.

Sempre perso col SASSUOLO! E' ora di 'svoltare'... Mercato: LE NOCI inseguito da BENEVENTO, SORRENTO ed AVELLINO, PICHLMANN da tutta la 1^ Divisione e dal CITTADELLA, per far posto a BJELANOVIC uno fra i due potrebbe essere di troppo...

Pubblicato da andrea smarso venerdì 19 agosto 2011 21:51, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento


SASSUOLO-HELLAS VERONA
Partita molto insidiosa quella dei gialloblù contro i neroverdi di PEA, la squadra costruita dal 'figliol prodigo' (forzato) BONATO nel tempo si è dimostrata pragmatica e da quando è stata promossa è tra le squadre più solide della cadetteria; può vantare un attacco di tutto rispetto con gli esperti bomber MARTINETTI e NOSELLI ed il 'furetto' BOAKIE che nel secondo turno ha fatto letteralmente impazzire le 'vespe' di Castellammare...
A centrocampo occhio ai vari CINELLI e LARIBI che sanno come giostrare la palla mentre in difesa gli scaligeri non troveranno l'ex MASSONI appena vinto alle buste proprio contro il VERONA.

Una vera e propria 'bestia nera' la squadra modenese per l'HELLAS che l'ha incontrata tre volte nella storia e ha sempre perso: due volte nel campionato di 1^ Divisione 2007-2008 (1 a 2 all'andata a SASSUOLO e 0 a 2 al 'Bentegodi') e in Coppa Italia nel terzo turno nella stagione 2009-2010.
Consoliamoci col fatto che MANDORLINI, incontrando il SASSUOLO sulle panchine di TRIESTINA, SPEZIA e PADOVA, non ha mai perso!

Fra i convocati non c'è PICHLMANN alle prese con un infortunio, ma torna SCAGLIA che era squalificato contro il VICENZA; prima chiamata ufficiale per D'ALESSANDRO e JORGINHO, fuori NATALINO, DIANDA, CAMPAGNA e FERREIRA...

Questi i 18 calciatori convocati da PEA tecnico del SASSUOLO: Bassi, Pomini, Cappelletti, Consolini, Laverone, Longhi, Piccioni, Rea, Terranova, Cofie, Laribi, Magnanelli, Troiano, Valeri, Boakye, Falcinelli, Marchi, Sansone diretta radio su Modena Radio City anche su web... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]



L'ultimo SASSUOLO-VERONA di Coppa Italia finito 2 a 0 per i padroni di casa il 14 Agosto 2009...

MERCATO
Il BENEVENTO su CECCARELLI e LE NOCI! Mah... Qualcosa di vicino al vero potrebbe riguardare l'attaccante attualmente 'sesta scelta' del mister dopo BERRETTONI, FERRARI, GOMEZ TALEB, MANCINI e PICHLMANN, poco credibile invece che il capitano della promozione lasci i gialloblù...
Intanto CIOTOLA si è trasferito al COMO.
Capitolo BJELANOVIC: Siamo ancora in alto mare perchè l'agente di Sasa stà cercando di trovare un accordo con l'HELLAS ma al tempo stesso dovrà incontrare a breve la dirigenza del LIVORNO... Questa empasse potrebbe rilanciare Igor BUDAN attaccante che il PALERMO stà cercando di piazzare in prestito ma che non vorrebbe scendere di categoria anche se con una maglia prestigiosa come quella gialloblù (su di lui, si vocifera, anche il VARESE)

Torna BIASI?
GIBELLINI continua a sondare il terreno per portare in riva all'Adige un difensore di categoria, possibilmente esperto, per puntellare la retroguardia gialloblù: probabilmente accantonato TREVISAN del PADOVA, impensabile la cessione di HALLFREDSSON per arrivare a DI CESARE (che fra l'altro ha un ingaggio ritenuto fuori portata), le idee nuove potrebbero essere ZOBOLI del BRESCIA e l'ex Dario BIASI, 32enne nativo di Isola della Scala, attualmente al FROSINONE...

PICHLMANN panchinaro di lusso?
L'austriaco non partirà nel tridente titolare ed insieme a LE NOCI (che piace a BENEVENTO, SORRENTO ed AVELLINO ) rischia di diventare un panchinaro 'scomodo' considerando ingaggio e prestigio del giocatore ecco perchè molti sono i pretendenti di Thomas in Prima Divisione (e pure il CITTADELLA in B) ma il VERONA, una volta di più dopo l'uscita di DI GENNARO al LANCIANO nella scorsa stagione, dovrebbe sobbarcarsi almeno una parte dell'ingaggio di PICHLMANN o alla meno peggio lasciarlo partire a costo zero dopo l'oneroso acquisto...
Insomma le casse gialloblù non potrebbero sopportare un'altra 'batosta' del genere e GIBELLINI assicura che l'ex GROSSETO non è assolutamente un problema, che nella squadra toscana ha segnato tanto anche partendo dalla panchina e che partirà solo ed esclusivamente a fronte di un'offerta degna!
Ma tra il dire il fare ci potrebbe essere di mezzo proprio BJELANOVIC: chi gli dovrebbe far posto davanti?


LEGNAGO SALUS 1-5 HELLAS VERONA
Per l'amichevole infrasettimanale MANDORLINI 'risparmia' i titolari per il terzo tuno di Coppa Italia (a Modena contro il SASSUOLO sabato prossimo) e schiera tutte le seconde linee più i primavera RAVELLI, TAZZARI e CORBO (l'unico a non scendere in campo).
In gol per i gialloblù: LE NOCI al 37° su rigore, TACHTSIDIS al 42°, ANDERSON (che si è svincolato ma si allena con la prima squadra) al 59°, TAZZARI al 80° ed infine RAVELLI al 91°.

L'esperto centrale sloveno FILEKOVIC in campo tutta la gara (ancora non si è capito se ha superato la prova), esordio per gli ultimi arrivati NATALINO e D'ALESSANDRO.
In porta NICOLAS sostituito da DAVIA' all'82°.


DICONO
MANDORLINI sull'impegno di domani in Coppa Italia contro il SASSUOLO squadra allenata in passato dal tecnico ravennate «Nel corso di quell'avventura siamo sempre stati in testa, chiesi qualcosa nel corso del mercato di gennaio, poi i rapporti andarono un pò peggiorando. Comunque un'annata positiva, se sia stata un'occasione mancata dovete chiederlo ai dirigenti emiliani, le opportunità vanno colte quando si presentano. I punti di vista erano diversi, per loro contava mantenere la categoria senza rimanere invischiati nella lotta play-out, con aspettative diverse rispetto a quanto espresso dalla squadra. Quella neroverde è una società sanissima con un grande proprietario, si lavora sicuramente bene, ma non c'entra nulla con la nostra piazza per quanto riguarda l'atmosfera e la carica dell'ambiente» HellasVerona.it

ALTRE NEWS IN ALLEGATO
CAMPAGNA ABBONAMENTI sempre a gonfie vele per la scietà di Via Torricelli: Alla fine del secondo giorno di vendita libera sono 8.654 le adesioni totali!
SPOSTATA LA GARA TRA JUVE STABIA ED HELLAS! La partita, prevista per martedì 30 Agosto al 'Menti' di Castellammare, è stata spostata a mercoledì 31 con inizio alle 20.45 per tutelare l'ordine pubblico in virtù del concomitante match NOCERINA-BRESCIA che potrebbe creare problemi di ordine pubblico a causa della rivalità fra i tifosi scaligeri e quelli bresciani.
NUOVA AMICHEVOLE PER I GIALLOBLU': Lunedì 22 agosto alle 16:30 contro lo ZEVIO che da quest'anno milita in Promozione...

Slovan Bratislava vs AS Roma 1-0Lazio Rabotnicki 6-0 highlights

IN BREVE A PIÉ PAGINA
EUROPA LEAGUE: Non convince la ROMA di Luis ENRIQUE che perde di misura in Repubblica Ceca contro il modesto SLOVAN BRATISLAVA, la LAZIO 'asfalta' il RABOTNIKI a domicilio...
LIGA SPAGNOLA: Finisce nel peggiore dei modi la Supercoppa spagnola nel 'clasìco' numero 215 con MOURINHO che aggredisce il vice di GUARDIOLA e fa brutti gesti nei confronti della 'Pulce Atomica' leo MESSI (vero mattatore e autore di una tripletta); finisce 3 a 2 per i blaugrana e 'El Pais' attacca 'REAL MADRID club di camorristi!'

RASSEGNA STAMPA
19/08/2011
TIM CUP 2011-2012: i convocati per Sassuolo-Hellas Verona.
Oggi pomeriggio il Sassuolo Calcio ha sostenuto una seduta di rifinitura presso lo Stadio Ricci. Subito dopo l'allenamento il tecnico neroverde Fulvio Pea ha convocato per la partita di TIM CUP Sassuolo-Hellas Verona (in programma domani allo Stadio Braglia, fischio d'inizio alle 19) i seguenti 18 calciatori: Bassi, Pomini, Cappelletti, Consolini, Laverone, Longhi, Piccioni, Rea, Terranova, Cofie, Laribi, Magnanelli, Troiano, Valeri, Boakye, Falcinelli, Marchi, Sansone.
La squadra si ritroverà questa sera alle 19,30 all'Hotel 2 Pini di Corlo di Formigine per il ritiro pre-partita.

19/08/2011
Sassuolo-Hellas Verona di TIM CUP in diretta radiofonica su Modena Radio City
L'incontro di calcio Sassuolo-Hellas Verona, 3° turno eliminatorio della TIM CUP 2011-2012 in programma Sabato 20 Agosto alle ore 19 allo Stadio Braglia di Modena, sarà integralmente trasmesso in diretta radiofonica sulle frequenze di Modena Radio City, emittente ufficiale del Sassuolo Calcio, con la radiocronaca di Paolo Seghedoni.
Aree d'ascolto e frequenze di Modena Radio City: MODENA E PROVINCIA (Mhz 91.200 - 92.700 - 92.900 - 98.000); REGGIO EMILIA E PROVINCIA (Mhz 92.700 - 92.900); SASSUOLO (Mhz 101.000); VIGNOLA E COMPRENSORIO (Mhz 92.700); PAVULLO E FRIGNANO (Mhz 96.400); SESTOLA E FANANO (Mhz 95.000).

FONTE: SassuoloCalcio.it


CALCIOMERCATO
ESCLUSIVA TLP - Le big di Prima Divisione sognano Le Noci
19.08.2011 13:30 di Nicolò Schira
Le big della Prima Divisione hanno messo nel mirino l'attaccante dell'Hellas Verona, Giuseppe Le Noci quale ultimo colpo per rinsaldare le ambizioni di promozione. Sono particolarmente interessate all'ex capocannonniere della Lega Pro targata 2009/10 sia il Sorrento che il Benevento, anche negli ultimi giorni bisogna registrare i sondaggi effettuati pure da Avellino e Pro Vercelli nei confronti dellla punta cresciuta nel settore giovanile della Lazio.

CALCIOMERCATO
Benevento, in attacco caccia a Le Noci e Sau
19.08.2011 10:20 di Nicolò Schira
Il Benevento vuol fare le cose in grande per completare il proprio parco attaccanti: sulla lista del diesse Bifulco ci sono il bomber del Foggia, Marco Sau e il fantasista dell'Hellas Verona, Giuseppe Le Noci. Al momento appare estremamente probabile che uno dei due indossi la maglia giallorossa nella prossimo campionato.

CALCIOMERCATO
ESCLUSIVA TLP - Avellino, sfuma la pista Pichlmann
18.08.2011 22:30 di Nicolò Schira
Nelle ultime ventiquattro ore diverse, testate avevano riportato il nome di Thomas Pichlmann fra gli obiettivi di mercato dell'Avellino: l'attaccante ex Grosseto piaceva agli irpini, così come al Cittadella, tuttavia il giocatore momentaneamente non si muoverà da Verona, anche perchè deve recuperare da un infortunio. Dunque, sia i campani che i veneti, a questo punto dovranno virare su altri obiettivi.

ALTRE NEWS
Como, Ciotola è carico: "La mia esperienza al servizio dei giovani"
18.08.2011 12:50 di Redazione TLP
Fonte: LaProvinciadiComo.it
Nicola Ciotola, dribbling e tecnica al servizio del Como. Risolto il giallo del contratto con la firma del presidente Antonio Di Bari, Ciotola può cominciare la sua esperienza a Como. Ventisette anni, Ciotola arriva da una stagione sfortunata: prima i problemi con il Taranto, al momento dell'arrivo di Dionigi in panchina, poi alla Juve Stabia, con un ginocchio malandato e operato a fine stagione.
Ma la convalescenza è quasi finita per l'attaccante esterno, ex Verona, Avellino e Pisa, in serie C e B, con quattro play off disputati in carriera, due vinti (Pisa e Juve Stabia) e due persi (Pisa e Verona). E ora è pronto a recitare un ruolo da protagonista nell'attacco del Como.

Che giocatore è Ciotola?
"Sono tecnico, mi piace saltare l'avversario e fare qualche gol. Sulla trequarti posso giocare ovunque, ma le mie stagioni migliori sono state a sinistra".

In una squadra giovane come il Como quanto conterà la tua esperienza?
"Ho scelto Como perché è una piazza importante, dove voglio rilanciarmi. Sono abituato alle sfide importanti e alle piazze che non si accontentano di un campionato mediocre. Sono pronto".

Benevento, caccia a due pilastri dell'Hellas Verona

17.08.2011 21:00 di Nicolò Schira
Il Benevento per rinforzare la propria difesa e il proprio attacco ha messo nel mirino il difensore dell'Hellas Verona, Lorenzo Ceccarelli, mentre in avanti potrebbe arrivare in giallorosso la punta gialloblù Giuseppe Le Noci.
FONTE: TuttoLegaPro.com


SERIE B
Verona, Pichlmann piace al Cittadella
19.08.2011 16.31 di Ivan Cardia
Praticamente fatta per Sasa Bjelanovic (32), il Verona potrebbe pensare di sfoltire l'attacco. In particolare, l'austriaco Thomas Pichlmann sarebbe finito nel mirino del Cittadella.

SERIE A
Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e ufficialità del 18 agosto
Il punto su tutte le trattative della giornata di calciomercato appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e ufficialità, ecco le notizie più importanti. A cura di Alessio Alaimo e Antonio Gaito

19.08.2011 02.00 di Alessio Alaimo

...

LIVORNO, DUE REGALI DA SIENA. BRESCIA DA DECIFRARE. ALTRI COLPI PER VERONA E JUVE STABIA - Il Livorno prova a piazzare un doppio colpo per sbloccare un mercato molto difficile. Il club di Spinelli vuole sfruttare i buoni rapporti con il Siena per strappare due giocatori utili al gioco di Novellino come Troianiello per la fascia destra e di Codrea in cabina di regia. Piace sempre Manuel Giandonato ma il centrocampista della Juventus vorrebbe rimanere in A dove è stimato da tanti club che chiedono il prestito. La telenevola tra il Verona e Sasa Bjelanovic sembra concludersi nel migliore dei modi. La firma dell'attaccante è ad un passo dopo che Mandorlini si è esposto in prima persona con il giocatore. Il giocatore formerà un parco attaccanti di livello con Thomas Pichlmann, Emanuele Berrettoni e Giuseppe Le Noci. Per la difesa, invece, l'obiettivo numero uno è Davide Zoboli del Brescia ma l'operazione è molto difficile. In dirittura d'arrivo l'ufficialità di Moussa Kone a Pescara. Da domani il giocatore potrebbe aggregarsi già alla squadra di Zeman. Verso l'ufficialità anche il passaggio di Sergio German Romero alla Sampdoria. Il portiere è in Italia e quest'oggi svolgerà le visite mediche con i blucerchiati. Il Torino stringe per Francesco Cosenza. Il club di Cairo vede nel difensore della Reggina l'obiettivo numero uno per rinforzare la retroguardia. Gianluca Nocentini è ad un passo dalla Juve Stabia. La firma dell'esperto difensore centrale, classe '78, dovrebbe arrivare entro questo fine settimana. Le vespe dopo Danilevicius aspettano il momento propizio per strappare Massimo Ganci al Pescara dove non ha più un ruolo di primo piano. Sul mercato del Brescia ancora da decifrare è intervenuto il presidente Gino Corioni: "Per Caracciolo aspettiamo l´offerta migliore, quella più consona al valore del giocatore. Kone ha tante offerte ed è normale visto che si tratta di un grande talento. Arcari rimarrà ma il nostro estremo difensore titolare sarà Leali, il più forte ´93 d´Europa nel suo ruolo. L´anno scorso abbiamo fatto una squadra esperta ma non abbiamo raggiunto l´obiettivo della salvezza. Quest´anno, invece, abbiamo tanti giovani cresciuti nel nostro vivaio: puntiamo a vincere, poi vedremo quello che passerà il convento".

LE UFFICIALITA' -La Fiorentina ha prelevato dal Genoa in comproprietà il centrocampista Houssine Kharja (classe '82). L'ex interista ha sottoscritto un contratto biennale con opzione per il terzo anno. Due colpi in prospettiva dell'Atalanta che ha formalizzato l'acquisizione dei baby Angelo Lallo e Massimiliano Fabbri. Il terzino Lallo arriva a titolo definitivo dalla Tritium mentre Fabbri, attaccante classe '95, arriva in prestito con diritto di riscatto dal Castelnuovo Garfagnana. In B si muove la Reggina che ha ufficializzato l'arrivo di Ramos Borges Emerson. Il difensore brasiliano, in Italia da otto anni, arriva dal Lumezzane dove ha disputato le ultime tre stagioni. Tanti, invece, i movimenti in Lega Pro. Il Benevento ha ceduto a titolo temporaneo il portiere Lorenzo Agostini, classe 93, al Celano mentre in entrata ha reso noto di aver prelevato dal Teramo in prestito il difensore Marco Ciampi, classe 92'. Triplo colpo del Savona che si è aggiudicato Carmine Giorgione, lo scorso anno alla Valenzana; Francesco Tangredi, scuola Chievo ma lo scorso anno in prestito al Guidonia e Lorenzo Gelfusa dal Brindisi. Doppio colpo invece per l'Avellino che ha preso in comproprietà il brasiliano William Clovis Justino, proveniente dal Grosseto, e Marcello Falzerano, esterno d'attacco del Chievo che nello scorso campionato ha giocato nella Salernitana. Si muove anche il Chieti che ha formalizzato l'accordo con Lorenzo Petroni, difensore classe 1992 proveniente dall'Ascoli che invece ha ufficializzato l'arrivo di Gianluca Giovannini dal Padova a titolo definitivo. Dalla Sampdoria, invece, arriva il rinforzo per il Pergocrema: Vedran Celjak, terzino destro classe '91 che era arrivato in blucerchiato dall'NK Zagabria. L'Auxerre ha ufficializzato l'arrivo di Edouard Cissé. Il calciatore aveva rescisso il proprio contratto con l'Olympique Marsiglia. Il difensore Carlos Bocanegra ha firmato un triennale con i Rangers Glasgow. L'americano lascia il Saint Etienne con cui aveva un contratto fino al 2012. L'ex Lazio, Thomas Hitzlsperger, ha firmato un triennale con il Wolfsburg.

PRIMO PIANO
Hellas Verona, boom abbonamenti: oltre quota 8.000
18.08.2011 21.02 di Federico Errante per tuttob.com
Fonte: Tuttohellasverona.it
Grande risultato nella prima mattina di vendita libera della campagna abbonamenti del Verona: in poche ore (i bigonci sono stati aperti con largo anticipo rispetto alle 10.30 previste, il dato si riferisce alle 12) sono state sottoscritte quasi mille nuove tessere. Decine i tifosi in coda che torneranno allo sportello oggi pomeriggio e nei prossimi giorni di vendita.
A ieri, il periodo di prelazione faceva segnare 7.004 abbonamenti staccati. Oggi, già a metà mattinata, si contavano oltre 8.000 tessere. Il numero è dunque destinato a crescere ancora.

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Verona, due nomi per la difesa
18.08.2011 13.31 di Andrea Losapio
Alla ricerca di un difensore di esperienza, il Verona ha messo gli occhi su Davide Zoboli, calciatore del Brescia. Pista alternativa è quella che porta a Dario Biasi, l'anno scorso a Frosinone.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Palermo, la situazione di Igor Budan
IL CALCIATORE NON E' CONVINTO DI ANDARE IN SERIE B

18.08.2011 11.55 di Alessio Alaimo
È una delle situazioni più complesse del mercato del Palermo. Il direttore sportivo rosanero, Sean Sogliano, sta lavorando per la cessione di Igor Budan, probabilmente in prestito. L'ariete croato è stato accostato nell'ordine a Verona e Varese. Tutto vero, ma lo stesso Budan tentenna un po' perché non sembra molto propenso a scendere di categoria. Sul Verona ci sta pensando e non è ancora convinto (solo perché i veneti militano in B), mentre difficilmente prenderebbe in considerazione l'ipotesi Varese. A meno che il Palermo e la società lombarda non trovino un'intesa economica che possa soddisfare pienamente il calciatore, il cui ingaggio è di 1 milione a stagione per due anni. Tuttavia la soluzione Varese appare difficile e probabilmente non particolarmente gradita al giocatore, che sta valutando l'interesse del Verona nei suoi confronti.

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Hellas, Berrettoni verso il rinnovo
18.08.2011 13.10 di Andrea Losapio
Emanuele Berrettoni è sulla via del rinnovo con l'Hellas Verona. Il giocatore, prodotto delle giovanili della Lazio, dovrebbe ricevere anche un adeguamento contrattuale.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Hellas Verona, ecco il futuro di Le Noci
19.08.2011 18:22 di Nicolò Schira
Lo cerca mezza Lega Pro, eppure l'attaccante Giuseppe Le Noci non ha alcuna intenzione di lasciare Verona. Infatti la punta ex Pergocrema ha instaurato un ottimo rapporto con la tifoseria ed inoltre si trova bene nella compagine scaligera e vorrebbe misurarsi con la Serie B. Ora bisognerà valutare se l'intenzione della dirigenza gialloblù è la medesima dato che Gibillini stava valutando le richieste arrivate da Benevento, Sorrento e Avellino per il suo numero sette.

PRIMO PIANO
Hellas Verona-Bjelanovic: ci siamo
19.08.2011 00:28 di Nicolò Schira
Fonte: Luca Ngoi
In vista delle ultime due settimane di mercato si va sempre più definendo anche il parco attaccanti del Verona, che proprio in queste ore sembra aver convinto, tramite il proprio allenatore Andrea Mandorlini, l’ex Ascoli Sasa Bjelanovic il quale dunque molto probabilmente andrà ad aggiungersi ad una rosa offensiva che può già contare su nomi quali Thomas Pichlmann, Emanuele Berrettoni e Giuseppe Le Noci e che punta fortemente ad incassare reti pesanti per la salvezza gialloblu. Per l’attaccante croato sembrano dunque sfumare le diverse opzioni che si erano create negli ultimi giorni, con Livorno e Avellino in prima linea a far concorrenza agli scaligeri che pare dunque abbiano definitivamente battuto la concorrenza. . Bjelanovic ha giocato l’ultima stagione con la maglia dell’Atalanta ma ne è rimasto deluso avendo trovato poco spazio (appena 12 presenze con un goal all’attivo) e dunque è pronto a tornare in Veneto per rinverdire i fasti della sua prima stagione italiana nel Vicenza quando andò (per l’unica volta) in doppia cifra con ben undici centri.

PRIMO PIANO
Juve Stabia-Verona, spostamento al 31?
18.08.2011 14:59 di Federico Errante
Fonte: tuttojuvestabia
Secondo ultime indiscrezioni la gara Juve Stabia - Hellas Verona, prevista per martedì 30 Agosto al "Menti" di Castellammare, dovrebbe essere stata spostata a mercoledì 31 con inizio alle 20.45 presso l'impianto di Via Cosenza. Il prefetto di Napoli avrebbe preso tale decisione per tutelare l'ordine pubblico in virtù del concomitante match Nocerina - Brescia che potrebbe creare non pochi disagi a causa dell'accesa rivalità fra i tifosi scaligeri e quelli bresciani.

FONTE: TuttoB.com


Calciomercato Verona, ESCLUSIVO/ agente Bjelanovic: “C’è anche il Livorno su di lui”
Sasa Bjelanovic è sicuramente uno dei volti più chiacchierati di questo calciomercato. Il giocatore è stato associato a molti club, ma sembra che alla fine l’Hellas Verona possa portarselo a casa.
E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com il suo agente Danilo Caravello, che ha chiarito la situazione.

C’è il Verona su Bjelanovic?
“Sì, stiamo provando a trovare un accordo”.

Ma ci sono anche altre squadre?
“Sì, dobbiamo vederci la prossima settimana con il Livorno”.

C’è qualcosa di definito però?
“Per ora non ci si può sbilanciare, perchè non c’è niente di definito”.
Matteo Fantozzi

FONTE: SerieBNews.com


Bjelanovic, la ciliegina sulla torta dell'Hellas?
NESSUNA RIVOLUZIONE. Il mercato estivo chiuderà ufficialmente i battenti mercoledì 31 luglio. il club di via Torricelli prima di acquistare deve sfoltire la «rosa». L'attaccante potrebbe ritrovare Mandorlini in gialloblù, per la difesa si pensa a Biasi. Torregrossa è stato ceduto al Monza, Ciotola vicino al Como, in partenza anche Le Noci
19/08/2011
Forse c'è ancora spazio per un colpo. Lo chiede da tempo Andrea Mandorlini. Il Verona versione cadetta è stato ringiovanito, ritoccato. Non certo rivoluzionato. Il tecnico adesso aspetta una pedina di esperienza. Forse due. La società di via Torricelli si trova, però, nell'esigenza di vendere e di sfoltire la «rosa». E proprio dalla cessione di uno o più giocatori dipenderà il mercato in entrata.

ASPETTANDO SASA. Da tempo si parla di lui. Di fatto, da quando Mandorlini è arrivato a Verona. Sasa Bjelanovic è l'attaccante scelto dall'allenatore gialloblù per impreziosire il reparto d'attacco. Un'alternativa sicura per Ferrari. Tenendo conto che in scuderia c'è comunque ancora Thomas Pichlmann, uno che in B ha sempre fatto gol, raggiungendo la doppia cifra. Oggi l'Hellas pare essere in piena corsa per l'attaccante dell'Atalanta. Pare, poi, che la concorrenza non sia così irresistibile. Il club Centenario può lavorare sul prestito. Sasa difficilmente resterà all'Atalanta. Chiuso da una concorrenza che non gli lascia respiro. L'ipotesi Verona, allora, potrebbe rappresentare soluzione gradita anche per lui. Mandorlini ha avuto modo di conoscerlo nella sua avventura al Cluj. La serie B è vetrina rispettabile. La piazza veronese garantisce emozioni e visibilità.

UOMINI MERCATO. Il possibile arrivo a Verona di Bjelanovic è legato per forza di cose alla partenza di almeno uno degli attaccanti titolari. Per tipologia vien da pensare subito a Pichlmann. Non avrebbe senso avere in scuderia in un colpo solo Ferrari, Bjelanovic e Piki. Troppa grazia. E all'Hellas oggi sono molto attenti al budget e agli equilibri di squadra. Sull'austriaco, però, per il momento c'è stato solo un sondaggio dell'Avellino e nelle ultime ore del Cittadella. Approcci timidi, niente di più. In più l'intenzione dell'attaccante è quella di dimostrare tra i cadetti tutto il suo valore, riscattando una stagione in chiaroscuro. Altro giocatore molto chiacchierato è Beppe Le Noci. Per lui si è mosso qualcosa. Ma oggi non si può dire che ci sia una «pista calda» da seguire in uscita. La Pro Vercelli aveva chiesto lumi, successivamente per Le Noci si sono messe alla finestra Sorrento e Benevento. Ma anche qui non c'è stato seguito. Intanto è stato ufficializzato ieri il passaggio in prestito di Ernesto Torregrossa al Monza. Nicola Ciotola, invece, vestirà la maglia del Como. Di ritorno dalle Universiadi a l'attaccante Giovanni Vriz verrà proposto come opzione il passaggio alla Vibonese.

IDEA BIASI. Il Verona non è riuscito a riportare in gialloblù Vergini che è rimasto in Argentina. In queste ore, allora è spuntata un'idea: far tornare all'Hellas Dario Biasi. Il difensore di Borgo Roma nella scorsa stagione ha giocato in B al Frosinone, società che lo ha prelevato a titolo definitivo dal Cagliari. All'Hellas ha giocato dal 2002 al 2006 e dopo una breve parentesi al Genoa è rientrato nel gennaio 2007. Anche per lui l'ipotesi Verona potrebbe risultare certamente gradita. Il club ciociaro aveva già avuto modo di trattare con la società di Martinelli per un possibile scambio tra Ciotola e Stellone. Ma poi non se n'era fatto nulla. In questi giorni potrebbero arrivare novità. S.A.

Il Verona di... scorta ne fa 5 al Legnago
L'AMICHEVOLE. Buone indicazioni per Mandorlini, alternative ok
Debutto per Natalino e D'Alessandro, i due nuovi

19/08/2011
LEGNAGO
Vince e convince anche il Verona Due. Mister Mandorlini mescola le carte, manda in campo i giovani, i nuovi arrivati, quelli che hanno trovato poco spazio finora ma il risultato non cambia.
L'Hellas rifila cinque reti al Legnago e conquista il primo Memorial Sandrini organizzato sul campo di Legnago e promosso da Agsm Servizi.
Lo spirito è sempre quello, si va in campo per vincere, in campionato, in Coppa o in amichevole. Squadra compatta, buona l'organizzazione di gioco, grande equilibrio tra i reparti.
Il Legnago fa quello che può, resta in partita fino al quarantesimo del primo tempo quando Correzzola risponde alla rete del vantaggio firmato da Le Noci, poi molla gli ormeggi e si arrende.
All'inizio qualche incertezza ci può stare. D'altronde i gialloblù hanno Nicolas tra i pali, una coppia inedita di centrali come Natalino e Filekovic, Cangi e Pugliese sulle fasce.
A centrocampo Tachtsidis, Doninelli e Galli, in avanti Mancini, Le Noci e D'Alessandro, anche lui al debutto in maglia gialloblù. Passano i minuti e la squadra si ritrova. I difensori registrano il reparto arretrato, a centrocampo trovano il modo di arginare le sfuriate di Acka sulla fascia destra, in attacco si vede qualche buona geometria. Dopo la mezzora la manovra offensiva dei gialloblù prende ritmo, al 37' arriva il vantaggio, Fallo in area su Le Noci, l'attaccante del Verona va sul dischetto e non lascia scampo a Pinzan.
Passano solo pochi minuti e il Legnago pareggia. Bel colpo di testa di Ferretti, palla sul palo, Correzzola brucia tutti sul tempo e fa centro. La gioia dei biancazzurri dura solo sessanta secondi, sul ribaltamento di fronte i gialloblù ripassano in vantaggio.
Cross in area, respinge la difesa del Legnago, Tachtsidis trova il sinistro perfetto da venti metri e Pinzan raccoglie per la seconda volta la palla in fondo al sacco.
Nella ripresa Mandorlini cambia tutto o quasi. Restano in campo solo Nicolas e i due centrali difensivi ma il copione non cambia.Verona in avanti con buone trame offensive, Legnago che cerca di ripartire affidandosi a Ferretti, Correzzola, Guardigli e Zerbato.
Al 14' arriva la terza rete del Verona, bello il cross dalla destra di Jorginho, Anderson sbuca sul secondo palo e batte ancora Pinzan con un colpo di testa molto preciso.
La partita perde ritmo, il Legnago è stanco ma si getta in avanti alla ricerca del secondo gol. Ci prova in tutti i modi ma non si passa. Anzi, negli ultimi minuti l'Hellas mette a segno altri due gol che arrotondano il bottino gialloblù.
Al 35' Tazzari pesca l'incrocio dei pali con una gran botta dal limite, all'ultimo minuto Ravelli fa cinquina e chiude definitivamente la partita.L.M.

Natalino insegue un grande sogno con l'Hellas
IL «RAGAZZO DI CALABRIA». Cresciuto nel Crotone è stato acquistato a 16 anni da Inter e Genoa per una cifra record. Ha già debuttato in serie A e in Champions: «Sono felice della scelta fatta. Il campionato di serie B è difficile ma aiuta i giovani a crescere. Un esempio da seguire? Zanetti»
18/08/2011
Strappato alla sua terra in nome di un sogno. Trasformarlo in splendida realtà del calcio italiano. Ragazzo di Calabria baciato dal talento. Tanta corsa, tanta qualità. Poche parole, tanti fatti. Felice di nome. E di fatto. Perché Felice Natalino, nuovo acquisto del Verona di Mandorlini, arriva all'Hellas con un solo obiettivo: convincere l'Inter, suo club di appartenenza, di avere fatto la cosa giusta qualche anno fa, quando i nerazzurri in compartecipazione con il Genoa prelevarono il difensore dalle giovanili del Crotone mettendo sul tavolo un milione e duecentomila euro. Bella cifra per un ragazzino di appena sedici anni. Natalino è talento puro. Acerbo, ma non potrebbe essere altrimenti. Scaltro quanto basta per meritare una vetrina tutta sua. All'Inter ha respirato profumo di Primavera, un gruppo di «talentini» molto vicini alla prima squadra. È stato allenato da Fulvio Pea, guarda caso allenatore oggi del Sassuolo, e prossimo avversario del Verona in Coppa Italia. In quella nidiata di piccoli campioni c'era pure Denis Alibec, attacante ancora nel mirino del club di Giovanni Martinelli.

LA PRIMA VOLTA. Natalino ha già avuto modo di esordire in serie A. È successo lo scorso campionato. Alla guida dell'Inter c'era ancora Rafa Benitez. Capita nel novembre 2010, il 28 per la precisione. San Siro la sua casa. Il «Meazza» teatro di un sogno che si avvera. Entra a gara in corso al posto di Santon. L'Inter ne rifila cinque al Parma. Poi lui dirà: «Non mi aspettavo di entrare in campo, ma ammetto che ci speravo. È andata bene, Emozionato? Sì, ma credo che questa emozione non mi abbandonerà mai, perché giocare in questo stadio è sempre un'esperienza speciale. I miei modelli? Tutti interisti: Zanetti, Materazzi, Lucio».

DIECI GIORNI DA PAURA. Natalino vive emozioni straordinarie nell'arco di dieci giorni. Perché dopo il debutto del 28 novembre, trova la settimana successiva la prima partita da titolare contro la Lazio all'Olimpico. Zarate lo fa ammattire, i nerazzurri perdono tre a uno. Benitez lo manderà in campo tre giorni dopo anche in Champions contro il Werder Brema. L'esonero dell'allenatore spagnolo, però, vedrà il difensore calabrese rientrare nei ranghi della Primavera. Bella storia comunque. In attesa magari di ritornare in prima squadra con alle spalle un bagaglio di esperienza importante. Felice ha già capito tutto: «Ho sperimentato allo stesso tempo la durezza e la bellezza della serie A. Non puoi mollare neanche un secondo perché, soprattutto se sei molto giovane, un solo errore può compromettere un'intera partita»,

HELLAS E MITI. Il Verona adesso gli offre una chance decisamente importante. Dopo la visita agli Dei dell'Olimpo del calcio italiano, Felice inizia a camminare per le vie del calcio. L'aria di provincia potrà aiutarlo a crescere in fretta. «Il mio trasferimento all'Hellas - spiega il difensore - coincide con un'avventura totalmente nuova. Spero che questa sia un'annata positiva per tutti. Se devo indicare un atleta a cui mi ispiro, provenendo dall'Inter penso a Javier Zanetti, da cui c'è sempre da prendere esempio. Ma anche Ranocchia è diventato nel ruolo il mio riferimento italiano. E poi è un ragazzo molto disponibile con il quale è possibile sempre confrontarsi».

GRAZIE PEA. «Sono contentissimo di essere arrivato in gialloblù - spiega ancora Natalino - . Quello di Serie B è un campionato difficile nel corso del quale spero di esprimere al meglio le mie qualità. Il mio ruolo è quello del difensore centrale, anche se col passare del tempo mi sono adattato a fare l'esterno destro».
«Quando il mister mi chiede di fare qualcosa - conclude - non mi tiro mai indietro, prima di tutto viene la squadra. Gioco indifferentemente in una posizione piuttosto che nell'altra. Sono qui da poco mo ho già legato con Doninelli, mio conterraneo. Alibec? Beh, lo conosco molto bene. Dovesse arrivare credo che potrebbe dare il suo contributo alla causa del Verona. E' un ottimo esterno d'attacco». E domenica arriva il Sassuolo. Natalino non dovrebbe essere in campo ma ritroverà il tecnico che lo ha guidato alla Primavera. «Mister Pea confessa il difensore mi ha dato davvero tanto. E penso sia stato fino ad oggi l' allenatore più importante per la mia crescita».S.A.

Si chiude la prelazione Inizia la vendita libera
CAMPAGNA ABBONAMENTI. Più di settemila

18/08/2011
Si è chiusa ieri sera alle 18.30 la prima fase della campagna abbonamenti dell'Hellas Verona per la stagione di serie B che inizierà venerdì 26 agosto alle 19, in casa con il Pescara. La prima fase è stata riservata ai vecchi abbonati. 7004 le sottoscrizioni effettuate finora. Da questa mattina inizia la vendita libera.

I BIGLIETTI. Il Sassuolo ha reso noto che sono disponibili i biglietti per il terzo turno eliminatorio di Tim Cup, in programma sabato alle 19 allo stadio di «Braglia». I tagliandi potranno essere acquistati in tutte le filiali della Banca Popolare dell'Emilia Romagna e nei punti vendita Index Best Union di Verona e provincia, la lista ufficiale si può consultare sul sito del Verona.

I PREZZI. Questi i prezzi. Tribunissima (Settore T) Intero euro 15 (no ridotti). Tribunissima Laterale (Settore D) Intero euro 10. Ridotto Donna e Under 18, euro 1. Tribuna Coperta (Settori AB e EF) Intero euro 10 Ridotto Donna e Under 18 euro 1. Poltronissime e Distinti Immergas Intero euro 5 Ridotto Donna e Under 18 1 euro. Settore Ospiti - solo in prevendita e solo per i possessori della tessera del tifoso 5 euro, non ci sono ridotti.M.C.

Amichevole di lusso contro il nuovo Legnago
18/08/2011
Amichevole di lusso in riva al Bussè. Questa sera il Legnago ospita al «Sandrini» l'Hellas Verona di Mandorlini neopromosso in serie B. Il calcio d'inizio alle 20,30. L'importante «evento passerella» dei gialloblù è stato denominato 1° Memorial Mario Sandrini per ricordare l'ex centrocampista del Legnago e medico al quale è stato dedicato nel giugno 2006 lo stadio legnaghese dopo un referendum del nostro giornale con 2200 schede spedite all'assessorato allo sport del comune di Legnago.
Dopo la partita con l'Hellas lo stadio legnaghese resterà inagibile fino all'11 settembre per lavori di carotatura e semina. Il Legnago ha infatti chiesto di giocare in trasferta sia il primo turno di Coppa Italia che la prima del campionato di serie D che inizia il 4 settembre.

CHE TIFOSI. L'allenatore biancazzurro Andrea Orecchia promette un Legnago motivato per far bella figura contro i gialloblù. Il preparatore atletico biancazzurro Davide Sganzerla e il fisioterapista Massimo Giammarino tifosissimi dei gialloblù sono contentissimi di vedere a tu per tu i loro beniamini. Mentre la squadra biancazzurra è in rodaggio, continuano le discussioni e lo stupore fra i tifosi per la divisione fra il Legnago e il Cerea inseriti in due gironi diversi della serie D.

AMARCORD. Ricordiamo che anche nel campionato 2001-2002 accadde una simile divisione fra squadre veronesi distanziate da pochi chilometri. Legnago e Cologna Veneta infatti furono dirottate in gironi diversi e il Legnago, inserito nel girone E, fu costretto a lunghe trasferte per incontrare Civitanovese, Fano, Maceratese,Monturanese, Nuova Jesi, Real Montecchio di Pesaro, Tolentino, Vigor Senigallia.

IL GIRONE C. Il Legnago è stato inserito nel girone C con Belluno, Concordia Sagittaria di Venezia, Delta Porto Tolle di Rovigo, Giorgione di Castelfranco a Treviso, Itala San Marco di Gradisca d'Isonzo in provincia di Gorizia, Mezzocorona di Trento, Montebelluna di Treviso, Montecchio di Vicenza, Pordenone, Sacilese a Pordenone, San Giorgio di Brunico (Bolzano), Sandonà del Piave a Venezia, Sanvitese (Pordenone) Sarego di Vicenza, Tamai di Pordenone, Union Quinto di Treviso, Venezia. Superfavorito il Venezia. A.N.

FONTE: LArena.it


Campagna abbonamenti, siamo in 8.654
19/08/2011 - 18:55
Anche il secondo giorno di vendita libera ha fatto registrare ritmi elevati da parte dei sostenitori gialloblù
VERONA - Secondo giorno di vendita libera per la campagna abbonamenti 2011/12 dell'Hellas Verona. Nella serata di venerdì è stata raggiunta quota 8.654 adesioni.

Il club scaligero rende noto che sabato mattina, dalle 9:30 alle 12:30, è possibile ritirare l'abbonamento relativo alle ricevute stampate giovedì e venerdì.

Chi non ha ancora presentato per la prima volta la richiesta per la tessera del tifoso ed intende sottoscrivere l'abbonamento in modo da assistere alla 1a gara di campionato, in programma venerdì prossimo col Pescara, deve presentarsi al bigoncio entro le 18:30 di lunedì 22.
Ufficio Stampa

Sassuolo-Hellas Verona: 21 convocati
19/08/2011 - 19:35
Due portieri, sei difensori, otto centrocampisti e cinque attaccanti per il 3° turno eliminatorio di TIM Cup
SANDRA' - Andrea Mandorlini ha convocato 21 gialloblù per Sassuolo-Hellas Verona, 3° turno eliminatorio di TIM Cup, in programma alle 19 di sabato 20 agosto allo stadio "Braglia" di Modena. Assente Pichlmann: l'austriaco, sottoposto ad una consulenza ortopedica per valutare l’instabilità del ginocchio, conseguenza di qualche problema muscolare, si sottoporrà in questi giorni a sedute di fisioterapia.

Portieri: Nicolas, Rafael
Difensori: Abbate, Cangi, Ceccarelli, Maietta, Pugliese, Scaglia;
Centrocampisti: Doninelli, Esposito, Galli, Hallfredsson, Jorginho, Mancini, Russo, Tachtsidis;
Attaccanti: Berrettoni, D'Alessandro, Ferrari, Gomez, Le Noci.
Ufficio Stampa

Statistiche: Sassuolo, per i gialloblù tabù da sfatare
19/08/2011 - 11:05
Nessun incrocio in passato tra i due allenatori, con Mandorlini che ha già affrontato i neroverdi in 4 occasioni, alla guida di Triestina, Spezia e Padova
VERONA - Sassuolo tabù da sfatare per l'Hellas Verona: nei tre precedenti, gialloblù sempre sconfitti con due reti al passivo. Nessun incrocio in passato tra i due allenatori, con Mandorlini che ha già affrontato i neroverdi in 4 occasioni, alla guida di Triestina, Spezia e Padova. Bilancio di 2 vittorie e due pareggi.

Per vedere tutte le statistiche, pubblicate sul sito ufficiale del club emiliano, clicca qui
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Tutti si sono mossi positivamente"
18/08/2011 - 23:38
"Questo test ha permesso di mettere minuti nelle gambe di chi è sceso in campo un pò meno, sono molto contento"
LEGNAGO - "Questo test ha permesso di mettere minuti nelle gambe di chi è sceso in campo un pò meno, sono molto contento. Ci teniamo a far bene ed onorare gli impegni, bisogna sempre dimostrare di essere una formazione importante. Tutti si sono mossi positivamente nonostante la poca brillantezza dovuta ai carichi di lavoro". Commenta così Andrea Mandorlini l'amichevole vinta a Legnago.

Sabato nuova sfida di TIM Cup, stavolta col Sassuolo, un'altra ex squadra del tecnico gialloblù: "Nel corso di quell'avventura siamo sempre stati in testa, chiesi qualcosa nel corso del mercato di gennaio, poi i rapporti andarono un pò peggiorando. Comunque un'annata positiva, se sia stata un'occasione mancata dovete chiederlo ai dirigenti emiliani, le opportunità vanno colte quando si presentano. I punti di vista erano diversi, per loro contava mantenere la categoria senza rimanere invischiati nella lotta play-out, con aspettative diverse rispetto a quanto espresso dalla squadra".

"Quella neroverde è una società sanissima - prosegue l'allenatore dell'Hellas Verona - con un grande proprietario, si lavora sicuramente bene, ma non c'entra nulla con la nostra piazza per quanto riguarda l'atmosfera e la carica dell'ambiente".
Ufficio Stampa

Legnago Salus-Hellas Verona 1-5
18/08/2011 - 22:22
Allo stadio "Sandrini" i gialloblù superano i padroni di casa con una cinquina: in gol Le Noci, Tachtsidis, Anderson, Tazzari e Ravelli
LEGNAGO - Prove generali in vista del 3° turno di TIM Cup per i gialloblù, di scena al "Sandrini" di Legnago per affrontare la formazione locale, che milita in Serie D. Mandorlini si affida dal 1' agli ultimi acquisti Natalino e D'Alessandro, risparmiando Rafael, Maietta, Ceccarelli, Scaglia, Russo, Esposito, Hallfredsson, Berrettoni, Ferrari, Pichlmann e Gomez.

PRIMO TEMPO. Al 2' Zerbato approfitta di un corto appoggio di Pugliese per arrivare in profondità e scoccare il destro, Nicolas fa sua la sfera in due tempi. Lancio dalle retrovie per Le Noci (8'), l'ex Pergocrema scambia con l'accorrente Galli ma la difesa spazza. Cross dalla sinistra su cui Zerbato fa la sponda (13'), Correzzola colpisce al volo, l'estremo difensore scaligero blocca. Tentativo dal limite di D'Alessandro (22') di poco a lato. L'esterno scuola Roma viene imbeccato al 24' al vertice dell'area piccola e cerca il diagonale, palla sul fondo. Mancino fuori di poco al 27' Ferretti, abile a controllare ai venti metri ed eludere l'intervento di Natalino. Tiro-cross di Correzzola al 35', Ferretti arriva in ritardo in spaccata. Hellas in vantaggio al 37': Le Noci, atterrato in area di rigore, spiazza dai sedici metri Pinzan. I padroni di casa pareggiano nel giro di pochi minuti con Correzzola (41'), che sugli sviluppi di un calcio di punizione prima incorna di testa, poi ribadisce in rete la respinta di Nicolas. Al 42' gli uomini di Mandorlini trovano il vantaggio con un sinistro dalla distanza di Tachtsidis.

SECONDO TEMPO. Al 48' Anderson triangola con Dianda, che gli restituisce la sfera, e conclude di sinistro verso il palo lontano, Pinzan manda in angolo. Al 59' Dianda lancia per Ferreira, appoggio a Ravelli che di destro impegna il numero uno legnaghese. Tris gialloblù pochi istanti dopo con Anderson, che di testa supera Pinzan impattando un cross dalla bandierina. All'80' arriva il poker firmato da Tazzari, con una botta di sinistro dai venti metri che finisce sotto l'incrocio dei pali. All'89' destro insidioso di Dianda dalla distanza, Pancera respinge. Ravelli incorna su calcio d'angolo di Anderson e mette alle spalle del portiere avversario al 91'.

Legnago Salus-Hellas Verona 1-5
Marcatori: 37' rig. Le Noci, 41' Correzzola, 42' Tachtsidis, 59' Anderson, 80' Tazzari, 91' Ravelli

Legnago: Pinzan (78' Pancera); Acka, Friggi (80' Recchia), Giacomazzi, Trevisani; Zerbato (76' Pigaiani), Guardigli (54' Vezù), Segato; Valente (77' Bedoni); Ferretti, Correzzola (67' De Col).
A disposizione: Carollo, Dengo, Guerra.
Allenatore: Andrea Orecchia

Hellas Verona: Nicolas (82' Da Vià); Cangi (46' Campagna), Filekovic, Natalino (68' Tazzari), Pugliese (46' Bertolucci); Doninelli (46' Dianda), Tachtsidis (46' Jorginho), Galli (46' Campisi); Mancini (46' Ferreira), Le Noci (46' Ravelli), D'Alessandro (46' Anderson).
A disposizione: Corbo.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Arbitro: Stefano Zeviani (Sez. arbitrale di Legnago)
Note. Ammoniti: -. Espulsi: - . Recupero: 0'-0'. Spettatori: 1.000 circa
Ufficio Stampa

Campagna abbonamenti, partita la vendita libera
18/08/2011 - 18:50
Raggiunta giovedì sera quota 8.295 sottoscrizioni. Definiti dalla biglietteria gialloblù gli orari di apertura dello sportello n.1 dello stadio "Bentegodi"
VERONA - Terminata la prima fase della campagna abbonamenti 2011/12, attivata per il campionato bwin, ha avuto il via questa mattina la vendita libero. Gli abbonamenti hanno raggiunto quota 8.295.

La biglietteria gialloblù ha definito gli orari di apertura dello sportello n.1 dello stadio "Bentegodi": mercoledì 21 settembre il termine ultimo per aggiudicarsi un posto fisso in occasione delle gare casalinghe della squadra scaligera.

Campionato bwin, variazione per la 2a giornata
18/08/2011 - 15:19
Disposto dal Presidente della Lega di Serie B che Juve Stabia-Hellas Verona si giochi mercoledì 31 agosto alle 20:45
MILANO - Il Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie B, preso atto della richiesta di differimento ad altra data pervenuta dal Ministero dell’Interno - Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, ha disposto che Juve Stabia-Hellas Verona, 2a giornata del campionato Serie bwin 2011/2012, si disputi mercoledì 31 agosto alle 20:45 anzichè martedì 30 agosto.
Ufficio Stampa

Lunedì pomeriggio test con lo Zevio
18/08/2011 - 14:34
Un altro impegno è stato segnato sull'agenda dei gialloblù in preparazione all'inizio del campionato. Ceccarelli e compagni in campo alle 16:30
VERONA - Un'altra amichevole è stata segnata sull'agenda dei gialloblù in preparazione all'inizio del campionato Bwin 2011/12.

Lunedì 22 agosto alle 16:30 la formazione di Mandorlini sarà di scena a Zevio per affrontare la formazione locale, che milita nel campionato di Promozione.
Ufficio Stampa

Calciomercato, Torregrossa ceduto al Monza
18/08/2011 - 11:12
L'attaccante classe '92, cresciuto nell'Udinese, si trasferisce al club lombardo con la formula del prestito
VERONA - Hellas Verona rende noto di aver ceduto l'attaccante Ernesto Torregrossa al Monza.

La punta classe '92, negli ultimi mesi del campionato scorso al Siracusa, si trasferisce al club lombardo con la formula del prestito.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it





[OFFTOPIC]
EUROPA LEAGUE: Non convince la ROMA di Luis ENRIQUE che perde di misura in Repubblica Ceca contro il modesto SLOVAN BRATISLAVA, la LAZIO 'asfalta' il RABOTNIKI a domicilio...
LIGA SPAGNOLA: Finisce nel peggiore dei modi la Supercoppa spagnola nel 'clasìco' numero 215 con MOURINHO che aggredisce il vice di GUARDIOLA e fa brutti gesti nei confronti della 'Pulce Atomica' leo MESSI (vero mattatore e autore di una tripletta); finisce 3 a 2 per i blaugrana e 'El Pais' attacca 'REAL MADRID club di camorristi!'

EL PAÌS ATTACCA MOURINHO: "REAL CLUB CAMORRISTA"
Venerdì 19 Agosto 2011 - 12:16
MADRID - Josè Mourinho sempre di più nella bufera. L'attacco, duro, stavolta arriva addirittura da El Pais, il più importante quotidiano generalista spagnolo, che dopo il nuovo show negativo del tecnico portoghese che mercoledì notte al termine della finale di Supercoppa ha infilato un dito nell'occhio al secondo allenatore del Barcellona Tito Vilanova. Il presidente Florentino Perez «deve decidere ora se il Real Madrid è il Real Madrid o una squadra camorristica» scrive l'autorevole quotidiano. L'ennesima vittoria del Barcellona non è andata giù al tecnico portoghese che mentre si scatenava la rissa dopo un brutto fallo di Marcelo su Fabregas si è avventato su Vilanova. Il brutto gesto, e l'atteggiamento complessivo di Mourinho, ha suscitato un ondata di critiche e di condanne in Spagna, la cui eco non si spegne a due giorni di distanza. El Pais parla di una «aggressione codarda» a Vilanova: poi, aggiunge, «invece di scusarsi, gli ha mancato di rispetto con una faccia da anatra reale». «Nessuno, e meno che mai il Real Madrid, può tollerare questo atteggiamento» scrive El Pais, che ricorda la gloriosa tradizione del club madrileno e invita Perez a «chiarire in pubblico quali siano le sue intenzioni» nei confronti di un tecnico «che ha sporcato l'istituzione (del Real, ndr) davanti a tutto il mondo». Quello di Mourinho, afferma il quotidiano, è stato in realta «un dito nell'occhio di Florentino Perez».

LA LAZIO È UNA VALANGA: 6-0 AL RABOTNIKI -VIDEO
Venerdì 19 Agosto 2011 - 03:17
Ultimo aggiornamento: 03:20
ROMA - Poco più che una sgambata, buona soprattutto per ipotecare la qualificazione alla fase a gironi dell'Europa League, con un 6-0 che avrebbe potuto essere molto più largo, e a regalare un pò di spettacolo ai 25 mila accorsi all'Olimpico per l'esordio ufficiale della stagione della Lazio, colorato dalle capriole di Hernanes, che ha sbloccato il risultato al 20', e Cissè, a segno due volte nella ripresa, dopo i gol. Ma più che sul campo, dove la formazione biancoceleste, ha dominato dall'inizio alla fine contro un avversario, i macedoni del Rabotnicki (zero tiri verso la porta laziale), che in Italia faticherebbero in Lega Pro, l'attenzione del popolo laziale è stata dedicata all'assente Zarate, inneggiato più volte dalla curva Nord, e al tecnico Reja, reo di aver mandato il numero 10 argentino in tribuna. Una decisione vivamente contestata dai tifosi della Lazio, che al momento dell'annuncio dello speaker hanno sommerso di fischi l'allenatore goriziano, e che conferma come Mauro Zarate sia sempre più ai margini del nuovo progetto biancoceleste. All'inizio della ripresa una parte della curva laziale ha mostrato uno striscione con la scritta, «Reja: la Nord è con te», a conferma di una spaccatura dei tifosi nei confronti del tecnico. Tutti hanno invece osannato Cissè, di fatto, già idolo indiscusso del popolo laziale. Insomma, un caso, quello di Zarate, che ora deve trovare velocemente una soluzione, visto che la fine del mercato si avvicina e, nonostante i rumors che vedono l'argentino sul taccuino dell'Arsenal, le offerte stentano ad arrivare, come ha confermato in giornata il fratello e procuratore di Zarate. «Ho parlato stamattina con Maurito ed era avvilito. Perchè in tribuna? Chiedetelo a Reja, visto che non c'è nessuna trattativa in corso - ha ammesso - Il motivo della sua esclusione è puramente tecnico, la scelta è stata presa dall'allenatore. Per quanto riguarda il futuro lui vuole restare per giocare, non certo per essere mandato continuamente in panchina». Al festival del gol hanno preso parte il solito Mauri, autore del 2-0, bravissimo nell'inserimento, dopo l'ottima sponda di Klose, e Rocchi su assist di un tonico Hernanes. Non è mancato l'apporto di Klose che, dopo il secondo passaggio gol per Cissè - autore di una doppietta prima con un tiro a giro di destro e poi con un colpo di testa - ha finalmente trovato la via del gol proprio all'ultimo minuto dopo un appoggio di Rocchi. A cinque dalla fine l'ovazione meritata concessa da Reja a Cissè, già entrato nel cuore non solo dei tifosi, ma anche del tecnico.

LA ROMA NON SEGNA PIÙ: 0-1 A BRATISLAVA -VIDEO
Venerdì 19 Agosto 2011 - 03:10
Ultimo aggiornamento: 03:12
BRATISLAVA - La Roma paga anche a Bratislava la propria incapacità a far gol. Limita i danni, perchè perde solo per 1-0, anzichè incassare tre reti come nei test estivi con Paris SG (di soli 45') e Valencia, ma continua a non segnare ed alla fine perde una partita che avrebbe potuto far sua, specie per quanto fatto nel primo tempo, quando si era vista una squadra, quella di Luis Enrique, superiore all'avversaria ma incapace di finalizzare. L'allenatore ci aveva messo del suo, escludendo a sorpresa dal tridente d'attacco titolare sia Totti che Borriello, al posto dei quali mandava in campo Okaka e Caprari. Quest'ultimo, peraltro, nel primo tempo risultava fra i migliori sfiorando per due volte la rete. Ma non è certo da un ragazzino alle prime esperienze, per quanto bravo, che deve venire la scossa, e la Roma per la prima volta 'americanà (in tribuna c'era il nuovo 'boss' dei giallorossi Thomas Dibenedetto) parte con una sconfitta, recuperabile al ritorno fra una settimana soltanto se la squadra si scoprirà finalmente capace di segnare. Anche Luis Enrique, intervistato da Mediaset Premium subito dopo la fine della partita, ha ammesso che è stata la poca concretezza a penalizzare la sua Roma: «Non abbiamo concretizzato - ha detto il tecnico - nonostante il fatto di aver tenuto in mano la partita per lunghi tratti. Poi alla fine si è vista la differenza di ritmo con una squadra che ha già nove partite ufficiali nelle gambe. Sono contento perchè si è già visto qualcosa di mio nei meccanismi, purtroppo nel calcio se non metti la palla dentro non c'è niente da fare». Ma come si spiega l'esclusione iniziale di Totti? «Ho scelto quelli che per me erano i migliori per questa partita - ha risposto lo spagnolo -, e non sono pentito. Ora possiamo ribaltare il risultato a Roma, ma dobbiamo stare attenti». Quella dei primi 45' era stata una buona Roma, che aveva tenuto costantemente in mano le redini del gioco rischiando poco. I giallorossi sfioravano il gol al 19' con Caprari, che servito da Cicinho, al termine di una bella azione manovrata, piazzava un destro che finiva fuori di poco. L'altra occasione della Roma era per Okaka, che anticipava sul primo palo il suo marcatore diretto ma alzava sopra la traversa con l'esterno. Fra le note positive del primo tempo anche Viviani, uno dei migliori per ordine e personalità. Nella ripresa la Roma cercava di controllare il match, ma alla distanza veniva fuori il maggior 'fondò dello Slovan, che ha nelle gambe già alcune giornate di campionato ed il preliminare di Champions in cui è stato eliminato. I padroni di casa si rendevano pericolosi al 7' con Bagayoko che dalla sinistra crossava per Kladrubsky 'a rimorchiò, che tirava alto. Poi era ancora lo Slovan a rendersi pericoloso con Sebo su passaggio del solito Bagayoko. Il gol arrivava a 10' dalla fine: su calcio d'angolo battuto da Zofcak, Dobrotka s'inseriva indisturbato in area e colpiva di testa, con il pallone che passava sotto il braccio di Stekelenburg. La reazione romanista produceva solo un bel rasoterra di Totti al 90' e proprio l'espressione scontenta del capitano, grande escluso di oggi (ma Luis Enrique non fa sconti a nessuno), alla fine della partita era il commento più eloquente a questo risultato della Roma.

FONTE: Leggo.it

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini