.

Dopo l'amichevole vinta col CASALE con doppietta di FERRARI e reti di HALLFREDSSON e GOMEZ si chiude il ritiro estivo, tra una settimana parte uficialmente la stagione con il turno di Coppa Italia e l'agognato derby col VICENZA! Abbonamenti: è febbre!

Pubblicato da andrea smarso domenica 7 agosto 2011 14:08, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento


MERCATO
Insieme a NATALINO in arrivo anche ALIBEC? Dato ormai per certo l'arrivo del promettente difensore (dopo esseere stata disputata la SuperCoppa tra MILAN e INTER il 6 Agosto a Pechino), dai nerazzurri potrebbe arrivare anche il giovane attaccante rumeno seguito da tempo da GIBELLINI che però sembra stia osservando anche D'ALESSANDRO giovane puntèro della ROMA.
Gianmarco ZIGONI: In vantaggio al momento sarebbe il CITTADELLA ma VERONA, SASSUOLO e JUVE STABIA continuano ad inseguire.
Dalla Lega Pro il SORRENTO insiste per avere PICHLMANN: il centravanti austriaco sarebbe la ciliegina sulla torta del mercato dei costieri che vedono poche alternative a Thomas (ma nel frattempo sono arrivati a SCAPPINI, vecchio 'pallino' dell'ex SARRI, per cui è probabile che si fermino lì)...

Centrocampo 'idea' BOTTONE: il giocatore appena retrocesso col FROSINONE è stato comunque autore di una stagione positiva in Serie B ed in passato ha militato nel CLUJI di MANDORLINI; su di lui anche il SASSUOLO dell'ex (e almeno da chi scrive anche rimpianto) diesse BONATO

C'è RAFAEL e RAFAEL...
...Quale vorrebbe ATZORI (tecnico della DORIA)? Chiaro che quello che gioca nel SANTOS e ha appena vinto la Coppa Libertadores gode di un prestigio maggiore ma è altrettanto chiaro che un guardiapali valutato 15 milioni se ne andrebbe dal Sudamerica solo a fronte di una grande offerta e sicuramente non per giocare in cadetteria! Ecco allora spiegato l'equivoco che nei giorni scorsi aveva accostato il ben più famoso RAFAEL al nostro DE ANDRADE provocando un minestrone di informazioni che non ha certo contribuito a chiarire la situazione che per quanto riguarda il VERONA è la seguente:
Il portiere titolare ormai da qualche stagione in gialloblù, se ne andrebbe solo in caso di offerta irrinunciabile che al momento la SAMP non può (o non vuole) dare anche se l'operazione sarebbe graditissima al suo allenatore (che non ha mancato di elogiare il nostro anche dopo l'amichevole tra scaligeri e blucerchiati) e non sembra comunque nelle intenzioni della società affidarsi ad un altro numero 1, quindi a meno di clamorosissime novità (anche il CESENA aveva messo gli occhi sul brasiliano) RAFAEL è destinato a rimanere almeno un'altra stagione in riva all'Adige... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


LEGENDA: In grassetto i nomi sicuri del futuro HELLAS VERONA.
I ruoli con il link conducono alla scheda relativa al tesserato.
I nomi depennati sono di giocatori che non faranno più parte della rosa o giocheranno temporaneamente altrove.

 RUOLO NOMESTATO DEL CONTRATTO E NOTE
ALL.MANDORLINI Contratto rinnovato... A furor di popolo!
POR.NICOLAS Aggregato al gruppo da Febbraio
POR.RAFAEL Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
DIF.ABBATE Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
DIF.ANDERSON Definitivo, in scadenza a Giugno 2013
DIF.BERTOLUCCI In compr. con la SANGIOVANNESE, è stato acquisito alle buste
DIF.CAMPAGNA Era in comproprietà con la JUVENTUS, è stato acquisito alle buste
DIF.CANGI Definitivo, fino a Giugno 2013
DIF.CECCARELLI Definitivo, fino a Giugno 2012?
DIF.DIANDA Rientra dal prestito alla JUVE STABIA (20 presenze 0 gol)
DIF.MAIETTA Definitivo, in scadenza a Giugno 2013
DIF.PUGLIESE Torna dal prestito al VARESE (38 presenze 1 gol)
DIF.SCAGLIA Definitivo, in scadenza a Giugno 2012?
CEN.DONINELLI Prestato dal GENOA
CEN.CAMPISI Torna dal prestito al MONZA (24 presenze 0 gol)
CEN.ESPOSITO Definitivo, in scadenza a Giugno 2012?
CEN.FERREIRA Arriva dal VARESE in prestito con diritto di riscatto
CEN.GALLI Arriva dal PARMA in prestito con diritto di riscatto
CEN.HALLFREDSSON Risc. dalla REGGINA (350mila Euro), definitivo fino Giugno 2013?
CEN.JORGINHO Torna dal prestito alla SAMBONIFACESE
CEN.MANCINI Acquisito alle buste dal SIENA per 80mila Euro
CEN.RUSSO Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
CEN.TACHTSDIDIS Prestato con diritto di riscatto e controriscatto dal GENOA
ATT.BERRETTONI Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
ATT.CIOTOLA Def. (Giu. 2012) torna dal prestito alla JUVE STABIA (via TARANTO)
ATT.FERRARI Definitivo, fino al 2013?
ATT.GOMEZ TALEB Def. (Giu. 2012) torna dal prestito al GUBBIO (31 Presenze 18 gol)
ATT.LE NOCI Definitivo, fino al 2013?
ATT.PICHLMANN Definitivo, in scadenza a Giugno 2013
ATT.TORREGROSSA Era in comproprietà con l'UDINESE, è stato acquisito alle buste
ALL.GIANNINI Esonerato l'8 Novembre scorso, in scadenza a Giugno 2012
POR.CAROPPO Era in comproprietà, è stato riscattato dal BRESCIA
DIF.MALOMO Prestato dalla ROMA è stato girato al PRATO a Gennaio
DIF.MASSONI Era in comproprietà è stato riscattato dal SASSUOLO
DIF.PERETTI Svincolato, è stato ingaggiato dalla SAMBONIFACESE (II Div.)
DIF.VERGINI Torna all'OLIMPIA ASUNCION in Paraguay per fine prestito
CEN.GARZON Scaduto il contratto con l'HELLAS ha firmato per il LECCO
CEN.KHADREJNANE Fino a Gennaio ha giocato con la Berretti... Poi?
CEN.MARTINA RINI Torna al BRESCIA per fine prestito
CEN.PAGHERA Torna al BRESCIA per fine prestito
ATT.DI GENNARO Dopo la rescissione consensuale si è accasato al BARLETTA
ATT.NAPOLI Tornato all'INTER e girato alla JUVE STABIA
ATT.SCAPINI Contratto scaduto probabilmente non verrà rinnovato
ATT.SELVA Scaduto il contratto con l'HELLAS si allena col SANTARCANGELO
ATT.TIBONI Tornato all'ATALANTA per fine prestito è stato prestato al FOGGIA

VERONA 4-1 CASALE
MANDORLINI schiera nel primo tempo il 4-3-3 che potrebbe assomigliare molto a quello che scenderà in campo contro il VICENZA: RAFAEL in porta protetto dalla coppia CECCARELLI-MAIETTA al centro e ai lati
SCAGLIA ed ABBATE.
Centrocampo versione 2010-2011 con ESPOSITO play centrale fra HALLFREDSSON a sinistra e RUSSO a destra.
Tridente d'attacco formato da FERRARI boa centrale e, sulle estreme, BERRETTONI e GOMEZ.

I gialloblù partono all'attacco ed il primo tiro avversario nello specchio avviene solo dopo venti minuti.
Alla mezz'ora il doppio vantaggio firmato FERRARI bravo a sfruttare un bell'assist di GOMEZ TALEB (cresce bene l'intesa fra i due) e poi a bucare il poriere avverso da calcio di rigore.
Nel secondo tempo spazio a PUGLIESE sulla corsia sinistra di difesa e a CANGI su quella di destra, in attacco BERRETTONI fa spazio a LE NOCI e FERRARI viene sosttuito da PICHLMANN.
Al 55° il terzo gol scaligero con HALLFREDSSON che spiazza POMAT con un secco diagonale (su assist gentilemente fornito dallo scatenato 'Juani' GOMEZ TALEB).
I nerostellati segnano il gol della bandiera cinque minuti più tardi con TADDEI bravo a procurarsi e a trasformare un calcio di rigore.
Il mister ne approfitta per dare il cambio a RUSSO (con JORGINHO) e ad HALLFREDSSON (con TACHTSIDIS) e finalmente tocca anche a GOMEZ TALEB raccogliere pesonalmente la gloria dopo un'azione da manuale con CANGI che mette la palla sulla testa di PICHLMANN che fa da boa e regala all'argentino una facile occasione.
A questo punto entrano NICOLAS in porta, DIANDA, FERREIRA ed infine CAMPAGNA: il vice-RAFAEL ha comunque il tempo di mettersi in mostra in un paio di occasioni e si chiude con una occasione fallita da CAMPAGNA su palla tesa fornita da PICHLMANN.


DICONO
Alla fine del ritiro, ad una settimana dal via della stagione, MANDORLINI valuta squadra, mercato e lavoro effetuato dopo l'ultima amichevole col CASALE «E' stata l'ultima partita del ritiro estivo, forse la testa era più verso il rientro a casa, però abbiamo fatto bene. Nessuno si è fatto male, sappiamo che il ritmo in futuro dovrà essere diverso ma siamo solo al diciannovesimo giorno di lavoro. Col Casale un buon allenamento. I tasselli si valutano quando ci sono, non si può parlare al condizionale. Gli elementi a disposizione stanno crescendo di condizione, alla società ho già detto cosa penso».
Luci puntate sul derby di TIM Cup, ad una settimana dall'appuntamento atteso per quattro anni: «L'Hellas deve ripassare le cose che già conosceva. Abbiamo una settimana davanti, le motivazioni contano molto per cui l'impegno inciderà a livello mentale. Ci attende una partita che conta, vedremo» HellasVerona.it

RUSSO fa un bilancio del ritiro: «Siamo abbastanza soddisfatti del ritiro, che si conclude con un'amichevole importante. A tratti è stato giocato un buon calcio, soprattutto dopo aver sbloccato la partita. Chi gioca col Verona mette il massimo dell'impegno, tutto ciò serve per entrare in clima campionato. Il bilancio è positivo, sono stati portati a casa un buon lavoro e pochi infortuni, ora magari siamo un pò imballati ma ci sarà tempo per ritrovare la forma. La mentalità è quella di chi deve affrontare una battaglia tutte le settimane»
Il 14 a Vicenza il via ufficiale alla nuova stagione, con un impegno di TIM Cup: «Non dobbiamo mettere da parte l'entusiasmo ma ripartire da questo fattore. C'è un grande pubblico dalla nostra parte, potrebbe essere l'arma in più per fare il salto di qualità».

L'avvocato Fanini spiega le posizioni dell'HELLAS e del suo diesse dopo l'inchiesta 'Last Bet': «Il direttore sportivo Gibellini ha deciso di patteggiare. La pena di cinque mesi sarà da scontare non appena verrà pubblicato il comunicato. Per quanto riguarda il Verona l'intenzione è quella di andare al dibattimento. Tornando a Gibellini, giusto per essere precisi: non potrà svolgere le sue normali funzioni per tutta la durata della pena. Quindi non potrà essere operativo sul mercato proprio perché ha questo provvedimento che grava sulla sua posizione».
Poi una precisazione in merito alla posizione della società. «Il volere del presidente Martinelli è stato quello di andare a dibattimento, e quindi noi ci giocheremo tutte le nostre carte. Attendiamo fiduciosi l'esito del giudizio. In ogni caso con la nostra difesa il primo obiettivo è stato raggiunto. Ovvero, in seguito alla lettura della memoria difensiva, la Procura Federale ha richiesto solo la sanzione dell'ammenda e non della penalizzazione. A questo punto, ritenendo in ogni caso estremamente vessatoria anche l'entità dell'ammenda richiesta, pari a cinquantamila euro, auspichiamo che la Commissione valuti innanzitutto il proscioglimento della società, e qualora ritenga di non poter evitare la "spada di Damocle" della responsabilità oggettiva, quantomeno opti per una drastica riduzione della sanzione richiesta dal dottor Palazzi. Quanto emerso nel processo ha ulteriormente evidenziato l'assoluta marginalità della posizione dell'Hellas confermata dall'assoluta assenza di qualsivoglia intercettazione a proprio carico» LArena.it

MAIETTA 'Partire forte per essere la sorpresa della stagione' «Speriamo di entrare in forma prima degli altri battute a parte, sfruttiamo ogni occasione per crescere di condizione. Alla distanza gli allenamenti porteranno i loro frutti, mi auguri di partire forte. La sfida col Vicenza ci consentirà di entrare subito in clima campionato, conosciamo l'importanza del derby per la nostra città. Ho sempre creduto nelle potenzialità di questa formazione, mi auguro che il Verona sia la sorpresa della stagione» HellasVerona.it

MANDORLINI 'obiettivo VICENZA' «In questa fase iniziale di stagione è importante poter contare sulla disponibilità dei ragazzi, il fatto di raggiungere un adeguato livello di forma è solo una questione di tempo. Siamo ancora a mezzo servizio, abbiamo appena superato il sedicesimo giorno di lavoro. La distanza dall'obiettivo è ancora lunga, cerchiamo di arrivare ad un 70% col Vicenza, poi vedremo. La prima meta è proprio l'impegno di TIM Cup. La squadra sta lavorando molto molto bene, per questo sono contento. Ci teniamo ad arrivare dove vogliamo. Per quanto concerne il mercato, qualcosa dobbiamo fare, senza dubbio ci sono difficoltà per ogni club, vedremo. Ogni compagine deve valutare le proprie situazioni» HellasVerona.it


L'amichevole col CASALE ha segnato la fine del riti estivo a Castelrotto e tra una settimana è già tempo di Coppa Italia contro il VICENZA...

ALTRE NEWS IN ALLEGATO
CAMPAGNA ABBONAMENTI 2011/2012: Sono 3751 nella prima settimana gli abbonamenti rinnovati dal popolo gialloblù a dimostrare ancora una volta, se ce ne fosse stato bisogno, un grandissimo attaccamento all'HELLAS...
VICENZA-VERONA DI COPPA ITALIA: Prezzi, info e modalità di acquisto dei biglietti... La società vicentina offre forti sconti sull'acquisto del icket ai suoi abbonati.
CONFESERCENTI PREOCCUPATA: Le partite giocate alle 15.00 del Sabato obbligheranno gli ambulanti del mercato allo stadio a sbaraccare in tutta fretta, si ripropone un vecchio dilemma...
SPONSORIZZAZIONE AGSM: Ceolari indignati (e rosiconi tanto per cambiare...) interviene ufficialmente il club di via Torricelli invitando tutti a smetterla con le strumentalizzazioni ma così facendo incappa nella reprimenda di AssoStampa: «Assostampa Verona esprime il proprio disappunto per i contenuti e i toni del comunicato pubblicato ieri sul sito ufficiale dell’Hellas Verona e ribadisce il convincimento che i colleghi che hanno lavorato sulla vicenda della sponsorizzazione da parte di Agsm hanno fatto correttamente il loro mestiere a servizio dei lettori».
Ma per quanto ancora dovremo sorbirci questa seconda inevitabile polemica? Dal punto di vista della comunicazione on si può dire che la stagione 2011-2012 sia iniziata nel migliore dei modi per il VERONA!
ULTIMA AMICHEVOLE prima dell'avvio ufficiale della stagione in Coppa Italia contro il VICENZA Mercoledì 10 agosto ale ore 20:30 allo stadio "Tizian" di San Bonifacio.
GIANLUCA FALSINI ex terzino dell'HELLAS, che già collaborava con al società scaligera, sarà il nuovo allenatore degli Allievi Nazionali gialloblù...


AC Milan vs Inter Milan 1-1 Zlatan Ibrahimovic Goal

IN BREVE A PIÉ PAGINAAMICHEVOLI SERIE B: Ad ATZORI la SAMPDORIA vista contro l'HELLAS non è proprio piaciuta 'Atteggiamento di sufficienza...' CALCIO GIAPPONE: Muore MATSUDA, ex difensore della nazionale nipponica, per collasso cardiaco! Aveva solo 34 anni...
AMICHEVOLE ITALIA-SPAGNA PRANDELLI chiama DE ROSSI e DE SANCTIS.
EUROPA LEAGUE: Subito fuori il PALERMO... Per ROMA e LAZIO rispettivamente BRATISLAVA (Slovacchia) e RABOTNICKI (Macedonia)
CHAMPIONS LEAGUE: Urna sfortunata per l'UDINESE che trova l'ARSENAL ai preliminari.
SUPERCOPPA AL MILANche batte l'INTER 2 a 1 dopo un primo tempo favorevole ai nerazzurri che erano in vantaggio con una rete di SNEIJDER. Nel secondo tempo la spinta dei rossoneri havuto la meglio grazie ai gol del 'solito' IBRA e di BOATENG...
VITA DA EX: STAMILLA, HELLAS 2007-2008, nelle mire di SORRENTO e LUMEZZANE...

RASSEGNA STAMPA
06.08.11
Amichevole: Casale - Hellas Verona 1-4
Buon test per il Casale che impegna per lunghi tratti di gara, soprattutto nella prima mezz’ora, il blasonato Hellas Verona, neopromosso in serie B e più avanti nella preparazione. Il 4-1 finale con cui gli scaligeri si impongono sui nerostellati non deve ingannare perché gli uomini di mister Francesco Buglio hanno messo in difficoltà una formazione di caratura tecnica superiore, mostrando confortanti segni di crescita. Il gol della bandiera è stato segnato dal capitano Riccardo Taddei, su calcio di rigore.

La gara è iniziata con mezz’ora di ritardo a causa del traffico che ha ritardato l’arrivo di squadre e arbitri al ‘Briamasco’ di Trento. Il Verona parte forte e al 5’ viene annullato un gol a Gomez (colpo di testa su assist di Berrettoni) per fuorigioco. I nerostellati però crescono: al 13’ Vignati, di testa sugli sviluppi di un corner, impegna il portiere scaligero Rafael. Al 14’ Ferrari si trova solo davanti a Pomat, ma il giovane portiere nerostellato si supera e para in due tempi. Al 16’ è ancora Vignati, di testa su punizione, a impensierire Rafael. Tre minuti dopo, al 19’, ci prova Taddei con un sinistro di collo esterno, Rafael respinge. I valori tecnici del Verona escono fuori al 31’, quando Hallfredsson serve Gomez il quale libera Ferrari in area, che sblocca il risultato: 1-0. Lo stesso Ferrari, al 35’ subisce una trattenuta in area che costa il rigore, che lo stesso attaccante gialloblù trasforma: 2-0.

La ripresa si apre con tentativo del centravanti austriaco Pichlmann, appena entrato, che scheggia la traversa. Al 13’ il Verona fa tris: Gomez serve ad Hallfredsson un assist d’oro e, solo davanti a Pomat, infila nell'angolino basso. Al 15’ il Casale accorcia le distanze: Taddei viene atterrato in area e l'arbitro assegna il penalty. Lo stesso capitano nerostellato non sbaglia dal dischetto e firma il 3-1. Passano cinque minuti e il Verona chiude definitivamente la partita: rasoterra dal limite di Gomez che beffa il pur bravo Pomat e fissa il risultato sul 4-1.

Nel finale il Casale prova ad accorciare le distanze ancora con Taddei (conclusione di desto nelle mani di Nicolas) e Gatto (tiro dalla distanza), ma il punteggio non cambia più.

CASALE – HELLAS VERONA 1-4
Casale (4-4-1-1): Pomat (35’st Okumador); Garrone, Vignati, Granata (41’pt Ciccomascolo), Naglieri; Siega (22’st Napoli), Capellupo (22’st Gatto), Iannini (13’st Gonnella), Rodriguez; Taddei, Curcio (1’st Dalrio). A disp.: Germani, Angelotti. All.: Buglio

Hellas Verona: Rafael (27’st Nicolas); Abbate, Ceccarelli (1’st Cangi), Maietta (27’st Dianda), Scaglia (1’st Pugliese); Russo (18’st Jorginho), Esposito, Hallfredsson (18’st' Tachtsidis); Berrettoni (1’st Le Noci), Ferrari (1’st Pichlmann), Gomez (27’st Ferreira). A disp.: Campagna, Davià. All.: Mandorlini

Arbitro: Novellino di Brescia.
Assistenti: Martinazzoli e Bazzoli di Brescia
Reti: 31'pt e 35’pt' rig. Ferrari (HV), 13’st Hallfredsson (HV), 15’st Taddei rig. (C), 19’st Gomez (HV).

FONTE: CasaleCalcio.it


Sconto-derby per gli abbonati
VERSO LA COPPA ITALIA. Domenica 14 il debutto in gara ufficiale con il Verona e il club biancorosso vara un'iniziativa
Biglietti in vendita già da oggi per una delle sfide più attese che torna dopo quattro anni

05/08/2011
È già febbre-derby. Il Vicenza di Baldini debutterà in gara ufficiale domenica 14 agosto al Menti contro il Verona (inizio della partita alle ore 17) e da oggi per i tifosi biancorossi sarà possibile acquistare il biglietto in prevendita.
Considerata la curiosità per vedere all'opera la squadra affidata al nuovo allenatore e soprattutto il ritorno dopo quattro anni di una partita sentita come nessun'altra per la rivalità esistente con il Verona, non c'è dubbio che saranno in tanti, malgrado la vigilia di Ferragosto, a prenotare il tagliando al Menti.

Chi ha già rinnovato l'abbonamento o lo farà in questi giorni potrà beneficiare di un robusto sconto sul prezzo del biglietto per il derby. In base a quanto previsto dalla società infatti rispetto ai 40 euro per un tagliando in tribuna (30 ridotto e 5 junior) l'abbonato pagherà 25 euro; nel settore Distinti rispetto ai 20 euro del prezzo intero (15 ridotto e 3 junior) l'abbonato pagherà 10 euro; in curva Sud infine rispetto ai 10 euro del prezzo intero (e ridotto, 2 junior) l'abbonato pagherà 5 euro.
La vendita dei biglietti, ai tifosi vicentini, inizierà oggi (da lunedì 8 nei punti Lottomatica) nei tradizionali punti di città e provincia e il tagliando sarà acquistabile anche domenica 14, giorno di gara, alle biglietterie dello stadio ma la società ricorda che presentarsi all'ultimo momento può significare dover affrontare i disagi della coda e magari anche entrare in ritardo, come successo già l'anno scorso, perché l'erogazione dei biglietti richiede, tecnicamente, un certo tempo.
In ogni caso va ricordato che la riduzione sul prezzo prevista a favore degli abbonati in tutti i settori sarà valida soltanto fino a sabato 13 agosto, vigilia della sfida.

FONTE: IlGiornaleDiVicenza.it


Calcio - Sorrento sempre attivo sul mercato. A.A.A. cercasi attaccante
di Serena Di Capua StabiaChannel.it
Sport 05/08/2011

Il Sorrento continua a sondare il mercato alla ricerca di un attaccante da affiancare a Ciro Ginestra.
Il ds Salvatore Avallone sta lavorando senza sosta per regalare al tecnico napoletano Maurizio Sarri il tassello che manca allo scacchiere.
Di piste e di nomi sul taccuino rossonero evidenziati in rosso sono almeno tre.
Il sogno per l'attacco resta Stefano Scappini della Sampdoria. Infatti il giovane attaccante è un vecchio pupillo del tecnico campano che nella scorsa stagione l'ha avuto alle proprie dipendenze ad Alessandria ma i blucerchiati stanno pensando di trattenerlo a Genova.
Poi resta l'ipotesi Cellini del Varese, il quale però temporeggia e nelle ultime ore s'è registrato anche l'interessamento della Juve Stabia.
L'unica pista che al momento sembrerebbe più fattibile è quella che conduce al bomber austriaco del Verona: Thomas Pichlamm.
L' attaccante austriaco ha ottenuto nella passata stagione la promozione in serie B con gli scaligeri mettendo a segno 7 gol in 29 presenze nonostante un'annata poco esaltante.

Due stagioni fa invece con il Grosseto in serie B l'attaccante mise la propria firma sul tabellino per ben 22 volte.
Insomma un bomber di razza, di spessore che potrebbe quindi completare la batteria di attaccanti e diventare la ciliegina sulla torta del mercato estivo rossonero.
Intanto domenica ci sarà il debutto stagionale. Il Sorrento sarà di scena al Campo Italia contro il Tamai nel primo turno eliminatorio della Tim Cup.
Un test di tutto rispetto che potrà dare importanti indicazioni al tecnico Sarri, alla ricerca di un modulo e di una giusta alchimia per la sua squadra.

FONTE: StabiaChannel.it


NEWS
Bressanone, 22:43
CALCIO, VERONA: 0-0 CON L'ALTO ADIGE IN AMICHEVOLE
Una pioggia battente ha fatto slittare l'inizio del match di mezz'ora. E così, su un campo reso scivoloso dall'acqua Verona e Alto Adige hanno concluso l'amichevole senza reti. Nemmeno sei mesi fa le due squadre si sono affrontate in Prima Divisione, oggi il Verona è di nuovo in serie B. La partita è stata molto combattuta, con gli scaligeri che hanno tentato di superare la porta avversaria, ma Iacobucci ha disputato un'ottima partita impedendo agli attaccanti di realizzare un gol.

FONTE: Repubblica.it


RISULTATI E CLASSIFICHE
Amichevole, poker dell'Hellas al Casale
07.08.2011 10:30 di Nicolò Schira
In quel di Trento l'Hellas Verona conclude nel migliore dei modi il suo precampionato battendo per 4-1 il Casale di Buglio. Scaligeri che vanno al riposo sul 2-0 grazie alla doppietta di uno scatenato Nicola Ferrari. Nella ripresa Halfredsson e Gomez arrotondano il punteggio prima che Taddei sigli il gol della bandiera per i piemontesi.

CALCIOMERCATO
Frosinone, anche l'Hellas pensa a Bottone
04.08.2011 12:15 di Claudio Gallaro
Non c'è solo il Sassuolo - come anticipato in esclusiva da TuttoLegaPro.com - in corsa per assicurarsi le prestazioni di Davide Bottone. Al mediano del Frosinone - secondo quanto riporta l'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport - starebbe pensando anche l'Hellas Verona, che vorrebbe regalare a mister Mandorlini un suo ex allievo ai tempi del Cluj. Il giocatore di Biella scuola Torino è stato una delle pochissime note liete della fallimentare stagione dei ciociari, conclusa con un'amara retrocessione in Lega Pro.

RISULTATI E CLASSIFICHE
Amichevole, pari fra Sud Tirol e Verona
04.08.2011 11:15 di Nicolò Schira
Buona prova del Sud Tirol che nell'amichevole contro l'Hellas Verona ha imposto il pareggio agli scaligeri. La gara è finita a reti bianche anche se gli altoatesini possono rammaricarsi per l'occasione capitata a Chinellato nel finale.

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas; Dianda (71' Campagna), Ceccarelli, Maietta (46' Abbate), Scaglia (46' Pugliese); Tachtsidis (46' Esposito), Jorginho (46' Russo), Hallfredsson (71' Cangi); Berrettoni (46' Galli), Gomez (62' Le Noci), Pichlmann (46' Ferrari). A disp: Rafael, Pugliese, Abbate, Esposito, Mancini, Davià, Le Noci. All. Mandorlini

Sudtirol (4-3-3): Iacobucci; Kiem, Martin, Franchini (76' Nazari), Cascone; Uliano (57' Ciaghi), Furlan (76' El Bouzzaui), Fink (57' Santonocito); Bacher (46' Albanese), Ferrari (62' Chinellato), Schenetti (57' Fodor). A dispo: De Martino, Giardiello, Nazari, Nale, Fodor, Ciaghi, Calì. All. Stroppa

FONTE: TuttoLegaPro.com


LEGA PRO
ESCLUSIVA TMW - Avellino su Bjelanovic
07.08.2011 12.28 di Gianluca Losco
Secondo le ultime indiscrezioni raccolte da Tuttomercatoweb, ci sarebbe anche l'Avellino fra i club interessati a Sasa Bjelanovic (32), attaccante in forza all'Atalanta. Il club campano si unisce alla concorrenza di Novara, Hellas Verona e Livorno per l'attaccante croato, che non rientra nel progetto di Colantuono.

SERIE B
Cittadella, pole per Zigoni
06.08.2011 10.24 di Claudio Colla
Rientrato al Milan dopo la breve parentesi in prestito al Frosinone e tornato di completa proprietà del club rossonero, l'attaccante figlio d'arte Gianmarco Zigoni (20), secondo le ultime indiscrezioni circolate, sarebbe vicino all'approdo tra le file del Cittadella, che avrebbe al momento sbaragliato la concorrenza di Hellas Verona, Sassuolo e Juve Stabia.

PRIMO PIANO
Hellas Verona, ancora polemiche per lo sponsor
05.08.2011 18.55 di Federico Errante per tuttob.com
Fonte: TGGialloblù.it
Il Verona passa all'attacco. E dopo le polemiche degli ultimi giorni emette un comunicato molto duro in relazione alle polemiche per la sponsorizzazione di Agsm. Un comunicato per ribadire l'assolutà regolarità della sponsorizzazione e la completa sintonia con i propri tifosi. Ecco il testo.
In merito alle polemiche sorte in questi giorni, Hellas Verona si rammarica per la netta presa di posizione di alcuni organi d'informazione nei confronti dell’accordo di collaborazione nato con Agsm, siglato nel pieno rispetto dei regolamenti e delle normative in essere, così come già verificato da altri.
A supporto della bontà di questa operazione, la società scaligera ci tiene a far sapere di non aver ad oggi ricevuto alcuna lamentela nè dai propri tifosi, nè da simpatizzanti o da chi generalmente non tarda ad esternare le proprie idee a mezzo mail, fax o telefono, in merito alle iniziative intraprese dal club.
Pertanto Hellas Verona ribadisce di non aver avuto la benchè minima richiesta di chiarimenti o forma di protesta, e parimenti si sorprende di non essere stata interpellata in merito, ma anzi totalmente scavalcata quasi che il rapporto in essere non la riguardasse.
Va per altro sottolineato come il legame commerciale si stia protraendo con professionalità e capacità così come ben progettato dagli ideatori Paolo Paternoster e Giampietro Cigolini, Presidente e Direttore Generale di Agsm, della cui collaborazione la società va fiera.
Si auspica pertanto che le polemiche che ormai si trascinano senza soluzione di continuità da oltre dieci giorni possano terminare, per lasciare spazio all’informazione che interessa maggiormente i cittadini veronesi, evitando di cadere nuovamente nelle forme di strumentalizzazione che in questo ultimo periodo sembrano essere oramai all’ordine del giorno.

SERIE B
Verona, dopo Natalino si avvicina anche Alibec
05.08.2011 13.03 di Elisabetta Zampieri
Fonte: Tuttohellasverona.it
Felice Natalino dovrebbe essere un rinforzo importante per la difesa degli scaligeri, il giovane calciatore dovrebbe arrivare in prestito al Verona all'indomani della Supercoppa Italiana. Dall'Inter potrebbe arrivare anche un altro giovane molto promettente, si tratta dell'attaccante rumeno Denis Alibec.

HELLAS VERONA NEWS
Vicenza-Verona di Coppa Italia, informazioni per i biglietti
05.08.2011 07.57 di Redazione TuttoHellas per tuttohellasverona.it
Fonte: Ufficio Stampa Vicenza Calcio
La Società Vicenza Calcio comunica che domenica 14 agosto, con fischio d’inizio alle ore 17.00, i biancorossi affronteranno allo Stadio Romeo Menti il Verona, nella gara valida come secondo turno eliminatorio della Tim Cup 2011-12.

I PREZZI
Tribuna Centrale: 40 euro (prezzo Interi); 30 euro (prezzo Ridotti); 5 euro (prezzo Junior); 25 euro (Ridotto “ABBONATI”);
Distinti: 20 euro (prezzo Interi); 15 euro (prezzo Ridottti); 3 euro (prezzo Junior); 10 euro (Ridotto “ABBONATI”)
Curva Sud: 10 euro (Prezzo Interi e Ridotti); 2 euro (prezzo Junior); 5 euro (Ridotto “ABBONATI”)
Curva Ospiti: 10 euro (prezzo unico).

Si ricorda che in Prevendita verranno applicati gli abituali costi per i diritti .

ELENCO PUNTI VENDITA
Vicenza: Centro Coordinamento Clubs Biancorossi, via Schio 13, tel. 0444-513655, dal lunedì al sabato dalle ore 09.30 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 19.00.
La domenica (giorno gara) dalle 09.30 alle 12.00 e dalle 15.00 sino ad inizio partita.
Vicenza: Bar Tabaccheria Stadio (Lato settore Distinti) – da lunedì 8 agosto orario esercizio.
Vicenza: Ricevitoria-Tabaccheria Sella, C.so S.S. Felice e Fortunato 360, tel.0444-563596-orario esercizio.
Thiene: Bar Stazione di Thiene, Piazza Matteotti 1/3, tel.0445-361487-orario bar.
Camisano Vic.no: Bar “A Gonfie Vele”: Via Vicenza 50/E – Tel 339 5756538 – orario bar.
Malo: Bar Aphrodite – Via Brandellero 33 – Tel 0445607458 – orario bar.
Fara Vicentino: Bar "Ristorante Pizzeria Argentina", via M. Ortigara, 13 - tel.0445873278-orario esercizio.

Punti vendita LOTTOMATICA
Vicenza: Piazza delle Erbe 16;
Viale Trieste 252 (a partire da lunedì 8 agosto p.v.)
Montecchio Maggiore: Via Matteotti 4 (aperto fino a sabato 6 agosto)
Torri di Quartesolo: Via Pola 20 c/o Centro Commerciale Le Piramidi
Marostica: Via S Gaetano 6.
Bassano del Grappa: Piazza Cadorna 7.

Domenica 14 agosto, giorno di gara, i tagliandi saranno acquistabili presso le Biglietterie site in via Bassano, dietro la Curva Sud, adiacente al Ristorante
“La Conchiglia D’Oro” con orario dalle 10.30 sino all’inizio del match.

INIZIO VENDITA
La vendita dei biglietti inizierà venerdì 5 agosto a partire dalle ore 15.30 (o ad apertura degli esercizi).
Per il settore Ospiti, nel rispetto della normativa in materia Tessera del Tifoso, a partire da lunedì 8 agosto p.v. presso gli esercizi Lottomatica abilitati
al servizio per la provincia di Verona.
Si specifica che l’iniziativa RIDOTTI ABBONATI sarà valida sino al giorno sabato 13 agosto p.v. (non disponibile la prelazione del posto).
Al fine di evitare eventuali disagi per le code alle biglietterie nel giorno della partita, si invitano i tifosi ad acquistare i biglietti entro il sabato antecedente la gara (sabato 13 agosto p.v.).

PRIMO PIANO
VERONA - SUDTIROL, DIRETTA LIVE! RISULTATO FINALE 0 - 0. POCHE EMOZIONI, TANTI SBADIGLI
VERONA - SUDTIROL, WEBCRONACA IN DIRETTA!

03.08.2011 21.20 di Elisabetta Zampier per tuttohellasverona.it

Il Verona affronta il SudTirol, formazione di Lega Pro, in amichevole a Bressanone.
La redazione di TuttoHellasVerona.it vi offre la web-cronaca live del test amichevole. Dallo stadio di Bressanone, la nostra inviata Elisabetta Zampieri.
90' L'arbitro manda tutti negli spogliatoi. Prestazione incolore per i gialloblù che non riescono a trovare la via del gol creando poche azioni veramente pericolose.
85' Sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Galli, Abbate prova la deviazione di testa senza però centrare lo specchio della porta.
83' Ci prova Russo a creare qualche brivido alla difesa altoatesina. Il centrocampista gialloblù prova l'ennesima botta da fuori area, la palla esce di poco a lato della porta difesa da Iacobucci.
77' Continua l'evidente difficoltà del reparto avanzato del Verona. La compagine scaligera non riesce a creare azioni degne di nota.
71' Entrano anche gli ultimi due giocatori a disposizione di mister Mandorlini. Campagna entra al posto di Dianda e Cangi al posto di Hallfredsson.
62' Altro cambio nelle file del Verona. Esce Gomez entra Le Noci.
58' Prova ora il Verona a spingere sull'acceleratore. Ci prova prima Ferrari da distanza ravvicinata e poi Russo sulla ribattuta al volo da fuori area. La palla esce alta sulla traversa.
47' Tra i cambi effettuati da mister Mandorlini c'è da segnalare l'entrata di Pugliese al posto di Scaglia e Ferrari al posto di Pichlmann
46' Comincia ora il secondo tempo, nel frattempo ha ripreso a piovere.
45' Finisce qui il primo tempo. Poche emozioni, tanti sbadigli.
43' Punizione da posizione interessante per Hallfredsson. Il centrocampista islandese prova la conclusione in porta ma la palla esce abbondantemente a lato.
38' Arriva il primo tiro in porta dell'incontro. Gomez recupera un pallone in area di rigore e prova la conclusione a botta sicura. Iacobucci si distende il calcio d'angolo e salva il risultato.
32' E' ancora Hallfredsson a costruire il gioco dei gialloblù. L'islandese da fondocampo prova a servire Pichlmann in area. L'attaccante austriaco prova a colpire di testa ma non riesce a centrare lo specchio della porta.
31' L'incontro continua a mostrare bassi ritmi di gioco. Entrambe le formazioni faticano a spingere e a costruire azioni degne di nota.
21' Continua la buona prova di Hallfredsson. Il mastino del Bentegodi dirige con maestria il centrocampo gialloblù, mancano però i giusti inserimenti delle tre punte schierate da Andrea Mandorlini.
15' Per il Sudtirol due angoli consecutivi, mancano però i giusti spunti in attacco.
11' I ritmi di gara fino a questo momento sono un po' blandi. Le condizioni del terreno, inzuppato dopo l'acquazzone che si è abbattuto su Bressanone, non facilitano certo il gioco.
8' Buona prova fino a questo momento di Emil Hallfredsson. L'islandese in percussione a centrocampo prova a servire Berrettoni. L'attaccante romano non riesce però ad arrivare sul pallone e l'azione si spegne sul fondo.
3' E' subito il Verona a rendersi pericoloso. Scaglia serve un pallone invitante a Pichlmann in area che, spalle alla porta, prova la rovesciata, Il pallone esce di poco sopra la traversa.
1' Partiti. Il Verona nel completo casalingo attacca da sinistra verso destra.
Ore 19.30 Le due formazioni stanno entrando in campo, saranno circa 1.000 i tifosi presenti.
Ore 19.28 Ha smesso di piovere sul campo di Bressanone. La partita comincierà fra pochi minuti.
Ore 19.15 Il tecnico gialloblù Andrea Mandorlini ha ricevuto in omaggio da una rappresentanza dI tifosi gialloblù una targa per ricordare l'impresa dello scorso anno e la tanto attesa promozione in serie B.
Ore 19.00 E' arrivata la comunicazione ufficiale. La partita comincerà con mezz'ora di ritardo. Il fischio d'inizio sarà quindi alle 19.30.
Ore 18.44 Ecco le formazioni ufficiali:
Hellas Verona (4-3-3): Nicolas; Dianda (71' Campagna), Ceccarelli, Maietta (46' Abbate), Scaglia (46' Pugliese); Tachtsidis (46' Esposito), Jorginho (46' Russo), Hallfredsson (71' Cangi); Berrettoni (46' Galli), Gomez (62' Le Noci), Pichlmann (46' Ferrari). A disp: Rafael, Campagna, Pugliese, Abbate, Esposito, Galli, Russo, Mancini, Cangi, Ferrari, Davià, Le Noci. All. Mandorlini
Sudtirol (4-3-3): Iacobucci; Kiem, Martin, Franchini (76' Nazari), Cascone; Uliano (57' Ciaghi), Furlan (76' El Bouzzaui), Fink (57' Santonocito); Bacher (46' Albanese), Ferrari (62' Chinellato), Schenetti (57' Fodor). A dispo: De Martino, Giardiello, Nazari, Nale, Fodor, Albanese, Ciaghi, Santonocito, Calì, Salah, Chinellato. All. Stroppa
Arbitro: Mery di Bolzano
Ore 18.30 Si è abbattuto un violento temporale sullo stadio comunale di Bressanone. I giocatori di entrambe le formazioni, che stavano fino a quel momento compiendo il riscaldamento, sono rientrati negli spogliatoi.

SERIE B
Verona, per il centrocampo l'idea è Bottone
04.08.2011 10.50 di Elisabetta Zampieri
Fonte: Tuttohellasverona.it
Il rinforzo per il centrocampo potrebbe essere un ex allievo di mister Mandorlini. Secondo quanto riportato dall'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, l'Hellas Verona starebbe sondando il terreno per Davide Bottone, centrocampista del Frosinone ed ex giocatore del Cluj durante l'era del mister ravennate. Il giocatore è stato uno dei pochi a salvarsi dalla burrascosa stagione vissuta dal club ciociaro, ed è per questo che anche altri club della serie cadetta hanno manifestato interesse per il mediano originario di Biella, in primis il Sassuolo di Bonato.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Andrea Mandorlini: "Arriverà almeno un rinforzo per reparto. Non fa piacere che si parli di me solo per il "Ti amo terrone" invece dei risultati che ho ottenuto in questi anni"
06.08.2011 12:50 di Nicolò Schira
Negli ultimi due anni ha vinto tutto quello che c'era da vincere. Dapprima in Romania dove alla guida del Cluj ha centrato uno straordinario Triplete e poi a Verona dove ha riportato gli scaligeri in Serie B dopo cinque lunghi anni di purgatorio in Lega Pro. Andrea Mandrolini è un uomo sereno e cordiale che sta progettando la sua creatura in vista del torneo cadetto che scatterà fra tre settimane, eppure l'ex centrocampista dell'Inter è seccato dal fatto che molti a livello mediatico l'abbiamo considerato solamente in merito alla querelle con la Salernitana nata in seguito al celebre "Ti amo terrone" che fra l'altro spopola su Youtube. Infatti in carriera Mandorlini ha centrato diverse promozioni in piazze importanti come Trieste, Bergamo e non ultima Verona, riuscendo sempre a coniugare un calcio brillante ed organizzato ai risultati sportivi.

Mister, a che punto siete con la preparazione in vista del campionato?
"Direi che siamo a buon punto. Sono soddisfatto di come stiamo lavorando e del fatto che non ci sono stati infortuni e neppure intoppi in questa fase di preparazione. Ci mancano solo un pò di minuti nelle gambe dato che abbiamo giocato poche amichevoli sinora".

L'organico lo conosce bene visto che ci sono molti ragazzi reduci dalla cavalcata promozione...
"Il gruppo è rimasto pressochè intatto e questo è sicuramente un vantaggio. Non ti nego però che qualche elemento di esperienza servirebbe per completare la squadra visto che siamo molto giovani e tanti non hanno molta esperienza in B".

Si parla di Natalino e Alibec in arrivo dall'Inter nelle prossime ore...
"Sono due ottimi giovani. Di Natalino se ne parla da tanto, speriamo sia la volta buona".

Come elementi esperti potrebbero arrivare Italiano e soprattutto Bjelanovic che lei conosce bene per averlo allenato in Romania...
"Sono due calciatori importanti, per adesso però stiamo lavorando su diversi nomi. Sicuramente posso confermare che l'obiettivo è quello di prendere un giocatore esperto per reparto al fine di alzare l'esperienza della squadra e stare più tranquilli".

Come giudica il calendario?
"Al calendario do sempre la giusta importanza: partiamo in casa ed è quello che ci auspicavamo anche il Pescara è un cliente scomodo, però giocare di fronte al nostro pubblico ci avvantaggia sempre. Avremo un ciclo terribile fra l'ottava e la decima giornata con nell'ordine Sampdoria, Torino e il derby con il Vicenza che ci diranno quali saranno le nostre potenzialità".

A proposito di potenzialità: molti attribuiscono all'Hellas il ruolo di guastafeste del campionato, di outsider alle spalle della big, concorda?
"Verona per blasone, tifo e tradizione merita una stagione importante e da protagonista. Il nostro obiettivo è di fare il meglio possibile e la squadra sia protagonista. Non bisogna però esagerare con le aspettative, il primo obiettivo è quello di fare un campionato senza patemi, giocandocela alla pari con tutti. Chiaramente essere i guastafeste del torneo sarebbe affascinante...".

L'anno scorso lei arrivò con la squadra in zona Playout: a distanza di qualche mese c'è qualche gara che ha rappresentato la svolta nel vostro cammino promozione?
"Da marzo in poi praticamente sono state tutte gare da dentro o fuori, ma la squadra ha risposto alle grandi vincendole tutte. Una volta arrivati ai Playoff abbiamo dimostrato di essere la squadre più forte. L'impresa più difficile è stata appunto quella di centrare gli spareggi promozione, ma in cuor mio sin dal primo giorno ho sempre creduto nel salto di categoria".

Senta quanto la infastidisce il fatto che oggi si parli di Mandrolini allenatore solo in relazione al "Ti amo terrone" invece che in merito agli importanti risultati che ha e sta conseguendo?
"Un po' mi da fastidio lo ammetto, ma ci convivo. Ho un carattere particolare e sono fatto diversamente da molti altri e questo a volte a livello di comunicazione viene male interpretato. Infatti dovrei migliorare nelle relazioni pubbliche: non sono affatto abile in queste cose. Preferisco dedicarmi al lavoro quotidiano e che sia il campo a giudicarmi".

LE INTERVISTE
Hellas Verona, Gibellini: "Tre rinforzi per completare la rosa"
06.08.2011 18:55 di Federico Errante
Fonte: L'Arena
Manca ancora qualcosa al Verona. Un centrale difensivo, una punta che possa impreziosire il reparto offensivo. E in mezzo forse, una pedina destinata ad accrescere il tasso di esperienza della squadra di Mandorlini. Mauro Gibellini si prepara a piazzare tre colpi nel giro di pochi giorni. O almeno, così dovrebbe essere. Il direttore è stato chiaro: «Ci manca un centrale, in mezzo mi pare che la squadra sia ben assortita. In avanti arriverà ancora qualcosa. Molto dipenderà anche dai movimenti in uscita. Mi pare, tuttavia, che la squadra già così possa considerarsi molto competitiva». Insomma cresce l'attesa nella piazza scaligera per i tre colpi di mercato che completeranno la banda di Mandorlini.

PRIMO PIANO
Hellas Verona, il disapppunto di Assostampa
07.08.2011 01:53 di Federico Errante
Fonte: L'Arena
«Assostampa Verona esprime il proprio disappunto per i contenuti e i toni del comunicato pubblicato ieri sul sito ufficiale dell’Hellas Verona e ribadisce il convincimento che i colleghi che hanno lavorato sulla vicenda della sponsorizzazione da parte di Agsm hanno fatto correttamente il loro mestiere a servizio dei lettori» Il direttivo di Assostampa ribattte così alle parole dell'Hellas che si rammaricava «per la netta presa di posizione di alcuni organi di informazione nei confronti dell'accordo di collaborazione nato con Agsm..» (vedi allegato). «Contrariamente a quanto afferma la società sportiva», replica Assostampa, «le cronache dei giorni scorsi non sono state una “presa di posizione nei confronti dell’accordo”. E’ stato piuttosto esercitato il legittimo diritto di cronaca che rappresenta l’essenza della professione giornalistica riportando le posizioni sia dei favorevole come dei contrari all'accordo. Dunque, i giornalisti veronesi hanno svolto il loro compito di informare. E’ questo che si chiama “diritto di cronaca” e significa riferire puntualmente quanto accade. Nessun giornalista è mai entrato nel merito dell’accordo commerciale e nemmeno sono mai stati tralasciati gli altri campi informativi per questa vicenda. Assostampa ritiene, che nella piena autonomia di ogni testata, sia stato garantito ai cittadini il diritto ad essere informati».

HELLAS VERONA
Hellas Verona, è boom-abbonamenti
06.08.2011 19:11 di Federico Errante
Fonte: hellasverona.it
Si è chiusa con 3.751 sottoscrizioni la prima settimana della campagna abbonamenti 2011/12.

Hellas Verona ricorda che per acquistare l'abbonamento è necessario aver richiesto la tessera del tifoso. Quest’anno l’abbonamento verrà caricato direttamente sulla nuova tessera del tifoso dell’Hellas Verona denominata “Non vi lasceremo mai” e risulterà essere particolarmente vantaggioso considerando il costo per partita rispetto all’acquisto dei singoli biglietti.

Solo per gli abbonamenti il Ridotto Ragazzi sarà esteso fino agli Under 18 mentre durante il campionato tale riduzione per i biglietti sarà limitata agli Under 16.

PRIMO PIANO
Calciomercato, il punto sulla "cadetteria"
06.08.2011 21:02 di Federico Errante
Fonte: TuttoNocerina
Il Bari continua gli acquisti in casa Roma, il nuovo ad aggregarsi alla rosa è Adrian Stoian (20), e arrivano in Puglia anche Alessandro Crescenzi (21) e Simone Sini (19). Con il Siena si tratta sempre Gazzi (28), per il quale, i toscani, sembra che abbiano offerto anche Mastronunzio (31), oltre che a un conguaglio economico. L’Ascoli, ancora in attesa della decisione giuridica che la riguarda, punta Papa Waigo (27) e Sinisa Andelkovic (24), il gigante di difesa del Palermo; sullo sloveno però, c’è anche il forte interesse del Pescara di Zeman. Se l’Ascoli non dovesse arrivare ad Andelkovic, è pronta l’alternativa Ivan Fatic (23). In dirittura d’arrivo invece la trattativa che porta a Souleymane Diamoutene (28). Un altro difensore conteso è Felice Natalino (19) dell’Inter. Sul baby nerazzurro c’è l’interesse forte della Nocerina, ma nelle ultime ore si è inserita nella trattativa il Verona, che alla società di Moratti ha chiesto anche l’attaccante Denis Alibec (20). La Nocerina continua a sondare il mercato, servono un difensore ed un centrocampista. Se Natalino dovesse accasarsi al Verona, in alternativa si è fatto il nome di due giovani di A: Luis Pedro Cavanda (20) della Lazio e Giuseppe Bellusci (22) del Catania, ex Ascoli. Visti i rapporti idilliaci con gli etnei è molto più probabile che arrivi Bellusci. Per il centrocampo, resta sempre in auge il nome di Mirko Carretta (21) a metà tra Chievo e Andria. Prosegue intanto a gonfie vele l’asse Reggio Calabria – Genova (sponda blucerchiata); dopo Costa, anche Simone Rizzato (30) è ormai prossimo a vestire la casacca della Sampdoria, Samp che pensa ancora a Missiroli (25) che comunque è in ritiro con i calabresi, se uno di questi giocatori dovesse partire, è pronta immediatamente la soluzione: la Reggina difatti, segue da tempo Moussa Kone (21) del Foggia. La Samp invece ha intavolato un discorso con il Chievo per uno scambio: Sammarco – Bentivoglio. Il Padova, che ha ufficializzato Linus Hallenius (22) dal Genoa, ci ripensa per Davide Succi (29), l’alternativa si chiama: Simone Tiribocchi (33). Sul “Tir”, però, alla finestra c'è anche la Samp. Il Torino dopo aver ceduto Matteo Rubin (24) al Parma, potrebbe arrivare ad Alessandro Parisi (34). Il Varese continua la caccia ad un portiere ed insiste per assicurarsi l’ex di Torino e Livorno Rubinho (29). Stefano Napoleoni (25) è invece un italiano all’estero, si tratta di un esterno destro in forza alla greca Levadiakos ed è attualmente seguito dal Grosseto. Sempre sul mercato estero le italiane Padova e Brescia seguono il difensore mancino del retrocesso River Plate, Lucas Orban (22). Infine l’attaccante Raffaele Perna lascerà il Cittadella.

CALCIOMERCATO
Hellas Verona, l'equivoco Rafael
05.08.2011 11:32 di Federico Errante
Fonte: www.datasport.it/Alfredo Pedullà
Un equivoco, un grande equivoco. Nei giorni scorsi qualcuno ha addirittura accostato Rafael del Santos alla Sampdoria. Già, il portiere che ha appena vinto la Coppa Libertadores, che ha una valutazione di almeno 15 milioni e che lascerebbe il Brasile soltanto se arrivasse una grossa proposta.

Ma non è detto visto che Rafael vuole giocare il Mondiale per Club, più o meno come vari Ganso, Neymar e compagnia. Alla Samp, poi, un portiere di quel tipo di spessore non potrebbe andarci. Evidentemente l’hanno confuso con il Rafael protagonista negli ultimi anni a Verona, un altro brasiliano che Atzori avrebbe voluto portare la scorsa estate a Reggio Calabra in caso di partenza di Puggioni.

PRIMO PIANO
Hellas Verona, Bjelanovic è sul mercato
04.08.2011 09:54 di Federico Errante
Fonte: TMW
E' sul mercato l'attaccante croato in forza all'Atalanta Saša Bjelanovic (32). Il calciatore non rientra nei progetti tecnico-tattici di mister Colantuono e per questo motivo si stanno vagliando le varie offerte. Al momento, tre le richieste giunte per acquistare il centravanti: Novara, Hellas Verona e Livorno i club interessati.

PRIMO PIANO
Hellas Verona, - 10 al derby: i precedenti
04.08.2011 00:49 di Federico Errante
Fonte: vicenza calcio
Bilancio in casa Vicenza in campionato: l'ultima vittoria in casa per il Vicenza contro i gialloblù è nel 2002-03, in serie B, per 4-1. L'ultimo pareggio a reti inviolate è nel 2004-05, in serie B. L'ultima vittoria del Verona al Menti è nel 2006-07, sempre in serie B, per 0-1.

Bilancio in casa Verona in campionato: l'ultima vittoria del Verona è nel 2006-07, in serie B, per 2-1, l'ultimo pareggio nel 1996-97, in serie A, per 2-2, l'ultima vittoria del Vicenza al Bentegodi è nel 2005-06, in serie B, per 2-1.

Bilancio totale in campionato:

-ultima vittoria del Vicenza: 2005-06, serie B, Verona-Vicenza 1-2

-ultimo pareggio: 2004-05, serie B, Vicenza-Verona 0-0

-ultima vittoria del Verona: 2006-07, serie B, Verona-Vicenza 2-1

L'ultima sfida nel turno preliminare di Coppa Italia risale alla stagione sportiva 1992-93, con vittoria dei gialloblù per 4-0.

FONTE: TuttoB.com


Giovane e sfrontato Niccolò Galli si presenta
07/08/2011
Niccolò Galli dixit. «Sono arrivato in un grande gruppo, in un gruppo affiatato, in un gruppo tosto. Perché un campionato non si vince per caso. E io credo che siamo destinati a fare bene ancora. Obiettivi? Io dico solo che questo è un Verona che può andare in campo e giocarsela contro chiunque, senza paura»: tutto si può dire di Niccolò Galli, uno dei volti nuovi del centrocampo gialloblù, meno che gli manchi la sfrontatezza.

Sarà che a 23 anni il mondo promette solo meraviglie, sarà che l'avventura nell'Hellas sta iniziando davvero ad affascinarlo, fatto sta che a quindici giorni dall'inizio della preparazione l'ex Pergo, passo svelto e parlantina brillante, è già pronto a lanciare la sfida al campionato: «In realtà sto cercando di entrare piano piano nelle geometrie della squadra e nelle logiche di mister Mandorlini», rivela. «In punta di piedi, ci mancherebbe. Qui ci sono compagni che possono insegnarmi parecchio. Ci sto bene, anzi benissimo. Merito anche dei tifosi, il loro entusiasmo è contagioso».
Prima i dilettanti, poi Sampdoria e Sudtirol: le amichevoli estive confermano la bontà dell'impianto di squadra ma tradiscono l'inevitabile disagio fisico. Il lavoro muscolare penalizza ritmi e qualità del gioco e mercoledì a Bressanone si è visto: «Ma questi sono impegni utili soprattutto a mettere minuti nelle gambe», ricorda il centrocampista, «e noi venivamo da una settimana durissima dal punto di vista fisico. Contro il Sudtirol giocare all'attacco era più difficile, i muscoli pesanti ti tolgono sempre un po' di lucidità».
L'importante è sapersi mettere a disposizione, obbedire nella maniera più fedele al dettato tattico dell'allenatore: «Se è per quello io mi metto a disposizione in tutto e per tutto. Il ruolo prediletto? A tre posso giocare sull'esterno ma posso anche fare il mediano davanti alla difesa. E se me lo chiedono faccio senza problemi anche il trequartista».
Con l'idea - a prescindere - di crescere, maturare, vincere. E sposare senza riserve la causa scaligera: «Se potessi resterei qui a vita», confessa ancora Galli. «Il mio sogno in questo momento è quello di arrivare il più in alto possibile con la maglia del Verona. Conosco la piazza di Parma, per dire, ma qui è diverso. I tifosi sono appassionati, straordinari. C'è un altro tipo di entusiasmo».
Intanto si avvicina a grandi passi il derby di Coppa Italia col Vicenza. Manca poco più di una settimana e l'ambiente si sta già surriscaldando: «La gente non perde occasione per ricordarci quanto conta quella partita. Ci teniamo a fare bene», garantisce lui. «E' la prima ufficiale della stagione: sarebbe importantissimo iniziare subito col piede giusto». F.AR.

La prima settimana sfiora la quota 4mila
ABBONAMENTI. Si tratta di conferme dei posti
Niente tessera: il titolo di ingresso verrà scaricato direttamente sulla «tessera del tifoso»

07/08/2011
Si è chiusa con 3.751 sottoscrizioni la prima settimana della campagna abbonamenti dell'Hellas Verona 2011-'12. Per acquistare il quale è necessario aver richiesto la tessera del tifoso. Quest'anno l'abbonamento verrà caricato direttamente sulla nuova tessera del tifoso dell'Hellas Verona denominata «Non vi lasceremo mai» e risulterà essere particolarmente vantaggioso considerando il costo per partita rispetto all'acquisto dei singoli biglietti.
Solo per gli abbonamenti il Ridotto Ragazzi sarà esteso fino agli Under 18 mentre durante il campionato tale riduzione per i biglietti sarà limitata agli Under 16. La prelazione per i vecchi abbonati durerà fino al 17 agosto.
Questo è il periodo riservato esclusivamente ai vecchi abbonati, che desiderano confermare il posto dello scorso anno, o cambiarlo con uno non occupato dalla prelazione di un vecchio abbonato. Essi dovranno presentarsi allo sportello muniti della tessera dell' abbonamento stagionale 2010-'11, del nuovo modulo debitamente compilato in stampatello (il modulo è possibile richiederlo alla biglietteria o scaricarlo dal sito www.hellasverona.it), della fotocopia fronte e retro di un documento di identità. Durante questa fase a chi sottoscrive l'abbonamento verrà consegnata una ricevuta con la quale sarà possibile ritirare la tessera a partire dal 19 agosto.La vendita libera partirà invece il 18 agosto.

È poker servito: un doppio Ferrari trascina l'Hellas
IL TEST. Positive indicazioni da Trento, nell'amichevole col Casale
A segno anche Hallfredsson e Gomez, che hanno completato il tabellino. Nella gloriosa formazione ospite, anche una vecchia conoscenza: Gonnella

07/08/2011
Luca Mantovani
TRENTO
Mandorlini può sorridere. L'Hellas chiude il ritiro in quota rifilando un poker ai ragazzi del Casale, la squadra di Seconda Divisione che in campionato incontrerà la Sambonifacese. Un buon biglietto da visita in vista dell'esordio in Coppa a Vicenza. Per la quarta amichevole estiva, si torna a Trento, come sette giorni prima con la Sampdoria. Ancora una volta si sfidano due squadre che hanno vinto lo scudetto - il Verona nel 1985, i piemontesi una settantina di anni prima - ma il pubblico non è delle grandi occasioni. Mandorlini ripropone l'ormai 4-3-3 e sembra di rivedere in campo la formazione titolare che ha conquistato la promozione in B, l'unica novità nel tridente offensivo è Gomez che cerca gloria alle spalle di Ferrari.
L'attaccante argentino è il più attivo nella prima fase della gara. Prima va a segno con un bel colpo di testa, ma l'arbitro annulla per fuorigioco, poi ci prova dal limite. Pomat fa buona guardia. Il Casale risponde con una buona combinazione tra Taddei e Siega, botta di Garrone da fuori, Rafael para in due tempi.
Al quarto d'ora occasione d'oro per Ferrari, il centravanti gialloblù difende palla in area e va al tiro. Pomat si supera, prima respinge e poi para a terra. Pochi minuti dopo Gomez si presenta solo davanti al portiere avversario ma il numero uno piemontese esce bene e toglie il pallone dai piedi dell'attaccante.
Cala il ritmo della gara ma l'Hellas mostra una buona circolazione di palla, alla mezz'ora arriva il meritato vantaggio. Hallfredsson mette in mezzo dalla sinistra, perfetto lo stop di Gomez che offre a Ferrari una palla da spingere dentro, il beniamino di casa non si fa pregare e batte Pomat. Passano solo due minuti e Ferrari raddoppia. L'arbitro vede una trattenuta in area di Vignati e fischia il rigore, Nick Dinamite va sul dischetto e trasforma.
Nessuna rivoluzione all'inizio della ripresa, Mandorlini cerca di dare minutaggio ai giocatori che fra una settimana dovranno affrontare il derby con i cugini biancorossi. Fuori Ceccarelli, Scaglia, Ferrari e Berrettoni, dentro Cangi, Pugliese, Le Noci e Pichlmann.
Sempre molto attivo Gomez che offre ad Hallfredsson la palla del tris, sinistro impeccabile e Pomat non può far altro che raccogliere la palla in fondo al sacco. Siamo al 10', cinque minuti dopo il Casale realizza il gol della bandiera. Contrasto in area tra Maietta e Taddei, l'arbitro con un gesto magnanimo indica il dischetto, il capitano dei nerostellati non sbaglia. Solo un passaggio a vuoto, l'Hellas riparte e ristabilisce le distanze con Gomez che sfrutta un assist di Pichlmann e serve il poker.
«Un buon test, va interpretato più come un allenamento che come una partita - ammette Andrea Mandorlini al termine della gara - ma ho visto cose buone. Adesso dobbiamo pensare alle sfide vere, quando gli obiettivi sono diversi».

«Gibo» cerca tre jolly per completare l'Hellas
TEMPO DI MERCATO. Il direttore sportivo del Verona punta a giocatori di categoria per dare più esperienza alla rosa ma segue con attenzione i giovani più interessanti
«Ci manca un centrale dietro, in mezzo siamo ben assortiti, stiamo cercando una punta» Ormai manca solo la firma per l'accordo di Natalino, in arrivo anche Alibec e D'Alessandro

06/08/2011
Tre carte jolly. Pronte per essere buttate sul piatto. Manca ancora qualcosa al Verona. Un centrale difensivo, una punta che possa impreziosire il reparto offensivo. E in mezzo forse, una pedina destinata ad accrescere il tasso di esperienza della squadra di Mandorlini. Mauro Gibellini si prepara a piazzare tre colpi nel giro di pochi giorni. O almeno, così dovrebbe essere. Il direttore è stato chiaro: «Ci manca un centrale, in mezzo mi pare che la squadra sia ben assortita. In avanti arriverà ancora qualcosa. Molto dipenderà anche dai movimenti in uscita. Mi pare, tuttavia, che la squadra già così possa considerarsi molto competitiva». Dunque, proviamo a fare ordine su quanto fatto. E su quello che accadrà a breve.

FELICE DI ESSERCI. Il reparto difensivo pare essere completo sulle corsie. Cangi e Dianda si piazzano a destra. Pugliese e Scaglia sono gli uomini della mancina. Abbate è un jolly. Ceccarelli e Maietta i due centrali difensivi titolari. Manca allora un altro pretoriano per chiudere i conti. La prossima settimana arriverà dall'Inter Felice Natalino. Un centrale adattato sulla corsia. Il Verona potrebbe anche fermarsi lì. Probabilmente il club di via Torricelli potrebbe tenere alta l'attenzione fino agli ultimi giorni di mercato, cercando di piazzare un colpo di rifinitura.

MEDIANA COMPATTA. A sentire il «Gibo» il reparto di mezzo non ha bisogno di particolari ritocchi. «E io sono pronto – ricordava il direttore – a puntare forte su Jorginho, un ragazzo dotato di grandi qualità». In cabina di regia, oltre al brasiliano c'è Esposito e con lui pure Tachtsidis. Ragazzo giovane quest'ultimo, ma dotato di interessanti qualità individuali. Certo, il campionato cadetto pretende anche una buona dose di esperienza. E lì magari in società potrebbero pensare anche ad un colpo dell'ultima ora. Tutti i ruoli, comunque, per il momento sono presidiati. Russo e Hallfredsson rappresentano la continuità del progetto. Doninelli e Galli il nuovo che avanza.

ALIBEC E D'ALESSANDRO. Ed ecco gli ultimi due colpi che Gibo ha in serbo: per il reparto offensivo potrebbero arrivare Daniel Alibec dall'Inter e Marco D'Alessandro della Roma. E qui si parla di due ragazzi di sicuro valore. Alibec è richiesto da molti. Può svariare nel tridente offensivo. Va «concepito» come seconda punta di ruolo. L'Hellas ha già parlato con l'Inter della possibilità di un trasferimento a Verona della punta rumena. Trattativa non semplice. Ma allo stato avanzato. Il colpo nuovo, invece, è rappresentato da D'Alessandro, uno dei gioiellini della Roma. Anche lui può essere schierato nel tridente d'attacco. Il giallorosso possiede forza, impeto, ed è dotato di buona tecnica di base. Gibellini ha tenuto basso il profilo, ma a oggi esistono buone possibilità di vedere D'Alessandro a Verona. Per il resto il reparto è assortito. Gomez è il «colpo di mercato» dell'anno nuovo. Ferrari si è meritato la riconferma a suon di gol. Berrettoni e Mancini restano elementi funzionali al reparto e al gioco di Mandorlini. Ferreira è tutto da scoprire. Pichlmann e Le Noci chiudono il cerchio. Ma su questi ultimi due giocatori si stanno sprecando ultimamente le voci di mercato. E se uno dei due parte (su Piki c'è forte l'interesse del Sorrento), ci potrebbe anche essere spazio per un piccolo colpo. Da una vita si parla di Bjelanovic.

DUE IN PARTENZA. In uscita si attendono ancora molti movimenti. L'inizio della prossima settimana farà registrare le partenze di Ciotola e Torregrossa. L'attaccante siciliano passerà al Monza, mentre Ciotola finisce al Como, dopo essere stato molto vicino all'Andria. Sulla lista dei partenti restano anche Campisi e Vriz.
Simone Antolini

Hellas, avanti a testa alta «Non abbiamo fatto nulla»
06/08/2011
Week end di attesa. Dopo la missione in terra romana di Stefano Fanini, avvocato dell'Hellas Verona nell'ambito dell'inchiesta «Last Bet», è arrivato il momento del verdetto. La decisione da parte della Commissione Disciplinare è attesa, infatti, per lunedì. Fanini lancia segnali distensivi. «Attendiamo fiduciosi l'esito del giudizio - spiega il legale dei gialloblù -. In ogni caso con la nostra difesa il primo obiettivo è stato raggiunto. Ovvero, in seguito alla lettura della memoria difensiva, la Procura Federale ha richiesto solo la sanzione dell'ammenda e non della penalizzazione. A questo punto, ritenendo in ogni caso estremamente vessatoria anche l'entità dell'ammenda richiesta, pari a cinquantamila euro, auspichiamo che la Commissione valuti innanzitutto il proscioglimento della società, e qualora ritenga di non poter evitare la "spada di Damocle" della responsabilità oggettiva, quantomeno opti per una drastica riduzione della sanzione richiesta dal dottor Palazzi».
«Quanto emerso nel processo - aggiunge l'avvocato Fanini - ha ulteriormente evidenziato l'assoluta marginalità della posizione dell'Hellas confermata dall'assoluta assenza di qualsivoglia intercettazione a proprio carico». Resta l'inibizione inflitta al diesse Gibellini, che oltre a dover pagare una ammenda di 10mila euro, dovrà astenersi dallo svolgere il suo lavoro per una durata di 5 mesi dalla pubblicazione della decisione della Commissione. S.A.

Amichevole con il Casale Si gioca a Trento alle 17
06/08/2011
L'Hellas torna in campo oggi alle 17 per un altro test amichevole. Dopo il pari senza reti contro il Sud Tirol, i gialloblu affronteranno allo stadio Briamasco di Trento il Casale. Si tratta della quarta amichevole estiva da quando è iniziato il ritiro a Castelrotto arrivato ormai agli sgoccioli. Oggi, infatti, sarà l'ultima giornata in altura per Ceccerelli e compagni, che al loro rientro in città torneranno ad allenarsi al centro sportivo di Sandrà. Ieri, intanto il lavoro svolto nel pomeriggio dalla squadra prevedeva torelli, seduta atletica col preparatore Mauro Marini, tattica difensiva ed offensiva e partitella.

I BIGLIETTI. I tagliandi di accesso allo stadio Briamasco saranno disponibili oggi a partire dalle 12 circa, nelle biglietterie dell'impianto sportivo. Biglietti in vendita a 10 euro, con riduzione di 5 euro per gli Under 12.

ARBITRA NOVELLINO. Sarà Marco Novellino di Brescia, ad arbitrare la sfida tra Hellas e Casale, In occasione del match con i piemontesi il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Dino Martinazzoli e Davide Bazzoli di Brescia

ABBONATI A QUOTA 3500. Prosegue a ritmo elevato e costante la sottoscrizione degli abbonamenti da parte della tifoseria gialloblù. Nel quinto giorno di prelazione è stata raggiunta quota 3.457. Oggi lo sportello numero 1 del Bentegodi è aperto dalle 9.30 alle 12.30.

SFIDA ALLA SAMBO. In preparazione al secondo turno di Tim Cup, in programma domenica 14 agosto al Menti contro il Vicenza, il club scaligero ha definito un altro impegno. Mercoledì 10 agosto alle 20,30 al «Tizian» la squadra di Mandorlini affronterà in amichevole la Sambonifacese. Il primo impegno in campionato è stato fissato, invece, per sabato 27 agosto. Gli orari del nuovo torneo sono già stati stabiliti. Ma non c'è ancora certezza di quando giocherà l'Hellas visto che non sono stati ancora definiti anticipi e posticipi. Indicativamente, la prima giornata avrà due anticipi. Il primo è in programma giovedì 25 alle 20,45 e il secondo venerdì 26 alle 19. Sabato 27 si giocheranno le restanti 9 gare alle 19.S.A.

LA PRIMAVERA. Prima prova della stagione per la Primavera dell'Hellas. Oggi, alle 16, allo stadio comunale di San Gregorio di Veronella i gialloblù affronteranno il Cerea, squadra ripescata in serie D e che non mancherà di impegnarsi a fondo anche per festeggiare il salto di categoria. Una partita amichevole interessante anche per i ragazzi di Roberto Bonazzi che faranno di tutto per non sfigurare contro la squadra del presidente Fazion. Un test atipico che servirà comunque a verificare il grado di preparazione dei giovani gialloblù al lavoro da cinque giorni.F.L.

Mediana da irrobustire Ora spunta Bottone
05/08/2011
Davide Bottone è il nome nuovo per la mediana dell'Hellas. Il giocatore è stato messo sotto osservazione dal club di via Torricelli. Ma la concorrenza non manca. E il Sassuolo dell'ex direttore sportivo gialloblu Nereo Bonato, potrebbe cercare di soffiare il giocatore alla società di Martinelli. Bottone nell'ultimo campionato ha giocato a Frosinone. Stagione difficile per la sua squadra, poi retrocessa, ma non per lui che ha mantenuto un buon livello di rendimento. Alla fine il centrocampista ha collezionato 33 presenze. In precedenza, Bottone ha vestito la maglia anche di Toro (con esordio in A), Vicenza, Varese e Biellese. Per sei mesi ha giocato pure con i rumeni del Cluj, allenati da Mandorlini, con i quali ha vinto campionato e Coppa di Romania. Adesso pare che proprio il tecnico abbia pensato a lui per la mediana.

Di sicuro è imminente l'arrivo del difensore dell'Inter Felice Natalino. Bisognerà attendere solo che il club nerazzurro rientri da Pechino dove domani sarà impegnata in Supercoppa. S.A.

«Il Verona cresce bene Vicenza? Daremo l'anima»
DOMENICO MAIETTA
05/08/2011
Il sorriso spontaneo che sfoggia in abiti civili in campo diventa una maschera severa; l'aria da buontempone un invito - rivolto agli avversari, chiaro - a girare larghi: Domenico Maietta ha appena compiuto il suo primo anno a Verona (29 all'anagrafe giusto il 3 agosto, l'altro ieri) eppure è come se ci vivesse da una vita. Sarà che l'influsso zodiacale, quello del leone, gli ha conferito un'aria da leader che pochi tra i compagni hanno ma lui è talmente convinto dei suoi mezzi, e di quelli del club, da aver sottoscritto lo scorso anno, ancora in Prima Divisione, una clausola sulla fiducia. Con tanto di premio in caso di doppio salto, fino alla Serie A.
Mister Mandorlini magari lo prenderebbe a male parole, perché lui di certi «azzardi» non vuole proprio sentir parlare. Certamente però ne apprezza l'ambizione, lo spirito irriducibile, la mentalità vincente. E il modo con cui il nuovo Verona sta approcciando al campionato, stando al racconto dello stesso Maietta. In particolare alla sfida di apertura, quella col Pescara. Maietta nel giugno 2010 ancora non c'era, eppure ha percepito subito la voglia di riscatto che anima lo spogliatoio gialloblù dopo la maledetta finale play off lasciata agli abruzzesi: «I compagni ne parlano ed è giusto continuare a farlo», conferma. «Così l'ambiente si carica. Dobbiamo arrivare a quella data pronti per fare una grande partita».

Fiducia?
«Io sono contento di beccare una squadra forte all'inizio, quando magari ancora sconta la preparazione. E poi il Pescara, conoscendo Zeman, starà lavorando tantissimo. Noi saremo pronti».
Poi Padova alla quinta, Sampdoria e Torino una in fila all'altra a ottobre...
«Non sarà un periodo tranquillo, però io la Serie B l'ho fatta per nove anni e dico che è dura contro tutte, contro le blasonate e contro le squadre medio basse».
Passiamo alla vostra preparazione: col Sudtirol non si è visto un Verona brillante.
«Ma i carichi di lavoro in questi giorni sono stati elevati, con palestra e corsa mattina e pomeriggio. Io guardo le cose positive della partita, a cominciare dal fatto che non abbiamo subito gol. Magari non è stato un bello spettacolo ma è stato un test utile in cui il mister ha provato nuovi schemi, nuovi ruoli, con nuovi interpreti».
A proposito, come procedono gli inserimenti?
«Bene. Si fanno esperimenti. Col Sudtirol per esempio si è visto Tachtsidis al posto di Esposito, le tre punte davanti che si sono trovate anche bene. E considerate che il campo, pesantissimo, non era proprio l'ideale per noi...».
Opinione sull'organico: pensa che il Verona sia a posto così?
«Non mi esprimo, non tocca a me. Manca qualcosa? Forse. In ogni caso questo è già un gruppo forte, un gruppo importante. Chiunque dovesse arrivare entrerà a far parte di un organico solido».
Dieci giorni e si affaccia il derby col Vicenza... I tifosi vi avranno trasmesso qualche sollecitazione...
«I tifosi giustamente sentono la gara e nello spogliatoio se ne parla già parecchio. È un derby e dobbiamo giocarlo alla morte. Anche perché sarà un test importante per i ragazzi che non hanno mai visto la Serie B. Bisognerà far capire loro come si gioca in questa categoria».
Maietta come sta?
«Un po' imballato ma bene. Quest'anno ho anche svolto regolarmente la preparazione che l'anno scorso avevo saltato. Non è poco».
Parliamo di questo suo premio-promozione.
«Ho ancora due anni di contratto, dunque almeno due possibilità di conquistare la A. Io ci credo».
Così però i tifosi sognano...
«Ricordo che anche l'anno scorso, quando nessuno ci credeva, dicevo che finendo nei play off avremmo vinto il campionato. Del resto ci avevo scommesso col mio procuratore, in famiglia, anche col presidente. Mi ero detto che in tre anni volevo la A. Mi pare che la prima tappa l'abbiamo centrata...».
Mandorlini se ascolta si arrabbia. Lui ha detto che è vietato parlare di promozione.
«Il mister fa bene a frenare... Noi dobbiamo fare il nostro campionato importante, dobbiamo metterci in evidenza. Tutto quello che viene in più è benvenuto».
È vietato anche accennare ai play off?
«Nessuno più di me ci vorrebbe arrivare».
Quanto conta aver mantenuto questo gruppo che un campionato l'ha appena vinto?
«Incide moltissimo, ma non si sa mai che piega prenderà poi l'annata. L'anno scorso era iniziata male ed è finita bene. Quest'anno chi lo sa? Anche perché la Serie B è difficile e molto lunga. Possiamo riparlarne verso febbraio?».
«Ti amo terrone»: veleni e deferimenti. Che opinione s'è fatto Maietta?
«Era solo e soltanto un'uscita goliardica, uno scherzo, uno sfottò rivolto alla Salernitana. Niente altro. Chi più di me o di Gennaro Esposito sennò avrebbe dovuto prendersela? E non l'ha fatto? Anche perché chiariamo: col mister abbiamo un grande rapporto. Ci abbiamo vinto un campionato e per me questo significa parecchio».
Ce l'hanno con l'Hellas?
«Spero di no. Diciamo però che la cosa è stata amplificata in una maniera brutta, che non mi è proprio piaciuta».
Il caso calcioscommesse e la squalifica a Gibellini?
«Su queste cose in generale sono molto rigido. Però io credo che Gibellini abbia fatto una cosa bella rifiutando una proposta indecente. Non dico di dargli un premio ma non è nemmeno il caso di essere troppo severi...».

Confesercenti: «Partite dell'Hellas e mercato a rischio collisione»
STADIO. L'allarme lanciato da Confesercenti. «Un danno per 350 operatori l'inizio delle gare alle 15»

05/08/2011
Verona. Dopo la stesura dei calendari del campionato di calcio di serie B, Confesercenti Verona lancia l'allarme per il mercato dello stadio del sabato.
Con l'inizio delle gare fissato per le 15, infatti, si corre il rischio di dover liberare il piazzale già dalle 13, con conseguente grave danno per tutti i 350 operatori.
«Siamo moderatamente preoccupati ? spiega Paolo Bissoli, presidente dell'Anva Confesercenti ? soprattutto perché con la chiusura anticipata alle 13 vuol dire che si dovrebbe già iniziare a chiudere almeno alle 12 con conseguente perdita di una grossa fascia di clienti che frequentano il mercato a cavallo di quell'ora. Se dovesse essere così, in aggiunta alla crisi che stiamo vivendo, molte di queste imprese potrebbero risentirne particolarmente, al punto di dover chiudere. È inutile negare che quello dello Stadio è uno dei mercati più favorevoli e dimezzarlo sarebbe un delitto».
L'Associazione nazionale venditori ambulanti scaligera, che fa parte del gruppo Confesercenti, chiede, quindi, un tavolo di concertazione con gli enti preposti, allo scopo di poter trovare una soluzione al problema che già si era posto nell'ultima permanenza delle squadre veronesi nel campionato cadetto.
«Al momento non ci sono ancora indicazione precise, ma il problema c'è e va affrontato ? ha proseguito Bissoli ?. Qualche anno fa si trovò la mediazione con la Lega Calcio e riuscimmo a far slittare di 1 ora l'orario di inizio gare. Questa per noi potrebbe essere una soluzione plausibile, ma siamo disposti a valutare anche altre idee, a patto che si venga interpellati e che ci si possa sedere tutti al tavolo per una reale concertazione».
«Lo slittamento dell'orario credo sia la soluzione più utile per tutti ? ha concluso Silvano Meneguzzo, presidente di Confesercenti Verona ?, ma la situazione è ancora nebulosa e attendiamo notizie certe e confortanti dalla Prefettura. Nel frattempo abbiamo già contattato le istituzioni affinchè siano nostre mediatrici nella contrattazione, incassando la disponibilità e solidarietà sia da parte del Comune, nelle persone dell'assessore Enrico Corsi e del sindaco Flavio Tosi, sia dalla Polizia Municipale, che dal Prefetto».
L'assessore al commercio, Enrico Corsi, intanto, fa sapere che la prossima settimana si riunirà con i rappresentanti degli ambulanti «per studiare le strategie più opportune».
«Tuttavia», osserva Corsi, «questa situazione non è certo dettata da iniziative prese dal Comune, ma dal calendario della B».

«Un'offesa per il Chievo solo per motivi elettorali»
QUI TIFOSI DELLA DIGA. Dilaga il malcontento: «Gesto meschino»
03/08/2011
Se i tifosi dell'Hellas sono soddisfatti perché con lo sponsor Agsm sono arrivati soldi freschi nelle casse gialloblù, la gente del Chievo è ovviamente di parere diverso, anche di altro umore. Duro Ivano Fagnani, presidente del Coordinamento Amici del ChievoVerona: «In tutto questo c'è persino qualcosa di offensivo nei confronti del Chievo. I nostri amministratori dimostrano di essere soltanto tifosi, con una gestione assolutamente unilaterale. Il Verona ha ricevuto un aiuto vero e proprio, anche se hanno cercato di trasformarlo in un'operazione strettamente commerciale. Tutto molto meschino».
Anche Giovanni Chieppe, vice di Magnani, alza la voce, anche se con toni più morbidi. «Sono mosse politico-amministrative in cui non voglio entrare. Da tifoso la sponsorizzazione di Agsm mi lascia l'amaro in bocca, pure noi avremmo avuto il piacere e magari anche il bisogno di un marchio così. Tutti quei soldi ci sarebbero stati utili per compiere un altro salto di qualità».

Non va per il sottile Giuliano Corso, presidente del Calcio Club Alto Chievo. «Ci sono dei gestori che trattano i veronesi con due metodi e due misure. Noi siamo la parte offesa, da tifosi del Chievo non entriamo in quelle agevolazioni che l'Amministrazione ha invece dato a quelli dell'Hellas. Da sostenitori di serie A siamo diventati tifosi di serie C. Questa altro non è che una chiara mossa strategica in vista delle prossime elezioni. Conosco però parecchi amici dell'Hellas che, al di là delle battute, non hanno affatto gradito. Era meglio ridurre le bollette dei cittadini che consegnare 350.000 euro nelle casse del Verona». A.D.P.

Agsm-Hellas, clima da stadio «Cambio gestore». «No, è ok»
SOLDI E POLEMICHE/1. La decisione dell'azienda di sponsorizzare la squadra divide sia i clienti che i tifosi gialloblù
Su Facebook nascono gruppi di protesta. La società multiutility: «Non siamo più in monopolio, dobbiamo trovare nuovi utenti»

04/08/2011
Sponsorizzare l'Hellas per acquisire nuovi clienti oltre i confini comunali. Questo è l'intento di Agsm, che in provincia vende il 10% del gas e il 5% dell'energia elettrica. Al contempo, però, va messo sulla bilancia il rischio di perdere clienti in città. Perché il malumore c'è, e si sente: nelle chiacchiere per strada, nelle discussioni su Facebook, e sul sito de L'Arena. Il mal di pancia non ce l'hanno solo i tifosi del Chievo. Si aggiungono al coro delle critiche quei clienti di Agsm «a cui non piace andare allo stadio», come si auto-definiscono su gruppi ad hoc in Facebook.
In particolare, viene giudicata ingiusta la promozione dedicata da Agsm a chi sottoscrive l'abbonamento dell'Hellas: il 5,5% di sconto sull'energia elettrica e un centesimo in meno per ogni metro cubo di gas utilizzato (tra i 10 e i 15 euro l'anno). Sono proprio i clienti esclusi dall'offerta a pensare addirittura di lasciare Agsm e cambiare gestore.

CRITICHE. C'è chi il cambio l'ha appena fatto: «Appena ho saputo dello sconto per gli abbonati dell'Hellas, mi sono sentito preso in giro due volte», spiega un ex cliente di Agsm, che preferisce restare anonimo, ma precisa di non essersi mai interessato di calcio, né al Chievo né all'Hellas. «Innanzitutto non condivido il fatto che Agsm, azienda con un bacino d'utenza cittadino, butti soldi per farsi pubblicità in un settore dove detiene già il monopolio. In termini economici non credo ci guadagnerà. Agsm, inoltre, fa un doppio regalo ai tifosi dell'Hellas: il salvataggio della squadra con soldi pubblici e, in più, sconti sulla bolletta. Ma Agsm avrebbe dovuto agevolare gli utenti che non si abbonano allo stadio, così da rimettere sullo stesso piano tutti i suoi clienti».
E poi c'è l'aspetto etico: «Un'azienda a capitale pubblico dovrebbe investire sulla ricerca, magari nell'ambito delle energie rinnovabili».

POLEMICA SUL WEB. Su Facebook spuntano diverse pagine a tema. Per esempio, «Agsm, sponsorizza anche me». Ci si trovano sia critiche a sfondo politico, riassunte nel logo dell'Agsm sormontato dal guerriero dello stemma leghista, sia suggerimenti ai tifosi dell'Hellas per un nuovo coro: «Ti amo bolletta». C'è poi il gruppo con oltre 442 membri: «L'Agsm sponsorizza L'Hellas? E io cambio gestore». Nella descrizione, in riferimento all'Hellas, si legge: «È inquietante che a una società privata, che non eroga servizi primari o produce beni irrinunciabili, in pesante debito col Comune per l'uso dell'impianto sportivo, vengano devoluti a fondo perduto soldi pubblici provenienti dalle bollette pagate dai cittadini». Non solo c'è chi sostiene che si tratti di un'operazione elettorale, ma si fa notare anche che i 700 mila euro in due anni che Agsm darà all'Hellas sono più o meno il canone arretrato che l'Hellas deve al Comune.
Anche sul sito de L'Arena i commenti dei lettori si sprecano: «Agsm sta proprio cercando di perdere clienti, forse ne ha troppi. Io ho cambiato banca e gestore telefonico per avere più convenienza. E posso cambiare in fretta anche multiutility...». Un altro: «L'Italia è in piena bufera economica e i soldi pubblici vanno al calcio. Ma vi sembra normale?».

REPLICA AGSM. Mentre infuria la polemica, i vertici dell'azienda rispondono a propria difesa: «Molti non hanno capito che Agsm non è più in regime di monopolio, ma nello scenario più difficile della libera concorrenza. Per sopravvivere in questa dimensione», si legge nella nota dell'azienda, «è indispensabile cogliere ogni opportunità di promozione commerciale, perché più clienti significano più profitti da destinare al socio Comune di Verona, titolare al 100% del pacchetto societario, il quale a sua volta li riutilizza a favore della collettività, chiudendo così un ciclo virtuoso». In merito alla sponsorizzazione, «magari si potrà compensare, equilibrare anche con altre realtà sportive. Ma resta il fatto che l'Hellas cattura più sostenitori. E noi vogliamo catturare più clienti, perché il libero mercato non fa sconti a nessuno». Si ricorda infine che «Agsm sostiene l'università con fondi per la ricerca, borse di studio per gli studenti più meritevoli ed eventi culturali. Agsm concede agevolazioni a famiglie e imprese in difficoltà. Il Comune, attraverso i servizi sociali, stila ogni anno un'apposita graduatoria».
Lorenza Costantino

«L'Hellas è un patrimonio di tutto il calcio italiano»
DARIO BONETTI
04/08/2011
L'Hellas Verona con la passione che c'è in città con la tifoseria che ha, potrebbe anche ripetere il successo del passato più glorioso, dipende da un progetto e da manager capaci di idee nuove». Sono parole di Dario Bonetti, ex calciatore del Verona ai tempi del dopo scudetto - nelle stagioni dal 1987 al 1989 - e attuale allenatore della nazionale dello Zambia con un passato recente di allenatore all'estero, dalla Scozia alla Romania e Bulgaria. Lo abbiamo incontrato in Costa Smeralda dove sta passando le vacanze con la famiglia prima di tornare nello Zambia a fine agosto. Il suo cellulare squilla anche qui sotto l'ombrellone, parliamo del Verona, del calcio italiano e vedi che non riesce a non dire quello che pensa. È più forte di lui. «Cosa serve al Verona? Servirebbe un bel progetto, le idee valgono più dei soldi sicuramente e a Verona c'è una passione strepitosa».
E allora il problema qual è?
«Penso che ci sia un grande problema in Italia perchè il sistema-calcio è saturo, c'è bisogno di novità e di idee, io ho avuto la fortuna di lavorare all'estero come allenatore, in Scozia, Romania, Bulgaria e ora sono in Africa, in Zambia alleno la nazionale, il problema è che in Italia si possono trovare bravissimi allenatori, presidenti e calciatori ma il problema vero è quello dei dirigenti, mi riferisco a quelli attuali. La cosa più difficile per un presidente è quello di trovarsi dei dirigenti capaci, in Italia c'e' un sistema antiquato nonostante gli investimenti importantissimi fatti dai presidenti anche nella nostra serie A la qualità del gioco è inferiore alla media europea. Guardiamo al Milan: gioca ai 2 all'ora non ha ritmo, ha talenti che non rendono come dovrebbero, mentre in Europa le cose stanno andando in modo diverso, stanno cambiando... l'Italia ha bisogno di mettere nel calcio più cuore, più valori e meno soldi».
Qual è la causa?
«Come dicevo prima, dipende dai dirigenti, quelli attuali, che misurano gli allenatori su risultati immediati e su valori che non appartengono al calcio... non sanno giudicare il lavoro di un allenatore, il quale può lavorare benissimo e magari non riuscire a vincere...perche' le cause sono altre».
Perchè a Verona un imprenditore dovrebbe investire nel Verona Hellas?
«La parola investimento è sbagliata per il settore del calcio, bisogna tornare a farlo con più passione e non solo con il parametro dei soldi... ci sono esempi come la Lazio che ha fatto un progetto con il giusto mix di professionalità e sobrietà... e i risultati si vedono, poi hanno anche un allenatore molto bravo come Reja».
L'Hellas è un patrimonio del calcio italiano?
«Certo, Verona è una meta importantissima per tanti giocatori, io conosco giocatori che verrebbero a giocare per molti meno soldi rispetto ad altri posti, ci vorrebbe un progetto per il quale non servono molti soldi... questo vale anche per la Serie A, figuriamoci per la B».
Cosa ha imparato all'estero?
«C'è un talento strepitoso in ogni posto del mondo, basta saperlo identificare e coltivare... ci sono molti giocatori bravissimi che arrivano in Italia e poi si spengono. Il motivo? Perchè qui in Italia vengono inseriti in un contesto in cui gli allenatori, ad esempio, non parlano la lingua, ma soprattutto non c'è la struttura che sappia accogliere e coltivare questi giocatori stranieri».
Un pensierino a Verona l'ha fatto?
«Il Verona ha vinto il campionato e quindi è giusto ripartire da chi ha ottenuto questo risultato. Mandorlini ha fatto benissimo e sono sicuro che lo farà anche quest'anno... sinceramente Verona è nel cuore ma ora sto benissimo dove sono, non tornerei in Italia, voglio finire la mia esperienza in Zambia, siamo primi nel nostro girone abbiamo molte possibilità di vincere le due coppe d'Africa e ho scoperto una marea di giocatori».
Magari diventa anche un procuratore....
«No, sono allergico a questa categoria, ci sono persone che danno molto il calcio, e sono i giocatori gli allenatori e qualche dirigente e soprattutto i presidenti che riversano fiumi di denaro e poi ci sono quelli che tolgono al calcio e sono tutti, dico tutti i procuratori, molti dirigenti».

Anche Gibellini patteggia Cinque mesi di squalifica
CALCIOSCOMMESSE. Niente penalizzazione per il club di via Torricelli
Ammenda di 10mila euro per il diesse dei gialloblù Palazzi chiede una multa per la società di Martinelli

04/08/2011
Nessuna penalizzazione, solo una richiesta di ammenda per il Verona. Mauro Gibellini, invece, patteggia cinque mesi di inibizione, oltre a un'ammenda di 10mila euro. Questo, in sostanza, in quadro della giornata «in procura» di ieri a Roma dell'Hellas. La requisitoria del procuratore Stefano Palazzi non ha regalato spiacevoli sorprese. Ma in merito all'ammenda richiesta per la società di via Torricelli, e quantificata in 50mila euro, la volontà del presidente Giovanni Martinelli è stata quella di non patteggiare, scegliendo così la via del dibattimento. Stefano Fanini, avvocato del club Centenario, illustra così la situazione. «Il direttore sportivo Gibellini ha deciso di patteggiare. La pena di cinque mesi sarà da scontare non appena verrà pubblicato il comunicato. Per quanto riguarda il Verona l'intenzione è quella di andare al dibattimento. Non c'è ancora una calendarizzazione degli eventi, ma è molto probabile che si faccia domani (oggi ndr). Tornando a Gibellini, giusto per essere precisi: non potrà svolgere le sue normali funzioni per tutta la durata della pena. Quindi non potrà essere operativo sul mercato proprio perché ha questo provvedimento che grava sulla sua posizione».Poi una precisazione in merito alla posizione della società. «Il volere del presidente Martinelli è stato quello di andare a dibattimento, e quindi noi ci giocheremo tutte le nostre carte». Resta, dunque, da affrontare la richiesta da parte della procura di una multa pari a 50mila euro. Ma il pericolo peggiore, quello di ritrovarsi una penalizzazione come pesante fardello di inizio stagione, è stato definitivamente scongiurato. Il Verona quindi perde Gibellini fino al 2012, ma è ormai certo di poter iniziare il nuovo campionato senza situazioni di handicap. Una buona iniezione di fiducia per i ragazzi di Mandorlini che hanno appena ritrovato la serie B.S.A.

FONTE: LArena.it


Russo: "Non mettiamo da parte l'entusiasmo"
07/08/2011 - 12:46
"Ci aspetta una battaglia ogni settimana. C'è un grande pubblico dalla nostra parte, potrebbe essere l'arma in più per fare il salto di qualità"
TRENTO - "Siamo abbastanza soddisfatti del ritiro, che si conclude con un'amichevole importante. A tratti è stato giocato un buon calcio, soprattutto dopo aver sbloccato la partita. Chi gioca col Verona mette il massimo dell'impegno, tutto ciò serve per entrare in clima campionato". Analisi concreta da parte di Giuseppe Russo dopo il test col Casale, disputato al "Briamasco" il 6 agosto.

Terminato il periodo di allenamento in Alto Adige: "Il bilancio è positivo, sono stati portati a casa un buon lavoro e pochi infortuni, ora magari siamo un pò imballati ma ci sarà tempo per ritrovare la forma. La mentalità è quella di chi deve affrontare una battaglia tutte le settimane".

Il 14 a Vicenza il via ufficiale alla nuova stagione, con un impegno di TIM Cup: "Non dobbiamo mettere da parte l'entusiasmo ma ripartire da questo fattore. C'è un grande pubblico dalla nostra parte, potrebbe essere l'arma in più per fare il salto di qualità".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Col Casale un buon allenamento"
06/08/2011 - 21:23
"E' stata l'ultima partita del ritiro estivo, forse la testa era più verso il rientro a casa, però abbiamo fatto bene. Sappiamo che il ritmo in futuro dovrà essere diverso"
TRENTO - "E' stata l'ultima partita del ritiro estivo, forse la testa era più verso il rientro a casa, però abbiamo fatto bene. Nessuno si è fatto male, sappiamo che il ritmo in futuro dovrà essere diverso ma siamo solo al diciannovesimo giorno di lavoro. Col Casale un buon allenamento". Queste le prime parole di Andrea Mandorlini dopo il test vinto 4-1 a Trento.

Sui discorsi relativi al mercato, il tecnico è chiaro: "I tasselli si valutano quando ci sono, non si può parlare al condizionale. Gli elementi a disposizione stanno crescendo di condizione, alla società ho già detto cosa penso".

Luci puntate sul derby di TIM Cup, ad una settimana dall'appuntamento atteso per quattro anni: "L'Hellas deve ripassare le cose che già conosceva. Abbiamo una settimana davanti, le motivazioni contano molto per cui l'impegno inciderà a livello mentale. Ci attende una partita che conta, vedremo".
Ufficio Stampa

Hellas Verona-Casale 4-1
06/08/2011 - 19:00
Al "Briamasco" di Trento la 4a amichevole estiva dei gialloblù: doppio Ferrari nel primo tempo, poi a segno Hallfredsson e Gomez. Per i piemontesi penalty di Taddei
TRENTO - Inizia con mezzora di ritardo per traffico in autostrada che ha posticipato l'arrivo di squadre ed arbitri la quarta amichevole estiva dei gialloblù. Penultima prova generale in vista della TIM Cup per l'Hellas: Mandorlini si affida ad Abbate sulla destra confermando il centrocampo dello scorso anno, davanti Berrettoni e Gomez a supporto di Ferrari.

Al 4' Berrettoni trova sulla sinistra Hallfredsson, cross basso sul quale Granata va in anticipo prima dell'intervento dell'ex Pergocrema. Punizione dalla trequarti di Esposito (9'), Gomez stacca di testa a centro area ma la mira è imprecisa. Al 13' Ferrari, servito in profondità, conclude col mancino, Pomat salva in due tempi. Al 19' a Taddei a rendersi protagonista con un sinistro di collo eesterno da posizione centrale, Rafael respinge.

Su punizione Hallfreddson tocca per Gomez (24'), il destro dell'argentino viene deviato in angolo dalla barriera. I gialloblù trovano la via del gol due volte in pochi minuti, sempre con Ferrari: al 31' l'attaccante trentino mette dentro un facile pallone servito dal fondo da Gomez su apertura dalla parte opposta di Hallfredsson, al 35' supera dal dischetto Pomat dopo aver subito una trattenuta in area.

Al 47' Le Noci appoggia per Pichlmann, mancino dalla linea dell'area piccola alto di poco. Il tris arriva al 55': gran lavoro di Gomez che gestisce palla e trova al limite Hallfredsson, diagonale preciso indirizzato verso il palo alla sinistra di Pomat. Al 59' azione personale di Taddei, messo già in area di rigore. Dagli undici metri il capitano nerostellato non sbaglia ed accorcia le distanze. Al 64' azione da manuale che regala il poker agli scaligeri: cross dalla destra di Cangi, Pichlmann fa la sponda per Gomez che dal limite trafigge Pomat.

Discesa palla al piede di Taddei (82') conclusa con un tiro di destro, Nicolas blocca. All'83' tentativo dalla distanza di Gatto, ancora il portiere brasiliano va in presa bassa. Campagna apre per Pichlmann (88'), cross teso dell'austriaco sul quale l'esterno torinese arriva con un pizzico di ritardo.

Hellas Verona-Casale 4-1
Marcatori: 31', 35' rig. Ferrari, 55' Hallfredsson, 60' rig. Taddei, 64' Gomez

Hellas Verona: Rafael (72’ Nicolas); Abbate, Ceccarelli (46' Cangi), Maietta (72’ Dianda), Scaglia (46' Pugliese); Russo (63' Jorginho), Esposito, Hallfredsson (63' Tachtsidis); Berrettoni (46' Le Noci), Ferrari (46' Pichlmann), Gomez (72’ Ferreira).
A disposizione: Campagna, Davià.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Casale: Pomat (75' Okumador); Garrone, Vignati, Granata (41' Ciccomascolo), Naglieri; Siega (67’ Napoli), Capellupo (67’ Gatto), Ianini (46’ Gonnella), Rodriguez; Taddei, Curcio (46’ Dal Rio).
A disposizione: Germani, Angelotti.
Allenatore: Francesco Buglio

Arbitro: Marco Novellino (Sez. arbitrale di Brescia)
Note. Recupero: 0'-0'. Spettatori: 300 circa
Ufficio Stampa

Si è chiusa la 1a settimana della campagna abbonamenti
06/08/2011 - 12:50
3.751 le sottoscrizioni effettuate finora presso lo sportello n. 1 dello stadio "Bentegodi" in vista del campionato bwin 2011/12
VERONA – Si è chiusa con 3.751 sottoscrizioni la prima settimana della campagna abbonamenti 2011/12.

Hellas Verona ricorda che per acquistare l'abbonamento è necessario aver richiesto la tessera del tifoso. Quest’anno l’abbonamento verrà caricato direttamente sulla nuova tessera del tifoso dell’Hellas Verona denominata “Non vi lasceremo mai” e risulterà essere particolarmente vantaggioso considerando il costo per partita rispetto all’acquisto dei singoli biglietti.

Solo per gli abbonamenti il Ridotto Ragazzi sarà esteso fino agli Under 18 mentre durante il campionato tale riduzione per i biglietti sarà limitata agli Under 16.

TERMINI PER LA SOTTOSCRIZIONE
Prelazione vecchi abbonati: dal 01/08/2011 al 17/08/2011
Periodo riservato esclusivamente ai vecchi abbonati, che desiderano confermare il posto dello scorso anno, o cambiarlo con uno non occupato dalla prelazione di un vecchio abbonato. Essi dovranno presentarsi allo sportello muniti di:
1. tessera abbonamento stagionale 2010/11
2. il nuovo modulo debitamente compilato in stampatello (il modulo è possibile richiederlo alla biglietteria o scaricarlo dal sito www.hellasverona.it)
3. fotocopia fronte e retro di un documento di identità
Durante questa fase riservata ai vecchi abbonati, a chi sottoscrive l’abbonamento verrà consegnata una ricevuta con la quale sarà possibile ritirare la tessera a partire dal 19 agosto.

Vendita libera: dal 18/08/2011
Periodo di vendita libera per i nuovi e vecchi abbonati. Essi dovranno presentarsi allo sportello muniti di:
1. fototessera (per chi non ha mai richiesto tessera del tifoso)
2. il nuovo modulo debitamente compilato in stampatello (il modulo è possibile richiederlo alla biglietteria o scaricarlo dal sito www.hellasverona.it)
3. fotocopia fronte e retro di un documento di identità provvisto di foto
Per tutti quelli che sottoscriveranno l’abbonamento nella fase di vendita libera dal 18 agosto il rilascio della tessera sarà immediato.
Per i nuovi abbonati invece che presentano per la prima volta la richiesta di tessera del tifoso, il rilascio sarà immediato non appena la Questura fornirà il nulla osta per il rilascio della stessa, tempo fissato in 20 giorni dalla presentazione della domanda.
E' inoltre prevista la possibilità di delegare una terza persona munita di documento di riconoscimento dell'interessato purchè in possesso di tutta la documentazione necessaria e debitamente compilata e firmata dal titolare della tessera.

Andrea Mandorlini in campo con ABEO
06/08/2011 - 11:17
Martedì sera, in occasione della 75a sagra di San Lorenzo, in programma a Pescantina, il tecnico si recherà presso lo stand dell'Associazione
VERONA - In occasione della 75a sagra di San Lorenzo, in programma a Pescantina, il tecnico dell'Hellas Verona Andrea Mandorlini si recherà presso lo stand di ABEO.

La presenza dell'allenatore romagnolo, prevista per le 21 di martedì 9 agosto, permetterà di unire sport e solidarietà per alzare ulteriormente il livello di sensibilizzazione.

Il club scaligero, ed il mister in prima persona, si avvicinano nuovamente all'Associazione Bambino Emopatico Oncologico dopo il saluto da parte di una delegazione di giocatori in occasione della manifestazione dello scorso anno, con gli atleti accolti da Pietro Battistoni, e la visita ai reparti di Oncoematologia Pediatrica e di Pediatria dell’Ospedale di Borgo Roma nel periodo natalizio, effettuata per dare un segno di vicinanza nei confronti di bambini la cui vita è caratterizzata da una fase molto problematica.
Ufficio Stampa

Lunedì al via la stagione degli Allievi Nazionali
06/08/2011 - 11:00
Raduno alle 9 presso il Centro Sportivo e Ricreativo del Circolo Sociale GSK, in Via Prima Traversa Spianà 28 a Verona, agli ordini di Gianluca Falsini
VERONA - Mentre la Primavera entra già nel vivo della preparazione estiva con i primi test per verificare la condizione, gli Allievi Nazionali si apprestano a dare il via alla nuova stagione.

I gialloblù si raduneranno lunedì 8 agosto alle 9 presso il Centro Sportivo e Ricreativo del Circolo Sociale GSK, in Via Prima Traversa Spianà 28 a Verona, agli ordini di Gianluca Falsini.

Dopo aver collaborato col vivaio scaligero in occasione del campionato scorso, l'ex terzino passa alla guida di una formazione giovanile.
Ufficio Stampa

Castelrotto: verso il Casale, seduta pomeridiana
05/08/2011 - 19:21
Venerdì pomeriggio torelli, lavoro atletico col preparatore Mauro Marini, tattica difensiva ed offensiva e partitella
CASTELROTTO - Penultimo giorno per la squadra gialloblù a Castelrotto, sede del ritiro estivo 2011.

Venerdì pomeriggio torelli, lavoro atletico col preparatore Mauro Marini, tattica difensiva ed offensiva e partitella.
Ufficio Stampa

Campagna abbonamenti, siamo in 3.457
05/08/2011 - 18:32
Prosegue a ritmo elevato e costante la sottoscrizione degli abbonamenti da parte della tifoseria gialloblù
VERONA - Prosegue a ritmo elevato e costante la sottoscrizione degli abbonamenti da parte della tifoseria gialloblù in vista del campionato bwin 2011/12.

Nel quinto giorno di prelazione è stata raggiunta quota 3.457.

Sabato lo sportello n. 1 dello stadio "Bentegodi" è aperto dalle 9:30 alle 12:30.
Ufficio Stampa

Sponsorizzazione Agsm, comunicato ufficiale
05/08/2011 - 12:05
Il club si rammarica per la presa di posizione di alcuni organi d'informazione nei confronti dell’accordo, siglato nel pieno rispetto dei regolamenti e delle normative
VERONA - In merito alle polemiche sorte in questi giorni, Hellas Verona si rammarica per la netta presa di posizione di alcuni organi d'informazione nei confronti dell’accordo di collaborazione nato con Agsm, siglato nel pieno rispetto dei regolamenti e delle normative in essere, così come già verificato da altri.

A supporto della bontà di questa operazione, la società scaligera ci tiene a far sapere di non aver ad oggi ricevuto alcuna lamentela nè dai propri tifosi, nè da simpatizzanti o da chi generalmente non tarda ad esternare le proprie idee a mezzo mail, fax o telefono, in merito alle iniziative intraprese dal club.

Pertanto Hellas Verona ribadisce di non aver avuto la benchè minima richiesta di chiarimenti o forma di protesta, e parimenti si sorprende di non essere stata interpellata in merito, ma anzi totalmente scavalcata quasi che il rapporto in essere non la riguardasse.

Va per altro sottolineato come il legame commerciale si stia protraendo con professionalità e capacità così come ben progettato dagli ideatori Paolo Paternoster e Giampietro Cigolini, Presidente e Direttore Generale di Agsm, della cui collaborazione la società va fiera.

Si auspica pertanto che le polemiche che ormai si trascinano senza soluzione di continuità da oltre dieci giorni possano terminare, per lasciare spazio all’informazione che interessa maggiormente i cittadini veronesi, evitando di cadere nuovamente nelle forme di strumentalizzazione che in questo ultimo periodo sembrano essere oramai all’ordine del giorno.
Ufficio Stampa

Mercoledì 10 agosto amichevole con la Sambonifacese
04/08/2011 - 17:23
Un altro impegno per Ceccarelli e compagni in preparazione al 2° turno di TIM Cup, in programma domenica 14 agosto allo stadio "Menti" contro il Vicenza
VERONA - In preparazione al 2° turno di TIM Cup, in programma domenica 14 agosto allo stadio "Menti" contro il Vicenza, il club scaligero ha definito un altro impegno per Ceccarelli e compagni.

Mercoledì 10 agosto (ore 20:30) al "Tizian" la squadra di Mandorlini affronterà in amichevole la Sambonifacese, che milita nel campionato di Seconda Divisione.
Ufficio Stampa

Campagna abbonamenti, sfiorata quota tremila
04/08/2011 - 18:59
Alle 18:30 del quarto giorno di prelazione è stata raggiunta quota 2.994 sottoscrizioni da parte dei tifosi scaligeri
VERONA - Quarto giorno di prelazione per la campagna abbonamenti 2011/12 dell'Hellas Verona.

Alle 18:30 è stata raggiunta quota 2.994 sottoscrizioni da parte dei tifosi intenzionati a confermare il proprio posto o a cambiarlo con uno non occupato da un altro abbonato della stagione passata.

Per avere tutte le informazioni su "Non vi lasceremo mai", clicca qui.
Ufficio Stampa

Castelrotto: gialloblù subito al lavoro dopo il Sudtirol
04/08/2011 - 19:35
Giovedì mattina seduta in piscina, nel pomeriggio corsa, torelli, calcio-tennis e partitelle a tema
CASTELROTTO - Gialloblù subito al lavoro presso il centro sportivo di Castelrotto dopo il pari di Bressanone col Sudtirol.

Giovedì mattina seduta in piscina, nel pomeriggio corsa, torelli, calcio-tennis e partitelle a tema.
Ufficio Stampa

Maietta: "Vogliamo partire forte"
03/08/2011 - 23:48
"La sfida col Vicenza ci consentirà di entrare subito in clima campionato, conosciamo l'importanza del derby"
BRESSANONE - "Siamo reduci da due giorni caratterizzati da grandi carichi di lavoro, giustamente c'è molta fatica nelle gambe. Queste gare permettono di fare esperimenti e perfezionare l'intesa, importa più il modo di stare in campo che Il risultato". Questa la prima analisi di Domenico Maietta dopo il pari a reti bianche contro il Sudtirol.

"Speriamo di entrare in forma prima degli altri - prosegue il difensore - battute a parte, sfruttiamo ogni occasione per crescere di condizione. Alla distanza gli allenamenti porteranno i loro frutti, mi auguri di partire forte. La sfida col Vicenza ci consentirà di entrare subito in clima campionato, conosciamo l'importanza del derby per la nostra città. Ho sempre creduto nelle potenzialità di questa formazione, mi auguro che il Verona sia la sorpresa della stagione".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Primo obiettivo la gara col Vicenza"
03/08/2011 - 23:55
"In questa fase iniziale di stagione è importante poter contare sulla disponibilità dei ragazzi. Sono contento, la squadra sta lavorando bene"
BRESSANONE - A commentare l'amichevole col Sudtirol, Andrea Mandorlini: "In questa fase iniziale di stagione è importante poter contare sulla disponibilità dei ragazzi, il fatto di raggiungere un adeguato livello di forma è solo una questione di tempo. Siamo ancora a mezzo servizio, abbiamo appena superato il sedicesimo giorno di lavoro. La distanza dall'obiettivo è ancora lunga, cerchiamo di arrivare ad un 70% col Vicenza, poi vedremo. La prima meta è proprio l'impegno di TIM Cup".

"La squadra sta lavorando molto molto bene - prosegue l'allenatore ravennate -, per questo sono contento. Ci teniamo ad arrivare dove vogliamo. Per quanto concerne il mercato, qualcosa dobbiamo fare, senza dubbio ci sono difficoltà per ogni club, vedremo. Ogni compagine deve valutare le proprie situazioni".

Nel corso dell'intervallo il tecnico ha ricevuto una targa da parte di alcuni tifosi: "Materialmente, il premio più bello che abbia ricevuto riguardo la promozione in cadetteria".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it





[OFFTOPIC]
AMICHEVOLI SERIE B: Ad ATZORI la SAMPDORIA vista contro l'HELLAS non è proprio piaciuta 'Atteggiamento di sufficienza...' CALCIO GIAPPONE: Muore MATSUDA, ex difensore della nazionale nipponica, per collasso cardiaco! Aveva solo 34 anni...
AMICHEVOLE ITALIA-SPAGNA PRANDELLI chiama DE ROSSI e DE SANCTIS.
EUROPA LEAGUE: Subito fuori il PALERMO... Per ROMA e LAZIO rispettivamente BRATISLAVA (Slovacchia) e RABOTNICKI (Macedonia)
CHAMPIONS LEAGUE: Urna sfortunata per l'UDINESE che trova l'ARSENAL ai preliminari.
SUPERCOPPA AL MILANche batte l'INTER 2 a 1 dopo un primo tempo favorevole ai nerazzurri che erano in vantaggio con una rete di SNEIJDER. Nel secondo tempo la spinta dei rossoneri havuto la meglio grazie ai gol del 'solito' IBRA e di BOATENG...
VITA DA EX: STAMILLA, HELLAS 2007-2008, nelle mire di SORRENTO e LUMEZZANE...

SUPERCOPPA AL MILAN: 2-1 SULL'INTER A PECHINO -VIDEO
Sabato 06 Agosto 2011 - 15:38
Ultimo aggiornamento: 16:02
PECHINO - Non solo Scudetto. Massimiliano Allegri chiude in bellezza la sua prima stagione milanista conquistando la Supercoppa a Pechino nel derby contro l'Inter. Il tabellone finale si ferma sul 2-1, con i rossoneri che vincono in rimonta nel secondo tempo grazie ai gol di Ibrahimovic e Boateng. La rete per l'Inter è stata realizzata da Sneijder all 22' del primo tempo su punizione.

EUROPA LEAGUE: ROMA E LAZIO, SFIDE NELL'EST
Venerdì 05 Agosto 2011 - 15:38
NYON - La Roma prende gli slovacchi e la Lazio i macedoni. Saranno due incroci con squadre dell'est quelli che le due squadre capitoline dovranno affrontare nel terzo turno preliminare dell'Europa League per accedere alla fase finale. La squadra di Luis Enrique se la dovrà vedere con lo Slovan Bratislava, squadra blasonata nel suo paese, ma di gran lunga abbordabile per Totti e Co. Invece i biancocelesti di Reja dovranno affrontare il Rabotniki, squadra macedone semisconosciuta nel panorama europeo. Due sfide che non sembrano difficili sulla carta, ma vista la brutta esperienza del Palermo eliminato dal Thun, le romane non dovranna sottovalutare le rispettive avversarie.

ANDATA E RITORNO La Lazio giocherà in casa la partita di andata contro i macedoni del Rabotnicki del turno preliminare di Europa League. La Roma invece affronterà lo Slovan prima a Bratislava e poi all'Olimpico. Lo ha stabilito l'Uefa, spiegando che il diritto di giocare in casa la prima partita spettava, fra le due romane, a quella che si era piazzata meglio in classifica nello scorso campionato.

ROMA-S. BRATISLAVA, CURIOSITÀ IN CIFRE La Roma affronta per la prima volta lo Slovan Bratislava. I giallorossi vantano un doppio precedente con squadre slovacche nel playoff dell'Europa League 2009/10, avversario il Kosice: 3-3 all'andata in Slovacchia, 7-1 giallorosso all'Olimpico. Lo Slovan Bratislava - allenato da Karel Jarolim - è al primo incrocio - come team slovacco - contro squadre italiane, mentre vanta 3 doppi confronti nella vecchia versione ex Cecoslovacchia: lo Slovan eliminò il Torino nella coppa Coppe 1968/69 (1-0 esterno e 2-1 casalingo), ma venne estromesso dall'Inter nella coppa Coppe 1982/83 (0-2 a Milano e inutile 2-1 casalingo) e dal Milan nella Champions League 1992/93 (1-0 esterno e 4-0 interno per i rossoneri). Gli slovacchi arrivano al playoff dopo aver preso parte - inizialmente - alla Champions League, dove avevano superato il primo turno preliminare contro i kazaki del Tobol (2-0 casalingo e 1-1 esterno), ma sono stati poi eliminati dai ciprioti dell'Apoel Nicosia (0-0 esterno e 0-2 casalingo), retrocedendo pertanto in Europa League. (A cura di Football Data).

LAZIO- RABOTNICKI, CURIOSITÀ IN CIFRE Primo incrocio ufficiale nelle coppe europee tra le due formazioni, prima volta che la Lazio si misura contro una formazione macedone, prima volta che il Rabotnicki incrocia un team italiano. Il Rabotnicki - guidato da Goran Petreski - è approdato al playoff di Europa League dopo aver superato tutti e tre i turni preliminari fin qui previsti dal tabellone della competizione 2011/12: al primo ha eliminato gli estoni del Trans Narva (4-1 esterno all'andata, 3-0 casalingo al ritorno), al secondo ha avuto la meglio sui sammarinesi della Juvenes Dogana (0-1 esterno all'andata e 3-0 interno al ritorno), infine ha eliminato i ciprioti dell'Anorthosis (2-0 esterno all'andata e 1-2 in casa al ritorno) (A cura di Football Data).

IL CALENDARIO Atletico Madrid (Spa) - Vitoria Guimaraes (Por)
Shamrock Rovers (Irl) - Partizan Belgrado (Ser)
Metalist Kharkiv (Ucr) - Sochaux (Fra)
Besiktas (Tur) - Alania Vladikavkaz (Rus)
Rosenborg (Nor) - Aek Larnaca (Cip)
Vorskla Poltava (Ucr) - Dinamo Bucarest (Rom)
Bursaspor (Tur) - Anderlecht (Bel)
Slovan Bratislava (Slv) - Roma (Ita)
Olimpiakos Volos (Gre) - Paris St Germain (Fra)
Legia Varsavia (POl) - Spartak Mosca (Rus)
Ekranas (Lit) - Hapoel Tel Aviv (Isr)
Paok Salonicco (Gre) - Karpaty Lviv (Ucr)
Trabzonspor (Tur) - Athletic Bilbao (Spa)
Hearts (Sco) - Tottenham (Ing)
Maribor (Slo) - Rangers (Sco)
Steaua Bucharest (Rom) - Cska Sofia (Bul)
Nordsjaelland (Dan) - Sporting Lisbona (Por)
Dnipro Dnipropetrovsk (Ucr) - Fulham (Ing)
Lokomotiv Mosca - Spartak Trnava (Slv)
Sion (Svi) - Celtic (Sco)
Slask Wroclaw (Pol) - Rapid Bucarest (Rom)
Litex Lovech (Bul) - Dynamo Kiev (Ucr)
Lazio (Ita) - Rabotnicki (Mac)
Nacional Madeira (Por) - Birmingham (Cin)
Psv Eindhoven (Ola) - Ried (Aut)
Thun (Svi) - Stoke City (Ing)
Aalesunds (Nor) - AZ Alkmaar (Ola)
Vaslui (Rom) - Sparta Praga (Cec)
Omonia Nicosia (Cip) - Salisburgo (Aut)
Zestafoni (Geo) - Bruges (Bel)
Hannover (Ger) - Siviglia (Spa)
Hjk Helsinki (Fin) - Schalke 04 (Ger)
Dinamo Tblisi (Geo) - Aek Atene (Gre)
Rennes (Fra) - Stella Rossa Belgrado (Ser)
Gaz Metan Medias (Rom) - Austria Vienna (Aut)
Braga (Por) - Young Boys (Svi)
Standard Liegi (Bel) - Helsingborg (Sve)

CHAMPIONS, UDINESE PESCA L'ARSENAL PER I PLAYOFF
Venerdì 05 Agosto 2011 - 13:47

NYON - L'Udinese pesca male nell'urna di Nyon. Nel terzo turno preliminare di Champions League se la dovrà vedere con gli inglesi dell'Arsenal, una delle squadre più temute dell'intero torneo. Per i friulani si preannuncia un doppio match difficile per accedere alla fase a gironi della competizione europea. I friulani giocheranno in trasferta la gara d'andata. L'ultimo turno preliminare si gioca tra il 16-17 agosto e il 23-24 agosto.

IL TABELLONE Il tabellone dei playoff per l'accesso alla fase a gironi della Champions League (andata 16-17 agosto, ritorno 23-24 agosto) sorteggiato oggi a Nyon: Wisla Cracovia - Apoel Nicosia; Maccabi Haifa - Genk; Dinamo Zagabria - Malmoe; Copenhagen - Viktoria Plzen; Bate Borisov - Sturm Graz; Odense - Villarreal; Twente - Benfica; Arsenal - Udinese; Bayern Monaco - Zurigo; Lione - Rubin Kazan.

POZZO: «SIAMO PRONTI» «È un'avventura affascinante, è come andare a New York per la prima volta». Gianpaolo Pozzo, patron dell'Udinese, commenta così il sorteggio del playoff per l'accesso alla fase a gironi di Champions League. La formazione friulana dovrà vedersela con l'Arsenal, una delle corazzate del calcio inglese. «L'Arsenal è un club storico, ci fa piacere affrontare quest'avventura. A questi livelli tutte le sfide sono difficili. Ma più è affascinante l'avversario e più i giocatori ce la metteranno tutta», dice Pozzo a Sky Sport24. La squadra allenata da Francesco Guidolin avrebbe potuto trovare un rivale più malleabile. «Nell'urna c'erano tutte squadre di livello, ogni abbinamento sarebbe stato difficile. Nell'ultimo preliminare che abbiamo disputato, ci siamo qualificati eliminando lo Sporting Lisbona: ma fu comunque un turno molto complicato», dice Pozzo. «In queste circostanze serve anche fortuna, bisogna affrontare quest'esperienza con filosofia. Si tratta comunque di un momento storico per il nostro club. Non ho ancora parlato con l'allenatore e con la squadra, ma sono convinto che la pensino come me», osserva prima di evidenziare che «e» un vantaggio giocare in casa il ritorno, potrebbe darci una spinta psicologica«. L'Udinese ha ceduto pezzi pregiati, a cominciare da Alexis Sanchez e Gokhan Inler. La società bianconera si sta muovendo per puntellare l'organico. «Per i preliminari, dovremo sfruttare quello che abbiamo già in casa. Dobbiamo contare sulle forze che abbiamo in questo momento, perchè un nuovo acquisto avrebbe comunque bisogno di tempo per adattarsi», spiega Pozzo. «Stiamo comunque cercando una seconda punta, deve trattarsi di un giocatore importante che possa subito inserirsi nella squadra. Ci serve un calciatore pronto, quindi la trattativa non è facile. Stiamo lavorando per centrare l'obiettivo», aggiunge. «D'altronde, sappiamo bene com'è il mercato: gli affari più importanti sono difficili in questo periodo, tutti aspettano l'ultimo minuto per chiudere. In Italia, poi, i giocatori importanti sono blindati dai club. Nel mercato interno c'è poco da pescare, bisogna andare all'estero».

EUROPA LEAGUE, L'1-1 NON BASTA: PALERMO FUORI
Giovedì 04 Agosto 2011 - 21:55

ROMA - Peggio di così non poteva iniziare l'avventura di Stefano Pioli al Palermo: è già fuori dalle competizioni continentali nel terzo turno preliminare di Europa League. C'era da rimontare il 2-2 casalingo dell'andata. Serviva una vittoria, è arrivato un altro pareggio. Il gol di Gonzalez in apertura della ripresa illude i tifosi palermitani (un centinaio quelli presenti allo stadio del Thun in Svizzera) ma arriva la risposta di Lezcano a calmare gli entusiasmi dei rosanero a corto di preparazione e di determinazione. La prima occasione è della formazione di Challandes: al 7' Schneider calcia di collo pieno da posizione defilata, il suo tiro termina di poco a lato. I rosanero rispondono sfiorando in due circostanze il vantaggio. Da Costa si supera su una punizione di Bovo dai venticinque metri al 20': tre minuti più tardi Ilicic serve splendidamente Gonzalez, ma il piatto sinistro dell'argentino viene bloccato dall'estremo difensore dei biancorossi. Nel finale Andrist calcia alto da buona posizione, mentre un potente tiro di Lezcano finisce alla sinistra della porta difesa da Benussi. La ripresa si apre con un cambio nelle fila rosanero: Antonio Nocerino sostituisce Federico Balzaretti. Al 4', il Palermo passa in vantaggio. Miccoli si libera in area in posizione defilata e tenta il tiro d'esterno destro: la conclusione, ribattuta, diventa un assist per Gonzalez che insacca di sinistro la rete dell'1-0. Galvanizzata dal gol, la formazione di Pioli insiste. Al 13' Nocerino viene liberato da Ilicic, ma viene anticipato a pochi metri dal gol da Da Costa. Sette minuti più tardi, doccia fredda: Andrist va via sulla destra, cross rasoterra deviato da Munoz, Lezcano anticipa tutti e beffa Benussi realizzando il pareggio. Il centrocampista del Thun ci riprova dalla distanza al 30', calciando alto. Dopo aver sostituito Gonzalez con Zahavi, Pioli tenta la carta Bertolo per Migliaccio. I rosanero provano con l'orgoglio e le forze residue a cercare il gol qualificazione: ma una punizione di Miccoli da buona posizione, a 3' dal termine, viene ribattuta dalla barriera. Il sogno europeo si ferma subito a Thun.

LE FORMAZIONI Thun: Da Costa, Luthi, Matic, Schindelholz, Schneider, Battig, Demiri, Schneuwly (dal 33' st Hediger), Lezcano (al 47' st Sanogo), Wittwer (dal 45' st Reinmann), Andrist (Djukic, Schirinzi, Volina, Rama). All.: Challandes. Palermo: Benussi, Munoz, Bovo, Mantovani, Cassani, Migliaccio (dal 33' st Bertolo), Acquah, Balzaretti (dal 1' st Nocerino), Ilicic, Gonzalez (dal 8' st Zahavi), Miccoli (Brichetto, Pisano, Di Matteo, Bacinovic). All.: Pioli. Arbitro: Liran Liany (Israele). Reti: nel st al 4' Gonzalez, al 20' Lezcano. Recupero: 1' e Ammoniti: Mantovani, Aquah e Bovo per gioco falloso, Miccoli per proteste. Espulsi: nessuno. ** I GOL ** 4' st - Pablo Gonzalez è abile a superare il portiere Da Costa con una conclusione di piatto sinistro sfruttando un rimpallo di un difensore al culmine di una iniziativa di Miccoli; 20' st - Il paraguaiano Dario Lezcano, sfrutta un'azione corale dei suoi alimentata da un errore in disimpegno di Ilicic e supera facilmente Benussi.

AMICHEVOLE ITALIA-SPAGNA, PRANDELLI CHIAMA DE ROSSI
Giovedì 04 Agosto 2011 - 19:53
ROMA - Daniele De Rossi e Morgan De Santis tornano a vestire azzurro. Il ct Cesare Prandelli li ha inseriti nella lista dei 24 convocati per l'amichevole con la Spagna, in programma a Bari il prossimo 10 agosto. Il romanista rientra in gruppo dopo due esclusioni di carattere disciplinare, per il portiere del Napoli è un ripescaggio al posto dell'infortunato Viviano. Ci sono Cassano e Balotelli, in attacco resta a casa Gilardino. Rientro nel gruppo azzurro anche per il difensore della Juve Bonucci.

I CONVOCATI L'elenco: Portieri: Buffon (Juventus), De Sanctis (Napoli) Sirigu (Paris St. Germain); Difensori: Balzaretti (Palermo), Bonucci (Juventus) Cassani (Palermo), Chiellini (Juventus), Criscito (Zenit San Pietroburgo), Maggio (Napoli), Ogbonna (Torino), Ranocchia (Inter); Centrocampisti: Aquilani (Liverpool), De Rossi (Roma), Marchisio (Juventus), Montolivo (Fiorentina), Motta Thiago (Inter), Nocerino (Palermo), Palombo (Sampdoria), Pirlo (Juventus); Attaccanti: Balotelli (Manchester City), Cassano (Milan), Giovinco (Parma), Pazzini (Inter), Rossi (Villarreal).

MATSUDA È MORTO A 34 ANNI. GIAPPONE SOTTO CHOC FOTO
Giovedì 04 Agosto 2011 - 10:23
TOKYO - L'ex difensore della nazionale giapponese, Naoki Matsuda, è morto oggi in ospedale dopo essere collassato due giorni fa durante un allenamento. Lo ha annunciato la sua squadra, il Matsumoto Yamaga. Matsuda, 34 anni, si era sentito male, per un sospetto attacco cardiaco, durante una fase di riscaldamento.

FONTE: Leggo.it


CALCIOMERCATO
Sorrento e Lumezzane in corsa per Alessio Stamilla
06.08.2011 18:30 di Claudio Gallaro
La partenza di Lauria, che oggi ha rescisso il contratto, costringerà il Lumezzane a tornare sul mercato per trovare un esterno di centrocampo. Il nome più caldo è - secondo Bresciaoggi.it - quello di Alessio Stamilla, ventottenne ex Piacenza, Verona e Perugia, che ha disputato l'ultima stagione diviso tra Gela e L'Aquila. Per aggiudicarselo i valgobbini dovranno però battere la concorrenza del Sorrento.

FONTE: TuttoLegaPro.com


PRIMO PIANO
Sampdoria, Atzori vuole adrenalina
04.08.2011 13:05 di Federico Errante
Fonte: secolo XIX
Forse serve un elettrochoc. È per dire un’esagerazione ma rende l’idea. Gianluca Atzori ha bisogno di rompere in maniera netta e anche brusca con il passato perché questa Sampdoria assomiglia troppo a quella che, dall’inizio dello scorso girone di ritorno, non è più riuscita a fare punti. La squadra vista contro il Verona a molti tifosi blucerchiati ha fatto venire in mente quell’agonia: possesso palla abbastanza sterile, qualche occasione non sfruttata, primi affondi degli avversari e Verona in vantaggio. Significa poco il pareggio ottenuto dai blucerchiati al novantesimo anche perché è stato su autorete e la Sampdoria non aveva fatto molto per meritarlo contro una squadra che si era presentata con gli stessi uomini che le avevano permesso salire dalla Lega Pro. «Prima capiscono meglio è» ha commentato il tecnico blucerchiato evidentemente contrariato. Aggiungendo, poi: «Meglio comunque adesso che dopo».

Dopo la pausa concessa a tutto il gruppo, l’allenatore è tornato sull’episodio e sui problemi che riscontra la squadra fino a questo momento: «Devono calarsi rapidamente nella parte. Devono capire che non sono più in serie A. Per affrontare la B la mentalità che serve è completamente diversa». Atzori dimostra di aver capito proprio tutto e infatti non usa stereotipi triti e ritriti tipo «il campionato è lungo e difficile, ci sono 42 partite eccetera…». Il tecnico spiega: «Non è questo il problema. Il problema è che non andrai più a giocare contro il Milan quando il solo fatto di incontrare il Milan ti carica a mille e ti permette di scendere in campo concentrato al massimo e con l’adrenalina al punto giusto. Stavolta invece tu sei per la maggior parte delle volte un giocatore da A che incontra provinciali come Gubbio, Albinoleffe, Nocerina. Se vai a giocare contro queste squadre con sufficienza, sei morto. E l’atteggiamento mostrato a Verona è stato un atteggiamento di sufficienza».

FONTE: TuttoB.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini