.

MAZZONI, portiere del LECCO, ha sputato contro LA curva: complimenti! HELLAS VERONA: l'attacco c'è, PAGANESE: Occhio a CANTORO. MANFREDONIA-Grezzana.

Il portiere del LECCO? Bell'esempio di sportività davvero... HELLAS VERONA: dopo le ultime prestazioni cominciano a tornare un po' i conti. Antonio BELLAVISTA confessa a Ciccio VIGHINI: sempre avuto fiducia ma rimaniamo concentrati. Per la trasferta di PAGANI occhio a CANTORO, il bomber argentino che milita nella squadra campana nostra avversaria la prossima Domenica, ha segnato una doppietta al VENEZIA ed è già in doppia cifra sul tabellino marcatori. Lorenzo SIBILANO analizza il suo rientro e la sfida di Domenica. Parlano anche Davide PELLEGRINI e Antonio BELLAVISTA. Il giudice sportivo ferma Marco MANCINELLI e Natale GONNELLA. Capitan ORFEI & C. tornano al lavoro. Mister PELLEGRINI, per far provare alla squadra il sintetico che si trovera a MANFREDONIA, sfrutterà gli impianti del GREZZANA CALCIO.
Il portiere del LECCO? Bell'esempio di sportività davvero... HELLAS VERONA: dopo le ultime prestazioni cominciano a tornare un po' i conti. Per la trasferta di PAGANI occhio a CANTORO, il bomber argentino che milita nella squadra campana nostra avversaria la prossima Domenica, ha segnato una doppietta al VENEZIA ed è già in doppia cifra sul tabellino marcatori. Il giudice sportivo ferma Marco MANCINELLI e Natale GONNELLA. Capitan ORFEI & C. tornano al lavoro. Mister PELLEGRINI, per far provare alla squadra il sintetico che si trovera a MANFREDONIA, sfrutterà gli impianti del GREZZANA CALCIO.
- Macché fair play Mazzoni «sputa» contro la Curva

- TORNA IL SORRISO.
IL VERONA HA FATTO CENTRO 9 VOLTE NELLE ULTIME 6 GARE, NON HA PIÙ IL PEGGIOR ATTACCO DELLA C
Hellas in gol, la cooperativa ha 2 soci in più. Hanno rotto il ghiaccio Cissè e Corrent Adesso sono tredici i giocatori del Verona che sono andati a segno in questa stagione

- QUI PAGANESE. IL PERICOLO NUMERO UNO
Cantoro urla «Il bomber si è svegliato». L’attaccante argentino ha fatto centro due volte con il Venezia, ora punta alla doppia cifra
L’impresa che pareva impossibile oggi appare un po’ più alla portata. Certo ne serviranno ancora di gol per tentare di evitare la retrocessione diretta in C2, quello spauracchio con il quale Lucas Maximilian Cantoro e la Paganese stanno lottando da inizio stagione.

Per fortuna che nel momento caldo il centravanti argentino si è ricordato di come si fanno gol e assist, prima nel successo con il Venezia poi nel pareggio di Busto Arsizio. «Ma la gara con il Venezia è stata la più importante del nostro campionato - afferma l’attaccante nato a Buenos Aires 29 anni fa - sapevamo di avere un solo risultato a disposizione e siamo stati bravi ad entrare da subito in partita, mettendo il Venezia alle corde».

Un modo davvero esaltante per festeggiare il compleanno - è nato il 3 aprile - e soprattutto per riaprire i giochi in fondo alla classifica. «Con il Verona ci giocheremo tutto nello scontro diretto alla terzultima giornata. Abbiamo fatto risultato anche con la Pro Patria, arriveremo alla sfida con grande morale e con la consapevolezza di avere le carte in regola per puntare alla vittoria».

Per una squadra che non vinceva da prima di Natale, i 4 punti conquistati nelle ultime 2 partite rappresentano una manna dal cielo. «Purtroppo la nostra è una stagione davvero disgraziata - conclude Cantoro - e l’unica cosa che possiamo fare è lavorare con grande impegno e dedizione per cercare di raggiungere quella salvezza che soltanto qualche giornata fa sembrava irraggiungibile. Ora è come se per noi fosse cominciato un nuovo campionato».

L’obiettivo della doppia cifra non dista molto ma Cantoro lo baratterebbe volentieri con quella salvezza che a Pagani verrebbe accolta alla stregua di un miracolo. Del resto il puntero d’oltre oceano è da sempre abituato a togliere le castagne dal fuoco a formazioni in lotta per non retrocedere. Un filo conduttore che salvo qualche apparizione nelle zone alte della classifica ha contraddistinto la sua carriera. Cresciuto nelle giovanili del Velez Sarsfield, nell’estate del 2001 viene acquistato dal Monza che lo fa esordire in C1 ma i brianzoli retrocedono in C2. Nelle stagioni successive Cantoro veste le maglie di Isernia, Monte San Savino, Foggia, Padova e Martina prima di approdare, nell’estate del 2007, alla Paganese.

- IL GIUDICE SPORTIVO. COSTA CARA L’AMMONIZIONE AI DUE DIFENSORI
Arriva la giornata di squalifica per Mancinelli e Gonnella. Emergenza cartellini, entrano in diffida anche Corrent e Orfei Rientrerà Comazzi

- LE NEWS. APPUNTAMENTO ALL’ANTISTADIO
Orfei e compagni tornano al lavoro

- IN VISTA DI MANFREDONIA. FATTO L’ACCORDO
Campi in sintetico? Si prova a Grezzana
Mancano ancora tre settimane all’ultima partita di campionato, quella con il Manfredonia, ma il Verona mette già le mani avanti. La società pugliese è l’unica squadra del girone A della C1 che gioca su un campo in erba sintetica e, proprio per questo, ieri pomeriggio il responsabile del settore giovanile, Riccardo Prisciantelli, ha raggiunto un accordo con Tiziano Rigo, presidente dell’Ac Grezzana, per utilizzare gli impianti sportivi della società dilettantistica della Valpantena nella settimana che precederà la sfida con il Manfredonia, una partita delicatissima per i gialloblù vista la posizione in classifica dei ragazzi allenati da Pensabene.

Dopo la partita in casa con il Novara e prima dell’ultima trasferta dell’anno, tra fine aprile e inizio maggio, i ragazzi di Pellegrini proveranno schemi e allunghi su un campo che ha una conformazione molto simile al rettangolo di gioco presente allo stadio «Miramare» di Manfredonia. «La conoscenza del terreno di gioco - ha spiegato Prisciantelli - è importante per tutti, in questo momento della stagione è fondamentale. Ringrazio il presidente del Grezzana e la società perchè hanno capito immediatamente le nostre esigenze».

FONTE: LArena.it

L'album immagini di Verona - Lecco

Antonio BELLAVISTA confessa a Ciccio VIGHINI: sempre avuto fiducia ma rimaniamo concentrati
Bellavista: «Hellas, adesso sono vietate le distrazioni»
«E’ arrivato il momento di non sbagliare più nulla. Abbiamo due partite che ci possono spingere ai play out. Paganese e Manfredonia: siamo tornati in corsa non possiamo fallire l’obiettivo proprio adesso». Antonio Bellavista è diventato l’anima dell’Hellas. Parole da leader assoluto. Di più: un punto di riferimento del rinnovato spogliatoio veronese.

Logico che nella settimana più importante dell’anno, sia proprio lui a dare la carica. «Ora ci siamo ritrovati e non possiamo più smarrirci. Abbiamo segnato qualche gol, ma a mio avviso ne prendiamo ancora troppi. Dobbiamo metterci un po’ più di attenzione. Ho sempre detto che il gol, grazie ai giocatori che abbiamo e alle qualità che questa squadra possiede, lo possiamo trovare anche al 90’. L’importante è non subire».

Bellavista è sempre stato ottimista sulle possibilità che aveva il Verona di ritornare in corsa per i play out. «Ve lo dicevo - conclude -, anche a gennaio, appena arrivato: con questa rosa...».

Intanto il giudice sportivo ha squalificato Gonnella e Mancinelli per un turno. Buone notizie per Garzon: ci sarà a Pagani. Ottocento euro di multa, invece, alla società: «perché propri sostenitori nel corso del secondo tempo, accendevano nel proprio settore e lanciavano nel recinto di gioco due fumogeni, senza conseguenze».

FONTE: Leggo.it


Lorenzo SIBILANO analizza il suo rientro e la sfida di Domenica. Parlano anche Davide PELLEGRINI e Antonio BELLAVISTA
- LA GRANDE SFIDA, UN PAREGGIO POTREBBE BASTARE, MA IL DIFENSORE PREFERISCE CHIUDERE IL CONTO CON I CAMPANI
Sibilano: «A Pagani voglio i tre punti»
Sibilano e il vento del Sud Lorenzo è tornato in squadra dopo un mese. Lo strappo muscolare si è sanato e ilpoderoso difensore barese ha dimostrato col Lecco di essere tornato
con una gran voglia di combattere. «Ho vissuto la retrocessione in C e le grandi difficoltà avute fino a due mesi fa, ho molta voglia di portare l’Hellas alla salvezza», dice. A Pagani, come in altri campi del sud, tentano di intimidirti col frastuono dei tifosi e con l’agonismo in campo. Bene, siamo pronti. Il Verona andrà per i tre punti».

La squadra si è finalmente sbloccata dopo mesi di apatia. «Perché sono arrivate le vittorie - continua il centrale della difesa -, ora sappiamo quello che valiamo e abbiamo imparato a conoscere il campionato di C1. Una squadra come la nostra, se dà il massimo fino in fondo alla partita, alla fine fa prevalere i suoi valori, e vince». Poi conclude: «Domenica dovremo stare tranquilli, non farci ingannare dall’a tm o sfera, ma nemmeno esasperare i toni per quel che andremo ad affrontare. Alla fine il responso lo dà il quadrato verde

FONTE: DNews.eu




[OFFTOPIC]
CALCIO FEMMINILE: Il BARDOLINO VERONA si gode il secondo tricolore consecutivo. PALLAVOLO VERONA: La MARMI LANZA in difficoltà, deve ritrovare gioco e punti altrimenti la strada per la A1 si fa dura. PALLACANESTRO VERONA: Simone GUADAGNINI sulla vittoria ottenuta a RAVENNA dalla BANCA POPOLARE. CALCIO&VARIE&EVENTUALI: Occhio ad insultare un arbitro: ogni VAFFA son 333,3 periodico leori! Ah ah o almeno così è stato deciso per Francesco TOTTI. TENNIS: Coppa DAVIS semifinali con ARGENTINA-RUSSIA e SPAGNA-USA
CALCIO FEMMINILE: Il BARDOLINO VERONA si gode il secondo tricolore consecutivo. PALLAVOLO VERONA: La MARMI LANZA in difficoltà, deve ritrovare gioco e punti altrimenti la strada per la A1 si fa dura. PALLACANESTRO VERONA: Simone GUADAGNINI sulla vittoria ottenuta a RAVENNA dalla BANCA POPOLARE. CALCIO&VARIE&EVENTUALI: Occhio ad insultare un arbitro: ogni VAFFA son 333,3 periodico leori! Ah ah o almeno così è stato deciso per Francesco TOTTI. TENNIS: Coppa DAVIS semifinali con ARGENTINA-RUSSIA e SPAGNA-USA
- SERIE A FEMMINILE.
LA SOCIETÀ DI BATTISTOLI, DAVANTI AL PUBBLICO DELLE GRANDI OCCASIONI, CONQUISTA IL SUO SECONDO TITOLO CONSECUTIVO
Bardolino ubriacante È ancora festa tricolore! Con la Torres sarebbe bastato un solo punto per riconquistare lo scudetto ma ne arrivano tre. In gol Tuttino, Panico e Gabbiadini e per le sarde Conti

- Longega: «È la vittoria di un gruppo fantastico»

- VOLLEY/A2.
GABRIELE COTTARELLI FA IL PUNTO DOPO LA SCONFITTA CHE HA RIMANDATO I GIALLOBLÙ AI PLAY OFF
Marmi Lanza, devi ritrovare il tuo gioco. «Fallimento? No, prima avevamo fatto le nozze con i fichi secchi. C’è, però, da lavorare duramente e con umiltà». Sconfitta inaspettata: l’Avesani sotto in tutto

- BASKET/B2.
SIMONE GUADAGNINI COMMENTA LA BELLA VITTORIA OTTENUTA A RAVENNA
Popolare, orgoglio e tanta difesa. «È bello aver raggiunto l’obiettivo play off tra tante situazioni avverse. Ora vogliamo vincere contro Como davanti ai nostri tifosi»

- L’INSULTO.
PER L’OFFESA RIVOLTA A UDINE ALL’ARBITRO RIZZOLI IL CAPITANO ROMANISTA DOVRÀ PAGARE SOLO UNA MULTA
Totti se la cava con mille euro. Duro commento dell’Udinese Smentita dalla Can una telefonata di scuse a Collina dopo la partita. Del Piero, è azzurro il colore della speranza
Lippi? No grazie La Juve si tiene Ranieri


- TENNIS. L’ALTRO MATCH È ARGENTINA-RUSSIA
È Spagna-Usa la semifinale Davis

FONTE: LArena.it

Vota questo articolo:
Vota su DiggitaVota su PliggVota su ZicZacVota su Fai.InformazioneVota su MixxVota su Digg

0 commenti:

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini