.

TARANTO - HELLAS VERONA ANTEPRIMA: Le statistiche, i giocatori, le ultime news e la presentazione della 15^ giornata di 1^ Divisione di Lega Pro.

Pubblicato da Smarso venerdì 27 novembre 2009 19:14, vedi , , , , , , , , | Nessun commento

TARANTO - HELLAS VERONA ANTEPRIMA: È la prima volta che le due compagini si sfidano in Serie C. In tutti i precedenti incontri, in Serie B, i gialloblù hanno vinto in Puglia solo 2 volte in 14 partite (6 i pareggi), l'ultima volta fu nel '59 grazie ad una doppietta di TINAZZI e al gol di VALENTINUZZI. La squadra rossoblù si trova attualmente al centro classifica con 19 punti dopo 12 gol fatti e 10 subiti ma ha una rosa di tutto rispetto con nomi importanti come il trequartista CORREA ed il centravanti CORONA (ex MANTOVA e CATANIA, autore di 46 gol in 109 partite a CATANZARO) su tutti. Da TARANTO sono passati diversi ex gialloblù, alcuni evocano dolci ricordi come Fabrizio CAMMARATA ma anche, più recentemente, Vito DI BARI (fatto esordire da SARRI col LEGNANO al BINTI in una partita orrenda per il terzino che poi si riscattò strada facendo con il gol vittoria a Busto Arsizio e a Monza) altri che invece è meglio scordare del tutto come Aniello CUTOLO (e quel gol che si mangiò a La Spezia nello spareggio d'andata per rimanere in B) o William BARBOSA DA SILVA (il 'gioiellino' portato da PASTORELLO)...


TARANTO - HELLAS VERONA ANTEPRIMA: È la prima volta che le due compagini si sfidano in Serie C. In tutti i precedenti incontri, in Serie B, i gialloblù hanno vinto in Puglia solo 2 volte in 14 partite (6 i pareggi), l'ultima volta fu nel '59 grazie ad una doppietta di TINAZZI e al gol di VALENTINUZZI. La squadra rossoblù si trova attualmente al centro classifica con 19 punti dopo 12 gol fatti e 10 subiti ma ha una rosa di tutto rispetto con nomi importanti come il trequartista CORREA ed il centravanti CORONA (ex MANTOVA e CATANIA, autore di 46 gol in 109 partite a CATANZARO) su tutti. Da TARANTO sono passati diversi ex gialloblù, alcuni evocano dolci ricordi come Fabrizio CAMMARATA ma anche, più recentemente, Vito DI BARI (fatto esordire da SARRI col LEGNANO al BINTI in una partita orrenda per il terzino che poi si riscattò strada facendo con il gol vittoria a Busto Arsizio e a Monza) altri che invece è meglio scordare del tutto come Aniello CUTOLO (e quel gol che si mangiò a La Spezia nello spareggio d'andata per rimanere in B) o William BARBOSA DA SILVA (il 'gioiellino' portato da PASTORELLO)... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Intervista a Gian Marco REMONDINAIntervista a Gennaro ESPOSITO

QUI TARANTO: Ha recuperato del tutto il centrocampista QUADRI ma sarà sicuramente indisponibile l’attaccante INNOCENTI. In forte dubbio il difensore CALORI a causa di una contrattura rimediata al quadricipite; se mister BRUCATO (tecnico dal 22 Settembre dopo l'esonero di BRAGLIA) non potesse contare su l'ex PERUGIA ecco pronto IMPARATO ma altri dubbi assillano il tecnico rossoblù alla vigilia dell'importante sfida con l'11 dell'HELLAS: BOLZAN e PROSPERI si contenderanno la fascia mancina della difesa, uno tra il brasiliano MEZAVILLA e FELCI si accomoderà in mediana destra ed infine, in attacco, RUSSO o SCARPA andranno ad affiancare CORONA supponendo che l'allenatore tarantino confermi il 4-3-1-2 con il sudamericano CORREA ad agire da trequartista. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Da Verona allo stadio 'Erasmo Iacovone' di TARANTO (TA)(901 km – circa 8 ore e 8 min. Tempo previsto: Soleggiato 15°C)

Visualizzazione ingrandita della mappa

QUI VERONA: Dopo la doppia espulsione contro la SPAL Domenica scorsa il guardiapali sarà INGRASSIA mentre al centro della difesa, a fianco di CECCARELLI, agirà il giovane (ma bravo) MASSONI visto che ANSELMI, alle prese con un fastidioso infortunio che non lo fa allenare sereno, non sembra poter 'tenere' 90 minuti. Allarme difesa? Non direi proprio se il giovane ex SASSUOLO scenderà in campo con la stessa precisione e grinta vista al BENTEGODI nell'ultima giornata di campionato e poi non dimentichiamoci di 'nonno' CECCARELLI che lo catechizzerà a dovere prima, durante e forse pure dopo il match. Per il resto il 4-3-3 remondiniano dovrebbe essere il solito con CANGI e PUGLIESE a spingere da esterni di difesa, il trio in mediana formato da destra a sinistra da RUSSO, ESPOSITO e PENSALFINI e l'attacco a 3 con RANTIER-COLOMBO-BERRETTONI sperando che il francese ed il centrale d'offesa tornino a giocare come qualche partita fa... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Sondaggio a risposta singola
L'ESPULSIONE DI RAFAEL...

RAFAEL ha beccato un rosso e 2 giornate di squalifica contro la SPAL ritieni che...

Ha fatto bene! Ha difeso RANTIER e s'e' fatto rispettare!
E' stata un'ingenuita' commessa in buona fede, va ripreso ufficialmente ma perdonato... In fondo non e' stato cosi' grave.
Ora basta! RAFAEL deve capire che l'HELLAS non puo' permettersi il lusso di giocare in inferiorita' numerica ogniqualvolta gli pigliano i 5 minuti! Bisogna che qualcuno gliel'ho spieghi molto chiaramente!
Risultati attuali

DICONO:
CORONA bomber del TARANTO con 4 reti ed ex centravanti del MANTOVA in Serie B «... Non sono certo io il salvatore della Patria. La società ha allestito un gruppo importante, nel tentativo di centrare un obiettivo prestigioso. Dovremo lavorare per questo. Ma i problemi non mancano. Infatti, non ci riesce di rimanere concentrati per tutto l'arco della gara. Basta ripensare anche alla sfida di Lanciano, eravamo in vantaggio e poi ci siamo fatti rimontare. E mai come quest'anno, in un campionato livellato e molto equilibrato, ci siamo resi conto che anche una minima sbavatura può costare caro. Possiamo fare di più» (LArena.it)
PENSALFINI «Siamo riusciti a tenere il pareggio in nove, con un uomo in più avremmo vinto. Poche squadre ci sarebbero riuscite» e sulla prossima gara contro il Taranto: «Non temiamo nessuno» (TGGialloblu.it)
CANGI «Siamo una buona squadra. Ormai ne siamo consapevoli e credo che le difficoltà delle ultime settimane stiano cementando il gruppo. Nella gara con la Spal c’è da prendere anche qualcosa di buono. Soprattutto quando siamo rimasti in nove: abbiamo dimostrato di essere molto cresciuti. Se vi ricordate con la Cavese eravamo andati molto più in difficoltà dopo l’espulsione di Rafael. Invece con la Spal, sebbene con due uomini in meno, eravamo lì a voler vincere la partita» (Leggo.it)
REMONDINA «Domenica sarà uno scontro al vertice. Il Taranto ha iniziato il campionato con grande carica, vanta un organico importante, come noi è partito per vincere» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]



CangiPensalfiniRafael

ESPOSITO «Taranto avversario di valore. Quella di Brucato è una squadra costruita per vincere il campionato, ma sta incontrando delle difficoltà. Cercheremo di evidenziarle domenica» (HellasVerona.it)
RAFAEL sull'episodio che ha portato alla sua espulsione contro la SPAL Domenica scorsa al BINTI «Ho visto Rantier circondato da altri giocatori, sono arrivato dalla porta, sono uscito dall'area e ho spinto con un po' troppa forza l'avversario, lui è crollato a terra come investito da un camion. Però sono fatto così, in queste situazioni ci sarò sempre, non posso lasciare i miei compagni da soli. I giocatori della Spal hanno esultato sotto la Curva Sud, a casa nostra. Dobbiamo farci rispettare. Quando andiamo in trasferta non ci comportiamo in questo modo. Ora pensiamo solo a riordinare le idee, lavoreremo tutti per riprenderci e rimanere in vetta alla classifica» (LArena.it)
William DA SILVA (ex attaccante di VERONA e TARANTO) «Taranto e Verona? Due grandi piazze, e due grandi squadre. Anche se la maglia rossoblu è un po’ il mio rimpianto...» (TGGialloblu.it)

Sarà come dice lui... Ma a me 'stà frase suona tanto da scusa mista a demagogia visto che i butèi sanno farsi rispettare più che bene anche in trasferta! Figurarsi al BINTI... E poi esultare dopo un gol è più che nomale no? Mah... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Roger FEDERER con la 'ridolina'!Gran bell'autogol del portiere...

[ALTRE NEWS]
DISPONIBILI I BIGLIETTI per la partita di Coppa Italia Lega Pro programmata per Mercoledì 4 Dicembre a Lumezzane. Il costo è di 11,50 euri, solo 1 euro invece per assistere alla prossima partita di Campionato contro il TARANTO. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


[IN BREVE]
VITA DA EX: Gigi SACCHETTI torna in panca e stavolta allenerà a casa mia! È infatti stato chiamato a fare l'allenatore dello ZEVIO (Girone A di 1^ Categoria). MALESANI ritrova PEGOLO al SIENA, lo fece esordire nell'HELLAS. Beppe COLUCCI, svincolatosi da CATANIA e CEO si allena col FOGGIA (ma difficilmente scenderà di categoria). Peppe CANNELLA neo consulente di mercato della NOCERINA.
PALLAVOLO FEMMINILE: Gran brutto sorteggio per i mondiali delle azzurre, si ritrovano col BRASILE re delle Olimpiadi e l'OLANDA battuta in finale agli europei!
TENNIS: FEDERER batte DEL POTRO e chiude in testa al Ranking ATP nella terza giornata dei Masters londinesi. Roger 'The King' FEDERER perde il suo abituale aplomb e si scatena in una risata irrefrenabile sentendo un giornalista parlare spagnolo...
CALCIO INGLESE: A 52 anni tornerà in campo GROBBELAAR! Il portiere, famoso e famigerato durante gli '80 col LIVERPOOL, difenderà i pali del WINTERBOURNE nel GFA Trophy di Non League.
CALCIO BELGA: Gran bel 'numero' del guardiapali del ROESELARE peccato che poi la palla finisca nella sua porta...
CALCIO TEDESCO: VAN GAAL non gradisce le esternazioni di TONI a Rai3 e lo mette fuori rosa.
CALCIO FRANCESE: DOMENECH, il cittì della nazionale transalpina, non si smentisce mai e risponde a modo suo a tutte le critiche del dopo FRANCIA-IRLANDA...
BASKET NBA: I RAPTORS appioppano 123 punti al malcapitato INDIANA mentre i KINCKERBUCKERS cedono ai LAKERS.
PRIMA DIVISIONE GIRONE B: Brutte notizie per il TARANTO... La giustizia sportiva indaga sui rossoblù per la partita contro la SPAL del 20 Settembre scorso.
CASSANO NE SPARA UN'ALTRA: «Ebbene sì, sono il primo che ha scritto più libri di quanti ne abbia letti» dice dopo l'uscita del suo secondo lavoro letterario: “Le mattine non servono a niente”. Solo lui può pensare che sia cosa di cui vantarsi!
CHAMPIONS LEAGUE: Sconfitta senza appelli per l'INTER al 'Camp Nou' ma anche la JUVE rimedia una magra a BORDEAUX, il MILAN pareggia in casa con il MARSIGLIA... Per fortuna che c'è 'LA viola' a splendere anche senza MUTU! 1 a 0 al LIONE e ottavi conquistati.
BASKET EUROLEGA: SIENA alla prima sconfitta dopo 26 partite ufficiali! MILANO sprecona cede a MADRID.
COPPA ITALIA: NOVARA e LUMEZZANE sorprendenti! Fuori SIENA e ATALANTA.
CALCIO&SUICIDI: Trovato impiccato DA SILVA MOCO, un giocatore brasiliano della B austriaca.
INTER: Dopo BALOTELLI anche SANTON fa outing «Da piccolo simpatizzavo per il Milan» [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

GIOCO PRONOSTICI:
Grande prova di BRUNI che becca 5 risultati esatti (record stagionale), fa 11 punti in tutto (record di ALE90HVR eguagliato) e si laurea Campione di Giornata dando 3 punti di scarto a GEDE e 4 a POSE... Per me e la BRI continua il periodo bigio ma è GABRI a fare peggio di tutti e ad essere lo Sfigadòn di oggi.

Rivoluzionata la classifica generale con BRIDGET che precipita al 4° posto e BRUNI che balza in testa scalando ben 3 posizioni! MARTINO fa comunque buona guardia forse in attesa di piazzare la 'zampata' vincente. Al terzo posto ALE90HVR... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


CLASSIFICA DI GIORNATA
11 - Bruni
08 - Gede
07 - Pose
06 - Lucky, Robroy
05 - Black, Martino, Mister Loyal
04 - Ale90hvr, VALE/=\VALES
03 - Smarso
02 - Bridget
01 - Gabri


CLASSIFICA GENERALE
61 - Bruni
60 - Martino
58 - Ale90hvr
57 - Bridget
56 - Mister Loyal
55 - Pose
53 - Lucky, Robroy
49 - Black
44 - Gabri
43 - Smarso
34 - Gede
24 - VALE/=\VALES


CLASSIFICA PRECEDENTE
55 - Bridget, Martino
54 - Ale90hvr
51 - Mister Loyal
50 - Bruni
48 - Pose
47 - Lucky, Robroy
44 - Black
43 - Gabri
40 - Smarso
26 - Gede
20 - VALE/=\VALES


RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Ale90hvr, Bruni (11)
Max. numero di pronostici azzeccati: Ale90HVr (8)
Max. numero di risultati azzeccati: Bruni (5)
Punteggio minimo in una giocata: Bridget, Federico Montresor, Gabri,
Lucky, Smarso, VALE/=\VALES (1)


ALBO D'ORO CAMPIONI
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)




26/11/2009
Nereo Bonato, ds dell'Hellas, a Febbre a 90: Verona, Pescara e Taranto, le favorite
di F- Friuli, F. Vozza
Una sfida che rimanda all'antico sapore della cadetteria. Taranto e Verona tornano ad affrontarsi dopo sedici lunghi anni. E’ la prima volta che accade in Lega Pro, la ex serie C. Nonostante il momento di crisi che attanaglia i pugliesi, quello di domenica sarà un match d'alta classifica. Con Nereo Bonato, direttore sportivo dell'Hellas, ci siamo soffermati non solo sulla sfida dello Iacovone, ma anche sull'atmosfera che si respira nella città dell' “Arena”. Dopo le crisi societarie dell'ultimo decennio, ed aver ingoiato bocconi amari a causa dei successi da parte dei cugini del Chievo, i butei, tifosi dell’Hellas, la squadra storica di Verona sembrano aver imboccato la giusta via, quella che porta alla risalita in serie B.

Il Verona è primo con numeri stratosferici. Quale programmazione si nasconde dietro questo primato?
Il presidente Martinelli ha preso in mano la società dal 20 di Gennaio ed ha stilato un programma triennale di risalita in serie B. Una categoria giusta per una città come Verona.
Quanto è stata fondamentale la sua precedente esperienza a Sassuolo?
Importantissima. Siamo partiti dalla C2, dopo un paio di stagioni in cui la squadra era penultima. Ho iniziato il cammino, fatalità, proprio con Brucato in panchina. In quella stagione, purtroppo, siamo stati eliminati alla semifinale playoff. Nelle due stagioni successive, abbiamo sempre raggiunto gli spareggi promozione, vincendone uno e salendo in C1. Un cammino entusiasmante ha contraddistinto la promozione in serie B. Sicuramente la dimensione della piazza veronese è diversa, ma sto portando gli stessi valori ed idee nell'esperienza di Sassuolo.
Una sfida per la prima volta in terza serie. Come si sta preparando l'ambiente Verona?
Pescara, Verona e Taranto, sulla carta, sono le tre squadre che devono giocarsi la promozione diretta in serie B. Tutte le formazioni hanno problemi, chi nelle prime giornate, chi a fine stagione. Il Taranto ha avuto qualche problemino all'inizio, ma è una realtà importante. I pugliesi si giocheranno le loro carte sino alla fine.
La tifoseria dell'Hellas sta vivendo una stagione felice, dopo esser stata spettatrice delle gioie dei cugini del Chievo. Un suo commento?
Il tifoso dell'Hellas ha vissuto momenti di gloria, con la vincita dello scudetto 25 anni fa. Negli ultimi 7-8 anni, i gialloblù hanno vissuto vicende societarie difficili. Con l'avvento della nuova proprietà, un imprenditore, veronese di nascita, un certo tipo programmazione, il pubblico ha deciso di riavvicinarsi al Verona. Lo dimostrano le presenze settimanali allo stadio, ed il gran numero di abbonamenti sottoscritti. Ha voglia di rivalsa: tanto di cappello al Chievo che è in serie A. Siamo alla prima Lega Pro, l'importante è avere delle idee, delle basi per costruire qualcosa di importante.
Domenica scorsa siete rimasti in nove. Come si spiega questo momento di nervosismo?
È stata una situazione particolare. Da un possibile rigore in nostro favore, ne abbiamo subito uno contro su capovolgimento di fronte. L'espulsione di Comazzi e la massima punizione c'erano tutti. Il rosso di Rafael, però, non doveva esserci. La sua reazione era evitabile e ci ha lasciati in nove per il resto della partita. Spero che questo sia un episodio isolato, e non si ripeta nel corso della stagione.
Nonostante il Taranto non sia nelle primissime posizioni, tra tre giorni ci sarà uno scontro diretto. Cosa è mancato agli ionici per poter essere più in alto in classifica?
Reputo il Taranto una delle rose più competitive del campionato. Come a Verona e Pescara, l'organico è stato rivoluzionato. Talvolta l'assemblaggio dell'organico non è così semplice. Ci vorrà del tempo per trovare i meccanismi giusti. Una volta trovati, questa squadra può anche cogliere 3-4 vittorie consecutive e raggiungere le prime posizioni.
Giocare senza Rafael, portiere titolare, potrebbe essere un vantaggio per i rossoblù.
Un episodio del genere ci era già capitato alla terza giornata: espulsione rimediata contro Cavese. Ingrassia fu chiamato in causa e fece molto bene. Spero ripeta la stessa prestazione anche a Taranto.
Quanti spettatori occuperanno i posti in Curva Sud dello Iacovone?
Non ho i dati aggiornati in questo momento. Speriamo di raggiungere i duecento, trecento spettatori, così come accadde a Potenza.
Il Taranto ha deciso di mettere in vendita i biglietti per la tifoseria ospite ad 1 euro. Per il match di ritorno vi sarà una iniziativa simile?
Una iniziativa lodevole, cercheremo di fare qualcosa per il match di ritorno.
Nel corso della settimana la Lega Pro è stata falcidiata dal caso “Calcio-scommesse”. Una sua opinione in merito.
Se questo corrisponde a verità è un problema. Ciò penalizza i tifosi del calcio, i quali si sentirebbero truffati per aver visto delle partite col punteggio già deciso in anticipo. Speriamo che si risolva tutto e che sia una cosa ristretta e limitata.
La sua è una speranza o teme che sia un fenomeno diffuso?
Non conosco bene gli ambienti e e situazioni. Mi auguro che la cosa sia ristretta a poche gare e soprattutto, che interessi poche persone.
Sarebbe giusto tornare all'antico, non permettendo le scommesse sulle singole partite?
[qualche secondo di silenzio] Dipende dalla buona fede della gente. Ripeto, in un ambiente eticamente a posto possono essere fatte. In un ambiente non sano, sarebbe meglio vietarle perché si rischia di andare ad arricchire persone che vogliono approfittarne.

FONTE: FebbreA90.com


Venerdì 27 Novembre 2009
Remondina: «Anche a Taranto servirà un grande Verona»
di Gianluca Vighini
VERONA - «Francamente non so perché il Taranto sia così indietro. Hanno una squadra costruita per vincere, dovremo stare molto attenti: servirà un grande Verona». Gian Marco Remondina inquadra così il big-match di dopodomani in Puglia. L’Hellas è reduce dal quarto pareggio nelle ultime sei gare e le scorie (nervose), lasciate dall’1-1 casalingo con la Spal, devono essere spazzate via in fretta.

Allarme difesa. Anselmi dovrebbe rientrare oggi con il gruppo, ma al massimo andrà in panchina. Il suo forfait si aggiunge a quelli di Rafael e Comazzi, squalificati. A fianco di Ceccarelli giocherà quindi Massoni. Problemi anche per la panchina. Con Ingrassia in campo, il secondo portiere dovrebbe essere Borghesi, titolare della Berretti. Ma pure lui è infortunato. Così sarà convocato il giovanissimo Davià. «Però ho giocatori che mi danno garanzie», sbotta Remondina.

Sette gol nel test. A San Martino Buon Albergo ieri è finita 7-0. In gol Farias (3’), Ciotola (20’, 32’), Burato (42’), Berrettoni (50’, 90’) e Rantier (53’) nella ripresa.
Oggi torna Selva. Andy farà ritorno da Cesenatico dove si è curato al polpaccio. Un fastidio che l’attaccante aveva già avuto l’anno scorso a Sassuolo, ma che gli era passato in una settimana. Stavolta il dolore è stato più intenso: ancora incerti i tempi di recupero del bomber. (ass)

Giovedì 26 Novembre 2009
Remondina con gli uomini contati, ma Cangi è ottimista: «Gruppo forte»
Verona, è allarme difesa per Taranto
di Gianluca Vighini
VERONA - Scatta l’allarme difesa in casa Hellas. Comazzi e Rafael sono stati squalificati dal giudice sportivo, mentre Anselmi, anche ieri, non si è allenato con il gruppo. Remondina dovrà compiere scelte obbligate in vista della trasferta a Taranto. In porta andrà Ingrassia che ha già giocato la sfida delicata a Cosenza (0-0, dopo l’espulsione e la conseguente squalifica di Rafael con la Cavese), mentre Massoni (buoni i suoi 20’ domenica scorsa), giocherà a fianco di Ceccarelli. «Siamo una buona squadra - spiega un altro dei protagonisti della difesa gialloblù, Francesco Cangi (nella foto Novelli) -.

Ormai ne siamo consapevoli e credo che le difficoltà delle ultime settimane stiano cementando il gruppo. Nella gara con la Spal c’è da prendere anche qualcosa di buono. Soprattutto quando siamo rimasti in nove: abbiamo dimostrato di essere molto cresciuti. Se vi ricordate con la Cavese eravamo andati molto più in difficoltà dopo l’espulsione di Rafael. Invece con la Spal, sebbene con due uomini in meno, eravamo lì a voler vincere la partita». (ass)

Hellas/Rafael, espulso domenica con la Spal, non si scusa: «Lo rifarei». Il giudice sportivo non infierisce: due giornate «Ho difeso un mio compagno»
di Gianluca Vighini
VERONA - Due giornate di squalifica. La mano del giudice sportivo è stata tutto sommato leggera nei confronti di Rafael. L’espulsione nella gara di domenica scorsa contro la Spal poteva costare ancora più cara al portierone veronese. Rafael salterà così sia la gara con il Taranto, sia quella con il Rimini.

Ieri Rafael ha voluto spiegare cosa è successo contro la Spal, il perché della sua reazione improvvisa: «Ho semplicemente difeso un mio compagno di squadra. Lo farò sempre. Ho visto Rantier in difficoltà, non potevo permettere che in casa nostra si oltrepassasse il limite. Nessuno di noi lo fa quando gioca fuori casa. Ci vuole rispetto e loro non ne hanno avuto. Questo è il Bentegodi, non si può venire qui e mancarci di rispetto come hanno fatto loro. Poi, è chiaro: sono stato eccessivo. La spinta è stata troppo forte, mi assumo tutte le mie responsabilità. Ma difenderò sempre, lo ripeto, un mio compagno che è in difficoltà».

Rafael sarà multato adesso dalla società, come ha preannunciato il ds Bonato. «Ma la multa non m’interessa. Adesso voglio solo rimettermi a lavorare, con la testa bassa e con grande grinta. C’è da mantenere il primato. Le scuse? Ne parlerò con i miei compagni. Di questo e di altro...».

E come era previsto, anche Comazzi (espulso domenica dopo il fallo da rigore che ha regalato il pari alla Spal) dovrà saltare la gara con il Taranto. Remondina spera di recuperare Anselmi anche se l’ottima prova di Massoni fa comunque dormire sonni tranquilli al tecnico gialloblù. Domani, infine, la squadra scenderà in campo per un’amichevole a San Martino Buonalbergo. (ass)

FONTE: Leggo.it


PRIMATO DA DIFENDERE
LA VITTORIA IN PUGLIA MANCA DAL 1959
Hellas a Taranto tra emergenza e tabù anche Anselmi è out, tocca a Massoni
Andrea Spiazzi Verona
Verso la Puglia per difendere il primato. Il Verona, dopo il mezzo passo falso con la Spal, vuole tornare a battere un colpo importante in campionato. Lo dovrà fare a 900 chilometri da casa, anche se il solo euro di costo del biglietto per il settore ospiti potrebbe invogliare un gran numero di tifosi ad affrontare la lunga trasferta verso il tacco d'Italia allo stadio "Iacovone".

Ieri sette le reti nell'amichevole col San Martino Buon Albergo. A segno due volte Berrettoni e Ciotola, una rete per Rantier, Burato e Farias. Remondina schiererà Massoni al posto dello squalificato Comazzi, date le non buone condizioni di Anselmi che non si sta allenando regolarmente. In porta ci sarà il giovane Ingrassia. In avanti il tridente sarà quello delle ultime gare con Berrettoni, Colombo e Rantier, ma la ritrovata condizione di Ciotola potrebbe far vacillare il posto del francese, ultimamente nervoso e sottotono. Russo e Pensalfini saranno in mediana, linea che vedrà Esposito agire da playmaker.

Il Taranto è squadra imprevedibile che viaggia, a 16 punti, solamente una lunghezza sopra la zona dei playout, anche se deve recuperare una gara con la Cavese. Col Verona non perde in casa dal 10 maggio 1959. Per quel che riguarda le dirette concorrenti dell'Hellas, laTernana ospiterà il Real Marcianise mentre il Pescara sfiderà all'Adriatico il Foggia.

HELLAS
IL TERZINO È SEMPRE TRA I PIÙ BRAVI
Cangi parla da leader «Primi perché siamo la squadra migliore» Intanto, però, per domenica è emergenza in difesa, dove alle squalifiche di Comazzi e Rafael si aggiungono le non buone condizioni di Anselmi che si sta allenando a parte.
Andrea Spiazzi Verona
È diventato il punto di riferimento della difesa, sta dando un grande contrbuto sulla corsia di destra, e con la Spal è stato tra i migliori in campo. «Sono contento - ammette Filippo Cangi - sto facendo bene. Mi soddisfano, inoltre, il comportamento della squadra e lo spirito del gruppo». L’unico neo è rappresentato da qualche episodio di nervosismoin campo. «Siamo un gruppo di giocatori vincente - spiega il difensore - ragazzi che sono già passati per le difficoltà dei campionati di C e anche di B. Non abbiamo il timore di stare davanti in classifica,masappiamo che gli ostacoli sono sempre dietro l'angolo. Siamo andati a Pescara soffrendo ma senza rischiare niente, forse avremmo potuto portare a casai tre punti. Al “Benteg odi” la Spal doveva giocare la partita della vita, siamo scesiin campodimostrando la nostra superiorità. La squadra è matura, non ha problemi ad essere capolista».

Venendo all'episodio dell'espulsione di Rafael, commenta: «Ne parleremo tra noi. Sono reazioni che a caldo ci stanno, pagherà le conseguenze in prima persona con i turni di squalifica. Peccato, saremo costretti a fare a meno di lui». Ieri doppia seduta per l'Hellas: a Sandrà test emato-chimici e da campo al mattino, lavoro di forza in palestra, resistenza alla velocità e partitelle nel pomeriggio. Differenziato per Fabrizio Anselmi, ancora assente Andy Selva. Oggi (ore 15) test a San Martino Buon Albergo contro la formazione locale, che milita nel campionato di Promozione.

HELLAS
IL PORTIERE SPIEGA LA FOLLIA CHE GLI È COSTATA L’ESPULSIONE
Rafael se la cava con due turni «Io volevo difendere Rantier» Per il brasiliano, comunque, è in arrivo una forte multa. Una giornata di squalifica anche per Comazzi: contro il Taranto sarà emergenza in difesa.
Andrea Spiazzi Verona
Due giornate a Rafael, una a Comazzi. È andata tutto sommato bene all’Hellas: il giudice sportivo non ha infierito in maniera eccessiva contro il portiere gialloblù, reo, domenica scorsa, dello scriteriato gesto di correre a colpire un avversario a gioco fermo. Sarà multato dalla società, il brasiliano. Via Torricelli vuole dare un segnale a tutto il gruppo: non sono ammessi colpi di testa tranne quelli verso la rete avversaria.

Rafael, in una dichiarazione rilasciata sul sito ufficiale del Verona si difende: «Ho visto Rantier circondato da altri giocatori - dice - sono arrivato ed ho spinto con un po' troppa forza l'avversario, facendolo cadere a terra. In queste situazioni ci sarò sempre, non posso lasciare i miei compagni da soli. I giocatori della Spal hanno esultato sotto la curva sud. Dobbiamo farci rispettare, quando andiamo in trasferta non ci comportiamo in questo modo. Ora pensiamo solo a riordinare le idee, lavoreremo tutti per riprenderci e continuare a vestire il ruolo della capolista». Parole da leader, che trasmettono l'orgoglio di vestire la maglia.

Poi, le scuse: «Non ho ucciso nessuno, è stato un gesto sbagliato ma l’obiettivo era stare a fianco dei compagni. Parleremo tra di noi, il club sa cosa fare e conosce il rispetto che ho nei confronti di tutti. Mi sono sempre comportato bene, giocando in passato anche con l’influenza con spirito di sacrificio ». Ieri intanto la squadra si è allenata a Sandrà: terapie e lavoro individuale per Fabrizio Anselmi, assente Andy Selva, ancora a Cesenatico per seguire il programma di recupero dal malanno al polpaccio.

FONTE: DNews.eu


27/11/2009
Un «Settebello» gialloblù Che tacco Berrettoni...
LE NEWS. Test positivo dei gialloblù contro i ragazzi del San Martino
Settebello gialloblù a Borgo della Vittoria. Ieri pomeriggio l'Hellas ha vinto l'amichevole infrasettimanale giocata contro il San Martino Speme, la squadra locale che che milita in Promozione. Subito a segno con Farias, dopo 3 minuti, i gialloblù hanno concesso bis e tris con Ciotola - al 20' e al 32' - e hanno chiuso il primo tempo con un poker firmato da Burato.

Nella ripresa Remondina ha schierato la squadra che potrebbe scendere in campo dal primo minuto a Taranto. In porta Ingrassia - che solo nell'ultimo quarto d'ora ha lasciato il posto al giovane Da Vià, classe '93 - in difesa Cangi e Pugliese sulle fasce, Ceccarelli e Massoni al centro. A centrocampo Esposito, Russo e Pensalfini, in avanti Colombo con Rantier e Berrettoni sulle fasce. Splendida la prima segnatura dei gialloblù, dopo cinque minuti della ripresa, con Berrettoni che ha messo dentro con un gran colpo di tacco un cross dalla sinistra di Rantier, dopo una manciata di secondi fa centro anche il francesino con un sinistro di precisione a pochi passi dal portiere avversario. Al novantesimo Berrettoni firma la doppietta personale e porta a sette i gol gialloblù. Grande slalom in area e palla in fondo al sacco.

Al test di San Martino non hanno preso parte Rafael, a riposo precauzionale, Fabrizio Anselmi, che ha svolto lavoro differenziato col fisioterapista Alberto Previdi, e Selva, ancora a Cesenatico per seguire il programma personalizzato di recupero dall'infortunio. Oggi pomeriggio seduta di allenamento a Sandrà.

27/11/2009
Esposito guida l'assalto al Taranto «Siamo pronti, in campo per vincere»
CABINA DI REGIA. Il centrocampista gialloblù ha già espugnato l'Erasmo Jacovone un anno fa con il Gallipoli. «È stata la partita della svolta» «Contro la Spal dovevamo chiudere la gara già nel primo tempo ma nella ripresa siamo stati bravi a non crollare in nove contro undici»
Lui ha Taranto ha già vinto un anno, allora indossava la maglia del Gallipoli. «Due a uno per noi», racconta Gennaro Esposito, il regista dell'Hellas che dovrà affrontare domenica pomeriggio i rossoblù pugliesi.

Una vittoria importante...
«La partita della svolta. Il successo di Taranto regalò a tutti i giocatori del Gallipoli la consapevolezza di poter lottare ad armi pari con le più forti del girone, iniziò un ciclo positivo che ci portò prima in testa al campionato e poi alla promozione in B».
Farà caldo?
«Penso di sì. Noi l'anno scorso siamo stati fortunati perchè abbiamo giocato in uno stadio deserto, l'Osservatorio aveva deciso di chiudere l'impianto ai tifosi. Stavolta non sarà così e noi dovremo fare i conti anche con i sostenitori rossoblù».
Un'atra trasferta al Sud, un'altra prova importante?
«Il Taranto ha un buona squadra, aveva già allestito un buon organico ma in estate ha investito ancora, sono partiti con l'intenzione di vincere il campionato ma hanno faticato un po' troppo all'inizio. Adesso si sono rimessi in carreggiata, stanno facendo meglio con il nuovo allenatore, la loro rincorsa è stata fermata dalla sconfitta di Portogruaro ma anche domenica meritavano qualcosa di più a Lanciano poi si sono accontentati del pareggio».
Che partita sarà?
«Sarà una battaglia, il Taranto cercherà di fare risultato proprio con il Verona capolista per rilanciarsi definitivamente, è normale che sia così. Noi non dobbiamo andare in campo timorosi, possiamo vincere anche a Taranto, siamo pronti».
Un Taranto grandi nomi...
«Hanno giocatori importanti, uno su tutti Giorgio Corona. Un attaccante che negli ultimi anni ha sempre giocato in serie A e B. Senza dimenticare Scarpa e Viviani, Correa e Mezzavilla. Hanno costruito una squadra importante».
Mancheranno Rafael e Comazzi?
«Sono squalificati, non potranno scendere in campo. Sono due giocatori per l'Hellas, su questo non ci sono dubbi ma il Verona ha a disposizione tanti giocatori di qualità e chi andrà in campo cercherà di non far rimpiangere i compagni titolari».
Troppo nervosismo con la Spal, può costare caro...
«Non parlerei di nervosismo, non ci sono i presupposti per essere nervosi. Parlerei di episodi, può succedere di perdere la testa durante una partita di calcio, l'adrenalina è tanta, può salire in fretta».
Due punti gettati?
«Per quello che avevamo fatto nel primo tempo sì, abbiamo lasciato sul campo due punti perchè dopo la rete del vantaggio abbiamo avuto quattro o cinque occasioni per fare il secondo gol. Non è nadata così».
Cos'è successo?
«In due minuti è cambiato tutto, abbiamo subito il pareggio e siamo rimasti in nove. Guardate che non è facile giocare in nove contro undici però noi abbiamo dato una grande prova di forza, una squadra compatta. I nostri avversari non hanno mai tirato in porta anche in superiorità numerica, anzi siamo stati più pericolosi noi con le incursioni di Berrettoni e Pensalfini. Alla fine va bene così».
Il Verona in vetta, ci resterà?
«I punti che abbiamo sono tutti meritati. La classifica riflette i valori del campionato. Non è stato facile salire in vetta, adesso dobbiamo difendere la nostra posizione. Sicuramente gli avversari daranno sempre qualcosa in più contro di noi ma abbiamo dimostrato che possiamo far bene in tutti i campi».
Luca Mantovani

26/11/2009
Hellas-tour alla svolta: Taranto vale il giro di boa
SU E GIÙ PER LA PENISOLA. Con la trasferta in Puglia si esaurisce la metà del percorso totale
Dopo la lunghissima gita nel golfo resteranno poco più di 4.500 km da percorrere su 9.200: da Puglia e Campania gli ultimi disagi

Olio, filtri, gomme: il torpedone dell'Hellas si prepara a scendere per l'ennesima volta lungo lo Stivale per raggiungere Taranto, a oltre 900 chilometri da casa. Ma superata la tappa del golfo, l'ennesima di questo estenuante tour 2009-'10, squadra e tifosi possono tirare un primo sospiro di sollievo. E iniziare il conto alla rovescia, visto che domenica il contachilometri gialloblù avrà superato quota 4700, ovvero più della metà del percorso totale previsto all'inizio del campionato.

Una soddisfazione per certi versi modesta, considerata ancora una volta l'inopportunità della scelta fatta da Mario Macalli di dividere i gironi in senso verticale (ovest e est) anziché - come da tradizione - in senso orizzontale (centronord e centrosud). Pur sempre un motivo per sorridere, però, anche perché con Taranto vengono messe in archivio le tre trasferte più lunghe in assoluto (da Cosenza, 1011 chilometri a Potenza, 853, passando appunto per Taranto, 913), senza contare che il capoluogo pugliese, più o meno come Cosenza e Pescara, rappresenta uno degli scogli più duri da superare in ottica promozione. Sia per valori tecnici che per oggettive difficoltà ambientali.
Mettersi alle spalle l'ennesima spedizione al sud, dunque, varrà bene un tagliando. E magari un brindisi, se le cose andranno per il verso giusto sul campo.

A chiudere il girone d'andata ci sarà poi Portogruaro: bella sfida per la classifica ma poco più di una scampagnata per i butèi della Sud, cui non sembrerà vero di poter contenere il chilometraggio (in quello che tra l'altro già si annuncia come una sorta di maxi-esodo) a quota 117. Perché il giorno di Santa Lucia, data del big match con i veneziani, sarà tra l'altro anche quella della trasferta più corta del campionato. Poi di nuovo disagi e trasferimenti infiniti già prima di Natale, in occasione dell'ultima gara dell'anno solare: si va a Foggia, 701 chilometri da Sandrà, tradizionale sede del ritiro scaligero. Niente male come antipasto delle festività, soprattutto se qualcuno, in ottica 25 dicembre, avrà deciso di abbinare al pandoro nostrano i tarallucci pugliesi.
E di profittare quindi dell'ennesima peregrinazione per l'acquisto di tipicità gastronomiche altrui.

Il 2010 varrà altri sette viaggi lontano dal Bentegodi per poco più di 3800 chilometri totali (considerando sempre la sola andata). Alta dunque la media, di oltre 530 chilometri a trasferta, minore però il coefficiente di rischio, almeno a considerare la classifica attuale. Il Verona dovrà sobbarcarsi altre due tappe over 700 (Andria e Cava dei Tirreni), una che ci si avvicina (Marcianise) e un'altra che promette fatiche non usuali (Pescina Valle del Giovenco, nel cuore dell'Abruzzo, con altri 600 chilometri tondi tondi).

I match-clou, però, dovrebbero corrispondere alle distanze minori: occhi puntati dunque soprattutto su Terni, che ospiterà la banda Remondina il 31 gennaio; poi Ferrara (osservatorio per la sicurezza permettendo), alla quart'ultima giornata; infine Rimini, il 2 maggio, alla 16esima, quando i tifosi gialloblù potrebbero abbinare al weekend lungo sole, mare e la realizzazione di un piccolo, grande sogno. Perché per la classifica saranno comunque giorni caldi.
Francesco Arioli

26/11/2009
Allo Iacovone biglietti per gli ospiti a un euro
Saranno pure 913, faticosi, interminabili chilometri, con tanto di inevitabili spese di viaggio, tuttavia i supporters dell'Hellas che decideranno di affrontare la trasferta di domenica a Taranto potranno almeno risparmiare sul costo del tagliando d'ingresso: il club pugliese, che attiva la prevendita proprio da oggi, informa infatti che entrare nel settore ospiti dello stadio «Iacovone» costerà appena un euro. Un'iniziativa intrapresa dai vertici del sodalizio rossoblù, convinto, rivela una nota, «che lo sport rappresenti il mezzo per eccellenza di scambio culturale, strumento di aggregazione e amicizia e in grado di arricchire le società e promuovere il dialogo».
I tifosi scaligeri - come precisa anche il sito del Verona - potranno acquistare i biglietti al Verona Box Office di via Pallone 12/a oppure a Tuttamusica, in corso Italia 35 a San Bonifacio.

25/11/2009
Rafael chiede scusa al Verona «Ho solo difeso un compagno»
UNA TRASFERTA «CALDA». Due giornate di squalifica al portiere brasiliano, una a Comazzi. Difesa da rivoluzionare
«Non volevo mettere in difficoltà la squadra ma quelli della Spal hanno esultato sotto la Curva Sud Noi non facciamo così in trasferta»

Due giornate di squalifica a Rafael, una a Comazzi. «Il portiere è stato espulso per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo - scrive il giudice sportivo - il difensore per avere commesso fallo su un avversario lanciato a rete senza ostacolo». Due rossi che costano cari all'Hellas. Gian Marco Remondina dovrà rivoluzionare metà difesa nella trasferta particolarmente delicata di Taranto. In porta tornerà Giuseppe Ingrassia, per tutti i compagni «Ciccio». È stato campione d'Italia con la Primavera del Palermo ma la Lega Pro è un'altra cosa. Ha fatto bene quando ha giocato a Cosenza, qualche incertezza s'è vista quando è stato gettato nella mischia con Cavese e Spal. Va detto, a giustificazione di Ingrassia, che non è facile entrare subito in partita in sfide così delicate.
Tutto da decifrare anche in mezzo alla difesa. Chi farà coppia con Luca Ceccarelli. Il sostituto numero uno dovrebbe essere Fabrizio Anselmi ma l'ex difensore del Sassuolo, da una decina di giorni, deve fare i conti con un problema fisico. Anche ieri si è allenato a parte e, difficilmente, potrà giocare a Taranto. In questo caso toccherà a Leonardo Massoni partire titolare dal primo minuto. Anche lui, come Ingrassia, ha visto il campo nelle situazioni più delicate ma ha sempre dimostrato personalità e buone qualità.

Sa di averla combinata grossa Rafael. Con la Spal ha lasciato la squadra in nove contro undici , ora dovrà saltare la partita con il Taranto e quella con il Rimini. A mente fredda ha ripensato all'episodio e chiede scusa alla squadra. «Mi dispiace - ammette alla ripresa degli allenamenti - siamo un gruppo unito, se c'è da perdere perdiamo tutti insieme. E, allo stesso modo, festeggiamo quando si vince. Adesso dobbiamo tornare al lavoro, possiamo ritrovare serenità, sia io che il resto della squadra. Non ho ucciso nessuno, è stato un gesto sbagliato ma l'obiettivo era stare a fianco dei compagni». Non s'è capito cos'è successo dopo il gol di Bracaletti su rigore. «Ho visto Rantier circondato da altri giocatori, - racconta Rafael - sono arrivato dalla porta, sono uscito dall'area e ho spinto con un po' troppa forza l'avversario, lui è crollato a terra come investito da un camion. Però sono fatto così, in queste situazioni ci sarò sempre, non posso lasciare i miei compagni da soli. I giocatori della Spal hanno esultato sotto la Curva Sud, a casa nostra. Dobbiamo farci rispettare. Quando andiamo in trasferta non ci comportiamo in questo modo. Ora pensiamo solo a riordinare le idee, lavoreremo tutti per riprenderci e rimanere in vetta alla classifica». Tra l'altro Rafael era già arrabbiato per aver preso gol su rigore. «No, non ero arrabiato per quello - continua - ci sta di prendere gol, oltretutto su rigore. Non c'è un portiere imbattibile. Mi sono arrabbiato solo quando ho visto un mio compagno solo in mezzo agli avversari».

Ora la società potrebbe rifilare una multa a Rafael. «Non ho parlato con nessuno, non so - spiega il portiere del Verona - ho sentito solo Anselmi che ha cercato di consolarmi. Ora parleremo tra di noi, la società sa cosa fare e sa che rispetto tutti e che mi sono sempre comportato bene». A Taranto ci sarà «Ciccio» Ingrassia in porta. «È un bravo ragazzo - conclude Rafael - sta lavorando tantissimo, con grande impegno. Ha già fatto una partita intera in campionato, lui sa quello che deve fare».
Luca Mantovani

Tutti aggrappati a Re Giorgio «Possiamo fare molto di più»
QUI TARANTO. Bomber Corona è il leader della squadra rossoblù
Stretti attorno a Re Giorgio. A Taranto lo adorano. E Giorgio Corona risponde con i gol. Sarà lui lo spauracchio della difesa dell'Hellas nella sfida di domenica prossima.

Il Taranto è reduce dal pareggio di Lanciano, dove proprio Corona ha messo a segno la sua quarta rete stagionale. «Ma non sono certo io il salvatore della Patria - ammette l'ex centravanti del Mantova ora al Taranto -. La società ha allestito un gruppo importante, nel tentativo di centrare un obiettivo prestigioso. Dovremo lavorare per questo. Ma i problemi non mancano. Infatti, non ci riesce di rimanere concentrati per tutto l'arco della gara. Basta ripensare anche alla sfida di Lanciano, eravamo in vantaggio e poi ci siamo fatti rimontare. E mai come quest'anno, in un campionato livellato e molto equilibrato, ci siamo resi conto che anche una minima sbavatura può costare caro. Possiamo fare di più».

Oggi i pugliesi viaggiano a media velocità. Il Taranto ha messo in cascina 19 punti, frutto di quattro vittorie, ben sette pareggi e due sconfitte. La squadra allenata da Giuseppe Brucato, che ha preso il posto di Braglia dopo cinque giornate, si trova a soli due punti dalla zona play off. La sfida di domenica con il Verona, allora, potrebbe avere un grande significato. Per la classifica, per il futuro, ma anche per l'autostima. Oggi, intanto, i rossoblù saranno impegnati nel pomeriggio a Grottaglie nella gara di Coppa Italia di Lega Pro contro l'Arezzo di Nanu Galderisi. È presumibile che Brucato dia spazio ad un generoso turn over.

Per il resto, i pugliesi scendono in campo con un modulo speculare all'Hellas. Tra i pali c'è Bremec, la difesa è comandata da Viviani e Migliaccio. Tocca, invece, a Mezavilla dare fantasia al reparto di mezzo. Lucas Correa ha il delicato ruolo di trequartista. Un passo indietro alle punte Russo e Corona. Proprio una bella coppia. Va detto, anche, che proprio Correa, con i suoi tre centri stagionali ha dimostrato in più di un'occasione di essere giocatore molto dotato negli ultimi sedici metri. E per chi si fosse perso qualcosa, l'attaccante William Da Silva quest'anno ha lasciato Taranto per passare al Brindisi. In Seconda Divisione magari potrà ritrovare gol e sorrisi. S. A.

FONTE: LArena.it


25/11/2009 - 11:51
A Taranto 14 precedenti per l'Hellas Verona
Contro la squadra rossoblù gli scaligeri non vincono a domicilio dal 10 maggio 1959, 3-1 firmato Tinazzi(doppietta) e Valentinuzzi
VERONA - Domenica 29 novembre, in occasione della 15a giornata del campionato di Prima Divisione, gli uomini di Remondina affronteranno in trasferta il Taranto.

14 i precedenti totali tra le due compagini in Puglia, tutti in Serie B: il bilancio per l'Hellas parla di 2 successi, 6 pareggi e 6 sconfitte. Nella stagione 1992/93 l'ultima sfida, 0-0 il risultato finale. Contro la squadra rossoblù gli scaligeri non vincono a domicilio dal 10 maggio 1959, 3-1 firmato Tinazzi (in foto, autore di una doppietta) e Valentinuzzi. L'ultima vittoria del Taranto risale al 16 giugno 1991 (1-0).

6 i punti conquistati dalla squadra allenata da Brucato nelle ultime 5 gare casalinghe di campionato, frutto di una affermazione (1-0 con la Cavese), 3 pareggi (0-0 con Reggiana e Giulianova, 2-2 col Potenza) ed un ko (1-2 con la Spal).

26/11/2009 - 18:14
Remondina: "Domenica sarà uno scontro al vertice" - VIDEO
"Il Taranto ha iniziato il campionato con grande carica, vanta un organico importante, come noi è partito per vincere"

26/11/2009 - 17:25
Esposito: "Taranto avversario di valore" - VIDEO
"Quella di Brucato è una squadra costruita per vincere il campionato, ma sta incontrando delle difficoltà. Cercheremo di evidenziarle domenica"

27/11/2009 - 16:43
Taranto-Hellas Verona, arbitra Merchiori di Ferrara
Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Cucchiarini (Città di Castello) e Fiorucci (Lucca)

27/11/2009 - 14:43
Giovanili: le gare in programma nel weekend
La Berretti ospita il Bassano Virtus ancora imbattuto. Doppia sfida con la Sambonifacese per Giovanissimi Nazionali e Giovanissimi Professionisti '97

26/11/2009 - 16:38
Sette reti nell'amichevole col San Martino Speme
Nella gara disputata in preparazione al match col Taranto a segno Farias (3'), Ciotola (20', 32'), Burato (42'), Berrettoni (50', 90') e Rantier (53')
SAN MARTINO BUON ALBERGO - Vittoria scaligera per 7-0 nell'amichevole disputata giovedì pomeriggio a San Martino Buon Albergo (VR), contro la formazione locale (che milita nel campionato di Promozione). A segno Farias (3'), Ciotola (20', 32'), Burato (42') nella prima frazione, Berrettoni (50', 90') e Rantier (53') nella ripresa.

Al test non hanno preso parte Anselmi, che ha svolto lavoro differenziato col fisioterapista Alberto Previdi, Rafael (a riposo precauzionale) e Selva, a Cesenatico per seguire il programma personalizzato di recupero dall'infortunio.

Venerdì seduta pomeridiana a Sandrà (VR).

25/11/2009 - 17:06
Sandrà, mercoledì doppia seduta di lavoro
Differenziato per Fabrizio Anselmi, ancora assente Andy Selva (a Cesenatico per seguire il programma personalizzato di recupero)

25/11/2009 - 12:13
Per Taranto biglietti ospiti ad 1€
I tagliandi per la gara in programma domenica 29 novembre allo stadio "Iacovone" saranno disponibili da giovedì

25/11/2009 - 11:17
Lumezzane-Hellas Verona, info biglietti
I tagliandi per la gara di Coppa Italia Lega Pro sono disponibili al costo di 11,50€ fino alle 19 di martedì 1° dicembre

FONTE: HellasVerona.it


27/11/2009 - 16:25
VERSO TARANTO-HELLAS
DA SILVA: "TIFERO' PER IL TARANTO"
"Taranto e Verona? Due grandi piazze, e due grandi squadre. Anche se la maglia rossoblu è un po’ il mio rimpianto..." William Da Silva non si nega, quando c’è da parlare del Taranto. Anche quando ad affrontarsi sono le sue due ex, la squadra rossoblu e quella scaligera, che si affronteranno domenica nel quindicesimo turno di campionato.

27/11/2009 15:23
Remondina avverte: "Non credo alla crisi del Taranto"
Il tecnico dell'Hellas Gianmarco Remondina non si fida del Taranto: "Hanno costruito la squadra per vincere il campionato, la loro posizione di classifica mi sorprende molto. Mi aspetto un ambiente rovente, perchè quando si muove l'Hellas tutti vogliono fare bella figura".
"Attenzione al Taranto, non facciamoci ingannare dalla posizione di classifica". Il tecnico del Verona Gianmarco Remondina avverte i suoi a poche ore dalla sfida contro il Taranto: "Dovremmo fare molta attenzione: hanno una squadra costruita per vincere. Vederli così lontani in classifica mi sorprende molto". Dopo i problemi in attacco di qualche settimana fa Remondina dovrà far fronte a qualche defezione in difesa: "Mancheranno Rafael e Comazzi per squalifica e poi Anselmi non è al meglio. In ogni caso c'è Massoni che ha sempre fatto bene ogni volta che è stato impiegato". Per affrontare l'Hellas non servono stimoli particolari: "Infatti tutte le volte che andiamo in giro per l'Italia le squadre sono agguerrite. Contro l'Hellas vogliono fare tutti bella figura. Il Taranto non vince da due partite. Mi aspetto un ambiente rovente poichè i tifosi locali sono molto vicini alla squadra". (A.B.)


27/11/2009 17:08
Vi ricordate Vanderhoeght? E' il giocatore rivelazione in Uruguay
Acquistato l'anno scorso dal Verona il giocatore con il passaporto belga è tornato a giocare in Uruguay, con la maglia dei Wanderers. La squadra è al quinto posto in campionato e Simon uno dei più positivi. Tanto da finire nel giro della nazionale.
Fu uno dei rinforzi di gennaio, portato da Ficcadenti in una sola giornata di calciomercato, assieme a Rantier e a Gepy Pugliese. Un oggetto misterioso a Verona. Ma ora che è tornato in Uruguay, Simon Vanderhoeght, passaporto belga, ha dimostrato che quanto si diceva di lui non erano affatto balle.

Vanderhoeght gioca in pianta stabile nella serie A uruguaiana con la maglia dei Wanderers, una delle squadre rivelazione del campionato uruguaiano. Una stagione molto positiva che vede Simon tra i protagonisti tanto da essere entrato nel giro della nazionale. E oggi anche il suo valore di mercato è enormemente cresciuto: si parla addirittura di tre milioni di euro. Insomma un giocatore che con un pizzico di pazienza in più sarebbe stato molto utile anche al Verona.

27/11/2009 16:36
Il Taranto sulle spalle di Corona
Il prossimo avversario dell'Hellas sarà il Taranto di Giorgio Corona. La formazione rossoblù partita come pretendente alla vittoria del campionato si trova a metà classifica con 19 punti. Il 22 settembre dopo la sconfitta casalinga contro la Spal è stato esonerato il tecnico Braglia, al suo posto Giuseppe Brucato.
Dopo due pareggi consecutivi contro Pescara e Spal l'Hellas affronterà domenica pomeriggio il Taranto allo stadio Iacovone con l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il presidente D'Addario ha esonerato il 22 settembre Pietro Braglia dopo la sconfitta casalinga contro la Spal chiamando al suo posto Giuseppe Brucato, reduce dalla poco felice esperienza con il Mantova. Con ogni probabilità il Taranto scenderà in campo con il 4-4-2: Bremec tra i pali, difesa a quattro con Calori a destra, Migliaccio e Viviani centrali e Bolzan a sinistra. A centrocampo Felci sulla corsia di destra, Mezzavilla e Scarpa in mezzo e Correa largo a sinistra. Davanti confermato bomber Corona con il giovane Russo vista la quasi certa indisponibilità di Riccardo Innocenti. Positivo l'andamento casalingo della formazione rossoblù capace di collezionare in totale 12 punti frutto di tre vittorie con Real Marcianise, Rimini e Cavese, tre pareggi con Reggiana, Giulianova e Potenza e una sola sconfitta contro la Spal. In totale sei gol fatti e quattro subiti allo "Iacovone". Meno brillante il cammino in trasferta: una solo vittoria contro il Pescina, quattro pareggi a Ravenna, Foggia, Pescara e Lanciano e due sconfitte a Terni e Portogruaro. In tutto 7 punti e sei gol fatti e sei subiti. Il cannoniere della squadra di Brucato è Giorgio Corona autore di quattro reti. Il Taranto fondato nel 1904 vanta 32 partecipazioni al campionato di serie B e 42 a quello di serie C.


26/11/2009 15:34
Pensalfini: Poche squadre avrebbero retto in nove
Il centrocampista del Verona Filippo Pensalfini è convinto che l'Hellas avrebbe vinto in dieci contro la Spal: "Siamo riusciti a tenere il pareggio in nove, con un uomo in più avremmo vinto. Poche squadre ci sarebbero riuscite". Sulla gara di domenica con il Taranto: "Non temiamo nessuno".

25/11/2009 18:02
Hellas, scatta l'allarme difesa
Allarme difesa in casa Hellas in vista della trasferta di Taranto. Agli squalificati Comazzi e Rafael va aggiunto Anselmi che non è al meglio della condizione. L'ex difensore del Sassuolo ha svolto in questi giorni sedute differenziate. Quasi scontato l'impiego di Massoni accanto a Ceccarelli.

FONTE: TGGialloblu.it



[OFFTOPIC]
VITA DA EX: Gigi SACCHETTI torna in panca e stavolta allenerà a casa mia! È infatti stato chiamato a fare l'allenatore dello ZEVIO (Girone A di 1^ Categoria). MALESANI ritrova PEGOLO al SIENA, lo fece esordire nell'HELLAS. Beppe COLUCCI, svincolatosi da CATANIA e CEO si allena col FOGGIA (ma difficilmente scenderà di categoria). Peppe CANNELLA neo consulente di mercato della NOCERINA. PALLAVOLO FEMMINILE: Gran brutto sorteggio per i mondiali delle azzurre, si ritrovano col BRASILE re delle Olimpiadi e l'OLANDA battuta in finale agli europei! TENNIS: FEDERER batte DEL POTRO e chiude in testa al Ranking ATP nella terza giornata dei Masters londinesi. Roger 'The King' FEDERER perde il suo abituale aplomb e si scatena in una risata irrefrenabile sentendo un giornalista parlare spagnolo... CALCIO INGLESE: A 52 anni tornerà in campo GROBBELAAR! Il portiere, famoso e famigerato durante gli '80 col LIVERPOOL, difenderà i pali del WINTERBOURNE nel GFA Trophy di Non League. CALCIO BELGA: Gran bel 'numero' del guardiapali del ROESELARE peccato che poi la palla finisca nella sua porta... CALCIO TEDESCO: VAN GAAL non gradisce le esternazioni di TONI a Rai3 e lo mette fuori rosa. CALCIO FRANCESE: DOMENECH, il cittì della nazionale transalpina, non si smentisce mai e risponde a modo suo a tutte le critiche del dopo FRANCIA-IRLANDA... BASKET NBA: I RAPTORS appioppano 123 punti al malcapitato INDIANA mentre i KINCKERBUCKERS cedono ai LAKERS. PRIMA DIVISIONE GIRONE B: Brutte notizie per il TARANTO... La giustizia sportiva indaga sui rossoblù per la partita contro la SPAL del 20 Settembre scorso. CASSANO NE SPARA UN'ALTRA: «Ebbene sì, sono il primo che ha scritto più libri di quanti ne abbia letti» dice dopo l'uscita del suo secondo lavoro letterario: “Le mattine non servono a niente”. Solo lui può pensare che sia cosa di cui vantarsi! CHAMPIONS LEAGUE: Sconfitta senza appelli per l'INTER al 'Camp Nou' ma anche la JUVE rimedia una magra a BORDEAUX, il MILAN pareggia in casa con il MARSIGLIA... Per fortuna che c'è 'LA viola' a splendere anche senza MUTU! 1 a 0 al LIONE e ottavi conquistati. BASKET EUROLEGA: SIENA alla prima sconfitta dopo 26 partite ufficiali! MILANO sprecona cede a MADRID. COPPA ITALIA: NOVARA e LUMEZZANE sorprendenti! Fuori SIENA e ATALANTA. CALCIO&SUICIDI: Trovato impiccato DA SILVA MOCO, un giocatore brasiliano della B austriaca. INTER: Dopo BALOTELLI anche SANTON fa outing «Da piccolo simpatizzavo per il Milan»
VITA DA EX: Gigi SACCHETTI torna in panca e stavolta allenerà a casa mia! È infatti stato chiamato a fare l'allenatore dello ZEVIO (Girone A di 1^ Categoria). MALESANI ritrova PEGOLO al SIENA, lo fece esordire nell'HELLAS. Beppe COLUCCI, svincolatosi da CATANIA e CEO si allena col FOGGIA (ma difficilmente scenderà di categoria). Peppe CANNELLA neo consulente di mercato della NOCERINA. PALLAVOLO FEMMINILE: Gran brutto sorteggio per i mondiali delle azzurre, si ritrovano col BRASILE re delle Olimpiadi e l'OLANDA battuta in finale agli europei! TENNIS: FEDERER batte DEL POTRO e chiude in testa al Ranking ATP nella terza giornata dei Masters londinesi. Roger 'The King' FEDERER perde il suo abituale aplomb e si scatena in una risata irrefrenabile sentendo un giornalista parlare spagnolo... CALCIO INGLESE: A 52 anni tornerà in campo GROBBELAAR! Il portiere, famoso e famigerato durante gli '80 col LIVERPOOL, difenderà i pali del WINTERBOURNE nel GFA Trophy di Non League. CALCIO BELGA: Gran bel 'numero' del guardiapali del ROESELARE peccato che poi la palla finisca nella sua porta... CALCIO TEDESCO: VAN GAAL non gradisce le esternazioni di TONI a Rai3 e lo mette fuori rosa. CALCIO FRANCESE: DOMENECH, il cittì della nazionale transalpina, non si smentisce mai e risponde a modo suo a tutte le critiche del dopo FRANCIA-IRLANDA... BASKET NBA: I RAPTORS appioppano 123 punti al malcapitato INDIANA mentre i KINCKERBUCKERS cedono ai LAKERS. PRIMA DIVISIONE GIRONE B: Brutte notizie per il TARANTO... La giustizia sportiva indaga sui rossoblù per la partita contro la SPAL del 20 Settembre scorso. CASSANO NE SPARA UN'ALTRA: «Ebbene sì, sono il primo che ha scritto più libri di quanti ne abbia letti» dice dopo l'uscita del suo secondo lavoro letterario: “Le mattine non servono a niente”. Solo lui può pensare che sia cosa di cui vantarsi! CHAMPIONS LEAGUE: Sconfitta senza appelli per l'INTER al 'Camp Nou' ma anche la JUVE rimedia una magra a BORDEAUX, il MILAN pareggia in casa con il MARSIGLIA... Per fortuna che c'è 'LA viola' a splendere anche senza MUTU! 1 a 0 al LIONE e ottavi conquistati. BASKET EUROLEGA: SIENA alla prima sconfitta dopo 26 partite ufficiali! MILANO sprecona cede a MADRID. COPPA ITALIA: NOVARA e LUMEZZANE sorprendenti! Fuori SIENA e ATALANTA. CALCIO&SUICIDI: Trovato impiccato DA SILVA MOCO, un giocatore brasiliano della B austriaca. INTER: Dopo BALOTELLI anche SANTON fa outing «Da piccolo simpatizzavo per il Milan»
26/11/2009
Sacchetti torna in panchina: allenerà lo Zevio
RIECCO L'EX. Ingaggiato in Prima categoria «Mi piace l'idea di aiutare degli amici e penso che riuscirò a divertirmi»
Gigi Sacchetti è il nuovo allenatore dello Zevio, che milita nel girone A del campionato di Prima categoria. La sua è una scelta dettata dalle circostanze. Problemi personali lo tengono legato a Verona.
E per il momento non può portare la sua professionalità in giro per l'Italia. La prossima stagione, comunque, tornerà a mettersi in discussione tra i professionisti.

C'è dell'altro però. Gigi è legato da una sincera amicizia a Dario Baruffi, ex gialloblù e attuale responsabile del settore giovanile della società bianconera. «Ci siamo sentiti qualche tempo fa», confessa al proposito Gigi, «e Dario ha chiesto la mia disponibilità a dare una mano. C'ho pensato, e poi ho deciso che in fondo sarebbe stato bello aiutare qualcuno. Da Verona non mi posso muovere. Potevo andare a Bassano o Potenza. Ma ho rinunciato. Tutto ripartirà la prossima stagione».

E allora il gioco è fatto. «Resterò a Zevio sino al termine del campionato. La considero un'esperienza nuova, e penso che anche in questo mondo riuscirò a divertirmi. Credo che sia importante calarsi sempre nella parte e affrontare ogni tipo di situazione con grande umiltà. Non ne faccio una questione di categoria. Quando gli amici chiamano, se esistono le condizioni ideali, è giusto rispondere».

E Gigi lo ha fatto. Lo Zevio del presidente Ottavio Pasquali non sta attraversando un momento particolarmente felice. La squadra bianconera si trova, infatti, a ridosso della zona a rischio del campionato.
Da qui la decisione da parte della dirigenza di dare una scossa. Sacchetti andrà a sostituire il tecnico Alessandro Menini. «Anche se», spiega, «per motivi personali non potrò scendere in campo da subito la domenica, e quindi la società si affiderà temporaneamente ad una soluzione interna».

Da allenatore Sacchetti ha guidato il Novara nella stagione 2006-'07 nel campionato di C1. Inutile ricordare, invece, che da calciatore Gigi ha lasciato il segno nel grande Verona di Bagnoli. «Adesso voglio divertirmi, e sono convinto che il calcio, se interpretato nella giusta maniera possa essere sempre fonte di grande divertimento. Saranno sei mesi utili per maturare un'esperienza tutta nuova».
Simone Antolini

FONTE: LArena.it

CALCIATORE BRASILIANO SI IMPICCA IN AUSTRIA
Nuova tragedia nel calcio. Marcelo Da Silva Moco, centrocampista brasiliano del Parndorf, club della serie B austriaca, è stato trovato morto nella sua abitazione a Vienna. La notizia è stata diffusa dal sito 'austriantimes.at'., e poi confermata dalle forze dell'ordine, con la precisazione che il giocatore, che aveva 30 anni, si è impiccato e quindi si è trattato di suicidio.

ADDIO APLOMB, CRISI DI RISO PER RE FEDERER IN TV -VIDEO
Il tennista svizzero Roger Federer, intervistato da un giornalista americano della CNN, ha una "crisi" di risata, di quelle che non riesci proprio a calmare. Dopo alcune domande di routine in inglese, il giornalista gli rivolge gli stessi quesiti in lingua spagnola per l'America Latina. Il tennista, noto anche per il suo aplomb, però non riesce a trattenersi e scoppia a ridere mentre il giornalista gli ripete le domande in spagnolo. La sequenza dell'intervista viene ripetuta più volte, senza successo. Per fortuna anche il giornalista la prende sl ridere.

GROBBELAAR, L'INCUBO DELLA ROMA TORNA IN CAMPO
Il suo nome è nella storia del calcio, anche in maniera controversa ma, soprattutto, è nei peggiori incubi dei tifosi della Roma: Bruce Grobbelaar, il portiere che ipnotizzò ai rigori i giallorossi Conti e Graziani nella finale di Coppa dei Campioni 1984 grazie al suo fare clownesco (che poi divenne famoso come "spaghetti legs"), a 52 anni è pronto a tornare in campo in una gara ufficiale. Accadrà sabato 5 dicembre a Winterbourne, vicino Bristol, quando l'ex numero uno del Liverpool difenderà i pali della squadra locale impegnata contro il Patchway in una sfida valida per il Gfa Trophy, una coppa riservata a squadre di non-league, iscritte dunque ai campionati dilettantistici del Sud Ovest inglese.

BELGIO, SUPER AUTOGOL DEL PORTIERE - VIDEO
La beffa più grande nel gioco del calcio, una sorta di contrappasso che si contrappone alla gioia del gol: la disperazione per l'autogol. Non solo difensori maldestri, spesso sono i portieri ad avere le responsabilità maggiori quando si subisce una rete. Ne ha sicuramente Jurgen Sierens, estremo difensore del Roeselare che con un suo "colpo di coda" su un tiro innocuo dalla distanza, ha spianato le strada verso il successo all'Anderlecht nell'ultimo turno di Jupiler League. Il portiere ha subito il gol del 2-0 che di fatto ha tagliato le gambe ai suoi compagni.

FONTE: Leggo.it


25.11.2009 09.26 di Andrea Losapio
Foggia, Colucci si allena con la squadra
Probabilmente non sarà un prossimo rinforzo, ma per il Foggia - almeno in allenamento - c'è un'importante novità: si tratta di Giuseppe Colucci, centrocampista svincolato dopo l'esperienza a Catania e Chievo Verona, che si sta allenando con la formazione rossonera.

25.11.2009 15.08 di Stefano Sica
Nocerina, Cannella nuovo consulente di mercato
Giuseppe Cannella è il nuovo consulente di mercato della Nocerina. Già collaboratore in passato del club rossonero, Cannella ha lavorato in carriera anche con Spezia, Verona, Venezia, Salernitana e, lo scorso anno, Treviso.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


C. Italia: Napoli e Palermo ok. Lumezzane super: Atalanta fuori
La squadra di Mazzarri soffre, ma batte 1-0 il Cittadella e si guadagna la Juventus, quella di Delio Rossi, alla prima sulla panchina rosanero, travolge 4-1 la Reggina. Sorprese: dopo il Novara, che ha eliminato il Siena, oggi i bresciani hanno eliminato i bergamaschi

Siena perde l'imbattibilità. Milano, è un harakiri Real
La Montepaschi, imbattuta da aprile, cede 84-65 in casa col Barcellona e si ferma dopo 27 successi consecutivi. L'Armani Jeans spreca ed è sconfitta 82-69 a Madrid

Domenech, una buona parola per tutti i suoi critici
Al ministro Bachelot, che aveva stigmatizzato il gioco della Francia: "Faccia il suo mestiere". A Cantona, che gli aveva dato dell'incapace: "Lui allena la nazionale di beach soccer e non è riuscito a qualificarla al Mondiale". A Lizarazu, ora commentatore: "Non ha mai allenato, le sue critiche mi sono indifferenti". Conclusione: "Serve un po' di anarchia"

Van Gaal furioso con Toni Luca punito: è fuori rosa
L'attaccante del Bayern si era sfogato in un'intervista a Rai3, lamentando i rapporti tesi con l'allenatore. Secondo il giornale tedesco Bild, il tecnico olandese avrebbe "sospeso2 il giocatore

Toronto, fuochi d'artificio NY si inchina ai Lakers
I Raptors ne rifilano 123 a Indiana, con Calderon e Jack in evidenza e Bargnani e Belinelli che contribuiscono con 14 e 11 punti. I Knicks arrivano allo Staples Center in ritardo e non reggono il ritmo di LA (Gallinari 11)

Federer chiude da numero 1 Del Potro supera Verdasco
Nella terza giornata del Masters Atp di Londra lo svizzero batte Murray e chiude il 2009 in testa al ranking Atp. L'argentino supera lo spagnolo e resta in corsa

FONTE: Gazzetta.it


25/11/2009 - h. 12:41
Calcioscommesse, anche Taranto-Spal nel mirino
La notizia piomba a Taranto come una meteora. Taranto-Spal dello scorso 20 settembre, quindi della stagione in corso, rientrerebbe nel mirino dell´inchiesta legata al calcio scommesse che ha portato all´arresto di Giuseppe Postiglione ex, ormai, presidente del Potenza. In quell´occasione la gara finì 2-1 per la Spal (il 2 quotato a 5.00 dai bookmakers) con reti di Bazzani e Centi e la compagine ferrarese che conquista la prima vittoria in campionato. La voce rimbalza direttamente da Ferrara, dove danno la gara indagata ufficialmente, ma tutto è ancora da accertare. La società biancazzurra fa sapere che comunque, avendo vinto quella partita, non avrebbe avuto alcun modo di pilotare un risultato a sorpresa.

Continuano le indagini e la speranza è che possa essere solo un sospetto. Sarebbero anche altre le gare sotto la lente di ingrandimento sempre relative alla stagione in corso. Si tratta di Andria-Cosenza 1-0 (1 quotato 3.50) di Prima Divisione e Scafatese-Monopoli 3-3, Noicattaro-Juve Stabia 1-1 di Seconda Divisione. Intanto Postiglione, interrogato per l´udienza preliminare si è avvalso della facoltà di non rispondere. Martedì 1 dicembre sarà la volta dell´ex ds del Taranto Luca Evangelisi.

FONTE: TuttoLegaPro.com


Malesani: "Riparto dal Siena e lo salverò"
“Mancano tante partite alla fine del campionato – spiega Malesani –, sono ottimista sul futuro del Siena, altrimenti non avrei accettato l'incarico. Con qualche risultato favorevole, anche chi adesso è qua fuori a gridare (il riferimento è ai tifosi presenti fuori dalla sala stampa a contestare ndr) smetterà e tornerà a festeggiare la squadra. Della rosa conosco tutti, anche se ho allenato soltanto Pegolo: l'ho fatto esordire in serie B a Verona. E' migliorato tantissimo, sarà un bel duello con Curci...”

FONTE: CalcioToscano.it


«Da piccolo simpatizzavo per il Milan»
Davide Santon CALCIATORE
Dopo Balotelli eccone un altro. La multinazionale Inter ha ormai una sparuta minoranza di italiani. Ma neanche uno di loro tifa la squadra per cui gioca.

Pallavolo
GIRONE DI FERRO PER LE AZZURRE AI MONDIALI 2010
Sorteggio inclemente per l’Italia in vista dei mondiali femminili di pallavolo in programma tra 11 mesi. Le azzurre sono nel girone con il Brasile campione olimpico, l’Olanda vicecampione d’Europa, Rep. Ceca, Portorico e Kenya.

DELUSIONE INTER A BARCELLONA CROLLA SUBITO SENZA LOTTARE
Champions League>> Decisiva l’ultima col Rubin, ma potrebbe bastare un pareggio

FONTE: DNews.eu
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini