.

HELLAS VERONA - SUEDTIROL ALTOADIGE in anteprima: MANCINI-LE NOCI da una parte, ZOMER-BURATO sono gli ex della gara. Risultato scontato? Occhio...

Pubblicato da andrea smarso sabato 11 settembre 2010 16:36, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento



HELLAS VERONA - SUEDTIROL ALTOADIGE
Partita ricca di ex quella fra le due compagini che fino ad ora si sono scontrate una sola volta in Coppa Italia: GIBELLINI ha lavorato come Direttore Sportivo anche per i trentini e fu propro lui a scoprire LE NOCI e a portarlo Bolzano prima che diventasse capocannoniere del Girone A col PERGOCREMA nella passata stagione. Per i biancorossi giocò anche MANCINI dal 2003 al 2005 (22 presenze 3 gol). Anche gli avversari dovrebbero schierare in campo due ex gialloblù: il portiere ZOMER giocò in riva all'Adige per 3 stagioni nelle giovanili (1995-1998 nessuna presenza in prima squadra) e poi come secondo portiere dal 2001 al 2004 (16 presenze nell'ultima stagione in Serie B); anche il centrocampista BURATO, rientrato al CHIEVO per fine prestito dopo essere stato pochissimo impiegato nella passata stagione da REMONDINA, è stato aggregato alla squadra biancorossa...

Gara dall'esito scontato sulla carta: gli avversari, ultimi in classifica, hanno ragranellato solo un punto (all'esordio contro la REGGIANA) in 3 partite dopo un solo gol fatto (dal centrocampista CAMPO su rigore) e sei subiti (di cui quattro a casa del GUBBIO alla seconda di campionato); arrivano da due sconfitte consecutive e Domenica scorsa hanno perso al 'Druso' di Bolzano insomma: l'unico serio rischio che potrebbe correre l'HELLAS di scena al 'Bentegodi' sarebbe quello di sottovalutare i ragazzi di SEBASTIANI che, non avendo nulla da perdere dalla prossima gara, potrebbe schierare i suoi ancora con il consueto 4-3-3 (oppure virare sul 4-3-1-2) cercando di prendere il VERONA in contropiede. Bravo dovrà essere il tecnico GIANNINI, ancora privo di ABBATE e SCAGLIA per squalifica, a placare i facili entusiasmi dopo la goleada di MONZA e a mantenere i suoi ragazzi concentrati e caricati fino a Domenica: gli avversari sono bravi ad attendere e ripartire e la difesa gialloblù non ha esaltato nelle prime tre gare di campionato [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


QUI VERONA Ancora difesa a 4 per mister GIANNINI che ammette di non avere scelta dietro ed è probabilissima la riconferma del 4-3-1-2 che ha brillato nell'ultima giornata di campionato contro il MONZA e che con l'inserimento del 'gladiatore' HALLFREDSSON in mediana, garantisce rinnovato equilibrio a centrocampo e 'serenità' alle geometrie di ESPOSITO, e alle giocate dei fantasisti MANCINI e BERRETTONI. Davanti super confermato il duo LE NOCI-PICHLMANN che sembrano interagire a meraviglia. Rientrano SELVA e MALOMO dopo i rispettivi impegni con le nazionali. A disposizione anche il nuovo acquisto argentino VERGINI per il quale è arrivato il transfer ed è quindi convocabile... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

QUI BOLZANO Mister SEBASTIANI ritroverà i difensori TRAORÈ e CASCONE al rientro dalla squalifica nonchè il giovane FISCHNALLER (in ballotaggio sulla mediana con EL KADDOURI) che Domenica scorsa era stato assente causa convocazione di Rocca nella nazionale azzurra Under 20. Saranno sicuramente assenti l'esterno FINK uscito malconcio a metà gara Domenica scorsa contro la SALERNITANA, il centrocampista BACCOLO e gli attaccanti ALBANESE e SORRENTINO ancora in via di recupero da infortuni rimediati durante la preparazione estiva... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Radiografia del Gol gialloblù 2010/2011
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
LE NOCI4138
MANCINI1-12
PICHLMANN1-12
MARTINA RINI--11
FERRARI51-6
SCAPINI5--5
SELVA4--4
CANGI4--4
BERRETTONI4--4
TORREGROSSA3--3
GARZON3--3
PAGHERA1--1
VRIZ1--1
ABBATE1--1
SCAGLIA1--1

GIOCO PRONOSTICI:
Nella giornata in cui Gex si dimentica di giocare (e viene ammonito) Gede piazza la zampata ed uguaglia il record stagionale di 7 punti stabilito da Bridget! Non mollano Ark e Sandro (2 punti sotto).

Nessun pronostico beccato da Bruni e 0 stra-meritato!
Immediatamente dietro la lavagna!!! Ah ah ah... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Giocate qui la prossima e buona fortuna...

CLASSIFICA DI GIORNATA
7 - Gede
5 - Ark, Sandro
3 - Bridget, Pose, Smarso, Mister Loyal
1 - Ciri
0 - Bruni

CLASSIFICA GENERALE
14 - Bridget
13 - Ark
11 - Gede
10 - Pose
09 - Smarso
08 - Bruni, Sandro
06 - Mister Loyal
04 - Ciri
03 - Gex

CLASSIFICA PRECEDENTE
11 - Bridget
08 - Ark, Bruni
07 - Pose
06 - Smarso
04 - Gede
03 - Gex, Sandro

AMMONITI
Gex (1)

CAMPIONI DI GIORNATA
Gede, Bridget, Ark (1)

SFIGADONI DI GIORNATA
Sandro, Gex (2)
Smarso, Gede, Bruni (1)

RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Bridget, Gede (7)
Max. numero di pronostici azzeccati: Ark, Gede (5)
Max. numero di risultati azzeccati: Bridget, Bruni (3)
Punteggio minimo in una giocata: Bruni (0)


ALBO D'ORO CAMPIONI
2009/2010 Martino
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


[DICONO]
Il Consigliere Delegato SICILIANO felice di aver raggiunto tutti gli obiettivi di mercato plaude il presidente MARTINELLI e rassicura tutti sulla tenuta finanziaria della società scaligera «...Le difficoltà iniziali erano messe in preventivo, anche se in maniera inferiore rispetto ai due ko consecutivi con Paganese e Como. La reazione di domenica scorsa è frutto della bontà del lavoro svolto sino a questo momento. Ritengo giusto sottolineare l’importanza dell’impegno sostenuto dalla società al fine di allestire una rosa competitiva. Per questo vorrei fosse fatto un plauso al presidente Martinelli, che per passione ed amore verso questi colori ha sostenuto un ulteriore sforzo economico nell’acquisto di importanti giocatori che possono permettere un salto di qualità. Sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati anche in chiusura di calciomercato, a testimonianza del prestigio di cui la piazza scaligera gode. Per quanto concerne la situazione societaria, assicuro che non esistono problemi di nessun genere, a dispetto di qualche voce circolata ultimamente. Tutto ciò che riguarda gli aspetti economici e tecnici è in regola, la società è solida e punta ad una stagione di importanti risultati sportivi». Chiusura dell'intervento per chiedere collaborazione da parte dei tifosi «Mi spiace chiudere con una nota, stonata, riferita i provvedimenti disciplinari subìti a seguito del comportamento di alcuni tifosi, che arrecano un danno alla società: 13.000€ nelle prime tre giornate, sono molto avvilito. Mi auguro che non si debba ricorrere a misura drastiche, e mi appello all’intelligenza di chi è responsabile di questo danno, sia economico che d’immagine» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
Il diesse GIBELLINI presenta alcune novità nelle giovanili (su tutte il ritorno di TOMMASI e FANNA): «...A livello di vivaio è stata concretizzata la volontà di dare una nuova veste, con l'arrivo del responsabile Stefano Ghisleni. Una persona preparata e per bene, con un passato nell'Atalanta, nella Sampdoria e nel Pergocrema. In secondo luogo, sottolineo l'inserimento di persone care all'ambiente come Tommasi, Filippini, Fanna e Guidotti, che daranno certamente un contributo importante» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]



Valentina MAIO, presidentessa della VIRTUS LANCIANO cha ha ingaggiato DI GENNARO dall'HELLAS, considera 'poco carino' il comportamento della società scaligera rea, a suo dire, di non aver chiarito la situazione pregressa sul cartellino del centravanti ex scaligero (per metà di proprietà dei creditori del GALLIPOLI): «... È ingiusto che la giustizia ordinaria possa interferire nella giustizia sportiva, non dovrebbe andare così. E poi il Verona a mio avviso non si è comportato in maniera idilliaca nei nostri confronti, perché sapeva della situazione. Non so per quale motivo l'ha tenuta oscura fino a quando abbiamo avuto il mancato tesseramento, è una cosa molto brutta. Di Gennaro è un capitale della società che non potevamo gestire, era un giocatore praticamente in manette, non poteva fare nulla, ostaggio ancora del fallimento del Gallipoli. Dopo tanto tempo il giocatore è sereno, prima a Verona non giocava, qui era bloccato nonostante la tanta voglia di dimostrare, adesso possiamo gioire assieme a lui, e domenica sarà sicuramente in campo» (TuttoMercatoWeb.com) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
Dopo il 5 a 1 di MONZA mister GIANNINI fa il 'pompiere' ed invita a cercare un sano equilibrio di squadra «...Dovremo essere lucidi ed attenti, giocare con una squadra che fa delle ripartenze la sua arma migliore è sempre difficile. Serve concentrazione. Prendiamo spunto dalla partita giocata in Brianza. Abbiamo evidenziato freddezza e serenità. Se riusciamo ad unire aggressività, determinazione ed entusiasmo troviamo una miscela fondamentale per centrare risultati anche nel lungo periodo. Non mi preoccupo dell'euforia manifestata da tutti gli elementi che circondano la squadra. All'interno del gruppo serve la bravura di saper gestire sia i momenti positivi che quelli negativi» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
Il 'play' Gennaro ESPOSITO felice dell'arrivo dei nuovi e sopratutto, com'era del tutto prevedibile, dal gigante islandese che garantisce la giusta dose di copertura alla mediana «Il calciomercato ci ha permesso di aggiungere alla rosa ottimi giocatori, ora la squadra è completa. Oltre alle note capacità tecniche vantano umiltà e bravura al di fuori del terreno di gioco, sapranno fare bene. Ora c'è molto più equilibrio, soprattuto in virtù dell'acquisto di Hallfredsson. Ci mancava un giocatore così» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[ALTRE NEWS IN ALLEGATO]
ABBONAMENTI DA PRELAZIONE: In 6.066 hanno rinnovato l'abbonamento (a fronte di 9.850 tessere del tifoso attivate), da Venerdì mattina via alle nuove sottoscrizioni...

regine del mercato del loro girone secondo TuttoMercatoWeb.com

'TROFEO PASTORELLI': L'HELLAS batte il CASTELNUOVOSANDRÀ per 3 a 1 nell'ammichevole infrasettimanale, gol di GARZON, PICHLMANN e BERRETTONI.
LEGA PRO 4^ GIORNATA, la presentazione... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Soccer Brawl Singapore Young Lions vs Beijing GuoanUSA Vs. Russia / 2010 FIBA World Championship: Quarter FinalFunniest strangest Penalty kick ever (Moroccan Cup)

[IN BREVE A PIÉ PAGINA]
CALCIO SINGAPORE: Rissa generale a colpi d'arte marziale e gara sospesa...
FORMULA 1: Fantastico ALONSO a Monza davanti a tutti! Domani partirà in prima fila. Nessuna RED BULL fra le prime tre (è una novità), al fianco del ferrarista spagnolo partirà Jenson BUTTON e poi Felipe MASSA sull'altra FERRARI... LAUDA possibilista per una 'rossa' regina del mondiale.
CICLISMO: Gravissimo un ragazzo 19enne che si scontra con un SUV a circa 80 km/h durante una gara...
SERIE B: PADOVA a VALANGA sulla REGGINA nell'anticipo
CALCIO MAROCCO: Rigori per ottenere i quarti di finale della coppa di lega, il portiere para ed esulta girandosi verso i tifosi ma il pallone... È tondo e a volte fa brutte sorprese! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[RASSEGNA STAMPA]
News
AL "BENTEGODI" COL NAZIONALE U20 MANUEL FISCHNALLER
08.09.2010 - Doppia seduta di allenamento, oggi, per l’FC Suedtirol, reduce dalla sconfitta casalinga contro la Salernitana al Druso e in fase di preparazione alla trasferta a Verona per affrontare domenica prossima, 12 settembre, al Bentegodi, l’Hellas degli “ex” Le Noci e Mancini.

Per la quarta giornata del campionato di Prima Divisione, Zomer e compagni affronteranno una delle “big” annunciate del girone A, ovvero quell’Hellas Verona che si è riscattato dalle due sconfitte rimediate nelle prime due giornate di campionato, andando a vincere domenica scorsa a Monza con un roboante 5-1 e con tripletta di Le Noci. In terra brianzola mister Giuseppe Gianni ha subito utilizzato gli ultimi due innesti operati dal direttore sportivo Mauro Gibellini, altro “ex” biancorosso, ovvero il 29enne attaccante austriaco Pichlmann e il centrocampista svedese, ex Reggina, Tomas Alfredson, elementi di lusso per una categoria come la Prima Divisione.

Ma venendo in casa biancorossa, per la trasferta al “Bentegodi” mister Sebastiani potrà nuovamente contare sui difensori Mohamed Lamine Traorè e Pietro Cascone che rientrano dalla squalifica. A Verona ci sarà anche Manuel Fischnaller (NELLA FOTO), tornato oggi ad allenarsi dopo aver fatto rientro ieri dalla Polonia, dove lunedì ha giocato la prima partita del torneo “Quattro Nazioni” con la Nazionale under 20. Impegno in maglia azzurra che aveva obbligato Manuel a disertare il match di domenica scorsa contro la Salernitana.

A Wronki, il 19enne attaccante di Signato è stato impiegato nel secondo tempo da mister Rocca e ha sfiorato il gol del pareggio (1-0 per la Polonia, il finale). Quasi certa, vista la buona prestazione offerta, che Manuel Fischnaller venga convocato anche per la prossima partita del toneo “Quattro Nazioni”, ovvero quella del in programma il 12 ottobre, in casa (sede ancora da definire), contro la Svizzera.

Venendo all’infermeria biancorossa, meno grave del previsto l’infortunio occorso ad Hannes Fink, che contro la Salernitana aveva dovuto dare forfait già a metà primo tempo. L’esterno altoatesino lamenta solo una leggera elongazione al bicipite femorale della gamba destra, e quindi mister Sebastiani conta di poterlo convocare per domenica.
Più seria di quanto si pensasse in origine, invece, la distorsione alla caviglia di cui lamenta Pietro Baccolo da qualche settimana. Per l’ex centrocampista under di Padova e Parma gli esami ai quali si è sottoposto hanno evidenziato l’interessamento del legamento della caviglia stessa.

Continuano a lavorare a parte, infine, gli attaccanti Thomas Albanese e Tonino Sorrentino, cui lo staff tecnico e medico hanno predisposto un programma di lavoro specifico. In sostanza i due rifaranno la preparazione estiva che hanno entrambi dovuto saltare per infortunio.

FONTE: FC-SuedTirol.com


CALENDARIO PARTITE
1^ Divisione, Girone A: le ultime dai campi
11.09.2010 10:15 di Valeria Debbia articolo letto 471 volte
Fonte: La Gazzetta dello Sport

© foto di Anto.Abbate/TuttoLegaPro.com
Alessandria-Como domenica ore 15.00 (Moccagatta di Alessandria)
Alessandria: Si è fermato Caiazzo per un problema muscolare, ma Sarri recupera Ciancio (panchina). Dubbi sul ruolo di centrale tra Ghinassi e Cammaroto, con possibile preferenza per il secondo. Scappini ancora in panchina ed inserimento sin dall’inizio di Cuneaz al posto di Machado. Buona sinora la prevendita dei biglietti.
Como: Dubbio Cozzolino, alle prese con problemi alla schiena che gli hanno impedito tutta la settimana di allenarsi regolarmente. Potrebbe esserci spazio, magari a partita in corso, per l’ultimo arrivato Maah
Arbitro: Gaetano Intagliata di Siracusa

Bassano Virtus-Sorrento domenica ore 15.00 (Mercante di Bassano)
Bassano: Va un po’ meglio per Jaconi che potrebbe recuperare 5 degli 8 infortunati di settimana scorsa. Rimangono tre assenze pesanti (Porchia, Mateos e Niada).Probabile la conferma del 4-3-1-2 delle ultime due gare.
Sorrento: Ancora fermo Carlini, Rossi, Angeli e Manco si candidano per l’eventuale rientro. Con la conferma del 4-4-2, Simonelli potrebbe inserire Di Nunzio in difesa e Vanin a centrocampo. Per il partner di Paulinho in attacco si ripropone l’alternativa Vaccaro-Pignalosa.
Arbitro: Eugenio Abbatista di Molfetta

Pergocrema-Lumezzane domenica ore 15.00 (Voltini di Crema)
Pergocrema: Torna a disposizione Panariello, destinato alla panchina. Non ancora utilizzabile Daleno, in attesa del transfer dalla Grecia. Gli unici dubbi sono in attacco, con quattro giocatori per tre maglie.
Lumezzane: Il pasticcio Ferrari e la possibile penalizzazione hanno tenuto banco tutta la settimana. Naturalmente l’attaccante non sarà in campo (al suo posto Lauria o Inglese) mentre Pisacane potrebbe prendere il posto in difesa dello squalificato Pini.
Arbitro: Davide Penno di Nichelino

Ravenna-Cremonese domenica ore 15.00 (Benelli di Ravenna)
Ravenna: Unici indisponibili Rossi e Rosini. Esposito sembra intenzionato a confermare la formazione che domenica scorsa ha pareggiato a Gubbio con Gerbino Polo e Caturano in attacco e la regia affidata a Guitto.
Cremonese: Continua ad essere affollata l'inferemria grigiorossa. Miramontes e Colacone sono out per la gara di Ravenna, Zanchetta è in forte dubbio. A questi tre vanno aggiunti gli squalificati Gervasoni e Cremonesi. Rientrano invece da squalifica i difensori Alberto Bianchi e Stefani.
Arbitro: Andrea Coccia di San Benedetto del Tronto

Reggiana-Monza domenica ore 15.00 (Giglio di Reggio Emilia)
Reggiana: Mangone, alla ricerca della della prima vittoria, rischia di perdere due colonne della squadra. Guidetti ha la febbre e ieri non si è allenato, Alessi ha subito una botta al costato e le sue condizioni verranno valutate oggi. In preallarme per la sostituzione il giovane Mangiarotti, ultimo acquisto del mercato. In attacco, se Guidetti non recupererà, ballottaggio tra Maritato e Chinellato, per il ruolo di spalla di Temelin. In difesa rientra Mei, in porta confermato Offredi, giacché Manfredini non ha ancora smaltito lo stiramento al polpaccio che lo tiene ai box da venti giorni
Monza: In difesa pesa l’assenza dello squalificato Fiuzzi. In attacco torna Ferrario in coppia con Samb. Migliora Oualembo, ancora assente Barjie, mentre Alberti risulta tra i convocati.
Arbitro: Simone Aversano di Treviso

Spal-Pavia domenica ore 15.00 (Mazza di Ferrara)
Spal: Non ci dovrebbero essere novità nella Spal, anche se Melara, Smit e Cipriani hanno saltato l’amichevole di metà settimana. Difficile invece i recuperi di Migliorini e Colomba. Notaristefano dovrebbe quindi confermare la formazione di Cremona
Pavia: Ancora indisponibile Mazzocco che, dopo i miglioramenti della scorsa settimana, continua ad avere problemi ad un ginocchio. Andrissi pare intenzionato a confermare la formazione che ha battuto lo Spezia; unico dubbio tra Beretta e Tattini (col primo favorito).
Arbitro: Massimiliano Irrati di Pistoia

Spezia-Gubbio domenica ore 15.00 (Picco di La Spezia)
Spezia: Musto dall’inizio a centrocampo, mentre arretra Padoin e avanza Marchini. In difesa si ripropone Scantamburlo, al rientro dopo due turni di assenza. Davanti Cesarini potrebbe far coppia con Colombo.
Gubbio: Boisfer e Sandreani, tenuti precauzionalmente a riposo mercoledì, ieri si sono regolarmente allenati così come Gomez. Torrente, che ha provato alcune soluzioni tattiche in vista della trasferta con lo Spezia, può contare dunque su tutta la rosa
Arbitro: Massimo Vallesi di Ascoli Piceno

Hellas Verona-SudTirol domenica ore 15.00 (Bentegodi di Verona)
Verona: Penultima seduta di allenamento, col gruppo Andy Selva, rientrato dagli impegni con la Nazionale sammarinese contro Olanda e Svezia, e Alessandro Malomo, reduce dagli impegni con l’Under 20.
SudTirol: Rientrano Traorè e Cascone in difesa mentre in avanti sarà ballottaggio fra El Kaddouri e M. Fischnaller. Non ci sarà certamente Fink (elongazione). Possibile una variazione di modulo: dal 4-3-3 al 4-3-1-2.
Arbitro: Daniele Ceccarelli di Terni

Salernitana-Paganese lunedì ore 20.45 (Arechi di Salerno - diretta RaiSport)
Arbitro: Gianluca Barbiero di Vicenza

FONTE: TuttoLegaPro.com


LEGA PRO
Prima Divisione Girone A: il "Pagellone" del mercato
09.09.2010 17.22 di Stefano Sica
A distanza di nove giorni dalla chiusura del mercato, arriva finalmente anche il Pagellone dei club di Lega Pro (Prima Divisione Girone A). Mercato che ha confermato le ambizioni delle grandi (Cremonese, Salernitana e Verona), ed ha fatto emergere le aspirazioni di club più piccoli come il Sorrento o neopromossi come Spezia e Pavia.

Alessandria: 7
Il cambio di proprietà porta anche un mercato rivoluzionario per i grigi. Si punta più sull'esperienza che sulla gioventù, ma l'innesto di Scappini è di quelli davvero preziosi. Con un pò di fortuna, i play off non sono impossibili.

Como: 6
Mercato senza troppi sussulti, se non per l'arrivo di Rossini. Azzeccata, però, la scelta di rinnovare il rapporto con Maah, in attesa che questo talento si decida ad esplodere definitivamente.

Bassano Virtus: 6
C'è Grosso, promettente estremo difensore ex Sampdoria, così come Porchia e Venitucci sono due innesti di assoluta garanzia per difesa e centrocampo. Ma manca la classica ciliegina sulla torta: forse in attacco qualcosa andava fatto, nonostante la presenza di La Grotteria.

Cremonese: 7
Decisamente tra le favorite alla vittoria finale. L'attacco, con la dolorosa rinuncia a Guidetti e l'arrivo di Colacone, non subisce scossoni, e Stefani e Miramontes costituiscono certamente due valori aggiunti per Baroni.

Gubbio: 6,5
Linea verde per i rossoblu, in cui spicca tra gli altri il genoano Raggio Garibaldi. Una scommessa stimolante per il duo Torrente-Simoni, ma non difficile da vincere proprio per la qualità dei timonieri.

Lumezzane: 6
Continua il rapporto di collaborazione con Lazio e Chievo, da cui i rossoblu pescano elementi giovani e prospettici. Mercato oculato, che non sconvolge la rosa di Nicola.

Monza: 5,5
La permanenza di Samb è certamente un risultato onorevole per i brianzoli, ma l'innesto del solo Campisi non ha prodotto quel salto in avanti che magari ci si aspettava. Anche i biancorossi vanno a caccia di giovani ma, ragionando in termini di blasone, è troppo poco per una piazza che meriterebbe obiettivi ben più prestigiosi di una semplice salvezza.

Paganese: 6,5
Mercato molto attivo, che ha regalato a Palumbo un buon mix di calciatori giovani ed esperti. Sul secondo fronte, arrivano atleti di affidabilità come Tedesco, Martinelli e Cuomo. Nel primo caso, elementi come Triarico, Casisa e Greco. Forse ci voleva un altro tassello in attacco.

Pavia: 7
La collaborazione col Cesena è un must che produce buoni frutti (sbarcano giovanissimi di belle speranze). Considerati i risultati dello scorso anno, perchè cambiare, soprattutto quando si è neopromossi? Il ds Zocchi agisce anche quest'anno seguendo la direzione tracciata lo scorso campionato. Una gestione virtuosa, specchio di una società seria e lungimirante.

Pergocrema: 6
Attivissimi i gialloblu. I giovani che arrivano non sono giocatori qualunque (Ingrassia, Rizza e Ricci, ad esempio). E poi c'è l'inserimento di Maccan, attaccante in cerca di riscatto. Anche se il suo arrivo non può compensare la perdita di Le Noci. Ed anche l'addio di Ferrari fa male.

Ravenna: 6
Il doppio colpo finale Maggiolini-Cazzola rimedia parzialmente ad un mercato fatto molto di uscite (i nomi di Toledo, Scappini e Fofana parlano da soli). In attacco, c'è il bravissimo Caturano ma manca un bomber da almeno 15 gol. Condizione necessaria se si vuole puntare alle primissime posizioni.

Reggiana: 6
Mercato sbilanciato: perchè nel reparto offensivo sarebbe anche da 8 (parliamo di Guidetti e dell'entusiasmo di Chinellato e Mangiarotti). Negli altri settori, però, non si hanno tracce di rinforzi. E la difesa vista a Sorrento inizia a fare un pò paura.

Salernitana: 7
Il ds Salerno azzecca in pieno la scelta dei giovani. Sarebbe anche superfluo decantare le qualità di Ragusa, Falzerano, Legittimo o Szatmari. Confermati i "big" per puntare alla risalita immediata, e Breda ha i giocatori giusti per il 4-3-3. Ora la parola passa a Lombardi: sarà capace di garantire continuità al club riscattando i fallimenti degli ultimi anni? Restiamo perplessi.

Sorrento: 7,5
Decisamente la regina del mercato. La famiglia Gambardella investe molto e punta tutto su esperienza e spalle larghe. Con l'imminente rientro di Niang, il centrocampo sarà a posto e Simonelli già ora può sperimentare anche soluzioni tattiche diverse dal suo 4-4-2. Con l'innesto di una punta di categoria il voto sarebbe 8, e la squadra avrebbe maggiori certezze di centrare i play off. Ma anche così, può perlomeno provarci. Senza assilli.

Spal: 6,5
Fofana è la ciliegina sulla torta. Migliorini, Coppola, Battaglia e Melara sono buoni innesti. Anche qui, forse, manca la classica punta di peso.

Spezia: 7
Sontuoso il mercato in entrata, col rientro di Colombo e gli arrivi di Marchini, Pedrelli e Fissore. Senza dimenticare la conferma del talentino Cesarini: non era facile resistere alle tante richieste per il fantasista.

Verona: 7,5
L'inizio stentato in campionato non inganni. Il club gialloblu ha operato sul mercato da grande società qual è, mettendo le mani anche sull'attaccante di prestigio cercato con ossessione per tutta l'estate (Pichlmann). Se a questo ci aggiungiamo che Giannini è un vincente per natura, un posto tra le prime cinque è assicurato. E domenica è già iniziata la riscossa.

Sudtirol: 6
Bene i regali Virdis-Baccolo fatti a Sebastiani. E poi ci sono i promettenti Traorè e Romano. Movimenti in linea con l'obiettivo di una salvezza tranquilla.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Venerdì 10 Settembre 2010
Hellas/Giannini carica la squadra: «Lucidità, serenità e aggressività per battere l’Alto Adige»
La formula del Principe: «Così faremo tre punti»
di Mario Padovani
DOMEGLIARA - La formula-Principe è servita. «Lucidità, serenità e aggressività: chiedo questo ai ragazzi per confermarci con l’Alto Adige». Il galoppo di metà settimana si è appena concluso, Giuseppe Giannini (nella foto Novelli) ha l’aria distesa. Scherza con i giocatori, anche se la concentrazione della sfida di domenica, al Bentegodi, è già in ascesa. «Vedo un Verona che si diverte e che crea occasioni. Un Verona che gioca anche bene, quindi», le sue parole.

La marcia trionfale di Monza ha spazzato via le nubi che intorno all’Hellas si erano addensate dopo la doppia batosta subìta nei primi turni di campionato. «Ma con il Como avevamo fatto la partita noi - puntualizza subito il Principe – e abbiamo pagato le nostre difficoltà in fase di concretizzazione».

L’Alto Adige per accendere la fantasia del popolo gialloblù, ora. «Li ho visti contro il Portogruaro, in Coppa Italia: pur perdendo, sono stati autori di una buona prestazione. Con il Gubbio, invece, hanno preso quattro gol, ma la loro prova è stata fortemente condizionata dalla precoce inferiorità numerica». L’impostazione tattica dell’Hellas, per il momento, sembra delineata: con Rafael tra i pali, la difesa a quattro (da destra, Cangi, Ceccarelli, Maietta e Anderson), a centrocampo Esposito fiancheggiato da Mancini e Hallfredsson. Sulla trequarti, Berrettoni, davanti Le Noci a fare da seconda punta, con Pichlmann centravanti.

Dice ancora Giannini. «Ci sono dei miglioramenti da fare, vogliamo continuare a crescere. Dove può arrivare il Verona? Non solo il tipo di persona che si lascia andare a dei proclami». Intanto, è un Hellas nuovo nella testa. «Siamo sempre stati convinti di noi stessi. Ma dobbiamo proseguire sulla nostra strada già da domenica». (ass)

Venerdì 10 Settembre 2010
Verona, nel test 3 reti e cinque pali: in gol Garzon, Pichlmann e Berrettoni
DOMEGLIARA - Si chiude sul 3-1 per l’Hellas la partita con il CastelnuovoSandrà (squadra impegnata nel campionato di serie D), giocata sul terreno del centro sportivo Montindon. A decidere l’incontro, a Domegliara, sono le reti di Garzon, al 1’, nel primo tempo, di Pichlmann, all’8 della ripresa, e di Berrettoni, allo scadere. Temporaneo pareggio, al 43’, per il CastelnuovoSandrà, messo a segno, in contropiede, da Zecchinato.

Il Verona ha anche centrato per cinque volte i legni della porta della formazione gardesana: una volta con Campagna e Berrettoni, e ben tre con Pichlmann. Ancora assente Andy Selva, rientrato nella serata di ieri, dopo aver giocato con la maglia di San Marino contro Olanda e Svezia, in gare valide per le qualificazioni ai prossimi Europei.

Presente ieri a Domegliara, con il direttore sportivo gialloblù, Mauro Gibellini, anche il presidente dell’Hellas, Giovanni Martinelli. Oggi pomeriggio seduta di allenamento, sul campo di Sandrà per la squadra di Giuseppe Giannini. (M.Pad./ass)

Giovedì 09 Settembre 2010
Mancini, in gol a Monza, è trasformato: «Adesso confermiamoci con l’Alto Adige». Oggi test in provincia
«Finalmente mi sento da Hellas»
di Mario Padovani
VERONA - «Felice di piacervi: finalmente mi sento da Hellas», firmato Manuel Mancini. Gira il mondo gira. Quello del Verona si è rovesciato: dagli improperi beccati dopo le due sconfitte all’avvio del campionato, agli applausi scroscianti per il raid di Monza, cinque pigne in Brianza e per un Verona nuovo. E nuovo è stato anche Mancini. A Pagani era naufragato con il resto della squadra, con il Como non si era schiodato dalla panchina. Tutta un’altra storia, in Lombardia. «Sono contento perché abbiamo centrato la vittoria che volevamo, e perché sono riuscito a segnare. Una soddisfazione in più in una bella giornata», dice lui.
Cambio di marcia. Con il Monza, un Hellas che si è esaltato con gli ultimi innesti. Osserva Mancini. «Abbiamo avuto molto dall’arrivo di Pichlmann, Hallfredsson e Anderson». Si sofferma sulle qualità dell’islandese, il centrocampista gialloblù, per annotare. «Con lui, in mezzo, c’è maggiore equilibrio: un fatto fondamentale, per una formazione, il Verona, costruita per avere un atteggiamento spiccatamente offensivo. Ora c’è una quadratura diversa, una maggiore solidità». E l’Hellas ha accelerato.
La rotta. Domenica, al Bentegodi, un’altra prova per essere big. «Dobbiamo confermarci subito», sottolinea Mancini. La sfida è quella con l’Alto Adige, con cui la mezzala nata a Roma ha giocato per un anno e mezzo, tra il 2004 e il 2005. «Abbiamo dimostrato il nostro valore con il Monza, adesso c’è da continuare sulla strada intrapresa: abbiamo una grande fiducia nelle nostre possibilità».
News. A Sandrà, ieri, doppia seduta per gli uomini di Giuseppe Giannini. Oggi è in programma l’amichevole con il CastelnuovoSandrà, squadra impegnata nel campionato di serie D: l’incontro, al via alle 15, si disputerà al Montindon di Domegliara. Intanto, prosegue la corsa all’abbonamento: superata quota 5.000 tessere, da domani, chiusa la fase di prelazione partirà la vendita libera. (ass)

Mercoledì 08 Settembre 2010
Il centrocampista: «A Monza abbiamo dato la risposta che volevamo: questa squadra può restare in alto»
L’Hellas ritrova il suo capitano
di Mario Padovani
SANDRA’ - Il capitano ritrovato. Nel pomeriggio di gloria di Monza, il ritorno, per un largo sprazzo di partita, di Stefano Garzon. La fascia reale la porta Luca Ceccarelli, quella virtuale è tutta sua. Eppure, durante il calciomercato, la sua cessione pareva essere cosa certa. E lui, ora che è rimasto all’Hellas, dice. «Ho passato un periodo travagliato, sembrava che non dovessi restare. Ma adesso sono ancora qui, gratificato dalle dimostrazioni di stima che ho ricevuto in questi mesi difficili dalla tifoseria e dall’affetto che ho percepito».
Riscatto. Se Garzon c’è, la notizia dell’ultimo turno è il boom del Verona. Spiega il centrocampista. «Abbiamo dato la risposta che volevamo. Questo Hellas ha tutto per stare in alto. C’è fiducia, c’è convinzione. Manteniamo l’equilibrio necessario: dopo il Monza, l’Alto Adige, domenica: dobbiamo confermarci». In che modo? Garzon propone una ricetta semplice ed efficace. «Lavorando sul campo come abbiamo fatto in quest’avvio di campionato in cui non tutto è girato per il meglio. Però ci siamo, e la voglia di confermarsi subito è tanta».
Il passato. A pesare è sempre quel che è stato. «Da veronese, da tifoso dell’Hellas, comprendo quel che hanno provato i nostri sostenitori in questo periodo. La delusione dello scorso campionato ce la porteremo dentro a lungo. Però la storia di una società blasonata come il Verona è fatta anche di dolori, oltre che di gioie».
Ecco la formula-Garzon per uscire dai tormenti vissuti. «Vincere e giocare con la mentalità che abbiamo avuto con il Monza. Lo stesso spirito, lo stesso approccio alla partita: questo è quello che desiderano vedere i nostri tifosi, questo è quel che dobbiamo dare noi, come giocatori».
Incertezza. Intanto, il girone offre risultati in altalena e una classifica ancora indecifrabile. L’analisi di Garzon. «Il concetto non cambia: ogni partita è dura, nulla è scontato. Visto la Cremonese con la Spal? Ha perso 1-4 in casa, nel posticipo. A testimonianza che è un torneo pieno di difficoltà per chiunque. Questo Verona sa di valere, gli ultimi innesti ci hanno dato molto da subito. E con la compattezza del gruppo andremo lontano». (ass)

FONTE: Leggo.it


11 Settembre 2010
Calcio Iª Div. A - 4ª giornata: la presentazione
di Marco Magli
La quarta giornata di campionato presenta l’inaspettato testa a testa tra Spal e Pavia al ‘Paolo Mazza’ di Ferrara. Squadre appaiate a sette punti come l’altra sorpresa Lumezzane di Nicola, ma la squadra valgobbina potrebbe pagare caro la svista, come ha ammesso il Presidente Renzo Cavagna, di aver schierato nelle prime tre gare di campionato l'attaccante Fausto Ferrari, già due volte in rete, squalificato dopo la poule scudetto di serie D quando giocava nel Montichiari.

L’Alessandria, che sul campo ha perso1-0, ha presentato ricorso ed è quasi certo che alla fine conquisterà i tre punti a tavolino. Al Lumezzane non verrà però assegnato l’ 0-3 nelle sfide con Pavia e Salernitana perchè le due società non hanno fatto ricorso nei termini previsti. Però prenderà una penalizzazione di un punto a partita nella quale ha giocato Ferrari, quindi è previsto un meno due. Alla fine il Lumezzane potrebbe trovarsi a due soli punti in classifica.

La Spal all’esordio sul campo amico ha pareggiato a reti bianche contro il Monza, domenica l’occasione per dimostrare che il trionfale colpo esterno di Cremona non è stato un fuoco di paglia, non sarà facile contro gli uomini di Andrissi che vengono da due successi consecutivi. Due squadre che stanno bene, è lecito attendersi una bella partita. In casa estense in grande spolvero la punta bolognese Cipriani, che viene dalla tripletta rifilata alla Cremonese. Gara tutta da seguire.
Il Lumezzane giocherà a Crema contro la squadra di Maurizi che sino qua ha sempre pareggiato. I ragazzi guidati da Nicola nell’unica trasferta disputata hanno sbancato Salerno, 0-1. Il Pari però sembrerebbe il risultato più probabile.

La Salernitana, che per irregolarità sulla vicenda iscrizione al campionato di Prima Divisione dovrebbe essere prossimamente sanzionata con una penalizzazione, disputerà il posticipo contro la Paganese, lunedi sera, un derby atteso e arricchito da molti ex: a disposizione di Breda, Tricarico, vice capitano che però sinora non ha trovato molto spazio, Legittimo e non è un ex ma per Rino Iuliano, paganese di nascita, si tratta di una partita particolare. Dall’altra parte Roberto Magliocco e Cuomo che è cresciuto nelle giovanili della Salernitana. La squadra di Breda è in crescita, il popolo granata attende la prima gioia in casa ma attenzione a questa Paganese, unica squadra a sei punti in classifica. Non sarà del derby il tecnico degli azzurrostellati Palumbo, squalificato per quattro giornate mentre Breda avrà nuovamente a disposizione l’ungherese Szatmari ma, allo stesso tempo, dovrà rinunciare allo squalificato Pestrin. Si va, quindi, verso la conferma dei nove undicesimi della formazione che a Bolzano ha battuto il Sud Tirol.

Match molto interessante quello previsto al ‘Benelli’ tra il Ravenna di Esposito e la Cremonese di Baroni. Lombardi in cerca del riscatto dopo l’umiliante sconfitta subita contro i ragazzi di Notaristefano mentre per i romagnoli si tratta di un test importante contro una squadra ‘ferita’ e composta da elementi in grado di fare la differenza. Non ci sono squalificati nel Ravenna mentre tra i grigiorossi mancherà il difensore Michele Cremonesi, appiedato per un turno dal giudice sportivo e che va ad aggiungersi al compagno di reparto Carlo Gervasoni, che domenica sconterà la seconda giornata di sospensione. Cremonese mai vittoriosa a Ravenna.
Alessandria e Spezia, compagini attrezzate per stare nei piani alti della classifica, devono reagire alle sconfitte subite nell’ultimo turno e se la giocheranno rispettivamente contro Como e Gubbio. Le squadre di Sarri e di D’Adderio avranno l’appoggio dei propri sostenitori giocando questi impegni in casa, pronostico a loro favore, anche se il Como è già stato protagonista di un colpo pesante ai danni del Verona al ‘Bentegodi’ (0-2 doppio Riva) e il Gubbio di Torrente è in crescita dopo il traumatico esordio di Cremona (5-1).

Il Verona sembra essersi ripreso dopo l’eclatante vittoria sul campo del Monza, agli scaligeri non resta che continuare sulla strada appena intrapresa, non sarà certo facile, i ‘butei’ hanno già patito e sofferto la categoria, la conoscono bene, quindi vietato abbassare la guardia, anche perché la squadra tirolese di Sebastiani non vorrà certo fare brutta figura. I biancorossi vengono da due sconfitte di fila. Veneti favoriti.

Per il Monza una difficile trasferta, al ‘Giglio’ l’attende una Reggiana che deve riscattare lo scivolone di Sorrento. Mangone sa dove mettere le mani, cali di tensione come visti a Sorrento si pagano pesantemente, soprattutto come nella seconda frazione di gioco. Le qualità agli emiliani non mancano, soprattutto dalla cintola in su, granata coi favori del pronostico.

Il Bassano in cerca della prima vittoria ospiterà un Sorrento in salute, i sudamericani (Erpen, Togni, Paulinho, Vanin) a disposizione di Simonelli girano bene, si tratta di una squadra capace di rendere difficile la vita a tutti. Il Bassano di Jaconi deve rispondere con una prova maiuscola se vuole cercare di fare lo sgambetto ai costieri.

FONTE: RealSports.it


11/09/2010 - 12:36
Campagna abbonamenti, siamo già in 7.536
La vendita libera delle tessera è proseguita nella mattinata di sabato. Lo sportello n. 1 del "Bentegodi" riaprirà lunedì alle 13:30

10/09/2010 - 17:21
Verso il Sudtirol, penultima seduta a Sandrà
Per i gialloblù riscaldamento con la palla, possesso palla coi colori, tattica difensiva, undici contro zero e partitella finale. Col gruppo Andy Selva

10/09/2010 - 14:49
Gibellini: "Compiuto un lungo percorso, con idee chiare"
Siciliano: "Un plauso al presidente che ha sostenuto un ulteriore sforzo economico nell’acquisto di giocatori che possono permettere un salto di qualità"
VERONA - Venerdì mattina, presso la sede sociale di Via Torricelli, si è tenuta una conferenza stampa organizzata dal consigliere delegato Siciliano e dal direttore sportivo Gibellini.

Ad aprire l'appuntamento lo stesso dirigente brasiliano, che ha analizzato tutti gli aspetti riguardanti in questo momento il club: "Ritenevamo opportuno organizzare un incontro per effettuare una valutazione obiettiva dopo la chiusura della sessione estiva del calciomercato, e parlare delle prospettive relative al futuro immediato. Le difficoltà iniziali erano messe in preventivo, anche se in maniera inferiore rispetto ai due ko consecutivi con Paganese e Como. La reazione di domenica scorsa è frutto della bontà del lavoro svolto sino a questo momento. Come consigliere delegato ritengo giusto sottolineare l’importanza dell’impegno sostenuto dalla società al fine di allestire una rosa competitiva. Per questo vorrei fosse fatto un plauso al presidente Martinelli, che per passione ed amore verso questi colori ha sostenuto un ulteriore sforzo economico nell’acquisto di importanti giocatori che possono permettere un salto di qualità. Sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati anche in chiusura di calciomercato, a testimonianza del prestigio di cui la piazza scaligera gode. Ora la rosa è al completo, l’augurio è che il gruppo riesca ad amalgamarsi quanto prima. Auspichiamo che chi scende in campo dimostri coi fatti il proprio impegno, ricordando che quando in ognuno sono presenti umiltà e determinazione i campionati si possono vincere. Per quanto concerne la situazione societaria, assicuro che non esistono problemi di nessun genere, a dispetto di qualche voce circolata ultimamente. Tutto ciò che riguarda gli aspetti economici e tecnici è in regola, la società è solida e punta ad una stagione di importanti risultati sportivi. Un ulteriore fattore positivo è che finora sono state sottoscritte circa 9.850 tessere del tifoso e 6.300 abbonamenti. Su questo punto sono davvero orgoglioso di tutti i tifosi dell’Hellas, che ancora una volta si sono dimostrati eccezionali. Penso a chi è rimasto in piedi in coda, soprattutto i meno giovani, che pazientemente hanno fatto tutte le pratiche necessarie per la tessera del tifoso prima, e l’abbonamento poi. Come sapete con la permanenza in Lega Pro abbiamo dovuto aderire ad un programma molto articolato che non ha facilitato nè il lavoro della nostra biglietteria, nè la pazienza di tutti i nostri abbonati. Ringrazio i sostenitori per l’attaccamento dimostrato ancora una volta verso i nostri colori, mi auguro di poter dare loro quest’anno uno spettacolo all’altezza delle aspettative. Parlando sempre in prospettiva, ribadisco l'intenzione di tornare ad usufruire dell’antistadio una volta rimossi gli spogliatoi e sistemato il terreno di gioco; ciò verrà comunicato ufficialmente a Palazzo Barbieri a giorni. Per quanto riguarda la sede sociale, nessun imprenditore ha avanzato ad oggi una proposta valida. Nel frattempo, oltre al fatto che stiamo studiando attentamente con l’Amministrazione Comunale una soluzione interna alle strutture del Bentegodi, stiamo continuando a cercare dei locali più adeguati alle nostre esigenze di crescita. Allo scopo di permettere una maggior vicinanza dei tifosi con la squadra, prossimamente verrà organizzato in città un appuntamento di presentazione di volti nuovi e vecchi che fanno parte dell’organico. Mi spiace chiudere con una nota, stonata, riferita i provvedimenti disciplinari subìti a seguito del comportamento di alcuni tifosi, che arrecano un danno alla società: 13.000€ nelle prime tre giornate, sono molto avvilito. Mi auguro che non si debba ricorrere a misura drastiche, e mi appello all’intelligenza di chi è responsabile di questo danno, sia economico che d’immagine".

Successivamente, per i fattori tecnici, Gibellini ha effettuato una valutazione molto ampia: "Ringrazio nuovamente Martinelli e Siciliano per avermi riportato qui, concretizzando il mio sogno. Vorrei riportare l'Hellas dove merita, cioè nella massima serie. In questi mesi abbiamo compiuto un lungo percorso, caratterizzato dalla presenza di idee molto chiare. Abbiamo analizzato ogni fattore senza brancolare nel buio, contrariamente a quanto ho letto negli ultimi periodi. Le considerazioni sono state due, basate sul rischio di ripartire con gli stessi effettivi dell'anno scorso e sulla mancanza di presupposti per affrontare una cadetteria da protagonista. Sono stati accelerati i tempi, compiendo il primo passo verso lo staff tecnico. Cercavamo un allenatore all'altezza, con stimoli, non troppo maturo ma vincente in categoria. Giannini è una persona abituata a sopportare le pressioni e le responsabilità, visto il suo passato da calciatore. Con l'allenatore ci siamo confrontati per definire i ritocchi da apportare, facendo scelte talvolta dolorose. Nel gruppo sono stati inseriti giocatori di cifra tecnica e categoria superiore, non nascondo le difficoltà incontrate in uscita in virtù di un mercato bloccato come quello attuale. Chi è venuto qui ha sposato in toto il progetto, con entusiasmo e determinazione. La lunga durata della sessione estiva talvolta destabilizza, credo sia uno dei motivi del nostro avvio stentato. La squadra è completa in ogni componente, siamo a posto per i prossimi nove mesi. A livello di vivaio è stata concretizzata la volontà di dare una nuova veste, con l'arrivo del responsabile Stefano Ghisleni. Una persona preparata e per bene, con un passato nell'Atalanta, nella Sampdoria e nel Pergocrema. In secondo luogo, sottolineo l'inserimento di persone care all'ambiente come Tommasi, Filippini, Fanna e Guidotti, che daranno certamente un contributo importante".
Ufficio Stampa

09/09/2010 - 18:22
Giannini: "Serve bravura nella gestione dei momenti"
"Domenica dovremo essere lucidi ed attenti, giocare con una squadra che fa delle ripartenze la sua arma migliore è sempre difficile. Richiedo concentrazione"
DOMEGLIARA - Dopo il fischio finale del test col Castelnuovosandrà, vinto per 3-1 dai gialloblù, il tecnico Giuseppe Giannini ha parlato di fronte agli organi d'informazione del prossimo impegno di campionato: "Abbiamo ancora diverso tempo a disposizione per analizzare e studiare meglio l'avversario. Le prime gare non sono pienamente attendibili, col Gubbio sono rimasti in dieci dopo un quarto d'ora, anche se il gol subìto era stato segnato in parità numerica. Dovremo essere lucidi ed attenti, giocare con una squadra che fa delle ripartenze la sua arma migliore è sempre difficile. Serve concentrazione".

La sfida col Sudtirol fornisce una ghiotta opportunità per dare un seguito alla prestazione di Monza: "Prendiamo spunto dalla partita giocata in Brianza. Abbiamo evidenziato freddezza e serenità. Se riusciamo ad unire aggressività, determinazione ed entusiasmo troviamo una miscela fondamentale per centrare risultati anche nel lungo periodo".

Il 5-1 di domenica scorsa ha dato una scossa a tutto l'ambiente: "Non mi preoccupo dell'euforia manifestata da tutti gli elementi che circondano la squadra. All'interno del gruppo serve la bravura di saper gestire sia i momenti positivi che quelli negativi".
Ufficio Stampa

09/09/2010 - 18:37
Esposito: "Ci aspettiamo un avversario carico"
"Dal nostro punto di vista servirà il giusto approccio per regalare i tre punti ai tifosi gialloblù. Il calciomercato ci ha permesso di aggiungere alla rosa ottimi giocatori"
DOMEGLIARA - Le due sconfitte con Paganese e Como sono già alle spalle, non solo per la vittoria centrata a Monza. E' di questo avviso Gennaro Esposito, che incontrando la stampa locale ha sottolineato l'entusiasmo portato dai nuovi arrivi: "Non abbiamo mai avuto paura, tuttavia siamo partiti con delle difficoltà. Il calciomercato ci ha permesso di aggiungere alla rosa ottimi giocatori, ora la squadra è completa. Oltre alle note capacità tecniche vantano umiltà e bravura al di fuori del terreno di gioco, sapranno fare bene".

La condizione migliora col passare del tempo: "A Pagani non ho dato vita ad una grande prestazione, mentre col Como tutto è dipeso dalla mancanza di concretezza in fase di realizzazione. La partita ce l'avevamo in pugno".

Il nuovo assetto tattico permette più soluzioni nella zona nevralgica del campo: "Ora c'è molto più equilibrio, soprattuto in virtù dell'acquisto di Hallfredsson. Ci mancava un giocatore così".

Domenica arriva un Sudtirol voglioso di riscatto dopo i ko con Gubbio e Salernitana: "Abbiamo parlato del prossimo avversario, si tratta di una compagine composta da giovani di valore. Verranno al "Bentegodi" con grande carica, dal nostro punto di vista servirà il giusto approccio per regalare i tre punti ai tifosi gialloblù".
Ufficio Stampa

10/09/2010 - 12:12
Hellas Verona-Sudtirol, arbitra Ceccarelli di Terni
In occasione della 4a di campionato il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Gotti (Bologna) e Perrone (Modena)


09/09/2010 - 19:29
Campagna abbonamenti, stop alle prelazioni
Si chiude a quota 6.066 sottoscrizioni la prima fase, dedicata ai vecchi abbonati. Domattina verrà dato il via alla vendita libera


09/09/2010 - 19:00
Hellas Verona-Sudtirol, chiusi accrediti stampa
Scaduto il termine in vista della 4a gara di campionato, in programma domenica 12 settembre allo stadio "Bentegodi"

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]

CALCIO SINGAPORE: Rissa generale a colpi d'arte marziale e gara sospesa... FORMULA 1: Fantastico ALONSO a Monza davanti a tutti! Domani partirà in prima fila. Nessuna RED BULL fra le prime tre (è una novità), al fianco del ferrarista spagnolo partirà Jenson BUTTON e poi Felipe MASSA sull'altra FERRARI... LAUDA possibilista per una 'rossa' regina del mondiale.CICLISMO: Gravissimo un ragazzo 19enne che si scontra con un SUV a circa 80 km/h durante una gara... SERIE B: PADOVA a VALANGA sulla REGGINA nell'anticipo CALCIO MAROCCO: Rigori per ottenere i quarti di finale della coppa di lega, il portiere para ed esulta girandosi verso i tifosi ma il pallone... È tondo e a volte fa brutte sorprese!
GP MONZA, ALONSO IN POLE DAVANTI A BUTTON E MASSA
Fernando Alonso ha conquistato la pole position nel Gran Premio d'Italia, prova del Mondiale di Formula 1. Il pilota spagnolo della Ferrari ha chiuso con un miglior giro di 1'21"962 ed ha preceduto la McLaren di Jenson Button (1'22"084). In terza posizione l'altra Ferrari di Felipe Massa (1'22"293). A chiudere la seconda fila la Red Bull dell'australiano Mark Webber (1'22"433). Solo quinta posizione per la McLaren di Lewis Hamilton (1'22"623); sesta l'altra Red Bull di Sebastian Vettel (1'22"675). Quella di oggi sul circuito di Monza si tratta della prima pole position stagionale della Ferrari che domani proverà a ridurre il distacco di 41 punti dalla testa del Mondiale guidato dal britannico Hamilton.

LAUDA: "MONDIALE APERTO, LA FERRARI PUÒ VINCERE A MONZA"
Il Mondiale di Formula 1 è apertissimo con sei gare alla fine della stagione ancora da correre e tanti «punti importanti» ancora in palio. A leggere così il finale del campionato di Formula 1, che vede in testa cinque piloti racchiusi in 41 punti, è l'ex campione del mondo Niki Lauda. «Oggi è una giornata importante - ha osservato l'ex pilota di McLaren e Ferrari - poichè ci sono le prove per stabilire le posizioni della partenza» del Gran Premio di Monza in programma domani. Da qui alla fine della stagione, ha proseguito Lauda, «tutte le gare pesano molto, ne mancano ancora sei alla fine e tutti i punti sono importanti». A chi gli chiedeva se la Ferrari ha delle possibilità di vittoria nel Gran Premio d'Italia di domani, Lauda si è limitato a replicare: «Secondo me sì, ma vediamo oggi come vanno le prove».

FIGURACCIA PORTIERE -VIDEO PARA RIGORE, PALLA IN GOL
Si giocano gli ottavi di finale della Morocco’s Throne Cup, la coppa nazionale marocchina e per decretare chi passerà il turno tra il Mahgreb Fez e la FAR Rabat sono necessari i calci di rigore, perchè i tempi regolamentari terminano 1-1. Il portiere del FAR Rabat respinge un rigore dei cinque ed esulta rivolgendosi verso i suoi tifosi. Ma il pallone assume un effetto strano e, complice la distrazione del portiere, entra in porta beffardo. Il goal è valido e il Mahgreb Fez si qualificherà al turno successivo.

FRIULI, CICLISTA GRAVISSIMO: INDAGATO AUTISTA SUV-FOTO
La Procura della Repubblica di Tolmezzo (Udine) ha indagato l'autista del Suv con il quale si è scontrato Thomas Casarotto, 19 anni, il giovane ciclista di Schio (Vicenza) in gravissime condizioni per un incidente avvenuto ieri durante il Giro del Friuli Venezia Giulia. L'iscrizione nel registro degli indagati - da quanto si è saputo - è stata decisa dal sostituto Procuratore della Repubblica di Tolmezzo, Luca Olivotto, quale atto dovuto ed è stata fatta al momento per l'ipotesi di reato di lesioni personali colpose.
La persona sottoposta a indagini è un uomo di 64 anni di Monfalcone (Gorizia) che - secondo quanto da lui stesso dichiarato subito dopo l'incidente - si trovava in quel punto della strada per motivi del tutto estranei alla gara e non sapeva neanche che era in corso una manifestazione ciclistica. Oltre all'iscrizione dell'uomo nel registro degli indagati, la Procura della Repubblica di Tolmezzo ha disposto il sequestro della bicicletta di Casarotto e del Suv Honda CRV con il quale si è scontrato, eseguito in mattinata dai Carabinieri della Compagnia di Tolmezzo ai quali sono state delegate le indagini sull'incidente. I Carabinieri - si è saputo - hanno già ascoltato il direttore della gara e i rappresentanti di alcune delle società sportive che partecipano al Giro del Friuli Venezia Giulia. Nelle prossime ore, i militari del Nucleo radiomobile e della stazione di Comeglians acquisiranno una serie di documenti, quali autorizzazioni e ordinanze di chiusura al traffico delle strade, per verificare se la gara si stava svolgendo nel rispetto di tutte le prescrizioni previste dalla legge

SERIE B, REGGINA TRAVOLTA: IL PADOVA VINCE 4-0 -VIDEO
Rotonda vittoria del Padova che batte 4-0 (1-0) la Reggina nell'anticipo della 4/a giornata di serie B. Ad aprire le marcature per i padroni di casa El Sharaawy alla mezzora esatta del primo tempo: la mezzala del Padova infila Puggioni dal limite dell'area ottimamente servito da Succi al termine di una azione di contropiede. Al quarto d'ora della ripresa raddoppio del Padova con Vicente che dopo una azione insistita in area dei biancoscudati dal limite dell'area segna con un tiro cross imparabile. Terzo gol su rigore al 22esimo: dopo che Renzetti viene atterrato in area, sul dischetto va Succi che non sbaglia. Quarto gol ancora di Succi al 28esimo su azione. Nei minuti finali espulsione diretta di Laverone per un brutto fallo su Renzetti.

SINGAPORE, RISSA DEGNA DI NORRIS E BRUCE LEE -VIDEO
Una partita che si conclude in una rissa generale con botte, calci e pugni degna dei migliori film di Bruce Lee, Chuck Norris e Bud Spencer. E’ quanto accaduto a Singapore durante il match di campionato tra Young Lions e Beijing Guoan. Inevitabile la sospensione delle ostilità… della partita di calcio ma non di quella di kung Fu…

FONTE: Leggo.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini