni eravamo andati così, quindi c'è poco da fare». Le parole di Rossi sono sommesse e dette quasi sottovoce, segno della pesantezza della situazione, soprattutto per uno di quelli che quando era in pista faceva paura ai suoi avversari.

F1: SUDCOREA, HAMILTON STRAPPA POLE A VETTEL
Sabato 15 Ottobre 2011 - 16:15
ROMA - La corsa per il titolo era finita domenica scorsa in Giappone, ma il Gran Premio della Corea del Sud di Formula 1 avrà comunque qualcosa da dire, dato che per la prima volta in questa stagione a partire davanti a tutti non sarà una Red Bull. È stato l'incostante ma sempre determinato Lewis Hamilton, al volante di una McLaren tornata in gran forma, a creare la sorpresa del giorno, peraltro preannunciata dai tempi realizzati nelle libere di ieri sotto la pioggia. Il pilota britannico si è mantenuto concentrato anche oggi e nell'ultimo giro ha piazzato un tempone, 1'35«820, che lo ha messo al riparo dall'ultimo assalto del campione del mondo Sebastian Vettel, staccato alla fine di quasi due decimi. Alle loro spalle, domani sulla griglia, si riproporrà l'accoppiata McLaren-Red Bull, con Jenson Button e Mark Webber, mentre la terza fila sarà occupata dalle due Ferrari, ancora non in grado di competere, almeno nelle qualifiche, con gli altri due team.

Che fosse una giornata favorevole alla McLaren, che domani festeggia il 700/o Gran Premio in Formula 1, si era capito già dalle libere del mattino, con Button ed Hamilton che avevano chiuso davanti a tutti. Nelle qualifiche, le due monoposto di Woking hanno confermato la ritrovata efficienza segnando sempre i migliori tempi e solo alla fine Vettel, grazie anche alla sua classe, ha strappato la prima fila insinuandosi tra i due avversari. »Sono molto orgoglioso e felice - ha detto alla fine Hamilton - perchè siamo stati gli unici finora a strappare la pole alla Red Bull. Questo risultato è una delle cose migliori che mi sono capitate da un pò, mi dà una grande carica, ma alla fine è domani che conta. Jenson e io dovremo fare del nostro meglio«. Button ha chiosato: »Siamo forti, peccato non aver avuto una macchina così prima«. Non pare troppo preoccupato Sebastian Vettel: »È evidente che le McLaren sono molto competitive - ha detto il tedesco -, ma gli siamo stati addosso e siamo davvero vicini, più di quanto non si pensasse. Domani prevedo una gara dura, già nel primo giro, e lunga. Molte cose possono succedere e gli pneumatici saranno cruciali«. Per le Ferrari il distacco è netto, praticamente un secondo per Felipe Massa, quinto, e di 1,2 secondi per Fernando Alonso, piuttosto corrucciato alla fine. Il brasiliano, 150 Gran Premi domani, sembra prendere la situazione con più filosofia: »Ho fatto un buon giro e sono sicuro che in gara si potrà fare meglio. Qui l'anno scorso ho preso l'ultimo podio, spero di ripetermi».

Anche Alonso conta sulla gara, sperando di ripetere quanto avvenuto domenica scorsa in Giappone: «Due macchine vanno meglio, almeno in qualifica, noi ci giochiamo il quinto e il sesto posto«. Lo spagnolo ha dato prova del suo malumore rispondendo in modo piccato a chi gli chiedeva del nuovo alettone anteriore. »Sono sesto«, ha replicato, per poi dire che »le decisioni tecniche non spettano ai giornalisti, ma alla squadra«. Poca voglia di sorridere, insomma, dato che »credo che la McLaren abbia preso la Red Bull, mentre Felipe e io possiamo lottare tra noi«. Dietro alle due Rosse in quarta fila partiranno Nico Rosberg (Mercedes), che ha fatto molto meglio del compagno di squadra Michael Schumacher, solo 12/o, e il russo Vitaly Petrov, su una Lotus che va migliorando. Curiosamente, in quinta fila ci saranno i due piloti della Force India, Di Resta e Sutil, che nel terzo turno delle qualifiche hanno preferito non scendere in pista per preservare le Pirelli super soft per la gara.

FONTE: Leggo.it

1 commenti:

BRUNI
...Non sono d'accordo sul greco. Sei volte meglio di Russo e/o Esposito, anche se lento. E poi ha fisico...
A parte che ha fatto poco, Juanito poi mi sembra sprecato a fare la fascia nel 4-1-4-1 col quale giochiamo.
E poi....perchè Bjelanovic titolare ormai al posto di Ferrari?
Si è mangiato un gol sullo svarione dello stopperone polacco....

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini