.

Palla alla difesa: CONTI si accontenta del punto in laguna, CECCARELLI sottolinea la solidità del reparto arretrato e al REMO piace la mentalità...

PALLA ALLA DIFESA: CONTI si accontenta del punto in Laguna: 'In fondo' - dice - 'il VENEZIA ha messo paura a tanti'. Anche io, come ho anticipato ieri, vedo il bicchiere mezzo pieno anche se non può che rimanere un pizzico di rimpianto per la vittoria che poteva essere e non è stata... Altre volte meritavamo di perdere e abbiamo pareggiato o magari vinto per cui alla fine, come al solito, nel compendio di fine campionato si tende all'equilibrio. Ciò che invece risulterà sicuramente vincente alla lunga, do ragione a mister REMONDINA, sarà la continuità nel gioco e nella mentalità che ultimamente il VERONA sembra essere finalmente riuscito ad ottenere... Certo alcuni alti e bassi potranno essere anche fisiologici ma se ogni componente della squadra si convincerà della bontà del gioco espresso e darà tutto se stesso per ottenere un risultato positivo, poche squadre staranno davanti all'HELLAS in questo Girone A. 'La difesa si stà esprimendo bene' - aggiunge Christian - 'forse qualcosa va migliorato nelle palle inattive dove siamo in ritardo a volte, ma nel complesso ci stiamo comportando bene'... Anche CECCARELLI è d'accordo e pone l'accento sull'alta qualità del reparto arretrato a prescindere dai suoi interpreti 'che sono' aggiunge 'assolutamente intercambiabili fra loro'

Pligg.it - Editoria Sociale a Ricavi CondivisiAdd to Technorati Favorites

PALLA ALLA DIFESA: CONTI si accontenta del punto in Laguna: 'In fondo' - dice - 'il VENEZIA ha messo paura a tanti'. Anche io, come ho anticipato ieri, vedo il bicchiere mezzo pieno anche se non può che rimanere un pizzico di rimpianto per la vittoria che poteva essere e non è stata... Altre volte meritavamo di perdere e abbiamo pareggiato o magari vinto per cui alla fine, come al solito, nel compendio di fine campionato si tende all'equilibrio. Ciò che invece risulterà sicuramente vincente alla lunga, do ragione a mister REMONDINA, sarà la continuità nel gioco e nella mentalità che ultimamente il VERONA sembra essere finalmente riuscito ad ottenere... Certo alcuni alti e bassi potranno essere anche fisiologici ma se ogni componente della squadra si convincerà della bontà del gioco espresso e darà tutto se stesso per ottenere un risultato positivo, poche squadre staranno davanti all'HELLAS in questo Girone A. 'La difesa si stà esprimendo bene' - aggiunge Christian - 'forse qualcosa va migliorato nelle palle inattive dove siamo in ritardo a volte, ma nel complesso ci stiamo comportando bene'... Anche CECCARELLI è d'accordo e pone l'accento sull'alta qualità del reparto arretrato a prescindere dai suoi interpreti 'che sono' aggiunge 'assolutamente intercambiabili fra loro'.

Venezia - Hellas Verona(foto 640x420 pixel)


I contributi filmati del TGGialloblù:
- CONTI: OTTIMO PUNTO (INTEGRALE)
- CONTI 1: BICCHIERE MEZZO PIENO
- CONTI 2: CONSIGLIO PER TIBONI
- CONTI 3: PROBLEMA PALLE INATTIVE
- REMONDINA: L'INTERVISTA INTEGRALE
- REMONDINA 1: LA CLASSIFICA LA GUARDO
- REMONDINA 2: CORRENT SARA' TITOLARE
- REMONDINA 3: TIBONI PENSI A FARE GOL
- LIVE: IL DIVERBIO TIBONI-CAMPISI
- VENEZIA-VERONA: SERVIZIO VIGHINI
- VENEZIA-VERONA 0-0: LA SINTESI
- REMONDINA: POTEVAMO VINCERE
- GARZON: MERITAVAMO DI PIU'
- MANCINELLI: DUE PUNTI PERSI



ALTRE NEWS: AMICHEVOLE Giovedì col Team Santa Lucia Golosine. ALLENAMENTO DI IERI: Differenziato per Luisito CAMPISI, terapie per Dario BERGAMELLI e Gabriele PUCCIO, a riposo precauzionale Marco MANCINELLI a causa di una contusione al tendine d’Achille.

[OFFTOPIC]
VITA DA EX: Lino MUTTI nuovo tecnico della SALERNITANA, sostituisce l'esonerato CASTORI.
GLI AVVERSARI DELL'ULTIMA DI ANDATA: A CESENA si gongola, recuperato a pieno regime VERONESE e forte davanti anche con MOTTA e GIACCHERINI, dopo un avvio difficile e la batosta di VENEZIA, la squadra romagnola vede i playoff...
FORMULA 1: Mondiale 2009? SCHUMACHER scommette sul Cavallino...
TENNIS: RODDICK vince anche con la padella!
CALCIO&RAZZISMO: In INGHILTERRA non scherzano (e fan bene) 16 ricercati per insulti razzisti a CAMPBELL. Quando li beccheranno (perchè la di sicuro li beccano) si prenderanno fino 15mila Euro di multa e 10 anni di interdizione dagli stadi! Altro che in ITALIA.
FORMULA 1: MOSLEY insiste col motore unico, è braccio di ferro con le squadre. RAIKKONEN torna in pista a JEREZ.
NUOTO: A FIUME partono gli EUROPEI.
VOLLEY: VELASCO nuovo cittì della SPAGNA?

Commenta l'articolo:oppure




GIOCO PRONOSTICI:
Englishman in Middlesborough ovvero mr. Boro è Campione di giornata oggi :!: Bravo Boro you're better than us even if you follow english Premier League much more than Lega Pro Girone A :!: ;o) Secondi Pose Gialloblu e RobRoy a pari merito e poi Bruni...

Sfigadoni in 4 e sono: Ale90HVr, Bridget, Gabri e Martino con soli 2 punti realizzati

Espulso Scaligero per doppia ammonizione consecutiva: mi spiace ma hai ancora 2 espulsioni da giocarti se volessi rientrare :wink: ...

In Classifica generale è sempre RobRoy al comando sempre a 3 punti ma Martino ha ceduto il suo secondo posto a Boro...


Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
RobRoy71
Boro66
Martino64
Bruni, MR3103200161
Gabri59
Bubu77, Smarso58
Pose Gialloblu56
Bridget55
RougeHellas53
Mister Loyal52
Ale90HVr50


ALBO D'ORO CAMPIONI
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


Puoi commentare questo articolo sul forum BONDOLA/=\SMARSA oppure in coda a questo post per aprire magari uno scambio di opinioni... Con la prima di campionato è ripartito il gioco pronostici B/=\S: l'anno scorso la spuntò BRUNI per un solo, misero punto! (fra l'altro preso alla rubentina) Brucia ancora ma, anche quest'anno ci sarà da giocarsela! Che aspettate dunque? Si potrà giocare fino all'inizio delle partite!





- SECONDO REMONDINA L’ATTEGGIAMENTO DELLA SQUADRA È QUELLO GIUSTO E ALLA LUNGA PAGHERÀ
«Raccogliamo poco, ma la mentalità c’è». Il tecnico preferisce vedere il bicchiere mezzo pieno: i gialloblù non perdono da otto partite e sono sempre a ridosso della zona playoff.
I punti non sono tutto. Conta soprattutto l’atteggiamento che la squadra mette in campo, e i risultati, che di questo atteggiamento sono la conseguenza diretta, sul medio-lungo periodo non potranno non arrivare. È l’opinione di Gian Marco Remondina, che dopo lo 0-0 ottenuto a Venezia preferisce soffermarsi ancora sulla bella prestazione dell’Hellas piuttosto che rimpiangere una vittoria sfumata per le troppe imprecisioni sotto porta. «Portiamo a casa sempre poco rispetto a quello che creiamo - ammette il “Remo” -, ma sinceramente non scambierei mai una vittoria acciuffata in qualche modo fuori casa con la nostra mentalità. La mentalità è una dote che ti porta lontano, una vittoria estemporanea serve a poco». Certe partite, si sa, sono maledette. Puoi mettere sotto l’avversario, costruire un’occasione dopo l’altra ma la palla non vuole saperne di entrare. «È incredibile non essere andati in vantaggio dopo tutto quello che abbiamo creato - continua l’allenatore gialloblù -, ma io sono comunque molto soddisfatto della prova dei miei ragazzi. Alla fine, ne sono certo arriverà anche la vittoria fuori casa».



Un risultato indiscutibile, comunque, è aver prolungato la striscia positiva che adesso è arrivata a otto partite consecutive. Il Verona non perde dalla settima giornata, quando scivolò in casa contro il Ravenna, e si trova ancora a un tiro di schioppo dalla zona playoff, il che significa avere comunque trovato una certa continuità e avere ancora tutte le frecce al proprio arco. Una piccola bega interna riguarda l’impiego di Corrent, che in laguna si è dovuto accontentare di pochi spiccioli di partita, avendo sostituito Parolo quando già era iniziato il tempo di recupero. «Avevo cambiato l’assetto della squadra e c’erano ancora sette minuti da giocare - spiega il tecnico -, ma a Nicola darò sicuramente delle altre chances, di questo potete starne certi>». Chi invece si prende una bella tirata d’orecchi è Christian Tiboni, che dopo i fasti della partita col Legnano, quando segnò una fantastica tripletta, è rientrato nei ranghi risultando fin troppo nervoso per le attenzioni particolari che i difensori del Venezia gli hanno riservato. Con lui Remondina usa il bastone e la carota: «Ora che si è messo in luce è inevitabile che abbia tutti gli occhi puntati addosso. Deve stare più calmo e parlare meno con i compagni e soprattutto con gli avversari che fanno di tutto per innervosirlo. La miglior risposta che può dare a tutte le provocazioni che subisce è gonfiare la rete».

FONTE: DNews.eu


- Il difensore: «Piuttosto battiamo il Monza»
Conti controcorrente: «Hellas, va bene così»
Controcorrente. Christian Conti non è d’accordo con chi dice che a Venezia l’Hellas ha buttato via due punti. «No, in realtà il pareggio che abbiamo ottenuto in Laguna è un punto prezioso. Il Venezia è una squadra che ha messo paura a tanti e in questo campionato, ve lo assicuro non c’è niente di facile - spiega il difensore gialloblù -, per questo sono tra quelli che vuole vedere il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto».

Conti è stato richiamato da Remondina al centro della difesa del Verona dopo l’infortunio di Bergamelli. «Ormai la nostra difesa è rodata - aggiunge lui -, problemi non ce ne sono. Magari dobbiamo migliorare su alcuni dettagli, le palle inattive ad esempio ci vedono ancora un po’ impreparati. Anche domenica, l’unico rischio che abbiamo corso è stato sul colpo di testa di Poggi. Su questo aspetto dobbiamo essere più reattivi e più pronti». Quasi a metà del guado. La classifica (20 punti, a quattro dai play out, ma a tre dai play off) però è meglio non guardarla. «Sinceramente - spiega Conti - tabelle non ne faccio. Qui ogni domenica si trasforma in una battaglia e allargare l’orizzonte rischia di diventare estremamente pericoloso. Meglio stare con i piedi per terra e pensare solo alla sfida con il Monza, un’altra gara da vincere».

FONTE: Leggo.it


- «Tiboni e Campisi? Hanno già fatto pace»
IL BATTIBECCO. CHRISTIAN CONTI ASSICURA CHE IL LITIGIO TUTTO GIALLOBLÙ DEL PENZO È RIENTRATO. POI INVITA LA SQUADRA A MANTENERE UMILTÀ E CONCENTRAZIONE
Nessuno strascico, nessuna polemica: a quarantott'ore di distanza Christian Conti cancella il battibecco nato in campo, a Venezia, tra Tiboni e Campisi (che rimproverava al compagno di squadra l'eccessivo nervosismo): «Nessun problema. Parliamo di due bravi ragazzi. Si tratta di episodi che in campo capitano, ma tutto è rientrato ed è già stato abbondantemente chiarito». Il difensore gialloblù, archiviato il pari dei rimpianti, pensa in positivo. Ma tenendo sempre i piedi ben saldi a terra: «Le ultime partite hanno dimostrato che il Verona sa stare umile e concentrato», rileva. «Del resto è soltanto così che si va avanti. Dove? Io dico che il primo obiettivo è quello dei quaranta punti che assicurano la salvezza. Dopodiché potremo pensare di sognare qualcosina di più». La tappa in laguna ha confermato che la difesa (nella quale il giovane centrale romano ha ancora una volta fatto valere prestanza fisica e qualità tecniche) regge meglio - numeri alla mano - lontano dal Bentegodi. Conti non ci crede: «Le statistiche spesso c'entrano poco con la realtà», puntualizza infatti. «Io credo che, in casa o fuori, si debba solo cercare di evitare gi errori. Poi ci sono gli episodi a fare il resto».

Restando alla prestazione di domenica, al di là degli errori commessi davanti alla porta avvresaria, permane la sensazione di aver ammirato il Verona solo per tre quarti di gara. E che alla fine i gialloblù abbiano visibilmente rinculato: «È normale che dopo 75', 80' giocati in un certo modo escano anche gli avversari», replica l'intervistato. «Non è semplice giocare sempre con l'intensità che abbiamo dimostrato, per dire, nel primo tempo. In campo del resto non c'è solo l'Hellas Verona... Il Monza? Bisogna insistere. Non dobbiamo sentirci arrivati e giocare anche per i nostri tifosi, che a Venezia ci sono mancati». Quindi Conti allarga le prospettive, inquadra il lotto delle avversarie e svela la ricetta per tenere la rotta: «La categoria è tosta e il campionato molto equilibrato. Per vincere le partite bisogna essere più bravi e mollare per ultimi».



- Ceccarelli alza i giri al motore gialloblù
LA DIFESA VA ALL'ATTACCO. DALLA FIDUCIA NELL'UNDICI SCALIGERO AI BUONI PROPOSITI IN VISTA DI DOMENICA: «RIPRENDIAMOCI I DUE PUNTI LASCIATI IN LAGUNA»
Il centrale non nasconde il sogno play off «Questo Verona è obbligato a puntare in alto Non sono qui per fare campionati anonimi». Ceccarelli vola alto: «Non abbiamo paura di nessuno: siamo obbligati a puntare ai play off»
Va bene vivere alla giornata, evitare tabelle di marcia, ipotesi di percorso e calcoli complicati. E passi pure la consapevolezza dei limiti di inesperienza della squadra, ma il Verona, anche a Venezia, ha confermato segnali di crescita che non possono essere sottovalutati. E che autorizzano ambizioni qualificate, come annuncia Luca Ceccarelli: «Per come la penso io», rileva il centrale difensivo gialloblù, «se continueremo a lavorare così e a stare sul pezzo i play-off sono sicuramente alla nostra portata. Noi dobbiamo puntare in alto. Non sono venuto a Verona per fare campionati anonimi», è la dichiarazione di guerra.

SALTO DI QUALITÀ. Insomma, l'attacco al vertice parte dalla difesa: «Per il salto di qualità ci manca proprio qualche vittoria in trasferta», ammette Ceccarelli rammaricandosi ancora dello 0-0 del "Penzo", «perché fare un punto o tre punti fuori casa non è lo stesso. Ma noi non abbiamo paura di nessuno e sappiamo di potercela giocare alla pari con tutti». Le valutazioni sul pari di domenica restano però sospese tra la soddisfazione di «aver allungato la serie positiva» e la delusione «per i due punti perduti». Per cui «non ci resta che preparare per bene la partita in casa con il Monza per riprenderci quello che abbiamo lasciato in laguna».
Tanto più che i tre punti potrebbero avere l'effetto di distanziare i brianzoli e, profittando magari delle difficoltà di Lumezzane (in casa col Novara) e Pergo (a Sesto), spaccare il campionato in due tronconi e dare sostanza ai sogni gialloblù: «Sappiamo che la nostra classifica è buona e che la vittoria potrebbe spalancarci strade importanti. E che l'appuntamento con il Monza è di quelli che conta. Noi nella metà buona della graduatoria vogliamo assolutamente rimanerci», avverte il difensore, «e garantisco che faremo di tutto anche per migliorarci».

SOLIDITÀ. Ripassato, come di consueto, il capitolo maturità («la squadra non è continua? Siamo giovani, non sempre è facile per noi gestire la partita», spiega), Ceccarelli entra nelle dinamiche del reparto. Orgoglioso del fatto che, cambiando l'opzione dei fattori (con lui anche Conti e Bergamelli) l'affidabilità resta elevata: «È vero», dice, «che ruotando i centrali le coppie risultano sempre affiatate e il reparto non perde efficacia. Ma il concetto non riguarda solo il reparto arretrato. La verità è che questo è un gruppo di ventidue persone nel quale tutti meriterebbero di giocare perché tutti ci stanno mettendo l'anima». Il paradosso, davanti a Rafael, è che ultimamente si beccano tanti più gol in casa che non in trasferta: «Non c'è dubbio che in casa bisogna crescere perché in certe situazioni, vedi il Legnano, riusciamo incredibilmente a complicarci la vita. Il fatto è che bisogna stare sempre concentrati e mai pensare che siamo più bravi degli altri. Le colpe? Sia quando i gol faticano ad arrivare sia quando si prendono il problema va allargato a tutta la squadra. Insomma, se prendiamo tre gol dal Legnano è perché tutti undici non abiamo saouto proteggerci», precisa il difensore. «Al di là, è chiaro, degli errori dei singoli».

LA MARCIA IN PIÙ. Magari è l'effetto-Bentegodi che induce a prendersi qualche confidenza di troppo. E magari domenica vuoti e silenzi di un "Penzo" semideserto (e completamente orfano di tifosi scaligeri) hanno influenzato positivamente la quota di attenzione: «Macché! Giocare senza tifosi è proprio brutto», racconta Ceccarelli. «Averceli al fianco rappresenta davvero una marcia in più per la squadra».

FONTE: LArena.it


- Ceccarelli: "Subito concentrati sul Monza"
"Giocando con determinazione e voglia di vincere si può ambire a qualcosa importante"
Martedì pomeriggio, presso la sala stampa dello stadio "Bentegodi", il difensore Luca Ceccarelli ha incontrato i giornalisti in occasione dello spazio interviste. Nei gialloblù resta l’amaro in bocca per non aver espugnato il campo del Venezia: "Domenica meritavamo di portare a casa i tre punti, abbiamo dimostrato di essere superiori. Alla fine ci accontentiamo di un pari che sta stretto, non siamo riusciti a concretizzare le occasioni create. Mettiamo da parte la sfida coi lagunari, concentrandoci da subito sul prossimo impegno col Monza."

Dopo le tre reti subite ad opera del Legnano, la porta di Rafael è rimasta nuovamente inviolata: "Stiamo facendo bene, merito di tutta la squadra. Quando si prende gol o non si va a segno, le responsabilità vanno divise. Stessa cosa quando si fa bene. Coi lombardi abbiamo peccato in personalità, senza riuscire a gestire le sorti del match."



Analizzando le gare fin qui disputate, è possibile notare che i gialloblù reagiscono spesso dopo esser passati in svantaggio: "Dobbiamo entrare subito in campo per mettere in difficoltà gli avversari e fare la partita. Questo è un girone equilibrato, non ci sono formazioni più forti delle altre. Abbiamo qualità, se continuiamo a giocare con determinazione e voglia di vincere possiamo ambire a qualcosa importante. Appena il ritmo cala, diventiamo una compagine normale."

- Remondina: "Vedo una mentalità vincente"
"I ragazzi stanno facendo bene, dobbiamo lavorare per capitalizzare le occasioni"
Come di consueto, martedì pomeriggio si è tenuto presso la sala stampa dello stadio "Bentegodi" lo spazio interviste d'inizio settimana. A due giorni dal match col Venezia, il tecnico Gian Marco Remondina ha fatto il punto sulla situazione in casa gialloblù. La classifica parla di un Hellas situato a pochi punti dai play-off: "Siamo vicini al gruppo, cerchiamo di rosicchiare qualche punto alle formazioni che ci precedono. Qualcuno l'abbiamo perso per strada, dobbiamo lavorare per capitalizzare le occasioni create. Riconosciamo comunque che questi ragazzi stanno facendo bene, evidenziando una mentalità vincente."

Contro la formazione di Cuoghi gli scaligeri hanno messo in mostra un primo tempo di ottimo livello: "Quando giochiamo creiamo buone occasioni, bisogna avere la capacità e la forza di farsi trovare pronti nello sviluppo dell'ultimo passaggio. Si è trattato di una delle migliori gare disputate, ma senza gol resta una partita fine a sè stessa. Un minimo calo è fisiologico, la squadra ha patito solamente sui calci piazzati. Sulle azioni sviluppate dall'avversario non ho avuto la stessa impressione."

- Conti: "Vietato fare programmi"
"Diamo il massimo per arrivare nelle migliori condizioni possibili al giro di boa"
In occasione della ripresa degli allenamenti da parte della squadra scaligera, il difensore Christian Conti ha rilasciato alcune dichiarazioni agli organi di stampa. Il pareggio col Venezia ha allungato ulteriormente la striscia di risultati positivi: "Non perdiamo dalla gara col Ravenna, da parte nostra resta un pò di rammarico per non aver centrato il bottino pieno al "Penzo". Ora ci aspetta il Monza, diamo il massimo per vincere in modo da arrivare nelle migliori condizioni possibili al giro di boa."

Contro la formazione di Cuoghi i gialloblù hanno subìto un calo fisiologico col passare dei minuti, tenendo comunque le redini del gioco per lunghi tratti: "Due settimane fa, nel primo tempo il Legnano non è mai uscito dalla propria metà campo, poi nella seconda frazione ci siamo rilassati pagandone le conseguenze. Ci è servito di lezione, con i lagunari siamo rimasti concentrati fino al termine del match. Ora viviamo di partita in partita senza fare programmi."

- Mercoledì doppia seduta di lavoro per i gialloblù
Forza, velocità e tecnica al mattino, possesso palla e partitelle nel pomeriggio
Secondo giorno di lavoro per la squadra scaligera dopo il pareggio ottenuto allo stadio "Penzo". Mercoledì gli uomini di Gian Marco Remondina hanno affrontato una doppia seduta di lavoro sul campo dell’antistadio. Per i gialloblù lavoro di forza, velocità e tecnica al mattino, possesso palla e partitelle a tema nel pomeriggio. Differenziato per Luisito Campisi, terapie per Dario Bergamelli e Gabriele Puccio, a riposo precauzionale Marco Mancinelli a causa di una contusione al tendine d’Achille. Giovedì amichevole col Team Santa Lucia Golosine al centro sportivo di Via Bisenzio a Verona. Fischio d’inizio alle ore 14:30.

- Giovedì amichevole col Team Santa Lucia Golosine
Il match si disputerà presso il centro sportivo di Via Bisenzio (fischio d'inizio alle ore 14:30)
In preparazione alla sfida col Monza la squadra di Gian Marco Remondina affronterà in un incontro amichevole il Team Santa Lucia Golosine (Promozione - Girone A), club che vanta un’importante collaborazione col Settore Giovanile gialloblù. Il fischio d’inizio del match, che si disputerà giovedì pomeriggio presso il centro sportivo di Via Bisenzio a Verona, è previsto per le ore 14:30.

- Franzese, Garzon e Scapini alla "Giornata della Pigotta"
I tre gialloblù hanno preso parte all'evento organizzato dall'Unicef, tenutosi presso la Gran Guardia

FONTE: HellasVerona.it



- Conti: per me il bicchiere è mezzo pieno
Il difensore va controcorrente: "A Venezia abbiamo preso un buon punto. Il salto di qualità lo faremo dopo una vittoria ma non bisogna disprezzare questo pareggio. Campisi e Tiboni? Tutto ok, sono amici. In difesa dobbiamo migliorare sulle palle inattive"
Il pareggio di Venezia non è proprio da buttare. Lo pensa Christian Conti, difensore dell'Hellas che risponde così quando si avanza l'ipotesi che in Laguna il Verona abbia buttato via 2 punti: "E' un pareggio da tenere stretto. Io guardo al bicchiere mezzo pieno e secondo me questo punto è importante. Certo, dispiace che dopo un primo tempo di grande livello, non siamo riusciti a segnare. Ma il salto di qualità lo faremo quando vinceremo, senza farci prendere adesso dall'assillo o dalla disperazione".

Conti è tornato sull'episodio che ha visto protagonista Tiboni alla fine del primo tempo. "Tiboni è amico di Campisi, si conoscono fin da bambini, figuratevi se ci sono problemi tra loro due". Infine, le cose da migliorare nel reparto difensivo: "Su azione rischiamo sempre poco. Semmai dobbiamo migliorare sulle palle inattive".

FONTE: TGGialloblu.it



[OFFTOPIC]
VITA DA EX: Lino MUTTI nuovo tecnico della SALERNITANA, sostituisce l'esonerato CASTORI. GLI AVVERSARI DELL'ULTIMA DI ANDATA: A CESENA si gongola, recuperato a pieno regime VERONESE e forte davanti anche con MOTTA e GIACCHERINI, dopo un avvio difficile e la batosta di VENEZIA, la squadra romagnola vede i playoff... FORMULA 1: Mondiale 2009? SCHUMACHER scommette sul Cavallino... TENNIS: RODDICK vince anche con la padella! CALCIO&RAZZISMO: In INGHILTERRA non scherzano (e fan bene) 16 ricercati per insulti razzisti a CAMPBELL. Quando li beccheranno (perchè la di sicuro li beccano) si prenderanno fino 15mila Euro di multa e 10 anni di interdizione dagli stadi! Altro che in ITALIA. FORMULA 1: MOSLEY insiste col motore unico, è braccio di ferro con le squadre. RAIKKONEN torna in pista a JEREZ. NUOTO: A FIUME partono gli EUROPEI. VOLLEY: VELASCO nuovo cittì della SPAGNA?
VITA DA EX: Lino MUTTI nuovo tecnico della SALERNITANA, sostituisce l'esonerato CASTORI.
- Salernitana Calcio esonera Castori. Bortolo Mutti nuovo allenatore
Il presidente Lombardi e la dirigenza della Salernitana Calcio 1919 hanno
raggiunto l'accordo con il nuovo allenatore dei granata Bortolo Mutti con
un ...

FONTE: Italia-News.it


GLI AVVERSARI DELL'ULTIMA DI ANDATA: A CESENA si gongola, recuperato a pieno regime VERONESE e forte davanti anche con MOTTA e GIACCHERINI, dopo un avvio difficile e la batosta di VENEZIA, la squadra romagnola vede i playoff...
- Mai così vicino alla vetta
Il Cesena sente il profumo dei playoff. La squadra si è ripresa in fretta dalla batosta veneta e segna un 2-1 contro una presuntuosa Spal. E' forte in attacco col miglior Motta di sempre, Veronese recuperato, Giaccherini devastante e un Chiavarini tuttofare
FONTE: IlRestoDelCarlino.IlSole24ore.com


FORMULA 1: Mondiale 2009? SCHUMACHER scommette sul Cavallino...
- SCHUMI VEDE SOLO IL ROSSO DELLE FERRARI
Formula 1>> Per il tedesco il Cavallino affronterà la prossima stagione con il favore del pronostico
Parola di Michael «Massa e Raikkonen al top lotteranno al massimo con i soliti avversari». Rivoluzione low cost
Tutto pensato per battere anche la crisi economica ma il Kers fa già discutere

FONTE: DNews.eu


TENNIS: RODDICK vince anche con la padella! CALCIO&RAZZISMO: In INGHILTERRA non scherzano (e fan bene) 16 ricercati per insulti razzisti a CAMPBELL. Quando li beccheranno (perchè la di sicuro li beccano) si prenderanno fino 15mila Euro di multa e 10 anni di interdizione dagli stadi! Altro che in ITALIA. FORMULA 1: MOSLEY insiste col motore unico, è braccio di ferro con le squadre. RAIKKONEN torna in pista a JEREZ. NUOTO: A FIUME partono gli EUROPEI. VOLLEY: VELASCO nuovo cittì della SPAGNA?
- Roddick gioca e vince con una padella in mano
Lo statunitense ha sfidato un dilettante per promuovere la sua fondazione benefica e lo ha battuto 7-4 con una racchetta "non convenzionale". Ma per l'ex numero uno non era la prima volta

- Insulti razzisti a Campbell 16 ricercati in Inghilterra
I tabloid hanno pubblicato le foto dei fans del Tottenham che lo scorso 28 settembre rivolsero improperi di ogni genere contro il difensore del Portsmouth. Rischiano 10.000 sterline di multa e 10 anni di interdizione dagli stadi

- Fia-squadre, braccio di ferro
A Jerez è tornata in pista la F.1 ma si parla solo delle misure anti-crisi. Mosley vuole il motore unico, i team meno test e corse più brevi. La Mercedes boccia il Kers

- Riecco Kimi sulla Ferrari. A Jerez brilla la Toro Rosso
Vacanze finite per il finlandese, che oggi in Spagna ha aperto la tre giorni di test. Quinto tempo per Raikkonen: "Sono felice di essere risalito in macchina". Giornata comunque poco indicativa a causa della pioggia. E domani gira anche Massa

- Fiume, via agli Europei. Il nuoto a caccia di record
La rassegna continentale in vasca corta, che partirà oggi, avrà il primato di nazioni e partecipanti. Tra gli italiani, la Filippi, la Segat e Colbertaldo potrebbero rivestire il ruolo di punta. E sulla competizione c'è sempre l'ombra del superbody...

- Velasco c.t. della Spagna. Imminente l'annuncio
Domenica sera potrebbe arrivare l'ufficialità: dopo aver guidato Italia, Argentina e Repubblica Ceca, l'ex allenatore azzurro siederà sulla panchina della nazionale iberica che l'anno prossimo dovrà difendere l'Europeo del 2007

FONTE: Gazzetta.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNews

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini