.

Le ultimissime sul derby veneto PADOVA-HELLAS VERONA, i 'pandorini' protestano contro la censura di CAMPEDELLI comunque NO ALLA FUSIONE!

CONVOCAZIONI HELLAS VERONA: Prima convocazione per VANDEROEGHT ma infermeria purtroppo piena per i gialloblù; oltre a Corrent (che non ha recuperato dall'infortunio patito la scorsa Domenica contro la CREMONESE), DA DALT, Hurme, PUCCIO, SCAPINI e Sibilano, assenti Anaclerio (lieve pubalgia) e CAMPAGNA (tendinite rotulea). In avanti spazio alle due prime punte TIBONI e GIRARDI sperando che non si 'pestino i piedi' come le altre volte in cui hanno giocato assieme (ma REMONDINA vede nel capocannoniere scaligero più una seconda punta che può raccogliere palla a centrocampo e ripartire). A centrocampo sicuro il rientro di GARZON come quello di CECCARELLI in una difesa che vedrà la riconferma di PUGLIESE dal primo minuto dopo la bella prova d'esordio. LA SQUADRA BIANCOSCUDATA DECISA e concentrata, da Venerdì sera ritiro per preparare al meglio il derby odierno definito dal patròn CESTARO un crocevia che definirà la svolta tra una stagione fallimentare ed una di successo! Anteprima Lega Pro, Girone A - 22ª giornata: Spicca il derby veneto fra PADOVA ed HELLAS VERONA. E' POLEMICA DOPO IL NO ALLO 'STRISCIONE ANTI-FUSIONE': I piccoli fans protestano «Non capiamo perché ci hanno impedito di portare allo stadio uno striscione che spiega le nostre idee»; la 'censura' di 'Harry Potter' el CAMPE è scesa su 'Basta sciacalli, basta speculazione, è ora di finirla di parlare di fusione: il Chievo non si tocca!' che non sembrerebbe offendere nessuno in effetti e allora perchè impedirne l'esposizione? Misteri... BERGAMELLI sulla sfida all'Euganeo: «Sarà una battaglia, ora serve un segnale dopo i due ko. Nelle ultime due partite la difesa ha preso troppi gol. Errori individuali e di squadra. Dobbiamo voltare pagina» MINI-ABBONAMENTI: siamo a quota 442

Add to Technorati FavoritesHellas Verona Style BONDOLA SMARSA - BloggedPligg.it - Editoria Sociale a Ricavi Condivisi
REMONDINA si affida alla coppia GIRARDI-TIBONI per scardinare la difesa del PADOVA per l'occasione schierato con la casacca del centenario, stile inizio secolo, bianche con numeri e finiture rosse. Rientra GARZON che a centrocampo si aggiungerà a BELLAVISTA, CAMPISI e PAROLO; in difesa confermato PUGLIESE come terzino sinistro, MANCINELLI dalla parte opposta e CECCARELLI con BERGAMELLI al centro battezzata da FANNA "E' la coppia difensiva che da maggiori garanzie, ultimamente l'ex SPEZIA ha giocato a mezzo servizio ed è stato fuori ma le cose sono andate maluccio. Dobbiamo recuperare la solidità difensiva". Risponde TESSER co CANO in porta, CARBONE, CESAR, COTRONEO e l'ex FALSINI fluidificante mancino; JIDAYI, PATRASCU e BOVO al centrocampo aiutati dal trequartista DI NARDO; coppia offensiva formata da RABITO e VARRICCHIO. Stadio bruttino l'Euganeo con i tifosi di casa per niente colorati ed entusiasti ed i pochi dei nostri 'sopravissuti' che non possono 'animare' più di tanto la gara... Insomma 3.700 persone in tutto e per i padroni di casa presenti solo gli abbonati

Il tabellino
CALCIO PADOVA - HELLAS VERONA F.C. 0-1 (0-0)
Reti: 59’ Campisi

CALCIO PADOVA
Cano; Carbone, Cesar, Cotroneo (59’ Petrassi), Falsini (55’ Di Venanzio); Jidayi, Patrascu, Bovo; Rabito (53’ Baù), Varricchio, Di Nardo. (Facchin, Gentile, Pederzoli, Gasparello). All. Tesser

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Mancinelli, Ceccarelli, Bergamelli, Pugliese; Garzon, Bellavista, Campisi (89’ Moracci); Parolo; Girardi, Tiboni (66’ Gomez). (Franzese, Conti, Vicentini, Vanderhoeght, Dianda). All. Remondina

Arbitro: Tasso di La Spezia
Assistenti: Tronchin, Ranghetti
Ammoniti: Mancinelli, Patrascu, Jidayi, Bellavista, Cesar, Bovo, Varricchio
Espulsi: Girardi all’86’, Di Venanzio al 91’
Recupero: 1’ - 5’
Spettatori: 3.746
Padova 0-1 Hellas Verona (foto 640x480 pixel in aggiornamento)

[PRIMO TEMPO]
Inizia il match il VERONA, dopo 4 minuti GARZON di piattone destro ci prova al volo ma la palla esce. Contropiede pericoloso di RABITO all'8°, sventa RAFAEL ma bisogna fare più attenzione anche perchè VARRICCHIO da par suo è stato già fermato in zona pericolosa con le 'brutte' maniere 3/4 volte ed il PADOVA preme costantemente sulla difesa gialloblù. FANNA "Il VERONA deve stare attento a DI NARDO, il loro trequartista molto veloce, esplosivo che fa girar bene tutta la squadra... Loro sono molto tecnici noi dobbiamo salire con semplicità cercando gli inserimenti di TIBONI e GIRARDI". Facciamo un gioco un po' fumoso, confuso e MANCINELLI, forse condizionato dall'ammonizione ricevuta, non sale più dalla sua parte. Alla mezz'ora la supremazia territoriale padovana è marcata; qualche volta ci presentiamo anche noi dalle parti della porta biancoscudata ma siamo abbastanza prevedibili: GIRARDI prende palla e difende bene ma non può fare tutto lui, PAROLO e TIBONI sono praticamente nulli e la squadra appare preoccupata, quasi impaurita. Al 33° bel tiro su punizione di TIBONI: la potenza c'è la precisione no, palla alta sulla traversa. Finale in crescendo dell'HELLAS con belle combinazioni PAROLO-TIBONI-GIRARDI comunque controllate dai biancoscudati. Partita bruttina ma l'HELLAS sembra almeno esserci più che contro CREMONESE e SAMBENEDETTESE. Niente occasioni gol per entrambe le squadre molto contratte psicologicamente dal fatto che gli scaligeri non possono perdere per la terza volta consecutiva ed il PADOVA che vuole vincere però senza rischiare più che tanto...

[SECONDO TEMPO]
Parte il PADOVA all'attacco ma è l'HELLAS a non sfruttare bene un occasione con GIRARDI, spalle alla porta che non trova TIBONI forse anche poco reattivo in questo caso. Al 6° minuto CECCARELLI sbaglia l'intervento, DI NARDO lancia JIDAYI che fortunatamente cicca un po' la palla di testa e la mette nelle mani di RAFAEL: occasione da rete fallita dai biancorossi. Doppio cambio per il PADOVA: prima fuori RABITO per BAU' e due minuti dopo DI VENANZIO per FALSINI. Terzo cambio obbligato per infortunio a COTRONEO (entra PETRASSI). GGOOOLLLLASSSOOOOO di Luis CAMPISI: Dal limite dell'area diagonale 'missilistico' del giovane centrocampista e CANO non ha scampo! E' il 14° PADOVA 0-1 HELLAS VERONA. Insistono gli scaligeri e un minuto dopo palo clamoroso di PAROLO su calcio di punizione. 21° esce TIBONI entra GOMEZ TALEB: partita un po' deludente per il TIBO ma ricordiamo che rientra dopo un mese e mezzo, tornerà ai suoi livelli... Biancoscudati sotto e 'risveglio' dei tifosi biancorossi probabilmente in silenzio per protesta fino a questo momento. Ci si aspetta una reazione rabbiosa degli avversari che ad un quarto d'ora dalla fine ancora deve arrivare, anzi sono i gialloblù a rendersi pericolosi in contropiede grazie ad uno scattante GOMEZ TALEB. FANNA "Aspettavo avversari scatenati dopo il nostro vantaggio ma probabilmente i padovani hanno problemi anche dal punto di vista fisico e del fiato...". VARRICHIO prova a cercare il rigore per la seconda volta ma trova solo il cartellino giallo del signor Tasso di La Spezia. Al 34° se ne vanno gli ultrà biancorossi in aperta ed ostile protesta, fischi ai biancorossi da parte di tutti i tifosi di casa. Al 39° bel guizzo di PAROLO che si beve due avversari ma il suo traversone non trova nessun gialloblù purtroppo. GIRARDI perde la testa poco dopo e viene espulso per una stupida testata ad un avversario. FANNA "Non doobbiamo cadere nelle provocazioni dei biancorossi! Avevamo la partita in mano... Grave ingenuità che potrebbe costare molto cara!". Al 44° fuori CAMPISI dentro MORACCI: REMONDINA non vuol correre rischi e cerca di difendere il risultato. Parità numerica dopo un minuto di recupero per l'espulsione di DI VENANZIO. Dopo 5 minuti l'HELLAS riesce a portare a casa la seconda vittoria in trasferta del campionato ed a vincere un derby veneto (non succedeva dal 25 marzo 2007 con il 2-1 sul Vicenza)




CONVOCAZIONI HELLAS VERONA: Prima convocazione per VANDEROEGHT ma infermeria purtroppo piena per i gialloblù; oltre a Corrent (che non ha recuperato dall'infortunio patito la scorsa Domenica contro la CREMONESE), DA DALT, Hurme, PUCCIO, SCAPINI e Sibilano, assenti Anaclerio (lieve pubalgia) e CAMPAGNA (tendinite rotulea). In avanti spazio alle due prime punte TIBONI e GIRARDI sperando che non si 'pestino i piedi' come le altre volte in cui hanno giocato assieme (ma REMONDINA vede nel capocannoniere scaligero più una seconda punta che può raccogliere palla a centrocampo e ripartire). A centrocampo sicuro il rientro di GARZON come quello di CECCARELLI in una difesa che vedrà la riconferma di PUGLIESE dal primo minuto dopo la bella prova d'esordio.
LA SQUADRA BIANCOSCUDATA DECISA e concentrata, da Venerdì sera ritiro per preparare al meglio il derby odierno definito dal patròn CESTARO un crocevia che definirà la svolta tra una stagione fallimentare ed una di successo!
Anteprima Lega Pro, Girone A - 22ª giornata: Spicca il derby veneto fra PADOVA ed HELLAS VERONA.
E' POLEMICA DOPO IL NO ALLO 'STRISCIONE ANTI-FUSIONE': I piccoli fans protestano «Non capiamo perché ci hanno impedito di portare allo stadio uno striscione che spiega le nostre idee»; la 'censura' di 'Harry Potter' el CAMPE è scesa su "Basta sciacalli, basta speculazione, è ora di finirla di parlare di fusione: il Chievo non si tocca!" che non sembrerebbe offendere nessuno in effetti e allora perchè impedirne l'esposizione? Misteri...
BERGAMELLI sulla sfida all'Euganeo: «Sarà una battaglia, ora serve un segnale dopo i due ko. Nelle ultime due partite la difesa ha preso troppi gol. Errori individuali e di squadra. Dobbiamo voltare pagina»
MINI-ABBONAMENTI: siamo a quota 442. [COMMENTA]

I risultati del sondaggio


Hellas Verona 0-1 Padova 28 Settembre 2008 (foto 640x480 pixel)


I contributi filmati del TGGialloblù
- VERONA-PADOVA 0-1: LA SINTESI DELL'ANDATA
- FLASH REMONDINA: TIBONI-GIRARDI OK
- FLASH REMONDINA: ARIA DI SORPRESE
- FLASH REMONDINA: CALCI NEL SEDERE? NO
- REMONDINA: INTERVISTA INTEGRALE
- BERGAMELLI: BASTA INGENUITA'
- IL DOPPIO DERBY DI CESAR, IL VIDEO

[IN BREVE]
RUGBY 6 NAZIONI: Il cittì MALLET si affida a GRIFFEN.
MONDIALI SCI: Nella prova di slalom speciale femminile la KARBON è fuori dal podio per un maledetto 100° mentre la MOELGG inforca a due porte dall'oro! Sfortuna nera per la valanga rosa...
MOTOGP: Vale ROSSI compie 30 anni Lunedì.
RALLY: LOEB implacabile ma HIRVONEN non molla. [COMMENTA]



Commenta l'articolo:oppure




GIOCO PRONOSTICI:
Campionessa di giornata l'incredibile Bridget che, ve lo assicuro, non capendone 'na mazza butta giù i pronostici totalmente a caso UAUAUA Un punto dietro si fermano Black e Mister Loyal.

Con 2 punti Gabri, MR31032001 e RougeHellas sono invece sfigadoni di oggi.

Nella classifica generale RobRoy rimane sempre in testa inseguito, per ora vanamente, da Bruni. Martino al 3° posto ed un punto sotto troviamo Boro e Gabri. Si infiamma la 'zona retrocessione' dove in 4 punti lottano 4 giocatori oltre a me: Mister Loyal, Ale90HVr, Black e RougeHellas !


Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
RobRoy95
Bruni91
Martino85
Boro, Gabri84
Bubu7783
MR31032001, Pose Gialloblu82
Bridget79
Mister Loyal, Smarso76
Ale90HVr, Black74
RougeHellas72


ALBO D'ORO CAMPIONI
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


Puoi commentare questo articolo sul forum BONDOLA/=\SMARSA oppure in coda a questo post per aprire magari uno scambio di opinioni... Con la prima di campionato è ripartito il gioco pronostici B/=\S: l'anno scorso la spuntò BRUNI per un solo, misero punto! (fra l'altro preso alla rubentina) Brucia ancora ma, anche quest'anno ci sarà da giocarsela! Che aspettate dunque? Si potrà giocare fino all'inizio delle partite!





- Tutti in campo in Lega Pro, Girone A - 22ª giornata: Padova-Verona, derby veneto da dentro o fuori
Lecco-Cesena: I bianconeri di Bisoli sono la squadra piu' in forma del momento ed essere ad un solo punto dalla vetta fa sognare il popolo romagnolo. La trasferta di Lecco non è tra le piu' agevoli dato che la squadra lombarda ha bisogno di fare punti per allontanarsi dalla zona calda della classifica. Cesena favorito, ma con riserva.

Legnano-Novara: Il Novara, reduce dal deludente pareggio casalingo con il Lecco, ha l'occasione di cogliere tre punti essenziali per rimanere nel lotto delle pretendenti alla B andando a fare visita ad un Legnano in discesa libera. I lilla si sono ulteriormente indeboliti per necessità societarie e non sembrano esserci grosse possibilità di ripresa.
Monza-Venezia: Incontro molto importante che riguarda la parte bassa della classifica; i brianzoli, dopo la sconfitta di Crema, si ritrovano a dover fare assolutamente punti per puntellare la classifica. I veneziani di Mister Cuoghi, ultimi in classifica, non hanno tanti calcoli da fare.... tre punti per poter sperare nella salvezza.
Padova-Verona: Derby veneto di antica data, anche se negli anni passati era una sfida da serie A. All'Euganeo la sfida è di quelle in cui i punti valgono doppio; le due squadre sono in una posizione di stallo e devono necessariamente cominciare a dare una svolta ad una stagione fino ad ora al di sotto delle aspettatite. I patavini, graziw ad una classifica cortissima, sono a soli due punti dalla zona play off; i gialloblu veronesi tenteranno l'aggancio che significherebbe aumentare le speranze di risalita. Derby? Tripla!
Portogruaro-Cremonese: Tre punti per la salvezza, tre punti per la promozione; ecco il succo della sfida tra Portogruaro e Cremonese che, con motivazioni diverse cercheranno il successo. La vittoria di Verona ha dato nuovi slanci alla formazione di Mondonico, uscita ulteriormente rinforzata dal mercato di gennaio.
Ravenna-Lumezzane: Finalmente è tornato il vero Ravenna... chiedere alla Spal per conferma, dopo la disfatta casalinga con i romagnoli. Con uno Zizzari capocannoniere ed una squadra che gira a mille, la zona retrocessone è quasi un ricordo, mentre la B non è piu' una chimera. Al Benelli sarà di scena un Lumezzane che li appaia in classifica, segno che per i giallorossi non sarà una passeggiata.
Reggina-Pro Sesto: Il pareggio di Venezia è stato accolto con moderata soddisfazione dai tifosi emiliani che speravano in una vittoria che avrebbe mantenuto i granata ai vertici della classifica. L'occasione per rifarsi è attesa domenica prossima al Giglio dove la squadra di Pane affronterà la Pro Sesto, squadra che fuori casa non ha un gran rendimento. Occasione propizia?
Sambenedettese-Spal: Dopo la inattesa, almeno nel punteggio, sconfitta interna con il Ravenna, la Spal è attesa ad un pronto riscatto in un incontro di difficile interpretazione dato che gli estensi si recheranno al Riviera delle Palme per affrontare la Sambenedettese, squadra penutlrima in classifica ma che si è rinfozata nel mercato di gennaio e che ha tutte le possibilità per risalire la china.
Pergocrema-Pro Patria: La capolista giocherà il posticipo serale del lunedi' incontrando in trasferta il Pergocrema. I bustocchi giocheranno sapendo i risultati delle dirette contendenti, ma dovranno, soprattutto, cercare di non fare passi falsi contro una avversaria che segna poco, ma che fa della solidità difensiva il suo punto di forza.

FONTE: Goal.com


- Bergamelli alza il bunker per il derby
CON SCUDO E CORAZZA. IL GIOVANE DIFENSORE GIALLOBLÙ PUNTA L'ATTENZIONE SULLA PROSSIMA GARA. «SARÀ UNA BATTAGLIA, ORA SERVE UN SEGNALE DOPO I DUE KO»
«Nelle ultime due partite la difesa ha preso troppi gol Errori individuali e di squadra Dobbiamo voltare pagina»
Dario Bergamelli ha ritrovato il posto da titolare nella partita con la Cremonese. Ora cerca la conferma nel derby con il Padova. «Sono a disposizione - racconta - l'infortunio è alle spalle, sono a posto fisicamente ma le scelte toccano al mister, non le discuto».
Bergamelli ha pagato il lungo stop?
«Sono stato fuori per sette gare, quando non giochi per così tanto tempo vai in difficoltà fisica. Se pensiamo che in mezzo c'è stata la sosta natalizia vuol dire che non sono sceso in campo per due mesi e mezzo. Un'eternità. Devo riprendere il ritmo partita, ho aspettato il mio turno, ora vorrei continuare su questa strada».
Sette reti in due partite, un crollo per la difesa...
«A San Benedetto e contro la Cremonese non abbiamo fatto bene la fase difensiva, mi sembra ovvio, ma non ne farei una questione individuale o di reparto. Abbiamo visto e rivisto i gol del Bentegodi ci sono stati errori soggettivi e di squadra, dobbiamo lavorare proprio per evitare queste ingenuità gratuite. In un campionato così equilibrato bisogna non prendere gol».
Cos'è successo con la Cremonese?
«Abbiamo pagato le nostre disattenzioni negli episodi chiave, ancora un peccato d'inesperienza. Nel primo gol siamo saliti tardi, non abbiamo letto bene l'azione, Morfeo ha le qualità per fare quell'assist. Anche nell'occasione del raddoppio abbiamo capito con un attimo di ritardo».
Ancora una rete su un corner a favore...
«Non va bene così proprio perchè non è la prima volta che succede. Ci siamo fatti prendere impreparati in un momento delicato della sfida. Se restavamo sul due a uno potevamo anche rovesciare il risultato. Abbiamo capito, ancora una volta, che noi dobbiamo dare il centodieci per cento, concentrati per 96 minuti».

Il derby con il Padova può essere la svolta?
«Una partita importante come tutte le altre anche se un derby riveste un ruolo fondamentale per il morale. Senza dimenticare che il Padova non occupa le prime posizione ma è una squadra costruita per vincere, fare risultato contro una corazzata così ti regala grande entusiasmo. Sarebbe successo lo stesso se avessimo battuto la Cremonese».
Un po' di preoccupazione?
«C'è sempre grande rispetto quando incontri una squadra forte. Noi dobbiamo giocare come sappiamo, solo così possiamo uscire dal momento critico. Avete visto all'andata, quando abbiamo messo insieme nove risultati utili consecutivi abbiamo fatto un filotto
e siamo risaliti in classifica, dobbiamo ritrovare continuità».
Che partita sarà?
«Ci aspetta una battaglia, loro devono riscattare la sconfitta di Sesto, noi veniamo da due ko consecutivi, c'è poco da scherzare. Il Verona deve fare risultato per mandare un segnale importante».
Non ci sarà Filippini, ex compagno a Manfredonia e con l'Atalanta...
«È stato squalificato, l'ho sentito in settimana mi ha detto che c'è grande tensione a Padova, la squadra è sotto pressione».
Ancora una volta senza tifosi...
«Un vero peccato. In trasferta loro si fanno sempre sentire, sono un uomo in più. Cercheremo di fare risultato anche per loro».

Riflettori puntati sulla sfida dell'Euganeo tra Verona e Padova ma non ci sarà solo il derby veneto al centro dell'attenzione nella quinta giornata di ritorno del girone A di Lega Pro Prima Divisione. La Pro Patria, tornata in testa solitaria dopo il successo sul Legnano, giocherà in posticipo lunedì sera a Pergocrema davanti le telecamere di Rai Sport più. Il calcio d'inizio alle 20 e 45. In attesa della partita sotto i riflettori Reggiana e Cesena possono quindi effettuare il sorpasso. Gli emiliani, al settimo risultato utile consecutivo tra cui quattro vittorie, ricevono la Pro Sesto che non ha al momento particolari problemi di classifica, mentre il Cesena, vittorioso da tre turni di fila, andrà a far visita al Lecco. Quotazioni in discesa per Spal e Novara: i ferraresi, da tre giornate senza gol, sono attesi dall'insidiosa trasferta sul terreno della Sambenedettese, penultima e bisognosa di punti, stesso discorso per il Novara che va a Legnano contro una squadra che ha gli stessi punti della Sambenedettese.

La squadra che desta maggiore curiosità, inutile negarlo, è la Cremonese di Emiliano Mondonico e dei vari Morfeo e Riganò, domenica è arrivato il primo successo del «Mondo» in panchina dopo quattro pareggi e per i grigiorossi potrebbero aprirsi prospettive nuove, a cominciare dalla trasferta con il portogruaro che ha cambiato allenatore sostituendo Manuele Domenicali con Alessandro Calori, il Ravenna, reduce da due successi di fila, ospita il Lumezzane, mentre il Monza di Sonzogni, piombato in basso, affronta il fanalino di coda Venezia che non vince da sette turni. Veramente una sfida da «ultima spiaggia». Continua la campagna del Verona per i mini abbonamenti. I tifosi gialloblù potranno assicurarsi la possibilità di assistere alle ultime sette gare interne del campionato di Lega Pro Prima Divisione, sottoscrivendo una tessera che durerà fino a domenica 17 maggio quando arriverà il riva all'Adige il Cesena. Ha riaperto infatti lo sportello 1 del Bentegodi, lì sarà possibile effettuare le sottoscrizioni previa esibizione di un documento d'identità dell'intestatario.

Il bigoncio sarà aperto anche lunedì mattina con orario continuato 10 alle 13. I prezzi. Poltronissime J 180 euro. Poltronissime 90 euro (ridotti 45 euro). Poltrone 80 euro (ridotti 35 euro). Tribuna superiore ovest 65 euro (ridotti 25 euro). Curva Sud 45 euro (ridotti 25 euro). Tutti i ragazzi Under 14 potranno avere l'abbonamento gratis se accompagnati allo stadio da un abbonato adulto. Le riduzioni under 16 sono valide per i raagzzi nati dopo il 22 febbraio 1993, quelle over 60 per gli abbonati nati prima del 22 febbraio 1949. Per ulteriori informazioni i tifosi gialloblù che intendono abbonarsi potranno rivolgersi all'Hellas Verona Ticket Point, con telefono 045. 575005 oppure fax 045. 2100067. Il Verona dovrà affrontare in casa il Pergocrema, la Reggiana, il Portogruaro, la Pro Sesto, la Pro Patria, il Venezia e il Cesena.

- Un «ritiro volontario» per i biancoscudati
QUI PADOVA. I GIOCATORI HANNO DECISO DI RITROVARSI 24 ORE PRIMA
Una gara che vale doppio per Cesar, ex del Chievo «Dobbiamo fare bene davanti ai nostri tifosi»
Hanno deciso loro. Ritiro anticipato, giusto per lanciare un segnale in un momento importante come questo. Il Padova vuole ritrovarsi. E lo vuole fare subito. Magari proprio nel derby contro il Verona. E allora, tutti in ritiro. Su richiesta dei giocatori e di mister Attilio Tesser, la prima squadra ha deciso di passare insieme anche il venerdì sera. Serve anche questo per fare quadrato. La sfida all'Hellas di Remondina è di quelle da non sbagliare e quindi è giusto non lasciare nulla di intentato. Per il difensore Vinicio Cesar sarà poi una partita particolare. Il brasiliano è arrivato da poco dal Chievo. Giocare contro il Verona gli farà salire il livello di adrenalina. «Rispetto agli altri – ha detto – si tratta per me di un doppio derby. Una partita troppo importante che dovremo fare nostra a tutti i costi. Il derby con il Verona è molto sentito. E arriva per noi in un momento particolare e delicato. Avremo l' occasione di fare bella figura di fronte ai nostri tifosi. E non possiamo di certo farci sfuggire questa occasione. Il Padova deve lanciare un segnale».

Già, un segnale. Fin qui il cammino dei biancoscudati è stato caratterizzato da accelerate improvise e brusche frenate. «Non è mai facile - ha ammesso Cesar scendere in campo con la consapevolezza di dover vincere sempre. Questa è una squadra importante, pensata e costruita per imporsi ad alti livelli. Chi ti affronta si sente in dovere di giocare la partita della vita. Gli avversari danno sempre qualcosa in più. Noi dovremo essere bravi a fare ancora meglio. Ricette particolari non esistono. Qui si tratta di mettersi in discussione, lavorare e trovare soddisfazione sul campo. Possiamo migliorare ancora molto». Mancheranno gli squalificati Faisca e Filippini e Cesar si apposterà al centro della difesa al fianco di Cotroneo. In panchina ci sarà anche il presidente Cestaro che in settimana a catechizzato a dovere la squadra di Tesser. «Il Padova, reduce dalla deludente prestazione di Sesto San Giovanni, vuole fare una grande prova - ha spiegato ancora Cesar – non possiamo permetterci passi falsi. Questa è una partita che per noi vale tantissimo».

- Terapie per Corrent Ci sarà all'Euganeo?
NEWS. PROBLEMI MUSCOLARI PER IL CAPITANO
Remondina studia l'ipotesi Campagna in mediana Oggi la seduta di rifinitura, sempre a porte
Continua la preparazione del Verona in vista del derby con il Padova in programma domani pomeriggio alle 14 e 30 all'Euganeo. Venerdì pomeriggio sul campo dell'antistadio, la squadra gialloblù, dopo il riscaldamento, ha svolto esercitazioni sul possesso palla e sulla tattica, per terminare con una serie di partitelle a tema. Allenamento differenziato per Franco Da Dalt e Matteo Scapini, ancora terapie per Nicola Corrent, Jaarko Hurme e Gabriele Puccio.
Squalificato per due giornate Julien Rantier, espulso nel finale della gara con la Cremonese, con ogni probabilità Remondina dovrà rinunciare anche al capitano Nicola Corrent che non si è mai allenato con la squadra per tutta la settimana dopo il problema muscolare accusato nella partita del Bentegodi. Il tecnico ha provato ancora una volta, in mediana, con Bellavista e Garzon, il giovane Campagna. Oggi la seduta di rifinitura, a porte chiuse, sempre all'antistadio.

- North Side deciso: «No alla fusione»
LA POLEMICA. IL GRUPPO DI TIFOSI GIALLOBLÙ CHIAMA A RADUNO OGGI IL "POPOLO DEL CEO" PER ANALIZZARE LA SITUAZIONE E ATTUARE INIZIATIVE ADEGUATE
«Non capiamo perché ci hanno impedito di portare allo stadio uno striscione che spiega le nostre idee»

FONTE: LArena.it

- Padova-Hellas Verona: 19 convocati
Due portieri, otto difensori, sei centrocampisti e tre attaccanti per la 22a gara di campionato dei gialloblù
Nella tarda mattinata di sabato, al termine della seduta di rifinitura affrontata sul campo dell’antistadio, il tecnico Gian Marco Remondina ha reso noti i nomi dei convocati per Padova-Hellas Verona, in programma domenica 15 febbraio alle ore 14:30. Oltre a Corrent, Da Dalt, Hurme, Puccio, Scapini e Sibilano, assenti Anaclerio (lieve pubalgia) e Campagna (tendinite rotulea). Ecco la lista completa in vista della 22a giornata di Prima Divisione (Girone A):

PORTIERI: Franzese, Rafael;
DIFENSORI: Bergamelli, Ceccarelli, Conti, Loseto, Mancinelli, Moracci, Pugliese, Vicentini;
CENTROCAMPISTI: Bellavista, Campisi, Dianda, Garzon, Parolo, Vanderhoeght;
ATTACCANTI: Girardi, Gomez, Tiboni.

- Mini-abbonamenti: siamo a quota 442
Lunedì 16 febbraio ultimo giorno a disposizione per effettuare la propria sottoscrizione

FONTE: HellasVerona.it


- Remondina ha scelto: Tiboni-Girardi coppia d'attacco col Padova
La squadra di Remondina è attesa domani pomeriggio allo stadio Euganeo per il derby contro il Padova. L'allenatore gialloblù conferma Girardi in attacco e dà fiducia dal primo minuto a bomber Tiboni. In difesa rientra Ceccarelli, che formerà la coppia centrale insieme a Bergamelli. A centrocampo torna Garzon dopo il turno di squalifica.
L'Hellas Verona non vince e non segna in un derby da quasi due anni. L'ultimo successo risale all'anno della sciagurata retrocessione, quando al Bentegodi la rete di Akagunduz regalò il successo agli scaligeri contro il Vicenza. "No lo sapevo - ha dichiarato a Tggialloblu.it, l'allenatore Gian Marco Remondina - Glielo farò presente ai ragazzi e questo per noi deve essere uno stimolo in più". Dopo due Ko consecutivi, all'Hellas non sono concessi altri passi falsi. "Dopo la Cremonese, affrontiamo un'altra squadra importante del nostro girone, il Padova, formazione che ad inizio stagione aveva obiettivi diversi dai nostri. Dovremo stare attenti, perchè contro queste formazioni ogni distrazione viene pagata a caro prezzo".

Remondina pare intenzionato a proporre dall'inizio la coppia offensiva formata da bomber Tiboni (7 reti) e Girardi (5). "Hanno caratteristiche simili Domenico e Cristian - ha spiegato il tecnico - Tiboni è più una seconda punta, più rapido nel breve, che può arretrare a centrocampo a prendere il pallone. Sono due giocatori importanti per l'Hellas". Sull'assenza dei tifosi scaligeri a Padova, l'allenatore commenta così. "Dispiace molto, perchè sappiamo quant'è importante la loro presenza - sottolinea - A Sesto San Giovanni, ad esempio, quando eravamo sotto 2-0, ci hanno incitato e trascinati quasi alla vittoria. Dovremo fare una grande prestazione anche per loro". Propbabile formazione: Rafael, Mancinelli, Ceccarelli, Bergamelli, Pugliese; Garzon, Bellavista, Campisi; Parolo;




[OFFTOPIC]
RUGBY 6 NAZIONI: Il cittì MALLET si affida a GRIFFEN. MONDIALI SCI: Nella prova di slalom speciale femminile la KARBON è fuori dal podio per un maledetto 100° mentre la MOELGG inforca a due porte dall'oro! Sfortuna nera per la valanga rosa... MOTOGP: Vale ROSSI compie 30 anni Lunedì. RALLY: LOEB implacabile ma HIRVONEN non molla.
RUGBY 6 NAZIONI: Il cittì MALLET si affida a GRIFFEN. MONDIALI SCI: Nella prova di slalom speciale femminile la KARBON è fuori dal podio per un maledetto 100° mentre la MOELGG inforca a due porte dall'oro! Sfortuna nera per la valanga rosa... MOTOGP: Vale ROSSI compie 30 anni Lunedì. RALLY: LOEB implacabile ma HIRVONEN non molla.
- Mallett punta tutto su Griffen "Fondamentale la mediana"
L'Italia alle 15.30 contro l'Irlanda cerca il riscatto dopo la sconfitta all'esordio. Gli avversari hanno fatto base vicino alla stazione Termini. Intanto è stata presentata la candidatura al Mondiale 2015: "Vogliamo far disputare le gare in stadi sparsi su tutto il territorio nazionale"

- Slalom: delusione azzurra Karbon 4ª, Moelgg fuori
Mondiale in Val d'Isere: Denise giù dal podio per un solo centesimo, aveva giù chiuso al quarto posto il gigante. Manuela in testa dopo la prima manche e i primi due intermedi della seconda esce di pista a poche porte dal traguardo. Vince la tedesca Riesch davanti a Zahrobska e Poutiainen

- Moelgg: "A casa a testa alta". Karbon e Gius: "Ci dispiace"
Manuela prova a reagire dopo l'errore in slalom: "Anche oggi non è la mia giornata fortunata. Ma penso al prossimo obiettivo: l'Olimpiade". Denise ancora quarta: "Mi spiace più per la Moelgg che per il mio quarto posto". Nicole: "E' un miracolo aver gareggiato dopo il volo dell'altro giorno: grazie a dottori e fisioterapisti"

- Valentino, i miei primi 30 "E adesso vorrei un figlio"
Il fenomeno del motociclismo lunedì compie trent’anni. E lui ce li racconta. Vita, gare, amori, amici. "Mi piacerebbe un maschietto da far correre ma anche una bimba. Bello riorganizzare la mia vita dopo il casino del 2007"

- Loeb allunga, Hirvonen tiene
Nella seconda giornata del rally di Norvegia il campione del mondo si scatena vincendo subito tre speciali ma il rivale della Ford è staccato di soli 10". Terzo Latvala a 49". Aggiornamenti a fine giornata

FONTE: Gazzetta.it

Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini