.

HELLAS VERONA - PERGOCREMA: l'anteprima, le anticipazioni e tutte le immagini dell'andata. In attacco spazio a TIBONI e GOMEZ, sorpresa VANDEROEGHT?

HELLAS VERONA - PERGOCREMA: I gialloblù impegnati Domenica a confermare quanto di buono, sul piano del gioco e della volontà, hanno fatto vedere a Padova. I lombardi, che dal canto loro le hanno suonate al PRO PATRIA, viaggiano sulle ali dell'entusiasmo e si presentano al BINTI con un solo punto in meno dell'HELLAS consci di poter portare a casa punti. Gli scaligeri dovranno fare a meno di RANTIER (ricorso respinto e confermati di due turni di stop per lui) e, con la coincidente doppia squalifica anche per GIRARDI, esordiranno con un'inedita coppia di attaccanti: GOMEZ TALEB-TIBONI che ieri ha confessato «Non vedo l'ora di rivivere la magia del gol purtroppo l'infortunio mi ha tagliato le gambe nel momento migliore. Lo so, non sono ancora al cento per cento, ma per ritrovare la condizione devo giocare. Ho tanta voglia, vorrei spaccare il mondo, questo atteggiamento mi darà un po' di forza in più». Bisognerà fare di necessità virtù, anche questo è vero ma non dimentichiamoci che il TIBO è sempre il capocannoniere e rientra vogliosissimo di tornare a segnare mentre il sudamericano, ruotando attorno alla prima punta partendo magari da 7-10 metri dietro, potrebbe fare la differenza grazie alla tecnica e alla velocità di cui è dotato. A centrocampo nulla dovrebbe cambiare ma attenzione perchè uno fra GARZON, BELLAVISTA, CAMPISI e PAROLO potrebbe fare spazio (magari a partita in corso) al nuovo aquisto VANDEROEGHT che sta tornando in condizione e in allenamento ha fatto vedere cose interessanti. In difesa appare ancora sicuro l'impiego di PUGLIESE come terzino sinistro: «Sono molto contento di aver potuto giocare da subito, questo per me è uno stimolo a fare sempre meglio vengo da Monopoli con una carica incredibile, certo di giocarmi l'occasione della vita qui a Verona. Mi sono ambientato subito molto bene, il gruppo è ottimo. I playoff? Noi ci crediamo, lotteremo fino all'ultimo per guadagnarceli. Un tifoso mi ha chiesto, se dovessi segnare un gol, di correre sotto la curva: magari, sarebbe bellissimo». I prossimi avversari, guidati da mister PIANTONI, dovranno quasi certamente rinunciare al difensore centrale GHIDOTTI ancora febbricitante. Il PERGOCREMA non ha nomi di spicco a parte il portiere BRIVIO (che recentemente fa però il secondo ma è un ex VICENZA, NAPOLI e GENOA e con il LaneRossi ha vinto anche una coppa italia nel campionato '96-'97) ma può contare su un collettivo di sicuro rispetto con BRAMBILLA (ex Bologna e Torino), QUARESMINI e BONAZZI su tutti; occhio però anche a TARALLO autore della doppietta che nell'ultimo turno ha steso la PRO PATRIA. All'andata finì così e fu una partita che fece incavolare molti visto che il VERONA si prese almeno un tempo di 'ferie' non autorizzate. Prima di iniziare la gara sarà osservato un minuto di silenzio in onore della madre del tecnico avversario
HELLAS VERONA - PERGOCREMA: I gialloblù impegnati Domenica a confermare quanto di buono, sul piano del gioco e della volontà, hanno fatto vedere a Padova. I lombardi, che dal canto loro le hanno suonate al PRO PATRIA, viaggiano sulle ali dell'entusiasmo e si presentano al BINTI con un solo punto in meno dell'HELLAS consci di poter portare a casa punti. Gli scaligeri dovranno fare a meno di RANTIER (ricorso respinto e confermati di due turni di stop per lui) e, con la coincidente doppia squalifica anche per GIRARDI, esordiranno con un'inedita coppia di attaccanti: GOMEZ TALEB-TIBONI che ieri ha confessato «Non vedo l'ora di rivivere la magia del gol purtroppo l'infortunio mi ha tagliato le gambe nel momento migliore. Lo so, non sono ancora al cento per cento, ma per ritrovare la condizione devo giocare. Ho tanta voglia, vorrei spaccare il mondo, questo atteggiamento mi darà un po' di forza in più». Bisognerà fare di necessità virtù, anche questo è vero ma non dimentichiamoci che il TIBO è sempre il capocannoniere e rientra vogliosissimo di tornare a segnare mentre il sudamericano, ruotando attorno alla prima punta partendo magari da 7-10 metri dietro, potrebbe fare la differenza grazie alla tecnica e alla velocità di cui è dotato. A centrocampo nulla dovrebbe cambiare ma attenzione perchè uno fra GARZON, BELLAVISTA, CAMPISI e PAROLO potrebbe fare spazio (magari a partita in corso) al nuovo aquisto VANDEROEGHT che sta tornando in condizione e in allenamento ha fatto vedere cose interessanti. In difesa appare ancora sicuro l'impiego di PUGLIESE come terzino sinistro: «Sono molto contento di aver potuto giocare da subito, questo per me è uno stimolo a fare sempre meglio vengo da Monopoli con una carica incredibile, certo di giocarmi l'occasione della vita qui a Verona. Mi sono ambientato subito molto bene, il gruppo è ottimo. I playoff? Noi ci crediamo, lotteremo fino all'ultimo per guadagnarceli. Un tifoso mi ha chiesto, se dovessi segnare un gol, di correre sotto la curva: magari, sarebbe bellissimo». I prossimi avversari, guidati da mister PIANTONI, dovranno quasi certamente rinunciare al difensore centrale GHIDOTTI ancora febbricitante. Il PERGOCREMA non ha nomi di spicco a parte il portiere BRIVIO (che recentemente fa però il secondo ma è un ex VICENZA, NAPOLI e GENOA e con il LaneRossi ha vinto anche una coppa italia nel campionato '96-'97) ma può contare su un collettivo di sicuro rispetto con BRAMBILLA (ex Bologna e Torino), QUARESMINI e BONAZZI su tutti; occhio però anche a TARALLO autore della doppietta che nell'ultimo turno ha steso la PRO PATRIA. All'andata finì così e fu una partita che fece incavolare molti visto che il VERONA si prese almeno un tempo di 'ferie' non autorizzate. Prima di iniziare la gara sarà osservato un minuto di silenzio in onore della madre del tecnico avversario [COMMENTA]

Pergocrema 1-1 Hellas Verona 5 Ottobre 2008


I video del TGGialloblù
- MANCINELLI: MAI LA FUSIONE
- TIBONI: VI RACCONTO CHI SONO
- TRA I TIFOSI: FUSIONE? NO GRAZIE
- LA FUSIONE VISTA DA PULIERO

[ALTRE NEWS]
SUL 'PERGO': REMONDINA "Anche prima del cambio alla guida tecnica giocavano nel modo attuale, l’unica variante è rappresentata da Le Noci, ora gioca più largo. Prima ricopriva il ruolo di trequartista o seconda punta. L’assetto resta pressapoco lo stesso, al centro della difesa Quaresmini e Ragnoli sono stati sostiuiti da Rossi e Finetti, elementi che conoscono benissimo la categoria. Si tratta della squadra più esperta del girone, l’ho vista lunedì con la Pro Patria: ha vinto meritatamente. Ora avranno morale e maggior vigore. Per questo motivo dico che fare delle previsioni è difficile, ogni partita è una cosa a sè stante. Preferisco sempre pensare alla nostra squadra, con concentrazione massima e voglia di far bene. Bisogna essere umili, se non commettiamo ingenuità possiamo portare a casa i tre punti." MANCINELLI "Noi ci crediamo, la nostra bravura sta nel pensare ad ogni singola partita senza fare progetti a lungo termine. Nel momento in cui li definiamo prendiamo solo bastonate. Concentriamoci per fare tre punti col Pergocrema, fondamentali in considerazione degli scontri diretti previsti dal calendario."
FUSIONE: MANCINELLI "Spero che non si verifichi mai. Sono convinto che noi possiamo arrivare in serie B e persino in A senza l'aiuto di nessuno. Sono arrivato al traguardo prestigioso delle 100 presenze con la maglia del Verona e spero di arrivare anche a 200, ma solo con l'Hellas" interviene anche D'ANGELO, capitano (e poi allenatore) del CHIEVO di qualche anno fa...
NUOVO STADIO: Un Bentegodi quasi all’inglese Sboarina: uffici sotto i parterre [COMMENTA]



[IN BREVE]
COPPA UEFA: Ai viola non basta la buona volontà, l'AJAX ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo a Firenze.
CICLISMO: Per VALVERDE deferimento in arrivo causa doping.
MONDIALI SCI NORDICO: E' subito Italia! Argento per la LONGA.
VOLLEY: MARMI LANZA VERONA a caccia dei play-off
SCI: Nella supercombinata la migliore italiana è sesta, male anche nella 15 km di fondo maschile.
TIFOSO INVESTITO: Il ragazzo finito sotto il bus ha aperto gli occhi dopo l'operazione ed il coma farmacologico ma la prognosi rimane riservata.
PREMIER LEAGUE: FERGUSON, tecnico dei reds, vuole vincere tutto!
FORMULA 1: La F60 migliora a vista e MASSA chiude col miglior tempo i test in Bahrain.
BASKET NBA: IVERSON ne segna 30 ma lo stesso gli SPURS affondano Detroit, i CELTICS interrompono la serie di 9 vittorie consecutive battuti dai JAZZ. [COMMENTA]

Commenta l'articolo:oppure




GIOCO PRONOSTICI:
... E finalmente arriva anche il turno di Black :!: Arriva pure alla grande visto che non solo 'il nostro' è Campione di giornata ma uguaglia il massimo punteggio ottenuto in questa stagione con 9 :!: :!: :!: Bravo Black complimenti. Al secondo posto ma staccati di 3 lunghezze troviamo Martino, Mister Loyal, MR31032001 e RobRoy.

Bubu77 solo 3 ma gli sfigadoni sono Boro e Gabri:!:


Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
RobRoy101
Bruni96
Martino91
MR3103200188
Boro, Bubu77, Gabri, Pose Gialloblu86
Black, Bridget83
Mister Loyal82
Smarso80
Ale90HVr79
RougeHellas77


ALBO D'ORO CAMPIONI
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


Puoi commentare questo articolo sul forum BONDOLA/=\SMARSA oppure in coda a questo post per aprire magari uno scambio di opinioni... Con la prima di campionato è ripartito il gioco pronostici B/=\S: l'anno scorso la spuntò BRUNI per un solo, misero punto! (fra l'altro preso alla rubentina) Brucia ancora ma, anche quest'anno ci sarà da giocarsela! Che aspettate dunque? Si potrà giocare fino all'inizio delle partite!





- Stadio
La giunta studia il progetto dei pannelli solari
Un Bentegodi quasi all’inglese Sboarina: uffici sotto i parterre
Riposte - per il momento - le speranze di avere per l’Hellas (e per il Chievo, of course...) un nuovo stadio all’inglese, con negozi e uffici, da “vivere” anche durante la settimana, Federico Sboarina va avanti nel tentativo di dare al Bentegodi l’assetto più vicino possibile al modello preferito. La giunta ha deciso di proseguire lo studio sul suo progetto di ricoprire l’impianto storicocon pannelli solari. «L’intera copertura sarebbe pronta in otto mesi, una volta avuto il via - spiega l’assessore - e garantirebbe, attraverso una gestione “in house” con l’Agec oppure un appalto esterno, il ritornoeconomico per rifare subito la copertura dello stadio (i cui costi sono scesi attorno a 800mila euro, da 1,3 milioni paventati giorni fa, ndr), e poi per pagare altri interventi minori nell’impian - to. In futuro, sotto i parterre si potrebbe ricavare lo spazio per uffici e sedi di associazioni». A contestare l’amministra - zione per gli annunci favorevoli a un nuovo stadio, poi seguiti dalla marcia indietro, il Pd, che con Roberto Uboldi giudica «sospetta l’uscita su un nuovo impianto alla vigilia della discussione del piano degli interventi», e critica sul piano politico il metodo seguito per gli annunci (con Stefania Sartori e Roberto Fasoli), mentre Ivan Zerbato dice “no” ad un nuovo impianto alla Spianà.

- NIENTE SCONTO PER RANTIER
Il ricorso è stato respinto, col Pergocrema toccherà a Tiboni e Gomez. Ma bisogna insistere. Pugliese sogna i playoff «Lotteremo fino all’ultimo, sono consapevole che questa è l’occasione della mia vita»
Niente da fare per Julien Rantier, ieri sera la Corte Federale ha respinto il ricorso presentato dall'Hellas nel tentativo di ridurre le due giornate di squalifica rimediate dal francese in seguito all'espulsione nella gara con la Cremonese. Rantier sarà dunque assente anche domenica col Pergocrema. La vittoria di Padova tuttavia lancia il gruppo di Remondina alla caccia di altri tre punti con la formazione lombarda, forte del successo sulla Pro Patria che l'ha proiettata a tre lunghezze dai playoff, giusto una sotto il Verona.

Martinelli, spente le voci di fusione, vuole la prima vittoria da presidente al Bentegodi, dopo il flop con la Cremonese di Morfeo. Barra a dritta, dunque, per la squadra del Remo che ieri ha disputato una partitella col Castelnuovo Sandrà (7-2 il finale per l'Hellas). In evidenza quello che sarà il duo d'attacco di domenica, Tiboni (2 gol) e Gomez (3 reti), pronti a rimpiazzare al meglio gli squalificati Girardi e Rantier. Il centrocampo rimarrà invariato rispetto a Padova, con l'uomo gol Campisi a sinistra, Garzon a destra, Parolo vertice alto e Bellavista avanti alla difesa. Attenzione, però: potrebbe esserci spazio per il debutto di Simon Vanderhoeght che sta raggiungendo in fretta la condizione. Dietro agiranno da destra Mancinelli, Bergamelli, Ceccarelli e Pugliese, confermatissimo sulla sinistra. «Sono molto contento di aver potuto giocare da subito, questo per me è uno stimolo a fare sempre meglio - dice il terzino - vengo da Monopoli con una carica incredibile, certo di giocarmi l'occasione della vita qui a Verona. Mi sono ambientato subito molto bene, il gruppo è ottimo. I playoff? Noi ci crediamo, lotteremo fino all'ultimo per guadagnarceli. Un tifoso mi ha chiesto, se dovessi segnare un gol, di correre sotto la curva: magari, sarebbe bellissimo». Domenica il turno prevede due interessanti scontri al vertice quali Novara-Ravenna e Spal-Reggiana e l'Hellas potrebbe approfittarne per scalare ulteriormente la graduatoria: sognare è lecito.

- GLI AVVERSARI
La squadra di Piantoni è abbonata ai pareggi Domenica non ci sarà l’influenzato Ghidotti
Il Pergocrema di Piantoni vola in classifica oltre le aspettative di inizio campionato. Schiera nelle sue file giocatori che in passato hanno calcato campi delle categorie superiori quali Brambilla (ex Bologna e Torino), Quaresmini e Bonazzi. A segnare più gol è stato sinora Le Noci, punta con al fianco Tarallo, che ha realizzato la doppietta in grado di piegare la Pro Patria 2-1 nel posticipo di lunedì scorso. Bonaventura agisce come rifinitore, mentre la difesa gioca a quattro con Brambilla davanti al reparto. Lo schema di gioco è quindi identico a quello di Remondina. In panca siede il vecchio portiere Brivio, quarantenne che aveva giocato all'andata con il Verona (1-1) ma che ora ha lascito spazio a Russo che ha vent'anni di meno. Piantoni ha tutti a disposizione tranne il febbricitante difensore Daniele Ghidotti. Il Pergocrema ha sinora vinto 6 volte, pareggiato 11 gare e perdute 5 realizzando 20 reti e subendone altrettante.

FONTE: DNews.eu


- Rafael: «Tre punti per i nostri tifosi»
Domenica col Pergocrema, il portiere carica: «Se vogliamo i play off non abbiamo alternative»
Poche storie. Se l’Hellas vuole veramente coltivare il sogno play off deve battere il Pergocrema. L'impresa di Padova è solo servita ai gialloblù per riportarsi a poche lunghezze dalla zona “calda” della classifica. «E quindi - spiega Rafael, il portiere dei gialloblù - non abbiamo tante strade alternative. Questa è una gara da vincere a tutti i costi davanti al nostro pubblico con il quale abbiamo un debito di riconoscenza per la sconfitta patita contro la Cremonese».

Rafael ha sempre pensato che il Verona avesse le carte in regola per stare con le migliori del campionato. Ed ora che si sta preparando il rush finale del campionato ne è ancora più convinto: «Nessuno ci ha mai messo sotto - spiega - con le grandi abbiamo sempre fatto ottime partite. Abbiamo commesso anche tante ingenuità, questo è vero. Ma ora siamo molto maturati. A Padova siamo stati praticamente perfetti. Ci vuole la stessa concentrazione anche domenica».
Ieri intanto l’Hellas nell’amichevole del giovedì ha battuto 7-2 il Castelnuovosandrà, la squadra del presidente Martinelli che milita nel campionato di Eccellenza. A segno sono andati Gomez (3), Tiboni (2) Garzon e Rantier (rigore).

FONTE: Leggo.it

- D'Angelo dice '' No '' alla fusione con l'Hellas
Fusione si, fusione no. Le voci di una possibile unione tra Chievo ed Hellas in un’unica squadra non trovano conferme ufficiali. Tanti i “No”, oltre che dei tifosi, anche di ex giocatori e anime storiche delle due squadre. Chi ha fatto grande il Chievo ai tempi della prima serie A è Maurizio D’Angelo, che accetta di dare la propria opinione sul tema: «A questo punto, con un Verona che ha risolto tutti i suoi problemi societari non ne vedo la necessità. Martinelli ha ambizioni, sta mettendo in piedi un progetto importante, quindi non credo sia una cosa sensata. Verona è una città che può permettersi due squadre a buoni livelli».

Nella mente di “Icio” riaffiorano i ricordi dei derby in A: «L’attesa in città era spasmodica e non capisco perché la cosa non può ripetersi. Non vedo l’utilità di fondere le due squadre. Ci potevo credere un anno fa, quando l’Hellas era in difficoltà». Resta il dubbio a chi possa realmente giovare una simile ipotesi: «Il Verona potrebbe puntare alla massima serie diretta, il Chievo ampliare il bacino di tifosi. Ma non sono motivazioni valide». Un ultimo appunto sul futuro del Ceo in una stagione difficile: «Il campionato è iniziato male, ma dopo la sosta natalizia c’è stata la svolta. Di Carlo e i suoi dovranno soffrire sino alla fine, ma hanno tutte le carte in regola per restare in A».

FONTE: MetroNews.it


- Hellas a caccia di bomber
PROVE TECNICHE. NELL'AMICHEVOLE INFRASETTIMANALE REMONDINA HA PROVATO L'ATTACCO IN VISTA DEL PERGOCREMA
Girardi fuori per due giornate Rantier ancora squalificato Scapini è sempre fermo ai box Si scaldano Tiboni e Gomez
Prove tecniche di attacco per Gian Marco Remondina. Girardi è stato squalificato per due giornate, Rantier deve saltare un'altra partita - il Verona ha presentato ricorso ma è stato respinto - Matteo Scapini è sempre fermo ai box dopo l'intervento al ginocchio. Il tecnico del Verona non ha molte scelte in vista della sfida casalinga con il Pergocrema. Tutto sembra già fatto, giocheranno Tiboni e Gomez, una coppia titolare praticamente inedita. Ma ieri pomeriggio Remondina li ha mandati in campo insieme nel primo tempo dell'amichevole con il Castelnuovosandrà e i due bomber non hanno tradito le attese. L'argentino ha fatto tripletta, Tibogol s'è fermato a due reti ma hanno dato l'impressione di sapersi integrare bene tra di loro e con la squadra. Sicuramente il Pergocrema non è il Castelnuovo ma la squadra di Carli sta facendo bene in Eccellenza e il test è sicuramente servito all'allenatore e ai due attaccanti.

Christian Tiboni è tornato in campo da titolare nel derby con il Padova ma deve ancora ritrovare la perfetta condizione fisica dopo quasi due mesi di stop. Non manca la voglia di ritornare al gol, una gioia che manca da troppo tempo, dalla tripletta con il Legnano a fine novembre. «Non vedo l'ora di rivivere la magia del gol - ammette Tiboni - purtroppo l'infortunio mi ha tagliato le gambe nel momento migliore. Lo so, non sono ancora al cento per cento, ma per ritrovare la condizione devo giocare. Ho tanta voglia, vorrei spaccare il mondo, questo atteggiamento mi darà un po' di forza in più». Christian Tiboni è uno dei giovani portati a Verona in estate che meglio si è integrato con la piazza scaligera. Un feeling immediato. «Sto benissimo qua - ammette sul sito ufficiale del Verona - ho giocato a Bergamo nel settore giovanile, e successivamente a Udine e Sassuolo, solo una parentesi a Pisa. Verona è un'altra cosa. Giocare al «Bentegodi» davanti a quindicimila persone garantisce emozioni fortissime sia a me che ai compagni. La pressione? Non la sento ma se uno vuol fare questo mestiere non può sentire questa pressione, la forza di quindicimila persone sugli spalti deve trasformarsi in energia positiva. Proprio per questo ci metteremo il cuore per raggiungere il grande obiettivo di questa società».

Meglio non parlare di promozione e anche la parola play off in questo momento è tabù. Per tutti, non per Tiboni. I primi della classe sono lì a pochi punti e lui ci crede. «Voglio fare bene in questo ultimo scorcio di stagione concentrandomi sul Verona per centrare la serie B - spiega Tiboni -. Sono a metà con l'Atalanta ma non voglio pensare a questo accordo. A fine campionato potremo parlare di questo argomento, ma adesso non mi interessa proprio». Già fatta anche la lista delle favorite. «Novara e Cesena mi hanno impressionato - conclude - una delle due andrà in B direttamente. Poi Spal, Reggiana e Cremonese ma non dimentichiamo l'Hellas, ci può stare».

FONTE: LArena.it

- La carica di Mancinelli: "Noi ci crediamo"
"In Lega Pro non si va avanti con i nomi, ma con prestazioni e voglia di vincere"
A meno di quarantotto ore dal fischio d’inizio del match col Pergocrema, in programma domenica 22 febbraio al "Bentegodi", il difensore Marco Mancinelli ha fatto il punto sulla situazione in casa Hellas. Hellasverona.it vi propone le dichiarazioni del difensore gialloblù.

Domenica scorsa Pugliese ha contenuto le sue avanzate, permettendo anche a te le sovrapposizioni sulla fascia.
"Anche Giuseppe deve cogliere i meccanismi difensivi, si sta applicando molto. Con la Cremonese ha potuto notare la differenza tra l’ambiente a cui era abituato e quello attuale, attaccando a testa bassa. Col lavoro miglioreremo ancora, in modo da attaccare da entrambi i lati del campo. Già da domenica si vedrà un Hellas molto più ordinato sotto questo aspetto."
Dopo 22 giornate, lo scorso anno avevate metà dei punti attuali: ci pensi mai?
"Non ricordo quanto avessimo raccolto nella stagione passata, forse trenta punti li avevamo alla conclusione del campionato. Oggi come oggi è una bella soddisfazione, nel 2007/2008 non siamo riusciti a far bene nonostante le aspettative. La squadra attuale era sulla carta inferiore, invece abbiamo dimostrato di essere competitivi. In Lega Pro non si va avanti con i nomi, ma con prestazioni e giocatori affamati di vittorie."
Tra di voi parlate delle squadre che vi stanno davanti in classifica?
"Sarebbe ipocrita dire il contrario. Noi ci crediamo, la nostra bravura sta nel pensare ad ogni singola partita senza fare progetti a lungo termine. Nel momento in cui li definiamo prendiamo solo bastonate. Concentriamoci per fare tre punti col Pergocrema, fondamentali in considerazione degli scontri diretti previsti dal calendario."
Le voci sulla fusione sono arrivate anche a voi giocatori?
"Secondo me c’è stata solo confusione: resto convinto che questo non accadrà mai. Non è una cosa che gradisco, vorrei tornare in Serie A con questa squadra. Il progetto c’è, il Presidente è ambizioso, siamo sulla buona strada."

- Remondina: "Bisogna essere sempre umili"
"Pensiamo a noi stessi: se non commettiamo ingenuità possiamo portare a casa i tre punti"
Domenica 22 febbraio si gioca Hellas Verona-Pergocrema, gara valida per la 23a giornata del campionato di Prima Divisione. Venerdì pomeriggio, presso la sala stampa dello stadio "Bentegodi", l’allenatore gialloblù Gian Marco Remondina ha incontrato i giornalisti per analizzare il momento dei suoi. Hellasverona.it vi propone le dichiarazioni del tecnico gialloblù.

Il ricorso per Rantier è stato respinto, di conseguenza il francese non ci sarà contro il Pergocrema.
"Lo prevedevo, le prove televisive vengono accettate difficilmente. Ero pessimista, si è confermata la beffa oltre al danno avuto con l’espulsione del corso del match con la Cremonese."
Assenti anche Girardi e Scapini, il tandem offensivo è già definito con Tiboni e Gomez?
"Al 99% sì, bisogna valutare qualche variabile dell’ultimora, teniamo comunque in allarme tutti i nostri giocatori offensivi."
Il Pergocrema è cambiato rispetto alla gara d’andata?
"Anche prima del cambio alla guida tecnica giocavano nel modo attuale, l’unica variante è rappresentata da Le Noci, ora gioca più largo. Prima ricopriva il ruolo di trequartista o seconda punta. L’assetto resta pressapoco lo stesso, al centro della difesa Quaresmini e Ragnoli sono stati sostiuiti da Rossi e Finetti, elementi che conoscono benissimo la categoria. Si tratta della squadra più esperta del girone, l’ho vista lunedì con la Pro Patria: ha vinto meritatamente. Ora avranno morale e maggior vigore."
Solo un punto di differenza distacca la formazione lombarda dall’Hellas.
"Per questo motivo dico che fare delle previsioni è difficile, ogni partita è una cosa a sè stante. Preferisco sempre pensare alla nostra squadra, con concentrazione massima e voglia di far bene. Bisogna essere umili, se non commettiamo ingenuità possiamo portare a casa i tre punti."
Sette delle prossime dodici partite si giocheranno al "Bentegodi": uno stimolo in più per chi scende in campo.
"Uno stimolo sempre. Gli avversari vengono qui vivendo un’altra partita rispetto alle altre, si tratta di uno stadio che carica chiunque. Dalla nostra parte abbiamo dieci-quindicimila persone, quando sbagliamo il pubblico ha la capacità di spronarci. Questa è l’arma migliore per farci tirare fuori gli artigli."

- Un minuto di raccoglimento prima della gara col Pergocrema
Autorizzata la commemorazione della scomparsa della Signora Alda Lucchini, madre del tecnico Oscar Piantoni

- H. Verona-Pergocrema, modalità d'accesso allo stadio
I cancelli dello stadio "Bentegodi" saranno aperti al pubblico a partire dalle ore 13:00

- Hellas Verona-Pergocrema, arbitra La Mura di Nocera I.
Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Danilo Tremolada (Monza) e Roberto La Grotteria (Novara)

FONTE: HellasVerona.it


- Mancinelli: domenica partita fondamentale per la classifica
Il difensore gialloblù inquadra così la sfida di domenica al Bentegodi contro il Pergocrema. "Conquistare tre punti vorrebbe dire, considerati gli scontri diretti in programma, entrare in zona playoff. Noi ci crediamo e vogliamo raggiungere tutti insieme questo traguardo. La fusione? Spero che questo non accada mai. Possiamo guadagnare la serie B e persino la A senza l'aiuto di nessuno".
Il veterano gialloblù Marco Mancinelli è pronto per la sfida casalinga contro il Pergocrema.
"Domenica ci attende una partita fondamentale per la classifica - ha dichiarato a Tggialloblu.it - Conquistare i tre punti, considerati anche gli scontri diretti in calendario, vorrebbe dire entrare in zona playoff. Saremo spinti dal nostro fantastico pubblico e una vittoria ci permetterebbe di andare a Ravenna, prima della sosta, con maggiore serenità e consapevolezza nei nostri mezzi". Una classifica che vede l'Hellas Verona di Remondina in ritardo di due lunghezze dalla zona promozione, con un vantaggio di quattro punti dalla zona calda della classifica. " Se l'anno scorso le ultime avessero corso come quest'anno, forse eravamo già spacciati a febbraio - sottolinea il difensore marchigiano - Il nostro obiettivo è quello di rimanere aggrappati al carro delle grandi e solo con questa mentalità possiamo raggiungere il nostro traguardo".

Al Bentegodi si affronteranno "due squadre in salute - sottolinea Mancinelli - che all'inizio della stagione non potevano immaginarsi di essere una posizione di classifica così confortevole dopo 22 giornate. Il Pergocrema è una squadra quadrata e lo dimostrano i risultati che hanno conquistati sino adesso. Stanno facendo un gran campionato e verranno a Verona per fare bene, ma domenica non ce n'è per nessuno". Sulla ventilata ipotesi di fusione, Mancinelli risponde così. "Spero che questo non si verifichi mai - tuona - Sono convinto che noi possiamo arrivare in serie B e persino in A senza l'aiuto di nessuno. Sono arrivato al traguardo prestigioso delle 100 presenze con la maglia del Verona e spero di arrivare anche a 200, ma solo con l'Hellas".

FONTE: TGGialloblu.it



[OFFTOPIC]
SCI: Nella supercombinata la migliore italiana è sesta, male anche nella 15 km di fondo maschile. TIFOSO INVESTITO: Il ragazzo finito sotto il bus ha aperto gli occhi dopo l'operazione ed il coma farmacologico ma la prognosi rimane riservata. PREMIER LEAGUE: FERGUSON, tecnico dei reds, vuole vincere tutto! FORMULA 1: La F60 migliora a vista e MASSA chiude col miglior tempo i test in Bahrain. BASKET NBA: IVERSON ne segna 30 ma lo stesso gli SPURS affondano Detroit, i CELTICS interrompono la serie di 9 vittorie consecutive battuti dai JAZZ. COPPA UEFA: Ai viola non basta la buona volontà, l'AJAX ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo a Firenze. CICLISMO: Per VALVERDE deferimento in arrivo causa doping. MONDIALI SCI NORDICO: E' subito Italia! Argento per la LONGA. VOLLEY: MARMI LANZA VERONA a caccia dei play-off
COPPA UEFA: Ai viola non basta la buona volontà, l'AJAX ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo a Firenze. CICLISMO: Per VALVERDE deferimento in arrivo causa doping. MONDIALI SCI NORDICO: E' subito Italia! Argento per la LONGA. VOLLEY: MARMI LANZA VERONA a caccia dei play-off
- COPPA UEFA
A FIRENZE GLI OLANDESI SI IMPONGONO 1-0
Viola volenterosi ma imprecisi all’Ajax basta un contropiede

- CICLISMO
ACCUSATO DI DOPING
Valverde accerchiato deferimento in arrivo e avviso di garanzia

- SCI NORDICO
IERI PRIMA GIORNATA DEI MONDIALI A LIBEREC
Partenza lanciata per l’Italia subito argento con la Longa. L’atleta di Livigno soltanto un anno fa si era fermata per dedicarsi a tempo pieno al ruolo di mamma. Ieri nella 10km a passo alternato è arrivata a soli 4’’ dall’oro.

- VOLLEY
IL TEDESCO DELLA MARMI CI CREDE
Popp: «Puntiamo ai playoff e a Perugia ce la giochiamo»

FONTE: DNews.eu

SCI: Nella supercombinata la migliore italiana è sesta, male anche nella 15 km di fondo maschile. TIFOSO INVESTITO: Il ragazzo finito sotto il bus ha aperto gli occhi dopo l'operazione ed il coma farmacologico ma la prognosi rimane riservata. PREMIER LEAGUE: FERGUSON, tecnico dei reds, vuole vincere tutto! FORMULA 1: La F60 migliora a vista e MASSA chiude col miglior tempo i test in Bahrain. BASKET NBA: IVERSON ne segna 30 ma lo stesso gli SPURS affondano Detroit, i CELTICS interrompono la serie di 9 vittorie consecutive battuti dai JAZZ.
- Supercombinata: festa per 3 Paerson, Riesch e Schnarf
A Tarvisio la svedese conquista la Coppa di specialità grazie al quinto posto. La vittoria di giornata va alla tedesca, che beffa la statunitense Vonn al comando dopo la discesa. L'altoatesina risale nello slalom e si conferma la più in forma delle azzurre chiudendo 6ª: "Sono contentissima, finalmente riesco a esprimermi come in allenamento"

- Genova, il tifoso investito ha aperto gli occhi
Da stamattina Gabriele Amato, finito sotto il pullman della Fiorentina durante la contestazione dopo la sfida di Marassi di domenica scorsa, è "vigile e cosciente". Ieri era stato operato, la prognosi resta riservata

- Ferguson avvisa l'Inter "E ora non perdiamo più"
Il tecnico del Manchester United lancia la grande sfida: vincere Carling Cup, Fa Cup, Champions League e campionato, da aggiungere alla Coppa del Mondo per club, già conquistata due mesi fa. Intanto Cristiano Ronaldo dovrà pagare per i danni al tunnel dove si schiantò con la Ferrari

- Massa: "Questa F60 è diventata adulta"
Felipe chiude col miglior tempo i test in Bahrain: "Abbiamo lavorato tanto e bene. Torniamo a casa con quello che volevamo e anche il kers ci ha dato una mano. Quest'anno c'è molta competitività e il pilota conterà di più"

- Italia, fatica Mondiale. Checchi 24° è il migliore
Nella 15 km., prima gara a tecnica classica della rassegna boema, vittoria dell'estone Andrus Veerpalu, campione olimpico della specialità ma reduce da una stagione in tono minore. Sul podio anche il ceco Bauer e il finlandese Heikkinen. Lontanissimi gli azzurri

- San Antonio rivede la luce. Utah stoppa Boston
Detroit cede agli Spurs malgrado i 31 punti di Allen Iverson. Ci pensano Parker e Duncan a colmare l'assenza di Ginobili (out per almeno due settimane). I Jazz fermano i Celtics che cadono in trasferta dopo nove vittorie consecutive

FONTE: Gazzetta.it


Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini