.

CREMONESE-HELLAS VERONA in anteprima: FERRARI febbricitante, NAPOLI quasi out, si profila un attacco inedito con PICHLMANN recuperato al centro e la coppia BERRETTONI-LE NOCI ai lati nel 4-3-3 di MANDORLINI.

Pubblicato da andrea smarso venerdì 18 febbraio 2011 18:16, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento

ULTIME NEWS
Emanate le convocazioni da mister MANDORLINI: ancora fuori MANCINI e SELVA ma anche NAPOLI non ce la fa; FERRARI invece sarà almeno in panchina.
Questa la lista completa dei convocati gialloblù:
Portieri: Caroppo, Rafael;
Difensori: Abbate, Anderson, Ceccarelli, Maietta, Scaglia, Vergini;
Centrocampisti: Esposito, Garzon, Hallfredsson, Martina Rini, Paghera, Russo;
Attaccanti: Berrettoni, Ferrari, Le Noci, Pichlmann, Tiboni.

Risponde mister ACORI con:
Bianchi, Aldegani, Sales, Stefani, Cremonesi, Cattaneo, Rizzi, Favalli, Vitofrancesco, Fietta, Bacher, Sambugaro, Tacchinardi, Pradolin, Scaglia, Nizzetto, Toledo, Colacone, Coda, Joelson.

Ancora fuori dunqe il neoarrivato GASPARETTO ed il fantasista ZANCHETTA.



Le indicazioni per arrivare allo stadio 'Zini' di Cremona: Tempo previsto per Domenica 20 Febbraio: Pioggia a 11°C


CREMONESE-HELLAS VERONA
Campo tradizionalmente ostico per i gialloblù quello dello 'Zini' di Cremona: le squadre si sono incontrate in Lombardia per 29 volte nella storia ed i padroni di casa hanno vinto 13 volte contro le 5 degli scaligeri (l'ultima volta fu 6 anni fa con la doppietta di ADAILTON).
Gara che si potrebbe definire 'derby delle deluse' dal momento che i lombardi, al pari dei veneti, erano partiti con ben altre aspettative all'inizio del campionato mentre al momento si trovano 'impantanati' in un anonimo metà classifica ad un solo punto dai gialloblù.
Curiosità: nessuno dei due tecnici che all'andata al 'Binti' pareggiarono per 1 a 1 siede ancora sulla panchina; L'ex gialloblù BARONI è stato esonerato al pari di GIANNINI... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

L'album fotografico di Hellas Verona 1-1 Cremonese...

QUI CREMONA
Dopo il pareggio esterno a Lumezzane grigiorossi alla ricerca della vittoria del rilancio contro il VERONA.
La squadra di ACORI (che ha sostituito l'ex gialloblù BARONI) può contare su un 11 sicuramente competitivo per la categoria.
Nella rosa spunta il difensore 'goleador' STEFANI (9 gol nel campionato scorso con la maglia della REGGIANA e sempre a segno nelle ultime 5 stagioni con i granata), c'è poi il centrocampista Luca NIZZETTO veronese 'de soca' e pilasto della mediana grigiorossa dopo essere cresciuto nelle fila scaligere.
Molto 'pericoloso' anche il fantasista ZANCHETTA, un passato tra A e B, autore di 5 gol nella passata stagione, Massimo CODA attaccante che col VERONA sembra avere un conto aperto ed il suo collega di reparto COLACONE.
Da Gennaio gioca con i grigiorossi anche Mirco GASPARETTO attaccante 31enne arrivato dal CEO in cerca di fortuna.

QUI VERONA
Infermeria ancora affollata in casa scaligera e allenamento differenziato per CAMPAGNA, MANCINI e NAPOLI, terapie per SELVA mentre CANGI, per il quale inizialmente si parlava di lieve infortunio, continua a lavorare in riabilitazione.
Se a loro aggiungiamo un FERRARI febbricitante otterremmo un VERONA 'spuntato' allo 'Zini' domenica prossima: PICHLMANN ha però recuperato e MANDORLINI in settimana lo ha provato al centro con BERRETTONI e LE NOCI ai lati e questo con ogni probabilità potrebbe essere il reparto avanzato contro i grigiorossi.
Il resto dell'11 dovrebbe essere più o meno quello visto contro la REGGIANA con un dubbio a centrocampo: con HALLFREDSSON ed ESPOSITO torna RUSSO o rimane MARTINA RINI?
Occhio ai gialli per CECCARELLI e HALLFREDSSON entrambi in diffida.


DICONO
Nonostante la velata pretattica MANDORLINI conferma PICHLMANN e anche BERRETTONI «Al di là del tempo passato lontano dal terreno di gioco, la testa era quella giusta. Ora vediamo, tutto sommato credo possa essere riproposto. Necessitiamo delle sue qualità e della sua voglia di giocare. Dal punto di vista mentale centrare un successo è stato importante, ci aspetta una gara difficile a Cremona, sono sempre stato fiducioso. Il giudizio spetta al campo. Molte volte i pronostici vengono ribaltati, i lombardi hanno dato vita ad un mercato ambizioso, centrando due vittorie consecutive per pareggiare domenica scorsa. Gli obiettivi sono cambiati in corsa, faremo di tutto per rendere la gara difficile anche a loro».
Pichlmann torna a disposizione del tecnico romagnolo: «Abbiamo recuperato l'austriaco dopo una settimana in cui non era al massimo. Siamo in grado di sopportare qualche eventuale defezione. Lo spirito sarà fondamentale, spero che le buone impressioni vengano rispettate. Credo nella volontà del gruppo, l'idea della squadra è ben chiara indipendentemente dagli interpreti» (HellasVerona.it)

Radiografia del Gol gialloblù 2010/2011
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
PICHLMANN12-618
LE NOCI111618
HALLFREDSSON1-45
ESPOSITO--33
FERRARI193224
MANCINI1-12
MARTINA RINI--11
VERGINI--11
SELVA5-16
SCAPINI7--7
CANGI4--4
BERRETTONI4--4
TORREGROSSA3--3
GARZON3--3
PAGHERA1--1
VRIZ2--2
ABBATE1--1
SCAGLIA1--1
RUSSO4--4

IN BREVE A PIÉ PAGINA
VITA DA EX: Davide PELLEGRINI torna in panca: fino alla fine della stagione dirigerà il KRAS REPEN una formazione triestina di Serie D.
CHAMPIONS LEAGUE: Brutta batosta interna per la ROMA contro lo SHAKTAR di Mircea LUCESCU. l'ARSENAL batte il BARÇA. Dopo il duro 'diverbio' con GATTUSO, Joe JORDAN precisa di non aver mai offeso gli italiani...
EUROPA LEAGUE: Il NAPOLI impatta col VILLAREAL, quarti ancora alla portata.
SCI ALPINO: Altro exploit azzurro che con la BRIGNONE acciuffa un agento nel gigante femminile.
NBA: Troppo forti gli HEAT di JAMES, i RAPTORS devono arrendersi...
PAY TV: L'UE nega i diritti in esclusiva per MONDIALI ed EUROPEI riconosciuti a tutti gli effetti come eventi sportivi di 'rilevanza nazionale' e quindi non solo appannaggio di chi se li può permettere...
SERIE A: Nel recupero il GENOA supera di misura la SAMP. Ancora PAZZINI e l'INTER, battendo la FIORENTINA, si porta a -5 dalla vetta...
CICLISMO: ARMSTONG annuncia i (secondo) ritiro.


Miami Heat Vs Toronto Raptors

RASSEGNA STAMPA
Venerdì 18 Febbraio 2011
Problemi per Cremona: Ferrari ha la febbre e per Di Napoli guai alla caviglia
Hellas, Mandorlini deve inventare l’attacco

di Gianluca Vighini
VERONA - Mandorlini sfoglia la margherita: l’attacco dell’Hellas è tutto da inventare in vista di Cremona. Ferrari ieri non si è allenato. Il match winner con la Reggiana è febbricitante e domenica potrebbe partire dalla panchina. Ieri nella partitella a Sandrà Mandorlini ha così schierato Pichlmann, tornato a disposizione. Piki ha giocato al centro dell’attacco. Con lui c’erano Le Noci e Berrettoni. Una prima linea inedita. Anche perché Aiman Napoli ha un trauma distorsivo alla caviglia ed è in forte dubbio.
Altre soluzioni. Mandorlini ha collaudato altre soluzioni. Ha provato Esposito trequartista con Martina Rini, Paghera e Hallfredsson a centrocampo. Un’ipotesi per il momento lontana dall’essere tradotta concretamente in campo. A destra, con Abbate che si è allenato a parte, Mandorlini ha provato Garzon e Russo. Tuttavia Abbate non dovrebbe essere in discussione.
Squadra che vince. Alla fine il Verona sarà simile a quello che battuto la Reggiana. Si parte da un 4-3-3 (Mancini non è ancora recuperato al cento per cento), con Pichlmann e Le Noci come uniche varianti. Berrettoni scalpita dopo l’ottima prova contro la Reggiana. Il fantasista è completamente recuperato. Tiboni è pronto a giocare almeno mezz’ora. «Avanti di partita in partita - sbotta Mandorlini -, senza condizionamenti e con l’obbligo di vincere il più possibile». (ass)

Giovedì 17 Febbraio 2011
Hellas. In sei turni il tecnico romagnolo ha conquistato 11 punti contro i 5 del Principe
Mandorlini va a doppia velocità rispetto a Giannini

di Gianluca Vighini
VERONA - L’Hellas targato Mandorlini viaggia a velocità doppia rispetto a quello (disastroso) d’inizio stagione di Giannini. Nei primi sei turni di ritorno i gialloblù, dopo la vittoria con la Reggiana hanno messo insieme undici punti contro i cinque incamerati dal Principe nei primi 540’ di campionato. Velocità sufficiente? Probabilmente no. Il Verona ha sprecato alcune occasioni importanti per colmare il gap in classifica. Il pareggio di Como all’89’ con l’uscita disastrosa di Rafael, il pareggio scialbo in casa del SudTirol (cioè la squadra peggiore di questo avvio 2011), la sconfitta interna col Gubbio. Senza questi stop l’Hellas avrebbe potuto anche pensare seriamente di agganciare la zona play off, adesso lontana sei punti. Le avversarie. Eppure, tranne quale eccezione, il Verona figura nelle prime posizioni della classifica relativa al girone di ritorno. Al primo posto ci sono Gubbio e Bassano che hanno fatto 15 punti. Al terzo la Salernitana con 13, subito dopo l’Hellas di Mandorlini, appunto con 11. Dietro ai gialloblù il Sorrento (10), l’Alessandria, il Lumezzane, la Cremonese (9), il Ravenna (8), Spezia e Como (7), la Reggiana (6), Pavia, Pergocrema, Monza, Paganese (5), la Spal (4) e il SudTirol che nelle sei giornate dal giro di boa ha fatto solo 2 punti, uno dei quali, con l’Hellas.
Il pensiero di Mandorlini. «Poco importa guardare la classifica adesso», continua a ripetere il tecnico. Che però ricorda. «Credo che abbiamo fatto il nostro dovere. Poi è chiaro che il gap iniziale ci sta penalizzando molto. E ci impedisce di giocare con leggerezza. Purtroppo abbiamo sempre sulla testa l’handicap di non dover mai sbagliare. E non è facile scendere in campo così».
Mancini a parte. Questa la situazione infortunati in vista di Cremona: lavoro differenziato per Mancini, terapie per Selva, Cangi prosegue il programma personalizzato di recupero all’Isokinetic, mentre Napoli si è sottoposto ad accertamenti, che hanno evidenziato un trauma contusivo alla caviglia. (ass)

FONTE: Leggo.it


Mandorlini sorride Il Verona «marcia» a ritmo di play off
DIAMO I NUMERI. L'Hellas sarebbe nella scia di Gubbio e Bassano
Un'inversione di tendenza nel girone di ritorno, i gialloblù hanno sei punti in più rispetto all'andata «Ma non facciamo troppi calcoli, si vive alla giornata»

18/02/2011
Emanuele Berrettoni in azione al Bentegodi, è stato uno dei migliori contro la Reggiana FOTO EXPRESS
I numeri danno ragione ad Andrea Mandorlini. Il Verona visto all'opera nel girone di ritorno vale i playoff. Cifre alla mano, la squadra gialloblu, tenendo conto esclusivamente delle gare giocate dopo il giro di boa, si piazzerebbe in quarta posizione, in piena zona promozione. A questo dato va aggiunta una doverosa un'osservazione: l'Hellas deve fare i conti con un passato di tentennamenti e di prove del nove fallite, nel quale la squadra veronese ha maturato purtroppo uno svantaggio notevole nei confronti di chi insegue la B. Tuttavia, la nuova tendenza sembra regalare qualche speranza in più ai tifosi del club centenario.

HELLAS IN SCIA. Dunque, veniamo ai fatti. Ceccarelli e compagni nelle prime sei giornate del girone di ritorno hanno raccolto 11 dei 18 punti disponibili, frutto di tre vittorie, due pari ed una sola sconfitta contro il Gubbio. Perdere in casa lo scontro con la regina del torneo ha fatto molto male ai ragazzi di Mandorlini. Ma dopo la contestazione e il silenzio è arrivata se non altro una vittoria tonificante contro la Reggiana. Comunque, meglio del Verona, finora, hanno fatto solo in tre. Il Gubbio e il sorprendente Bassano hanno raccolto quindici punti, la Salernitana, dopo aver superato i problemi di inizio stagione, si è attestata a tredici. Dietro proprio l'Hellas, che precede tutto il resto della truppa del girone A. Segnale, questo, che indica un'accelerata da parte dei gialloblù. Ma servirà, adesso, dare continuità a questa tendenza. Cercando, magari, anche di migliorarla.

UN SOLO STOP. In quanto a battute d'arresto, la squadra di Mandorlini si attesta sulla media delle 'grandi', o presunti tali, del torneo. Nessuna delle squadra del girone è riuscita a mantenere intatta l'imbattibilità nel girone di ritorno. Il Verona ha incassato una sola sconfitta come Alessandria, Lumezzane, Como, Salernitana, Bassano, Gubbio e Cremonese. Certo, la compagnia non manca. Segno che sarà ancor più difficile far prevalere la ragion di stato. Ma la squadra gialloblu rispetto alle prime sei giornate del girone di andata si è migliorata in molti aspetti.

SEI PUNTI IN PIÙ. E giusto per evidenziare un altro dato che può essere ritenuto per certi versi significativo, il Verona nelle prime sei giornate del ritorno ha raccolto sei punti in più rispetto alle stesse gare giocate all'andata. Su questo confronto pesano molto le vittorie ottenute contro Paganese e Reggiana, oltre al punto strappato a Como. Meglio hanno fatto solo Gubbio (+9) e Bassano (+8). Ma la terza piazza guadagnata dal Verona resta elemento di soddisfazione. Sul quale andranno costruite le basi per la rincorsa ai playoff.

FILOSOFIA MANDORLINI. E il tecnico gialloblù? Mandorlini ha un'idea precisa: «L'assalto ai playoff? Dovremo vivere alla giornata, non esistono certezze. La strada che porta a destinazione si è fatta durissima da percorrere. A questo punto ci toccherà valutare la nostra posizione di partita in partita. Ma siamo vivi e questo è già un buon punto di partenza».
Simone Antolini

FONTE: LArena.it


Cremonese-Hellas Verona, 19 convocati
19/02/2011 - 13:26
Due portieri, sei difensori, sei centrocampisti e cinque attaccanti per la 24a giornata del campionato di Prima Divisione (Girone A)
SANDRA' - E' terminata da poco la seduta di rifinitura affrontata presso il centro sportivo di Sandrà dai gialloblù. Andrea Mandorlini ha convocato 19 gialloblù in vista di Cremonse-Hellas Verona, 24a giornata del campionato di Prima Divisione (Girone A), in programma domenica 20 febbraio allo stadio "Zini" di Cremona (ore 14:30).

Portieri: Caroppo, Rafael;
Difensori: Abbate, Anderson, Ceccarelli, Maietta, Scaglia, Vergini;
Centrocampisti: Esposito, Garzon, Hallfredsson, Martina Rini, Paghera, Russo;
Attaccanti: Berrettoni, Ferrari, Le Noci, Pichlmann, Tiboni.
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Credo nella volontà del gruppo"
18/02/2011 - 16:58
"Lo spirito sarà fondamentale, spero che le buone impressioni vengano rispettate. L'idea della squadra è ben chiara indipendentemente dagli interpreti"
SANDRA' - Le prime battute dello spazio interviste tenutosi venerdì pomeriggio a Sandrà sono state dedicate al fattore più apprezzato da mister Mandorlini dopo la 23a di campionato:"La cosa determinante, il risultato. La vittoria è stata fondamentale, l'atteggiamento ampiamente positivo. Qualche errore è stato commesso in fase di concretizzazione, in generale la squadra mi è piaciuta molto".

A stupire gli addetti ai lavori la prova di Berrettoni, rientrato dal 1' a distanza di mesi dall'infortunio: "Al di là del tempo passato lontano dal terreno di gioco, la testa era quella giusta. Ora vediamo, tutto sommato credo possa essere riproposto. Necessitiamo delle sue qualità e della sua voglia di giocare".

"Dal punto di vista mentale centrare un successo è stato importante, ci aspetta una gara difficile a Cremona, sono sempre stato fiducioso. Il giudizio spetta al campo. Molte volte i pronostici vengono ribaltati, i lombardi hanno dato vita ad un mercato ambizioso, centrando due vittorie consecutive per pareggiare domenica scorsa. Gli obiettivi sono cambiati in corsa, faremo di tutto per rendere la gara difficile anche a loro".

Pichlmann torna a disposizione del tecnico romagnolo: "Abbiamo recuperato l'austriaco dopo una settimana in cui non era al massimo. Siamo in grado di sopportare qualche eventuale defezione. Lo spirito sarà fondamentale, spero che le buone impressioni vengano rispettate. Credo nella volontà del gruppo, l'idea della squadra è ben chiara indipendentemente dagli interpreti".
Ufficio Stampa

18/02/2011 - 17:23
Sandrà: venerdì torello, lavoro aerobico e partitelle
Penultimo allenamento della formazione gialloblù in preparazione alla gara esterna con la Cremonese

18/02/2011 - 16:20
Cremonese-Hellas Verona, arbitra Viti di Campobasso
In occasione del match con la squadra lombarda il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Pegorin (Latina) e Raparelli (Albano Laziale)

18/02/2011 - 10:15
Giovanili: per i Giovanissimi Nazionali derby col Chievo
La Berretti riceve a Soave il Lecco, reduce dal ko interno per mano del Pergocrema. Allievi Regionali in casa del Noventa Calcio

17/02/2011 - 17:29
Sandrà: differenziato per Campagna, Mancini e Napoli
Terzo giorno di lavoro in vista della trasferta di Cremona caratterizzato da torello, possesso palla, tattica e partitelle a tema

I precedenti a Cremona: 5 le vittorie gialloblù
15/02/2011 - 10:45
Ultimo successo scaligero il 10 settembre 2005, con 2-0 firmato Adailton. Del 4 ottobre '98 il pari più recente (0-0), 3-1 per i padroni di casa nell'ultima sfida
VERONA - La 24a giornata di campionato vedrà l'Hellas impegnato allo stadio "Zini" di Cremona, per affrontare i grigiorossi reduce dal pari in casa del Lumezzane.

29 le sfide in terra lombarda, con un bilancio che parla di 5 vittorie gialloblù, 11 pareggi e 13 sconfitte. Ultimo successo scaligero il 10 settembre 2005, con 2-0 firmato Adailton. Del 4 ottobre '98 il pari più recente (0-0), 3-1 per i padroni di casa nell'ultima sfida (21 settembre 2008, in rete Da Dalt).

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]

VITA DA EX: Davide PELLEGRINI torna in panca: fino alla fine della stagione dirigerà il KRAS REPEN una formazione triestina di Serie D. CHAMPIONS LEAGUE: Brutta batosta interna per la ROMA contro lo SHAKTAR di Mircea LUCESCU. l'ARSENAL batte il BARÇA. Dopo il duro 'diverbio' con GATTUSO, Joe JORDAN precisa di non aver mai offeso gli italiani... EUROPA LEAGUE: Il NAPOLI impatta col VILLAREAL, quarti ancora alla portata. SCI ALPINO: Altro exploit azzurro che con la BRIGNONE acciuffa un agento nel gigante femminile. NBA: Troppo forti gli HEAT di JAMES, i RAPTORS devono arrendersi... PAY TV: L'UE nega i diritti in esclusiva per MONDIALI ed EUROPEI riconosciuti a tutti gli effetti come eventi sportivi di 'rilevanza nazionale' e quindi non solo appannaggio di chi se li può permettere... SERIE A: Nel recupero il GENOA supera di misura la SAMP. Ancora PAZZINI e l'INTER, battendo la FIORENTINA, si porta a -5 dalla vetta... CICLISMO: ARMSTONG annuncia i (secondo) ritiro.
CICLISMO, ARMSTRONG LASCIA: "QUESTA VOLTA È DEFINITIVO"
Mercoledì 16 Febbraio 2011 - 17:57
PARIGI - Lance Armstrong lascia, e «questa volta è per davvero». Il campione più celebrato, conosciuto e contestato del ciclismo americano ha annunciato la sua decisione di lasciare l'attività agonistica una volta per tutte. D'ora in poi si occuperà esclusivamente della sua fondazione e delle attività di beneficenza ad essa correlate. Non è la prima volta che annuncia il ritiro. Il primo annuncio in tal senso risale al 2005: al termine di quell'edizione del Tour de France Armstrong, allora 33/enne, annunciò che lasciava il ciclismo agonistico. Quattro anni dopo, però, è tornato a competere a livello internazionale, e nel Tour 2009 ha conquistato il terzo gradino del podio. Ora, dopo un ultimo Tour de France 2010 conclusosi in modo disastroso, tra cadute e polemiche, Armstrong ha rinunciato in modo definitivo di tornare a pedalare.

IRA GATTUSO, JORDAN GLI HA DETTO "F...ING ITALIAN" VIDEO
Mercoledì 16 Febbraio 2011 - 18:24
Ultimo aggiornamento: 18:27
MILANO - «Fucking Italian bastard». Sarebbe stato questo uno degli insulti che ha fatto infuriare Rino Gattuso durante la partita di Champions League del Milan contro il Tottenham. Lo rivela, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, Claudio Pasqualin, il procuratore di 'Ringhio'. Il milanista si è avventato sul vice di Harry Redknapp, Joe Jordan, detto “lo squalo”, mettendogli le mani al collo e rifilandogli una testata. Per questo gesto, seguito da una valanga di condanne, per cui lui stesso ha detto di essersi pentito, il calciatore rischia almeno tre turni di squalifica. Pasqualin aggiunge: «Per uno come Rino, che ha forte il senso dell’appartenenza all’Italia, credo che questa sia la più vigliacca e inqualificabile delle ingiurie».

INTER OK CONTRO I VIOLA. PAZZINI ANCORA IN GOL -VIDEO
Mercoledì 16 Febbraio 2011 - 22:07
FIRENZE - Gara spettacolare al Franchi tra Fiorentina e Inter, nel recupero della 17esima giornata del campionato, molte occasioni da rete e tre gol con una vittoria molto importante dei nerazzurri per 2-1. Con questo successo la squadra di Leonardo si rilancia in classifica, dopo lo stop con la Juventus, e sale al terzo posto a 47 punti, a -2 dal Napoli e a -5 dal Milan capolista.

GENOA, RAFINHA TRAFIGGE LA SAMP NEL DERBY -VIDEO
Mercoledì 16 Febbraio 2011 - 22:25
GENOVA - Vittoria nel derby e sorpasso. Il Genoa stende la Sampdoria per 1-0 e supera i cugini in classifica con il successo nel recupero della stracittadina rinviata per neve lo scorso 19 dicembre. I rossoblu fanno festa con il gol di Rafinha e volano a 32 punti. Ora, guardano dall'alto i cugini, fermi a quota 30. I verdetti arrivano al termine di 90 minuti che il Genoa interpreta meglio della Samp sin dalle prime battute.

CHAMPIONS, ARSENAL OK CONTRO IL BARÇA: 2-1 -VIDEO
Mercoledì 16 Febbraio 2011 - 23:35
LONDRA - Arsenal batte Barcellona 2-1 nella partita di andata degli ottavi di finale della Champions League giocata stasera a Londra.

Arsenal-Barcellona 2-1 (0-1). Arsenal (4-2-3-1): Szczesny; Eboue, Djourou, Koscielny, Clichy; Song (23' st Arshavin), Wilshere; Walcott (32' st Bendtner), Fabregas, Nasri; Van Persie. (1 Almunia, 7 Rosicky, 15 Denilson, 18 Squillaci, 28 Gibbs). All.: Wenger. Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piquè, Abidal, Maxwell; Xavi, Busquets, Iniesta (44' st Adriano); Pedro, Messi, David Villa (23' st Keita). (13 Josè Pinto, 9 Bojan, 15 Mascherano, 18 G. Milito, 20 Afellay). All.: Guardiola. Arbitro: Rizzoli (Italia) Reti: nel pt 26' David Villa; nel st 33' Van Persie, 38' Arshavin Angoli: 4-1 per l'Arsenal Ammoniti: Song, Nasri, Van Persie e Piquè Spettatori: 60.000.

ROMA KO IN CHAMPIONS: 2-3 CONTRO LO SHAKHTAR VIDEO
Mercoledì 16 Febbraio 2011 - 23:34
Ultimo aggiornamento: 23:53
ROMA - Claudio Ranieri era stato prudente, lo scorso 17 dicembre, giorno dei sorteggi di Champions. Quando l'urna aveva accoppiato alla Roma gli ucraini dello Shakhtar non si era lasciato contagiare dall'euforia: «Conta in che condizioni arriveremo all'appuntamento». La sorte ha voluto che la Roma, specie quella del primo tempo, sia la più stonata, impotente e sbandata della stagione. Il risultato è che solo la rete di Jeremy Menez (nella ripresa) tiene vivo un sottilissimo filo di speranza, dopo che lo Shakhtar era andato negli spogliatori sul 3-1 a proprio favore, facendo un figurone con i suoi brasiliani, autori di tutte le reti. Ora i giallorossi hanno tre settimane per ritrovarsi e tentare l'impresa alla Dombass Arena, missione quasi impossibile, soprattutto per questa Roma: nella sua tana la squadra di Mircea Lucescu è un osso ancor più duro.

CALCIO TORNA IN CHIARO: UE VIETA L'ESCLUSIVA A PAY TV
Giovedì 17 Febbraio 2011 - 11:58
ROMA - Mondiali ed europei di calcio di nuovo in chiaro? Dall'anno prossimo, forse, sarà possibile, dopo una sentenza del Tribunale dell'Ue che potrebbe sbarrare la porta all'esclusiva delle pay tv sulle partite delle rassegne continentali e intercontinentali di calcio. La sentenza del tribunale afferma che di fronte a questi «eventi di particolare rilevanza pubblica» deve prevalere il diritto all'informazione e la possibilità per tutti di accedere liberamente alle partite. Uno Stato, dunque, può vietare la trasmissione in esclusiva sulle pay tv. Tutto è nato da un ricorso di Fifa e Uefa contro la Commissione europea, che aveva dato ragione a Belgio e Regno Unito sul divieto di trasmettere le partite dei due prestigiosi tornei solo sulle Tv a pagamento. Ricorso che i magistrati Ue hanno respinto.

Nella sentenza si spiega come il legislatore di un Paese può decidere la trasmissione in chiaro non solo degli incontri dei Mondiali e degli Europei definiti 'prime' (partita inaugurale, semifinali, finali e le partite della squadra nazionale di quel Paese), ma anche tutti gli altri del torneo (definiti 'non prime'). Questo perché gli incontri 'non prime' rappresentano «eventi unici», che suscitano un interesse enorme nel pubblico anche per l'incidenza che possono avere sull'andamento generale della competizione. Del resto, dati di ascolto alla mano, i magistrati Ue sono giunti alla conclusione che anche gli incontri 'non prime' «attirano un numero rilevante di telespettatori, di cui una parte considerevole non è interessata normalmente al calcio».

In Italia la Rai non ha più il monopolio di Mondiali ed Europei di calcio. I diritti Tv dei Mondiali 2006 e 2010, svoltisi in Germania e Sudafrica, sono stati acquistati dalla pay tv satellitare Sky Italia e in parte rivenduti alla Rai. Grazie all'ultimo accordo con la Fifa, Sky Italia potrà trasmettere anche tutte le gare dei Mondiali del 2014 in Brasile, cedendone ancora una volta una parte alla Rai. La decisione del Tribunale Ue potrebbe dunque costituire un precedente rischioso per il futuro del sistema dei diritti televisivi dei massimi tornei per squadre nazionali. La vendita di tali diritti di trasmissione, infatti, costituisce una fonte rilevante degli introiti di Fifa e Uefa. Anche se per i magistrati europei gli effetti di una decisione che obblighi la trasmissione in chiaro delle partite «non azzerano il valore commerciale di tali diritti, visto che la Fifa e l'Uefa non sono obbligate a cederli a qualunque condizione». Ora le due associazioni hanno due mesi di tempo per ricorrere contro la decisione presso la Corte di giustizia europea.

BARGNANI SUPER, MA NON BASTA: LEBRON VINCE A TORONTO -VIDEO
Giovedì 17 Febbraio 2011 - 10:41
Ultimo aggiornamento: 10:42
TORONTO - Andrea Bargnani in versione All Star non ferma Miami. Il 'mago' segna 38 punti e sfiora il suo career high (41 punti), ma Toronto cade in casa per 103-95 contro gli Heat nell'ultima gara prima del weekend delle stelle in programma a Los Angeles.

SCI, IMPRESA BRIGNONE: ARGENTO NEL GIGANTE
Giovedì 17 Febbraio 2011 - 18:15
GARMISCH - Per l'Italia ormai le medaglie non finiscono più ai Mondiali di Garmisch 2011. La marcia trionfale continua e nel gigante donne è arrivato l'argento di Federica Brignone, milanese che vive a Courmayer, 21 anni il prossimo 14 luglio. Buon sangue non mente: Fede, come la chiamano tutti, è figlia di Maria Rosa Quario detta Ninna, ex campionessa della valanga rosa con quattro vittorie ed altri 11 podi in Coppa del mondo. Toccherà anche a Ninna, ora giornalista dello sci, raccontare ai lettori del suo giornale la grande impresa della figlia. L'argento di Fede - oro mancato per soli 9 centesimi di secondo - è maturato dentro una grande prestazione complessiva della squadra azzurra, con Denise Karbon quarta, come quarta sia in gigante che in speciale era stata ai Mondiali di due anni fa in Val d'Isere. C'è poi il sesto posto di Manuela Moelgg, che però avrà modo sabato di fare ancora meglio nello slalom speciale, la disciplina in cui al momento si sente più forte.

NAPOLI-VILLARREAL 0-0. MAZZARRI: "C'ERA UN RIGORE"
Giovedì 17 Febbraio 2011 - 21:24
NAPOLI - Il Napoli non riesce ad affondare il sottomarino giallo, ma riesce a contenere con un pareggio il Villarreal e a mantenere viva la speranza di una qualificazione ai quarti di finale dell'Europa League che potrà giocarsi la prossima settimana in Spagna. Certo gli azzurri non si presenteranno al Madrigal nelle condizioni ideali, una vittoria avrebbe dato loro molte più chance ottenere il passaporto per andarsi a giocare con gli ucraini del Metalist Kharkiv o i tedeschi del Bayer Leverkusen il passaggio alle semifinali. Ma la squadra di Mazzarri non ha nulla di cui incolparsi.

FONTE: Leggo.it


CALCIOMERCATO
L'ex Lega Pro Pellegrini nuovo tecnico del Kras Repen
17.02.2011 13:30 di Valeria Debbia
L'ex tecnico di Verona e Monopoli Davide Pellegrini ha firmato ieri per il Kras Repen (formazione triestina militante in Serie D). Il neomister ha militato come giocatore con il Varese, la Fiorentina, il Pisa e ha giocato anche con Roberto Baggio. Pellegrini ha già svolto il suo primo allenamento e cercherà negli ultimi 10 turni di salvare la squadra dalla retrocessione.

FONTE: TuttoLegaPro.com


NEWS
Milano, 10:25
CALCIO, JOE JORDAN: MAI DETTO 'ITALIANO BASTARDO' A GATTUSO
Joe Jordan torna a parlare dopo il duro faccia a faccia con Gennaro Gattuso al termine della partita di Champions tra Milan e Tottenham. Lo "squalo" non ci sta a passare per razzista e tiene a precisare in un'intervista alla Gazzetta dello Sport: "Mia moglie che è ancora a Milano mi ha riferito quello che sui giornali mi accusano di aver detto a Gattuso. Chi mi conosce sa che non posso aver detto 'bastardo italiano'. Ma ci sono tantissimi tifosi del Milan e italiani troppo giovani per ricordarsi di Jordan. Anche loro devono sapere che non ho mai detto quelle cose. A Gattuso ho detto soltanto di andar via, di togliersi dai piedi e l'ho fatto con una parolaccia in inglese. Niente di più e niente di anti italiano. Perchè Gattuso si è arrabbiato? Non ho la minima idea, si è messo in mezzo quando cercavamo di sostituire Corluka, infortunato per il fallo di Flamini. Gattuso stava nella nostra area tecnica e gli ho detto di sgommare. Poi non c'è stata una parola tra noi fino al fischio finale, quando è tornato da me. Solo lui può spiegare che cosa gli è successo. Ma non accetto che mi si accusi di averlo insultato tirando in ballo la nazionalità. L'Italia per me è il paese dove ho vissuto tre anni speciali da giocatore con Milan e Verona. Mi considero privilegiato e fortunato per avere indossato la maglia del Milan. Io e la mia famiglia torniamo spesso, tutti gli anni, perchè in Italia stiamo bene. Ripeto: non mi debbo difendere. Non ho fatto niente di sbagliato".

FONTE: Repubblica.it

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini