.

I tifosi dell'HELLAS s'interrogano dopo lo scialbo pareggio contro il SUDTIROL: rispondono SICILIANO, BERRETTONI e LE NOCI e tutti chiedono pazienza...

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 15 settembre 2010 21:59, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento



Ribaltato a favore dell'ALESSANDRIA il risultato contro il LUMEZZANE alla terza giornata: Il LUME aveva schierato l'attaccante FERRARI pur dovendo (il calciatore) ancora scontare una giornata di squalifica, allo stesso comminata dal Giudice Sportivo del Comitato Interregionale e rimediata in riferimento alla gara Montichiari – Savona Finale della Poule Scudetto Serie D 2009-201... Ecco perchè la vittoria interna dei lombardi diventa una sconfitta a tavolino ed i piemontsi si trovano in mano 3 punti (e secondo posto in classifica) in più.

Per il gioco pronostici B/=\S continuerà a valere il risultato acquisito sul campo e quindi nessun cambiamento in classifica verrà preso in considerazione [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


[DICONO]
Il consigliere delegato SICILIANO difende GIANNINI e le prestazioni deludenti del VERONA «Giannini è un bravo allenatore: molto forte, onesto, umile. Non è colpa sua se la squadra è stata costruita in ritardo. Dovevamo cedere alcuni giocatori, le operazioni purtroppo si sono trascinate in avanti. La responsabilità è della società e non del tecnico. Non è facile costruire una squadra forte. Per questo serve un po’ di pazienza. Sono sicuro che i giocatori che abbiamo preso siano di ottima qualità. Ora c’è bisogno di dare un gioco e un’anima a questa squadra e a questa formazione. Ma alla fine, ne sono certo, il Verona farà un ottimo campionato. L’intenzione è di rimanere nella zona play off nelle prima parte di campionato e poi spiccare il volo nella parte finale» (Leggo.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
Il 'folletto' BERRETTONI chiede tempo e pazienza: «Se una squadra non trova continuità significa che qualche problema esiste. Penso sia normale per un collettivo totalmente rinnovato, con gli ultimi arrivi aggregati solo pochi giorni fa. Ci vuole del tempo", ha esordito l'attaccante. Siamo destinati a vincere perchè siamo l'Hellas, l'unico modo è lavorare col mister per mettere a punto idee sposate appieno. Il Monza ha cercato di giocare e ne abbiamo approfittato sin dal primo minuto, domenica l'avversario si è chiuso e di conseguenza abbiamo sofferto. I tifosi vogliono la stessa cosa che desideriamo noi, cioè vincere le partite e tornare in Serie B. Va fatto qualcosa in più. Non abbiamo mai cercato alibi, ci prendiamo tutte le responsabilità del caso. Sappiamo che le giornate passano, Gubbio ci fornisce la possibilità di valutare la nostra crescita, c'è una settimana a disposizione per stare insieme e conoscerci ulteriormente. Sbagliando uno capisce dove apportare i correttivi adatti» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


Mister SEBASTIANI felice del put conquistato dal suo SUDTIROL al 'Bentegodi': «Un punto importantissimo ed ampiamente meritato. Credo che in definitiva le occasioni più pericolose le abbiamo create noi, io ne ho contate almeno cinque. Non abbiamo mai smesso di attaccare se non nel finale ove siamo calati perché in definitiva abbiamo corso maggiormente, cercando di coprire tutti gli spazi. Questa è stata una gara ben preparata ed i giocatori hanno risposto nella maniera migliore, mettendo in campo grinta ed intensità. Quello che non ha fatto il Verona oggi va a merito di questo SudTirol» (TuttoLegaPro.com) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
Bomber LE NOCI sul mezzo passo falso di Domenica scorsa al 'Bentegodi': «Un passo indietro per il risultato e per la prestazione, sicuramente a Monza il vantaggio iniziale ci ha facilitato le cose. A volte il voler dimostrare quanto importante sia giocare tra le mura amiche si rivela controproducente. Non deve diventare una scusa, per chiudere in prima posizione bisogna vincere in casa e fuori. Scendere in campo e vedere gli spalti gremiti non fa altro che caricarmi, forse talvolta manca la giusta spensieratezza per provare certe giocate. I risultati ti danno serenità, qualche bella vittoria fa morale. Le difficoltà aumentano quando le squadre si chiudono e puntano sulle ripartenze. Non è semplice, dobbiamo essere bravi noi a sfruttare i loro errori e le palle inattive, fondamentali per sbloccare il risultato. Serve pazienza, le partite durano novanta minuti. In virtù delle nostre qualità possiamo segnare in qualsiasi momento, in primis è meglio non subire» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[ALTRE NEWS IN ALLEGATO]
CASO 'DAIVSON EDSON DE SOUZA': Il calciatore brasiliano, fermato alla dogana del suo paese con un passaporto falso (si era 'allegramente' levato 4 anni di età), ha sostenuto che voleva venire in Italia per effettuare una prova con l'HELLAS. Le autorità verdeoro sospettano un coinvolgimento di alcuni intermediari, forse anche italiani, ma la società gialloblù s'è già dichiarata totalmente estranea alla vicenda...
IL GIUDICE SPORTIVO FERMA l'allenatore TORRENTE per comportamento irriguardoso verso l'arbitro durante l'intervallo della gara ed il 23enne difensore BORGHESE (vittima dell'esperienza maliziosa dell'ex gialloblù Colombo?) per avere colpito un avversario con una manata al volto con il pallone non a distanza di gioco entrambi per due giornate dopo la gara esterna a La Spezia ed entrambi appartenenti al GUBBIO prossimo avversario dell'HELLAS alla 5^ di campionato... La novità? Nessna sanzione per la società HELLAS VERONA FC SPA! 'Na volta tanto... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Radiografia del Gol gialloblù 2010/2011
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
LE NOCI4138
MANCINI1-12
PICHLMANN1-12
MARTINA RINI--11
HALLFREDSSON--11
FERRARI51-6
SCAPINI5--5
SELVA4--4
CANGI4--4
BERRETTONI4--4
TORREGROSSA3--3
GARZON3--3
PAGHERA1--1
VRIZ1--1
ABBATE1--1
SCAGLIA1--1

GIOCO PRONOSTICI:
Colpo gobbo di Sandro, campione di giornata con 6 punti frutto di 6 pronostici azzeccati (record stagionale)!
Quest'anno si prospetta 'na bella lotta: 4 giornate e 4 diversi singoli campioni: complimenti vivissimi butèi ;o)

Lo sfigadon maximo 'stò giro è Ciri che non ne azzecca una ed eguaglia il poco invidiabile record stagionale di Bruni.

In classifica generale Bridget è sempre al comando (lei ed il suo segretiSSimo metodo ricavato da complessi studi esoterico-scentifici ah ah) ma Ark la incalza da vicinissimo, al terzo posto Pose e Sandro hanno soppiantato per il momento Gede mentre in coda Gex lascia a Ciri la maglia nera...

Postate qui le giocate della 5^ e, come sempre, buona fortuna! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

CLASSIFICA DI GIORNATA
6 - Sandro
4 - Pose
3 - Ark, Bridget, Mister Loyal
2 - Gede, Gex, Smarso
1 - Bruni
0 - Ciri

CLASSIFICA GENERALE
17 - Bridget
16 - Ark
14 - Pose, Sandro
13 - Gede
11 - Smarso
09 - Bruni, Mister Loyal
05 - Gex
04 - Ciri

CLASSIFICA PRECEDENTE
14 - Bridget
13 - Ark
11 - Gede
10 - Pose
09 - Smarso
08 - Bruni, Sandro
06 - Mister Loyal
04 - Ciri
03 - Gex

AMMONITI
Gex (1)

CAMPIONI DI GIORNATA
Sandro, Gede, Bridget, Ark (1)

SFIGADONI DI GIORNATA
Sandro, Gex (2)
Smarso, Gede, Ciri, Bruni (1)

RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Bridget, Gede (7)
Max. numero di pronostici azzeccati: Sandro (6)
Max. numero di risultati azzeccati: Bridget, Bruni (3)
Punteggio minimo in una giocata: Bruni, Ciri (0)


ALBO D'ORO CAMPIONI
2009/2010 Martino
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


BSC Young Boys - FC BaselTurkey vs USA 64-81 Final Highlights awards World Championship 2010Villarreal Vs Espanyol [4-0] All Goals

[IN BREVE A PIÉ PAGINA]
CALCIO RUSSIA: Gol record da 100 metri!
CALCIO SVIZZERA: In coma dopo un contrasto di testa...
MONDIALI BASKET: Ancora gli USA in cima al mondo.
CALCIO SPAGNA: VILLAREAL a valanga sull'ESPANYOL grazie anche alla doppietta di ROSSI.
CALCIO PANAMA: Giocatore da testata all'arbitro, arresto e 3 mesi di squalifica, intanto l'ex CAGLIARI DELY VALDES divena cittì della sua nazionale...
CICLISMO: Il nuovo cittì BETTINI convoca 11 corridori per i prossimi mondiali, c'è anche NIBALI. Non ce l'ha fatta ilgiovane CASAROTTO dopo lo scontro col SUV, donati i suoi organi...
LEGA PRO: La SALERNITANA batte il SORRENTO nel posticipo del Girone A e si aggiudica il derby campano. Intanto s'indaga su CREMONESE 1-4 SPAL...
FORMULA 1: In tanti si saranno chiesti che ci facesse quell'ambulanza nei box HRT...
RANKING FIFA: Nazionale italiana al 13° posto!
CHAMPIONS LEAGUE: Deludono INTER e MANCHESTER UNITED, bene il BARÇA e le spagnole.
TENNIS: L'immenso NADAL coquista gli US Open ed il grande slam! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


Monza: incidente ai box HRT

[RASSEGNA STAMPA]
ALTRE NEWS
Verona, brasiliano falsifica passaporto per un provino?
13.09.2010 22:44 di Corrado Della Bruna
Fonte: Ansa
Un giovane calciatore della serie B che si disputa nello Stato di Recife, nel nord est del Paese, è stato fermato all'aeroporto di Pernambuco mentre era in partenza per l'Italia perchè ha presentato un passaporto falso. Lo ha reso noto il 'Diario de Pernambuco', precisando che si tratta di Daivson Edson de Souza di 24 anni che ha specificato agli inquirenti che il Verona gli aveva proposto di effettuare una prova e per questo, il calciatore aveva deciso di falsificare il documento riducendosi l'età di quattro anni. Secondo il giornale la polizia sospetta che sia stato convinto a farlo da presunti intermediari calcistici. Edson de Souza, attualmente senza squadra, per la falsificazione del passaporto rischia ora una condanna da uno a cinque anni di prigione.

ALTRE NEWS
Lumezzane-Alessandria, il Giudice Sportivo punisce i bresciani
14.09.2010 15:15 di Valeria Debbia
In merito alla gara Lumezzane-Alessandria del 5 settembre scorso e al reclamo inoltrato dalla società piemontese riguardo all'irregolare posizione del calciatore Fausto Ferrari, in campo nonostante dovesse ancora scontare una giornata di squalifica comminatagli dal Giudice Sportivo del Comitato Interregionale per la gara Montichiari-Savona, valida come finale della Poule Scudetto di Serie D, il Giudice Sportivo ritiene totalmente prive di fondamento normativo, procedurale e logico le motivazioni della società Lumezzane - che sosteneva l'improcedibilità e/o inammissibilità del ricorso - e delibera di accogliere il reclamo proposto dalla società Alessandria, infliggendo alla società Lumezzane la punizione sportiva della perdita della gara in oggetto con il punteggio di 0-3 a favore della società Alessandria.

L'Alessandria sale così al secondo posto in classifica con 8 punti, mentre il Lumezzane resta bloccato a 5.

Classifica aggiornata: Spal 10, Alessandria 8, Pavia e Salernitana 7; Paganese e Ravenna 6; Sorrento, Spezia, Reggiana, Lumezzane e Como 5; Gubbio, Verona, Cremonese, Pergocrema e Bassano 4; Monza e Sudtirol 2 .

ALTRE NEWS
SudTirol, mister Sebastiani: "Punto importantissimo e più che meritato"
Al termine del buon pareggio in terra veneta il tecnico del SudTirol vede una squadra in crescita.
13.09.2010 18:15 di Corrado Della Bruna
Il SudTirol conquista un buon punto in casa dell'Hellas Verona e, nonostante non riesca ancora a sganciarsi dall'ultima piazza in classifica, può guardare con maggiore serenità al proseguio del campionato. Il tecnico altoatesino Alfredo Sebastiani appare tranquillo nella sala stampa del "Bentegodi". "Un punto importantissimo - esordisce - ed ampiamente meritato. Credo che in definitiva le occasioni più pericolose le abbiamo create noi, io ne ho contate almeno cinque".

Il mister biancorosso vede così la gara: "Non abbiamo mai smesso di attaccare se non nel finale ove siamo calati perché in definitiva abbiamo corso maggiormente, cercando di coprire tutti gli spazi. Questa è stata una gara ben preparata ed i giocatori hanno risposto nella maniera migliore, mettendo in campo grinta ed intensità. Quello che non ha fatto il Verona oggi va a merito di questo SudTirol".

Sicuramente la squadra ha mostrato miglioramenti rispetto alle passate uscite: "Noi siamo una squadra che ama giocare al calcio. Oggi il Verona ce l'ha consentito, perché ha la stessa mentalità. In tal senso è stato più leale rispetto alla Salernitana domenica scorsa: lì è stato impossibile giocare, eravamo continuamente pressati e spesso veniva fatto ricorso al fallo tattico. Comunque è il nostro lavoro settimanale che paga, conosco la mia squadra e quello che può dare. Come non eravamo da ultimo posto prima non è che ora siamo diventati fenomeni".

Pur non volendo parlare di singoli, mister Sebastiani una battuta la dedica al rientrante Cascone: "Ha messo in campo il suo sigillo di personalità con interventi determinanti fino agli ultimi minuti della gara".

ALTRE NEWS
Gubbio, Torrente mastica amaro dopo La Spezia
A Gubbio è polemica dopo la sconfitta di La Spezia decisa dal rigore ed espulsione di Borghese a metà primo tempo. Secondo il trainer Torrente il giocatore, che sarà multato, è stato vittima dell'esperienza maliziosa di Colombo.
14.09.2010 09:26 di Giacomo Marinelli Andreoli
C'erano ruggini tra Martino Borghese, centrale difensivo del Gubbio, e il La Spezia: e il rosso di domenica, al 26' del primo tempo, ha rispolverato i dissidi, risalenti al maggio scorso (quando il giocatore militava nell'Alghero). La scaramuccia con l'esperto attaccante bianconero Colombo si apriva con una gomitata del giocatore ligure sanzionata con un' ammonizione, in apertura di gara. Pochi minuti dopo contatto in area tra i due - lontano da palla e telecamere - consulto dell' arbitro richiamato dall'assistente ed espulsione per il difensore umbro, con calcio di rigore, poi trasformato da Marchini. "E' stato un episodio che ha condizionato una gara equilibrata - ha commentato ieri sera il tecnico eugubino Vincenzo Torrente nel corso della trasmissione tv "Fuorigioco", in onda su TRG - fino a quel momento la mia squadra aveva controllato la gara, non avevamo subito le avanzate dello Spezia e la squadra di D'Adderio cominciava ad innervosirsi. Poi il mestiere di alcuni giocatori ha fatto la differenza".

Torrente ha rimarcato come lo stesso Colombo abbia attirato l'attenzione del guardialinee, chiedendo di intervenire: "Probabilmente l'esperienza e il mestiere di alcuni giocatori possono condizionare - ha riconosciuto Torrente - Su questo episodio ha pesato anche il clima con cui era stato accolto Borghese, dalla tifoseria di casa. Era un bersaglio già dal riscaldamento. Lui è stato ingenuo a cascarci". La società ha preannunciato comunque una multa a carico del giocatore (già espulso in Tim Cup a Cava dei Tirreni) che sicuramente salterà la sfida di domenica prossima al "Barbetti" contro il Verona. Il trainer rossoblù è stato poi a sua volta allontanato dal direttore di gara nell'intervallo: "Ma ho solo chiesto spiegazioni dell'accaduto, senza offendere nessuno" ha poi spiegato.

Sull'altra sponda, l'attaccante dello Spezia, Giacomo Casoli, ospite a sua volta della trasmissione "Fuorigioco" insieme al capitano dei rossoblù Alessandro Sandreani, ha ammesso che l'episodio del rigore con espulsione "è stato la chiave della gara. In vantaggio di un gol abbiamo potuto giocare con meno pressione addosso e maggiori spazi a disposizione". Per lui, eugubino ed ex rossoblù, un palo e l'assist per il 2-0 nel finale di partita: "E' stata una domenica particolare per me, ma una volta in campo ho dato il massimo per la maglia che indosso. Auguro al Gubbio di vivere un campionato di soddisfazioni e la scorsa stagione resterà indimenticabile. Per me spero di poter contribuire a fare il bene dello Spezia: siamo una matricola ma la società punta in alto e l'auspicio è di soddisfare le aspettative di una piazza giustamente ambiziosa".

FONTE: TuttoLegaPro.com


Mercoledì 15 Settembre 2010
Siciliano: non ha colpe per l’avvio stentato
L’Hellas difende il tecnico: «Giù le mani da Giannini»
di Gianluca Vighini
VERONA - «Giannini è un bravo allenatore: molto forte, onesto, umile. Non è colpa sua se la squadra è stata costruita in ritardo. Dovevamo cedere alcuni giocatori, le operazioni purtroppo si sono trascinate in avanti. La responsabilità è della società e non del tecnico». A parlare è l’amministratore del Verona Benito Siciliano. Davanti ai (pochi) risultati di queste prime quattro gare, la società scaligera tenta di creare un ombrello su squadra e allenatore. “Non è facile costruire una squadra forte. Per questo serve un po’ di pazienza. Sono sicuro che i giocatori che abbiamo preso siano di ottima qualità. Ora c’è bisogno di dare un gioco e un’anima a questa squadra e a questa formazione. Ma alla fine, ne sono certo, il Verona farà un ottimo campionato».
Gli obiettivi. «Dove potrà arrivare allora questa squadra. Se lo chiedono i tifosi, allarmati dalle prime prestazioni. «L’intenzione - dice Siciliano - è di rimanere nella zona play off nelle prima parte di campionato e poi spiccare il volo nella parte finale».
Il contratto di Maietta. Siciliano ha svelato un gustoso retroscena sul contratto di Maietta. «Il giocatore non avrà nessun premio in caso di promozione in B. Ne abbiamo messo uno sostanzioso in caso di promozione in serie A. Un modo per testimoniare la sua adesione al nostro progetto».
Ieri la ripresa. La testa intanto è già al Gubbio. Ieri la squadra si è tranquillamente ritrovata a Sandrà (nessuna contestazione) e Giannini ha iniziato a lavorare con il gruppo. Tornano a disposizione anche Abbate e Scaglia dopo la squalifica. Possibile che sia cambiata la difesa e che giochi anche l’argentino Vergini nel modulo a tre. (ass)

FONTE: Leggo.it


15/09/2010 - 18:39
Campagna abbonamenti, siamo in 7.673
E' proseguita mercoledì la sottoscrizione delle tessere per le partite casalinghe dell'Hellas Verona. Disponibili le ricevute di avvenuta richiesta della tessera del tifoso

15/09/2010 - 16:42
Sandrà, mercoledì doppia seduta per Garzon e compagni
Secondo giorno di allenamento per la formazione scaligera in preparazione alla sfida in casa del Gubbio, in programma domenica allo stadio "Barbetti"

15/09/2010 - 10:46
Settore Giovanile: gli impegni ufficiali del weekend
Esordio in campionato per Berretti, Allievi e Giovanissimi Regionali contro Cremonese, Abano e Montebelluna

14/09/2010 - 16:02
Berrettoni: "Voltare pagina attraverso il lavoro"
"Sappiamo che le giornate passano, Gubbio ci fornisce la possibilità di valutare la nostra crescita, abbiamo una settimana a disposizione"
SANDRA' - E' Emanuele Berrettoni ad aprire la settimana di lavoro che porta alla sfida col Gubbio, in programma domenica 19 settembre alle ore 15. I gialloblù sono costretti a voltare pagina dopo il mezzo passo falso casalingo col Sudtirol: "Se una squadra non trova continuità significa che qualche problema esiste. Penso sia normale per un collettivo totalmente rinnovato, con gli ultimi arrivi aggregati solo pochi giorni fa. Ci vuole del tempo", ha esordito l'attaccante.

"Siamo destinati a vincere perchè siamo l'Hellas, l'unico modo è lavorare col mister per mettere a punto idee sposate appieno. Il Monza ha cercato di giocare e ne abbiamo approfittato sin dal primo minuto, domenica l'avversario si è chiuso e di conseguenza abbiamo sofferto. I tifosi vogliono la stessa cosa che desideriamo noi, cioè vincere le partite e tornare in Serie B. Va fatto qualcosa in più", ha aggiunto l'ex Bassano Virtus.

La formazione di Giannini non si nasconde dietro le possibili attenuanti: "Non abbiamo mai cercato alibi, ci prendiamo tutte le responsabilità del caso. Sappiamo che le giornate passano, Gubbio ci fornisce la possibilità di valutare la nostra crescita, c'è una settimana a disposizione per stare insieme e conoscerci ulteriormente. Sbagliando uno capisce dove apportare i correttivi adatti".
Ufficio Stampa

14/09/2010 - 16:32
Le Noci: "Col Gubbio tre punti a tutti i costi"
"Le difficoltà aumentano quando le squadre si chiudono e puntano sulle ripartenze. Dobbiamo essere bravi noi a sfruttare i loro errori e le palle inattive"
SANDRA' - A due giorni dal pareggio col Sudtirol, torna a parlare l'attaccante Giuseppe Le Noci, che ammette il calo di rendimento evidenziato al "Bentegodi": "Un passo indietro per il risultato e per la prestazione, sicuramente a Monza il vantaggio iniziale ci ha facilitato le cose. A volte il voler dimostrare quanto importante sia giocare tra le mura amiche si rivela controproducente. Non deve diventare una scusa, per chiudere in prima posizione bisogna vincere in casa e fuori. Scendere in campo e vedere gli spalti gremiti non fa altro che caricarmi, forse talvolta manca la giusta spensieratezza per provare certe giocate. I risultati ti danno serenità, qualche bella vittoria fa morale".

In base all'avversario l'atteggiamento degli uomini di Giannini cambia: "Le difficoltà aumentano quando le squadre si chiudono e puntano sulle ripartenze. Non è semplice, dobbiamo essere bravi noi a sfruttare i loro errori e le palle inattive, fondamentali per sbloccare il risultato. Serve pazienza, le partite durano novanta minuti. In virtù delle nostre qualità possiamo segnare in qualsiasi momento, in primis è meglio non subire".

Il calendario offre ai gialloblù due trasferte consecutive: "Pensiamo ad una gara alla volta. E' fondamentale centrare il bottino pieno col Gubbio per evitare che le distanze nei confronti delle prime in classifica aumentino. In tutti i modi proveremo a portare a casa i tre punti".
Ufficio Stampa

14/09/2010 - 17:23
Verso Gubbio, prima seduta a Sandrà
A pochi minuti dall'inizio dell'allenamento il tecnico Giannini si è raccontato agli inviati dell'emittente spagnola Canal+

14/09/2010 - 17:18
Precisazione di Hellas Verona Football Club
In merito alla notizia di agenzia relativamente alla presunta falsificazione del proprio passaporto da parte di un calciatore brasiliano

14/09/2010 - 15:49
Giudice Sportivo, due giornate a Borghese del Gubbio
Stessa sanzione per il tecnico Torrente. Accolto il ricorso dell'Alessandria in riferimento alla sfida col Lumezzane in ordine all'irregolare posizione di Ferrari

14/09/2010 - 11:13
Tessere del tifoso, disponibili le ricevute di avvenuta richiesta
Nel caso in cui si sia sprovvisti della stessa card o dell'abbonamento tale documento è necessario per acquistare i biglietti per le trasferte ed accedere agli impianti sportivi

13/09/2010 - 19:41
Il club di Via Torricelli vicino a Luca Monese
Dirigenti, tecnici, calciatori e collaboratori tutti sono vicini alla sua famiglia in questo triste momento

13/09/2010 - 18:37
Campagna abbonamenti, proseguita la sottoscrizione
Le tessere acquistate finora presso lo sportello n. 1 dello stadio "Bentegodi" hanno raggiunto quota 7.610

13/09/2010 - 14:53
Sandrà, spazio interviste con Berrettoni e Le Noci
In occasione della prima seduta in vista del match col Gubbio, i due attaccanti saranno a disposizione della stampa locale


13/09/2010 - 10:43
Un giorno di riposo per la formazione scaligera
La preparazione del prossimo match, in programma domenica 19 in casa del Gubbio, avrà inizio domani con una seduta pomeridiana a Sandrà

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]

CALCIO RUSSIA: Gol record da 100 metri! CALCIO SVIZZERA: In coma dopo un contrasto di testa... MONDIALI BASKET: Ancora gli USA in cima al mondo. CALCIO SPAGNA: VILLAREAL a valanga sull'ESPANYOL grazie anche alla doppietta di ROSSI. CALCIO PANAMA: Giocatore da testata all'arbitro, arresto e 3 mesi di squalifica, intanto l'ex CAGLIARI DELY VALDES divena cittì della sua nazionale... CICLISMO: Il nuovo cittì BETTINI convoca 11 corridori per i prossimi mondiali, c'è anche NIBALI. Non ce l'ha fatta ilgiovane CASAROTTO dopo lo scontro col SUV, donati i suoi organi... LEGA PRO: La SALERNITANA batte il SORRENTO nel posticipo del Girone A e si aggiudica il derby campano. Intanto s'indaga su CREMONESE 1-4 SPAL...FORMULA 1: In tanti si saranno chiesti che ci facesse quell'ambulanza nei box HRT... RANKING FIFA: Nazionale italiana al 13° posto! CHAMPIONS LEAGUE: Deludono INTER e MANCHESTER UNITED, bene il BARÇA e le spagnole. TENNIS: L'immenso NADAL coquista gli US Open ed il grande slam!
FIGC, STOP SCOMMESSE SU CREMONESE-SPAL
La procura della Federcalcio ha aperto un fascicolo su uno strano movimento di scommesse su Cremonese-Spal, partita della terza giornata della Lega Pro, prima divisione girone A, disputa lo scorso 6 settembre e che i padroni di casa persero per 4-1. Le puntate erano state sospese per giocate molto forti, l'ufficio guidato da Stefano Palazzi ha già visionato la cassetta dell'incontro senza peraltro individuare elementi di sospetto, e ha poi deciso di far partire l'indagine.

RANKING FIFA, ITALIA SEMPRE PEGGIO: ORA È TREDICESIMA
Sempre fuori dalla top ten mondiale, ma ancora più lontana dalla vetta: l'Italia scivola di altre due posizioni nella classifica Fifa, aggiornata al 15 settembre. Nello speciale rangking mondiale, la nazionale di Cesare Prandelli scende dall'undicesima posizione - raggiunta dopo il disastro ai Mondiali sotto la conduzione di Lippi - alle tredicesima. Gli azzurri sono scavalcati dalla Croazia e scendono al di sotto della Grecia, ferma al suo dodicesimo posto. Non sono bastate, secondo i calcoli della classifica, le due vittorie azzurre nelle qualificazioni a Euro 2012, in Estonia e in casa contro Far Oer: i punteggi si sommano anche calcolando i coefficienti di difficoltà dell'avversario. Così la vittoria della Croazia in Lettonia (3-0) e il suo successivo pareggio in Grecia hanno 'pesatò più dei risultati italiani, e i biancorossi hanno guadagnato 30 punti facendo un balzo di tre posizioni, fino all'undicesima. Meno 17 invece per l'Italia, battuta peraltro in amichevole ad agosto dalla Costa d'Avorio e scivolata alla piazza numero 13. In testa rimane sempre la Spagna (1824 punti), davanti all'Olanda (1663). La Germania scavalca il Brasile e sale al terzo posto, lasciando il quarto alla Selecao. Guadagna una posizione anche l'Inghilterra, da settima a sesta a danno dell'Uruguay.

BSC Young Boys - FC BaselTurkey vs USA 64-81 Final Highlights awards World Championship 2010Villarreal Vs Espanyol [4-0] All Goals

L'EX CAGLIARI DELY VALDES È IL NUOVO CT DEL PANAMA
Julio Cesar Dely Valdes, ex centravanti del Cagliari, è il nuovo commissario tecnico della Nazionale del Panama. Dely Valdes, 43 anni, ha annunciato all'emittente Canal 13 di aver accettato la proposta della federcalcio (Fepafut). L'ex attaccante ha indossato la maglia del Cagliari tra il 1993 e il 1995.

LE SPAGNOLE OK A VALANGA: UNITED, PARI IN CASA -VIDEO
Spagnole a valanga nella prima giornata della Champions League. Il Barcellona, con il solito Messi autore di una doppietta, travolge i greci del Panathinaikos per 5-1: oltre alle due reti del Pallone d'oro argentino, a segno Pedro, Villa e Daniel Alves, mentre per i greci in rete Govou. Il Valencia, in Turchia contro la Cenerentola Bursaspor, vince facilmente 4-0, con i gol di Costa, Aduritz, Pablo Hernandez e Soldado. Nel girone dell'Inter pareggio tra Werder Brema e Tottenham: inglesi in doppio vantaggio grazie ad un'autorete di Pasanen e a Crouch, ma raggiunti dai tedeschi con Hugo Almeida e Marin. Deludente pareggio per il Manchester United, che non va oltre lo 0-0 casalingo contro il Glasgow Rangers, mentre hanno vinto il Benfica (2-0 all'Hapoel Tel Aviv), il Lione e il Copenaghen (doppio 1-0 a Schalke 04 e Rubin Kazan).

MESSI TRASCINA IL BARCELLONA Un Lionel Messi irresistibile - due gol segnati, un rigore parato e due legni - ha guidato stasera il Barcellona ad una vittoria inequivocabile, nel punteggio (5-1) e nel gioco, contro il Panathinaikos, superato nel ritmo e nella manovra, in una partita del gruppo D di Champions League. Eppure, dopo due grandi occasioni sprecate da Messi e Xavi in apertura, erano stati proprio i campioni di Grecia, alla loro prima azione, ad andare in vantaggio, al 20', con Sidney Govou, lanciato da un tacco di Cissè. Ma appena due minuti più tardi, Messi ha subito fatto capire che per i blaugrana, che contavano nelle loro file ben otto campioni del mondo, si era trattato di un infortunio, pareggiando su passaggio di Xavi. Era il 26/o gol del Pallone d'oro in Champions. Il Camp Nou, già ammutolito sabato scorso per la sconfitta contro il neopromosso Hercules, ha tirato un sospiro di sollievo. Ed è stata gara in discesa. Poco dopo la mezz'ora, David Villa, su azione di calcio d'angolo, ha portato in vantaggio il Barca. E sul finire della prima frazione, Messi, dopo aver colpito il suo primo legno, ha siglato il 3-1 con un bel tocco al termine di un'azione manovrata con Xavi e Pedro. Al 9' della ripresa Messi, sempre lui, veniva atterrato nell'area greca. L'arbitro, l'italiano Rizzoli, concedeva il rigore. Tirava lo stesso Leo, ma Tzorvas era bravo a parare. Lo stesso portiere era decisivo in diversi altri interventi, evitando al Panathinaikos un punteggio ancor più pesante. Il 4-1 per i campioni di Spagna era opera di Pedro, che al 33' metteva in rete dopo un tiro di Messi che, da posizione impossibile, colpiva ancora il palo. In zona Cesarini, poi, al 3' di recupero, Alves fissava il risultato sul 5-1.

ETO'O SALVA L'INTER -VIDEO IN OLANDA SOLO UN PARI: 2-2
Alla vigilia Rafael Benitez era stato chiaro: il Twente non è squadra da prendere sotto gamba. Dopo 90' di fronte ai campioni d'Europa, il vecchio continente del pallone dovrà prenderne atto: gli olandesi, nel girone A, non reciteranno il ruolo di 'Calimero'. A scoprirlo, prima di tutti, i nerazzurri, che, esattamente come un anno fa, aprono le danze nella principale competizione europea con un pareggio, ben più scoppiettante, però, dello 0-0 contro il Barcellona.

UNITED DELUDENTE Deludente in campionato il Manchester United non brilla nemmeno in Europa. Non è davvero un momento molto esaltante per i 'red devils' che all'esordio in Champions League all'Old Trafford non vanno oltre uno scialbo 0-0 con i Glasgow Rangers. Tre giorni fa nell'ultima di Premier a Liverpool la squadra di Alex Ferguson si era fatta rimontare da 3-1 a 3-3 dall'Everton in due minuti oltre il 90'. Allora non c'era Wayne Rooney, ancora sotto choc per lo scandalo che lo ha travolto per i suoi tradimenti coniugali, ma questa sera sì e il risultato è stato anche peggiore. Niente è compromesso per carità ma il segnale non è dei più rassicuranti per i tifosi dello United.
Ad accrescere ancor più l'amarezza della mancata vittoria il grave infortunio occorso ad Antonio Valencia. L'ecuadoriano si è fatto male al 18' della ripresa in uno scontro di gioco fortuito con Broadfoot. Il giocatore è stato portato via in barella con l'ossigeno e per la crudezza della immagini la televisione ha preferito non trasmettere le immagini dell'infortunio. Da quanto si è potuto vedere dalla diretta il giocatore potrebbe aver subito fratture alla gamba sinistra e dunque è prevedibile attendersi per lui un lungo stop.
A parziale scusante dello spettacolo abbastanza deludente dell'Old Trafford il fatto che Ferguson abbia mandato in campo una squadra largamente rimaneggiata con ben dieci cambi rispetto all'ultima uscita con l'Everton. Senza 'pedine' fondamentali come Berbatov, Scholes, Van der Sar e imbottita di giovani come Hernandez, Fabio e Smalling, e con in campo anche il capitano Rio Ferdinand, alla sua prima partita dopo l'infortunio che lo ha costretto a saltare anche i Mondiali, il Manchester ha giocato una partita molto sottotono. E nè la presenza abbastanza anonima di Rooney, nè gli ingressi tardivi di Giggs e Owen hanno cambiato il corso della partita nonostante una maggiore pressione nel finale. Per i Rangers senz'altro un punto davvero insperato.

CICLISMO, ECCO GLI 11 CONVOCATI BETTINI: "L'ITALIA PUÒ FARCELA"
C'è anche Vincenzo Nibali nella lista degli 11 azzurri convocati (9 titolari e 2 riserve) dal ct della nazionale maschile di ciclismo, Paolo Bettini, per la prova in linea dei mondiali che si correranno il prossimo 3 ottobre a Melbourne. Ad annunciarlo è stato l'ex corridore toscano, Paolo Bettini, nel corso della conferenza stampa svoltasi questa mattina al Coni. Ecco la lista completa: Filippo Pozzato, Giovanni Visconti, Vincenzo Nibali, Luca Paolini, Daniel Oss, Francesco Gavazzi, Marzio Bruseghin, Matteo Tosatto, Marco Pinotti, Rinaldo Nocentini e Andrea Tonti. Le due riserve saranno comunicate in seguito. Marco Pinotti correrà anche la prova a cronometro. Presentata anche la nuova maglia azzurra, in cui spicca una frase dedicata all'ex ct della nazionale, Franco Ballerini, scomparso quest'anno: «Ballero sempre con noi».

BETTINI: "L'ITALIA HA MOLTE CHANCES" «L'Italia corre per vincere, è sempre stato così: quest'anno più che mai. Una squadra pronta a tutto, cattiva e non attendista». Il ct della nazionale azzurra di ciclismo, Paolo Bettini, è convinto che la sua prima squadra mondiale possa puntare da subito all'iride. «Il circuito australiano di Melbourne - ha aggiunto l'ex corridore toscano nel corso della conferenza stampa al Coni - ricorda quello delle grandi Classiche del Nord. La squadra ha gli uomini capaci di gestire ogni tipo di imprevisti, dialogando insieme, nel rispetto dei ruoli, adatti al percorso impegnativo. Ma l'obiettivo resta la vittoria e siamo sicuri di avere tante possibilità di farcela».

MONZA,MECCANICO TRAVOLTO "IMMAGINI CENSURATE" -VIDEO
L'incidente è quasi passato inosservato, anche se i telecronisti Rai ne hanno parlato dopo aver visto un'ambulanza nella pit lane. Ora è apparso anche il video del piccolo inconveniente di Sakon Yamamoto, pilota della HRT, che durante lo scorso Gran Premio di Monza ha investito un suo meccanico, provocandogli alcune costole rotte e diverse contusioni. Le condizioni del meccanico sono stabili ed è ancora sotto osservazione: la HRT è stata multata di 20mila dollari per "Unsafe release". Un videoamatore ha filmato la scena, nella quale si vede chiaramente un operatore proprio davanti alla macchina di Yamamoto, che sicuramente avrà ripreso l'accaduto da vicino: ma del video dell'operatore non c'è traccia. Sotto accusa, dunque, Bernie Ecclestone: secondo molti, ci sarebbe lui dietro questa presunta 'censura', voluta probabilmente per evitare polemiche.

INCREDIBILE IN RUSSIA, SEGNA DA QUASI 100 METRI - VIDEO
Incredibile quanto successo in un match di seconda divisione russa. Un gol da guinnes da quasi ento metri di distanza. Il portiere del Kuban spazza via la palla ma la palla prende una strana traiettoria che inganna il collega avversario beffandolo con un rimbalzo maligno. Per l’esultanza di tutta la squadra del Kuban.

DURANT E ODOM SUPER, USA SUL TETTO DEL MONDO-VIDEO
Gli Stati Uniti hanno conquistato il titolo mondiale di basket. Nella finale di Istanbul gli americani hanno sconfitto 81-64 i padroni di casa della Turchia. Protagonista assoluto del match, chiuso già praticamente alla fine del terzo quarto, il solito Kevin Durant, nominato Mvp della manifestazione: il numero 5 statunitense, stella degli Oklahoma City Thunder, dopo i 38 punti realizzati in semifinale ha trascinato i suoi con 28 punti e 7/13 da tre punti, oltre a 5 rimbalzi e 3 stoppate. Sugli scudi anche Lamar Odom, protagonista nel finale a tenere a bada la tentata rimonta turca (15 punti e 11 rimbalzi per l'ala dei Lakers) e, dalla panchina, l'altro Thunder Russel Westbrook con 13 punti e 3 assist.

BRONZO ALLA LITUANIA Arrivata in Turchia su invito, la Lituania lascia i Mondiali di basket con un bronzo in tasca, grazie alla vittoria per 99-88 sulla Serbia, nella finale per il terzo e quarto posto. È la prima medaglia a livello mondiale per la formazione baltica, abbonata ai terzi posti olimpici (tre: 1992, 1996 e 2000), che l'anno prossimo ospiterà la manifestazione iridata. Nonostante le assenze di giocatori importanti (Jasikevicius, Siskauskas, i fratelli Lavrinovic, Kaukenas,...) la Lituania ha messo in mostra un grande potenziale. Ed un leader di livello superiore come Linas Kleiza, ancora il migliore contro la Serbia (33 punti, sette rimbalzi e quattro assist). I vincitori del bronzo chiudono il Mondiale con una sola sconfitta, contro gli Stati Uniti in semifinale (89-74), e otto successi.

SPAGNA, DOPPIETTA DI ROSSI -VIDEO INGHILTERRA, CHELSEA IN FUGA
Villarreal a valanga con un Giuseppe Rossi in grande spolvero: l'azzurro ha firmato una doppietta nel 4-0 con cui la sua squadra ha battuto l'Espanyol. Frena invece il Siviglia che, nonostante il numero industriale di occasioni-gol non è andato oltre lo 0-0 contro il Deportivo La Coruna. In classifica al comando c'è l'Atletico Madrid, vittorioso ieri a Bilbao. A sei punti c'è anche il Valencia. Le partite di oggi sono state un festival del gol: ben 19 le reti messe a segno: spicca il 5-3 del Malaga a Saragozza, oltre al 4-1 del Getafe sul Levante Risultati (2/a giornata): ieri Barcellona - Hercules Alicante 0 - 2 Valencia - Racing Santander 1 - 0 Real Madrid - Osasuna Pamplona 1 - 0 Athletic Bilbao - Atletico Madrid 1 - 2 oggi: Sporting Gijon - Maiorca 2 - 0 Saragozza - Malaga 3 - 5 Getafe - Levante 4 - 1 Villarreal - Espanyol Barcellona 4 - 0 Siviglia - Deportivo La Coruna 0 - 0 Oggi: Almeria - Real Sociedad Classifica: Atletico Madrid e Valencia 6; Siviglia e Real Madrid 4; Villarreal, Real Sociedad, Athletic Bilbao, Hercules, Espanyol, Barcellona, Getafe, Malaga e Sporting Gijon 3; Deportivo 2; Almeria, Osasuna, Maiorca e Real Saragozza 1; Santander e Levante 0.

INGHILTERRA, IL CHELSEA SCAPPA Un Liverpool spuntato deve ringraziare il suo portiere, Pepe Reina, se riesce a chiudere sullo 0-0 la trasferta in casa del Birmingham City. Resta il dato negativo di una sola vittoria nei primi quattro turni di Premier League. Quattro giornate che sono bastate a Chelsea ed Arsenal per staccare la concorrenza. La formazione di Ancelotti ieri ha vinto 3-1 in casa del West Ham (doppietta di Essien e rete di Kalou) ed è l'unica a punteggio pieno. L'Arsenal ha travolto 4-1 il Bolton e di punti ne ha 10. In frenata invece il Manchester United (8 punti), fermato sul 3-3 dall'Everton che segna due reti nei minuti di recupero. E non brilla davvero il Manchester City di Mancini: 1-1 in casa con il Blackburn. I 'Citizens' hanno solo cinque punti, già sette di distacco dalla vetta. Oggi Stoke City-Aston Villa è il posticipo. Classifica: Chelsea 12 punti; Arsenal 10; Manchester United 8; Blackpool 7; Birmingham, Fulham e Aston Villa 6; Manchester City, Wolverhampton, Sunderland, Tottenham, Bolton e Liverpool 5; Newcastle, Blackburn, West Bromwich e Wigan 4; Everton 2; Stoke City e West Ham 0.

FRANCIA, LE GRANDI ARRANCANO Il campionato francese, dopo la 5/a giornata, vede le squadre favorite e più titolate impantanate nei bassifondi della classifica: il Marsiglia campione in carica (oggi 13/o), il Lione (16/o) e l'Auxerre (17/o), avversario mercoledì prossimo del Milan in Champions League a San Siro, hanno pareggiato in casa; il Bordeaux (17/o ex aequo) ha perso, mentre Paris Saint Germain e Lilla si sono risollevati vincendo con ampio margine. Il Tolosa rimane in testa alla Ligue 1 pur avendo conosciuto la prima sconfitta, dopo quattro vittorie consecutive, in casa ad opera del Saint Etienne, che va al terzo posto. Tra le due si inserisce, con 11 punti, il Rennes, che ha sconfitto 2-1 il Sochaux. Cade dal podio invece il Montpellier, sconfitto in casa 2-1 dal Nancy, mentre sale alla 4/a piazza il Nizza, che ha superato con lo stesso punteggio il Bordeaux. Risultati della 5/a giornata del campionato di calcio francese (Ligue 1). Giocate sabato: Paris Sg-Arles Avignon 4-0 Montpellier-Nancy 1-2 Auxerre-Caen 1-1 Rennes-Sochaux 2-1 Lione-Valenciennes 1-1 Tolosa-Saint Etienne 0-1 Lens-Lille 1-4 Giocate ieri: Brest-Lorient 0-0 Nizza-Bordeaux 2-1 Marsiglia-Monaco 2-2 Classifica: Tolosa punti 12; Rennes 11; Saint Etienne 10; Nizza 9; Montpellier e Caen 8; Paris Sg, Lilla, Monaco, Sochaux e Nancy 7; Valenciennes 6; Marsiglia, Lorient, Brest e Lione 5; Auxerre, Bordeaux e Lens 4; Arles Avignone 0.

GERMANIA, MIRACOLO MAGONZA Il Magonza batte il Kaiserslautern 2-1 ed aggancia l'Hoffenheim in vetta alla Bundesliga. Dopo tre giornate le due formazioni guidano (a sorpresa ed a punteggio pieno) la classifica. Nell'altro posticipo il Colonia ha la meglio di misura (1-0) sul St.Pauli. Soprattutto il Magonza non era atteso così in alto, ma anche oggi (come già con il Wolfsburg) ha dimostrato di non darsi mai per vinto, ribaltando il vantaggio firmato da Lakic (20' pt) con le reti nella ripresa di Bungert e Schuerrle. Marcia con lo stesso passo l'Hoffenheim, che venerd si Š sbarazzato 2-0 dello Schalke 04, uno dei club favoriti, ancora fermo a zero punti Ma un pò tutte le grandi arrancano. L'Amburgo è stato fermato sull'1-1 dal Norimberga, il Wolfsburg ha perso 2-0 in casa del Borussia Dortmund, mentre l'attesa sfida tra Bayern Monaco e Werder Brema è finita 0-0. I campioni in carica di Germania (ancora privi di Robben) hanno tenuto in mano il gioco, senza riuscire a sfondare e sono fermi a 4 punti. Classifica: Hoffenheim e Magonza 9 punti; Amburgo e Hannover 7; Kaiserslautern, Borussia Dortmund e Friburgo 6; Bayer Leverkusen, Borussia Monchengladbach, Werder Brema e Bayern Monaco 4; Francoforte, St Pauli e Colonia 3; Norimberga 2; Wolfsburg, Schalke 04 e Stoccarda 0.

FONTE: Leggo.it


Nadal doma pure il cemento: è un poker storico
TENNIS. A New York Djokovic ko in quattro set
Con gli Us Open completate le vittorie in tornei del grande slam

NEW YORK
Primo titolo agli Us Open per Rafael Nadal. In una finale giocata di lunedì ed in due tempi a causa della pioggia, il numero uno del mondo ha sconfitto per 6-4 5-7 6-4 6-2, dopo 3 ore e 43' il serbo Novak Djokovic, terza testa di serie. Per il 24enne mancino di Manacor è stato il primo exploit a Flushing Meadows: Rafa è diventato il settimo giocatore della storia del tennis - ed il più giovane nell'era Open - ad aver conquistato tutti e quattro i tornei dello Slam (gli altri sono Fred Perry, Donald Budge, Rod Laver, Roy Emerson, Andre Agassi e Roger Federer).
Nadal è il primo giocatore capace di vincere tre Slam di fila - Roland Garros, Wimbledon e Us Open - nella stessa stagione dai tempi di Rod Laver, che nel 1969 realizzò il secondo Grande Slam dopo quello messo a segno nel 1962. «Ho solo 24 anni: per me è un sogno essere già riuscito a vincere tutti e quattro i tornei dello Slam», ha poi confessato lui, strafelice. «È una sensazione incredibile: ho lavorato davvero tanto nella mia vita ma non avrei mai creduto di riuscirci. Adesso vorrei chiudere la stagione molto meglio di quanto ho fatto negli anni precedenti. E magari riuscire a far bene anche alle Atp Finals di Londra: non ho mai vinto il Masters, si gioca sul veloce e indoor, è questo il mio prossimo obiettivo».
A tessere le lodi di Nadal lo sconfitto Djokovic: «Lui ha davvero la possibilità di diventare il più grande di tutti i tempi. Credo che in questo torneo abbia giocato il miglior tennis che io gli abbia mai visto giocare sul veloce: il suo servizio è migliorato in maniera determinante, e la velocità, la precisione ed il suo gioco dal fondo sono fantastici. Forse io ho pagato un po' le emozioni della semifinale, ma ho avuto due giorni per recuperare ed avevo le motivazioni giuste per fare bene. Non credo di aver giocato male. E quando perdi da uno che è stato più bravo di te puoi solo congratularti».

È finita l'agonia di Thomas Espiantati i suoi organi
CICLISMO. Troppo gravi le lesioni subite da Casarotto al giro del Friuli
UDINE
Si è conclusa ieri all'ospedale di Udine dopo quattro giorni l'agonia di Thomas Casarotto, lo sfortunato ciclista veneto 19enne vittima di un incidente nella penultima tappa del Giro del Friuli Venezia Giulia, venerdì scorso. Le gravi lesioni cerebrali riportate da Casarotto nella caduta dopo aver urtato in discesa un Suv hanno impedito da subito di pensare ad un eventuale intervento chirurgico. Nel tardo pomeriggio di ieri il collegio di medici del reparto di Terapia intensiva dell'ospedale di Udine ha deciso il distacco delle apparecchiature che mantenevano in vita artificialmente il giovane. Di concerto con i genitori, che avevano già dato l'assenso nei giorni scorsi, è stato quindi disposto l'espianto degli organi per la donazione.
L'incidente si era verificato venerdì scorso verso le 13.30 al chilometro 115,5 della terza tappa del Giro, riservato alle categorie Elite e Under 23. In un tratto di discesa, l'atleta dell'Uc Arcobaleno Generali di Mestre era andato a sbattere contro un fuoristrada che stava marciando in senso contrario, cadendo violentemente a terra. Sul fatto che la vettura - guidata da un uomo di 64 anni - fosse lì in quel momento senza che qualcuno l'avesse notata o fermata prima è in corso un'indagine della procura della Repubblica di Tolmezzo.
Le condizioni di Casarotto sono apparse subito disperate: le Tac al cervello hanno subito messo in evidenza una grave «ombra» all'emisfero sinistro, segno di danneggiamento o di vasto ematoma. Si è consumata così una lenta attesa di quattro giorni, con Thomas attaccato alle macchine.

FONTE: LArena.it


RISULTATI E CLASSIFICHE
Posticipo 1^ Divisione, risultato e marcatori
Salernitana-Paganese 2-0
13.09.2010 22:40 di Marco Amedeo Mazzoleni
Nel posticipo della quarta giornata del girone A di Prima Divisione, dopo un primo tempo avaro di emozioni e di buone occasioni da rete, una cinica Salernitana fa suo il derby campano, grazie a due reti nella seconda frazione di gioco, e sale nei quartieri alti della classifica. Al 60' a sbloccare il risultato è il difensore granata, Murolo che, nonostante la marcatura di Sciannimè, schiaccia sotto misura e deposita in rete un cross dalla sinistra di Vincenzo Pepe. Il raddoppio dei padroni di casa giunge all''80 con il neo-entrato Falzerano che, da distanza ravvicinata e sfruttando un assist di testa di Fava, batte Gabrieli con una girata di destro.

Classifica aggiornata, dopo 4 giornate: Spal 10, Lumezzane 8, Pavia e Salernitana 7; Paganese e Ravenna 6; Sorrento, Alessandria, Spezia, Reggiana e Como 5; Gubbio, Verona, Cremonese, Pergocrema e Bassano 4; Monza e Sudtirol 2 .

FONTE: TuttoLegaPro.com
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini