.

PRO PATRIA 1 - 2 HELLAS VERONA: 17 Marzo le parole di PELLEGRINI, ORFEI e DI BARI, GRECO: stagione finita, foto e immagini di gara, ancora LANCINI

La cronaca della partita e le parole di mister Davide PELLEGRINI, Giovanni ORFEI e Vito DI BARI difensori goleador descrivono la loro gioia: AVANTI COSI' PER DIO!, Grande reazione dell'Hellas Verona allo svantaggio iniziale, per lo sfortunatissimo Leandro GRECO campionato finito, Aggancio alla PAGANESE: missione compiuta ora però bisogna confermarsi Domenica a Foligno, mercato: Bari e Vicenza su IUNCO
Innanzitutto un ringraziamento (doveroso) alle forze dell'ordine presenti a Busto Arsizio, al commissario e ai suoi ragazzi che, insistendo appena un po' mi hanno permesso di far entrare lo striscione BONDOLA/=\SMARSA e appenderlo per la prima volta ufficialmente in uno stadio diverso dal Bentegodi; era successo anche l'anno scorso a La Spezia ma, in quell'occasione, lo striscione non aveva potuto "assistere" alla partita. Il secondo ringraziamento va al signor Maurizio, di Milano, che ci legge spesso e ci ha spiegato come si chiamassero gli abitanti di Busto Arsizio: BUSTOCCHI! (il dubbio mi trapanava il cervello da ore): tenga duro signor Maurizio! Finalmente oggi suo figlio ha visto la prima vittoria dell'Hellas! Non lo faccia diventare milanista come tutti gli altri! Infine un saluto va ad Alessandra "veronese di Bologna" simpaticissima e, come me, in clima prepartita da giorni, tanto da non poter dormire: che ci vuoi fare! L'Hellas è una malattia che ti prende dentro e l'unica cura è abbandonarsi alla sua passione! Eh eh... Qui sotto le immagini della gara e dei soliti, impareggiabili, commoventi butèi:

Pro Patria - Verona 16/03/2008

- Con un gol dell'ex giocatore del Taranto il Verona passa in rimonta (2-1) a Busto
HELLAS, PRO-DIGIOSO
I gialloblù confermano i progressi mostrati contro il Foggia, centrano la seconda vittoria di fila e agganciano la Paganese. Sotto dopo 10' la squadra di Pellegrini reagisce. Prima impatta con Orfei quindi al 90' Di Bari realizza la punizione decisiva
Chiamatelo come volete. Fattore C, lato B o semplice fortuna, una componente che risulta fondamentale, non solo nel calcio. Per la prima volta in questo campionato il Verona è riuscito a conquistare il bottino pieno lontano dal Bentegodi, inanellando la seconda vittoria di fila dopo il successo col Foggia, la quarta in 27 gare. VITTORIA CHE HA permesso a Bellavsita e compagni di agganciare la Paganese a quota 21, a due sole lunghezze dal Manfredonia, terzultimo. Se contro la squadra di Galderisi l'ex tecnico della Berretti aveva mandato in campo sette giocatori arrivati a gennaio, a Busto Arsizio Pellegrini ne ha impiegati otto. Alla vigilia della partita, le "sorprese" riguardavano l'esclusione di Morante e Da Silva dalla lista dei convocati, una mossa che ha premiato a pieni voti Pellegrini. Tecnico che viste le assenze di Vigna, Hurme, Giraldi, Sibilano, Comazzi e Corrent, ha schierato la linea difensiva con Politti sulla destra, Orfei e Gonnella al centro, con Mancinelli a sinistra. Conferme a centrocampo e in attacco. Parte col piglio giusto Minetti che al 4' ubriaca la difensa lombarda e imbecca Stamilla a pochi passi da Anania, che si supera sul colpo di testa ravvicinato dell'ex Piacenza. Doccia fredda però, al 10', per gli otre 800 tifosi scaligeri. Imburgia dopo una triangolazione trova un sinistro che si insacca alla destra di Rafael, non certo esente da colpe. La Pro Patria spinge e va al raddoppio, al 15', con Negrini che salta Politti e conclude a lato, sul secondo palo. Il Verona non riesce a reagire
e alla mezzora è ancora Negrini a rendersi pericoloso con un tiro fuori di poco. La ripresa si apre con un bel gesto tecnico di Gasparello che in rovesciata, su
assist da calcio d'angolo, spedisce il pallone di poco sopra la traversa. Ma al 50' l'Hellas pareggia. Minetti dalla bandierina pesca in area Orfei che di testa supera Anania. Ci pensa poi Rafael a salvare il risultato (52'), ancora una volta su Negrini, mettendo in angolo. Passano 2' e capitan Orfei deve lasciare il posto a Di Bari (risentimento muscolare). Entra pure Greco per Altinier, ma il giocatore scuola Roma, si procura un nuovo infortunio, sempre alla coscia destra, che forse lo costringerà ad issare bandiera bianca per il resto del campionato. Esce in lacrime per fare posto a Cissè. Il 90° è scoccato quando Di Bari si incarica di battere una punizione da 20 metri. Il tiro è centrale ma il portiere Anania non è impeccabile, e il Verona ribalta il risultato.

- Le pagelle. Un'altra prova maiuscola dell'ex centrocampista dei galletti
IL VERONA RIVEDE LA LUCE CON IL FARO BELLAVISTA
Si ripete Minetti, che dopo il gol col Foggia, batte l'angolo dell'1-1e si procura la punizione al 90'

- L'allenatore
"ADESSO ABBIAMO TROVATO ANCHE LA SORTE"
Con Davide Pellegrini il Verona sembra finalmente avere ingranato. Due vittorie consecutive sono un bottino che i tifosi non avevano mai visto in questa stagione disgraziata. Il tecnico non si fa problemi neppure a dire che nel 2-1 di ieri c'è una buona componente di fortuna: "Adesso abbiamo trovato anche il fattore C. Siamo più sereni e giochiamo senza più l'apprensione e la paura di qualche partita fa". L'allenatore non ha segreti: "Non ho fatto nulla di particolare, ho semplicemente fatto leva sull'entusiasmo dei ragazzi e i ragazzi si sono risollevati da soli. Stanno facendo tutto loro perchè lavorano duro durante la settimana e la domenica si vedono i risultati. E se poi abbiamo anche un po' di fortuna c'è da considerare che fino a questo punto non è che ne avessimo avuta molta". Pellegrini è talmente su di morale che anche il nuovo infortunio di Leando Greco viene visto come una tragedia: "Purtroppo per Greco questa è stata una stagione molto difficile, è stato spesso infortunato e purtroppo anche noi ci abbiamo fatto l'abitudine". L'allenatore recupera tutta la serietà necessaria quando si tratta di parlare della classifica: "Questa vittoria è molto importante però non abbiamo ancora fatto nulla. Dobbiamo vedercela con una squadra tosta come il Foligno e poi dobbiamo affrontare la partita di Pagani. Dobbiamo restare concentrati e cercare di sfruttare solo gli aspetti positivi di questa vittoria vale a dire l'iniezione di fiducia".

FONTE: Il Verona

La cronaca della partita e le parole di mister Davide PELLEGRINI, Giovanni ORFEI e Vito DI BARI difensori goleador descrivono la loro gioia: AVANTI COSI' PER DIO!
- Pellegrini: "Merito dei ragazzi"
"Io li ho messi di fronte alle proprie responsabilità, in campo ci vanno loro"
BUSTO ARSIZIO (VA) - Seconda vittoria consecutiva dopo il ritorno al timone della prima squadra da parte di Davide Pellegrini, che con la Pro Patria ha bissato il successo ottenuto domenica scorsa ai danni del Foggia. Il tecnico scaligero, al termine del match, ha fatto un plauso a tutta la squadra: "Merito ai ragazzi che si stanno impegnando, dando dimostrazione della propria voglia di uscire da questa situazione. Io li ho messi di fronte alle proprie responsabilità, ovviamente pure il sottoscritto si prende le sue, però alla fine in campo ci vanno loro. Se hanno determinazione e grinta per lottare su ogni partita, i risultati arrivano. La fortuna serve ed è importante, forse è mancata precedentemente, bisogna essere bravi a tirarla verso di sè. Aver raggiunto la Paganese non ci cambia molto, sabato prossimo andremo a Foligno giocandoci ancora una volta il tutto per tutto." Una punizione del difensore Di Bari ha regalato proprio allo scadere tre punti fondamentali nella rincorsa alla salvezza: "Vito è un professionista serio, voleva dimenticare quanto prima ciò che gli è successo nella sfida col Legnano. Bastavano un pò di volontà e di intensità, poi certamente avrebbe riacquisito fiducia. Oggi è subentrato ed ha sfruttato la possibilità di scendere in campo, facendo delle cose buone, e soprattutto un gol decisivo. Che non è poco." La gara di Greco è durata solo una decina di minuti, poi il centrocampista romano ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di un infortunio: "Mi spiace moltissimo per Leandro, contavamo tanto sul suo recupero. Dovremo farne a meno ancora, questo per lui è un anno difficile sotto questo aspetto. C’è un pò di rammarico perchè ha qualità, è in grado di fare la differenza. L’organico è folto, cerchiamo di andare avanti con quelli che stanno bene."

- Di Bari: "Bisogna crederci sempre"
"Sono felice per la tifoseria, e soprattutto per noi che ci abbiamo messo tanto impegno"
BUSTO ARSIZIO (VA) - Al termine del match con la Pro Patria è stato uno dei primi ad accorrere sotto la tribuna ospitante i supporters gialloblù, per festeggiare una vittoria sudata fino all'ultimo istante. Vito Di Bari ha vestito i panni del match-winner nella ventisettesima di campionato, grazie ad una punizione calciata in rete a pochi minuti dallo scadere: "Quel che conta in questi casi è centrare la porta, talvolta pure i portieri possono sbagliare. Sono felice per la tifoseria, e soprattutto per noi che ci abbiamo messo tanto impegno. Dopo la gara col Legnano sono passate alcune settimane difficili, ma l'importante è crederci sempre. Credo anche grazie a Dio, oggi è avvenuta la mia rivincita. Non ne cerco nei confronti di nessuno, durante la sfida coi lilla mi sarei sostituito pure io." L'ex giocatore del Taranto, tornando sulla sera del 18 febbraio, scongiura le ipotesi di un calo psicologico di fronte allo stadio "Bentegodi": "Ho giocato sempre in piazze del sud, in genere molto calde. E' stata una singola partita, nata subito male. Ho fatto qualche errore e sono stato sostituito, ma non voglio assolutamente dare colpe a nessuno, tantomeno a mister Sarri. Mi dispiace tantissimo perchè sono venuto per far bene, e dimostrare di essere all'altezza di questa maglia." Nel giro di due giornate il gap rispetto alla diretta concorrente nella corsa ai play-out è stato azzerato: "Sicuramente il gol è importante, ci ha dato tre punti necessari per agganciare la Paganese. Sono felice di poter essere presente quando il mister mi chiama in causa. Ora ricomincia ancor di più la risalita verso la permanenza in questa categoria, guardiamo avanti partita per partita. Fino alla fine ce la possiamo giocare."

- Orfei, gol con dedica: "Una rete per Greco"
"Sono felice per la vittoria di oggi, ma dispiaciuto per il suo infortunio"
BUSTO ARSIZIO (VA) - Al termine della gara con la Pro Patria, vinta dai gialloblù per 2-1, Giovanni Orfei ha incontrato gli organi d’informazione presso la sala stampa dello stadio "Speroni". Dopo aver visto la palla in fondo al sacco in occasione della sua rete, che è valsa il temporaneo pareggio, l’ex difensore della Salernitana è andato a raccogliere l’abbraccio virtuale dei tifosi scaligeri: "Era uno scatto che non facevo da dieci anni. A parte gli scherzi, sono molto contento. Volevo caricare i miei compagni e ci sono riuscito. E’ stato un successo importantissimo, sono felice per Di Bari che ci ha fatto vincere la gara. Voglio dedicare il mio gol a Greco, un ragazzo eccezionale, che merita grandi palcoscenici. Ha fatto di tutto per recuperare, ed oggi l’ho visto piangere, avendo un rapporto particolare con lui sono ancor più addolorato." Secondo successo consecutivo per la compagine veronese, che sta dando dimostrazione di carattere dopo il ritorno di Davide Pellegrini: "Qualcosa è cambiato sicuramente, il mister è stato bravo nel farci lavorare tranquilli, senza troppi tatticismi, con partitelle e tiri in porta. Non voglio parlar male di Sarri, ma in questi casi servono la mente libera e la spensieratezza necessaria per entrare in campo senza timori." Il calendario di Serie C non conosce sosta, e già da lunedì mattina ci si dovrà concentrare sul Foligno: "Adesso dobbiamo continuare su questa strada, non abbiamo fatto ancora nulla. La classifica parla chiaro, ci attendono altra partite fondamentali da qui alla fine. Quel che conta è lottare, non mollare mai."

- Pro Patria-Hellas Verona 1-2
Rimonta gialloblù: Orfei e Di Bari (allo scadere) cancellano il vantaggio lombardo di Imburgia

FONTE: HellasVerona.it

- Pro Patria-Hellas Verona 1-2
Il Verona passa a Busto Arsizio dopo essere stato in svantaggio.
Di Imburgia la rete dei bustocchi. Poi Orfei e Di Bari fissano il risultato a favore dei veneti. Fantastico tifo dei sostenitori gialloblu, presenti in gran numero al seguito della squadra. Cominciamo dal pubblico. I tifosi dell’Hellas sono stati i protagonisti in assoluto della partita. Metà dello stadio era gialloblu. Erano oltre settecento i supporters veronesi al seguito della squadra e stipavano all’inverosimile il settore ospiti. Un sostegno incessante che ha spinto i loro beniamini a rimontare lo svantaggio iniziale. Per poi timbrare allo scadere una vittoria, la seconda consecutiva, che potrebbe dare una svolta al campionato degli scaligeri.

FONTE: CalcioPress.net

Grande reazione dell'Hellas Verona allo svantaggio iniziale, per lo sfortunatissimo Leandro GRECO campionato finito:
- VERONA, SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA, ADESSO SI PUO' SPERARE. RAGGIUNTA LA PAGANESE
Il Verona vince all'ultimo minuto contro la Pro Patria (rete di Di Bari per il 2-1) e raggiunge la Paganese al penultimo posto. Gara di sofferenza: segna per prima la squadra di casa con Imburgia. Il pareggio di Orfei (testa su calcio d'angolo), infine Di Bari (con complicità del portiere di casa) segna il 2-1. Grave infortunio muscolare a Greco. Per lui campionato finito.

PRO PATRIA-VERONA: IL TABELLINO CON I VOTI

GRECO, CAMPIONATO FINITO

SERIE C: RISULTATI, CLASSIFICA, MARCATORI E PROSSIMO TURNO

GUARDA IL SERVIZIO SULL'ARRESTO DI GB LANCINI, L'UOMO CHE VOLEVA IL VERONA

FONTE: TGGialloblu.it

Aggancio alla PAGANESE: mission accomplished ora però bisogna confermarsi Domenica a Foligno...
- Risultati e classifiche della 27/a giornata, 10/a di ritorno, del campionato di calcio di serie C1/A

C1 GIRONE A
Cittadella-Pro Sesto .... 2-3
Foggia-Cavese ........... 4-2
Lecco-Legnano ........... 1-0
Monza-Manfredonia ....... 1-0
Paganese-Novara ......... 1-1
Pro Patria-Verona ....... 1-2
Sassuolo-Cremonese ...... -
Ternana-Foligno ......... 2-1
Venezia-Padova .......... 2-1

CLASSIFICA
Sassuolo 53 punti; Cremonese 50; Cittadella 49; Foligno 44; Foggia 43; Padova 41; Monza e Venezia 40; Novara e Legnano 36; Pro Sesto e Cavese 34; Pro Patria 33; Ternana 28; Lecco 26; Manfredonia 23; Verona e Paganese 21. Venezia penalizzato di 1 punto. Sassuolo e Cremonese una partita in meno.

FONTE: Corriere dello Sport Stadio

- Bari e Vicenza cercano Iunco
L'attaccante Antimo Iunco (23) del Chievo ha diversi estimatori in cadetteria. La punta brindisina, che ben si sta comportando con la squadra di Iachini, piace parecchio al Vicenza del presidente Polato (che già lo aveva cercato lo scorso Gennaio senza successo) e al Bari del tecnico Antonio Conte. Iunco è in comproprietà con l'Hellas Verona, il presidente Campedelli dovrebbe riscattare a fine stagione il giocatore totalmente per poi venderlo al miglior offerente.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

- Truffa e falso, 7 in manette
In cella è finito anche Giovanni Battista Lancini, che solo alcuni mesi fa
era dato dalla stampa come possibile acquirente dell'Hellas Calcio Verona.

FONTE: Il Tempo

- Arrestato G.B. Lancini
Dietro all’immagine dell’imprenditore di successo, in procinto di acquistare l’Hellas, la figura spregiudicata di un truffatore, spazzata via dall’arresto di giovedì dei carabinieri di Brescia.

FONTE: Adige.tv


[OFFTOPIC]
Complimenti ai butèi della pallavolo, freschi vincitori della Coppa Italia di lega:
- VOLLEY: MARMI LANZA VINCE COPPA ITALIA DI A2
Nella Final Four di Coppa Italia di A-2 ad Isernia successo della Marmi Lanza Verona che nella finalissima ha battuto 3-1 (25-19 25-22 19-25 25-15) il Tonno Callipo Vibo Valentia. Verona conquista per la seconda volta il trofeo e nell'albo d'oro subentra alla Sparkling Milano. In semifinale Gato e compagni si erano imposti per 3-0 (30-28, 25-22, 25-23) sui padroni di casa della Pignatelli Isernia.

FONTE: TGGialoblu.it

Pallacanestro gialloblù, ciclismo e Formula 1:
- LA POPOLARE E' TORNATA A SOGNARE BATTUTA CASTROCARO
Terza vittoria consecutiva per la Banca Popolare che sia aggiudica il big-match con Castrocaro e compie un sostanzioso passo in avanti verso i play off.

- Ciclismo. Per l'atleta di San Bonifacio arriva la vittoria numero 50 della carriera
REBELLIN FINALMENTE RE A NIZZA. IL LUNGO INSEGUIMENTO E' FINITO
Il leader della Gerolsteiner chiude con 3” di vantaggio su Nocentini, dopo i tre podi beffardi centrati nelle ultime edizioni

- GP d'Australia. L'inglese della McLaren domina davanti ad Heidfeld e Rosberg al suo primo podio.
FERRARI E' UN VERO DISASTRO. HAMILTON RE SENZA SOFFRIRE.
Gara rocambolesca con appena sei piloti al traguardo. Ritirate entrambe le rosse anche se Raikkonen centra un punto

- Domenicali: «Dobbiamo lavorare tanto». Il sospetto che la centralina unica penalizzi il Cavallino
MASSA: "GIORNATA NERA" E ALONSO PUNGE DENNIS
«Che gusto ripassare il suo pilota quando lui stava già esultando». Lewis:«Una corsa perfetta»

FONTE: Il Verona
Condividi questo articolo:
Vota su WikioFav This With TechnoratiSalva su SegnaloVota su Fai InformazioneVota su Diggita Furl this pageSegnala su ziczac
Add To Del.icio.usCondividi su MeemiDigg This

3 commenti:

Finalmente! FORZA HELLAS dai che ce la fai! Un saluto a tutti.
Giangi

dai ke ci salviamo alla faccia di ziliani eh eh squadra de bianchi inkazzati neri forza hellas

se ci salviamo tutti in piazza bra a far el bagno nella fontana forza vighini

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Juve Stabia 0-3 Verona: Gli highlights della gara

Juve Stabia 0-3 Verona: Le immagini