.

SPAL 0-1 HELLAS VERONA: Dopo 9 mesi la squadra scaligera vince lontano dal BENTEGODI grazie alla magia di GARZON. PREVIDI saluta, PRISCIANTELLI amaro.

Partita molto tattica da parte di entrambe le squadre, dopo la sfuriata iniziale della Spal ben coontenuta dal Verona i gialloblù hanno prima 'saggiato' la consistenza dell'avversario e poi affondato quando si è presentata l'occasione propizia. Fra i singoli dell'Hellas la palma del migliore va senz'altro a Gomez Taleb che ha sostuituito al meglio Scapini facendo molto movimento e creando spesso superiorità numerica dal suo lato con affondi partendo da dietro che i ferraresi hanno sicuramente sofferto. Gol a parte Garzon si è distinto in qualche chiusura e altre conclussioni ben supportato dal combattivo Campisi. Rafael ha fatto accaponare la pelle sopratutto quando ha cercato i dribling ma ha anche salvato il risultato a partita scaduta quindi un bravo anche a lui. Da parte biancoblù ha sicuramente deluso Rachid Arma, il giocatore più temuto e atteso praticamente annullato da Ceccarelli che gli ha concesso solo un tiro (e per poco non ci scappava la frittata sul più bello). Bravo anche a Zamboni, il migliore fra i suoi, nella retroguardia. Pessimo l'arbitraggio del signor Pecorelli spesso in ritardo ed in evidente stato confusionale quando a partire dal 50° ha espulso Remondina, Lazzarini e Bena nel giro di 5 minuti.
L'Hellas in giallo si presenta al 'Mazza' di Ferrara con il 4-3-1-2 invariato rispetto alla partita di Domenica scorsa fra le mura amiche: Fanna è fiducioso sulla coppia d'attacco GIRARDI e GOMEZ TALEB: "Il corazziere campano si sbloccherà è un buon giocatore e se Gomez Taleb gli girasse attorno al meglio, partendo 10 metri dietro l'altro attaccante, potremmo diventare pericolosi". Spal schierata in un 4-3-3 nel quale esordisce come terzino il nuovo acquisto Cortellini, l'altro arrivo Cazzola è tenuto in panchina perchè Dolcetti gli preferisce Quintavalla. Numerose le assenze da parte ferrarese ma l'unica pesante è quella dello squalificato Schiavon, padovano di Piove di Sacco e pilastro di centrocampo della squadra emiliana. Tribuna stampa piccola e assiepata a testimoniare l'importanza di una gara che propone molteplici motivazioni per entrambe le squadre. Un migliaio circa i tifosi veronesi giunti a Ferrara a dar manforte ai loro beniamini, 4000 gli spettatori in totale, campo pesante ma in discrete condizioni.

[PRIMO TEMPO]
Pronti via e le offensive della Spal si fanno pressanti mentre il Verona cerca di difendersi per poi ripartire in contropiede. Fanna "Vedo che Gomez si è appostato sulla linea di Girardi, spero che nel proseguio della partita, sappia giostrare meglio di quanto ha fatto con il Lumezzane". Prima conclusione per i biancoblù al 6° da parte di Centi, il capitano tira ampiamente fuori. All'8° bella iniziativa di Centi che serve Bracaletti contrastato da MORACCI conclude in maniera pericolosa ma innocua. Due minutoi dopo la partita si accende: Gomez semina il panico nella retroguardia ferrarese; sul ribaltamento di fronte Arma perde il momento buono e Campisi gli soffia la palla. Partita difficile per il Verona che deve stare attento a non farsi sorprendere e per di più appare precipitoso in avanti. Al 17° primo tiro in porta dell'Hellas: PAROLO la mette sul secondo, CECCARELLI spizzica per Gomez Taleb, pericolo che Capecchi blocca in tuffo. Partita tutto sommato bruttina, molto tattica, la Spal punzecchia e gli scaligeri non si scoprono; il campo allentato non favorisce la tecnica. Al 23° ammonito Ghetti per proteste dopo un evidente fallo di CAMPISI; tre minuti dopo ci prova Bellavista dalla distanza e poco dopo Gomez Taleb si infila ancora tra le maglie dei biancoblù serve Garzon che, accorrente dal lato destro, la mette esattamente all'incrocio di interno destro, tiro strepitoso, nulla da fare per il portiere avversario e Verona che passa in vantaggio al 26°.. La Spal chiaramente non ci stà e aggredisce gli scaligeri che cercano di rallentare il gioco e si rendono ancora pericolosi nelle ripartenze; Girardi è praticamente annullato da Zamboni di Bussolengo, ex della gara e vero mastino della difesa. Al 43° è ancora il Verona a tirare in porta, ancora con Garzon imbeccato da Campisi, nessun problema per Capecchi. Rachid Arma sta deludendo i fans e comunque non si è mai reso pericoloso ben controllato dalla retroguardia scaligera. Termina il primo tempo senza recupero. Fanna "Buon Verona che dopo 10 minuti di studio ha fatto il suo gioco, si è ben proposto in avanti e poi è passato meritatamente in vantaggio. Buona partita di Gomez che quando prende campo e trova spazio diventa letale" Fontana (Corriere di Verona) "Il Verona ha ben impressionato fino a questo momento ma non sarà certo facile portare a casa il risultato. L'importante è che non accada come a Cesena e che l'Hellas metta in campo nella ripresa la stessa intensità che ha fatto vedere nel primo tempo dove il gol del pareggio allo scadere però taglio un po' le gambe ai giocatori gialloblù. Oggi così non è stato ed è positivo ma bisognerà stare molto concentrati e attenti"

Spal 0-1 Hellas Verona (foto 640x480 pixel)


[SECONDO TEMPO]
Dolcetti prova la carta Cazzola al posto di Quintavalla, invariato l'11 scaligero. Dopo 3 minuti ammonito Cortellini per fallo su Bellavista. E' subito pericolosa la Spal su suggerimento di Centi ma Arma ed il suo compagno ciccano. Al 6° l'allenatore gialloblù REMONDINA viene espulso per proteste: il guardalinee alza in ritardo la bandierina su un fuorigioco dubbio assegnato ai padroni di casa il mister non ci stà ma l'allontanamento appare esagerato... Comunque il vice Bruni farà il suo secondo esordio da prima guida in campo. L'arbitro, scatenato manda fuori anche Lazzarini secondo allenatore dei biancoblù; il signor Pecorelli non appare in grado di mantenere la bussola infatti poco dopo c'è un evidente fallo di capitan Bellavista non visto dalla giacchetta nera che per tutta risposta allontana Bena un'altro componente della panchina ferrarese. Dopo un quarto d'ora il Verona appare mantenere l'iniziativa ma è un po' superficiale nelle conclusioni: Mancinelli crossa per Girardi ma Zamboni anticipa da gran difensore, la Spal dal canto suo non demorde (Moro spara alle stelle da distanza proibitiva) anche se appare tutt'altro che sicura nella retroguardia. E' il 15° quando esce Centi, troppo nervoso, ed entra Moro: Dolcetti si sbilancia leggermente in avanti togliendo un centrocampista ed inserendo un attaccante. Fanna "L'Hellas è disposto meglio della Spal in campo ed appare controllare bene la partita, l'unica cosa che mi fa paura al momento è l'arbitro: speriamo mantenga la bussola e non combini brutti scherzi..." Rafael ammonito per perdita di tempo al 13° nel frattempo Girardi si sta estraniando dal gioco, corre molto ma palloni giocabili non ne riceve e appare abbattuto. 29° fuori Gomez Taleb dentro Anaclerio, l'argentino potrebbe essere stato stanco ed Anaclerio lo potrebbe sostituire al meglio garantendo una dose di tecnica e mantendendo i ferraresi ancora sul chivalà in zona trequarti. Al 33° bella manovra fra Parolo ed Anaclerio, la palla finisce a Girardi che purtroppo non può colpire al meglio ma la Spal stà calando mentre il Verona punzecchia ancora con Mancinelli pochi minuti dopo. Zamboni sgomita in maniera non regolamentare il centravanti campano ma l'ammonito non è lui bensì il suo compagno di squadra Cazzamalli. Nelle fila biancoblù entra Agodirin per Bracaletti: il mister ferrarese tenta il tutto per tutto; subito viene espulso Cortellini per doppia ammonizione ed i gialloblù vanno in superiorità numerica. Per l'Hellas entra CAMPAGNA al posto di uno zoppicante Mancinelli è l'87°. Pecorelli decreta 5 minuti di recupero. Agodirin fa in tempo a distinguersi solo per un fallaccio su Garzon. Arma cerca di dare una svolta alla sua partita al 47°, gol sfiorato! E' il turno di Corrent che entra al posto di Garzon. Ad un minuto dalla fine Rafael salva il risultato su ribaltamento di fronte Girardi prova ad uccellare Capecchi fuori dai pali: niente di fatto. La partita è ampiamente finita ma l'arbitro non se ne accorge, poi decide che può bastare e decreta la prima vittoria esterna del Verona.

Sondaggio a risposta singola
Fine 2008 pieno di eventi per l'Hellas Verona, si e' ad un passo dal cambio di proprieta', come vedi il futuro scaligero?

Sono ottimista: Martinelli portera' liquidita' nuove oltre a Ficcadenti e Mascetti! Che si vuole di piu'?
Sono moderatamente ottimista: buono il cambio ma per dire che ci abbiamo guadagnato aspetterei l'evolversi della situazione...
Chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa cosa lascia ma non sa cio' che trova. Rinvio il mio giudizio a fine campionato.
Sono moderatamente pessimista: il Conte avra' anche sbagliato ma con Previdi aveva fatto finalmente 'girare' l'Hellas, non ci voleva!
Sono pessimista: Martinelli sara' contestato come Arvedi, non sa nulla di calcio a 'sti livelli ed e' destinato a fallire anche perche' ne Mascetti ne Ficcadenti si faranno coinvolgere.


[SINTESI]
Partita molto tattica da parte di entrambe le squadre, dopo la sfuriata iniziale della Spal ben coontenuta dal Verona i gialloblù hanno prima 'saggiato' la consistenza dell'avversario e poi affondato quando si è presentata l'occasione propizia. Fra i singoli dell'Hellas la palma del migliore va senz'altro a Gomez Taleb che ha sostuituito al meglio SCAPINI facendo molto movimento e creando spesso superiorità numerica dal suo lato con affondi partendo da dietro che i ferraresi hanno sicuramente sofferto. Gol a parte Garzon si è distinto in qualche chiusura e altre conclussioni ben supportato dal combattivo Campisi. Rafael ha fatto accaponare la pelle sopratutto quando ha cercato i dribling ma ha anche salvato il risultato a partita scaduta quindi un bravo anche a lui. Da parte biancoblù ha sicuramente deluso Rachid Arma, il giocatore più temuto e atteso praticamente annullato da Ceccarelli che gli ha concesso solo un tiro (e per poco non ci scappava la frittata sul più bello). Bravo anche a Zamboni, il migliore fra i suoi, nella retroguardia. Pessimo l'arbitraggio del signor Pecorelli spesso in ritardo ed in evidente stato confusionale quando a partire dal 50° ha espulso Remondina, Lazzarini e Bena nel giro di 5 minuti.

I contributi filmati dal TGGialloblù
- FLASH: IL GOL VITTORIA DI GARZON
- SPAL-VERONA 0-1: LA SINTESI
- REMONDINA: VITTORIA IMPORTANTE

[COMMENTI]
Fanna "Partita magistrale dell'Hellas che ha lottato con intensità e abnegazione. Risultato meritato anche se Rafael ha salvato il risultato in extremis, il Verona ben messo in campo ha giocato meglio e porta a casa il risultato pieno in casa della seconda in classifica. Una vittoria che da grandissimo morale e che ci porta in alto in classifica: anche se i gialloblù non sono tecnicamente tra i più forti del girone hanno doimostrato di avere un gioco e delle geometrie che producono un buon calcio. Ora bisognerà mantenere continuità anche a San Benedetto". Previdi "Soddisfazione immensa sopratutto valutando gli ultimi eventi tra l'incidente al Conte e la cessione. Sapevo che questa squadra poteva fare bene: ha tenuto il gioco a tenuto la partita va bene così questa è una squadra di grande prospettiva. I risultati ci stanno dando ragione e sono ampiamente soddisfatto del lavoro mio e di tutta la dirigenza. Questo è probabilmente il mio ultimo intervento da responsabile dei gialloblù ma non posso che ritenermi soddisfatto anche di aver portato un allenatore, Remondina, che bene ha saputo amalgamare i ragazzi" Fontana (Corriere di Verona) "E' arrivato un buon risultato su un campo difficilissimo, il segnale è uno di quelli che contano davvero, siamo ad un punto dai playoff in attesa di Cesena-Ravenna. La squadra gira nonostante le pesanti assenze. Buonissimo l'apporto di Gomez e Girardi, 3 punti d'oro da confermare a San Benedetto in attesa che si risolvano le note vicende extra calcistiche che in questo momento potrebbero sconcentrare i ragazzi" Gomez Taleb "Bella partita ma noi lavoriamo sempre per vincere abbiamo giocato bene e festeggiamo la prima vittoria esterna che aspettavamo da tempo. Contento si per l'assist ma di più per i 3 punti che dedichiamo alla nuova società e naturalmente al Conte Arvedi che ci segue sempre con tanta passione". Prisciantelli (direttore sportivo Hellas Verona) "Dedicata con tutto il cuore al patròn Arvedi! I nuovi acquirenti? Io lavoro per l'attuale società dei nuovi nulla so e niente voglio regalare. Sono orgoglioso di aver portato Gomez Taleb in questa squadra". Remondina Questa espulsione ha dell'incredibile ho solo detto che Bellavista non era in fuorigioco ma l'incredibile è che non si possa nemmeno parlare! Non dico protestare ma solo esclamare da soli! Comunque buona vittoria ma il Verona va aiutato con qualche innesto importante se vogliamo mantenerci in zona play-off. Non sono per nulla sorpreso del risultato: vedo come lavorano i ragazzi e quelli che voi considerate seconde linee solo perchè giocano meno ma che riserve non sono. Campisi "Dopo il primo quarto d'ora dove abbiamo tenuto botta devo dire che abbiamo giocato molto bene raddoppiando e lottando sempre, stiamo la vorando bene ed il lavoro paga, abbiamo voglia di far bene e quello che accade fuori non ci deve riguardare. Durante la riunione l'avevamo detto: Dobbiamo vincere per il Conte e questa vittoria la dedichiamo a lui". Garzon "Innanzitutto a nome di tutto il gruppo mi preme dire che dedichiamo tutti questa prima vittoria esterna al patròn Arvedi. Oggi abbiamo dimostrato di poter giocarcela con chiunque e da veronese sono contentissimo di aver dato questa soddisfazione al Conte. Il gol? Bravissimo Gomez Taleb ad entrare, volevo quella palla il compagno mi ha visto ed io ci ho provato... E' andata bene! Abbiamo dei tifosi splendidi, tra i migliori d'Italia, ci seguono sempre con tanto affetto e ci danno una grandissima spinta in campo, anche a loro va dedicata questa vittoria".



LE ALTRE DEL GIRONE: 4 vittorie esterne per un Girone A molto emozionante quest'oggi che ha visto il MONZA andare a vincere sul campo della più forte del campionato, a mio modesto avviso, il NOVARA che tanto aveva impressionato pur perdendo al Bentegodi contro il VERONA. Ma anche il LECCO trionfa a LEGNANO e la REGGIANA a casa della PRO PATRIA! Cadono tutte insieme le prime della classe e addirittura in casa dimostrando il grandissimo equilibrio che regna nel campionato di terza serie del nord. il LUMEZZANE si sbarazza del contestatissimo PADOVA e la PERGOCREMA supera 'la pratica' SAMBENEDETTESE pari fra PRO SESTO e PORTOGRUARO e fra VENEZIA e CREMONESE in attesa che il CESENA se la veda stasera nel derby romagnolo contro il RAVENNA. Ghiotta occasione per fare un bel salto in zona playoff per i biancneri ma il RAVENNA non può perdere ulteriore terreno, si annuncia insomma una partita infuocata.

[ALTRE NEWS]
Segnalata una grossa rissa, prima della partita, sotto il bar dei supporters ferraresi. Sembra siano volati anche cartelli stradali e che la 'battaglia' sia stata sedata solo dall'arrivo delle forze dell'ordine. Dopo la sassaiola dell'andata verso i pulmann dei tifosi della Spal alcuni rumors segnalavano una possibile vendetta... Inutile sottolineare che episodi come questi (e quelli dell'andata al Bentegodi) mortificano il calcio e danneggiano la già pessima immagine della nostra città e dei nostri tifosi.

[IN BREVE]
VOLLEY A1: Sconfitta la MARMI LANZA VERONA ma stavolta si esce a testa alta dal palazzetto di CUNEO
CALCIO SERIE A FEMMINILE: Le ragazze di LONGEGA passeggiano sul VENEZIA, 4 a 0 e tutte a casa!
BASKET SERIE B: Troppo brutta la TEZENIS VERONA per essere vera, arriva la prima sconfitta casalinga del campionato.
VITA DA EX: Claudio GARELLA ricorda i vecchi tempi rammaricandosi, al solito, di essere uscito dal 'grande giro'...
CASO KAKA: I tabloid danno l'affare come concluso ma il proprietario del CITY dimezza la cifra offerta!
BUNDESLIGA: DIEGO pizzicato dai poliziotti, era ubriaco, patente ritirata.
PREMIERSHIP: ZOLA esulta nel derby col FULHAM grazie ad un gol di DI MICHELE. LIGA SPAGNOLA: Il BARCELLONA a valanga ma vince anche il REAL MADRID fra le polemiche.
FORMULA 1: Primi giri per la nuova MC LAREN.
BASKET: Il MONTEPASCHI vince ancora e chiude un girone d'andata da record non avendo mai perso! ROMA al sesto successo di fila.

Commenta l'articolo:oppure




GIOCO PRONOSTICI:
Terza volta per Pose Gialloblù sul massimo gradino del podio ma è Bruni a godere più di tutti: il secondo posto ottenuto oggi con 5 punti gli permette di tornare in testa alla classifica generale che vede subito sotto Boro a pari merito con RobRoy. E' una lotta punto a punto se osservate che 4 giocatori sono all'interno di due lunghezze :!: Oltre ai già citati anche Martino è in lotta... Ma gli altri non disperino: 5 anni di questo gioco mi hanno abituato alle sorprese per cui...

Brài butèi, scànive pure, l'importante l'è che a la fine me fasì vinsar UAUAUA sarà fadiga visto che son a metà clasifica in continua discesa :(

Situazione di fuoco anche in zona retrocessione dove Black ultimo con 60 vede la salvezza a 4 punti con RougeHellas ma più vicini alla metà, si fa per dire, sono Mister Loyal e Ale90HVr rispettivamente a 62 e 61... Da cortèi butèi nel c.. métive i dièi ('sa volio? son un poeta UAUAUA)

P.S: LECCO-PRO PATRIA non disputata per ghiaccio non è stata e non verrà conteggiata (vedi nuova regola in NOVITA' nel GiocoPronostici)...


Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
Bruni78
Boro, RobRoy77
Martino76
Gabri, MR3103200172
Bubu7770
Smarso69
Bridget67
Pose Gialloblu66
RougeHellas64
Mister Loyal62
Ale90HVr61
Black60


ALBO D'ORO CAMPIONI
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


Puoi commentare questo articolo sul forum BONDOLA/=\SMARSA oppure in coda a questo post per aprire magari uno scambio di opinioni... Con la prima di campionato è ripartito il gioco pronostici B/=\S: l'anno scorso la spuntò BRUNI per un solo, misero punto! (fra l'altro preso alla rubentina) Brucia ancora ma, anche quest'anno ci sarà da giocarsela! Che aspettate dunque? Si potrà giocare fino all'inizio delle partite!





- Lega Pro 1/A-Risultati e marcatori 19a
Nella diciannovesima giornata del campionato di Lega Pro Prima Divisione (girone A) Pro Patria, Spal e Novara tutte sconfitte. Ne approfitta la Reggiana che raggiunge la vetta. Cesena-Ravenna si gioca domani sera in posticipo tv.
CESENA-RAVENNA lun. 18 - ore 20,45
LEGNANO-LECCO 0-2 43’pt e 37’st Alteri
LUMEZZANE-PADOVA 2-0 9’pt Dal Bosco, 24’st Scaglia
NOVARA-MONZA 1-2 39’pt e 17’st Iacopino (M), 7’st Rubino (N)
PERGOCREMA-SAMBENEDETTESE 2-1 20’st Cammarata (S), 28’st Bonaventura (P), 38’st Le Noci (P)
PRO PATRIA-REGGIANA 0-1 35’pt Martini
PRO SESTO-PORTOGRUARO 1-1 29’pt Maah (PS), 31’st rig. Cunico (P)
SPAL-HELLAS VERONA 0-1 27’pt Garzon
VENEZIA-CREMONESE 1-1 7’pt Pesaresi (C), 43’pt rig. Momentè (V)

Classifica:
Pro Patria, Reggiana 33
Spal 32
Novara 31
Cesena 28
Hellas Verona, Padova 27
Cremonese, Lumezzane 25
Pro Sesto 24
Portogruaro 23
Monza, Pergocrema, Ravenna 22
Lecco, Legnano 18
Sambenedettese 16
Venezia* 15

* 4 punti penalizzazione
** 1 partita in meno
Cesena, Lecco, Pro Patria e Ravenna una partita in meno



- Sfatato il tabù trasferta. A Ferrara l'Hellas si impone 1-0 contro la Spal
Decide la rete di Garzon al 27' del primo tempo la sfida contro la squadra di Dolcetti che era l'unica squadra imbattuta, tra le mura amiche, del girone A. I gialloblù non vincevano in trasferta dallo scorso 6 aprile a Monza. Espulsi Remondina, il secondo allenatore e l'amministratore delegato della Spal, insieme a Cortellini. Grazie a questa vittoria gli scaligeri in classifica salgono a quota 27 punti.
SPAL 1907 - HELLAS VERONA F.C. 0 - 1

Reti: 26’ Garzon

SPAL 1907
Capecchi; Ghetti, Lorenzi, Zamboni, Cortellini; Savi, Centi (60’ Moro), Cazzamalli; Quintavalla (46’ Cazzola), Arma, Bracaletti (83’ Agodirin). (Careri, Monti, Cabeccia, Rivaldo). All. Dolcetti

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Mancinelli (87’ Campagna), Ceccarelli, Conti, Moracci; Garzon (93’ Corrent), Bellavista, Campisi; Parolo; Gomez (74’ Anaclerio), Girardi. (Franzese, Bergamelli, Ravelli, Da Dalt) All. Remondina

Arbitro: Pecorelli di Arezzo
Assistenti: D’Amore, Carmignani
Ammoniti: Ghetti, Parolo, Cortellini, Rafael, Cazzamalli
Espulsi: Remondina al 51’, Lazzarini al 53’, Bena al 55’, Cortellini all’86’
Recupero: 1’ - 6’
Spettatori: 4.000 circa

La vittoria in trasferta mancava da nove mesi in casa Hellas. Successo importante per la squadra di Remondina, a Ferrara, contro la Spal di mister Dolcetti. L'undici di partenza è lo stesso sceso in campo domenica scorsa, al Bentegodi, contro il Lumezzane.

All'ottavo la Spal si rende pericolosa dalle parti di Rafael con Centi il cui traversone indirizzato sul secondo palo non trova pronto Bracaletti. Al 10' ottima la diagonale di Campisi a chiudere su Arma, mentre al 14' ci prova per la seconda volta da distanza proibitiva Parolo. Al 16' bella la parata di Capecchi sul colpo di testa di Gomez su assist di Ceccarelli. La rete della vittoria arriva al 27': Gomez si beve, sulla sinistra, l'ex Zamboni, palla indietro per l'accorrente Garzon che di piatto infila Capecchi. Palo-gol e risultato che si sblocca. Passa nemmeno un minuto è c'è subito la reazione della Spal: azione sulla destra con la difesa gialloblù che non si fa però sorprendere. Al 42' ci prova ancora Garzon, da fuori area di sinistro, ma Capecchi blocca in volo. Al termine del primo tempo contatto sospetto, in area, tra Parolo e Zamboni, ma l'arbitro fa proseguire.

Dolcetti manda subito in campo, all'inizio del secondo tempo, Cazzola al posto di uno spento Quintavalla. Nessun cambio invece tra i gialloblù. Dopo soli 50' Cazzola non arriva, sugli sviluppi di un calcio di punizione, al tap-in vincente. Al 6' invece viene ingiustamente cacciato Remondina (seconda espulsione in questo campionato dopo quella di Cesena, ndr). L'arbitro decide poco dopo di allontanare dalla panchina della Spal sia il secondo allenatore che l'amministratore delegato. All'11' il colpo di testa di Bracaletti finisce di poco a lato. Al 30' Anaclerio prende il posto di Gomez, protagonista nell'azione della rete di Garzon e dopo 3' Girardi si fa anticipare, su invito di Parolo, da Cazzamalli che chiude in corner. Al 38' secondo giallo per Cortellini, che lascia anzitempo il terreno di gioco. Dopo due minuti Mancinelli, colpito dai crampi, lascia il posto a Campagna, ma è Rafael, al 50', a mettere il sigillo sulla vittoria abbassando la saracinesca sul tiro ravvicinato di Cazzola.

FONTE: TGGialloblu.it


- Spal-Hellas Verona 0-1
Al "Mazza" decide Garzon, che concretizza un'azione personale di Gomez
Gialloblù di nuovo al "Mazza" sedici anni dopo l’ultima sfida: il 17 gennaio 1993 i ferraresi si imposero 2-1 in una gara valida per il campionato di Serie B. Da registrare le assenze di Cortesi, Gaspari, Gottardi, La Grotteria, Martucci e Servidei da una parte, quelle di Puccio, Scapini, Sibilano e Tiboni dall’altra. Remondina conferma gli undici che hanno impattato domenica scorsa 0-0 col Lumezzane, Dolcetti schiera Quintavalla al posto di Cazzola, alla vigilia favorito per un posto da titolare.

Padroni di casa pericolosi al 9’: traversone dalla destra di Centi che taglia l’area di rigore, Bracaletti supera in velocità Mancinelli ma di prima intenzione non inquadra lo specchio della porta. Bellavista e compagni rispondono due minuti dopo con un’azione sulla corsia di destra che libera Garzon, palla al centro per Gomez che manca l’impatto.

Chiusura provvidenziale di Campisi su Arma al 12’: l’attaccante marocchino scambia con Savi ed arriva a tu per tu con Rafael, il centrocampista scaligero sbroglia la matassa. Ceccarelli rovescia dall’interno dei sedici metri verso la porta avversaria al 17’, Capecchi blocca a terra l’incornata di Gomez.

Al 26’ Garzon concretizza il grande lavoro svolto sulla sinistra da Gomez: l’argentino salta Ghetti e serve indietro, il pallone colpito in corsa dal centrocampista sbatte sul palo lontano e termina in fondo al sacco. Ancora Garzon ci prova al 43’ dai venti metri su passaggio di Campisi, il sinistro è bloccato da Capecchi.

Pronti-via e dopo un minuto dall’inizio del secondo tempo Centi calcia una punizione dalla sinistra, Arma e Cazzola mancano clamorosamente il tap-in. In cinque minuti Pecorelli allontana dalle rispettive panchine prima Remondina (51’), poi l’allenatore in seconda dei ferraresi Lazzarini (53’) ed il dirigente accompagnatore Bena (55’), tutti per proteste.

Al 58’ cross col contagiri di Mancinelli per Girardi, Zamboni anticipa di testa la punta gialloblù. Punizione dai venticinque metri di Moro al 65’, la sfera termina abbondantemente fuori. Corner dalla destra di Campisi al 73’, il colpo di testa di Gomez va alto sopra la traversa.

Spal in dieci all’86’: secondo cartellino giallo per Cortellini, punito dal direttore di gara per una simulazione. Girata pericolosissima di Arma al 92’, palla fuori di un soffio. Miracolo di Rafael su Cazzola al 94', smarcato sulla destra da Arma. Dopo sei minuti di recupero l'Hellas può festeggiare la prima vittoria esterna della stagione, Spal nuovamente battuta dopo il 2-1 dell'andata.

Il tabellino

SPAL 1907 - HELLAS VERONA F.C. 0-1 (0-1)

Reti: 26’ Garzon

SPAL 1907
Capecchi; Ghetti, Lorenzi, Zamboni, Cortellini; Savi, Centi (60’ Moro), Cazzamalli; Quintavalla (46’ Cazzola), Arma, Bracaletti (83’ Agodirin). (Careri, Monti, Cabeccia, Rivaldo). All. Dolcetti

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Mancinelli (87’ Campagna), Ceccarelli, Conti, Moracci; Garzon (93’ Corrent), Bellavista, Campisi; Parolo; Gomez (74’ Anaclerio), Girardi. (Franzese, Bergamelli, Ravelli, Da Dalt) All. Remondina

Arbitro: Pecorelli di Arezzo
Assistenti: D’Amore, Carmignani
Ammoniti: Ghetti, Parolo, Cortellini, Rafael, Cazzamalli
Espulsi: Remondina al 51’, Lazzarini al 53’, Bena al 55’, Cortellini all’86’
Recupero: 1’ - 6’
Spettatori: 4.000 circa

FONTE: HellasVerona.it



[OFFTOPIC]
VOLLEY A1: Sconfitta la MARMI LANZA VERONA ma stavolta si esce a testa alta dal palazzetto di CUNEO. BASKET SERIE B: Bruttissima la TE ZENIS per essere vera, arriva la prima sconfitta casalinga del campionato. CALCIO SERIE A FEMMINILE: Le ragazze di LONGEGA passeggiano sul VENEZIA, 4 a 0 e tutte a casa! VITA DA EX: Claudio GARELLA ricorda i vecchi tempi rammaricandosi, al solito, di essere uscito dal 'grande giro'... CASO KAKA: I tabloid danno l'affare come concluso ma il proprietario del CITY dimezza la cifra offerta! BUNDESLIGA: DIEGO pizzicato dai poliziotti, era ubriaco, patente ritirata. PREMIERSHIP: ZOLA esulta nel derby col FULHAM grazie ad un gol di DI MICHELE. LIGA SPAGNOLA: Il BARCELLONA a valanga ma vince anche il REAL MADRID fra le polemiche. FORMULA 1: Primi giri per la nuova MC LAREN. BASKET: Il MONTEPASCHI vince ancora e chiude un girone d'andata da record non avendo mai perso! ROMA al sesto successo di fila.
VOLLEY A1: Sconfitta la MARMI LANZA VERONA ma stavolta si esce a testa alta dal palazzetto di CUNEO. BASKET SERIE B: Bruttissima la TEZENIS VERONA per essere vera, arriva la prima sconfitta casalinga del campionato. CALCIO SERIE A FEMMINILE: Le ragazze di LONGEGA passeggiano sul VENEZIA, 4 a 0 e tutte a casa!
- La Marmi Lanza sconfitta 3 a 1 a Cuneo, ma esce a testa alta
La Marmi Lanza perde 3 a 1 l'anticipo della 5a giornata di volley contro Cuneo che, invece, infila la 10a vittoria consecutiva. Gli uomini di Giuliani hanno fatto quello che hanno potuto contro la fortissima Bre Banca

Brutta Tezenis, con Senigallia arriva il primo ko al Palaolimpia
Pessima prestazione della squadra di Pippo Faina, sempre all'inseguimento contro i marchigiani, nel gruppo di formazioni al quartultimo posto. Verona è apparsa in scarsa condizione ed ha pagato la serata da dimenticare di Matteo Nobile (0/3 da sotto) e l'1/8 di Gueye nelle triple. In vantaggio solo sul 59-58 al 29', i gialloblù hanno subito l'immediata reazione degli ospiti ed una difesa allegra ha concesso 6/8 nel tiro pesante al "giustiziere" Bigi

Il Bardolino vince il derby: superato 4-0 il Venezia
Successo per la squadra gialloblù contro le lagunari. Le reti sono state siglate tutte nella prima frazione di gioco e portano la firma di Paliotti (9'), Girelli (14') e Boni (18' e 43'). Mercoledì 21 la squadra di Longega, ore 16, andrà a Monza per recuperare l'ultima partita.

FONTE: TGGialloblu.it

VITA DA EX: Claudio GARELLA ricorda i vecchi tempi rammaricandosi, al solito, di essere uscito dal 'grande giro'...
- Garella, io fuori dal grande calcio
...Dopo circa tre anni di ambientamento, fu tra i protagonisti della cavalcata scudetto del Verona nella stagione 84-85. Come maturò questa impresa?
"Ad inizio campionato nessuno pensava che avessimo potuto ambire allo scudetto. Avevamo un'ottima squadra. Il gruppo storico aveva centrato per due stagioni consecutive la qualificazione in Uefa però lo scudetto era quasi per tutti un'utopia. Poi la società acquistò due grandissimi campioni nordici, Elkaer e Briegel, che riuscirono a tirar fuori tutta la bontà di questa squadra. Tutti fecero un grande campionato, le big ci snobbarono e partita dopo partita riuscimmo a consolidare il primato. Vincemmo lo scudetto tra lo stupore generale, per chi era partito dalla B come me e Tricella: la soddisfazione fu tripla. Credo che quello resterà l'ultimo scudetto vinto da una provinciale. I tempi sono cambiati, i soldi fanno la differenza, vincono sempre le solite squadre".

FONTE: UdineseBlog.it


CASO KAKA: I tabloid danno l'affare come concluso ma il proprietario del CITY dimezza la cifra offerta! BUNDESLIGA: DIEGO pizzicato dai poliziotti, era ubriaco, patente ritirata. PREMIERSHIP: ZOLA esulta nel derby col FULHAM grazie ad un gol di DI MICHELE. LIGA SPAGNOLA: Il BARCELLONA a valanga ma vince anche il REAL MADRID fra le polemiche. FORMULA 1: Primi giri per la nuova MC LAREN. BASKET: Il MONTEPASCHI vince ancora e chiude un girone d'andata da record non avendo mai perso! ROMA al sesto successo di fila.
- Tabloid: Kakà-City già fatto- Ma lo sceicco dimezza le cifre
Il brasiliano dà forfait alle sfilate di Armani dov'era annunciato nel pomeriggio. Il Daily Star riporta dichiarazioni del d.s. del Milan Ariedo Braida secondo cui il brasiliano sarebbe "firmato e venduto". Secondo l'Observer l'offerta del City sarebbe attorno ai 55 milioni e non di 110: a montare il tutto sarebbe stato Berlusconi per avere un ritorno d'immagine positivo quando l'affare sarebbe saltato

- La notte brava di Diego ubriaco, patente ritirata
Secondo la Bild, il fantasista del Werder Brema che piace alla Juve è stato fermato dalla Polizia dopo un rosso non rispettato alla guida della sua auto: aveva un tasso alcolemico superiore alla norma. Lui smentisce e dice: "Il trasferimento in commissariato? Per riservatezza"

- Real, vittoria e polemiche. Di Michele fa felice Zola
Nella 19ª giornata della Liga, i blancos battono 3-1 l'Osasuna grazie anche a macroscopici errori arbitrali. Vince pure il Villarreal e Rossi segna su rigore nel 2-0 al Maiorca. Premier League, 22° turno: un gol dell'attaccante italiano spiana la strada al West Ham nel derby col Fulham

- Barça a colpi di record. Travolto anche il Deportivo
Nella 19ª giornata della Liga, i blaugrana continuano il loro volo solitario in vetta alla classifica: al Camp Nou, arriva un secco 5-0 ai galiziani. Il Barcellona stabilisce così il nuovo primato di punti (50) in un girone di campionato spagnolo: il precedente apparteneva al Real Madrid dell'era Schuster

- McLaren, ecco i primi giri. Arrivano Renault e Williams
De la Rosa ha effettuato le prime tornate a Portimao, mercoledì e giovedì toccherà a Hamilton e Kovalainen. Domani la presentazione di altre due vetture. La Ferrari girerà in Toscana da domani a giovedì

- Siena imbattibile, Roma va. Milano senza Final Eight
Il Montepaschi chiude l'andata senza sconfitte e priva l'Armani Jeans della Coppa Italia. Roma, al sesto successo in fila, passa a Cantù. Avellino, che batte Caserta, e Montegranaro, sconfitta in casa da Ferrara, vanno in Coppa

FONTE: Gazzetta.it

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini