.

Anteprima HELLAS VERONA-LUMEZZANE: GIRARDI-GOMEZ TALEB praticamente certi davanti con TIBO fuori e SCAPO operato oggi. MORFEO alla CREMONESE!

Pligg.it - Editoria Sociale a Ricavi CondivisiAdd to Technorati Favorites

CALCIOMERCATO GIRONE A: Tutte le concorrenti dell'HELLAS, più o meno fermo ai box fino al 21 in questo senso, si sono mosse in anticipo sul mercato partito ufficialmente ieri: la SPAL ingaggiato il difensore TAKACS attende il sì di CAZZOLA ala proveniente dal TARANTO. Il PERGOCREMA è partito col botto annunciando 4 nuovi acquisti: il difensore ROSSI dal CROTONE in crisi finanziaria, l'esperto attaccante ARABONI dal SUD TIROL ed i giovani centrocampisti ('88 e '89) GALLI e BONAVENTURA provenienti rispettivamente dal PARMA e dall'ATALANTA. Bel colpo anche per il fortissimo NOVARA che ha preso il 22enne LEGATI difensore di scuola MILAN di ritorno dai francesi del MONACO mentre in Romagna CESENA e RAVENNA si rinforzano puntando a loro volta sui giovani ALESSANDRO e KHORIS. Dal SASSUOLO al PADOVA il centrocampista JIDAY 24enne; il VENEZIA, come annunciato mesi fa, ha perfezionato l'acquisto di Marco CUOGHI, figlio dell'attuale allenatore dei lagunari e appena recuperato da un grave infortunio. Il PORTOGRUARO cercherà di risollevarsi col bomber CESCA (ex BASSANO) e col terzino tarantino D'ALTERIO e così la SAMBENEDETTESE che si è rimessa in carreggiata e ha ingaggiato il terzino SIRIGNANO dall'AVELLINO oltre al 'vecchio' gialloblù CAMMARATA che ha abbandonato Busto Arsizio dopo che la PRO PATRIA ha realizzato a mio avviso il vero colpaccio di Gennaio assicurandosi le prestazioni di DO PRADO anche se la CREMONESE che con il ritorno di MONDONICO in panca s'è assicurata le prestazioni di Mimmo MORFEO, le insidia il primato. Piena crisi economica per il LEGNANO che ha iniziato i saldi: via BERTOLI e MAGGIONI... Infine il LECCO che ha comprato un nuovo portiere: ZAPPINO dal FOGGIA. Per quanto riguarda il VERONA come già detto è teoricamente tutto fermo... Quel teoricamente va scritto perchè è impensabile che il nuovo proprietario si muoverà solo a partire dal 21 e c'è chi giura (come sarebbe pronto a fare il sottoscritto) che FICCADENTI, con MARTINELLI presidente a fare il nuovo amministratore unico, starebbe già operando dietro le quinte tramite PRISCIANTELLI o qualcun altro, per portare in riva all'Adige qualche rinforzo.

Sondaggio a risposta singola
Fine 2008 pieno di eventi per l'Hellas Verona, si e' ad un passo dal cambio di proprieta', come vedi il futuro scaligero?

Sono ottimista: Martinelli portera' liquidita' nuove oltre a Ficcadenti e Mascetti! Che si vuole di piu'?
Sono moderatamente ottimista: buono il cambio ma per dire che ci abbiamo guadagnato aspetterei l'evolversi della situazione...
Chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa cosa lascia ma non sa cio' che trova. Rinvio il mio giudizio a fine campionato.
Sono moderatamente pessimista: il Conte avra' anche sbagliato ma con Previdi aveva fatto finalmente 'girare' l'Hellas, non ci voleva!
Sono pessimista: Martinelli sara' contestato come Arvedi, non sa nulla di calcio a 'sti livelli ed e' destinato a fallire anche perche' ne Mascetti ne Ficcadenti si faranno coinvolgere.


VERSO HELLAS VERONA-LUMEZZANE: Contro i bresciani, prossimi avversari al BENTEGODI per la 18esima giornata del Girone A di Lega Pro, toccherà con ogni probabilità a GIRARDI e GOMEZ TALEB sostituire TIBONI e SCAPINI. All'attaccante ex ATALANTA, quasi del tutto fuori causa per una distrazione muscolare all’adduttore sinistro, si aggiunge il centravanti di Bovolone che, dopo la botta al ginocchio rimediata a CESENA in giornata si sottoporrà ad un intervento chirurgico in artroscopia. I due attaccanti titolari non si allenanavano comunque da giorni ed un loro prossimo impiego appariva difficile, spazio quindi alle 'riserve' GIRARDI e GOMEZ TALEB che stanno perfezionando la loro intesa per essere al meglio contro i rossoblù; chissà che non sia la volta buona che il centravanti ex-CHIEVO, per il quale non si esclude un ritorno a breve alla base, dimostri in uno scatto d'orgoglio di poter mettere ancora in difficoltà mister REMONDINA nelle scelte. Per quanto riguarda l'argentino invece, impiegabile anche e sopratutto come esterno, si tratterebbe di un ritorno dal primo minuto dopo mesi passati a curasi un fastidioso malanno che lo perseguita da Luglio. La nuova coppia è comunque assolutamente inedita nel 4-3-1-2 scaligero che ha visto fino ad ora GIRARDI e GOMEZ TALEB giocare insieme raramente e solo per qualche spezzone di partita. Restano comunque carichi e particolarmente concentrati gli scaligeri che, a dispetto del cambio societario e della trepidazione per lo stato di salute del Conte, hanno rilasciato dichiarazioni che fanno ben sperare i tifosi gialloblù: RAFAEL "Sarà d'obbligo iniziare il girone di ritorno con una vittoria ma dovremo affrontare tutte le partite come finali, vogliamo i play off" CONTI "Noi dobbiamo badare solo al campo, al resto penseranno gli altri e da Domenica saranno in gioco punti vitali" REMONDINA "E' vero, durante le feste abbiamo avuto parecchi acciacchi, ma è nelle difficoltà che si vedono le squadre vere ed il carattere a questi ragazzi non è mai mancato. GIRARDI e GOMEZ TALEB? Abbiamo diverse soluzioni ma giocando oggi quella sarebbe la coppia d'attacco più probabile". Il LUMEZZANE è squadra tignosa e difficile che raramente molla punti in trasferta (5 pareggi ed una vittoria in 8 gare); fra i rossoblù sarà squalificato COLETTO, 29enne ex NOVARA arrivato in Lombardia ad Ottobre. MENICHINI allenatore dei bresciani che puntano ad una salvezza tranquilla, schiererà i suoi contando sul 'primo non prenderle': tutti chiusi e pronti a sfruttare le veloci ripartenze degli esterni d'attacco. L'HELLAS dal canto suo, più volte in sofferenza contro questo tipo di squadre e sicuramente più a suo agio con chi gioca a viso aperto e lascia giocare, dovrà vincere se vuole rimanere in vista play-off e sfruttare al massimo il fattore campo. Ci aspetta una gara avvincente!



[ALTRE NEWS]
ARVEDI: Lenti ma progressivi miglioramenti, il Conte riesce a muovere almeno le mani e sta lottando con gran forza contro il destino che lo blocca ancora a letto e lo costringe a respirare solo grazie ad una macchina, il che è abbastanza sorprendente se pensiamo ad un cardiopatico 80enne vittima di un pauroso incidente.
PREVIDI sprona i suoi ragazzi a dare tutto contro il LUMEZZANE senza pensare al cambio al vertice della società e alle condizioni del Conte che sta lentamente reagendo alle cure e per il quale, in settimana, verrà nominato un tutore legale.
ALLENAMENTO DI IERI: Differenziato per PUCCIO, terapie per Franzese, Scapini e Tiboni
GRAN COLPO della CREMONESE: con MONDONICO arriva anche MORFEO ex gialloblù nel 2000 con 10 presenze e 5 gol quando in panca c'era un certo PRANDELLI

[IN BREVE]
VITA DA EX: Il PESCARA di Nanu GALDERISI e Ylias ZEYTULAEV all'asta...
CLASSIFICA ARBITRI: Il più bravo al mondo nel 2008 è l'italiano ROSETTI
SCI SLALOM: Ottimo 3° posto di RAZZETTI a Zagabria.
FORMULA 1: Arrivano ancora guai per DENNIS, un ex dipendente lo accusa di discriminazione sessuale.
VOLLEY A1: Continua il periodo no della MARMI LANZA VERONA che perde anche contro MODENA
CALCIOMERCATO: L'ARSENAL fra ARSHAVIN e TREZEGUET mentre per SEMIOLI si fa sotto il BLACKBURN.
VITA DA EX: MUTU miglior giocatore romeno del 2008.
DAKAR NUOVA TRAGEDIE VECCHIE: Trovato morto un concorrente motociclista 49enne.
BASKET NBA: Dopo 19 vittorie di fila i CELTICS alla 5^ sconfitta in 7 gare, è crisi.

Commenta l'articolo:oppure




GIOCO PRONOSTICI:
Zampata di Bruni campione dell'ultima giornata di andata con 8 punti :!: Subito dietro la sorprendente Bridget con 6 e gradino più basso del podio a Martino, Mister Loyal, MR31032001.

Pessima giornata per me e RougeHellas ma fortunatamente Pose Gialloblu riesce a fare peggio di noi :!: Non ne ha azzeccata una e perciò va a mettere la tacca sullo speciale record degli 'zeromen' ;o) Bravo Pose UAUAUAUA

In classifica generale Boro acchiappa RobRoy sul fil di lana e perciò i campioni d'inverno sono loro, Martino si ferma ad un passo e Bruni, grazie all'exploit di oggi, è terzo assoluto... Forza butèi :!: I giochi si stanno facendo ora e... Sono apertissimi :!: :!: :!:


Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
Boro, RobRoy76
Martino75
Bruni73
Gabri70
MR3103200169
Bubu7766
Bridget, Smarso65
RougeHellas61
Mister Loyal, Pose Gialloblu60
Ale90HVr, Black57


ALBO D'ORO CAMPIONI
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


Puoi commentare questo articolo sul forum BONDOLA/=\SMARSA oppure in coda a questo post per aprire magari uno scambio di opinioni... Con la prima di campionato è ripartito il gioco pronostici B/=\S: l'anno scorso la spuntò BRUNI per un solo, misero punto! (fra l'altro preso alla rubentina) Brucia ancora ma, anche quest'anno ci sarà da giocarsela! Che aspettate dunque? Si potrà giocare fino all'inizio delle partite!





- IL CONTE IN RIPRESA
È sempre grave ma sta migliorando: ha respirato da solo e muove le mani
Piero Arvedi lotta con forza sorprendente, quasi volesse essere del tutto cosciente nel momento dell’ufficialità del trasferimento del suo amato Verona. Momento che il 20 dicembre scorso si era arreso a vedere arrivare, oberato dalle quantità enormi di denaro sborsate in passato e da tirar fuori ora per ricapitalizzare la società. L’ultimo bollettino medico diramato dal reparto di Terapia Intensiva di Neurochirurgia retto dal dott. Francesco Procaccio parla di un Piero Arvedi più cosciente, che è stato per un breve periodo staccato dalle macchine perché il suo apparato respiratorio possa riprendere il suo lavoro senza aiuti esterni. “La capacità di movimento agli arti – dice il comunicato - rimane molto modesta e limitata per ora alle mani. Le condizioni generali sono relativamente stabili ma sempre molto delicate sia per le patologie preesistenti che per l’insorgenza di possibili complicazioni dopo due settimane di terapia intensiva”.



- HELLAS, LA SVOLTA ENTRO IL 21
Cessione a un passo>> Martinelli sarà presidente con Ficcadenti amministratore unico. Quindici giorni decisivi. Le prossime mosse. Questa settimana il tribunale nominerà un tutore per Arvedi, quindi si procederà alla firma
Botti di capodanno posticipati in casa Hellas, con Massimo Ficcadenti in veste di artificiere pronto ad accendere le micce. L’ex allenatore potrebbe infatti essere, nel giro di una decina di giorni, il nuovo amministratore unico del Verona su incarico di quello che sarà, salvo clamorose sorprese, il nuovo proprietario: Giovanni Martinelli. Ficcadenti si muoverebbe già al mercato di gennaio tramite un direttore sportivo ma è presto per dire se sarà l’attuale Prisciantelli o una persona di fiducia del tecnico marchigiano.

Oggi (ieri ndS) al Tribunale di Verona sarà depositata la richiesta di nomina di un amministratore di sostegno che possa traghettare l’Hellas Verona F.C. verso la nuova proprietà. Entro il fine settimana il giudice, su proposta del pubblico ministero, pronuncerà il nome di colui che sarà, per un breve periodo, il “proprietario” della società. Il “tutor” del conte Arvedi procederà quindi alla trasferimento delle azioni a Martinelli, che potrà quindi ripianare il capitale sociale e lanciarsi nella corsa di nuovo patron dell’Hellas. Solo alcune pratiche, doverose e a norma di legge, separano l’imprenditore gardesano dall’essere il nuovo proprietario, e ciò avverrà entro il 21 dicembre.

L’avvocato Luca Giacopuzzi e il commercialista Gianpaolo Fogliardi, incaricati da Arvedi di procedere alla vendita dell’Hellas secondo quanto stabilito dalla lettera d’intenti (di fatto un preliminare) firmata dal conte e da Martinelli il 20 dicembre scorso, si sono recati lunedì dal presidente del Tribunale per illustrare la vicenda. Sentite le loro ragioni le autorità giudiziarie hanno incoraggiato i professionisti di Arvedi a porre l’istanza. Tutto ciò per snellire i tempi, protratti a causa dell’incidete corso ad Arvedi. Forse già la prossima settimana il tutore convocherà un’assemblea straordinaria in cui, alla presenza di un notaio, sarà nominato il nuovo amministratore unico. Pochi giorni, dunque, e in casa Hellas arriverà un’altra rivoluzione. Poi, si spera, si parlerà solo di pallone.

- DOMENICA IN CAMPO TIBONI E SCAPINI FUORI PER INFORTUNIO, REMONDINA LANCIA LA COPPIA GIRARDI-GOMEZ
Col Lumezzane un attacco tutto nuovo. In attacco è emergenza: durante la sosta si sono bloccate tutte e due le punte titolari. L’ex bergamasco ne avrà per venti giorni, il bomber veneto è meno grave
Mai festività natalizie sono state così tribolate in casa Hellas come quelle concluse ieri. Mentre il conte Arvedi lotta con sorprendente vigore per aggrapparsi alla vita, mentrepare imminente l’ingresso di una nuova società capitanata dall’imprenditore Giovanni Martinelli e coordinata da Massimo Ficcadenti, mentre, in tutto ciò, il mercato del calcio non può avere come protagonista la società scaligera per evidenti motivi, la squadra di Remondina cerca di fare quadrato attorno al mister e al ds Prisciantelli. Già, perché domenica si riparte e il Verona ospita un Lumezzane che ha concluso il girone d’andata con la vittoria esterna di Monza per tre reti a due, mica male. Come se non bastasse, al lungo elenco di elementi che lasciano i gialloblù in uno stato di precarietà, nei giorni scorsi si sono infortunati Matteo Scapini e Christian Tiboni, i due bomber della squadra. Quelli che da solihannotenuto il reparto d’attacco negli ultimi, proficui, mesi di campionato.

Nuova coppia d’attacco Tiboni (distrazione muscolare nella zona inguinale) non ci sarà per almeno tre gare. Per Matteo Scapini il guaio pare di minore entità, in ogni caso domenica è escluso che possa essere della partita. Saranno Gomez Taleb e Girardi ad essere chiamati a fare reparto in avanti. Si tratta di una coppia atipica, con l’argentino, che di natura è un esterno d’attacco, che avrà a responsabilità di giocarsela con il campano per offendere la rete avversaria, magari offrendo a Domenico la possibilità di rimpolpare il bottino di gol personali, bloccato a quota uno. Per entrambi, in ogni caso, si tratta di un’occasione stimolante.

Obiettivo 30 punti Con un pizzico d’org oglio Nardino Previdi ha lasciato l’incarico di dirigente dicendo: «Questa squadra, senza bisogno di ritocchi al mercato, può fare 30 punti nel girone di ritorno, quindi centrare i playoff e non solo. Devono solo capire che, come a Cesena, non possono giocare bene solo per un tempo». Considerato che la squadra, per trovare la migliore forma e disposizione in campo, ha dovuto lasciare non pochi punti su molti campi nella primaparte del torneo (pensiamo alla raffica di pareggi collezionati), l’obbiettivo potrebbe anche essere raggiungibile.



Il timore È indubbio che l’instabilità della situazione societaria potrebbe ricadere in negativo sulla squadra. I ragazzi si erano affezionati al conte e vedevano in Previdi l’uomo d’ordine di cui avevano bisogno. «Questi ragazzi, ve lo dico io, arriveranno in alto!», tuonò Arvedi di fronte a loro alla cena d’auguri a Cavalcaselle, solo venti giorni fa. Da allora molto è cambiato, ma i ragazzi sono gli stessi. Sta ora a loro dimostrare che Piero ci aveva visto lontano.

FONTE: DNews.eu


- Il club verso la cessione
Hellas, allarme attaccanti per domenica
L’Hellas è senza guida, la società è inesistente dopo l’incidente accaduto a patròn Arvedi (nella foto) e le dimissioni dell’ex presidente Previdi. E domenica torna il campionato, al Bentegodi c’è il Lumezzane e i play off restano sempre lì, ad un tiro di schioppo, nonostante l’ultima sconfitta dell’anno a Cesena.
Allarme attaccanti. Purtroppo Remondina dovrà fare a meno di Christian Tiboni, che lamenta una distrazione muscolare all’adduttore e salterà la prima gara del 2009. Anche Scapini è in forte dubbio per una botta al ginocchio. Così “scaldano” i motori Girardi (in procinto di tornare al Chievo) e Gomez.

Cessione della società. L’avvocato Giacopuzzi e il comercialista Fogliardi sono al lavoro per completare la cessione della società a Martinelli, l’imprenditore tessile di Castelnuovo del Garda. I due professionisti di Arvedi hanno infatti chiesto al tribunale la nomina di un “tutore” che possa portare l’Hellas alla cessione, così come voleva anche Arvedi che aveva firmato una lettera d’intenti la sera prima del tragico schianto in autostrada. Intanto ci sono confortanti notizie per il patròn gialloblù. Il conte, operato alla schiena, inizia a essere cosciente, anche se il quadro clinico resta critico.

Mercato. Toccherà alla nuova società provvedere a dare a Remondina (che resterà al suo posto) i giocatori adeguati per puntare subito alla B. Sono attesi cinque giocatori, due difensori, un centrocampista e due attaccanti.

FONTE: Leggo.it


- Attivissime Pergocrema (arriva l'ex spallino Rossi) e Portogruaro. Verona in stand-by
Calciomercato: ieri il via ufficiale
Comincerà ufficialmente mercoledì 7 gennaio, per concludersi alle 19 del 2 febbraio prossimo, la tranche invernale di calciomercato che riguarda la Lega Pro. I calciatori con contratto scaduto o risolto potranno essere tesserati fino al 31 marzo 2009. Dal primo gennaio, inoltre, i giocatori con contratto in scadenza a giugno potranno già firmare un preaccordo con altre squadre. La Spal dopo l'ingaggio del difensore Zoltan Takacs attende l'affondo per l'ala Umberto Cazzola (Taranto) e ufficializzerà con una firma il passaggio di Nicola Bisso al Bassano. Questi i movimenti in entrata già sicuri nel girone A della Prima Divisione, ovvero quelli delle avversarie della Spal.

Fuochi d’artificio per il Pergocrema, città che a molti ricorderà la trasferta senza tifosi al seguito dello scorso 21 dicembre. Quattro gli acquisti: in molti ricorderanno Francesco Rossi nelle fila della Spal vecchia gestione, diventato capitano e leader del Crotone (cui fu ceduto nell’estate 2002), che sta svendendo i pezzi a causa della crisi societaria che l’attanaglia. Il difensore è passata nelle fila lombarde. Non solo lui: altro acquisto di categoria è Christian Araboni, proveniente dal Sud Tirol. I tifosi della Spal lo conobbero con la maglia dell’AlbinoLeffe, cui ha legato gran parte della sua carriera. Infine, Niccolò Galli (classe 1988), regista e giovane promessa proveniente dal vivaio del Parma, che la società Ducale gira in terza serie per farsi lo ossa come avvenuto nel gennaio 2008, quanto venne girato alla Massese. Infine, dall’Atalanta arriva in prestito Giacomo Bonaventura, centrocampista classe 1989.

Il Novara, che come la Spal ha tenuto botta nella rincorsa autunnale alla Pro Patria, ha invece pescato “all’estero”: il 22enne Elia Legati, difensore centrale di scuola milanista (colonna portante degli Allievi Rossoneri campioni d’Italia nel 2003), infatti, dopo la buona stagione a Legnano era finito in prestito ai francesi del Monaco. Il lanciatissimo Cesena al momento ha effettuato l’acquisto del giovane avanti Danilo Alessandro, proveniente dall’Eccellenza laziale. Sempre in Romagna, il primo movimento del Ravenna è il giovane attaccante Jonis Khoris (‘89), arrivato in prestito dalla Reggina. Il Padova, che ha funzionato nel girone a corrente alternata, ha ingaggiato dai cadetti del Sassuolo William Jidayi (’84), innesto per la mediana che la categoria la conosce bene e che in nero verde a trovato poco spazio.



Il Venezia a provveduto all'ingaggio di Marco Cuoghi, figlio dell'allenatore Stefano, scuola Reggiana, l'anno scorso al Pizzighettone, dove un grave infortunio lo a tenuto fuori da marzo. Attivissimo il Portogruaro, che cercherà così di abbandonare la zona play out con bomber Alessandro Cesca, proveniente dal Bassano (e lo spazio dovrebbe essere colmato da Nicola isso della Spal) e il terzino del Taranto Salvatore D’Alterio. Stesso discorso per una Sambenedettese partita peggio che non si poteva ma ora risollevatasi: nelle fila marchigiane arriverà dalla Pro Patria l’espertissimo attaccante Fabrizio Cammarata (’75): nel suo curriculum giovanili Juventus, Parma, Torino, Cagliari, Verona e Salernitana. E' delle ultime ore l'ufficialità dell'arrivo del terzino Ciro Sirignano dall'Avellino.

A proposito di Pro Patria, ha colmato il vuoto in attacco già da tempo con il brasiliano Do Prado (già a Firenze, Perugia, Mantova e La Spezia). Il Lecco ha ingaggiato un nuovo numero uno: è Massimo Zappino, dal Foggia. Chi invece per cause di forze maggiore è nello stand-by più assoluto e il Verona. In procinto del passaggio di mano, l’incidente stradale occorso nei giorni scorsi al patron Pietro Arvedi ha lasciato tutto in sospeso, con l’accordo che al momento fare slittato al 21 gennaio.

FONTE: Estense.com


- Previdi sprona l'Hellas «Ragazzi, date il massimo»
INCONTRO IN SEDE. ANCHE NEL GIORNO DELL'EPIFANIA IL PRESIDENTE DIMISSIONARIO È TORNATO A VERONA PER MANIFESTARE LA VICINANZA ALLA SQUADRA
«Non fatevi condizionare da questa situazione, non ci sono attenuanti: pensate solo a vincere»
«Ragazzi, domenica dovete dare tutto. Non ci sono scusanti. Dovete farlo senza farvi condizionare da quello che sta succedendo in questi giorni al Conte e all'Hellas. Per chi ha il contratto in scadenza, è il momento di dimostrare di meritare il prolungamento, per gli altri si tratta di far capire che il Verona - a questo punto - può tentare di scalare ulteriormente la classifica»: è il senso delle parole che ieri mattina, nella sede gialloblù di via Torricelli, Nardino Previdi ha rivolto alla squadra poche ore prima dell'allenamento. Era giorno di festa, ma non per il presidente dimissionario dell'Hellas che in queste settimane, dopo il drammatico incidente di Arvedi, nonostante le condizioni di salute, non ha smesso di fare la spola tra Sassuolo, dove vive, e Verona. Alla vigilia di Natale aveva incontrato la squadra per rassicurarla: tutti gli stipendi sarebbero stati pagati. E così è stato. Il 30 dicembre è tornato a Verona, per l'incontro con i professionisti che stavano e stanno trattando la cessione a Giovanni Martinelli. Domenica ha nuovamente parlato con l'onorevole Giampaolo Fogliardi e l'avvocato Luca Giacopuzzi e ieri mattina era in sede.

«Volevo che la squadra avvertisse la vicinanza della società anche nel momento in cui Arvedì è in ospedale e potrebbe avvicinarsi il passaggio di proprietà», spiega Previdi, che è andato anche al reparto di Terapia intensiva neorochirugica dell'ospedale di Borgo Trento a trovare il Conte. «Sono legato all'Hellas, ho pensato che ci fosse bisogno di incoraggiare la squadra e di farlo subito, all'inizio della settimana, senza attendere giovedì (il martedì e il giovedì sono i due giorni nei quali solitamente Previdi viene a Verona, ndr). Mi aspetto dai giocatori una bella risposta. Li rivedrò anche nell'imminenza della partita. È una gara delicata, quella con il Lumezzane, così come saranno importanti le successive a Ferrara e San Benedetto del Tronto. L'Hellas non può permettersi di perdere colpi». Intanto si è in attesa che il Tribunale accolga la richiesta ufficiale avanzata lunedì dall'onorevole Fogliardi e dall'avvocato Giacopuzzi di nominare un amministratore di sostegno, visto l'impedimento di Arvedi a poter dare seguito al trasferimento del pacchetto azionario dell'Hellas. La risposta è attesa in tempi brevi («non è ulteriormente differibile» hanno spiegato i due professionisti) anche perché trascorrono i giorni e si accorciano i tempi per le eventuali operazioni di mercato che l'Hellas potrebbe concludere nel tentativo di rendere veramente competitiva la squadra. Già: chi lo farà il mercato?

DERBY AL «GIGLIO» Queste le partite di domenica (ore 14.30): Cremonese-Pro Sesto, Monza-Spal, Padova-Legnano, Portogruaro-Venezia, Ravenna-Pergocrema, Reggiana-Cesena, Sambenedettese-Novara, Verona-Lumezzane. Lunedì: Lecco-Pro Patria.

CLASSIFICA. Pro Patria 33; Spal 29; Cesena, Novara 28; Reggiana 27; Padova 26; Verona e Cremonese 23; Pro Sesto 22; Lumezzane 21; Ravenna, Monza, Pergocrema, Portogruaro 19; Legnano 17; Sambenedettese, Venezia 16; Lecco 15.
Venezia 2 punti di penalità.



- Tiboni e Scapini «out» La coppia d'attacco sarà Girardi e Gomez
Contro il Lumezzane, prima sfida del girone di ritorno, Gian Marco Remondina dovrà cambiare la coppia d'attacco: anche ieri (l'altro ndS) Christian Tiboni e Matteo Scapini non hanno potuto partecipare all'allenamento dei gialloblù all'antistadio a causa rispettivamente di un problema all'inguine e della botta al ginocchio destro rimediata ancora nella partita di Cesena. Il tecnico gialloblù con ogni probabilità si affiderà a Domenico Girardi e a Juan Ignacio Gomez per scardinare la difesa del Lumezzane. I numeri dicono che il potenziale offensivo si riduce: Tiboni e Scapini hanno infatti segnato complessivamente nove gol, contro i tre di Girardi e Gomez (uno per l'attaccante napoletano, due per l'argentino) ma va anche detto che i minutaggi sono molto diversi, considerato che spesso gli stessi Girardi e Gomez sono partiti dalla panchina [...]

- C'è anche Chiecchi alla corte di Menichini
Il Lumezzane, prossimo avversario del Verona, in trasferta è abbonato ai pareggi: ne ha ottenuti cinque in otto gare, ai quali vanno aggiunte due sconfitte e una vittoria, ottenuta proprio nell'ultima giornata di campionato a spese del Monza (2-3). La formazione rossoblù allenata da Leonardo Menichini, una stagione con la maglia dell'Hellas (1974-'75), lontano da casa ha segnato sette gol e ne ha subiti otto. In classifica si trova a metà, con 21 punti, due in meno del Verona: un campionato tranquillo, considerato che alle spalle ci sono otto formazioni, ma la dirigenza del Lume sta ugualmente pensando a rinforzare la squadra, puntando su Margiotta, l'esperto attaccante del Vicenza.

Tra i rossoblù bresciani da quest'anno c'è anche un veronese: si tratta di Tommaso Chiecchi, nato a Zevio trent'anni fa e cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Chievo: con la maglia del club della diga ha debuttato in serie B e in due stagioni, dal '96 al '98, ha collezionato 22 presenze e realizzato una rete. Poi cinque stagioni in serie C, nell'ordine : Brescello, Spal, Lucchese e Lumezzane. Nel luglio del 2002 il rientro al Chievo, nel gennaio è successivo la maglia del Varese, e nelle stagioni successive eccolo a Foggia e a Vittoria, campionati di C. A Modena per due stagioni, Chiecchi ha riassaporato la serie B che ha ritrovato con il Chievo nella stagione passata, quella della galoppata trionfante della squadra di Iachini verso la serie A. All'inizio di questa stagione, il ritorno di Tommaso a Lumezzane.

FONTE: LArena.it


- Doppia seduta di allenamento per i gialloblù
Mercoledì lavoro di forza, resistenza e tattica difensiva al mattino, possesso palla e partitella nel pomeriggio
Mercoledì doppia seduta di allenamento per i gialloblù di Remondina: lavoro di forza, resistenza e tattica difensiva al mattino, possesso palla e partitella nel pomeriggio. Differenziato per Puccio, terapie per Franzese, Scapini e Tiboni. L’ecografia effettuata mercoledì mattina da quest’ultimo ha evidenziato una lesione muscolare in via di risoluzione. L’ex attaccante del Cuneo si sottoporrà invece giovedì ad un intervendo di artroscopia presso la clinica ortopedica di Borgo Roma.

- Rafael: "Uniti e consapevoli"
"Domenica sarà la prima finale, dobbiamo iniziare il girone di ritorno col piede giusto"
Allarme rientrato per Rafael De Andrade: contro il Lumezzane il portiere brasiliano ritornerà tra i pali della porta gialloblù, dopo aver superato i problemi al polso riscontrati negli scorsi giorni. Poco prima di affrontare la seconda seduta giornaliera di allenamento, l’estremo difensore ha rilasciato alcune dichiarazioni davanti a microfoni, taccuini e telecamere. Hellasverona.it vi propone le dicharazioni del portiere gialloblù.

Quanto è importante la gara col Lumezzane?
"Sarà la prima finale, dobbiamo iniziare subito col piede giusto. Vincere è l’unica cosa che ci interessa."
Rispetto al match d’andata avete acquisito più consapevolezza?
"Col passare del tempo siamo maturati, dimostrando valori importanti. Ripartiamo bene già dall’inizio del girone di ritorno."
Le difficoltà societarie intaccano l’armonia dello spogliatoio?
"Noi giocatori siamo uniti, ognuno è consapevole di essere pagato per dare il meglio di sè all’interno del rettangolo di gioco. Domenica abbiamo la possibilità di dare un pò di soddisfazioni a città e tifoseria."



L’attuale posizione di classifica garantisce ulteriori stimoli?
"Ha grande importanza anche per noi giocatori, che lavoriamo duramente nel corso della settimana. Bisogna entrare in campo per centrare i tre punti."
Questa squadra può andare in Serie B?
"Sicuramente. L’obiettivo è arrivare ai play-off, e poi giocarci ogni possibilità. Per arrivare in cadetteria sono necessarie delle vittorie, cominciamo a centrarle già dalla sfida col Lumezzane."

- Conti: "In ballo punti fondamentali"
"Le questioni societarie non ci interessano, pensiamo solo a far bene in campo"
Massima concentrazione in casa Hellas dopo la ripresa degli allenamenti. Domenica al "Bentegodi" arriva il Lumezzane, ed i gialloblù hanno l’occasione per ricominciare la striscia positiva interrotta a Cesena. E’ di questo avviso Christian Conti, che ha incontrato la stampa nel consueto spazio interviste. Hellasverona.it vi propone le dicharazioni del difensore gialloblù.

Visti gli acciacchi della coppia d’attacco può essere necessario un maggior supporto dei difensori in zona-gol?
"Speriamo che Tiboni e Scapini recuperino la condizione almeno per la gara con la Spal, noi del pacchetto arretrato dobbiamo pensare a non far subire gol. Poi se andiamo a segno, tanto meglio."
Com’è la condizione di Gomez e Girardi, vista da uno che li affronta in allenamento?
"Si sono sempre allenati bene, dando il massimo in ogni occasione. Il mister li ha utilizzati un pò meno nell’ultimo periodo, ma durante le sedute di lavoro hanno evidenziato costantemente impegno e determinazione. Starà a loro farsi trovare pronti."
Quanto conta la vicinanza di Nardino Previdi in momenti come questo?
"Si tratta di un supporto importante, ci è stato vicino nei momenti difficili, dando consigli azzeccati. E’ una persona di grande esperienza, bisogna fare tesoro delle sue parole."
Cosa vi siete detti della situazione societaria, e delle vicissitudini del Conte?
"L’augurio di tutti è che il Conte Arvedi si riprenda presto. Gli siamo vicini. Altre questioni societarie non ci interessano, pensiamo solo a far bene in campo."
Il Lumezzane rappresenta una delle tante occasioni sprecate nel girone d’andata. Sei d’accordo?
"Era la prima gara, forse c’erano timore ed emozione. Le occasioni ci furono, Da Dalt colpì anche un palo. Vogliamo rifarci al "Bentegodi" perchè tre punti sono fondamentali."

- Remondina: "Vogliamo dare un segnale"
"Nelle situazioni delicate escono fuori il carattere e la qualità dei giocatori"
Prime interviste del nuovo anno per mister Remondina, che mercoledì pomeriggio ha incontrato i giornalisti presso la sala stampa dello stadio "Bentegodi". Hellasverona.it vi propone le dicharazioni del tecnico gialloblù.

In un momento difficile come questo bisogna dare qualcosa di più?
"Abbiamo terminato l’anno con l’episodio successo al Conte Arvedi, vogliamo iniziare dando un segnale sul campo dopo i suoi piccoli miglioramenti a livello di salute. Ci sono motivazioni particolari per far bene e vincere la partita"
Le insidie possono rendere ancora più compatto lo spogliatoio?
"Le vere squadre si vedono nelle difficoltà, mai quando arrivano le vittorie. Nelle situazioni particolari da risolvere escono il carattere e la qualità dei giocatori."
Contro il Lumezzane ci si può aspettare una gara d’orgoglio da parte dell’Hellas?
"Dev’essere un match giocato per il Conte e per la società. Sembra esserci un cambio imminente, sarebbe un bel biglietto da visita."
Il primo obiettivo è non perdere terreno rispetto alle dirette concorrenti.
"Quando siamo partiti la nostra preoccupazione principale era dare un’anima a questa formazione, dimostrando orgoglio e sudore da spendere. Il secondo obiettivo era quello di rimanere aggrappati ai play-off, le partite che vengono ora servono per dare maggior vigore a quanto fatto."
Gli acciacchi non sono mancati dopo la ripresa dei lavori. Com’è la situazione?
"Abbiamo avuto qualche problema in questo periodo, speriamo di riuscire ad allenarci bene nel fine settimana in modo da arrivare pronti all’appuntamento."



La coppia avanzata Gomez-Girardi è quella più probabile?
"Ci sono anche altre soluzioni, ma ad oggi sarebbe così."
Per Domenico Girardi può essere un’occasione importante?
"Ogni giocatore può incontrare delle difficoltà. Tutto dipende da come vengono affrontate, e da come vengono risolte. Ho la massima fiducia in lui, perchè ho sempre visto voglia di far bene e riconquistarsi il posto."

- Hellas Verona-Lumezzane, info biglietti
I tagliandi per la 18a gara di campionato sono disponibili presso i punti vendita del circuito Ticket One

- Il 13 gennaio parte Punto Hellas School
Il corso, riservato ai ragazzi nati dal 2000 al 2003, mira allo sviluppo degli schemi motori di base

FONTE: HellasVerona.it


- Cessione Hellas: adesso tocca al Tribunale evitare il fallimento
Dopo la segnalazione dell'avvocato Giacopuzzi e dell'onorevole Fogliardi alla Procura, si attende la nomina da parte del giudice del Tribunale civile dell'amministratore di sostegno che poi ceda la società a Martinelli facendo valere le volontà di Arvedi espresse nella lettera d'intenti.
Adesso è una battaglia contro il tempo. Perchè il rischio di un fallimento per il vecchio Hellas Verona (se i tempi della cessione a Martinelli si protrarranno eccessivamente) è più concreta. Dopo la segnalazione alla Procura della Repubblica da parte dei professionisti di Arvedi per chiedere la nomina di un amministratore di sostegno che possa cedere la società a Giovanni Martinelli, è necessaria un'azione tempestiva da parte del Tribunale. Per dirla in parole povere: i tempi del calcio non possono attendere i tempi burocratici.

ITER ACCELERATO. C'è comunque da essere fiduciosi. Il Verona è un bene della città, farlo fallire non conviene a nessuno, tantomeno ad Arvedi che ci rimetterebbe una valanga di denaro. Tanto più che la soluzione è stata già trovata dallo stesso Arvedi che firmando la lettera d'intenti per cedere la società ha di fatto evitato all'Hellas di fallire già il 31 dicembre scorso. E' in virtù di questo documento in cui sono chiaramente e dettagliatamente descritte cifre e scadenze, che i sindaci della società non hanno portato i libri in Tribunale, come era logico vista la mancata ricapitalizzazione.

TEMPI RISTRETTI. Martinelli e i suoi professionisti però non aspetteranno in eterno. Come data ultima per portare a compimento la trattativa è stato indicato il 21 gennaio. Ultima scadenza per riuscire ad operare sul mercato, sperando che la situazione della squadra non peggiori in classifica. Per questo il Tribunale dovrà agire nei confronti del Verona con tempi diversi da quelli solitamente usati in circostanze di questo tipo.

IPOTESI FALLIMENTO. "E' chiaro" ha detto l'avvocato Giacopuzzi a Tggialloblu.it "che ove non si riuscisse a portare a compimento l'operazione di cessione, l'ipotesi fallimento diventerebbe concreta con tutte le conseguenze del caso e il più danneggiato sarebbe proprio Piero Arvedi". I professionisti di Arvedi, restano però ottimisti. "Il Verona" ha detto Giacopuzzi "è un bene troppo importante per tutta la città. E come tale sarà trattato da tutte le parti in causa".



- Remondina vara un attacco inedito: Girardi-Gomez
Contro il Lumezzane mancheranno sia Tiboni sia Scapini. Ed allora l'allenatore scaligero sta pensando ad una soluzione che fino ad oggi non è mai stata provata. Con l'obiettivo di centrare la vittoria per non allontanarsi troppo dalla zona play-off.
Motivazioni ne avranno a bizzeffe. Il primo (Girardi) per dimostrare che anche lui come Tiboni sa fare gol e che il suo arrivo non è stato una scelta sbagliata. Il secondo (Gomez) per far capire che la rete realizzata con il Monza non è stata casuale, ma frutto di lavoro e di un ottimo bagaglio tecnico. Saranno loro due, Girardi e Gomez a tentare di demolire il Lumezzane nella sfida di domenica prossima al Bentegodi. Una coppia d'attacco inedita che dovrà prendere il posto di Christian Tiboni e Matteo Scapini, entrambi messi ko da due fastidiosi infortuni.

Girardi in particolare avrà tutti i riflettori puntati. Dopo un buon avvio di campionato e la rete segnata alla Sambenedettese (gol vittoria), la punta campana ha fatto tremendamente fatica a trovare spazio nella squadra scaligera, sia per il modulo tattico adottato da Remondina, sia per l'esplosione di Tiboni. Un'involuzione che ha portato Girardi sempre più lontano dal "progetto" veronese, sino ad ipotizzare per lui un possibile addio nel prossimo mercato di gennaio.

Ma, si sa, nel calcio quello che non è avvenuto per tanti mesi, potrebbe avvenire in una gara. Così i prossimi 90 minuti con il Lumezzane saranno una tappa importantissima anche per la carriera di Girardi. E' lampante che una rete potrebbe cambiare faccia al suo torneo, oltre che tenere il Verona in rotta verso i play-off che restano sempre lì a quattro punti.

FONTE: TGGialloblu.it



[OFFTOPIC]
VITA DA EX: Il PESCARA di Nanu GALDERISI e Ylias ZEYTULAEV all'asta... CLASSIFICA ARBITRI: Il più bravo al mondo nel 2008 è l'italiano ROSETTI.  SCI SLALOM: Ottimo 3° posto di RAZZETTI a Zagabria. FORMULA 1: Arrivano ancora guai per DENNIS, un ex dipendente lo accusa di discriminazione sessuale. VOLLEY A1: Continua il periodo no della MARMI LANZA VERONA che perde anche contro MODENA. LEGNANO IN CRISI ECONOMICA: Sono iniziati i saldi, via BERTOLI e MAGGIONI...  GRAN COLPO della CREMONESE: con MONDONICO arriva anche MORFEO ex gialloblù nel 2000 con 10 presenze e 5 gol quando in panca c'era un certo PRANDELLI. CALCIOMERCATO: L'ARSENAL fra ARSHAVIN e TREZEGUET mentre per SEMIOLI si fa sotto il BLACKBURN. VITA DA EX: MUTU miglior giocatore romeno del 2008. DAKAR NUOVA TRAGEDIE VECCHIE: Trovato morto un concorrente motociclista 49enne. BASKET NBA: Dopo 19 vittorie di fila i CELTICS alla 5^ sconfitta in 7 gare, è crisi.
VITA DA EX: Il PESCARA di Nanu GALDERISI e Ylias ZEYTULAEV all'asta...
Asta, calcio mercato e consulente tecnico: i grattacapo della Pescara calcio
...A proposito dell'asta negli scorsi giorni, smentendo nei fatti le dichiarazioni rilasciate nel mese di dicembre, Giuseppe De Cecco ha costituito la società Delfino Pescara 1936. Questa parteciperebbe all'asta per l'acquisizione del titolo sportivo, come già detto, attualmente di proprietà della Lega.
Per ora Peppe De Cecco insieme al figlio sono da soli ma, ovviamente, non è escluso l'innesto nella società di altri imprenditori del territorio. Su tutti Caldora, Pellegrini e fratelli Ponzio.

FONTE: PrimaDaNoi.it


LEGNANO IN CRISI ECONOMICA: Sono iniziati i saldi, via BERTOLI e MAGGIONI... GRAN COLPO della CREMONESE: con MONDONICO arriva anche MORFEO ex gialloblù nel 2000 con 10 presenze e 5 gol quando in panca c'era un certo PRANDELLI
- Saldi a Legnano: Via Bertoli e Maggioni
Il Legnano (Lega Pro - Prima divisione girone A) è in crisi economica e perde i pezzi in difesa: Matteo Bertoli è stato ceduto alla Ternana, mentre Cristian Maggioni passa al Como.

- Morfeo Alla Cremonese con Mondonico
Domenico Morfeo torna in campo. L'ex fantasista di Atalanta, Fiorentina, Milan, Inter, Parma e Brescia ha infattì detto sì alla Cremonese (Lega Pro - Prima divisione girone A), dove ritrova l'allenatore Emiliano Mondonico.

FONTE: CalcioMercato.com


CLASSIFICA ARBITRI: Il più bravo al mondo nel 2008 è l'italiano ROSETTI. SCI SLALOM: Ottimo 3° posto di RAZZETTI a Zagabria. FORMULA 1: Arrivano ancora guai per DENNIS, un ex dipendente lo accusa di discriminazione sessuale. VOLLEY A1: Continua il periodo no della MARMI LANZA VERONA che perde anche contro MODENA
- Classifica Iffhs
È L’ITALIANO ROSETTI IL MIGLIOR ARBITRO DEL MONDO NEL 2008
È Roberto Rosetti il miglior arbitro del mondo per il 2008. Il torinese è stato eletto da una giuria di esperti provenienti da 83 paesi diversi. Nella classifica, stilata dall’Iffhs, l’italiano ha ottenuto 204 punti, staccando lo slovacco Michel.

- SCI ALPINO SLALOM A ZAGABRIA
L’Italia scopre anche Razzoli pettorale 43 e terzo posto Emiliano
È il suo miglior risultato della carriera, agevolato dal diradarsi della nebbia dopo la discesa dei migliori Ma una sua grande prova era nell’aria da tempo.

- FORMULA 1
Un ex dipendente accusa Dennis
«Credeva fossi gay e mi ha licenziato»

- VOLLEY TERZO KO DI FILA PER I GIALLOBLÙ
La Marmi dura solo un set poi Modena ha vita facile

FONTE: DNews.eu


CALCIOMERCATO: L'ARSENAL fra ARSHAVIN e TREZEGUET mentre per SEMIOLI si fa sotto il BLACKBURN. VITA DA EX: MUTU miglior giocatore romeno del 2008. DAKAR NUOVA TRAGEDIE VECCHIE: Trovato morto un concorrente motociclista 49enne. BASKET NBA: Dopo 19 vittorie di fila i CELTICS alla 5^ sconfitta in 7 gare, è crisi.
- Arshavin vuole l'Arsenal. Ma c'è anche Trezeguet...
Per la stampa inglese il talento russo ha sposato la causa dei Gunners. I 22 milioni di euro chiesti dal club russo restano però troppi. Ma a Wenger piace anche l'attaccante della Juve. Sirene inglesi anche per Semioli (Blackburn) e un 19enne del Brescia

- Mutu festeggia i 30 anni "Ora è tempo di vincere"
L'attaccante, premiato come miglior giocatore romeno del 2008, domani celebra il compleanno. Idee molto chiare sul regalo: "Non sono molto contento di invecchiare. Sono felice della mia carriera, ma vorrei conquistare qualcosa con la Fiorentina"

- Tragedia alla nuova Dakar. Morto il francese Terry
Primo lutto nel rally in corso in Argentina: nella notte trovato privo di vita il 49enne motociclista francese. Era disperso da domenica. Il corpo si trovava in mezzo alla vegetazione, a una quindicina di metri dalla sua moto. Nelle prossime ore l'autopsia

- Boston e Lakers k.o. Celtics, la crisi continua
Dopo aver vinto 19 partite di fila e aver raggiunto un record di 27-2, i campioni incappano nella quinta sconfitta in sette gare, cedendo a Charlotte dopo un supplementare. Allo Staples Center gli Hornets degli stellari West e Paul si impongono 116-105

FONTE: Gazzetta.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini